Figure umane nell'arte

Filtri attivi

Disegnare bambini. Espressioni,...

Brambilla Daniela
Ikon

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Disegnare i bambini è indubbiamente più difficile che disegnare gli adulti e certamente sono dei soggetti che appaiono raramente rispetto all'infinita produzione di immagini che trattano la figura umana, ma questo tema permette di avvicinarsi a un mondo ancora incontaminato e di una ricchezza di sfumature infinita. Le loro proporzioni sono difficili da leggere e da comprendere e, inoltre, i bambini non hanno tracce di storia sui loro piccoli volti tondeggianti e questo offre pochi spunti caratterizzanti e li fa apparire simili tra di loro. Come per qualsiasi altro soggetto, si tende ad anteporre a una reale comprensione visiva, gli stereotipi basati sul disegno dei corpi e dei visi degli adulti. A chi serve un manuale di disegno sul tema dei bambini? Prima di tutto a chi ama disegnare e desidera cimentarsi su soggetti che presentano particolarità di non facile soluzione. Sarà utile agli illustratori dell'infanzia o dell'editoria scolastica per i quali disegnare bambini è l'argomento principe e, infine, a chi studia o insegna disegno.

Il corpo nella fotografia...

Herschdorfer Nathalie
Einaudi 2019

Disponibile in 3 giorni

80,00 €
Con più di 360 fotografie, che spaziano dall'arte alla scienza e dalla moda ai selfie, questo libro esplora i nostri infiniti modi di usare, alterare, mostrare e raffigurare il corpo nel XXI secolo. Un volume che raccoglie l'opera di oltre 175 fotografi, tra i quali: Laia Abril, Jun Ahn, Nobuyoshi Araki, Jacob Aue Sobol, Roger Ballen, Valérie Belin, Jodi Bieber, Lucas Blalock, Koto Bolofo, Elina Brotherus, Elinor Carucci, Maisie Cousins, Gregory Crewdson, Raphaél Dallaporta, Sian Davey, Corinne Day, Erica Deeman, Eamonn Doyle, Julia Fullerton-Batten, Adam Fuss, Bruce Gilden, Jim Goldberg, Nan Goldin, Lauren Greenfield Ren Hang, Jamie Hawkesworth, Bill Henson, Todd Hido, Pieter Hugo, Nadav Kander, Rinko Kawauchi, Barbara Kruger, Mona Kuhn, Deana Lawson, Jocelyn Lee, David Lynch, Ryan Mcginley, Erik Madigan Heck, Sally Mann, Jeff Mermelstein, Arno Rafael Minkkinen, Marilyn Minter, Richard Misrach, Daido Moriyama, Richard Mosse, Zanele Muholi, Nicholas Nixon, Erwin Olaf Catherine Opie, Orlan, Martin Parr, Pierre Et Gilles, Bettina Rheims, Herb Ritts, Paolo Roversi, Thomas Ruff, Alessandra Sanguinetti, Daniel Sannwald, Viviane Sassen, Collier Schorr, Andres Serrano, Cindy Sherman, Alec Soth, Thomas Struth, Solve Sundsb0, Esther Teichmann, Juergen Teller, Ed Templeton, Wolfgang Tillmans, Oliviero Toscani, Erwin Wurm, Liu Zheng.

Donne. Corpo e immagine tra simbolo...

Silvana 2019

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
"Le donne devono essere nude per entrare nei musei?" si domandava in maniera provocatoria lo slogan di uno dei più famosi collettivi di artiste femministe americane. L'interrogativo rifletteva su una verità incontrovertibile. Per secoli l'immagine della donna è stata infatti protagonista della creatività artistica: il nudo femminile come forma da studiare, modello di bellezza, di erotismo o oggetto di ludibrio, mentre la modella diventava, alternativamente, musa ispiratrice, fonte di ogni peccato, esempio di virtù domestiche e di virginale maternità. I profondi cambiamenti sociali e politici che seguono la fine della Grande Guerra, mettendo in crisi i valori e i ruoli tradizionali, determinano la prima grande rottura di quell'immaginario consolidato e, di pari passo con l'emancipazione sociale delle donne, anche la raffigurazione dell'immagine femminile risente delle contraddizioni di una società in trasformazione. Solo a partire dalla fine degli anni Sessanta, però, le lotte per il raggiungimento della parità di diritti producono, nelle donne, un profondo cambiamento nella percezione di sé, delle proprie possibilità e potenzialità nei più vari ambiti, compreso quello dell'arte. La consapevolezza di una nuova identità insieme alla contestazione sociale dei modelli patriarcali saranno oggetto della ricerca e della riflessione di molte artiste. Saggi di importanti studiose indagano l'evoluzione dell'immagine femminile non solo nell'arte figurativa ma nella storia, nella storia del cinema e della televisione.

Figure del corpo nel mondo antico

Barbanera M.
Aguaplano 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Nel mondo antico le immagini e la realtà che esse raffigurano sono il risultato di una costruzione. In Grecia i luoghi dell'aggregazione sociale costituiscono lo sfondo su cui si muove una comunità concettuale di esseri viventi ed effigi di dèi, eroi, antenati. Queste non sono meno concrete degli individui in carne e ossa e formano una comunità saldando passato e presente, attualizzando significati, ruoli, destini. Fra idealizzazione e realismo, la rappresentazione del corpo istituisce una metafora in cui parte della società antica si mette in scena affermandosi come classe elitaria. Oltre la costruzione del corpo come discorso sociale idealizzato, questi saggi ampliano lo sguardo a Oriente, alla Persia o al passato dell'Anatolia ittita e della Creta palaziale; rivolgono l'attenzione a forme problematiche della rappresentazione virile, come nel teatro o nell'etica aristotelica ed epicurea; fanno emergere figure del corpo vulnerabile e osceno che connotano negativamente le classi inferiori, le donne, gli stranieri. Archeologi e storici approfondiscono la riflessione su un tema che esercita fascino attraverso i secoli e mostra la complessità di mondi culturali articolati e fecondi.

Quando l'arte creò le donne. Elogio...

