Interazione sociale

Filtri attivi

Migrazioni. Con aggiornamento online

Ambrosini Maurizio
EGEA 2019

Disponibile in 3 giorni

11,90 €
Che cosa segna il confine tra noi, gli stranieri amici e gli estranei? In omaggio online: contenuti integrativi e versione digitale del testo.

L'ospite e il nemico. La grande...

Simone Raffaele
Garzanti Libri 2018

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

20,00 €
La storia ricorderà i nostri anni come gli anni della Grande Migrazione, cioè quel processo attraverso cui milioni di persone in fuga dall'Africa e dall'Asia si sono messe in marcia verso il continente europeo sperando di trovarvi salvezza e benessere. Mai nella storia si era avuto un flusso tanto imponente e inarrestabile. Per quanto sia difficile stabilirne la portata complessiva, è evidente fin d'ora che esso costituisce uno dei tratti salienti del nuovo mondo che la globalizzazione sta modellando. Per l'identità europea, questa ondata (quasi interamente islamica) comporterà differenze difficilissime a assorbirsi e ancor più a integrarsi: punti di vista drasticamente difformi su temi-chiave per l'Occidente (la laicità, l'uguaglianza uomo-donna, l'amministrazione della giustizia, la separazione tra Stato e fedi), concezioni religiose talvolta aggressive, idee premoderne sullo Stato. L'Europa ha lasciato entrare queste masse senza avere alcun piano di azione comune. La pubblica opinione, per parte sua, si è divisa tra chi vede nello straniero che attraversa il mare un ospite da accogliere e aiutare e chi invece lo addita come un pericoloso nemico. Il libro di Raffaele Simone assume questa contrapposizione e l'analizza fino in fondo. Distinguendo la retorica politica dai fatti, intrecciando una scrupolosa cura dei dati con originali elaborazioni concettuali, dando nomi e definizioni alle nostre paure quotidiane dinanzi al diverso e sfidando i rischi del Politicamente Corretto, Simone offre una riflessione dura, pungente, e propone categorie e criteri per capire che cosa è, cosa significa e cosa comporterà la Grande Migrazione per il Vecchio Continente.

Politiche del quotidiano. Progetti...

Manzini Ezio
Edizioni di Comunità (Roma) 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Le politiche del quotidiano sono quelle che ciascuno di noi mette in atto perseguendo i propri progetti di vita. Possono condurre verso nuove forme di solitudine connessa, oppure contribuire a creare comunità flessibili, aperte, inclusive e, per questo, socialmente sostenibili. Gli esempi riusciti di innovazione sociale ci insegnano che questa seconda strada è praticabile e che, coniugando autonomia e collaborazione, è possibile sviluppare inedite forme di intelligenza progettuale. Per il bene proprio, della comunità di cui si è parte e della società nel suo complesso.

Generazione hikikomori. Isolarsi...

Caresta Anna Maria
Castelvecchi 2018

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

13,50 €
I nostri figli passano moltissimo tempo davanti al computer o allo smartphone, e alcuni giovani stanno incollati a uno schermo addirittura fino a 16-18 ore. Cominciano così a scambiare il giorno con la notte, ad abbandonare gli studi, finché scatta una vera e propria "sindrome da ritiro sociale" e corrono il rischio di diventare hikikomori - da hiki 'ritiro' e komori 'essere rinchiuso'. È questo l'incubo di ogni genitore. "Generazione hikikomori" è un viaggio alla scoperta delle persone, dai 12 ai 40 anni, che si sono tagliate fuori dal mondo e vivono in casa prigioniere di se stesse. In Giappone, dove il disagio si è inizialmente diffuso, gli autoreclusi sarebbero almeno un milione; in Italia il fenomeno si fa sentire già da qualche anno e si stima che i ritirati sociali siano ormai 120mila, tra i 12 e i 26 anni. Anna Maria Caresta ha intervistato sia gli hikikomori giapponesi sia gli operatori sanitari che li prendono in carico, incontrando anche i medici che in Italia si occupano di questo male senza più confini.

La Cina all'Expo di Milano 2015....

Lupano E.
Unicopli 2017

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
A due anni dall'Expo di Milano 2015, le emozioni che il grande evento ha generato sono ancora vive: portando il mondo in città, Expo ha cambiato Milano e tutte le persone che hanno vissuto l'esposizione dal suo interno. Tra questi ci sono i ragazzi - studenti universitari o neolaureati - che l'Istituto Confucio dell'Università degli studi di Milano ha selezionato e formato perché diventassero gli ambasciatori del padiglione della Cina e del padiglione dell'azienda cinese Huiyuan a Expo. Catapultati in un ambiente multiculturale e multilingue, 92 giovani hanno avuto l'occasione di mettere in pratica le proprie competenze di mediatori facendo da ponte tra la Cina e i visitatori internazionali. Questo volume riporta il loro racconto di un'esperienza irripetibile.

Lavorare con le persone. Far...

