Privatizzazioni

Filtri attivi

Beni comuni. Piccola guida di...

Mattei Ugo
Marotta e Cafiero 2020

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Che cosa sono i beni comuni? Prova a spiegarcelo Ugo Mattei in questo breve saggio. Quando sono nati i beni comuni? Qual la situazione attuale in Italia e nel mondo? Perchbisogna difenderli? Che rapporto c'tra i beni comuni e l'ambiente? In che modo metterli al centro dell'agenda politica? Sono solo alcune della domande a cui Mattei prova a dare una risposta.

Ah! L'Italia

Nuzzi Glauco
IBN 2018

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Quando la Compagnia passò dalle mani dei fondatori a quelle dei politici, quasi sempre incapaci, ma quasi mai onesti, cominciò il suo lento declino. Queste note, scritte sotto forma autobiografica con il solo intento di presentare delle immagini reali e vissute, come le viveva un dipendente, hanno lo scopo di rappresentare un quadro dell'Alitalia, fra gli anni '70 e 2000 circa. Non so oggi se e che cosa sia cambiato, ma la situazione attuale non appare rosea.

Privatizzare o nazionalizzare le...

Giovannelli Aldo
Palombi Editori 2018

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Non è certo un accidente della storia se un libro, scritto da un protagonista del mondo delle Partecipazioni Statali, pensato come consapevole racconto di fatti rilevanti per la realtà italiana, al fine di tenerne memoria anche in futuro, divenga analisi di strettissima attualità, nel bel mezzo dell'ennesima tragedia nazionale come quella del ponte Morandi di Genova? Le istituzioni pubbliche sono indispensabili per tracciare il disegno delle reti, effettuare le scelte di medio-lungo periodo, rendere espliciti i programmi, indicare poi come realizzare le opere e individuare le modalità di finanziamento e gestione più opportune con il concorso del settore privato. Manca il coraggio di una visione che oltrepassi gli aggiustamenti estemporanei e il piccolo cabotaggio, per ottenere risultati, in Italia, disattesi da anni come l'integrazione fra infrastrutture stradali, autostradali, ferroviarie e dei grandi aeroporti.Può un paese trascurare le infrastrutture e l'assetto del territorio? Risponde a verità quanto affermato da Michael E. Porter e riportato nel libro che un Paese senza investimenti infrastrutturali non ha avvenire? Prefazione di Giuseppe Roma.

La cultura ai privati. Il...

Musumeci T. S. (cur.)
CEDAM 2012

In libreria in 3 giorni

17,00 €
La tutela e la valorizzazione dei beni culturali viene affrontata sotto il profilo dell'iniziativa privata che affianca e corrobora l'intervento pubblico, soprattutto per la gestione e la fruizione dei beni stessi. Vengono analizzati alcuni istituti di partenariato pubblico e privato, in particolare quelli attualissimi della sponsorizzazione e del project financing. La crisi economica incentiva vieppiù il coinvolgimento di risorse private, che generano altresì lo sviluppo del territorio anche sotto il profilo turistico.

Il benicomunismo e i suoi nemici

Mattei Ugo
Einaudi 2015

In libreria in 5 giorni

11,00 €
I beni comuni emergono nelle lotte contro la privatizzazione, ossia la sottrazione di spazi e il diniego dell'accesso a luoghi comuni (fisici o simbolici) che alcuni detentori di potere concentrato perpetrano nei confronti di tutti gli altri. A partire da

Stato e mercato nella Seconda...

Barucci Emilio
Il Mulino 2010

In libreria in 5 giorni

28,00 €
L'Italia ha portato avanti, negli anni Novanta, un piano di privatizzazioni secondo solo all'Inghilterra ed ha affidato la regolazione di molti settori ad autorità indipendenti dalla politica. Un cambiamento radicale del ruolo dello Stato nell'economia, enfatizzato facendo riferimento a una nuova costituzione economica. A distanza di quindici anni non è facile fare il punto della situazione perché il settore pubblico continua a offrire ai consumatori carburante ed elettricità, oltre che servizi postali e di trasporto; lo Stato continua a occuparsi di infrastrutture, di incentivi all'innovazione e alle energie rinnovabili. Dunque l'attuale sistema di governo si è assestato su un equilibrio che è ben lontano da quello a cui si ambiva: l'assetto regolatorio è incompleto, alcune società pubbliche sono gestite secondo una logica meramente privatistica, altre sono abbandonate alle loro inefficienze e persistono rendite significative. Un quadro in larga misura sconfortante che stride con l'idea che il nuovo assetto di governo dell'economia avrebbe permesso di liberare l'Italia da lacci e lacciuoli sprigionando energie positive per la crescita del paese.

