Ricerca strategica e pianificazione della difesa

Filtri attivi

Sicurezza globale. Le nuove minacce

Foradori P.
Il Mulino 2014

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

24,00 €
A partire da una definizione ampia e approfondita del concetto di sicurezza, gli autori svolgono un'analisi sistematica delle minacce che caratterizzano il sistema internazionale contemporaneo. Oltre al fenomeno "classico" della guerra fra stati, sono presi in considerazione pericoli nuovi, reali o potenziali, di tipo economico, ambientale e sociale. Superando un'impostazione tradizionale - stato-centrica e militare - della sicurezza, il volume si propone come un moderno e aggiornato manuale di "security studies".

Trasformare il futuro. Nuovo...

Paniccia Arduino
Mazzanti Libri ME Publisher

Non disponibile

22,00 €
Il libro è un manuale per conoscere la strategia e allo stesso tempo un saggio per capire le attuali e future dinamiche internazionali, usando la strategia come metodo per "trasformare il futuro". Dopo l'introduzione, l'opera sviluppa una sintetica ma esaustiva panoramica della storia della strategia militare e dei suoi esponenti più significativi, da Machiavelli all'intervento occidentale in Afghanistan. L'epoca della strategia come fatto militare si sta esaurendo. Come spiegazione della fase di transizione verso una nuova strategia post-militare, vengono affrontate le strategie dei principali attori delle relazioni internazionali. La parte conclusiva è dedicata alle linee di sviluppo future, soprattutto per quanto riguarda il "balance of power" globale che non va trasformandosi dall'unipolarità alla multipolarità, ma va verso l'oligarchia. Questa è la tesi principale che il prof. Arduino Paniccia vuole affermare con questo libro. Dopo aver brevemente trattato delle principali tendenze futuribili a livello generale, si affrontano le caratteristiche e le problematiche degli attori strategici subalterni, per finire con la "faglia" islamica, luogo di scontro tra Oriente e Occidente.

La difesa dell'Europa. La nuova...

Preziosa Pasquale
Cacucci 2019

Non disponibile

12,00 €
La difesa dell'Europa e la difesa europea identificano due visioni diverse. La difesa europea è stata concepita dai tradizionalisti come difesa sovrana europea, ripetendo il modello di difesa affermato dagli Stati nazionali nell'Ottocento. Oggi sviluppare una nuova difesa dell'Europa significa costruire un pilastro europeo all'interno della N.A.T.O., aperto ad accordi con i Paesi confinanti (Regno Unito dopo la Brexit, Russia, Israele, Paesi del Nord Africa) e i Paesi più importanti a livello mondiale. Il libro ripercorre la storia europea degli ultimi settant'anni, che ha visto contrapporsi queste due visioni, e delinea un nuovo modello di difesa europea duale, con una componente controllata dai singoli Stati membri e una componente organizzata dalle autorità europee. Questo modello si fonda sull'esperienza storica sperimentata dagli Stati Uniti. Una nuova difesa dell'Europa è la risposta alle grandi sfide europee, a livello interno per sostenere ricerca, sviluppo, innovazione e la creazione di una moderna industria europea della difesa; a livello internazionale per garantire la sicurezza nel quadro di un ordine internazionale in corso di profonde modificazioni.

Tattiche e strategie della seconda...

Stola Antonio
Youcanprint 2019

Non disponibile

10,00 €
Ogni esercito, ogni comandante prima di attaccare o difendersi, sceglie una strategia, e una tattica, ma in particolare una strategia frutto di lunga tradizione e storia. Per l'Italia, in particolare in mare ad esempio, la scelta è quanto mai difficile perché le due grandi marine italiane sfruttavano l'infiltrazione, se parliamo di Genova, e l'aggiramento, parlando di Venezia. Tali strategie comportavano il tiro lungo, per Venezia, e il tiro medio, obliquo, per Genova. Si scelse per lo più l'infiltrazione ma non è su questo aspetto che mancammo ma mancò la segretezza dei piani, ad esempio, se ci riferiamo alla Seconda guerra mondiale.

Manuale di studi strategici. Da Sun...

