Privatizzazioni

Active filters

Privatizzare o nazionalizzare le...

Giovannelli Aldo
Palombi Editori

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Non è certo un accidente della storia se un libro, scritto da un protagonista del mondo delle Partecipazioni Statali, pensato come consapevole racconto di fatti rilevanti per la realtà italiana, al fine di tenerne memoria anche in futuro, divenga analisi di strettissima attualità, nel bel mezzo dell'ennesima tragedia nazionale come quella del ponte Morandi di Genova? Le istituzioni pubbliche sono indispensabili per tracciare il disegno delle reti, effettuare le scelte di medio-lungo periodo, rendere espliciti i programmi, indicare poi come realizzare le opere e individuare le modalità di finanziamento e gestione più opportune con il concorso del settore privato. Manca il coraggio di una visione che oltrepassi gli aggiustamenti estemporanei e il piccolo cabotaggio, per ottenere risultati, in Italia, disattesi da anni come l'integrazione fra infrastrutture stradali, autostradali, ferroviarie e dei grandi aeroporti.Può un paese trascurare le infrastrutture e l'assetto del territorio? Risponde a verità quanto affermato da Michael E. Porter e riportato nel libro che un Paese senza investimenti infrastrutturali non ha avvenire? Prefazione di Giuseppe Roma.

British Rail privatisation: recent...

Patuelli Alessia
Pisa University Press

Disponibile in libreria in 5 giorni

7,00 €
Il volume, andando a inserirsi nel filone di ricerca riguardante i processi di aziendalizzazione nei servizi pubblici, si propone di comprendere le ragioni, gli obiettivi e le conseguenze della riforma inglese in campo ferroviario. Attraverso l'approfondimento di documenti e interviste, il volume analizza il processo di privatizzazione e introduzione di concorrenza delle ferrovie in Inghilterra e il ruolo dello Stato in tale processo, cambiato da "imprenditore" a "regolatore". Il contributo si caratterizza per un'analisi di lungo periodo, che prende avvio dal secondo dopoguerra, negli anni in cui British Ralways era un'azienda pubblica, per poi andare a percorrere le ragioni e gli obiettivi della privatizzazione degli anni '90, inserendo tali eventi nelle più ampie logiche del New Public Management. Infine, il contributo si spinge sino ai giorni nostri, analizzando i cambiamenti intercorsi nel sistema di franchise e alcuni principali tratti delle aziende che vanno a inserirsi nella competizione nel mercato inglese.

Aiuto mi vendono casa. Manuale di...

Marcovalerio

Non disponibile

3,00 €
La legge che ha imposto agli enti previdenziali di dismettere il proprio patrimonio immobiliare rappresenta un'opportunità significativa per gli inquilini, che hanno la possibilità di acquistare la casa in cui abitano a prezzi inferiori alle quotazioni di mercato. Organizzare l'acquisto non è tuttavia semplice: occorre coalizzarsi e cooperare, affrontare questioni legali e finanziarie complesse, superare dubbi e diffidenze. Questo piccolo libretto non vuole essere un manuale, ma soltanto un diario di bordo, nato dalla testimonianza di chi ha vissuto questa esperienza in prima persona, nell'intento di rassicurare e consigliare chi deve ancora affrontarla.

Ah! L'Italia

Nuzzi Glauco
IBN

Non disponibile

15,00 €
Quando la Compagnia passò dalle mani dei fondatori a quelle dei politici, quasi sempre incapaci, ma quasi mai onesti, cominciò il suo lento declino. Queste note, scritte sotto forma autobiografica con il solo intento di presentare delle immagini reali e vissute, come le viveva un dipendente, hanno lo scopo di rappresentare un quadro dell'Alitalia, fra gli anni '70 e 2000 circa. Non so oggi se e che cosa sia cambiato, ma la situazione attuale non appare rosea.

Privatizzazione e liberalizzazione...

