Nanna Gianna Maria

Nanna Gianna Maria

Minori, radicalizzazione e terrorismo

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

10,00 €
Il lavoro prende spunto dal Master promosso dall'Università degli Studi di Bari, svolto nell'Anno Accademico 2017-2018, avente ad oggetto la prevenzione del terrorismo in Italia, rivolto alla formazione e specializzazione degli operatori della giustizia, delle Forze dell'Ordine e di tutti gli addetti al settore relativo alla protezione dei minori ed alla sicurezza nazionale, nel quale l'autrice ha fornito il proprio contributo, in qualità di docente, con un'esposizione di taglio scientifico ed operativo, offrendo soluzioni sistematiche maturate alla luce delle recentissime evoluzioni normative ed a seguito dell'attenta disamina delle esperienze maturate "sul campo". L'opera si occupa della problematica relativa al coinvolgimento dei minori in pericolose derive di matrice ideologica e religiosa, fino al vero e proprio terrorismo anche nella nuova espressione dei cc.dd. "lupi solitari", dei quali vengono delineate nel dettaglio le caratteristiche e le modalità d'azione. A tal fine, sono analizzati i possibili scenari nei quali il minore subisce l'influenza degli adulti ovvero quando sia portatore autonomo di patologia religiosa, con particolare attenzione alle cause ed alle possibili connessioni fra l'imponente fenomeno migratorio minorile e le allarmanti realtà legate alla criminalità organizzata, al terrorismo ed allo sfruttamento sessuale minorile, fornendo spunti interpretativi e possibili soluzioni, tese alla deradicalizzazione ed al reinserimento sociale del minore, con riferimento alle metodologie inclusive in un'ottica interculturale ed interreligiosa.

Minori e criminalità organizzata

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

8,00 €
L'autore si occupa della problematica relativa al coinvolgimento dei minori nelle organizzazioni criminali, approfondendo sistematicamente le tematiche trattate, grazie ad una attenta disamina dell'inquadramento normativo ed alla descrizione del fenomeno sul piano giuridico e sociale, fornendo spunti interpretativi e possibili soluzioni. A tal fine, vengono esaminati il procedimento penale minorile, la Polizia Giudiziaria, gli interventi civili, l'istituto della messa alla prova ed il ruolo della società civile e dei mass-media, quali mezzi di prevenzione e contrasto, ponendo anche particolare attenzione al coinvolgimento dei minori nei reati associativi di sfruttamento della prostituzione minorile, alla luce delle recenti novità legislative, nonché alla complessa condizione dei minori figli di collaboratori di giustizia.

Misure cautelari relative ai...

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

15,00 €
L'autrice si occupa delle novità legislative concernenti le problematiche relative alle misure cautelari nei confronti dei soggetti minorenni, approfondendo sistematicamente le tematiche trattate, grazie all'attenta disamina del panorama giurisprudenziale e delle considerazioni critiche della più autorevole dottrina. Nel dettaglio, il lavoro si propone di esaminare la "ratio legis" degli istituti limitativi della libertà personale relativi ai minorenni, anche sotto il profilo di connessione con gli istituti del rito direttissimo e della messa alla prova, sottolineando la necessità legislativa di tendere al recupero, alla rieducazione ed al reinserimento sociale del minore. A tal fine, nello studio vengono esaminati i soggetti, le misure di tutela, gli organi preposti alla realizzazione delle finalità legislative. Particolare attenzione viene poi posta alle singole misure restrittive, ove si evidenzia l'esigenza di tutelare la privacy del minore dalle "aggressioni mediatiche" e la sua integrità psico-fisica nel rapporto con gli organi di Pubblica Sicurezza.

Polizia giudiziaria e minori....

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

15,00 €
Il lavoro prende spunto da un convegno, tenutosi a Bari il 10 aprile 2013, avente ad oggetto un confronto-dibattito fra la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e le Forze di Polizia territoriali delle province di Bari e Foggia, al fine di individuare efficaci percorsi operativi e prassi condivise in merito al "rapporto" tra polizia giudiziaria e minori, nel quale l'autrice ha fornito il proprio contributo, con un'esposizione di taglio teorico-pratico, offrendo soluzioni sistematiche, maturate sia alla luce dell'evoluzione normativa, giurisprudenziale e dottrinale, che a seguito dell'attenta osservazione delle esperienze maturate "sul campo". Il volume si propone di esaminare le tecniche di intervento, distinte a seconda che si rivolgano alla tutela dei minori in stato di disagio o sofferenza, ovvero alla prevenzione e repressione della criminalità minorile, in un'ottica collaborativa con tutti i soggetti e le figure istituzionali, preposte a tali scopi, anche al fine di fornire pronte risposte in situazioni d'emergenza.