Gentili
Bonanno 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Questo libro è per tutte le persone disposte ad abbandonare la solita rotta del presente mediatico, per seguire suggestioni, segni del passato artistico e culturale, all'inseguimento di una bellezza diversa; è indirizzato anche, o se si vuole soprattutto, ai giovani che nella ricerca del partner, si lasciano condizionare da uno standard estetico imposto dall'esterno. La breve escursione, che coinvolge espressioni artistico-culturali del passato, è rivolta agli uomini e alle donne di oggi, nei quali intende far balenare un'idea di bello molteplice, differenziato, sorprendente. Il riferimento alla diversità di rappresentazione offerta dagli artisti, in particolare da alcuni pittori, appartenenti o non a definiti movimenti culturali, non va letto come invito ad un approccio disciplinare e tanto meno accademico; nasce piuttosto dalla convinzione che l'arte non sia mai puro godimento estetico, ma assolva anche ad un'insostituibile funzione comunicativa ed educativa, che possa cioè veicolare valori etici e comportamentali, suggerire prospettive altre, provocare letture diverse della realtà personale e collettiva.

Boldini e De Nittis. Femminilità à...

Enrico A.
Antiga Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
La mostra mette a confronto i due più grandi peintres italiens sul tema della femminilità, centrale nella loro opera e tra i più rappresentativi di un'epoca che leggeva nell'universo femmineo l'anima di un mutamento, il lento sfiorire di quel clima di raffinatezza, stanchezza del mondo ed esasperazione della moda di cui le donne erano protagoniste. Attraverso il corpo delle donne Boldini e De Nittis dipinsero il trapasso di un mondo reale o idealizzato, fuggente come uno sguardo sottratto al pittore. Quello che entrambi dipinsero non fu la bellezza, né la bellezza che sfiorisce; furono i sogni di un'eleganza in un mondo che stava per morire. Il catalogo intende ricostruire questo momento storico artistico e lo spirito del tempo attraverso un nucleo di opere di notevole importanza, alcune note, altre riscoperte, radunate grazie a un lungo lavoro di ricerca e di acquisizione non privo di circostanze fortuite, e raccontare la storia di uno dei capolavori di Giovanni Boldini, qui ribattezzato "Pastello rosa".

Opera n. 365. Rivelazioni. Ediz. a...

Di Massimo Viola
ICONE 2018

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
"Dipingere è un rito. L'opera si compie attraverso un rito che è l'azione e la dinamica di mettere insieme i simboli. Questi ultimi rappresentano un concetto singolo, ma uniti insieme attraverso un rito costituiranno un linguaggio complesso e potente. Il rito ne contiene altri infiniti e arriviamo al simbolo più visibile: il femminile, no, non dipingo le donne, dipingo il femminile, quello che appartiene a tutti senza distinzione di sesso. Se ho scelto le forme di una 'donna' è secondario e se questa mi somiglia lo è altrettanto: quando si vive insieme con qualcuno per molto tempo si finisce naturalmente per somigliarsi. Siamo su quel sottile margine dove la dignità e il femminile incontrano il quotidiano e tutti i suoi orrori. 'Vive in una favola', nulla di più errato: vivo nella realtà, quella bella e spietata, e la realtà non è unicamente quella tangibile di tutti i giorni, ma anche quella di tutte le notti dove l'intensa attività onirica è reale. La realtà è sempre tale anche quando si sogna; è tutto ciò che si forma sia quando i nostri occhi sono chiusi, sia quando sono aperti: quando si sogna si è reali. Ora, detto ciò: sfido chiunque a vedere una donna nuda in una mia opera." (L'autrice)

Anton von Maron e Angelica...

Scalpendi 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Volume relativo alla nuova acquisizione (Anton von Maron, "Ritratto di Maria Francesca Cicchetta Durazzo") della Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola, Genova.

Il disegno del corpo. Anatomia...

Cafagna Fabio
Carocci 2017

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Storia e programmi didattici della scuola di anatomia artistica dell'Accademia Albertina sono ricostruiti, attraverso l'indagine di inediti documenti d'archivio: manoscritti, disegni e prolusioni. I preziosi manuali di anatomia artistica, pubblicati nel corso dell'Ottocento dai docenti Francesco Bertinatti e Alberto Gamba, mostrano quanto Torino fosse un territorio all'avanguardia, ricco di stimoli provenienti, in modo particolare, da Francia e Inghilterra.

Anatomia dinamica per l'artista....

Hogarth Burne
Newton Compton 2017

Disponibile in 3 giorni

9,90 €
Andando oltre la semplice rappresentazione anatomica proposta dai testi tradizionali, Burne Hogarth esplora la struttura scheletrica e muscolare umana dal punto di vista dell'artista, mettendo in evidenza le relazioni tra massa e movimento. 300 chiarissime illustrazioni mostrano i dettagli anatomici della figura maschile e di quella femminile in movimento e a riposo, nel loro vivere abituale. Studi e diagrammi aiutano a comprendere il rapporto ritmico tra i vari muscoli e il risultato della loro azione sulla forma del corpo. Altre tavole illustrano la figura in prospettiva e nello spazio. Arricchito da disegni di grandi maestri (Michelangelo, Correggio, Rodin, Kandinsky, Picasso), questo volume fornisce tutti gli strumenti pratici per disegnare il corpo umano in tutta la sua dinamicità e completezza.

Archimede

Marchese Pietro
LetteraVentidue 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Nell'antica Grecia la forgiatura di una statua in bronzo era un'operazione talmente dispendiosa che solo una polis, un'intera città, poteva permettersi la sua realizzazione. Accadeva solo quando vi era qualcuno di importante da celebrare.

Buffoni, villani e giocatori alla...

Bisceglia A.
Sillabe 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il volume è il catalogo della mostra di Firenze (19 maggio - 11 settembre 2016). La mostra raccoglie ed espone un tema interessante di pittura 'di genere' su quei personaggi che circolavano alla Corte dei Medici come buffoni, giocatori e nani venuti dal contado ma anche da lontano al seguito di granduchesse e principesse promesse spose. Le opere esposte di epoca compresa tra Seicento e Settecento, prevalentemente provenienti dai depositi della Galleria Palatina, illustrano soggetti figurativi bizzarri ed hanno notevole importanza perché creati da artisti del calibro di Suttermans, Giambologna, Bronzino e Gabbiani. Tra i soggetti più famosi rappresentati si ricordano Meo Matto, il nano Morgante e Gabriello Martinez che rallegravano e intrattenevano gli ospiti illustri dei Granduchi. Un secondo itinerario si snoda nel Giardino di Boboli dove sono presenti sculture particolari tra le più note è certamente la fontana del Cioli che ritrae il nano Barbino a cavallo di una tartaruga. Il volume è corredato da saggi di storici dell'arte noti come Heikamp, Griffo, Mammana, Diana e Girimonti Greco con Giovannoni.