Giacomello Giampiero
Vita e Pensiero 2016

Non disponibile

25,00 €
Il volume è la nuova edizione aggiornata del Manuale di Studi strategici pubblicato da Vitae Pensiero nel 2010 e più volte ristampato negli anni successivi. Che cos'è la strategia? Come si è sviluppato il 'pensiero strategico' nella storia? Esistono alcuni principi 'immutabili' della guerra? Che cosa sono le 'nuove guerre', i 'conflitti asimmetrici' e le 'guerre ibride'? E gli 'studi strategici'? Domande come queste hanno attirato l'attenzione di molti brillanti studiosi, da Tucidide a Sun Tzu, da Machiavelli a Clausewitz, per arrivare ai contemporanei Liddell Hart, Kissinger, Luttwak e molti altri. Muovendo dall'opera di tali autori, questo volume intende spiegare in modo sintetico da dove provengono i concetti e i termini riferiti alla strategia, che spesso i media utilizzano così male, e chiarire quali sono le dinamiche che condizionano l'uso della forza militare. Ne risulta un agevole manuale - aggiornato con riflessioni sui più recenti sviluppi strategici in questa sua nuova edizione - rivolto nello specifico agli studenti di scienze politiche, relazioni internazionali, cooperazione e sviluppo e peace studies, ma che, più in generale, si dimostra utile a tutti coloro che sono interessati a capire i rapporti tra politica e logica di guerra, nella convinzione che in democrazia diventa fondamentale conoscere questi temi per poterne discutere apertamente.

Sintesi critica della grande guerra

Douhet Giulio
Gaspari 2016

Non disponibile

11,00 €
Una raffinata analisi degli approcci strategici degli eserciti francese, tedesco e italiano da parte di uno dei pochi ufficiali dello S.M. italiano che aveva visto nell'aviazione l'arma del futuro e che ebbe il coraggio di criticare la strategia di Cadorna.

L'operazione militare segreta che...

Ashdown Paddy
Newton Compton 2014

Non disponibile  
STORIA CONTEMPORANEA

5,00 €
1942. Un'operazione militare che non doveva essere autorizzata, talmente folle da trasformarsi con ogni probabilità in una missione suicida: un commando della Marina inglese deve raggiungere in canoa il cuore della Repubblica di Vichy, pagaiando dall'estuario della Gironda fino al porto di Bordeaux, centro nevralgico della Francia occupata dai tedeschi. Chi sopravviverà dovrà proseguire, nascondendosi in territorio nemico, fino a valicare i Pirenei per mettersi in salvo. Ma quanti di loro arriveranno alla meta? Quali terribili minacce dovranno fronteggiare per realizzare un'operazione che sembra già persa in partenza? Paddy Ashdown - già leader del partito Liberaldemocratico inglese e membro dello Special Boat Service nella Royal Navy - ci racconta la formidabile impresa di un pugno di uomini che riuscì a infliggere un durissimo colpo alla Germania nazista, convinta fino a quel momento di essere invincibile. Questa è la storia dell'Operazione Frankton, all'apparenza una missione minore e poco nota, ma che invece ha cambiato l'esito della seconda guerra mondiale.

Morire, uccidere. L'essenza della...

Gaza Cinzia R.
Franco Angeli 2014

Non disponibile

21,00 €
La guerra, secondo von Clausewitz, è la continuazione della politica con altri mezzi. A livello teorico, questa definizione è impeccabile: razionalmente siamo capaci di collegare tutte le guerre che cospargono la storia ai disegni della politica o ai suoi fallimenti. Eppure, a un esame obiettivo, essa è evidentemente diversissima dalla politica: la guerra è, soprattutto, una relazione tra gli uomini fondata sulla morte. Se la spogliamo di strategie, tattiche, tecnologie, obiettivi... rivela la sua nuda verità, che si esplica in due azioni speculari: morire (o rischiare di morire, o essere disposti a farlo) e uccidere. Lungo queste due dimensioni si snoda il racconto di Cinzia Rita Gaza che, scavando nella cultura, nella psiche e nei miti che nutrono questa inesplicabile attitudine umana, si interroga con lucidità sui meccanismi che spingono gli uomini a giocare questa partita di sangue, nel tentativo continuo di spiegare l'inspiegabile.

La guerra dell'aria. Giulio Douhet,...

