Conscio e inconscio

Filtri attivi

La questione filosofica...

Di Martino Michele
Mimesis 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
"La questione filosofica dell'inconscio" entra nel vivo delle riflessioni che, a partire dalle nascenti psicologie empiriche e scientifico-sperimentali dell'Ottocento, fino ad arrivare alla fenomenologia husserliana, circondano l'emergenza della nozione di inconscio. Molto prima che Freud monopolizzasse tale concetto, facendone - anche in funzione antifilosofica - il tema principale di una nuova psicologia, esso costituiva un problema centrale di una buona parte delle filosofie del XIX secolo. Che ruolo può giocare la questione dell'inconscio in una filosofia della coscienza? L'idea stessa di una "coscienza inconscia" non costituisce forse un'assurda contraddizione? Eppure, non è evidente che vi siano ampie zone della vita di coscienza che alla coscienza stessa sfuggono? Ecco alcune delle domande che il volume affronta tentando di gettare una luce sul groviglio di problemi e aporie che gravitano attorno a un concetto ormai divenuto famoso grazie al successo e agli sviluppi della psicoanalisi.

A tua insaputa. La mente inconscia...

Bargh John
Bollati Boringhieri 2018

Disponibile in 3 giorni  
CERVELLO

25,00 €
John Bargh è probabilmente il principale esperto mondiale della mente inconscia. In questo libro mette per la prima volta in pagina il risultato delle sue ricerche più che trentennali, regalandoci una nuova e rivoluzionaria comprensione dei meccanismi mentali nascosti che governano segretamente ogni aspetto del nostro comportamento. Ricco di aneddoti e di racconti esilaranti, "A tua insaputa" trasmette un entusiasmo contagioso. Vi sono descritte le grandi scoperte compiute nei laboratori della New York University e di Yale, dove Bargh e i suoi colleghi hanno cercato di comprendere in che modo l'inconscio - a nostra insaputa - guida i nostri fini e i nostri comportamenti nei contesti più diversi, dalle relazioni sociali alla genitorialità, dagli affari economici ai gusti personali. Noi ci illudiamo di essere pienamente al comando delle nostre vite, ma scopriamo che il più delle volte non è così e questo libro ve lo dimostrerà in modo chiaro e ineludibile. Dai moltissimi e ingegnosi esperimenti che gli psicologi sociali hanno compiuto negli ultimi anni risulta evidente che l'inconscio ci guida di nascosto nei campi più disparati: ci indica chi amare, come votare, cosa comprare e persino in quale città vivere, oltre a molto altro. Dal momento che siamo inconsapevoli dei meccanismi che lo governano, l'inconscio fornisce anche spunti narrativi irresistibili e sorprendenti, che Bargh sfrutta in queste pagine con grande gusto. Ma non si tratta di arrendersi alle manovre di un oscuro «burattinaio» della mente. Essere consapevoli dei meccanismi del pensiero inconscio ci consente infatti anche di operare dei trucchi e di attuare delle strategie efficaci, in grado di migliorarci la vita, per cui la lettura di questo libro potrebbe letteralmente cambiare la vostra esistenza. C'è un intero mondo sotto la superficie della nostra consapevolezza. Le scoperte più recenti indicano che proprio lì si trova la chiave per conoscere se stessi e per inventare nuovi modi di pensare, sentire e comportarsi. Vale certo la pena addentrarsi nei meandri della mente per esplorare parti di noi che non sapevamo neppure di avere.

Molti inconsci per un cervello....

Legrenzi Paolo
Il Mulino 2018

Disponibile in libreria  
MANUALI DI PSICOLOGIA

15,00 €
Per secoli, la mente umana è sembrata trasparente. Si sapeva che qualcosa sfuggiva al controllo della coscienza, ma si trattava di messaggi inviati dagli dèi. Poi, tutto cambia. Con Freud è l'inconscio che spiega l'origine e il significato dei sogni, ma anche le sviste e i lapsus della vita quotidiana. Un inconscio che tutti noi conosciamo, ma che non è l'unico. Incontreremo qui altri inconsci; quello, pervasivo, che chiamiamo cognitivo e che è l'esito dell'evoluzione naturale del cervello. E ancora: la mole enorme di informazioni che ci sommerge attraverso gli schermi dei nostri computer ha creato una sorta d'inconscio artificiale, fonte di trappole insidiose per il nostro giudizio. Conoscere i molteplici inconsci e capire come interagiscono significa smascherare i meccanismi che ci possono ingannare, e che ci illudono di essere più consapevoli di quanto in realtà siamo.

L'inconscio fra realtà e...

Oddo Letizia
Moretti & Vitali 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
«Il libro di Letizia Oddo - scrive Giuseppe O. Longo nella prefazione di questo libro - è di interesse straordinario: indagando i rapporti tra corpo, mente, coscienza e inconscio attraverso il prisma sfaccettato delle tecnologie dell'informazione, esso si articola in una serie di considerazioni di grande richiamo, che rivelano nell'autrice una rara padronanza di strumenti anche filosofici (sì la tecnologia reclama oggi una sua filosofia oltre che una sua mitologia) capaci di collegare tra loro temi problematici, al limite di ricerche specialistiche». La ricerca che percorre questo libro, in una prospettiva psicoanalitica, è volta a comprendere la dinamica psichica che si esprime nel mondo rarefatto della tecnologia informatica, in una dimensione che può definirsi magica, arcaica, tribale. Influenze, contagi sembrano emanare dalla comunicazione virtuale, nella sfera infinita dell'immateriale e del potenziale, oltre il tempo e lo spazio. Oggi sono le tecnologie del post-umano che permettono di progettare un nuovo ordine di realtà costituito da organismi sempre più ibridati con l'artificiale, avatar immersi in una rete di dati elettronici: corpi, pensieri, azioni possono essere clonati al di fuori della soggettività, disarticolarsi e proliferare nella loro riproducibilità. In questo contesto di realtà, la sofferenza psichica tiene aperto un varco, nell'ascolto del richiamo di un'umanità dolente, smarrita, sola.

Il minotauro. Problemi e ricerche...

