Blasfemia, eresia, apostasia

Active filters

I Catari. Origini, storia, dottrina

Marillier Bernard
L'Età dell'Acquario

Disponibile in libreria

16,50 €
Rifiutarono i dogmi e i sacramenti della Chiesa di Roma, predicarono il ritorno alla purezza evangelica e cristallizzarono attorno a sle numerose inquietudini che agitavano la spiritualitcristiana dopo l'Anno Mille: questi i tratti distintivi dei catari, che trovarono un fertile terreno di diffusione nella Linguadoca dell'amor cortese e della poesia dei trovatori. Imperniato su un dualismo radicale, con radici nelle eresie antiche e medievali, il movimento cataro elaboruna dottrina rigorosa e un'etica ascetica, sviluppandosi cosrapidamente da diventare un agguerrito rivale agli occhi della Chiesa e un elemento pericoloso per l'unitdella cristianit Dopo vani tentativi di riconquistare gli eretici mediante la persuasione, Roma optper la forza, scatenando una sorta di guerra santa che insanguinla prima metdel XIII secolo. Il volume offre un'accurata ricostruzione delle origini del catarismo e della sua dottrina, ripercorrendo una parabola storica che ebbe un'influenza profonda anche sul piano sociale e politico.

Epistola alli rivani. Contra il...

Siculo Giorgio
Grafica 5

Non disponibile

15,00 €
Ristampa anastatica dall'originale dell'Archiginnasio, anno 1550, nel 500° anniversario della nascita dell'eretico Giorgio Siculo. La pubblicazione dell'Epistola è accompagnata dai saggi del prof. Adriano Prosperi (Università di Pisa), prof. Diego Quaglioni (Università di Trento), Michele Milazzo, giornalista di San Pietro Clarenza (Catania), Federica Fanizza (Archivio storico di Riva) e Graziano Riccadonna (Associazione Pinter-Amici del Museo).

Il ?caso? Marcione

Chimirri Giovanni
Book Time

Disponibile in libreria

6,00 €
Marcione, un armatore del Ponto, verso il 140 d.C. giunse a Roma e divenne un membro di spicco della comunitcristiana locale. Ben presto la sua teologia lo portalla rottura con i capi di quella comunit infatti predicava un'incompatibilitfra il Dio delle Scritture ebraiche e quello annunciato da Ges Marcione e i suoi seguaci leggevano la vita di Gesin un peculiare Vangelo che in seguito verrdenominato Vangelo di Marcione. Condannato come eretico, spardalla circolazione; ma alcuni scrittori ecclesiastici ne hanno tramandato diversi stralci. Andrea Nicolotti e Claudio Gianotto ne propongono una ricostruzione, integrando le parti mancanti e presentando per la prima volta in lingua italiana un testo che cerca di avvicinarsi all'originale perduto.

Venezia eretica. Tra Riforma...

Gregorin Cristina
CLEUP

Non disponibile

15,00 €
Città di scambi e di incontri, aperta e cosmopolita per antica vocazione mercantile, la Venezia del Rinascimento era una realtà variegata e complessa anche sotto l'aspetto religioso. All'interno della sua eterogenea popolazione erano attivamente presenti minoranze in grado di incidere significativamente sull'economia e sulla cultura veneziane. Al turista curioso di itinerari non convenzionali, questa guida propone un'avventura culturale e umana sulle tracce della più elusiva e sfuggente di queste minoranze: quella costituita dai seguaci della Riforma d'oltralpe. Il lettore viene così accompagnato alla scoperta di una Venezia per lo più sconosciuta: la Venezia protestante. Tanto quella antica, nascosta e perseguitata, tanto quella che dal sec. XIX vide il sorgere di comunità e di luoghi di culto autorizzati.

Eretici e dissidenti tra Europa...

Padova University Press

Non disponibile

20,00 €
I saggi raccolti nel volume si confrontano con le categorie di eresia e dissenso, con la loro applicazione in diversi contesti europei, con la loro capacità di fornire chiavi di lettura di processi centrali della prima età moderna: la crisi religiosa e intellettuale del primo Cinquecento, la definizione di nuove ortodossie, il progressivo affermarsi tra Sei e Settecento di schemi politici e culturali destinati a ridisegnare gli spazi delle confessioni religiose. Articolata intorno a tematiche differenti e condotta con approcci eterogenei, la riflessione degli autori si caratterizza per la comune attenzione ai percorsi verso la modernità che si dipanarono tra XVI e XVIII secolo.

