Percezione

Active filters

Psicologia della percezione. Guida...

Roncato Sergio
UPSEL Domeneghini

Non disponibile

29,00 €
Questa nuova edizione, arricchita da una ricerca sui rapporti intermodali fra qualità espressive, consiste in un'esposizione sintetica di alcuni argomenti di psicologia della percezione visiva accompagnata da dimostrazioni e da riferimenti utili per cercare e sfruttare la ricca documentazione di fenomeni percettivi che si trova sul web. La trattazione delle problematiche si avvale in misura rilevante di questo materiale che permette di avere esperienza diretta di fenomeni fino a pochi anni fa visibili solo nei laboratori di psicologia. Lo studente e il cultore della materia potranno trovare ulteriori riferimenti utili ad approfondire la sua preparazione su alcuni settori o a documentarsi sul piano bibliografico. Il libro è corredato da esercizi che consentono di verificare il grado di preparazione raggiunto.

La semplessità

Berthoz Alain
Codice

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
Gli organismi viventi interagiscono continuamente con l'esterno, elaborando informazioni per trasformarle in decisioni e comportamenti come attaccare una preda, afferrare un oggetto in movimento, camminare, ma anche comporre un'opera musicale, creare uno slogan pubblicitario o scrivere una storia. Temi egualmente complessi, a fronte dei quali il nostro cervello non può adottare né soluzioni troppo semplici perché non risolverebbero i problemi, né troppo sofisticate perché rallenterebbero e renderebbero troppo costosi i processi neuronali. La soluzione passa invece attraverso chiare deviazioni dalla strada maestra della logica, in grado di organizzare con originalità, eleganza e creatività la complessità del mondo e dei processi naturali che lo regolano.

Il simbolismo dei colori

Widmann Claudio
Magi Edizioni

Non disponibile

29,00 €
Il volume spiega il linguaggio dei colori nei suoi significati simbolico-universali. I colori possono essere "segni" e in questo senso i loro significati sono individuali, consci e convenzionali. I colori possono essere "simboli" e in questo senso i loro s

L'immagine

Aumont Jacques
Lindau

Non disponibile

28,00 €
Che cosa significa vedere un'immagine? Che cosa la caratterizza in quanto fenomeno percettivo? Chi guarda l'immagine? Cioè quale spettatore essa presuppone? Quali dispositivi regolano il rapporto tra lo spettatore e l'immagine? In quale modo l'immagine rap

Psicologia della percezione. Guida...

Roncato Sergio
UPSEL Domeneghini

Non disponibile

24,50 €
Questa nuova edizione, arricchita anche da un capitolo dedicato al rapporto tra cervello e prospettiva, consiste in un'esposizione sintetica di alcuni argomenti di psicologia della percezione visiva accompagnata da dimostrazioni e da riferimenti utili per cercare e sfruttare la ricca documentazione di fenomeni percettivi che si trova sul web. La trattazione delle problematiche si avvale in misura rilevante di questo materiale che permette di avere esperienza diretta di fenomeni fino a pochi anni fa visibili solo nei laboratori di psicologia. Lo studente potrà trovare ulteriori riferimenti utili ad approfondire la sua preparazione su alcuni settori o a documentarsi sul piano bibliografico. Il libro è corredato da esercizi che consentono di verificare il grado di preparazione raggiunto.

Psicologia della percezione. Guida...

Roncato Sergio
UPSEL Domeneghini

Non disponibile

23,50 €
Il volume consiste in un'esposizione sintetica di alcuni argomenti di psicologia della percezione visiva accompagnata da dimostrazioni e da riferimenti utili per cercare e sfruttare la ricca documentazione di fenomeni percettivi che si trova sul web. La tr

Il canto dell'arcobaleno: la...