Persiani 2018

Disponibile in 3 giorni

15,90 €
"Il tempo dell'anima" di Riccardo Gramantieri; "L'inconscio sullo schermo: il cinema secondo Jung" di Giuseppe Ierace; "Dall'uomo-macchina illuminista alla robotizzazione della società" di Claudio Messori; "Tempo dell'Io e tempo del Sé nell'ottica della teoria junghiana" di Claudia Mazzanti; "Evidence Based, tra punti di forza e false sicurezze" di Benedetto Tangocci; "Terrorismo psicologico nel mondo del lavoro. Il mobbing" di Javier Fiz Perez e Camilla Prigiotti; "La psicologia positiva e il suo impianto nel contesto del lavoro" di Javier Fiz Perez e Camilla Prigiotti; "Esperienze di incontro con i genitori adottivi" di Rossana Dalla Stella

L'inconscio per amico. Ciò in cui...

Origgi Antonio
Amrita 2018

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Che cos'è la legge di attrazione di cui si sente tanto spesso parlare? Come funziona? È vero che per ottenere qualcosa basta credere fortemente che si realizzerà? Ma come si fa per rendere vera e operativa quella che, detta così, sembra una sorta di magia? È una questione di programmazione dell'inconscio, ed ecco un manuale che si preoccupa di far capire bene cosa significhi saper addomesticare e farsi amica questa nostra mente inconscia che già domina il 90% della nostra vita. Con questo testo l'autore ci offre spiegazioni e un apparato dimostrativo, ma soprattutto ci introduce alle tecniche di sua elaborazione, di facile apprendimento e applicazione nella vita di tutti i giorni.

Inconscio e ripetizione. La...

Possamai Tiziano
Meltemi 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
L'argomento centrale di questo libro è un nuovo tipo di inconscio, diverso dall'inconscio psicoanalitico tradizionale. Ne fanno parte tutti gli automatismi (motori, cognitivi, emotivi) interiorizzati dal soggetto durante la sua formazione e il suo sviluppo grazie alla ripetizione, volontaria o involontaria, di determinate esperienze e situazioni. Questi schemi contribuiscono a definire, senza che ce ne rendiamo conto, i nostri modi abituali di leggere e di affrontare gli eventi del mondo e sono alla base di molte delle nostre più diffuse e profonde abilità, ma anche di molte nostre insufficienze e incapacità. L'indagine si dispiega a partire da questa contrapposizione e si pone in dialogo continuo con la teoria psicoanalitica freudiana dell'inconscio, della quale capovolge e al contempo arricchisce la prospettiva, mettendo in luce oltre all'importanza di ridurre anche la necessità di custodire e di ampliare gli spazi d'inconsapevolezza e oblio di sé, nei quali dimora ogni concreta possibilità di sviluppo, salute e trasformazione del soggetto.

Immagine inconscio coscienza

Romano Ottorina
Zephyro Edizioni 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Questo libro, il terzo volume dedicato all'immagine, riflette su di essa principalmente in relazione all'inconscio e alla coscienza e a come queste due istanze psichiche collaborino tra di loro, per dare origine sia all'immagine mentale che all'immagine psichica: per meglio approfondire questa collaborazione la formazione più idonea è ancora il sogno notturno, ma a tale bisogna si rivelano utili anche le opere artistiche.

Parsifal. L'iniziazione maschile...

Risé Claudio
La Scuola 2016

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
La vicenda romanzesca di un personaggio centrale nella cultura europea, nella mitologia nordica e celtica e di altre parti del mondo. Ma Parsifal è anche una figura archetipica e universale di estrema attualità per l'Occidente, una presenza costante nell'inconscio collettivo contemporaneo: rappresenta l'uomo figlio di un padre assente e destinato, dopo un lungo e drammatico percorso di formazione, a diventare padrone di sé (è questo il significato archetipico del Graal). Parsifal diventa, di volta in volta, una nostalgia, una speranza, una via d'uscita. La nascita della sua leggenda rivela un passaggio culturale fondamentale nell'Europa medioevale, che porterà alla modernità e alla conquista del mondo, ma anche alla crisi e alla consapevolezza della sofferenza. Un classico della psicologia contemporanea in una nuova versione rivedute e ampliata, per esplorare le dinamiche profonde dell'inconscio individuale e collettivo dell'uomo contemporaneo.

Scilicet. Il corpo parlante....

Associazione mondiale di psicoanalisi
Alpes Italia 2016

Disponibile in 3 giorni

33,00 €
Che cosa è esattamente un corpo parlante? Ciò che rende umano un corpo è il fatto che sia un corpo parlante. Il termine parlante non è un aggettivo che verrebbe a completare un sostantivo, previamente dato, il corpo, aggiungendovi l'atto di parlare. L'errore della psicologia è quello di pensare che la parola sia una funzione cognitiva del corpo, un comportamento acquisito, benché sia sostenuta in maniera innata dentro a una struttura profonda dell'organismo. Niente di tutto ciò. Né la parola né il linguaggio sono riducibili a delle funzioni cognitive poiché tali funzioni dipendono già a priori dalla relazione del soggetto con il significante, con la struttura del linguaggio che lo precede, in quanto corpo e in quanto essere che parla. Di fatto, una lingua non si impara, si trasmette a partire da un'esperienza di godimento che concerne il corpo dell'immagine. Parlante funziona così nell'espressione "il corpo parlante" come un participio attivo o participio presente, equivalente in certi casi al gerundio. Non si tratta del fatto che esiste un essere a priori, a cui si aggiungerebbe la proprietà di parlare, ma del fatto che questo essere non è essere se non nella misura in cui parla.

L'Africa interiore. L'inconscio...