Lehmann Eric
Il Mulino 2013

Non disponibile

20,00 €
Il volume ricostruisce la vita e l'opera di Giulio Douhet (1869-1930), primo teorico del bombardamento strategico e difensore dell'indipendenza dell'arma aerea, scrittore militare di fama internazionale in particolare per il trattato "Il dominio dell'aria" (1921 ). La vasta documentazione inedita consente all'autore di ricostruire nel dettaglio la carriera di questo ufficiale intransigente il quale, pur di diffondere la sua visione della politica aerea e militare italiana, non esitò a entrare in rotta di collisione con i superiori, pagando persino col carcere le sue convinzioni. Attraverso l'accidentata carriera di Douhet il volume riflette sul contesto politico, militare e tecnologico dei primi decenni del Novecento, caratterizzati dallo sviluppo dell'arma aerea e dagli sconvolgimenti epocali scaturiti dalla guerra industriale.

L'operazione militare segreta che...

Ashdown Paddy
Newton Compton 2013

Non disponibile

9,90 €
1942. Un'operazione militare che non doveva essere autorizzata, talmente folle da trasformarsi con ogni probabilità in una missione suicida: un commando della Marina inglese deve raggiungere in canoa il cuore della Repubblica di Vichy, pagaiando dall'estuario della Gironda fino al porto di Bordeaux, centro nevralgico della Francia occupata dai tedeschi. Chi sopravviverà dovrà proseguire, nascondendosi in territorio nemico, fino a valicare i Pirenei per mettersi in salvo. Ma quanti di loro arriveranno alla meta? Quali terribili minacce dovranno fronteggiare per realizzare un'operazione che sembra già persa in partenza? Paddy Ashdown - già leader del partito Liberaldemocratico inglese e membro dello Special Boat Service nella Royal Navy - ci racconta la formidabile impresa di un pugno di uomini che riuscì a infliggere un durissimo colpo alla Germania nazista, convinta fino a quel momento di essere invincibile. Questa è la storia dell'Operazione Frankton, all'apparenza una missione minore e poco nota, ma che invece ha cambiato l'esito della seconda guerra mondiale.

Studi di strategia. Guerra,...

Bozzo L.
EGEA 2012

Non disponibile

24,00 €
Pochi sostantivi hanno avuto una diffusione e un successo comparabili a quelli conosciuti da "strategia". Tanto che il termine è oramai utilizzato nei più diversi ambiti dell'azione, interazione e progettazione, sociale e non, con esiti a volte paradossali. Tutto pare essere "strategico" e, di fatto, nel linguaggio corrente l'aggettivo indica una qualsiasi azione comunque rilevante, di vasta portata e/o lungo periodo. Nell'ambito originario di pertinenza strategia era tuttavia l'arte o scienza della preparazione e conduzione efficace della guerra, in vista del conseguimento dei suoi obbiettivi. Quest'origine e la connotazione operativa che le è associata ne spiegano il successo e la migrazione ai contesti i più diversi: economico e dell'impresa, del marketing, comunicativo. I saggi inclusi in questo volume ricostruiscono la teoria strategica in prospettive disciplinari diverse, tradizionali e non: politico-militare, economica, semiotica, psicologica, della comunicazione. Scopo ultimo è intrecciare un dialogo orientato ad una teoria generale dell'azione di successo, a fronte di opposizione consapevole, che si applichi dai giochi da tavolo alle nuove guerre del mondo contemporaneo.

Guerra psicologica. Saggio sulle...

Gagliano Giuseppe
Fuoco Edizioni 2012

Non disponibile

13,00 €
Questo volume presenta per la prima volta al lettore italiano un'analisi ampia e approfondita delle riflessioni strategiche francesi sulla guerra psicologica, grazie alle analisi di Philippe Baumard, Loup Francart, Francois Géré, oltre che sulla guerra cognitiva, sia nell'ottica interpretativa della École de Guerre Economique facendo riferimento ai contributi determinanti di Christian Harbulot, Didier Lucas e Alain Triffau, sia nell'ottica del Centre Français de Recherche sur le Renseignement facendo riferimento al contributo di Eric Denécé.

La politica europea di sicurezza e...