Maiorino Marianna
Gilgamesh Edizioni

Non disponibile

15,00 €
Come sarebbe il nostro mondo se gli occhi potessero ascoltare e se le orecchie potessero vedere? Perché abbiamo cellule olfattive nel sangue, nel cuore e nei polmoni? Se potessimo avere percezioni sinestetiche con tutti i sensi, cambierebbe il nostro modo di valutare il mondo? E se dall'attivazione dalla percezione sinestetica arrivassimo a scoprire che alcune forme di percezione, per il momento riconosciute solo agli animali, come la capacità di rilevare i campi elettrici o i campi magnetici, fossero proprie anche dell'essere umano ma ancora dormienti? E ancora, perché Pitagora, Aristotele, l'Arcimboldi, Leonardo da Vinci, Schopenhauer, Goethe, Castel, Kant, Eulero, Rol, Helena Blavatsky, Luigi Veronesi, e molti altri ancora hanno dedicato gran parte delle loro riflessioni a esplorare colore e suono, sia separatamente che insieme? C'è forse qualcosa dentro di noi che brama di essere scoperto e ci spinge in tutti i modi a indagare il mondo delle percezioni, per essere trovato? Queste sono alcune domande che l'autrice si pone e alle quali cerca di dare una risposta con questo saggio dedicato alla sinestesia, una capacità sensoriale che caratterizza il 4% della popolazione...

Piramidi di tempo. Storie e teorie...

Bodei Remo
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Ognuno di noi ha provato la netta e improvvisa sensazione di aver già vissuto, in un passato indefinibile, situazioni assolutamente identiche. Tale anomalia ha però cominciato ad attirare ossessivamente l'attenzione di scienziati, filosofi e poeti solo a partire dalla prima metà dell'Ottocento. Attraverso l'analisi di poesie di Shakespeare, Rossetti, Verlaine e Ungaretti, delle teorie filosofiche di Bergson, Benjamin e Bloch e di ipotesi mediche del passato e del presente, Remo Bodei offre una ricostruzione delle diverse storie che si intrecciano su questo tema, e propone una rigorosa spiegazione del fenomeno.

Il mondo in sei canzoni. Come il...

Levitin Daniel J.
Codice

Disponibile in libreria in 3 giorni

26,00 €
Senza la musica non saremmo quello che siamo. Non è solo uno svago o un hobby da coltivare nel tempo libero: prima ancora del linguaggio, la musica e il ballo hanno rappresentato un potentissimo strumento evolutivo per la specie umana, il bisogno e la capacità - a un tempo primordiale e raffinatissima - di comunicare. Di volta in volta hanno svolto una funzione di collante sociale, veicolo di conoscenza, amore e conforto, stati d'animo, necessità di dare un senso alla propria presenza nel mondo. Un impulso ancestrale che mantiene inalterato il suo mistero, presente oggi nei cori delle manifestazioni sportive, nelle canzoni d'amore, nel blues, nella techno. Per questo motivo, durante la sua ricerca delle radici più profonde del nostro "cervello musicale", Daniel Levitin ha voluto al suo fianco i vecchi amici ed ex colleghi musicisti: Sting, Paul Simon, David Byrne e Joni Mitchell hanno prestato a questo libro la voce (e in alcuni casi anche il cervello...), impegnati in un dialogo fitto con l'autore per dare un nome alla loro indefinibile e straordinaria capacità di incantare, far piangere ed emozionare milioni di persone in tutto il mondo.

Fatti di musica. La scienza di...

Levitin Daniel J.
Codice

Disponibile in libreria in 5 giorni

26,00 €
Pensate a una melodia che non riuscite a togliervi dalla testa. Potrebbe essere un pezzo dei Beatles così come il jingle della vostra birra preferita, non ha importanza. Non vorreste sapere perché quella particolare combinazione di ritmo e armonia si è incollata nel vostro cervello, e vi ha portato quasi alle lacrime o vi ha fatto ballare come degli ossessi? "Fatti di musica" è il libro che fa per voi. Fopo una carriera come musicista rock e produttore musicale, Levitin si è dedicato alle scienze cognitive. In lui convivono, perfettamente allineate, l'anima e l'attitudine dell'artista e dello scienziato, in grado di ridurre una melodia a un impulso neurale, analizzarlo, e ripercorrere il tragitto inverso per farlo ritornare a essere quello che è: una meravigliosa esperienza. E tutto questo senza privarsi del piacere di lasciarsi trasportare dalla buona musica. Prefazione di Wu Ming 2.