Lütkehaus L.
L'Asino d'Oro 2015

Disponibile in 3 giorni  
FILOSOFIA

22,00 €
Fin dagli inizi dell'Ottocento, mentre le nazioni europee procedevano all'esplorazione e alla conquista dell'Africa, in Germania uno stuolo di filosofi e poeti, medici e psicologi si rivolgeva verso quel continente sconosciuto della psiche umana che iniziava a essere indicato con il nome di "inconscio". Questo libro, pubblicato nel 1989 e finalmente accessibile anche per il lettore italiano, ripropone l'opera degli autori che intrapresero il cammino alla ricerca delle "terre ignote", la cui scoperta fu poi attribuita a Freud. La parte antologica, accanto a una scelta di brani di scrittori celebri come Goethe e Schelling, Schopenhauer e Nietzsche, offre anche testi di autori meno noti che ebbero un ruolo fondamentale nell'evoluzione del concetto di inconscio, come Jean Paul, Carl Gustav Carus a Eduard von Hartmann. La lunga e densa introduzione di Lütkehaus inquadra i testi in un più ampio contesto filosofico e culturale, esaminando non solo le diverse concezioni di inconscio che si affiancarono nel corso del secolo, ma anche i diversi termini adottati prima che l'affermazione di "das Unbewusste" contribuisse a cristallizzare l'idea di una scissione radicale fra pensiero cosciente e pensiero non cosciente.

Dio nell'inconscio. Psicoterapia e...

Frankl Viktor E.
Morcelliana 2014

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Nel 1948, tre anni dopo il rientro a Vienna dalla tragica esperienza nei Lager nazisti, Viktor E. Frankl tenne una conferenza dinanzi a un piccolo gruppo di persone sostenendo la tesi che, diversamente dall'interpretazione freudiana, non esiste solo un inc

Guarire con una fiaba. Usare...

Santagostino Paola
Feltrinelli 2013

Disponibile in 3 giorni

8,50 €
Da vent'anni, nella sua attività di terapeuta, l'autrice utilizza una tecnica semplice ma molto efficace: fa raccontare ai suoi pazienti o consultanti una fiaba. Mettendo in campo il loro immaginario, senza nemmeno rendersene conto, i pazienti in qualche modo investono il racconto dei loro problemi e delle loro difficoltà. Quasi mai riescono a concludere la fiaba: si bloccano e non riescono a dare una risoluzione. Ma il compito che resta loro è ripensarci e trovare il finale: implicitamente, è una riflessione sui loro problemi e, quando trovano una conclusione per il racconto, anche le loro difficoltà trovano uno sbocco. Il libro, in edizione maggiore pubblicato da Apogeo, presenta il metodo della fiabazione, illustrandolo con casi clinici.

L'inconscio può pensare. Tra...

Zamboni C.
Moretti & Vitali 2013

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
In questo libro, donne e uomini incrociano sia la filosofia sia la psicoanalisi, pur provenendo da aree di pensiero diverse. Al centro del libro sta il problema di quali forme creative e intenzioni assuma l'inconscio; e quali forme di ragione possano accom

Gli enigmi del piacere

Ansermet François
Bollati Boringhieri 2012

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'inconscio freudiano è sede di una logica "illogica" che si manifesta di continuo con innumerevoli sintomi. Riguardo al piacere, questa doppia costruzione, razionale e inconscia, della nostra mente è più che mai evidente. Il piacere è ambiguo, intrinsecamente equivoco. Ne deriva per l'uomo un malessere diffuso, quello stesso malessere che Freud individuò già nel 1929, descrivendolo nel "Disagio della civiltà". Ci sono modi diversi di studiare l'inconscio: quello psicoanalitico, innanzitutto, e quello neuroscientifico, sempre più importante negli ultimi anni. Di rado i due campi si parlano. Qui sta la forza di questo progetto e il successo della cooperazione tra i due autori di questo libro, da tempo impegnati nel dialogo interdisciplinare. Uno psicoanalista e un neuroscienziato, consapevoli dei limiti intrinseci delle rispettive discipline, si mettono a confronto, per trovare nel dialogo tra due tradizioni a lungo separate una spiegazione più comprensiva dell'inconscio e dei meccanismi del piacere, del dispiacere e del desiderio.

L'albero filosofico

Jung Carl Gustav
Bollati Boringhieri 2012

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
L'albero o pianta miracolosa è una delle immagini archetipiche che ricorrono più di frequente nel folclore, nei miti e nelle fiabe, e in questo saggio Jung si propone di scandagliarne le molteplici valenze simboliche. Partendo dalla propria esperienza di terapeuta e dallo studio dell'alchimia medievale, il fondatore della psicologia analitica dimostra come dai prodotti spontanei dell'inconscio nell'uomo moderno affiori un archetipo che lascia riconoscere paralleli evidenti con la figura dell'albero in tutte le sue modificazioni storiche. Ai disegni spontanei dei pazienti, presentati nella prima parte del volume, fanno da contrappunto le dotte descrizioni dell'"arbor philosophica" degli alchimisti. Identica è la fisionomia simbolica che ne emerge: fonte di vita e di protezione, luogo della trasformazione e del rinnovamento, l'"albero" è di natura femminile e materna, è l'albero della saggezza e della conoscenza, simbolo della totalità del Sé.

L'immagine inconscia del corpo....

Dolto Françoise
Red Edizioni 2011

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
Françoise Dolto sosteneva che non è la salute o la malattia a determinare il benessere o il malessere del bambino, ma il modo in cui le esperienze che vive gli vengono umanizzate dalle parole di chi si prende cura di lui. Ed è proprio sulla base di questa teoria che la celebre studiosa francese sviluppa l'argomento principale del libro, cioè la formazione, nella mente del bambino, dell'immagine del proprio corpo. Un'immagine inconscia che è strettamente legata al suo vissuto, alle sue figure di riferimento, alle fasi della crescita. Da non confondere con lo schema corporeo - che è invece conscio l'immagine del corpo è determinante per la formazione della personalità autonoma del bambino e poi dell'adulto, e quindi per il rapporto che si stabilisce con l'altro.

Il motto di spirito e la sua...