Foradori Paolo
Carocci 2010

Non disponibile

15,00 €
L'affermazione dell'Unione Europea come attore globale non può prescindere dal pieno sviluppo di una credibile ed efficace politica di sicurezza e difesa comune. Sebbene l'azione dell'UE continui a soffrire di limiti e carenze, il contributo europeo al mantenimento della pace e della stabilità del sistema internazionale non può essere ignorato o banalizzato riproducendo all'infinito l'immagine stereotipata di un'Europa "gigante economico, nano politico e verme militare". Il caratteristico approccio distico e multidimensionale dell'UE alle questioni di difesa e sicurezza - in grado di combinare efficacemente la dimensione militare con quella politica, economica e civile - dota l'Europa di una ricca e variegata tool-box per intervenire nella gestione dei conflitti contemporanei. Come e con che finalità lo strumento militare è impiegato dall'UE nel processo di definizione della sua identità internazionale? La sua progressiva militarizzazione non ha forse alterato l'immagine di un'Europa "potenza civile"? Partendo da un'analisi teorica e da una ricostruzione storica dell'origine della politica europea di sicurezza e di difesa, il libro esamina le nuove minacce alla sicurezza comune e la strategia europea per farvi fronte, approfondendo nel dettaglio le operazioni di crisis management avviate dal 2003 alla recente entrata in vigore del Trattato di Lisbona.

La strategia. Antologia sul...

Sanfelice di Monteforte F.
Rubbettino 2010

Non disponibile

28,00 €
Fin dai tempi più lontani, gli autori dei libri di strategia hanno esposto le loro idee convinti di scrivere una guida sicura per chi, nel futuro, avrebbe gestito situazioni di conflitto fra Stati. Si è quindi accumulata, nei secoli, una enorme quantità di saggezza, spesso dimenticata, perché difficilmente accessibile. A differenze di molte antologie sulla strategia, che trattano il pensiero e la vita dei singoli autori separatamente, questo volume consente il raffronto diretto tra loro, riportando le diverse teorie per ciascun argomento, mentre i commenti dell'autore indicano i punti di concordanza o di dissenso, per trarne, poi, le conclusioni. Il libro si rivolge agli studenti di Studi Strategici nelle Accademie, nelle Scuole di Stato Maggiore e nelle Università, ma è anche un manuale per i decisori di tutti i campi, specie in quello economico, affinché essi dispongano di una metodologia a supporto delle loro decisioni.

Strategikos. Manuale per il...

Sestili Antonio
Aracne 2010

Non disponibile

19,00 €
Onasandro traccia le caratteristiche ideali di un buon comandante: la sua origine e le sue qualità fisiche e morali; il comportamento che deve tenere con le truppe, con i nemici e con i civili; le decisioni da prendere in particolari frangenti. Per due suoi aspetti quest'opera si distingue dagli altri scritti militari: tutto è analizzato dal punto di vista di un comandante e si dà insolito rilievo alle considerazioni etiche e religiose.

Strategie di contro-insurrezione

Cappelli Riccardo
LA TOLETTA Edizioni 2010

Non disponibile

16,00 €
"Guerra di quarta generazione" (Fourth Generation Warfare, 4GW) è una delle locuzioni più popolari utilizzate dopo la fine della Guerra fredda per descrivere i drammatici cambiamenti nella sicurezza globale, nei modi di conduzione della guerra e nei tipi di minacce che i paesi occidentali si trovano a fronteggiare. Come nel caso di molti concetti a esso collegati, come minaccia asimmetrica, iper-terrorismo e la più vasta idea di "nuove guerre", la sua fortuna è aumentata in seguito agli attacchi dell'11 settembre 2001, quando sembrava che un rivoluzionario cambiamento negli affari militari fosse in corso. Questo libro tenta di gettar luce, in maniera critica, sul concetto di 4GW in generale e d'individuare le possibili contromisure a sfide che possono essere catalogate sotto l'etichetta della 4GW.

L'uomo che fissa le capre

Ronson Jon
Einaudi 2009

Non disponibile

16,00 €
Un gregge di capre è chiuso in un centro di comando delle forze speciali americane, le truppe le fissano cercando di stordirle con gli occhi. Soldati americani cantano al nemico canzoncine per bambini. Il direttore dei servizi segreti militari statunitensi si lancia contro un muro convinto di poterlo attraversare, e si spacca il naso. Jon Ronson ricostruisce la storia vera delle incredibili attività tuttora praticate dalla Sicurezza Interna americana, svelando gli aspetti più sconcertanti del conflitto made in Usa in un libro tanto esilarante quanto agghiacciante. Dopo la traumatica esperienza in Vietnam, il colonello Jim Channon propose al Pentagono di rivoluzionare l'esercito americano attraverso il suo Manuale del Primo Battaglione Terra: un testo new age che sostituiva i classici strumenti bellici di distruzione e morte con espedienti piú etici. Musiche ambient per placare gli animi del nemico, agnellini per sciogliergli il cuore, schiuma appiccicosa immobilizzante, strumenti divinatori, manipolazione psichica. Gli uomini di Channon erano certi di poter attraversare i muri o di uccidere con la sola forza dello sguardo. E facevano sul serio. Tanto che le loro tecniche sono state impiegate dopo l'11 settembre nella guerra al Terrore. Un reportage documentato e, al tempo stesso, comico sull'esercito e l'intelligence americani.