Cromosofia. Forme e colori che...

Lee Ingrid Fetell
Sperling & Kupfer

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,90 €
Un bar vivace e carino, una graziosa merceria ben fornita, un quartiere con le finestre traboccanti di fiori: luoghi semplici che ci attraggono e ci invitano a tornare, perché trasmettono una sensazione immediata di gioia e vitalità. In che modo? Ingrid Fetell Lee, esperta di design, ha indagato l'impatto psicologico dell'ambiente sul nostro umore, scoprendo relazioni universali che affondano le radici nelle neuroscienze e nella nostra storia primordiale. L'abbondanza di oggetti e di forme, per esempio, crea un rassicurante senso di opulenza e disponibilità di risorse, mentre le stanze ampie ci mettono a nostro agio perché richiamano gli spazi aperti e luminosi della savana, nella quale si sono evoluti i nostri antenati. I colori vivaci trasmettono energia e vigore: e allora perché nelle abitazioni dominano le tinte neutre o pastello? Le forme arrotondate (cerchi, sfere, bolle) sono accoglienti e giocose, al contrario degli spigoli che allertano il nostro istinto di autoprotezione. Facendo tesoro di queste osservazioni, Ingrid Fetell Lee individua gli elementi (colori, forme, texture, composizioni e accostamenti) che trasmettono naturalmente benessere e buonumore, e spiega come utilizzarli per creare un ambiente allegro e motivante. Perché bastano piccoli cambiamenti - in casa, in ufficio, persino nell'armadio - per infondere a oggetti e luoghi ordinari una gioia straordinaria e una felicità contagiosa.

Il linguaggio della pelle. Il senso...

Montagu Ashley
Verdechiaro

Non disponibile

18,00 €
La pelle è un organo dei più sottovalutati eppure dei più fondamentali: «Un essere umano può trascorrere la vita cieco e sordo o completamente privo dei sensi dell'olfatto e del gusto, ma non può sopravvivere senza le funzioni proprie della pelle» scrive Ashley Montagu, antropologo inglese dei più insigni e rivoluzionari del Novecento. Egli mette al centro del suo interesse la pelle in quanto organo complesso e affascinante, e approfondisce le infinite possibilità e le straordinarie conseguenze che toccarla presenta sullo sviluppo dell'uomo: «Sono la manipolazione, il sollevamento, l'accarezzamento, il vezzeggiamento le cose che vorremmo sottolineare, perché a quanto pare, anche se mancano tante altre cose, queste sono le rassicuranti esperienze fondamentali che il bambino deve provare per sopravvivere abbastanza in salute». Innumerevoli evidenze scientifiche sostengono la test che la sensazione del tatto come stimolo è assolutamente necessaria per la sopravvivenza dell'organismo, e che un'adeguata stimolazione tattile è di importanza fondamentale per il sano sviluppo comportamentale dell'individuo, a partire dal momento della sua nascita. «Attraverso il contatto corporeo con la madre, il bambino stabilisce i primi contatti col mondo, e questi lo coinvolgono in una dimensione nuova di esperienza, l'esperienza del mondo degli altri. Questo contatto corporeo con gli altri è fonte prima di benessere, sicurezza, calore e predispone sempre più a esperienze nuove». Il contatto madre-figlio è indispensabile anche per la mamma, che "nasce" contemporaneamente al suo neonato: ha bisogno di sentirlo addosso; ha bisogno di costruire con lui quell'intimità che costituirà la base del loro rapporto; ha bisogno di accoglierlo "in seno alla famiglia", cullandolo sul suo corpo. «Il dondolio rassicura il bambino perché nel ventre materno veniva automaticamente cullato dai movimenti del corpo della madre [...]. Non meno importante, mantiene il senso di relazione: un bambino cullato sa che non è solo». Un bambino cullato, abbracciato, accarezzato, sostenuto, vezzeggiato, manipolato, toccato, massaggiato disporrà di tutto ciò di cui ha bisogno per crescere sano, forte, sereno.

La magica leggenda dei colori....