Thompson Neil
Erickson 2016

Disponibile in 3 giorni  
SUCCESSO E CAMBIAMENTO

19,00 €
Che si tratti di prendersi cura degli altri e dei loro problemi, di gestire collaboratori o di lavorare in team, tutto dipende dalla propria abilità di rapportarsi efficacemente con gli altri. Occorre quindi sviluppare una più matura consapevolezza delle dinamiche che intervengono quando si lavora con le persone e arricchire il proprio bagaglio di competenze nelle relazioni interpersonali. Nel volume viene spiegato come potenziare la propria efficacia personale, gestendo al meglio il tempo lavorativo, valorizzando doti personali e creatività e contrastando lo stress. Vengono poi presentate le varie modalità di interazione con gli altri, che devono essere conosciute e potenziate per generare rapporti di lavoro efficaci. Infine ci si occupa dei processi di lavoro, e quindi delle abilità e dei metodi necessari - soprattutto agli operatori sociali - per affrontare i problemi individuati. In questa nuova edizione, l'autore propone dunque una guida ampliata e aggiornata sulle conoscenze e le competenze essenziali per lavorare con successo con e per gli altri. Scritto in maniera accessibile e ricco di esempi, consigli ed esercizi pratici, il libro è una risorsa per operatori sociali e sanitari, studenti, coordinatori, manager e in generale per chiunque lavori con le persone.

Processi di interazione. Culture,...

Toschi Luca
Bonanno 2016

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il concetto di interazione sociale, ampiamente trasversale a numerosi settori delle scienze del comportamento, è tra i più densi di evoluzioni teoriche, ma allo stesso tempo esposto a generalizzazioni manualistiche non sempre adeguate alla quotidianità del postmoderno. Inversamente, tutti i processi sociali e psicologici implicanti sequenze dinamiche di azioni e reazioni tra individui e gruppi devono misurarsi con rapide ristrutturazioni degli assetti culturali tradizionali, in cui occupa un ruolo di primo piano la funzione pratica e simbolica delle nuove forme di comunicazione. Dopo aver inquadrato la nozione di interazione secondo la prospettiva di rete e quindi come base delle relazioni sociali (interconnessioni prossimali e distali dotate di senso), il volume approfondisce due fenomeni sociali particolarmente sensibili ai mutamenti della contemporaneità: la devianza e l'intimità. In questo contesto, comportamenti tradizionalmente ascritti a fattori individuali (aggressività, sessualità), vengono declinati come interazione patologica e interazione di genere, rilevandone i modelli teorici naturalmente confluenti nel paradigma della postmodernità.

Le vie sbagliate. Giovani e vita di...

Basile Dario
Unicopli 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il libro analizza le difficili vicende di adolescenti, figli della grande migrazione interna, cresciuti nelle isolate periferie di edilizia popolare di Torino. L'autore ripercorre diverse strade, che negli anni hanno acquisito una "cattiva fama" e che nella memoria collettiva sono state associate alla delinquenza minorile, alla droga, al degrado. Terre straniere in città, si potrebbe dire, abitate da 'tamarri', il nomignolo dispregiativo con cui vengono chiamati i ragazzi che abitano le periferie delle grandi città. I fatti narrati sono accaduti principalmente negli anni Settanta, ma capire quello che è successo ai figli dei nostri immigrati interni di ieri ci può dare qualche chiave di lettura in più per interpretare fenomeni attuali e può aiutare a contrastare questa strana idea, che affiora di tanto in tanto nel dibattito pubblico: che alcuni giovani stranieri si "comportano male" a causa del loro retroterra culturale.

L'epoca delle passioni tristi

Benasayag Miguel
Feltrinelli 2013

Disponibile in libreria  
INFANZIA E ADOLESCENZA

8,50 €
I servizi di psichiatria vedono crescere il numero di giovani che accusano forme di disagio psichico. Un fatto allarmante, che più che il segnale di un aumento delle patologie, è il sintomo di un malessere generale che permea la società. Un fenomeno che costringe a interrogarci su che cosa si basi la nostra società, su quali siano le cause delle paure che ci portano a rinchiuderci in noi stessi. I problemi dei più giovani sono il segno visibile della crisi della cultura occidentale fondata sulla promessa del futuro come redenzione laica. Si continua a educarli come se questa crisi non ci fosse, ma la fede nel progresso è sostituita dal futuro cupo, dalla brutalità che identifica la libertà con il dominio di sé, del proprio ambiente, degli altri.