Manuale di studi strategici. Da Sun...

Giacomello Giampiero
Vita e Pensiero 2009

Non disponibile

29,00 €
Che cos'è la strategia? Esistono alcuni principi 'immutabili' della guerra? Che cosa sono le 'nuove guerre', i 'conflitti asimmetrici' e la 'guerra fra la gente'? E gli 'studi strategici'? Domande come queste hanno attirato l'attenzione di molti studiosi, da Tucidide a Sun Tzu, da Machiavelli a Clausewitz, per arrivare ai contemporanei Liddell Hart, Kissinger, Luttwak e molti altri. Muovendo dall'opera di tali autori, il volume intende spiegare in modo sintetico da dove provengono i concetti e i termini riferiti alla strategia, che spesso i media utilizzano così male, chiarire quali dinamiche condizionano il ricorso alla forza militare da parte dei governi e segnalare quegli strumenti (come il controllo degli armamenti e il peacekeeping) che possono oggi limitarne le conseguenze.

Militaria. Tecnologie e strategie

Jean Carlo
Franco Angeli 2009

Non disponibile

22,50 €
Il volume raccoglie una serie di articoli scritti negli ultimi anni su tematiche della sicurezza e della pianificazione delle Forze Armate. La prima sezione si riferisce all'evoluzione tecnologica ed al suo impatto sulla struttura delle forze e sulle dottrine strategiche e tattiche. Viene particolarmente approfondito l'impatto delle nuove tecnologie dell'informazione. Esse hanno trasformato le strutture militari, tradizionalmente gerarchiche, in reti. La seconda sezione riguarda la cosiddetta "fine dell'ordine militare" e della convenzione, in vigore dopo la pace di Westfalia, secondo cui chi era sconfitto in battaglia si riconosceva vinto anche politicamente. Oggi, la guerra "simmetrica", di tipo tradizionale, è generalmente seguita dalla "guerra dopo la guerra", oppure sostituita da quella "asimmetrica" o "di quarta generazione". La vittoria militare è qualcosa del tutto diverso da quella politica. La terza sezione tratta delle guerre e delle tecnologie e strategie in campo aereo e marittimo, con cenni a quelle utilizzate nelle due nuove dimensioni geo-strategiche: lo spazio extra-atmosferico ed il cyberspazio. La quarta ed ultima sezione tratta dell'intelligence e delle sue trasformazioni dovute al mutamento della natura dei conflitti e alla maggiore rilevanza delle loro dimensioni umane, sociali, culturali e storiche, rispetto a quelle materiali e tecnologiche.

L'Europa sicura. Le politiche di...

Giusti S.
EGEA 2008

Non disponibile

22,00 €
A cinquant'anni dalla firma dei Trattati di Roma, l'Unione Europea ha contribuito a creare uno spazio di sicurezza e stabilità, realizzando l'obiettivo primario di pace e sviluppo perseguito dai sei Stati fondatori. Gli Stati membri sono ora ventisette e, attraverso l'allargamento a Est, le istituzioni comunitarie hanno ricomposto le fratture prodotte dalla Guerra fredda. Negli stessi anni in cui si faceva carico dell'unificazione, l'Unione Europea si trovava impreparata di fronte a vecchie e nuove minacce: le guerre in Jugoslavia e Kosovo, le ripetute crisi in Medio Oriente, fino agli attentati terroristici a Madrid e Londra. Di fronte a sfide così vicine e urgenti, quali sono le potenzialità dell'Unione come security provider? Come superare i limiti di un apparato istituzionale macchinoso e ancora dominato da interessi nazionali contrastanti? E se anche l'Europa diventasse più forte e assertiva, come cambierebbero i suoi rapporti con il resto del mondo? Il volume risponde a queste domande attraverso la descrizione delle politiche finora messe in atto dall'Unione e l'analisi critica e puntuale dei successi e fallimenti dell'Unione Europea nel settore della sicurezza.

Operazioni speciali nell'età della...