Pacciarini Cristina
Ananda Edizioni

Non disponibile

19,90 €
Una storia interattiva facile e divertente, che stimola bambini e adulti a giocare con i colori, imparando a conoscere la teoria dei colori. Un'esperienza che colorerà la vita di ognuno, perché i colori sono una vibrazione che porta serenità e allegria nella vita di tutti i giorni. Il libro narra di un mondo fantastico e di come è stato colorato. Racconta la storia di tre principi speciali, nati dalla regina Luce e dal re Oscurità. Sono i colori fondamentali, che imparano a conoscersi attraverso avventure e peripezie, scoprendo le loro qualità intrinseche e il loro ruolo in un mondo che prima era trasparente. I colori stessi, in box interattivi, invitano il lettore a partecipare alle loro scoperte, con semplici giochi di colore attraverso l'acquerello. Intessuti nella storia ci sono anche gli insegnamenti di grandi Maestri spirituali e approfondimenti sulla Teoria dei colori. Con questo libro, adulti, bambini e ragazzi si appassioneranno al mondo del colore, condividendo nuovi momenti di gioco, divertimento e scoperte e dipingendo ognuno la propria esperienza.

Archetipi iniziatici e psicologici

Guzzinati Massimo
Anguana Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Mentre nei precedenti due volumi l'autore ha esaminato gli archetipi negli ambiti degli animismi, delle tradizioni religiose e dei loro pantheon mitologici, nel presente volume affronta questo tema entro discipline più pratiche e vicine alla cultura occidentale: l'iniziazione e la psicologia. L'iniziazione è un insieme di procedure ritualistiche che consentono all'iniziando di passare da un livello di consapevolezza a quello successivo. Tramite le conoscenze derivanti dagli archetipi, si chiariscono quanti e quali sono i livelli di consapevolezza raggiungibili e si esplicano le singole fasi di un percorso iniziatico completo, ricostruito unificando in modo coerente i percorsi iniziatici delle varie tradizioni. La psicologia permette di conoscere meglio se stessi e la società, ma funge anche da tramite fra l'asettica modernità e le antiche tradizioni, cariche di valori spirituali ed esistenziali che solo ultimamente si è cercato di recuperare. Fin dai suoi albori, la psicologia ha tentato di delineare una mappa della costituzione psichica e di definire la personalità in base a dei modelli teorici.

L'autostima non esiste

Bertolini Ilaria
Youcanprint

Non disponibile

10,00 €
"Questo è un libro irriverente" è l'avviso che l'autrice-psicoterapeuta Ilaria Bertolini dà sin dalla prima riga. La ragione sta nella tesi di fondo promossa dalla dottoressa secondo la quale l'autostima è un'invenzione, non esiste nella realtà, e il volume argomenta e difende questo concetto mediante accurate spiegazioni affiancate da una galleria di casi effettivamente accaduti. In numerosi pazienti la terapista ha notato che i soggetti non erano in grado di individuare effettivamente i problemi che li affliggevano né tantomeno le possibili soluzioni, preferendo attribuirli alla mancanza o all'eccessiva autostima e dunque a un carattere innato in se stessi e immodificabile. Una tendenza promossa da un linguaggio e da una comunità che fa un uso distorto e falso dell'autostima e che andrebbe senz'altro modificata per far spazio all'individuazione delle capacità che ognuno ha di affrontare problemi e difficoltà nei quali incorre nel corso della vita.

Immaginario. Trent'anni di arte...

Butturini Francesco
Vallecchi

Non disponibile

11,00 €
Immaginare è oggi un'azione obsoleta. Vogliamo vedere subito, toccare tutto, concretizzare sempre. Ed è nel campo abbandonato dalla fantasia che trova spazio (o se lo crea) questa provocazione di Francesco Butturini: contemplare l'opera d'arte senza interposizione visiva. Senza dipinti sott'occhio, soltanto immaginando di vedere, l'autore getta il suo sguardo critico sul fenomeno della ricerca pittorica in Italia dal 1950 al 1980. A fare da spartiacque al periodo c'è da un lato il 1948 - anno della prima Biennale di Venezia dal respiro mondiale dopo i provincialismi delle esposizioni di regime - dall'altro il 1980, che confermò l'irrompere della Transavanguardia nel nostro paese. Cinquecento opere parlate e raccontante, cinquecento passi sul cammino della presunta evoluzione artistica di un trentennio importante, che ancora oggi fa discutere. Nella bibliografia ragionata gli interlocutori preferiti dell'autore per questo acceso dibattito.