Integrazione. Il modello Italia

Impagliazzo M.
Guerini e Associati 2013

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
È possibile oggi pensare un "modello italiano" per le politiche di integrazione, che tenga conto delle caratteristiche demografiche ed economiche, della storia e della tradizione culturale del nostro Paese. È il fatto nuovo che emerge dalle pagine di questo volume. Una "cultura diffusa" dell'integrazione già si manifesta spontaneamente nelle famiglie, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle associazioni, negli enti locali. È tempo che essa permei anche lo Stato, e che una regia statale gestisca l'immigrazione, accompagni il passaggio dall'emergenza a opportune politiche di integrazione. È ciò che è accaduto a partire dal novembre 2011, con la creazione di un ministero per la Cooperazione internazionale e l'Integrazione. "La nostra può essere una città migliore. Per chi viene da altre storie, per chi viene dalla nostra storia. Per chi costruirà, d'ora in poi, l'unica storia degli italiani di domani. C'è un gap da colmare, c'è una casa comune da edificare. Al di là degli umori, dei luoghi comuni, delle parole gridate o superficiali. Perché la realtà - ed è la realtà che ci viene presentata in questo volume - ci dice che i tempi sono cambiati, sono maturi, che è giunto il momento di passare dall'emergenza e dal silenzio all'integrazione" (dalla presentazione di Marco Impagliazzo). Contributi di Lorenzo Bini Smaghi, Gianpiero Dalla Zuanna, Umberto Eco, Andrea Riccardi.

Essere nel fuoco. Gestire la...

Mindell Arnold
Terra Nuova Edizioni 2011

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Interiore ed esteriore vanno assieme. Politica e lavoro interiore quotidiano non sono separabili. Non si può muovere una critica al mondo senza essere disposti a guardare il mondo di cui siamo portatori, l'universo composito della nostra stessa persona. In questo libro Mindell ci parla di worldwork, ossia di come persone di differente nazionalità ed estrazione sociale possano incontrarsi per indagare assieme i problemi del mondo e allo stesso tempo la propria persona, dimostrandoci come il fuoco della diversità e del conflitto anziché condurre alla discordia, all'intolleranza e alla reciproca ostilità può divenire carburante per generare rapporti autentici, filiali, facendoci scorgere l'umanità che ci accomuna dietro ogni ferita. Sino ad oggi la psicologia, la fisica ed i cambiamenti sociali sono rimasti campi separati. Mindell invece porta la psicologia oltre il lavoro su se stessi, nelle aree ad alta tensione della coscienza sociale; conduce la politica al di là degli interessi immediati e dei problemi mondani e la indirizza verso la costruzione della comunità, il più antico e sacro obiettivo degli esseri umani. Un libro per chiunque si senta impegnato a costruire un nuovo modello di società, indipendentemente dalla propria professione e dal proprio ruolo nel mondo.

Misto europa. Immigrati e nuove...

Romano Beda
Longanesi 2008

Disponibile in 3 giorni

14,60 €
Un reportage su come l'Europa sta cambiando a causa della sua popolazione immigrata. I protagonisti non sono gli immigrati, ma gli europei dell'Ovest, ovvero noi. L'autore non racconta degli sbarchi a Lampedusa o in Spagna, né dei ghetti francesi e del terrorismo islamico in Gran Bretagna. Beda Romano è andato in giro per l'Europa per raccogliere sul campo testimonianze vive e originali. E attraverso resoconti vivissimi da Francia, Irlanda, Germania, Italia, Spagna, Olanda, Belgio, Gran Bretagna e Lussemburgo, ci racconta come stiamo cambiando noi nei mondo della scuola, della cultura, della nazionalità, della demografia, dell'economia, della finanza, della cucina e dei trasporti. La sua tesi è del tutto controcorrente rispetto alle informazioni riportate ogni giorno dai media. Le trasformazioni legate alla forte immigrazione di questi anni non sono affatto un pericolo per la nostra identità, ma viceversa sono di per sé molto positive, in quanto rimettono in discussione molte delle nostre certezze e rappresentano uno scossone salutare al nostro immobilismo.

Adolescenza: introduzione ai...

Fratini Tommaso
Quattroventi 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
L'argomento di questo breve volume è al crocevia tra il tema del disagio in adolescenza, nell'interfaccia con lo sviluppo normale, e quello delle ripercussioni delle forme di disagio sul rapporto dell'adolescente con la scuola, universo nel quale l'allievo è immerso e si confronta nella sua esperienza quotidiana. Il lavoro si è basato sia sui processi di apprendimento e sul rendimento, che sulla relazione dell'adolescente con gli insegnanti, e il suo vissuto legato alla percezione affettiva della scuola in senso più generale.

La cortesia

Mariottini Laura
Carocci 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
La cortesia è una strategia tipicamente umana destinata a favorire le relazioni tra simili e a mitigare l'imposizione di determinate azioni. Essa si esprime in forme differenti a seconda del tipo di cultura: ciascuna lingua possiede infatti diversi modi di concepire il mondo e le relazioni dell'individuo all'interno della società. Il libro, dopo aver presentato una panoramica di studi sulla cortesia, ne esamina i possibili campi di applicazione: l'interazione, le conversazioni in rete, l'insegnamento e la traduzione. Il volume si presenta come uno strumento sia di riflessione analitica sia di formazione per studenti, insegnanti, traduttori, per favorire una partecipazione più consapevole allo scambio comunicativo.