La peste

Slack Paul
Il Mulino 2014

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Un morbo che ha profondamente influenzato il corso della storia: dalla "peste di Giustiniano", fra VI e Vili secolo, alla peste nera fra XIV e XVIII secolo, alla pandemia che solo cento anni fa fece tredici milioni di vittime in Cina e India. Questo libro

Women. Pietro Ghizzardi e Lisetta...

Franceschetti V.
Skira 2014

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Cosa vuol dire "femminilità"? Vuol dire quel carattere aggressivo e bellicoso delle donne di Ghizzardi o quello tenero e disorganizzato dei travestiti genovesi? Aspirazione di Women è la revisione critica della figura femminile e della sua rappresentazione fisica, nella decisa volontà di discostare l'idea della femminilità dall'abusato concetto artistico e culturale di grazia e bellezza, di fertile grembo o icona materna. Tramite l'opera di due artisti diversamente outsider, Pietro Ghizzardi (1906-1986) e Lisetta Carmi (1924), vengono mostrati, da un punto di vista straniante e fortemente soggettivo, i transitori confini dei generi sessuali, la mescolanza della femminilità e mascolinità in un unico corpo, sia maschile sia femminile, in una sorta di "svelamento" della realtà umana o viceversa, di un "travestimento" deformante. In maniera provocatoria, vengono affiancate opere linguisticamente e strutturalmente diverse, quasi agli antipodi: da un lato quelle "umili" ma di grande contenuto umano ed emotivo di Pietro Ghizzardi, un artista, un contadino stravagante, vissuto in condizioni misere, in estrema povertà e ignoranza, diventato pittore per istinto e vocazione disinteressata e riconosciuto come tale solo negli ultimi anni della sua vita; dall'altro quelle fotografiche, elegantissime per il rigore del bianco-nero che con cruda e innocente autenticità documentano il mondo dei "travestiti" del Porto di Genova, realizzate da una "woman", Lisetta Carmi.

Anatomia artistica. Anatomia e...

Civardi Giovanni
Il Castello 2011

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Manuale introduttivo allo studio delle ossa, delle articolazioni e dei muscoli secondo un indirizzo teorico e pratico, riccamente illustrato con fotografie e disegni, rivolto agli studenti delle scuole d'arte, delle accademie e agli artisti che intendono dedicarsi al disegno e alla pittura della figura.

Morfologia esterna del corpo umano

Civardi Giovanni
Il Castello 2011

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
L'autore propone un esame delle singole regioni topografiche corporee, indicando per ciascuna alcune delle principali caratteristiche anatomiche che ne determinano o ne influenzano la morfologia esteriore.

Montale ieri e oggi

Settegiorni Editore 2010

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
"Montale ieri e oggi", catalogo dell'omonima mostra fotografica, è un omaggio allo scomparso fotografo montalese Mario Gori che, con i suoi scatti, realizzati in tanti anni di attività, ha saputo riprodurre gli stessi scorci paesaggistici ritratti nelle ca

Il gesto nell'arte. Ediz. illustrata

Chastel André
Laterza 2008

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
Ripulsa, accoglienza, orrore, aggressione, abbandono, sorpresa, spavento: il gesto nell'arte è un tema vasto che ha appassionato a lungo André Chastel, al punto tale che gli ha dedicato tre anni di seminari al Collège de France. Quest'opera raccoglie tre di quelle sue lezioni. Dal turbinio di gesti nel Martirio di San Matteo di Caravaggio, all'indice alzato del San Pietro Martire del Beato Angelico, alle 130 dita del Cenacolo leonardiano, dove i movimenti delle mani si legano agli sguardi e alla psicologia dei personaggi, Chastel decripta i segni visibili della comunicazione non verbale.

La pittura incarnata. Saggio...

Didi-Huberman Georges
Il Saggiatore 2008

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Il fine della pittura è andare oltre la pittura, afferma Honoré de Balzac, che nel "Capolavoro sconosciuto" narra il mito di quest'arte, le sue origini, i suoi mezzi, i suoi estremi. Nella scena cruciale del racconto, Poussin e Porbus sono davanti all'opera del loro maestro Frenhofer, un ritratto così perfetto agli occhi del pittore, da fargli credere che la donna raffigurata sia viva, che si muova, che respiri. Dal drammatico desiderio dell'artista di rendere viva la carne dipinta, nascono i "pensieri sparsi" di Georges Didi-Huberman sul problema estetico dell'incarnato in pittura. L'autore ripercorre e interpreta le riflessioni sviluppatesi intorno all'"esigenza della carne", da Cennini a Diderot, Hegel, Merleau-Ponty. Richiama i miti di Pigmalione e Orfeo. Penetra nello struggimento che costringe l'artista a "scendere nell'inferno" per rendere vivo l'oggetto della pittura, per dare vita alla sua Galatea, per ridare la vita alla sua Euridice. Non solo. Didi-Huberman affronta anche il dopo, quello che avviene quando l'artista ha ormai realizzato l'opera, il senso di perdita, o la perdita di sé, che può derivarne: se l'oggetto della pittura, la carne, si perde irrimediabilmente sulla superficie piana, che cosa rimane? Un bagliore? Un dettaglio? Un lembo? O niente? In appendice "Il capolavoro sconosciuto" di Honoré de Balzac.

Disegnare e dipingere personaggi...

Chi Li
Il Castello 2008

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Un libro per imparare a disegnare e dipingere ragazze attraenti in diversi stili e generi manga, tra cui le affascinanti eroine shoujo, le geishe, le studentesse kawai, le temibili ninja e le femmes fatales. Ogni personaggio include un'illustrazione a piena pagina, degli schizzi e dettagliate istruzioni su come realizzare, colorare e ombreggiare il disegno. Troverete anche consigli sulla scelta dei colori, dell'abbigliamento e degli accessori. Tutte le tecniche sono spiegate in modo chiaro e preciso: dove trovare l'ispirazione, come scegliere i materiali da usare per realizzare inchiostrature in bianco e nero, come colorarle e ombreggiarle con media tradizionali o digitali. Vi è inoltre anche un'utile guida sulle proporzioni del corpo nello stile manga e una sui costumi tradizionali giapponese.

