Anchisi R.

Anchisi R.

Disturbi psicologici e terapia...

Woods Douglas W.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

51,00 €
Molte persone oggi soffrono a causa di problemi psicologici propri o di famigliari. Recenti sviluppi nelle terapie cognitivo-comportamentali hanno portato a importanti innovazioni sia nella comprensione di tali problemi sia nelle modalità di intervento. In particolare, la Relational Frame Theory (RFT), moderna teoria su pensiero e linguaggio umani, ha fortemente influenzato la nascita dei modelli cognitivo comportamentali di terza generazione: Acceptance and Commitment Therapy (ACT), Dialectical Behavior Therapy (DBT), Behavioral Activation (BA), Functional Analytic Psychotherapy (FAP). In questo volume gli autori espongono tali modelli analizzandone le basi teoriche e cliniche. Dalla concettualizzazione del caso, a partire dalle categorie diagnostiche del DSM-IV RV e del DSM-5, presentano una rassegna critica degli interventi comportamentali di prima generazione e cognitivo-comportamentali di seconda generazione, per sottolineare infine le innovazioni sostanziali apportate dalla RFT alla comprensione e al trattamento di importanti problemi psichiatrici e psicologici: i disturbi di personalità e dell'attaccamento, l'ansia, la depressione, il disturbo ossessivo compulsivo, le dipendenze e i disturbi dell'alimentazione, oltre a molti altri più specifici. Questo manuale rappresenta una guida per il clinico cognitivo-comportamentale in formazione e per il professionista che desideri aggiornarsi sui più recenti sviluppi di questo orientamento.

Manuale per il colloquio psicologico

Anchisi R.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
"Bisogna soltanto cercare di pensare e di esprimersi esattamente, senza aver la pretesa d'indurre gli altri al nostro gusto e al nostro modo di sentire". Le parole di Jean de La Bruyère (1688) riassumono in modo esemplare la direzione che autori e curatori hanno voluto mantenere nel progettare e realizzare questo manuale, rifacendosi, però, anche al pensiero di Wittgenstein: se il linguaggio di chi parla sarà perspicuo, saranno i fatti a costituire un ponte tra punti di vista diversi. Il richiamo al "parlar chiaro" per "pensar chiaro" percorre tutte e tre le parti in cui si articola questo manuale introduttivo alle teorie e alle tecniche del colloquio psicologico: il preludio, quasi paradossalmente, introduce al tema del colloquio proponendo il resoconto di un ultimo colloquio ed evocando un'atmosfera di intimità empatica perché i successivi capitoli non appaiano troppo teorici o troppo tecnici; la prima parte presenta un'introduzione ai temi e alla metodologia del colloquio, mentre la seconda si concentra sulle tecniche, declinate di volta in volta in relazione ai soggetti - minori, anziani, disabili - e la terza esamina i contesti - il colloquio clinico, il colloquio nella selezione del personale e, infine, caso raramente trattato dalla letteratura, la comunicazione del lutto e la richiesta di donazione degli organi in ambito medico.