Harari Yuval N.
Libreria Editrice Goriziana 2008

Non disponibile

24,00 €
Le operazioni speciali (spionaggio, sabotaggio, infiltrazione, controinformazione ecc...) sono oggetto di studio dell'arte della guerra soprattutto a partire della Seconda guerra mondiale. Questo studio innovativo getta una luce del tutto originale sulla pratica delle operazioni di guerra non convenzionale presenti già nel Medioevo.

La moneta e la spada. La sicurezza...

Andreatta F.
Il Mulino 2007

Non disponibile

16,50 €
Oggi più che mai si torna a parlare di difesa comune europea intesa come unica prospettiva in grado di permettere all'Europa di contribuire seriamente alla sicurezza mondiale, soprattutto alla luce del mutato contesto internazionale e delle nuove minacce globali. Il percorso da intraprendere è quello di un'efficacia più rilevante della difesa europea, che vada di pari passo con quello della crescente necessità di una maggiore integrazione. Infatti, il processo d'integrazione - politica e militare - è il solo strumento che può consentire all'Europa di diventare un attore con voce autorevole nel proscenio internazionale. La strada è ancora lunga, sebbene significativi miglioramenti delle capacità comuni europee siano stati realizzati. In particolare, paiono ineluttabili sia un maggiore investimento sulle nuove tecnologie, sia una più veloce modernizzazione delle strutture militari. L'ipotesi - che emerge da un'analisi puntuale dei progressi conseguiti e dei passi ancora da compiere nell'ambito di un quadro internazionale caratterizzato da dinamiche nuove non è però quella necessariamente di un aumento delle risorse, ma di una loro riallocazione nell'ottica, sempre, di una decisa integrazione.

La difesa europea

Missiroli Antonio
Il Nuovo Melangolo 2007

Non disponibile

25,00 €
"L'Europa integrata, nata essa stessa da un pacifico patto multilaterale, priva di ambizioni imperiali, ma ricca di esperienza storica e sapienza diplomatica, non potrebbe che sviluppare, nel contesto mondiale, una politica coerente con questo suo patrimonio genetico. Una politica quindi radicata nel multipolarismo e volta a privilegiare lo strumento politico su quello militare. Una politica diretta a rafforzare il ruolo delle istituzioni internazionali, in primo luogo l'ONU, che potrebbe trovare in un esercito europeo uno dei bacini privilegiati cui attingere per dar vita a una polizia internazionale volta a garantire un ordine mondiale meno violento. Ma anche una politica capace di far ricorso alla forza quando i mezzi della diplomazia siano esauriti e siano in gioco valori e interessi fondamentali. In questa prospettiva, per l'Italia, una politica estera e di difesa europea costituisce il miglior mezzo di dare attuazione all'articolo 11 della Costituzione". (Dalla prefazione di Luciano Angelino)

Cambio di rotta. La dottrina Bush e...

Simoni Alberto
Lindau 2007

Non disponibile

19,00 €
La campagna per la sostituzione del regime di Saddam Hussein rischia di tramutarsi nel Vietnam di George W. Bush. La guerra in Iraq avrebbe dovuto rappresentare l'attuazione della dottrina di sicurezza nazionale elaborata nei mesi successivi all'11 settembre, e imperniata sulla diffusione della democrazia in Medio Oriente. Invece la ricetta di Bush è rimasta impantanata fra il Tigri e l'Eufrate. Così l'America, distratta dal caos iracheno, si è trovata costretta a cambiare rotta: a cedere dapprima agli europei il bastone del comando sul dossier nucleare iraniano e quindi a rivedere la sua strategia nel Golfo. Il "fiasco" è figlio di una concezione radicale portata al Pentagono da Donald Rumsfeld: la convinzione che la guerra leggera e la tecnologia bastino per vincere i conflitti e assicurare la pace. E di un'errata comprensione della natura della battaglia che gli Stati Uniti sarebbero andati a combattere a Baghdad: un'azione di regime change, non un conflitto per ripristinare lo status quo. E nelle stanze del Pentagono quindi, e ancor prima che i soldati mettessero piede in Iraq, che è stata annacquata la "Dottrina Bush". Che resta un'idea fortemente americana e ben radicata nella tradizione nazionale.

Strategia. La logica della guerra e...

Luttwak Edward N.
Rizzoli 2001

Non disponibile

18,59 €
Secondo Edward Luttwak, studioso di storia militare, consulente strategico del governo americano e commentatore politico, ogni guerra è un'esperienza unica e irripetibile; eppure, nel corso degli anni e dei secoli, emergono similitudini, modelli comuni, li