Beni pubblici e comunità private....

Foldvary Fred
IBL Libri 2010

In libreria in 5 giorni

24,00 €
Sembra ovvio che realtà quali le strade, i parchi, le dighe o i servizi anti-incendio debbano essere appannaggio dello Stato. In questo libro, invece, Fred Foldvary dimostra come i beni collettivi possano essere forniti da libere imprese all'interno di un processo competitivo. Respingendo le argomentazioni legate ai supposti fallimenti del mercato, l'autore esamina con grande attenzione alcuni esempi concreti di comunità private: Disney World, Reston (in Virginia), i quartieri privati di St. Louis, Arden e altri ancora. Quello che emerge è un panorama variegato e plurale, che mostra come l'intraprendenza umana possa seguire i percorsi più diversi, ma come essa sia sempre una risorsa fondamentale per la soluzione delle più diverse difficoltà. Foldvary evidenzia che riportando la creatività dei singoli e la libertà d'associazione al centro della scena è possibile rilanciare le città e rimediare con efficacia al loro degrado.

I signori delle autostrade

Ragazzi Giorgio
Il Mulino 2008

In libreria in 5 giorni

18,00 €
L'analisi economica del settore riguardante le concessionarie di autostrade consente di valutare gli intrecci tra interessi statali e locali, tra interessi pubblici e privati e i vari modi in cui i privati riescono ad accaparrarsi rendite a scapito della collettività. Avendo applicato per primo, dagli anni '20, l'istituto della concessione per lo sviluppo delle autostrade e avendo privatizzato per primo la maggiore concessionaria di Stato, il nostro paese è, in questo senso, un eccellente caso di studio. Rivalutazioni monetarie, proroghe delle concessioni e regolazione delle tariffe possono generare alti profitti senza che l'opinione pubblica ne percepisca in nessun modo i costi. Questo volume, nell'illustrare le distorsioni del sistema e i privilegi delle concessionarie di autostrade in Italia, traccia una storia emblematica dei fallimenti dello Stato come regolatore di monopoli naturali. Oltre a una critica radicale dei presupposti stessi del sistema concessorio, nella sua disamina l'autore avanza anche alcuni suggerimenti per una diversa politica del settore.

Servizio sociale e libera...

Albano Ugo
Carocci 2008

In libreria in 5 giorni

20,00 €
Il nuovo welfare apre interessanti prospettive per realizzare la libera professione nel servizio sociale. Il testo analizza la libera professione dal punto di vista sociologico, ne verifica la fattibilità nell'odierno mercato, dà gli strumenti al lettore per poter realizzare un proprio progetto imprenditoriale. A tal fine vengono esaminati tutti i modelli attuali di servizio sociale libero-professionale in Italia e vengono fornite le coordinate giuridico-economiche per la realizzazione di simili esperienze.

Le privatizzazioni in Italia

Barucci Emilio
Carocci 2007

In libreria in 5 giorni

12,00 €
Sono passati quindici anni dall'inizio delle privatizzazioni in Italia. Il processo è stato di dimensioni assai rilevanti e ha mutato profonda mente l'economia del paese. Il testo offre una riflessione a tutto tondo sulle privatizzazioni in Italia sulla base dei fatti e di considerazioni di analisi economica. Tra gli altri temi, il libro valuta il recupero di efficienza delle imprese privatizzate, la rispondenza delle privatizzazioni al piano proposto dai governi e ai dettami della teoria economica in materia, gli assetti proprietari delle società privatizzate, il ruolo della regolamentazione.

Le virtù della concorrenza....

De Vincenti C. (cur.); Vigneri A. (cur.)
Il Mulino 2006

In libreria in 5 giorni

24,00 €
Tutti i maggiori analisti concordano sulla necessità di iniettare forti dosi di competizione nel sistema economico italiano per sconfiggere il rischio del declino, recuperare competitività e riprendere la strada della crescita. Ma l'ultimo quinquennio è stato caratterizzato dallo stallo dei processi di liberalizzazione e dal consolidarsi di posizioni dominanti che penalizzano i consumatori e frenano la capacità di sviluppo dell'economia italiana. Uno dei settori nel quale lo stallo è stato più evidente è quello dei servizi di pubblica utilità.