Freud Sigmund
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2010

Disponibile in 3 giorni

10,50 €
Perché una storiella o un gioco di parole ci fanno ridere? Ma soprattutto, si domanda Freud: "Merita il tema del motto di spirito questi sforzi"? Siamo tra il 1895 e il 1905, un decennio di estremo fervore creativo, nel quale il padre della psicoanalisi mostra di avere un particolare talento nell'osservare fatti e comportamenti sociali ritenuti generalmente trascurabili. Un sottobosco di fenomeni che, sottratto comunemente all'osservazione e alla riflessione, diventa oggetto del suo sguardo: uno sguardo che riesce a cogliere una scena diversa rispetto a ciò che l'esperienza mostra alla sua superficie. Così Freud ci mostra come, tra le mille pieghe del motto di spirito, si celino preziose spie verso l'inconscio. Ma ci accompagna anche nella Vienna di inizio Novecento, tra memorabili personaggi che saranno i protagonisti di tante storielle yiddish. Il riso sembra allora uno dei migliori antidoti all'odio, all'ira, alla superbia e alla vendetta. Un potere fragile e un rimedio salutare, che merita di essere riconosciuto come tale, coltivato e conquistato, e al quale Freud ha dedicato questo suo rivoluzionario elogio. Prefazione di Nadia Fusini.

L'uomo senza inconscio. Figure...

Recalcati Massimo
Cortina Raffaello 2010

Disponibile in libreria  
MANUALI DI PSICOLOGIA

28,00 €
L'autore ripensa in modo originale le più diffuse psicopatologie del disagio contemporaneo della civiltà: anoressie, bulimie, obesità, tossicomanie, depressioni, attacchi di panico, somatizzazioni. La sua tesi è che in tutte queste nuove forme del sintomo

Elogio dell'inconscio. Dodici...

Recalcati Massimo
Mondadori Bruno 2007

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il progresso delle neuroscienze, l'uso degli psicofarmaci, le terapie brevi centrate sulla correzione del sintomo sembrano decretare la morte della psicoanalisi. La cura deve comprimersi il più possibile. Contro questa deriva cinica un pamphlet che sintetizza perché vivere senza inconscio sarebbe una catastrofe interiore.

Il seminario. Libro V. Le...

Lacan Jacques
Einaudi 2004

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Un seminario in cui Lacan persegue l'avanzamento teorico e clinico della grande lezione di Freud con stile brillante e antisistematico. Il periodo compreso fra il 1957 e il 1958 è di cruciale importanza per la ricerca psicoanalitica di Lacan: sono gli anni in cui trasforma l'Edipo freudiano in una metafora e il fallo in significato e in cui si definiscono i suoi studi sulla psicosi e sulla direzione della cura. In costante dialogo con le sue amicizie intellettuali - da Jackobson a Lévi-Strauss, a Queneau - prende in giro François Dolto, commenta un libro di Leiris, racconta a modo suo "Il balcone" di Genet, fa riferimenti alla politica francese o ai classici come Aristofane e Molière, tratteggia una serie di ritratti dei casi di nevrosi.

I sogni dell'anima e miti del corpo

Frigoli Diego
Magi Edizioni 2019

Non disponibile

30,00 €
Permettere al nostro immaginario di oltrepassare le norme e i modelli proposti dalla psicologia corrente, sino a poter leggere più consapevolmente il linguaggio cifrato della nostra anima, è la finalità dello studio di cui questo libro ripercorre le tappe fondamentali. Attraverso alcuni sogni personali dell'Autore, a valenza archetipica, è possibile esplorare concretamente il linguaggio del daimon, il «demone», la guida spirituale che ciascuno di noi riceve come compagno al momento della nascita. Nella prospettiva di questa ricerca, improntata sui concetti dell'ecobiopsicologia, anche il mito assume un significato innovatorio di «grande sogno» collettivo, in cui è possibile rintracciare, accanto alla lettura psichica, la sua origine scaturita dagli aspetti più reconditi del corpo e della filogenesi. E così corpo e anima non rappresentano più le disgiunte membra studiate dalla scienza, ma assumono il significato di specchio reciproco della memoria della Vita, informandosi reciprocamente ed evocando la trasformazione della coscienza personale nella direzione del Sé archetipico.

Il minotauro. Problemi e ricerche...

Tangocci Benedetto
Persiani 2019

Non disponibile

15,90 €
"Il Minotauro" è una rivista semestrale di Psicologia del Profondo, fondata a Roma da Francesco Paolo Ranzato nel 1973. L'autorevole voce rappresentata dalla rivista è attestata, oltre che dalla quarantennale pubblicazione, dall'aver ospitato nelle sue pagine studiosi di fama mondiale quali Carl Alfred Meier, Murray Stein, Hans Dieckmann e molti altri. Il dossier di questo numero: "Conferenza del 20 Ottobre 2018" di Luca Valerio Fabj, Sergio Dazzi, Alessandro Raggi; "Il potere delle aspettative: effetto placebo, effetto nocebo" di Benedetto Tangocci; "Il deserto dell'anima" di Riccardo Gramantieri; "Su un'improbabile adlocutio di Apis intorno all'intuizione della Sincronicità" di Giuseppe Ierace; "Stress oggi: come prevenirlo e curarlo (seconda parte)" di Catia Goretti; "Che cos'è il biologico - estratto da "Rivoluzione al Femminile'" di Daniela Cecchi.

Nella tana dell'inconscio: locus...

Grandi Gian Piero
Ananke Lab 2019

Non disponibile

15,00 €
Un viaggio che richiede coraggio, un viaggio che molti non affrontano mai, che alcuni fingono di intraprendere, altri abbozzano e si ritirano, altri ancora auspicano ma non praticano veramente. Il viaggiatore si incammina e via via incontra luoghi, personaggi, ombre, guide. Viene così a contatto con parti di sé sconosciute o dimenticate, con bisogni, paure, istinti della cui esistenza si ha solo un vago sentore, che compaiono in maniera assurda nel mondo dei sogni e popolano i miti, le storie e le fiabe popolari di tutti i tempi. Dimensioni di sé che incutono timore, angoscia, disorientamento, che hanno radici nei nostri vissuti infantili, nelle spinte istintuali, nella natura dell'uomo, nelle incognite del crescere e del trasformarsi, nella precarietà del mondo moderno. Parti oscure spesso negate e proiettate, non riconosciute grazie ad un sistema di finzioni che ci salva dall'angoscia, ma ci intrappola dietro a maschere, convinzioni rigide e abitudini. Prefazione di Gian Sandro Lerda.