Le eresie medievali

Garofani Barbara
Carocci

Non disponibile

13,90 €
Dopo le grandi contese trinitarie e cristologiche dei primi secoli, l'eresia sembra scomparire dall'Europa cristiana. Riapparirà nei primi decenni del XII secolo in forme nuove e con una forte significatività politica e sociale: è in questo periodo, infatt

L'eresia del libro grande. Storia...

Prosperi Adriano
Feltrinelli

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Un'indagine, quasi poliziesca, sulle tracce di un gruppo ereticale che l'Inquisizione ha tentato di cancellare dalla storia. Nell'Italia del Cinquecento, lacerata dal dissenso protestante, un monaco benedettino, Giorgio Rioli detto Giorgio Siculo, annunciò rivelazioni straordinarie. Potenti e umili, religiosi e laici lo seguirono affascinati. Giorgio Siculo consigliava ai protestanti dispersi per l'Italia di adattarsi all'ortodossia cattolica, ma ai seguaci più stretti confidava una dottrina segreta, che gli era stata comunicata - affermava - direttamente da Cristo, e che si opponeva in maniera radicale sia al protestantesimo sia al cattolicesimo. Denunciato dai protestanti all'Inquisizione romana, Giorgio Siculo venne processato a Ferrara nel 1551 come eretico, condannato e impiccato. La persecuzione dei suoi seguaci e la distruzione dei suoi scritti si protrassero ostinatamente per decenni. Delle idee di Giorgio Siculo non doveva rimanere traccia alcuna. Con una lunga ricerca, punteggiata da scoperte imprevedibili, Adriano Prosperi è riuscito a sconfiggere questa sistematica volontà di cancellazione. Attraverso il tragico destino di Giorgio Siculo affiora un capitolo sconosciuto della storia religiosa italiana ed europea.

Confutazione di tutte le eresie

Ippolito (sant')
Morcelliana

Disponibile in libreria in 5 giorni

30,00 €
Epifanio si collega alla tradizione eresiologica inaugurata da Giustino nel II secolo e proseguita da Ireneo e Ippolito, ma, vissuto nel IV secolo, scrive in un Impero ormai cristiano, nel periodo delle grandi controversie teologiche, nel corso delle quali l'intervento imperiale svolge un ruolo non trascurabile. Il Panarion è un vero e proprio trattato eresiologico, anche se nel corso del III e del IV secolo alcuni autori inseriscono nei loro scritti elenchi, più o meno lunghi, di eresie - basti pensare a Clemente d'Alessandria, Origene, Eusebio di Cesarea, Cirillo di Gerusalemme. L'opera, monumentale e ricca di documenti, si compone di tre libri, ripartiti in sette tomi, nei quali sono presentate e confutate ottanta tra eresie e scismi: il primo libro contiene tre tomi quarantasei eresie (Barbarismo, Scitismo, Ellenismo, Giudaismo e Samaritanismo, con le rispettive suddivisioni, e le eresie sorte dopo l'incarnazione di Cristo, dai Simoniani ai Tazianei), il secondo due tomi e ventitré eresie (dagli Encratiti agli Ariani), il terzo due tomi e undici eresie (dagli Audiani ai Massaliani). Chiude il trattato «la difesa della retta fede e verità, che è rappresentata dalla santa, cattolica e apostolica Chiesa», in cui l'autore sintetizza i punti fondamentali della dottrina cattolica ortodossa- la Trinità, l'incarnazione di Cristo, la resurrezione dei morti, il giudizio eterno - e i principi istituzionali che reggono la Chiesa- la liturgia, le riunioni, i digiuni, le festività, la vita dei fedeli dei monaci, le prescrizioni per la vita quotidiana. Il risultato di questo lavoro è un panarion, appunto, una cassetta di medicinali, dalla quale poter trarre rimedi contro morsi e punture mortali. Fuor di metafora, una sorta di manuale di pronto soccorso, al quale i cristiani della retta fede possono attingere le informazioni di cui necessitano per riconoscere a quale categoria appartengano gli eretici incontrati nel loro cammino, eventualmente per confutarli, per convincerli a rinsavire, e anche per guidare i fedeli a non cadere nell'errore.