Ex voto

Didi-Huberman Georges
Cortina Raffaello 2007

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Un filosofo e storico dell'arte s'interroga sul mistero e la singolarità delle pratiche e delle forme degli ex voto, immutate dall'antichità pagana a oggi e comuni alle società più diverse. La loro volgarità di forme anatomiche (mani, piedi, occhi, cuori,

Note di anatomia e raffigurazione....

Civardi Giovanni
Il Castello 2007

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Cenni sulla struttura anatomica del corpo umano: ossa, articolazioni, muscoli. Consigli pratici per il disegno della figura. Guida allo studio dei muscoli dell'apparato locomotore e all'osservazione dell'anatomia superficiale dell'uomo in azione.

Come dipingere personaggi femminili...

Patmore Chris
Il Castello 2006

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Tutti i segreti per disegnare il corpo femminile, per imparare come esagerare o semplificare le forme femminili per creare eroine in azione, manga e sexy cyberpunks.

Anatomia dinamica per l'artista

Hogarth Burne
Newton Compton

Non disponibile

12,90 €
I giudizi degli insegnanti e degli esperti sono stati unanimi: Anatomia dinamica per l'artista è opera fondamentale per lo studio artistico dell'anatomia, un lavoro unico e dettagliatissimo, assolutamente indispensabile per "gli addetti ai lavori". Il libr

Eva vs Eva. La duplice valenza del...

Gangemi 2019

Non disponibile

10,00 €
L'Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d'Este - Villae, il Museo Nazionale Romano e il Parco Archeologico di Pompei hanno organizzato un'esposizione dedicata alla doppia valenza del femminile nell'immaginario occidentale, dal titolo "Eva vs Eva". Il progetto prende corpo attraverso opere d'arte, reperti archeologici, documenti letterari e cinematografici, che vanno dall'antichità sino alla rivoluzione di genere operata nel XX secolo, esprimendo la fascinazione antropologica ed estetica nei confronti dell'eterno femminino. Il percorso espositivo propone una lettura per strati che, attraverso una serie di endiadi calibrate sulla dicotomia "positivo-negativo", scandaglia le manifestazioni e le interpretazioni storiche del femminile: lo spirito ambivalente della donna - da rassicurante simbolo della maternità ad ambigua forza della natura - connota e caratterizza l'intera esposizione. L'antitesi insita nell'idea progettuale si esplica in due percorsi distinti, complementari e contigui, coinvolgendo due sedi: il piano nobile di Villa d'Este e l'Antiquarium del Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli. Se il progetto espositivo si fonda su una duplicità, l'antitesi è solo apparente: gli aspetti luciferini e ambigui della donna si legano inscindibilmente a quelli più spirituali e idealizzati, per restituire spessore e poliedricità a figure femminili che la storia, l'immaginario collettivo e l'interpretazione hanno appiattito in uno stereotipo. Narrazioni seducenti che mescolano il divino e l'umano, il quotidiano e lo straordinario, evocando un'interminabile schiera di fanciulle, eroine, mostri e altre creature liminari, in una narrazione perenne che si fa immagine o materia. Da Medea a Penelope, da Saffo a Cleopatra, passando dall'intimità della casa come dagli intrighi delle corti, la mostra traccia un viaggio immaginifico, visivo, antropologico e letterario, attraverso il mito e la storia: il percorso restituisce simboli di cui oggi si può dare una lettura critica complessa, oltre che matrici di genere. La donna della tradizione biblica e la grazia dello sguardo nei volti della statuaria classica si confronteranno con la complessa vicenda di Erodiade e Salomè, con la dissolutezza di Lucrezia Borgia e con il suo ruolo di protagonista dell'Italia rinascimentale. Se arte e letteratura tracciano l'itinerario per le epoche precedenti, con il secolo breve è la cinematografia che assurge al ruolo di medium catalizzatore per la creazione di un nuovo immaginario, ribadendo il luogo comune che soggiace alla doppia natura del femminino, aggiornandosi sino a giungere col 1968 alla prima costituzione dei movimenti politici di liberazione e difesa dei diritti e alla conseguente rivoluzione sessuale. Nella visione prospettica ribaltata, che la mostra propone, si sottolinea per contrasto il ruolo subalterno e apocalittico della donna per far emergere gli stereotipi che contribuiscono alla definizione del genere, peraltro sovvertita socialmente e artisticamente negli ultimi cinquant'anni. La mostra ha dato vita a un'eccezionale piattaforma di lavoro tra istituzioni del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che, nell'ambito della rete museale promossa dalla Direzione Generale Musei, sostanzia il progetto espositivo di una ricchezza di temi e suggestioni, quali solo la polifonia e l'interconnessione possono mettere in campo. Nasce in tal modo un inedito percorso dove figure mitologiche e personaggi storici sono riletti alla luce della più stretta contemporaneità. Tale specifica sensibilità amplifica il messaggio universale insito nelle collezioni museali delle istituzioni coinvolte, attraverso una mediazione attenta all'oggi e proiettata al futuro.

Eva vs Eva. La duplice valenza del...