L'inconscio del bambino. Dal...

Bonnaud Hélène
Quodlibet 2018

Non disponibile

18,00 €
Il bambino rappresenta oggi un meraviglioso ideale. Quando però non soddisfa più le aspettative dei genitori, crea problemi. Le tecniche comportamentali riducono il sintomo a una disfunzione, mentre la psicoanalisi gli attribuisce una dimensione di verità e lo recepisce come una manifestazione dell'inconscio. Cos'è l'inconscio del bambino? Cosa ci dice sul posto del bambino all'interno della sua famiglia? Lo psicoanalista invita a raccontare ciò che accade senza giudicare né gli adulti né i bambini, coinvolti nella storia dei loro genitori. Raccontare questi legami ha delle conseguenze su ciò che il bambino vive, desidera, ma anche sulla sua famiglia. Liberato dai nodi che l'ostacolano, ritrova la libertà di scegliere la sua vita e di relazionarsi agli altri. Per raccontarlo Hélène Bonnaud offre una lettura vivida dei concetti della psicoanalisi, accessibile ai genitori così come alle figure professionali che si occupano di infanzia.

Inconscio non rimosso. Riflessioni...

Craparo Giuseppe
Franco Angeli 2018

Non disponibile  
MANUALI DI PSICOLOGIA

19,00 €
Formulato per la prima volta da Sigmund Freud (ma dallo stesso non preso in debita considerazione), l'inconscio non rimosso, grazie anche alle recenti scoperte delle neuroscienze affettive, occupa un posto di primo piano nella riformulazione teorica della mente ma soprattutto nel lavoro clinico su psicopatologie (come, ad esempio, le addiction, le psicosi, il disturbo borderline di personalità, il disturbo narcisistico di personalità ecc.), rispetto alle quali si credeva originariamente che la pratica psicoanalitica fosse del tutto inefficace. Partendo dall'analisi del concetto di inconscio rimosso (o dinamico), questo lavoro esamina, da un punto di vista evolutivo-relazionale, le peculiarità neurobiologiche e psicologiche dell'inconscio non rimosso, evidenziando il ruolo delle relazioni interpersonali sul suo sviluppo e puntualizzando il suo rapporto sia con l'inconscio rimosso sia con la coscienza. Particolare attenzione è rivolta alla centralità dell'inconscio non rimosso nella regolazione degli affetti; peculiarità questa che ha indotto l'autore a considerare la psicoterapia sia come una talking cure (in rapporto all'inconscio rimosso) sia come una communicative cure (tenendo conto dell'attività dell'inconscio non rimosso): in poche parole, la relazione terapeutica risulterebbe dall'intreccio di comunicazioni simbolico-verbali e affettive intercorrenti nella diade paziente-analista.

Il fantasma dell'io. La massa e...

Lawtoo Nidesh
Mimesis 2018

Non disponibile

28,00 €
Un fantasma si aggira per il mondo moderno: "il fantasma dell'io." Con questa frase, Friedrich Nietzsche offre una diagnosi dell'io moderno che trova nell'imitazione di massa la via regia all'inconscio. Sulle orme di Nietzsche, autori modernisti come Joseph Conrad, D. H. Lawrence, Georges Bataille - letti in dialogo con scienze umane come l'antropologia e la psicanalisi, le ricerche sull'ipnosi e la psicologia di massa - si interrogano su fenomeni mimetici riflessi che non sono sotto il controllo razionale della coscienza e che sono, in questo senso, in-consci. Dall'identificazione al contagio affettivo, passando per la simpatia e il riso, la violenza e la magia, l'ipnosi e la suggestione, l'inconscio mimetico rivela come autori modernisti rendono il nostro concetto di "io" nuovo perché anticipano recenti sviluppi nelle neuroscienze. Ci offrono pure uno specchio inattuale per riflettere criticamente sul divenire del nostro "io" così come sul potere dei leader autoritari - passati e presenti - di trasformare il soggetto di massa in una copia o un "fantasma dell'io".

L'inconscio e l'aporia del nulla

Pulli Gabriele
Moretti & Vitali 2018

Non disponibile

12,00 €
Se il non essere - per definizione - non è, esso è impensabile, oppure è pensabile come inesistente. Anche l'inconscio è di per sé la sfera dell'impensabile, anche se le teorie dell'inconscio, in quanto tali, mirano a pensarla in qualche modo. Il tema dell'impensabilità o pensabilità del nulla e il tema dell'impensabilità o pensabilità dell'inconscio sono strettamente connessi, al punto da essere forse lo stesso tema: un tema apparentemente astratto che corrisponde invece al senso del dolore, del desiderio, della nostalgia, della solidarietà e di tutto ciò che più intimamente ci riguarda.

Scienza e psicoanalisi. Un dialogo...

Moretti Vincenzo
NeP edizioni 2018

Non disponibile

14,00 €
Sono trascorsi circa 120 anni quando Freud pubblicò l'Interpretazione dei sogni, opera che introdusse al mondo scientifico, e non solo, un nuovo campo di ricerca: la psicoanalisi. La scienza e la psicoanalisi erano accomunate dalla verità. È proprio su questo termine che le due culture si sono spesso scontrate e allontanate. Per cogliere i punti di incontro occorre comprendere le motivazioni che ne hanno causato, nel corso della storia, la frattura. Il dibattito coinvolge altri campi, come la filosofia, la sociologia e la politica. Il punto di partenza di questo confronto è il soggetto. Ma quando ci riferiamo al soggetto a chi ci rivolgiamo? Qual è il soggetto della scienza e quale appare invece nella psicoanalisi? Il filo di Arianna che lega ogni pagina del testo è il tentativo di dare degli spunti di riflessione e non solo delle risposte certe e definite. Interrogare è ciò che costituisce e determina il sapere, riguarda la conoscenza, nell'esplicito presupposto che l'uomo non possa venire seriamente compreso se non viene studiato nei suoi rapporti attivi e passivi col mondo che lo circonda, cioè sul piano del realtà.