Massarutto A.
Forum Edizioni

Non disponibile

16,00 €
Il mondo dei servizi pubblici ha conosciuto nell'ultimo ventennio importanti trasformazioni sotto l'insegna della liberalizzazione e più in generale della ricerca di un più proficuo rapporto pubblico-privato. Sono cambiate le logiche di erogazione dei servizi, sempre più assimilabili a beni di mercato, quindi anche le strategie degli enti locali, che da erogatori-produttori si sono trasformati in acquirenti di attività svolte da imprese industriali. Il presente lavoro, frutto di studi condotti sulla realtà del Friuli Venezia Giulia nell'ultimo quinquennio, intende offrire un contributo al dibattito che si è acceso anche nella nostra regione sugli assetti proprietari e la regolazione delle "public utilities" locali, sulle strategie di ristrutturazione di importanti settori industriali (dall'acqua ai rifiuti, dai trasporti all'energia), sulle scelte in materia di nuove infrastrutture e sui modelli di governance sviluppati in campi particolari come la sanità e la cultura.

Despecializzazione e...

20,66 €
Il volume raccoglie gli atti del Convegno promosso dalla Facoltà di Economia dell'Università di Salerno, sede di Benevento, in occasione del centenario dell'istituzione della Banca d'Italia che è caduto nella fase di riassetto del sistema bancario e creditizio, culminato con la promulgazione del Testo Unico. Non a caso il riassetto del sistema vede la Banca d'Italia protagonista e motore sia in sede nazionale che in sede comunitaria del processo di rinnovamento. La neonata Facoltà ha inteso valorizzare questo particolare momento per promuovere una riflessione interdisciplinare sulla despecializzazione e privatizzazione degli enti creditizi e sul ruolo dell'Autorità di vigilanza nel gestire la fase di trapasso.

Servizio sociale e libera...

Albano Ugo
Carocci

Non disponibile

20,00 €
Il nuovo welfare apre interessanti prospettive per realizzare la libera professione nel servizio sociale. Il testo analizza la libera professione dal punto di vista sociologico, ne verifica la fattibilità nell'odierno mercato, dà gli strumenti al lettore per poter realizzare un proprio progetto imprenditoriale. A tal fine vengono esaminati tutti i modelli attuali di servizio sociale libero-professionale in Italia e vengono fornite le coordinate giuridico-economiche per la realizzazione di simili esperienze.

L'azienda guerra

Azzellini D.
Manifestolibri

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Un gruppo di studiosi descrive e analizza l'impiego delle aziende militari in diverse aree del mondo e le trasformazioni che questo impiego comporta nella guerra contemporanea divenuta una forma permanente dell'ordine globale. La guerra come impresa realizza in forma paradigmatica gli obiettivi del neoliberismo: trasferire al privato anche la più propria delle prerogative statali e aprire un campo senza confini alla realizzazione del profitto.

Acqua sporca. Il gorgo nero delle...

Di Dio Fulvio
Eir

Non disponibile

11,90 €
I venti di privatizzazione giunti anche in Italia scorrono come fiumi di denaro per confluire nelle tasche delle multinazionali, a discapito degli utenti e dell'ambiente. I motivi e la voce di quanti si oppongono alla rapina del secolo, con la complicità di tutto il mondo politico. L'esperto legale e ambientale Fulvio Di Dio dipinge un inquietante affresco dei rapporti spesso sospetti tra Comuni, aziende e colossi industriali. Dal caso arsenico alle rivolte in Sudamerica, dalle accuse ai potenti alle voci dei più deboli, "Acqua sporca" è una panoramica lucida sulle mille bugie raccontateci per convincerci che l'intervento privato sia la panacea di ogni male.

L'acqua (non) è una merce. Perché è...