Conflitti e interazione in famiglia

Arcidiacono Francesco
Carocci 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Che cosa si intende per conflitti? In quale modo vengono affrontati e gestiti all'interno della famiglia nel corso delle conversazioni quotidiane? Partendo da queste domande, il volume descrive alcuni aspetti dei conflitti verbali tra genitori e figli preadolescenti, con l'idea che tali situazioni costituiscano una parte essenziale della vita familiare. Accanto a riferimenti teorici e metodologici generali, particolare attenzione è dedicata all'analisi di dati conversazionali nell'ottica della psicologia culturale.

Simboli Aleph

Scardovelli Mauro
Liberodiscrivere edizioni 2007

Disponibile in 3 giorni

10,00 €

L'iceberg nel lago profondo

Bertazzoli M. Teresa
La Rondine Edizioni 2007

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
"Oggi viviamo più che mai in una società tecnologicamente molto avanzata, piena di stimoli, certo molto diversa da quella dei nostri nonni, anche se gli anni trascorsi da allora non sono poi tanti. Sono molti gli studiosi che sostengono che i progressi degli ultimi cinquanta anni sono stati superiori a quelli avvenuti in tutti i secoli scorsi. Questo pone vari problemi se vogliamo osservare il fenomeno da un punto di vista umano e non tecnologico; un quesito può essere, ma l'uomo riesce a stare al passo del progresso con il proprio bagaglio di emozioni e sensazioni?" (dall'Introduzione)

La pace sia con voi?

Davoli Luca
Europa Edizioni 2018

Non disponibile

13,90 €
L'accoglienza era istituzionalizzata duemila anni fa? E allo stesso tempo il pregiudizio era meno evidente? Non possiamo fare della nostra ignoranza il valore aggiunto della modernità... l'unico risultato sarebbe lo scontro perpetuo e l'alzata di muri troppo alti per essere superati. In questo breve testo si elencano una serie di riflessioni, spunti critici, proposte più o meno concrete ed un parziale confronto tra mondi diversi e simili, univoci e bi-direzionali, sintetizzati nell'ossimoro... uguaglianza distinta.

Gli esperimenti nelle scienze sociali

Rago Marina
Franco Angeli 2018

Non disponibile

30,00 €
Con un lavoro durato anni, l'autrice confronta le caratteristiche di una cinquantina di lavori riconosciuti come esperimenti in tre scienze umane (psicologia, sociologia, scienza politica) con i requisiti del metodo sperimentale secondo il modello classico ideata da Galileo e codificato da Torricelli. Descrivendo uno per uno questi esperimenti, riscontra che anche i più celebrati violano molti di questi requisiti, per cui a rigore possono essere definiti delle eccellenti ricerche, alcune delle quali (per es. Milgram, Asch, Zimbardo) hanno lasciato tracce nelle rispettive discipline e nell'opinione pubblica, ma non degli esperimenti. In molti dei saggi che riportano i risultati, inoltre, gli autori non si sono nemmeno preoccupati di precisare come hanno impostato alcuni aspetti fondamentali, rendendo impossibile valutare tali aspetti ma nel contempo denunciando una scarsa sensibilità metodologica.

L'integrazione dei migranti in...

Riniolo
Franco Angeli 2018

Non disponibile

16,00 €
La Svezia si è da sempre distinta dai vicini paesi scandinavi per il suo approccio liberale e multiculturale nelle politiche degli ingressi e di integrazione dei migranti. L'attuale dramma dei rifugiati ha tuttavia fatto vacillare l'idea che si tratti di uno dei luoghi più democratici ed egualitari al mondo. Quali principi e priorità hanno guidato le sue politiche? Si può parlare di effettiva inclusione di coloro che sono nati all'estero e delle seconde generazioni? La ricerca empirica, condotta in questo paese nordico, restituisce un'immagine complessa e sfaccettata di una società che accoglie e, al tempo stesso, esclude. Nella fase storica che sta vivendo, caratterizzata da veloci quanto profondi cambiamenti, la Svezia non può sottrarsi a uno sguardo problematico e aperto a nuove soluzioni per rispondere alle vecchie e nuove sfide poste dalle migrazioni. Una disamina critica su come questo paese scandinavo ha affrontato e gestisce oggi i flussi di migranti e la loro presenza sul territorio rappresenta un'utile riflessione su uno dei temi attuali più dibattuti e controversi e offre, inoltre, una possibile chiave di lettura per la comprensione delle più ampie e articolate dinamiche che stanno interessando l'intera Europa.

Anche se rido ci vedo. Smontiamo i...