Costruire l'inconscio. Una...

CELID 2018

Non disponibile

16,00 €
Il libro nasce da un'esperienza prolungata nel tempo di supervisione con Antonino Ferro di un gruppo di analisti. Il tema in sé della supervisione è sempre presente. A volte come oggetto dichiarato della riflessione, a volte tra le righe. Abbiamo pertanto la possibilità di conoscere dal di dentro e da parte di chi l'ha esperita in cosa consiste un modo nuovo di intendere questa forma di relazione, dopo quella dell'analisi, inventata da Freud. L'obiettivo non è evidenziare dall'alto le dinamiche inconsce del paziente ma, come farebbe l'analista in seduta, provare a dare finalmente un senso condiviso ad aspetti emotivi rimasti sino ad allora scissi. Per dirla con Ogden, passare dal non poter sognare a sognare per la prima volta oppure passare dall'incubo al sogno. Benché fisicamente assente nella seduta di supervisione, il paziente è convocato come miglior collega dell'analista o del gruppo di analisti. Se si fa attenzione alle sfumature del dialogo analitico, non solo al contenuto ma anche alla forma, ci si può lasciar guidare e avere una nozione, sempre provvisoria e rivedibile, del clima affettivo che si respira nella stanza d'analisi.

L'intuito inconscio

Di Molfetta Roberto
PubMe 2017

Non disponibile

12,48 €
Secondo il prof. Giulio Sandini, che scrive nei suoi appunti di fisiologia nel 2002, "nell'uomo esistono recettori meccanici, recettori chimici, recettori di temperatura, foto recettori e recettori del dolore. Alcuni animali hanno anche recettori di campi elettrici e recettori di radiazioni infrarosse. La trasformazione delle diverse forme di energia in energia elettrica (elettrochimica) avviene variando la permeabilità della membrana del recettore." Quindi secondo la scienza, diversi tipi di ricettori possono influenzare la trasmissione elettrochimica del cervello. Quello che io sostengo in questo libro non per specialisti è che la parte inconscia di cui parla Freud, quella profonda fatta di impulsi, costituisce, grazie a una sorta di ricezione elettromagnetica del campo elettromagnetico creato dall'attività celebrale altrui, un destinatario naturale di informazioni, che la scienza attuale non prende in considerazione direttamente; l'esperienza umana classifica questo come sesto senso, e intuito a livello di tipologia percettiva.

L'inconscio. Un'analisi concettuale

MacIntyre Alasdair
ETS 2017

Non disponibile

15,00 €
A 60 anni dalla sua prima apparizione, il testo di MacIntyre sull'inconscio rappresenta un piccolo classico del confronto tra filosofia analitica e psicoanalisi. Esso offre una chiara esposizione della dottrina freudiana e una accurata discussione del ruolo svolto in essa dal concetto di inconscio. La trattazione di MacIntyre permette così di cogliere tanto i punti di forza, quanto le ambiguità e i limiti dell'edificio freudiano e, proprio per questo, essa ha contribuito alla crescita di un dibattito sui fondamenti della psicoanalisi che dura tutt'ora. L'edizione del testo che qui si presenta è quella del 2004, accompagnata da una nuova prefazione dell'autore che contiene le riflessioni recenti sulla psicoanalisi di uno dei più significativi filosofi morali di oggi.

Nel cuore dell'economia, l'inconscio

Major René
ETS 2016

Non disponibile

15,00 €
La riflessione di René Major aiuta a comprendere le implicazioni del mondo finanziario contemporaneo, nei suoi inauditi effetti di crudeltà e schiavitù sulle nostre vite quotidiane. Un'economia mondiale fuori controllo ha ridotto una gran parte dell'umanità in schiavitù, a causa del sovraindebitamento degli Stati sovrani. A causa di quella che viene detta con un eufemismo, "la crisi economica", è diventato molto più evidente che i poteri finanziari e politici poggiano su fonti pulsionali e libidiche crudeli. Questi poteri hanno agito e agiscono per fabbricare il consenso a un'economia del debito, del sacrificio, della crudeltà nei confronti delle popolazioni. "Crisi economica", poteri politici, poteri finanziari, irrazionalità, crudeltà, sacrificio, debito, da una parte; vita quotidiana sempre più precaria delle popolazioni dall'altra. Filosofia, psicanalisi ed economia vengono convocate per scandagliare questa complessa situazione. Se Freud e Lacan, Lyotard e Derrida sono letti con grande attenzione, il loro pensiero incrocia anche quello di Marx, Keynes, Bataille, Klossowski, Mauss, Baudrillard, Baudelaire o Nietzsche. Tutto ciò induce a salutare la traduzione del libro di Major come un importante evento culturale e di pensiero.

Conversazioni con l'inconscio. La...

Dondoli Roberto
Anima Edizioni 2016

Non disponibile

16,00 €
Giorgio, un manager che ha sacrificato gli affetti e una parte di sé per dedicarsi alla carriera, si risveglia in ospedale dopo tre giorni di coma in seguito a un incidente d'auto. Frastornato, bendato, costretto a letto, nel silenzio dei suoi pensieri sente una voce dentro la sua testa: è il suo Inconscio che gli parla. Inizia allora a tempestarlo di domande circa le cause delle proprie malattie e le difficoltà nella relazione con la sua ex moglie e con la figlia adolescente, fino ad affrontare temi rilevanti come lo scopo della vita. È un viaggio interiore, dove i personaggi che si succedono sono le occasioni per domandare al proprio Inconscio i perché della propria vita, ottenendo quelle risposte che lo porteranno a risolvere i propri conflitti interni e a migliorare i rapporti con le persone che lo circondano. Il libro è, in effetti, il riassunto di molte ore di canalizzazione con il proprio inconscio da parte dell'autore che utilizza l'espediente del racconto, scritto in prima persona e in presa diretta, per condurre il lettore in un affascinante viaggio di trasformazione per comprendere gli aspetti della propria vita, così come avviene per il protagonista.