Il Me della percezione. Un'autopsia

Wiesing Lambert
Marinotti

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Chi percepisce sa perfettamente che cosa significa percepire. Ma se ne dimentica non appena cerca di spiegarsi come la percezione sia possibile, finendo così per dubitare del proprio effettivo accesso al mondo. Ma l'uomo non accede al mondo. E non perché questo gli sia estraneo, ma perché non ha bisogno di accedervi, visto che è già comunque nel mondo, coinvolto e implicato da quanto vi si manifesta. Non dubita della presenza di ciò che percepisce, né può sottrarsi a sua volta alla percepibilità. Eppure larghe sezioni della filosofia, della psicologia e delle neuroscienze ignorano colpevolmente questa evidenza, preferendo spiegare la percezione con dei miti: quello del dato (l'uomo è un riflesso del mondo) e oggi soprattutto quello del mediato (si accede al mondo solo attraverso media). Questo testo - il primo disponibile in italiano di Lambert Wiesing, professore di teoria dell'immagine e fenomenologia nell'Università di Jena - ci guida a riscoprire, attraverso una meditazione approfondita senza essere strettamente accademica, una verità elementare: il soggetto non produce la percezione, ma ne è piuttosto il prodotto.

L'aroma del mondo. Gusto, olfatto e...

Tellenbach Hubertus
Marinotti

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,50 €
"L'aroma del mondo" coinvolge il lettore in due avventure intellettuali. La prima: considerare gusto e olfatto non solo sensi del piacere gastronomico ma sensi estetici, cioè sensi in grado di svelare gli stati emotivi (la gioia, il disagio, il languore, il ricordo, la nostalgia, ecc.). La seconda: mostrare quanto l'analisi dell'esperienza orale, legata alla mescolanza tra gusto e olfatto, sia una dimensione fondamentale per comprendere e diagnosticare stati di sofferenza psichica. Per mezzo della descrizione lucida e piana di casi inediti, il libro si conclude in un'analisi istruttiva di quanto il regno degli odori e degli aromi possa essere utile non solo per aiutare chi soffre di depressione o schizofrenia, ma per aprire a tutti noi un ampio codice "inesplorato" di segnali per comprendere e meglio "assaporare" la realtà che ci circonda e nella quale siamo immersi.

Il mondo in sei canzoni. Come il...

Levitin Daniel J.
Codice

Non disponibile

26,00 €
Senza la musica non saremmo quello che siamo. Non è solo uno svago o un hobby da coltivare nel tempo libero: prima ancora del linguaggio, la musica e il ballo hanno rappresentato un potentissimo strumento evolutivo per la specie umana, il bisogno e la capacità - a un tempo primordiale e raffinatissima - di comunicare. Di volta in volta hanno svolto una funzione di collante sociale, veicolo di conoscenza, amore e conforto, stati d'animo, necessità di dare un senso alla propria presenza nel mondo. Un impulso ancestrale che mantiene inalterato il suo mistero, presente oggi nei cori delle manifestazioni sportive, nelle canzoni d'amore, nel blues, nella techno. Per questo motivo, durante la sua ricerca delle radici più profonde del nostro "cervello musicale", Daniel Levitin ha voluto al suo fianco i vecchi amici ed ex colleghi musicisti: Sting, Paul Simon, David Byrne e Joni Mitchell hanno prestato a questo libro la voce (e in alcuni casi anche il cervello...), impegnati in un dialogo fitto con l'autore per dare un nome alla loro indefinibile e straordinaria capacità di incantare, far piangere ed emozionare milioni di persone in tutto il mondo.

Fatti di musica. La scienza di...