Confutazione di tutte le eresie

Ippolito (sant')
Morcelliana

Non disponibile

30,00 €
La Confutazione di tutte le eresie, di incerta attribuzione, è un'opera eresiologica antica fra le principali a noi pervenute. Costituisce sia una fonte di notevole rilievo per la conoscenza della filosofia greca, delle dottrine e delle pratiche esoteriche tardo-antiche, sia un repertorio sulle diverse sette gnostiche, molte delle quali altrimenti ignote. È un documento unico nel suo genere, dove sono descritte con grande vivacità le controversie teologiche e i conflitti personali entro la Chiesa di Roma agli inizi del III secolo. L'opera, qui tradotta con commento, ha un'introduzione di Emanuele Castelli e un saggio in appendice del curatore Aldo Magris, che ne mostra l'importanza per capire il paradigma gnostico.

El hereje tiene la palabra

Ciganda Germán
Youcanprint

Non disponibile

15,00 €
Questo libro ha lo scopo di invitare, ispirare e incoraggiare il lettore a essere un vero libero pensatore: un eresse! E, attraverso il libero pensiero, a poter apportare delle idee costruttive chi siano di aiuto per se stesso e per la società a cui appartiene. Come sapete, l'eresia è una postura che mette in discussione le idee dogmatiche; cioè, le idee irrazionali che devono essere accettate attraverso la forza, imposte da qualche potere - di solito religioso. Ma, anche, l'eresia viene associata rapidamente con la ingiuria, l'offesa, la follia o la irrazionalità Ma un eresse non è ne matto, ne un delirante, ne una cattiva persona. Forse ci saranno degli eressi che sono matti e cattive persone, come sicuramente ci saranno persone religiose che sono matte e cattive persone. Ma questo non vuol dire necessariamente che essere una persona religiosa sia sinonimo di follia e cattiveria.

Le grandi eresie. Storia e...

Belloc Hilaire
Fede & Cultura

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
L'Europa è nata dal cristianesimo ma la sua storia è stata caratterizzata dall'affermazione di diverse eresie che si sono susseguite e ne hanno frammentato l'originaria unità: l'arianesimo, l'islam, il catarismo, la Riforma protestante e il modernismo (di cui un risultato è il comunismo). Il tramonto della teologia, il trionfo dell'opinione personale, la mania dell'innovazione, la messa in discussione di tutto, il rifiuto del dogma e del principio di autorità hanno portato a un regime di eresia generalizzato che ha conseguenze pratiche sulla politica, la società e l'economia di oggi. Lo storico Hilaire Belloc dice che solo identificando e chiamando con il proprio nome ogni deviazione dalla retta dottrina sarà possibile contrastare efficacemente ogni attacco anticristiano.

L'eresia del papa. In un trattato...

Ciullo Nunzio
Il Seme Bianco

Non disponibile

12,90 €
I Tractatus Vniuersi Iuris (Venezia, 1584-1586, Compagnia dell'Aquila) costituiscono una monumentale raccolta di trattati giuridici, voluta da Gregorio XIII, e rappresentano una sorta di summa della trattatistica di diritto comune. Il volume XI.2 - intitolato Tractatus de haeresi - è una selezione di manuali inquisitoriali di vari autori, già pubblicati in anni precedenti. In queste opere si prendono in considerazione questioni riguardanti l'ipotesi di un papa eretico, sia in rapporto alla sua duplice veste di uomo e di vicario di Cristo, sia con riguardo al dogma dell'infallibilità pontificia. In questo libro si mette così in luce un aspetto originale e poco noto degli studi storico-giuridici della Chiesa cattolica.