Oltre l'inconscio

Majore Ignazio
Argo Editore 2016

Non disponibile

19,50 €
L'autore espone e perfeziona la teoria innovatrice dell'analisi mentale prendendo in esame la struttura della mente e le sue vicissitudini alla luce di questa nuova prassi. L'autore ritiene che la ricerca biologica sia la più adeguata per una riflessione sul funzionamento della mente, anch'essa espressione biologica. Con questa impostazione sviluppa un nuovo procedimento sullo studio della mente e sulla sua terapia con la speranza di aprire una via che stimoli ricerche future.

I colori dell'inconscio

Testa Eleonora
Edizioni Iod 2016

Non disponibile

10,00 €
Il colore, in tale volume, risulta essere una delle possibilità a disposizione dell'uomo per poter comprendere meglio i processi della conoscenza, della creatività e dell'inconscio. In particolar modo, si può comprendere lo stretto legame che intercorre tra colore e creatività, ed il ruolo che la stessa creatività assume nell'affrontare i problemi umani e psicologici, mettendo in relazione l'inconscio con la coscienza. Il fine è di rendere l'individuo più consapevole della propria personalità e, soprattutto, sensibile ad accogliere e gestire, in maniera equilibrata, le emozioni, rendendo fertile il terreno del rapporto tra emotività e creatività nella sua capacità relazionale.

Le chiavi dell'inconscio

Jost de Moraes Renate
L'Arcobaleno Editore 2016

Non disponibile

38,00 €
"Le chiavi dell'inconscio" offre una nuova chiave di lettura dell'essere umano nella sua essenza ed è il frutto di una profonda e ampia riflessione su quanto hanno scoperto più di 122.000 persone durante un interessante e nuovo cammino introspettivo. Il Metodo ideato dalla dott.ssa Renate Jost de Moraes risponde all'esigenza che tante scuole di psicoterapia hanno di osservare la Persona non tanto nella sua dimensione psicodinamica ma integrale. Finora si è dovuto distinguere il ruolo dello psicologo e del terapeuta da quello dell'esperto in questioni filosofiche, antropologiche o teologiche. Nel Metodo ADI/TIP, attraverso un "questionamento" di tipo socratico, il terapeuta, non-conoscendo la verità specifica del paziente, può accompagnarlo a trovare le sue risposte in una dimensione dell'inconscio esistenziale, noologica. Egli lo sostiene nell'accesso alle sue credenze e ai suoi valori più profondi mentre scopre in sé l'Essere relazionale, libero, integro, sano e aperto alla vita. Grazie a questo fondamento, la Persona riesce più facilmente a individuare e curare le origini dei propri disturbi riferibili anche a fasi precoci o a modelli ancestrali della propria esistenza.

Anima e inconscio. Saggio di...

Calzoli Marco
Sacco 2015

Non disponibile

19,90 €
Presentiamo in questo saggio alcune considerazioni sull'anima, vale a dire sulla psiche, il principio interno che anima la nostra vita. Facciamo delle riflessioni tra filosofia e psicologia, indagando il nesso che esiste tra essere e anima, nel momento in cui la filosofia (il fondamento generale di tutto) diventa psicologia (anima particolare). Inoltre, la filosofia e la cultura in genere vengono interpretate altresì in chiave junghiana, per scoprire, in questa ermeneutica culturale, il discorso implicito sull'inconscio collettivo. Parliamo anche del nesso che esiste tra anima e inconscio e di come dal mistero dell'inconscio nasca la regola che guida la coscienza dell'uomo nel suo cammino.

L'inconscio è la politica

Bonazzi M.
Mimesis 2014

Non disponibile

5,90 €
La crisi della politica che stiamo attraversando ha origine in trasformazioni remote che forse soltanto oggi cominciano a diventare leggibili. In questo volume, che testimonia del lavoro portato avanti dalla Segreteria milanese della SLP tra il 2012 e il 2013, psicoanalisti, filosofi e architetti si interrogano sul rapporto tra inconscio e politica, ritrovando nell'insegnamento di Lacan una chiave decisiva di lettura del nostro tempo e un'indicazione etica per non cedere alla crisi.

L'inconscio come dimensione...

Polettini Paola
QuiEdit 2014

Non disponibile

19,00 €
Il libro espone, tra fenomenologia e psicoanalisi, un percorso teoretico sui modi di produzione del pensiero a partire dall'esperienza.

Il sogno senza inconscio....

De Paula Luisa
Alpes Italia 2013

Non disponibile

18,00 €
Questo libro è dedicato alla memoria del prof. Bruno Callieri che ne ha scritto la Premessa.

Sintomo o simbolo. Due diverse...

Widmann C.
Magi Edizioni 2012

Non disponibile

24,00 €
Una straordinaria somiglianza di fenomeni accomuna le esperienze umane più distanti: i momenti forti dell'esistenza e quelli torpidi della sofferenza, le espressioni alte della psiche e le sue manifestazioni tragiche. Simbolo e sintomo contrassegnano i vertici eccelsi e quelli infimi della vicenda psichica e distendono uno spazio vasto fra normalità e follia. Ma simbolo e sintomo sono estremamente somiglianti e intrecciano normalità e follia con trame di affinità e prossimità. Questo volume nasce da alcune considerazioni su questi contenuti psichici, sorprendentemente simili quanto irrimediabilmente distanti e promuove la riflessione sul loro destino. Gli autori dei saggi qui raccolti, gettando lo sguardo nel profondo della psiche, si interrogano su un enigma forte: come accade che un contenuto inconscio può imboccare la via progressiva ed evolutiva del simbolo oppure quella regressiva e involutiva del sintomo? La relazione tra inconscio e coscienza sembra profilarsi come criterio ineludibile per una teoria della dimensione simbolica e per distinguere al suo interno tra simbolo e sintomo. Analoghi per contenuti e simili nella forma, simbolo e sintomo sono canali di relazione fra inconscio e conscio, ma nelle forme di questa relazione si colloca la loro diversità e si gioca il loro diverso destino.