Gangemi 2019

Non disponibile

10,00 €
L'Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d'Este - Villae, il Museo Nazionale Romano e il Parco Archeologico di Pompei hanno organizzato un'esposizione dedicata alla doppia valenza del femminile nell'immaginario occidentale, dal titolo "Eva vs Eva". Il progetto prende corpo attraverso opere d'arte, reperti archeologici, documenti letterari e cinematografici, che vanno dall'antichità sino alla rivoluzione di genere operata nel XX secolo, esprimendo la fascinazione antropologica ed estetica nei confronti dell'eterno femminino. Il percorso espositivo propone una lettura per strati che, attraverso una serie di endiadi calibrate sulla dicotomia "positivo-negativo", scandaglia le manifestazioni e le interpretazioni storiche del femminile: lo spirito ambivalente della donna - da rassicurante simbolo della maternità ad ambigua forza della natura - connota e caratterizza l'intera esposizione. L'antitesi insita nell'idea progettuale si esplica in due percorsi distinti, complementari e contigui, coinvolgendo due sedi: il piano nobile di Villa d'Este e l'Antiquarium del Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli. Se il progetto espositivo si fonda su una duplicità, l'antitesi è solo apparente: gli aspetti luciferini e ambigui della donna si legano inscindibilmente a quelli più spirituali e idealizzati, per restituire spessore e poliedricità a figure femminili che la storia, l'immaginario collettivo e l'interpretazione hanno appiattito in uno stereotipo. Narrazioni seducenti che mescolano il divino e l'umano, il quotidiano e lo straordinario, evocando un'interminabile schiera di fanciulle, eroine, mostri e altre creature liminari, in una narrazione perenne che si fa immagine o materia. Da Medea a Penelope, da Saffo a Cleopatra, passando dall'intimità della casa come dagli intrighi delle corti, la mostra traccia un viaggio immaginifico, visivo, antropologico e letterario, attraverso il mito e la storia: il percorso restituisce simboli di cui oggi si può dare una lettura critica complessa, oltre che matrici di genere. La donna della tradizione biblica e la grazia dello sguardo nei volti della statuaria classica si confronteranno con la complessa vicenda di Erodiade e Salomè, con la dissolutezza di Lucrezia Borgia e con il suo ruolo di protagonista dell'Italia rinascimentale. Se arte e letteratura tracciano l'itinerario per le epoche precedenti, con il secolo breve è la cinematografia che assurge al ruolo di medium catalizzatore per la creazione di un nuovo immaginario, ribadendo il luogo comune che soggiace alla doppia natura del femminino, aggiornandosi sino a giungere col 1968 alla prima costituzione dei movimenti politici di liberazione e difesa dei diritti e alla conseguente rivoluzione sessuale. Nella visione prospettica ribaltata, che la mostra propone, si sottolinea per contrasto il ruolo subalterno e apocalittico della donna per far emergere gli stereotipi che contribuiscono alla definizione del genere, peraltro sovvertita socialmente e artisticamente negli ultimi cinquant'anni. La mostra ha dato vita a un'eccezionale piattaforma di lavoro tra istituzioni del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che, nell'ambito della rete museale promossa dalla Direzione Generale Musei, sostanzia il progetto espositivo di una ricchezza di temi e suggestioni, quali solo la polifonia e l'interconnessione possono mettere in campo. Nasce in tal modo un inedito percorso dove figure mitologiche e personaggi storici sono riletti alla luce della più stretta contemporaneità. Tale specifica sensibilità amplifica il messaggio universale insito nelle collezioni museali delle istituzioni coinvolte, attraverso una mediazione attenta all'oggi e proiettata al futuro.

San Sebastiano. La seduzione...

Zip 2019

Non disponibile

16,00 €
Bello come un Apollo, san Sebastiano, ed è giusto che sia così. Come accaduto per altri culti pagani, dopo secoli di devozione rimbalzati nelle tradizioni popolari cristiane, la perfezione del corpo del dio coronato d'alloro ha trovato un equivalente nel martire vissuto al tempo di Diocleziano. Apollo, cantore delle muse spesso circondato da leggiadre fanciulle, ha trovato un parallelo in Sebastiano amorevolmente curato dalle pie donne, unico santo a essere raffigurato sin dall'alto medioevo nella nudità eroica al pari di Cristo.

L'immagine dell'altro. Neri,...

Stoichita Victor I.
La Casa Usher 2019

Non disponibile

29,00 €
Victor I. Stoichita, studioso di fama internazionale, in questo volume conduce un'analisi riguardante la rappresentazione figurativa dello "straniero" in Età moderna. Un approccio fruttuoso delle scienze umane tende a dimostrare come molti problemi che attraversano la contemporaneità abbiano fatto da tempo la loro comparsa sul palcoscenico della storia. In quest'ottica, la rappresentazione artistica è un vero e proprio banco di prova: essa costituisce infatti la "memoria visiva" di un dato fenomeno, i cui contenuti possono essere riattualizzati dall'analista. È esattamente ciò che avviene in questo libro, dove l'altro è investigato non tanto per risolvere gli interrogativi che pone il "diverso", quanto per comprenderlo in maniera più approfondita, nel momento in cui si offre all'attenzione della cultura europea. L'arco di tempo preso in esame va dal XV alla fine del XVIII secolo, quando, dopo la "scoperta" del Nuovo Mondo, si registra un'esplosione senza precedenti dell'alterità. I contenuti del libro ruotano intorno all'affermarsi di un'alterità che si cristallizza su alcune figure specifiche: il nero, il giudeo, il musulmano, il gitano nelle opere di Carpaccio, Gentile Bellini, Memling, Bosch, Dürer, Caravaggio, Rubens, Tiziano, Georges de la Tour, Girodet, Benoit... In tutto questo si può cogliere anche un risvolto contemporaneo: in filigrana, con grande raffinatezza ed eleganza, affiora, in una ricerca che potrebbe definirsi di storia dell'arte, la flagrante attualità del tema dell'altro.

La donna, l'infanzia,...

Arpetti Patrizio
L'Orto della Cultura 2019

Non disponibile

15,00 €
Ciascuno di noi pensa attraverso delle storie, anzi attraverso storie per immagini. E c'è sempre un artista in grado di tradurre in immagini i sentimenti e i pensieri delle generazioni che si sono susseguite nella storia. Quella delle idee, beninteso, non è una catena che avviene per partogenesi: le idee si tuffano nella realtà, nella storia, e da essa riemergono diverse. Vale anche per tre temi come la donna, l'infanzia e l'adolescenza; temi legati da un filo molto stretto, e non sempre quello consueto. Questo libro ha voluto, semplicemente, dare voce alle immagini sulla donna, sui bambini, sugli adolescenti. Lo ha fatto tenendo conto del fatto che, come dice Baldesar Castiglione nel suo "Cortegiano", "La scrittura non è altro che una forma di parlare, che resta ancor poi che l'uomo ha parlato". L'esposizione scritta è stata perciò discorsiva e chiara. Del resto le cose non sono, spesso, quelle che vediamo, ma quelle che consentiamo agli altri di vedere.

Lo studio della pietà. Storia e...