Huang Connie
Imprimatur

Non disponibile

14,00 €
"Scusi la domanda, ma lei è un'immigrata? A me non sembra, si veste bene e ha un buon odore!" "Sì signore, mi danno 35 euro al giorno, stanotte ho dormito in un albergo a 5 stelle, e mi hanno dato un iPhone per poter raccontare sui social fatti come questi". "Ma non volevo offenderla!" "Si figuri, sta solo offendendo tutto il genere umano, buona giornata". Episodi come questo sono all'ordine del giorno nella vita di Connie che, dotata di una spiccata intelligenza e della risposta pronta, riesce a uscirne sempre con un sorriso. Con il suo ironico libro Connie si fa portatrice di un messaggio rivolto alla comunità cinese e a quella italiana: «siamo tutti uguali" "l'animo non conosce etnie, colori, razze, sesso, età, ma è esperto di paure e gioie." A soli 21 anni è l'idolo di molti ragazzi e ragazze che la seguono numerosissimi sui social.

Un ponte di colori. Ediz. a colori

Morgantini Roberto
Pendragon 2017

Non disponibile

15,00 €
Bologna, 1 ottobre 2016. Un gruppo di volontari coordinati da Roberto Morgantini lancia una sfida: ripulire il grigio ponte di via Stalingrado - quasi coperto di tag anonimi - dando vita al primo vero esperimento collettivo di street art. Sul ponte arrivano tantissimi artisti, noti e meno noti, al fine di dare un'identità a un "non luogo" che rappresenta una sorta di biglietto da visita per chi attraversa la città da una parte all'altra. Un intervento in nome della bellezza e del colore, reso possibile da cittadini di diversa provenienza geografica che hanno condiviso l'amore per l'arte e per la loro città: Vietnam, Senegal, Marocco, Tunisia, Giappone, Colombia, Filippine, Cina, Perù, Cile, Albania, Polonia, Palestina, solo alcuni dei paesi di origine degli artisti che, dipingendo, hanno testimoniato la propria cultura, la loro storia individuale e la loro visione della vita e del futuro nel corso di una vera festa di pace, documentata dalle foto raccolte in queste pagine.

Dalle esperienze di vita....

Bortolotti Pappalardo Laura
Curcu & Genovese Ass. 2014

Non disponibile

8,00 €
All'ideologia, alla professione dei buoni sentimenti, Laura Bortolotti-Pappalardo preferisce la sua esperienza sul campo. Insegnante perfettamente bilingue, l'autrice si è mossa negli anni in realtà plurietniche e mistilingui, traendone insegnamenti precisi e non confutabili. Ha insegnato a classi di bambini zingari, ad extracomunitari, in Alto Adige ha insegnato l'italiano nelle scuole tedesche e il tedesco nelle scuole italiane, affrontando così realtà impegnative ma stimolanti. Attualmente prosegue con il volontariato che l'accosta a persone desiderose d'apprendere la seconda lingua attraverso la conversazione. Questo suo muoversi in realtà diverse le ha consentito un'ampia e costruttiva disponibilità nei confronti del "diverso", e di riflesso ampie e decise aperture mentali. Laura Bortolotti-Pappalardo, partendo dalla sua esperienza assolutamente positiva, ne trae spunto per un discorso allargabile alla globalità dei rapporti tra i popoli, come essa stessa enuncia. Sono - queste - pagine da leggere e meditare, ma anche da far leggere e meditare. Non debbono restare il solo pensiero dell'autrice, ma allargarsi alla più vasta platea di chi è già permeato di queste convinzioni...

Farsi una reputazione. Percorsi di...

Donatiello Davide
Carocci 2013

Non disponibile

21,00 €
L'autore presenta una ricerca sulle traiettorie lavorative di immigrati romeni che, nella città di Torino, hanno intrapreso percorsi di successo in termini di integrazione economica e sociale. La prospettiva adottata è basata sull'idea di studiare l'integrazione, nelle sue molteplici dimensioni, attraverso un concetto classico delle scienze sociali che non appartiene alla tradizione dei migration studies ed è strettamente connesso a quello di riconoscimento: la reputazione. Le storie prese in esame sono analizzate in base alle risorse di reputazione possedute dagli immigrati o acquisite attraverso vari processi di accreditamento, sia formali sia informali. Ne emerge un quadro assai differenziato, in cui le traiettorie descrivono percorsi di integrazione più o meno frammentati e sofferti. Farsi una reputazione è d'altra parte una questione complicata: nelle situazioni quotidiane gli immigrati possono attivarsi per acquisire valutazioni positive e fare fronte ad attribuzioni passive della reputazione che ne connotano spesso in senso negativo - l'appartenenza a un determinato gruppo, tuttavia l'esito di queste strategie non è affatto scontato e si misura con i vincoli e le opportunità del contesto economico e istituzionale in cui essi sono inseriti.

Xenofobia, sicurezza, resistenze....