Eretici e ribelli nell'Umbria

Fumi Luigi
Il Formichiere

Non disponibile

15,00 €
"Forse Luigi Fumi quando alla fine del secolo diaciannovesimo dava alle stampe nel 'Bollettino della Regia Deputazione di storia patria per l'Umbria' l'ultima puntata della sua ricerca sugli Eretici e ribelli nell'Umbria, non avrebbe mai sperato in una sua cosduratura fortuna editoriale. Stdi fatto che da allora si contano, sebbene con diversi criteri, almeno cinque ristampe e con questa sei. La Deputazione di storia patria per l'Umbria ha accettato di buon grado di introdurre questa rinnovata impresa perchl'autore, Luigi Fumi appunto, non solo, come gidetto, pubblicil suo lavoro per la prima volta, nelle pagine del 'Bollettino' tra il 1897 e il 1899, ma perchfu, per dirla con Jean-Claude Maire Vigueur, uno dei pilastri della Deputazione nonch insieme ad Oscar Scalvanti, uno dei suoi 'padri fondatori.'" (Dall'introduzione di Paola Monacchia)

L'eretico di Lugo. Libero pensatore

Molinari Margherita
Susil Edizioni

Non disponibile

18,00 €
La vicenda narrata nel romanzo ricalca un fatto storico: l'esecuzione di Andrea Relencini, l'eroe eponimo del romanzo, sotto l'accusa di eresia. All'imputato è data più volte la possibilità di salvarsi facendo i nomi dei suoi compagni di fede, ma lui rifiuta con ostinazione, nonostante l'estenuazione psicologica dovuta al deperimento e alle torture, non volendo esporli al rischio dell'arresto e della condanna. studioso delle scritture e vicino al luteranesimo, Relencini vive a Lugo di Romagna con la sorella Laura ed esercita l'attività di falegname, con un certo apprezzamento da parte della corte ducale e da parte delle istituzioni cittadine (gli vengono commissionati il progetto e l'esecuzione della chiusa sul Senio). La sua vita in paese si divide tra il lavoro, che esercita con passione e scrupolo, la vita sociale delle osterie, dove lo raggiungono la maggior parte delle sue commissioni, e le frequentazioni clandestine incentrate sullo studio e sulla ricerca delle Sacre Scritture...

Il Concilio di Nicea del 325 d.C....

Lissoni Paolo
Io Sono Edizioni

Non disponibile

45,00 €
Nonostante che nella miseria culturale dell'attuale periodo post-moderno vi sia un interesse altissimo nei confronti di semplici sette religiose cristiane, è pressoché nullo quello rivolto alla fede cristiana ariana (o arianesimo) del IV secolo, che non fu un semplice movimento ereticale, bensì fu l'espressione di una delle due metà della chiesa cristiana e di conseguenza di una metà dell'Europa. Il cristianesimo niceno concepisce fondamentalmente un Cristo esteriore, mentre quello ariano un Cristo interiore, il Cristo che vive in noi come amore stesso di Dio. Affrontare la questione ariana viene a costituire una specie di psicanalisi della chiesa e dopo secoli di pregiudizi teologici, possiamo oggi finalmente affermare che cristianesimo niceno ed ariano non erano altro che l'espressione delle due anime della chiesa di Cristo, rispettivamente quella sacerdotale-istituzionale e quella profetico-spirituale, che a loro volta riflettono due differenti sensibilità teologiche: la fede nicena è semplicemente quella di chi si rivolge a Dio per la propria salvezza, mentre quella ariana è la fede di chi "ha esperienza di Dio".

Eretici dimenticati. Dal Medioevo...

Mornese C.
DeriveApprodi

Non disponibile

20,00 €
Questo libro raccoglie contributi diversi che, nel loro insieme, forniscono un quadro molto ampio e variegato delle posizioni culturali e del sacrificio di tanti che, lungo dieci secoli della storia italiana ed europea, hanno elaborato e sostenuto visioni

Le piccole volpi. Chiese ed eretici...

Paolini Lorenzo
Bononia University Press

Non disponibile

25,00 €
"La persecuzione sistematica e violenta degli eretici medievali, decisa nello scorcio del secolo XII, intesi come perturbatori ed eversivi di ogni ordine e come forza disgregante e corruttrice della società e del Bene comune, viene estesa a tutti indistintamente (eretici, credenti, fautori, ricettatori) in forma generalizzata e indifferenziata [...] e teorizzata al grado unico, più elevato di ogni altro, di criminalizzazione". È in questo fondamentale passaggio, dopo la coesistenza di tendenze alla persuasione pacifica e alla conversione coatta, che si inquadra il percorso che condurrà all'istituzione del tribunale dell'Inquisizione. Il volume propone una lettura innovativa della fase storica in cui si venne negando ogni spazio al dissenso religioso, per poi analizzare la progressiva degenerazione del sistema repressivo verso gli scopi distorti dell'"Inquisizionopoli".