Troncarelli Fabio
Adda 2019

Non disponibile

20,00 €
Gli studiosi di storia e in particolare gli studiosi di storia medievale vivono in questi ultimi tempi una singolare contraddizione: da un lato infatti la storia celebra trionfi inimmaginabili nel passato, conquistando fasce di pubblico sempre più vaste grazie ad iniziative culturali di ogni genere; dall'altro vi è una diffusa crisi di identità della disciplina e dei suoi adepti, un disagio per i suoi limiti metodologici, l'aspirazione confusa a ritrovare se non la sicurezza di una volta, almeno la serenità del proprio mestiere. Paradossalmente la storia è divenuta la regina delle scienze umane, nel momento stesso in cui il suo regno è stato abbattuto. Con la conseguenza che il superamento di antiche paure o di inveterati pregiudizi, soprattutto delle chiusure dell'erudizione e del tecnicismo, non ha comportato la soddisfazione e il compiacimento di fronte allo spettacolo dell'avventura umana, bensì l'ansioso allarme per difficoltà inattese.

Il codice nascosto di Leonardo. Un...

Fiorini Marco Virginio
Uno Editori

Non disponibile

13,90 €
L'Uomo Vitruviano è il disegno più famoso del mondo, ma in realtà esso si mostra solo in parte. Il grande genio davinciano che lo ha immaginato, elaborato e disegnato, ha voluto farci riflettere, forse giocare. Vediamo un uomo con braccia e gambe aperte essere contenuto in un quadrato e che tocca, con le sue quattro estremità, anche un cerchio. Perché? Leonardo nella sua bella vulgata rinascimentale scritta in modo specchiato sopra e sotto il disegno, parla dell'uomo e delle proporzioni che deve avere, ma non accenna mai al cerchio se non per dire che il suo centro si trova vicino all'ombelico. Per quale ragione questo grande genio universale ha scelto per l'uomo quelle proporzioni e come ha fatto per ricavarle? Come ogni capolavoro esso contiene in sé elementi semplici e complessi al contempo, mentre la soluzione finale è una prova straordinaria di geniale efficacia. Un viaggio alla scoperta di un codice nascosto, un tu o nella mente e nell'immaginazione di un genio, un'avventura densa di sorprese e di svolte.

Pin-up adventures. The silence of...

Bellini Luca
Autopubblicato

Prossima uscita

18,00 €
Una raccolta di pin-up, ciascuna realizzata da un diverso artista, inspirata al mondo di "The silence of Hollowind", RPG urban-fantasy. Hollowind è un'immensa megalopoli. Cinquant'anni fa, grazie all'Editto di Merlino, i suoi abitanti sono riusciti a debellare la dittatura secolare delle Famiglie Arcane; da allora Hollowind ha dichiarato guerra aperta alla magia e a tutti coloro che la praticano. I Dipartimenti combattono ogni giorno contro ogni genere di minacce: ordinano, rivelano, perseguitano tutti coloro che tentano di rovesciare il nuovo equilibrio, conquistato faticosamente con il sangue di migliaia di morti. Ma gli arcanisti non si fermeranno e nessuno deve abbassare la guardia. "The silence of Hollowind" è un gioco di ruolo di genere urban fantasy, localizzato su diversi motori di gioco a licenza aperta, con l'aggiunta di regole personalizzate per meglio adattarsi all'esperienza di gioco. Hollowind è un'ambientazione complessa, dettagliata, esteticamente ispirata all'America degli anni '30 ma popolata da orchi, elfi, nani e innumerevoli altre creature tipiche della cultura fantasy.

Arte e chirurgia. Viaggio tra i...

Minni Francesco
Bononia University Press 2019

Non disponibile

70,00 €
Il volume intende raccontare il complesso e multiforme rapporto tra l'espressione artistica e la scienza chirurgica nel corso della storia. Un viaggio attraverso i capolavori e le testimonianze visive legati alla chirurgia, dall'Antico Egitto fino all'arte contemporanea, che tocca le diverse tappe dei continui e incessanti sviluppi scientifici che si sono avvicendati nel corso dei secoli. Il tema viene approfondito in ogni possibile declinazione e in relazione alle molteplici applicazioni che ha avuto nella storia dell'arte, anche in rapporto a soggetti di natura religiosa o mitica. Il vasto apparato iconografico consente di ripercorrere al meglio questo tragitto, accompagnando il lettore nell'incontro tra arte e scienza e aprendolo a un'esperienza culturale ricca di suggestioni.

I volti del potere. I segreti dei...

Hagen Rose-Marie
Taschen 2018

Non disponibile

10,00 €
Imperatrici bizantine, rivoluzionari francesi e generali spagnoli: i personaggi più significativi della storia ci fissano con fierezza dalle tele di questa incredibile raccolta. Ogni soggetto ritratto emana un'aura di potenza e splendore, che si tratti di una vedova aristocratica vestita a lutto, un politico assassinato o un festoso gruppo di ribelli ucraini. Gli autori Rose-Marie e Rainer Hagen estrapolano le storie e i segreti celati in 13 capolavori di grandi artisti, tra cui Goya, Tiziano, Velázquez e Il'ja Repin. Regali, santi e saggi, gli uomini e le donne ritratti vi riveleranno le loro conquiste e la loro forza d'animo. La qualità delle immagini offerte da Taschen è frutto di una collaborazione con pregiate collezioni appartenenti al mondo intero, come quelle di Bruxelles, San Pietroburgo, New York e Napoli. Grazie alla scrupolosa analisi che accompagna le riproduzioni ingrandite dei dettagli, questo volume è un'impareggiabile indagine storica che rende omaggio ai personaggi più influenti del passato.

La lingua dei segni nella Vergine...

Pirulli Maria
Mimesis 2018

Non disponibile

16,00 €
Nel 1482 Leonardo giunse a Milano per lavorare alla corte di Ludovico il Moro e nel corso dei primi anni soggiornò nella parrocchia di San Vincenzo in Prato, ospite della famiglia De Predis. Tra i sette fratelli De Predis c'era anche Cristoforo, eccellente miniaturista, che, nato sordo, si esprimeva per mezzo di "certi segni". In questo saggio la storica dell'arte Maria Pirulli torna su questo singolare rapporto e sull'influenza che la lingua dei segni ha avuto sull'opera leonardesca, con particolare riferimento a uno dei più celebri dipinti dell'artista: la "Vergine delle rocce". Cosa si nasconde dietro la gestualità delle figure presenti nella scena raffigurata da Leonardo? Maria Pirulli ricostruisce questo straordinario e insospettabile dialogo tra arte e linguaggio.