Bellinvia Tindaro
Mimesis 2013

Non disponibile

18,00 €
Il presente volume analizza il processo di costruzione di politiche sicuritarie legate ai fenomeni di migrazione e di marginalità sociale nel contesto urbano e il ruolo svolto da comitati civici, associazioni e centri sociali nell'affermazione o decostruzione di queste stesse politiche. Si evidenzia come la lotta per contrastare o affermare l'idea forza del sicuritarismo, sia un conflitto sociale e politico di primaria importanza destinato a procrastinarsi nel tempo e a caratterizzare particolarmente lo spazio urbano contemporaneo, costituendo un aspetto ineludibile di qualsiasi riflessione teorica sull'odierna azione collettiva urbana. Per questo l'autore ha ritenuto fondamentale far emergere in termini foucaultiani le pratiche discorsive e le relazioni di potere presenti in una città emblematica come Pisa, dove, accanto ad una persistente retorica solidaristica tipica della subcultura rossa toscana, è andata crescendo negli ultimi anni una politica della stigmatizzazione e della discriminazione nei confronti dei migranti poveri e - come direbbe Sayad - "non sottomessi e non ubbidienti". In una città storicamente considerata luogo di conflitto e di mutamento si scontrano frame dominanti, promossi soprattutto da comitati securitari e da attori sociali strutturati, e codici simbolici alternativi, sostenuti in particolare dalle aree subculturali e dai movimenti sociali antirazzisti e solidaristici. Prefazione di Salvatore Palidda, postfazione di Pietro Saitta.

Lo straniero che è in me. Pedagogia...

Amendola Samuele
Photocity.it 2013

Non disponibile

10,00 €
Riflettere e ricercare in ambito interculturale significa, oggi, porsi nell'ottica di un processo di lunga durata, destinato a trasformare profondamente istituzioni, panorami, atteggiamenti individuali e collettivi, in modo sempre più imprevedibile, rendendo indispensabile una "interculturalizzazione del mondo". Il compito di facilitare la formazione di un nuovo modo di pensare e di pensarsi, di porsi in relazione e quindi di interagire, è affidato, oggi più che mai, all'educazione, la quale deve accompagnare il soggetto lungo tutto il corso, o meglio, il percorso della propria vita. È proprio lungo questo viaggio "d'eterni pellegrini", quali siamo, che ciascuno verrà inevitabilmente a contatto con gli "altri", i quali potranno essere visti come portatori di differenze invalicabili oppure come compagni di un cammino comune caratterizzato da un "confronto" che si trasforma in "incontro".

La via del Sud. Cosa rimane del...

Musatti Riccardo
Donzelli 2013

Non disponibile

19,00 €
Gli anni cinquanta hanno costituito, per il Mezzogiorno, un periodo di grandi cambiamenti strutturali e sociali. Intrecciando elementi storico-descrittivi a mutamenti ideologici, il libro di Musatti, rappresenta un documento di impressionante lucidità. Il pamphlet si proponeva di individuare i fattori che avevano determinato l'indebolimento dell'originaria struttura meridionale. La grande rivoluzione sociale ed economica generata dall'emigrazione, la scarsa riuscita delle alleanze di stampo gramsciano tra operai del Nord e contadini del Sud, i parziali insuccessi della Cassa del Mezzogiorno come ente autonomo, sono solo alcuni tra i fattori di una trasformazione convulsa, che non riuscì a raggiungere l'obiettivo di una vera crescita del Sud, pur in presenza di uno scenario dominato da un intervento statale senza precedenti. La via del Sud rappresenta un'analisi puntuale di tutte le grandi problematiche radicate nel Mezzogiorno, di cui Musatti aveva conoscenza diretta grazie alla sua esperienza di "meridionalista" del Movimento di Comunità. La conoscenza della realtà, di ciò che era già stato fatto e tentato e, soprattutto, la consapevolezza di quello che si sarebbe potuto fare, sono i punti fondamentali di quest'analisi del Sud nel momento di massima espansione delle politiche dell'intervento straordinario.

Liberi, uguali, fraterni. Per terra...

Casaburi Nicola
Ediesse 2012

Non disponibile

12,00 €
Viaggia con la carovana della Storia una terna ideale destinata a sconvolgere gli antichi assetti della politica, della legge, dell'etica. Non sono sorelle le idee di Libertà, Uguaglianza, Fratellanza; se solo potesse, libertà farebbe volentieri a meno di uguaglianza e, per parte sua, uguaglianza è stata spesso tentata di far da sé allontanandosi - fino a perderla di vista - dall'idea di libertà. C'è stato e c'è un solo modo di tenerle dignitosamente unite nel viaggio della modernità: affidarne il compito ad un sentire fraterno o, comunque, ad un agire solidale. È la sfida delle Costituzioni del nostro tempo quando - sfinita, impolverata, eroica - la carovana della Storia è finalmente giunta a quelle spiagge. Sarà allora che ai suoi cittadini la Costituzione non chiederà di fermarsi ad ammirare il mare della democrazia - tanto faticosamente raggiunto - come si fa davanti a qualsiasi opera di compiuta bellezza. Chiederà loro di navigarlo - quel mare di libertà, uguaglianza, fratellanza - prendendo in diverso modo nelle vele il vento, seguendo rotte differenti, nell'ignoranza del porto d'arrivo, ma nell'ottemperanza a un superiore ordine di capitaneria: il progresso civile, economico, culturale e sociale. Una misteriosa, straordinaria avventura di mare verso mete ignote. Forse inesistenti, forse visibili un giorno al doppiare di un promontorio da parte di una qualche non immemore generazione futura.