Levitin Daniel J.
Codice

Non disponibile

26,00 €
Se si pensa a una melodia che non si riesce a scacciare dalla testa, è frequente pensare di individuare la persona in grado di spiegare nel dettaglio perché quella particolare combinazione di ritmo, armonia e timbro si è letteralmente incollata al cervello, e ha portato quasi alle lacrime o a far ballare come degli ossessi con il sorriso sulle labbra ogni volta che la si ascolta? Daniel Levitin è quella persona. Dopo una carriera come musicista rock e produttore musicale, Levitin si è dedicato alla ricerca cognitiva e alle neuroscienze. In lui convivono, perfettamente allineate, l'anima e l'approccio dell'artista e dello scienziato rigoroso, in grado di ridurre una melodia a un impulso neurale, analizzarlo, e ripercorrere il percorso inverso per farlo ritornare a essere quello che è: una meravigliosa esperienza. E tutto questo senza privarsi del piacere di lasciarsi trasportare dalla buona musica.

Il simbolismo dei colori

Widmann Claudio
Magi Edizioni

Non disponibile

35,00 €
La realtà è colorata. Per giungere a questa banale affermazione è stato necessario compiere un complesso percorso conoscitivo e un lungo cammino evolutivo. I colori, difatti, possiedono una singolare affinità con la vita emotiva e la capacità di differenziare i colori non è frutto solo di sensibilità percettiva e di abilità intellettiva, ma anche di differenziazione emotiva. La primitiva distinzione tra chiarore-biancore e oscurità-nerezza si è via via arricchita di gradazioni che sono coloristiche ed emotive al tempo stesso, poiché il nero è tonalità cromatica, ma anche coloritura dell'umore e una persona può arrossire di vergogna o sbiancare di paura quanto un tessuto può tingersi di rosso o di bianco. Con le loro innumerevoli sfumature i colori costituiscono la più efficace rappresentazione della variegata coloritura emotiva. Per questa ragione l'insieme dei colori fondamentali (immaginati a volte in numero di tre e altre volte in numero di quattro o di sette) è stato spesso assunto a rappresentazione della totalità: l'universo dei colori è immagine dell'universo interno ed esterno. Grazie alla risonanza emozionale con cui entrano in sintonia, i colori sono emblematici di oggetti e situazioni dalle caratteristiche inequivocabili, come un allarme rosso o un buco nero, una visione del mondo rosea o un'anima candida. Il carattere emblematico dei colori alimenta usi convenzionali, come il verde per segnalare il libero accesso, e costumi locali, come il bianco nuziale di molte culture.

L'anima dell'immagine. Elementi...

Riedel Ingrid
Magi Edizioni

Non disponibile

18,00 €
Quando contenuti psichici vengono proiettati su una superficie pittorica, il loro valore espressivo e simbolico comune rivela - tramite la creatività - le leggi universali della creazione. Attraverso l'analisi delle proporzioni, dei colori, della prospettiva, dei numeri, dell'equilibrio e della luce lo spettatore può divenire consapevole del significato del gesto pittorico e capire il perché delle sue emozioni, d'ammirazione o di biasimo che siano, di fronte a un'opera d'arte o a qualunque altra rappresentazione figurativa. Immagini moderne, quelle della tradizione antica o immagini sorte spontaneamente dall'inconscio, proposte e analizzate dall'autrice, insegnano qui l'arte del vedere e del comprendere.

Dalla luce all'immagine....

Zanuttini Lucia
Forum Edizioni

Non disponibile

18,00 €
Il saggio intende presentare in forma didattica i principali concetti della percezione visiva. La percezione funge da 'interfaccia' tra la conoscenza e il mondo esterno, fornendo informazioni affidabili sull'ambiente, che permettono agli individui di interagire in modo efficace con esso. In particolare il processo della visione implica corrispondenze tra oggetti reali, immagini retiniche, segnali neurofisiologici, esperienze percettive e azioni. È grazie alla luce modulata dagli oggetti nel mondo fisico che questo processo si innesca. Si può pensare di riprodurre le percezioni originate dall'ambiente tridimensionale su un supporto a due dimensioni, come fa l'artista che, partendo dalle caratteristiche dell'immagine proiettata sulla retina, usa la sua pittura per creare fenomeni simili a quelli 'reali'.