Martinelli Luca
Altreconomia

Non disponibile

12,00 €
L'acqua è ormai una merce. E con la benedizione di politici e media si appresta a diventare - da bene comune e diritto di tutti - un affare per pochi. Una torbida verità la cui fonte è la recente riforma dei servizi pubblici locali. Questo libro ricostruisce la storia della privatizzazione dell'acqua in Italia dal 1994 a oggi, dimostrando come e perché la gestione pubblica degli acquedotti può essere la più efficiente. Per tenere, come scrive Erri De Luca nel prezioso testo inedito che apre il libro, "il conto delle gocce". «L'acqua è un bene comune. Privatizzarne la gestione vuol dire mercificare un diritto. Ma un diritto non si vende, semmai si tutela. Se il mercato vuol farci pagare l'acqua, come fosse un prodotto qualsiasi, noi rispondiamo: l'acqua è già nostra, l'acqua è di tutti noi». Luca Martinelli è giornalista e redattore del mensile "Altreconomia". Ha svolto ricerche in ambito universitario sulla privatizzazione dei servizi pubblici locali. È esperto delle tematiche legate all'acqua.

L'acqua è una merce. Perché è...

Martinelli Luca
Altreconomia

Non disponibile

10,00 €
L'acqua è ormai una merce. E con la benedizione di politici e media si appresta a diventare - da bene comune e diritto di tutti - un affare per pochi. Una torbida verità la cui fonte è la recente riforma dei servizi pubblici locali. Questo libro ricostruisce la storia della privatizzazione dell'acqua in Italia dal 1994 a oggi, dimostrando come e perché la gestione pubblica degli acquedotti può essere la più efficiente. Per tenere, come scrive Erri De Luca nel prezioso testo inedito che apre il libro, "il conto delle gocce". «L'acqua è un bene comune. Privatizzarne la gestione vuol dire mercificare un diritto. Ma un diritto non si vende, semmai si tutela. Se il mercato vuol farci pagare l'acqua, come fosse un prodotto qualsiasi, noi rispondiamo: l'acqua è già nostra, l'acqua è di tutti noi». Luca Martinelli è giornalista e redattore del mensile "Altreconomia". Ha svolto ricerche in ambito universitario sulla privatizzazione dei servizi pubblici locali. È esperto delle tematiche legate all'acqua.

Beni pubblici e comunità private....

Foldvary Fred
IBL Libri

Non disponibile

24,00 €
Sembra ovvio che realtà quali le strade, i parchi, le dighe o i servizi anti-incendio debbano essere appannaggio dello Stato. In questo libro, invece, Fred Foldvary dimostra come i beni collettivi possano essere forniti da libere imprese all'interno di un processo competitivo. Respingendo le argomentazioni legate ai supposti fallimenti del mercato, l'autore esamina con grande attenzione alcuni esempi concreti di comunità private: Disney World, Reston (in Virginia), i quartieri privati di St. Louis, Arden e altri ancora. Quello che emerge è un panorama variegato e plurale, che mostra come l'intraprendenza umana possa seguire i percorsi più diversi, ma come essa sia sempre una risorsa fondamentale per la soluzione delle più diverse difficoltà. Foldvary evidenzia che riportando la creatività dei singoli e la libertà d'associazione al centro della scena è possibile rilanciare le città e rimediare con efficacia al loro degrado.

Die totale Privatisierung. Ein...

Peterlini Oskar
Prokopp & Hechensteiner

Non disponibile

52,00 €
La tensione tra il pubblico e il privato non è nuova. La storia purtroppo si ripete senza che l'umanità ne avesse tratta la lezione. Il saggio affronta criticamente la questione della privatizzazione alla luce neoliberale dell'Europa e delle recenti crisi finanziarie che colpiscono le fasce più deboli.

Caro-energia. Scenari e prospettive

Paganetto L.
Donzelli

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,50 €
La situazione energetica italiana richiede l'attuazione rapida di quella che oramai è considerata, e a ragione, una priorità per il futuro della nostra economia all'interno dell'area europea. La predisposizione di un piano energetico adeguato e nuove polit

Privatizziamo! Ridurre lo Stato...