Concordia Discors. Convivenza e...

Pastore F.
Carocci 2012

Non disponibile

34,00 €
Le città italiane vengono profondamente trasformate dall'immigrazione. Non solo nella composizione demografica, ma anche nel modo di vivere lo spazio pubblico, nelle relazioni e nelle forme di aggregazione tra cittadini, nelle sfide per i governi locali. In questa metamorfosi, il quartiere è la dimensione-chiave, il livello a cui concetti astratti, come quello di integrazione, si traducono in esperienze concrete, in sensazioni di novità o di estraneità, in forme nuove di cooperazione o di conflitto. Il volume, primo tassello di un programma di ricerca più vasto (concordiadiscors.eu), studia sul campo come cambiano le città italiane al crescere della mobilità e dell'eterogeneità culturale dei loro abitanti. Attraverso un viaggio interdisciplinare in quattro quartieri di Torino, Milano e Genova, Concordia Discors cerca di dare risposte a un interrogativo cruciale: perché, in alcuni luoghi, l'integrazione tra gruppi di origine diversa si produce senza traumi, mentre altrove, magari a pochi isolati di distanza, emerge come un grave problema?

Spazio al ben-essere. Un'esperienza...

ERGA 2012

Non disponibile

7,00 €
Il ben-essere inteso non solo come disponibilità di beni e servizi, ma soprattutto come capacità di essere protagonisti di un luogo, è l'argomento centrale di questo libro. Esso documenta le fasi del progetto "Spazio al ben-essere", realizzato nella scuola Anna Frank, una scuola della periferia collinare di Genova. Come può un luogo "pubblico e istituzionale" diventare uno spazio di vita quotidiano e significativo, un territorio dove si sviluppano radici comunia prescindere dalle differenze e dalle provenienze sociali, culturali ed etniche, un "posto dove starebene insieme" e dove costruire una cultura integratae condivisa? Il libro raccoglie un'esperienza didattica impostata suicriteri dell'urbanistica partecipata e racconta, in capitoli complementari, un lavoro interdisciplinare che permette la riflessione sull'uso responsabile dellospazio condiviso, in una visione di cittadinanza responsabile, e che si snoda su alcune tematiche relative alla vivibilità del proprio ambiente di vita.

La distanza sociale. Reggio...

Coco Antonella
Franco Angeli 2011

Non disponibile

32,00 €
Questo volume si inserisce all'interno di serie di pubblicazioni che raccoglie i contributi relativi ad una ricerca nazionale condotta sul tema della distanza sociale in alcune città italiane. Il contesto è quello di Reggio Calabria, approfondito attraverso l'analisi dei processi di cambiamento di cui è stata protagonista la città e dei fenomeni di disuguaglianza e distanza sociale che in essa si manifestano dando luogo a differenti condizioni sociali. Nella città sono evidenti un forte disordine nello sviluppo urbanistico e marcate forme di debolezza nei processi di redistribuzione della ricchezza e delle opportunità. Se da un lato le caratteristiche dei processi di insediamento hanno dato luogo ad aree contraddistinte da una certa frammistione sociale, dall'altro la mancanza di politiche urbane ed i modi in cui è avvenuta l'allocazione delle risorse hanno generato la coesistenza, in situazioni di prossimità territoriale, di condizioni economiche e sociali differenziate e di diseguali capacità di accesso ed acquisizione delle risorse. La dimensione territoriale sembra comunque configurarsi come un ulteriore fattore di differenziazione della popolazione urbana anche in una città media, allorché le distanze e le disuguaglianze sociali tendono ad attenuarsi nei quartieri in cui fasce sociali medio-alte e medio-basse convivono.

Oltre l'istituzione totale. Teatro...

Esposito M.
Franco Angeli 2011

Non disponibile

18,00 €
Il titolo di questo libro può sembrare ambizioso. Andare oltre il concetto di "istituzione totale" di matrice goffmaniana significa proporre modelli ed esperienze trattamentali per e con i detenuti con l'intento di riaffermare l'identità sociale di questi, attraverso un processo collegiale e responsabilizzante di revisione critica del loro vissuto. Questo significa dunque provare a riappropriarsi, anche in un contesto detentivo e reclusivo, del concetto di persona, in un'ottica che sappia coniugare sicurezza e trattamento, e dunque riesca a sfuggire al sempre presente agguato de-personalizzante. Questo libro racconta di un progetto, Il progetto Prometeo, svolto dalla Associazione Italiana Cultura e Sport con la collaborazione del Laboratorio per lo studio dei nuovi servizi "Francesco Battisti" dell'Università di Cassino. All'interno del laboratorio teatrale di Rebibbia Reclusione di Roma, si sono strutturati incontri che all'attività di teatroterapia hanno affiancato interventi di tipo psicologico, di ricerca sociale e di attività di mediazione culturale. I risultati ottenuti consentono di confermare come il teatro, ma più in generale l'arte e la cultura, siano strumenti essenziali per far maturare il dialogo tra le persone. Di tutto questo non si può non tener conto anche nelle prospettive e negli orientamenti di metodo che dovrebbero sostenere una azione politica resa a facilitare l'integrazione sociale.