Malìa d'oriente. la donna nella...

Abbiati G.
Lampi di Stampa 2018

Non disponibile

39,30 €
L'immagine femminile nella pittura orientalista ha spesso rappresentato quanto di più seducente e sensuale e quindi riprovevole, nell'ipocrita società borghese dell'Ottocento. Tutto ebbe inizio dalla comparsa della traduzione francese delle "Mille e una notte", raccolta di novelle di provenienza araba. Queste storie, piene d'intrighi, sessualità e violenza avevano come protagonisti califfi, odalische ed eunuchi. Era un mondo immaginario con luoghi proibiti, profumi d'incensi, giovani donne ricoperte da mussole trasparenti che fumavano il narghilè, pigramente adagiate su tappeti multicolori. Inoltre, le cronache scritte da chi ritornava dai viaggi in oriente, spesso narravano di eventi che facevano volare la fantasia. Tutto questo creò immagini di sogno che condizionarono anche la pittura.

Domenico Mangano & Marieke Van...

Gianni Ilaria
Postmedia Books 2018

Non disponibile

9,90 €
Mangano & Van Rooy scrivono la storia non detta, relegata ai margini degli archivi, spolverandone la forza e svelandone le potenzialità. Sviluppando nuove possibili narrazioni, liberano le molteplici posizioni che sono imprigionate nei limiti codificati dalla storia ufficiale. Insieme ne ripensano le variabili culturali, sociali, politiche, proponendoci visioni alternative composte dall'associazione tra fatti reali, memorie più intime e dettagli che si inscrivono in un nuovo immaginario percettivo. Lavorando con leggerezza e temperanza, immedesimandosi nel territorio, offrendo spazio al gioco e alla fantasia, Mangano & Van Rooy gettano le basi per la costruzione di un ponte ideale verso un mondo alternativo, eppure non distante da quello che viviamo. La pubblicazione ripercorre la complessità di The Dilution Project, primo lavoro firmato dal duo Mangano & Van Rooy, che esplora i movimenti socio-culturali che hanno contributo a rivoluzionare il pensiero attorno al tema della malattia mentale, riflettendo sul recente e graduale smantellamento dello stato sociale in Olanda.

Sosia nell'arte. Contemporanei...

Corradi Roberto
Imprimatur

Non disponibile

19,00 €
Possiamo consolarci così: non siamo solo noi ad avere Gasparri, Gasparri c'è sempre stato. Ma non è questo l'unico caso. Per esempio Albano aveva gli stessi occhiali anche all'inizio del Novecento e D'Agostino la stessa pettinatura. Con sbalordimento scopriamo facce uguali con destini uguali: il fondatore di un ordine benefico non poteva che avere il volto di Padre Pio, per pura coincidenza. Questo manuale nasce da qui, dall'idea di ripercorrere la pittura e la scultura di tutti i tempi attraverso il punto di osservazione che secoli di vantaggio ci permettono. Quando a Ravenna qualcuno si dilettò a incastonare le tessere dei mosaici, non era ancora possibile immaginare che tra la folla dei rappresentati avrebbe trovato spazio Mammucari.

L'animo gentile. Arte e vita da...

Lissoni E.
Silvana 2017

Non disponibile

18,00 €
Il volume documenta la terza tappa dell'iniziativa Open, un tour di eventi espositivi, promosso dalla Fondazione Cariplo in partenariato con le fondazioni di comunità locali, che sta portando il patrimonio artistico dell'ente milanese in tutta la Lombardia, nelle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola. Le sale barocche di Palazzo Barni a Lodi ospitano la terza tappa dell'iniziativa con la rassegna "L'animo gentile. Arte e vita da Giovanni Agostino da Lodi a Vincenzo Irolli", che riunisce oltre quaranta opere provenienti dalla Collezione della Fondazione Cariplo e da prestigiose istituzioni (Museo Civico di Lodi, Raccolta d'Arte "Carlo Lamberti" di Codogno, Museo Ettore Archinti, Fondazione Maria Cosway, Gruppo Banco BPM, Collezione Cagnola - Villa Cagnola a Gazzada), insieme ai dipinti e sculture di importanti collezioni private del Lodigiano. "La Madonna con il Bambino e un angelo", emozionante capolavoro del pittore rinascimentale Giovanni Agostino da Lodi, e "L'angelo musicante" di Vincenzo Irolli, con la sua luminosa dolcezza, ci introducono in un viaggio affascinante, alla scoperta dei valori fondanti della nostra società e della vita, con incontri ogni volta rivelatori. L'esposizione ripercorre cinque secoli di arte, dal Cinquecento al Novecento, attraverso le opere di Ettore Archinti, Leonardo Bazzaro, Giorgio Belloni, Richard Cosway, Tranquillo Cremona, Francesco Hayez, Fausto Locatelli, Ugo Maffi, Giovanni Maria Mossa, Giuseppe Novello, Angelo Pietrasanta, Giulio Aristide Sartorio, Giovanni Sottocornola, Enrico Spelta, Giuseppe Vailetti, Gianni Vigorelli. Un suggestivo percorso, dove le diverse soste sono rappresentazioni di temi universali - come l'amore, la maternità, la famiglia, il lavoro - che da sempre indirizzano l'agire della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi nel garantire la tutela e la crescita della propria comunità.

Legno-Lën-Holz. Un itinerario nella...

Lorenzoni G.
Mart 2017

Non disponibile

18,00 €
Forte di una storia secolare e della crescente attenzione di pubblico e critica, la scultura in legno occupa una posizione indipendente e originale nel panorama dell'arte contemporanea. In quest'ambito si distingue il lavoro degli artisti attivi in Val Gardena, nel cuore dell'area dolomitica: una scuola che per quantità e qualità degli interpreti non ha pari in Europa. Qui, grazie all'opera di alcuni artisti dotati di genio e capacità di innovazione, questa ricca tradizione ha conosciuto un'inaspettata evoluzione verso i linguaggi della contemporaneità, percorrendo nuove traiettorie di ricerca estetica e formale. Concepita come un itinerario tra le opere legate al tema del corpo umano, Legno | Lën | Holz espone una selezione di oltre quaranta sculture di Livio Conta, Giorgio Conta, Fabiano de Martin Topranin, Aron Demetz, Gehard Demetz, Peter Demetz, Arnold Holzknecht, Walter Moroder, Hermann Josef Runggaldier, Andreas Senoner, Peter Senoner, Matthias Sieff, Adolf Vallazza, Willy Verginer e Bruno Walpoth.