Blasoni Massimo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
L'organizzazione sociale che conosciamo non è l'unica possibile. Siamo solo abituati a pensarlo il fatto che uffici pubblici, scuola, sanità, pensioni, acqua, siano attività gestite direttamente dallo stato non è frutto di un ordine necessario. "Privatizziamo!" vuol dimostrare che un diverso modello è possibile e migliora la vita di famiglie e imprese.

Privatizzazione e cambiamento nel...

Farinella Domenica
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

21,00 €
Negli ultimi anni si è assistito a una progressiva liberalizzazione e contestuale privatizzazione di molte attività di servizio pubblico. Poco ancora è stato indagato su quali siano gli effetti concreti e visibili delle privatizzazioni e dei processi di cambiamento organizzativo, al di là degli intenti più o meno retorici con i quali sono stati sostenuti dall'apparato politico. Questo studio si propone di analizzare tali fenomeni in un'organizzazione di servizio pubblico in via di privatizzazione, Poste italiane. In particolare l'attenzione empirica viene riservata a un centro di smistamento postale di una città di media grandezza del Sud Italia.

Le privatizzazioni in Italia

Barucci Emilio
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Sono passati quindici anni dall'inizio delle privatizzazioni in Italia. Il processo è stato di dimensioni assai rilevanti e ha mutato profonda mente l'economia del paese. Il testo offre una riflessione a tutto tondo sulle privatizzazioni in Italia sulla base dei fatti e di considerazioni di analisi economica. Tra gli altri temi, il libro valuta il recupero di efficienza delle imprese privatizzate, la rispondenza delle privatizzazioni al piano proposto dai governi e ai dettami della teoria economica in materia, gli assetti proprietari delle società privatizzate, il ruolo della regolamentazione.

Privatizzazioni e innovazione....

Munari Federico
Carocci

Non disponibile

20,30 €
Nel corso degli ultimi venti anni, le privatizzazioni hanno radicalmente modificato i sistemi economici e finanziari di numerosi paesi e contribuito ad accelerare i programmi di riposizionamento strategico delle imprese coinvolte. Questo volume, che si apre con una prefazione di Gianni Lorenzoni, analizza con una logica di ricerca interdisciplinare le relazioni tra i processi di privatizzazione e la capacità di generare innovazione a livello di impresa e di paese. Le realtà presentate si riferiscono alle esperienze dei centri di ricerca e sviluppo dei maggiori gruppi privatizzati in Italia (ENEL, ENI, ILVA e Telecom Italia) e alle principali operazioni di privatizzazione condotte in Europa occidentale, di cui si studiano le conseguenze sul livello degli investimenti in R&S e sull'attività brevettuale. Il libro rappresenta un contributo originale al dibattito sugli effetti economici e sociali delle privatizzazioni, tradizionalmente incentrato sui risultati di breve periodo relativi all'efficienza statica, ma ancora carente sul versante dei risultati di lungo termine; particolarmente rilevanti le implicazioni per l'azione manageriale e per le decisioni di politica industriale mirate a fronteggiare ex ante o ex post questo genere di cambiamenti istituzionali e competitivi.

Beni comuni. Un manifesto

Mattei Ugo
Laterza

Disponibile in libreria

8,50 €
"Quando lo Stato privatizza una ferrovia, una linea aerea o la sanità, o cerca di privatizzare il servizio idrico integrato (cioè l'acqua potabile) o l'università, esso espropria la comunità (ogni suo singolo membro prò quota) dei suoi beni comuni (proprietà comune), in modo esattamente analogo e speculare rispetto a ciò che succede quando si espropria una proprietà privata per costruire una strada o un'altra opera pubblica". In questo agile volume Ugo Mattei ragiona attorno a un tema di grande attualità internazionale perché pensare ai beni comuni significa "innanzitutto utilizzare una chiave autenticamente globale che pone al centro il problema dell'accesso e dell'uguaglianza reale delle possibilità su questo pianeta". Dalla lotta per l'università e la scuola pubblica a quella per l'informazione critica; dalle battaglie contro il precariato e per un lavoro di qualità a quelle contro lo scempio e il consumo del territorio; dalla lotta contro la privatizzazione della rete internet a quella contro le grandi opere (TAV, Dal Molin, Ponte sullo stretto), i beni comuni ci riguardano da vicino. Ugo Mattei li considera come riconquista di spazi pubblici autenticamente democratici, base per un pensiero politico e istituzionale nuovo e radicalmente alternativo fondato sulla qualità dei rapporti e non sulla quantità dell'accumulo.