L'inconscio

Civita Alfredo
Carocci 2011

Non disponibile

12,00 €
Quanti inconsci esistono? Quale fu il ruolo di Freud? L'inconscio è un concetto scientifico? Sono queste le domande a cui il libro cerca di rispondere. Nel testo sono descritti due tipi di inconscio: cognitivo ed emotivo. Mentre l'inconscio cognitivo è un'acquisizione recente della scienza, l'inconscio emotivo si perde nella notte dei tempi. Lungi dall'essere stato scoperto da Freud, ne troviamo traccia addirittura in Platone e nel XIX secolo in Schopenhauer e Nietzsche. Che il concetto di inconscio emotivo non sia di casa nella scienza è dimostrato dal fatto che da Freud in avanti è stato descritto in modi sempre nuovi e creativi.

L'inconscio per amico. Ciò in cui...

Origgi Antonio
Amrita 2011

Non disponibile

16,00 €
Che cos'è la Legge di Attrazione di cui si sente tanto spesso parlare? Come funziona? È vero che per ottenere qualcosa basta credere fortemente che si realizzerà? Ma come si fa per rendere vera e operativa quella che, detta così, sembra una sorta di magia? È una questione di programmazione dell'inconscio, ed ecco un manuale che si preoccupa di far capire bene, con spiegazioni chiare e scorrevoli, nonché con un sostanzioso apparato dimostrativo, cosa significhi saper addomesticare e farsi amica questa nostra mente inconscia che già domina il 90% della nostra vita.

Psicopatologia della vita quotidiana

Freud Sigmund
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2010

Non disponibile

12,00 €
Dimenticanze inspiegabili, atti casuali e maldestri: sono i comportamenti che costellano la vita di ogni giorno a essere raccolti e interpretati da Freud in una delle sue opere più brillanti. Con la "Psicopatologia", il padre della psicoanalisi chiama proprio le increspature, gli inciampi, le smagliature della banalità quotidiana a testimoniare la nostra natura più intima, ribaltando una volta per sempre il rapporto tra "profondità" e "superfìcie". Attraverso esempi tratti dalla propria esperienza, dai racconti di pazienti e amici, da romanzi e poesie, Freud rivela gli insospettabili processi di rimozione che sono alla base di tutti questi "atti mancati". Così la "Psicopatologia della vita quotidiana," oltre a offrire una chiave per decifrare tanti momenti della nostra esperienza, costituisce una via d'accesso al regno dell'inconscio, illustrando con un linguaggio semplice e diretto alcuni concetti fondamentali della psicoanalisi. Un testo sorprendente, per accostarsi senza pregiudizi a uno dei pensatori più controversi dell'ultimo secolo.

La psicologia dell'inconscio

Jung Carl G.
Newton Compton 2010

Non disponibile

6,00 €
Tutto ciò che si può pensare della psiche è stato variamente espresso attraverso i tempi dalla filosofia, dalla religione, dalla letteratura, dall.alchimia, dalla magia. Di fronte all'enigma dell.anima, Jung è solo un ricercatore che osserva i fatti. Nei saggi raccolti in questo volume il grande studioso espone le sue idee sull.inconscio, dalle prime intuizioni ai dati sperimentali emersi durante il lavoro con i suoi pazienti, che lo portarono a elaborare l'idea dell'esistenza di un inconscio collettivo, a esplorarne le potenzialità creative, le relazioni con i disturbi psichici e il modo in cui influenza la nostra attività quotidiana.

L'inconscio è il sociale. Desiderio...

Fiumanò Marisa
Mondadori Bruno 2010

Non disponibile

15,00 €
Il mito delle Danaidi, condannate da Giove a riempire perennemente una botte dal fondo bucato, è evocato da Lacan per definire la natura paradossale del godimento (jouissance), mai sufficiente a colmare il nostro corpo che ne è sempre alla ricerca. Il godimento ci attraversa incessantemente come un flusso inarrestabile. Come governarlo? Come arginare le sue derive, i suoi eccessi, la dipendenza da ciò che lo produce? Con continuo riferimento alla lezione lacaniana, questo saggio esplora le difficoltà e le modalità del godimento nelle nostre società democratiche e liberali, egualitarie e individualiste, sessualmente disinibite. In realtà sofferenti, prive di legami identitari e di referenze simboliche, seppure attraversate da segnali di controtendenza. Alla base dell'indagine si situa l'aforisma di Lacan che dà il titolo al libro: "l'inconscio è il sociale". La logica del "discorso del capitalista" risulta insostenibile e abolisce il soggetto, affermava Lacan all'inizio degli anni settanta, e alla fine non può che produrre degli anticorpi. La psicanalisi è l'anticorpo per eccellenza, perché sostiene la centralità del soggetto, il suo desiderio e un legame sociale che sia con essi compatibile.

La via dell'immagine. Un approccio...

Kaufmann Yoram
Magi Edizioni 2010

Non disponibile

12,00 €
Combinando la mente di uno scienziato e l'occhio di un visionario, Yoram Kaufmann ci accompagna nel cuore dell'animo umano insegnandoci a cogliere il significato archetipico delle immagini tratte da sogni, fiabe, leggende, film, letteratura. Di fronte a un'immagine la parola d'ordine qui è tradurre, non interpretare. Nel suo metodo, denominato approccio orientazionale, l'immagine viene definita ricorrendo a un sistema di coordinate (denominate, appunto, orientazioni) che permettono di rilevare la sua natura intrinseca. Tramite l'approccio orientazionale è possibile cogliere il significato ontologico dell'immagine e acquisire - attraverso i sentimenti, le associazioni e le rèverie da essa evocati - nozioni preziose per comprendere una determinata situazione di vita dell'individuo. Grazie alle tesi di Kaufmann impariamo che ogni immagine (così come, per esempio, ogni stagione) comprende in sé una serie di strutture innate che possono diventare oggettive linee guida sia nei percorsi terapeutici che nella vita in generale. Mediante un approccio realmente spirituale, Kaufmann conferma ancora una volta che la nostra esistenza non è guidata e dominata dall'io, ma dal sé. L'io, traduttore e scrivano del sé, ha il compito di integrare i suoi messaggi.