Viaggio intorno al corpo

Bordin G.
Mondadori Electa 2015

Non disponibile

24,00 €
Per quale motivo si dice che una persona "ha fegato" per indicarne il coraggio, oppure che "è di cuore" per sottolinearne la generosità? E perché Icaro è testimonianza, nel suo corpo mortale, del desiderio dell'infinito e della domanda di salvezza? Questo libro vuole essere uno strumento pratico per decodificare le rappresentazioni del corpo umano in tutte le diverse accezioni, nel loro significato simbolico e culturale. Un vero e proprio viaggio intorno e dentro il corpo umano sia dal punto di vista storico sia anatomico dalla testa ai piedi sia, infine, come soggetto principale dell'arte medica. Partendo dagli schemi di rappresentazione della figura umana dell'arte antica fino all'iconografia del XX secolo, il viaggio si snoda attraverso moltissimi temi, tra cui le età dell'uomo, i cinque sensi e il rapporto tra l'uomo e la malattia, il medico e il malato, il dolore e i suoi tratti distintivi nella figura e nel volto umani.

Le opere di Galileo Galilei....

Tognoni F.
Giunti Editore 2015

Non disponibile

180,00 €
Quella di Galileo e della fortuna della sua opera è sicuramente una vicenda culturale esemplare. Ancora oggi, del resto, Galileo è considerato un simbolo dell'intellettuale moderno libero da pregiudizi, eroe e martire della libertas philosophandi. Una vicenda eccezionale, dunque, alla quale contribuì non poco la riproduzione della sua immagine, impiegata per trasmettere valori artistici e per veicolare peculiari significati culturali e storiografici. Il volume documenta per la prima volta la grandissima fortuna dell'iconografia galileiana, attestata da una straordinaria serie di dipinti, stampe, sculture e medaglie, spesso di notevole livello, la cui formazione, avviata all'inizio del Seicento, giunge senza soluzione di continuità praticamente fino ai giorni nostri. Attraverso queste testimonianze visive, che dimostrano l'attenzione partecipe e costante riservata dagli artisti nei confronti dello scienziato toscano, è possibile ripercorrere e scandire il percorso di quella leggenda che riconosce nella figura di Galileo lo scienziato filosofo indagatore dei segreti della natura, dotato di superiore capacità intellettuale e morale. Edizione rilegata in mezza pelle.

La forma della seduzione. Il corpo...

Tomassi B.
Mondadori Electa 2014

Non disponibile

29,00 €
Il catalogo della mostra che affronta uno dei temi più affascinanti nell'arte e non solo: la seduzione. Partendo dal noto saggio di Jean Baudrillard, che definisce la seduzione "una congiura dei segni", la mostra, accompagnata da questo catalogo riccamente illustrato, presenta oltre centocinquanta opere di ambito prevalentemente surrealista e espressionista che toccano questo tema ambiguo e affascinante. Intesa come ordine di segni e rituali, o come gioco, la seduzione implica il ricorso alla reversibilità, all'artificio, alla sfida. Dalì e Man Ray, Breton e Ernst, Kirchner e Hecker, Modigliani e Kokschka, Chagall e Picasso, sono alcuni dei protagonisti di questa selezione che comprende soprattutto opere di grafica.

Mater et matrona. La donna...

Porcaroli L. F.
Gangemi 2014

Non disponibile

22,00 €
"Mater et Matrona. La donna nell'antico. Soprintendenza e Guardia di Finanza a tutela del patrimonio archeologico del territorio è un omaggio alla figura della donna nell'antichità, vista in tutte le sue specificità: un'occasione unica per un incontro con la storia, con un approccio tutto al femminile, capovolgendo l'ottica che ha sempre visto al centro la figura maschile. Dopo il successo della mostra 'Vino et lustris. Il rito del simposio' del 2013, abbiamo colto con entusiasmo questa occasione che permette da una parte di esporre reperti legati al mondo femminile di epoca etrusca, romana e greca e dall'altra di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione attuale della donna, ancora oggi oggetto di violenze e discriminazioni. Grazie alla collaborazione con il Gruppo Tutela Patrimonio Archeologico della Guardia di Finanza e la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, il Centro di Arte e Cultura di Ladispoli, per il secondo anno consecutivo, espone una selezione di opere recuperate dal mercato clandestino proveniente dai caveaux delle Fiamme Gialle." (dalla prefazione del Sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta)

A fiordipelle. L'anatomia in...

Albertina Press 2014

Non disponibile

5,00 €
Catalogo della mostra di fine anno degli allievi del Corso di Anatomia Artistica dei Proff. Roberta Merlino, Fernanda Tartaglino, Leonardo Girardi e Anna Lea Santarcangeli.

Le opere di Galileo Galilei....

Tognoni F.
Giunti Editore 2013

Non disponibile

150,00 €
Quella di Galileo e della fortuna della sua opera è sicuramente una vicenda culturale esemplare. Ancora oggi, del resto, Galileo è considerato un simbolo dell'intellettuale moderno libero da pregiudizi, eroe e martire della libertas philosophandi. Una vicenda eccezionale, dunque, alla quale contribuì non poco la riproduzione della sua immagine, impiegata per trasmettere valori artistici e per veicolare peculiari significati culturali e storiografici. Il volume documenta per la prima volta la grandissima fortuna dell'iconografia galileiana, attestata da una straordinaria serie di dipinti, stampe, sculture e medaglie, spesso di notevole livello, la cui formazione, avviata all'inizio del Seicento, giunge senza soluzione di continuità praticamente fino ai giorni nostri. Attraverso queste testimonianze visive, che dimostrano l'attenzione partecipe e costante riservata dagli artisti nei confronti dello scienziato toscano, è possibile ripercorrere e scandire il percorso di quella leggenda che riconosce nella figura di Galileo lo scienziato filosofo indagatore dei segreti della natura, dotato di superiore capacità intellettuale e morale.