L'aereo di carta. Con DVD

Gazzoli Guido
Editori Riuniti

Non disponibile

14,90 €
"L'Aereo di Carta" nasce come un vero e proprio manuale d'istruzioni per la visione di "Tutti giù per aria", il docu-film autoprodotto dai lavoratori Alitalia sulla vertenza che ha portato al Commissariamento della Compagnia di Bandiera e alla nascita della nuova Compagnia Aerea Italiana. Siamo certi infatti che per comprendere bene la rabbia e il dolore di migliaia di persone, tutto fuorché gli "irresponsabili" dipinti dai media durante quel periodo, serva conoscere gli antefatti che hanno permesso che tutto questo accadesse: la storia della Compagnia vista dall'occhio di due Assistenti di Volo, la sua prolungata agonia portata fino al fallimento, simbolo stesso del declino che interessa il tessuto produttivo del nostro Paese. Così come emblematico è il modello del nuovo sistema di relazioni politiche e sindacali, ma anche sociali e soprattutto umane, interpretato alla perfezione dalla Cai. "L'Aereo di Carta" insieme al docu-film "Tutti giù per aria" è il modo di raccontare questa storia dalla parte dei vinti, attraverso le loro testimonianze dirette, ma anche grazie alla partecipazione da parte dell'artista Ascanio Celestini, del Premio Nobel Dario Fo e del giornalista Marco Travaglio, nonché di una serie di preziosi contributi da parte di giornalisti, sindacalisti, politici e esperti che da tanto tempo seguono le tribolazioni di Alitalia, tra i quali segnaliamo Giorgio Cremaschi, Gianni Dragoni, Andrea Giuricin, Ugo D'Arrigo, Paolo Ferrerò, Monica Cirinnà e Francesco Piccioni.

Poteri pubblici dopo la...

Spattini G. Claudio
Giappichelli

Non disponibile

29,00 €
La vicenda della privatizzazione delle imprese pubbliche in Italia, specialmente la sua accelerazione a partire dai primi anni Novanta del secolo scorso, è ancora di grande attualità ed è entrata spesso nella polemica politica e perfino negli argomenti delle campagne elettorali, data la sua indubbia rilevanza per i policy makers anche per le conseguenze sull'assetto della finanza pubblica e privata. Poiché si tratta appunto di un tema che mette in gioco questioni ben più ampie, come quella dei rapporti tra Stato e mercato, appare giustificata la scelta di un approccio interdisciplinare, tra politica, economia e diritto; allo stesso tempo però le domande cui intenderebbe rispondere questo volume sono prevalentemente di tipo giuridico. Esiste una correlazione tra la "decisione politica" di privatizzare le imprese e l'accoglimento di una determinata nozione di "Costituzione economica"? Gli strumenti legislativi e amministrativi di attuazione della suddetta decisione sono conformi al contenuto delle Costituzioni italiana e comunitaria come sono interpretabili oggi? I poteri che lo Stato si è ancora riservato dopo le varie fasi della privatizzazione delle società pubbliche, soprattutto attraverso l'istituto della c.d. "golden share", sono compatibili con il diritto comunitario, o comunque giustificabili secondo la logica del mercato? Qual è la vera natura giuridica di quei poteri? È ipotizzabile un "diritto amministrativo dell'economia" conforme alla disciplina costituzionale?