La politica del conflitto

Tilly Charles
Mondadori Bruno 2011

Non disponibile

10,00 €
Che cos'hanno in comune la campagna contro la schiavitù nell'Inghilterra del XVIII secolo e la Rivoluzione arancione nell'Ucraina del 2004? E quali caratteristiche accomunano conflitti come gli scontri tra sostenitori e oppositori della schiavitù negli Stati Uniti, l'attivismo nei campus universitari contro l'apartheid in Sudafrica, i tentativi delle prostitute di Lione di migliorare la propria vita, i cambiamenti nella vita delle donne americane attraverso la partecipazione alle organizzazioni femministe, i sit-in nei locali riservati ai bianchi organizzati dagli attivisti afroamericani? Due scienziati sociali contemporanei, estremamente sensibili ai rapporti tra sociologia e storia, ci offrono in modo estremamente chiaro e sintetico una compiuta teoria del conflitto politico sociale. Si tratta anzitutto per gli autori di concentrare l'attenzione sull'area in cui azione collettiva, conflitto e politica si sovrappongono, ed è precisamente l'area della politica del conflitto. All'interno di quest'area, il movimento sociale individua una particolare forma strutturata, durevole e produttiva di conflitto politico sociale.

Donne per le donne. Le nostre mani...

Angeloni L.
Ediesse 2010

Non disponibile

10,00 €
La presenza delle differenze, che esiste da sempre, si è oggi arricchita di nuovi volti e di saperi "altri" ed è caratterizzata dalla volontà di esprimersi ma anche dalla necessità di essere elaborata ed accompagnata. Una società interculturale non è l'evo

Organizzare l'altruismo....

Ceruti Mauro
Laterza 2010

Non disponibile

12,00 €
Gli assetti economici e sociali stanno subendo metamorfosi profonde: dalla globalizzazione dei mercati e dei costumi ai rivolgimenti tecnologici, alle disuguaglianze crescenti in termini di ricchezza e potere fra persone e fra paesi. Il tessuto della convivenza civile mostra segni evidenti di lacerazione, quasi di dissolvimento, che disorientano e impauriscono i singoli e indeboliscono i legami sociali. Questi fenomeni, proprio perché incidono in profondità sui rapporti interpersonali, si riflettono nelle dinamiche della vita sociale e della vita pubblica, e sono all'origine della crisi della socialità e della stessa democrazia. Tiziano Treu e Mauro Ceruti condividono l'idea che tale scenario non sia predeterminato e incorreggibile ma sia possibile agire per sviluppare le capacità personali e il benessere collettivo: si tratta di ricercare nuovi rapporti fra stato, mercato e società, in un'economia sociale di mercato; nuovi orientamenti e nuove strutture del welfare, per adeguarlo alle attuali condizioni della vita umana; una nuova condivisane di responsabilità tra comunità sociale e istituzioni, secondo il principio di sussidiarietà.

Sviluppo economico e integrazione...

Cerea Stefania
Carocci 2010

Non disponibile

19,50 €
Per molto tempo i distretti industriali sono stati in grado di "tenere assieme" livelli soddisfacenti di sviluppo economico e integrazione sociale. A partire dagli anni Ottanta questa capacità è stata messa fortemente sotto pressione da una serie di trasformazioni che hanno investito tanto l'economia mondiale quanto le società locali. A seguito di questi mutamenti i distretti industriali sono andati "fuori squadra"? Attraverso quali processi e meccanismi crescita economica e integrazione sociale non sono più riuscite a coniugarsi? E attorno a quali nodi problematici le tensioni tra queste due istanze hanno assunto una particolare criticità? Il volume intende offrire alcune risposte a queste domande presentando i risultati di una ricerca empirica condotta su tre sistemi produttivi lombardi - il distretto della metalmeccanica lecchese, il distretto del legno-arredo brianzolo e il distretto serico comasco - nel periodo appena precedente al dispiegarsi della crisi economica mondiale cominciata nel 2008.

Italiani in Brasile. Rotte...

Cappelli V.
Rubbettino 2010

Non disponibile

12,00 €
L'emigrazione italiana in Brasile ha profittato del boom del caffè e della frenetica crescita urbana di Sào Paulo, dove tra Otto e Novecento la scommessa della modernità si è giocata sulle risorse mobili e crescenti di un diluvio d'italiani. Lo testimoniano le icone degli spazi urbani, dal Museiu/ Paulista (1890) di Tommaso Gaudenzio Bezzi al Masp (1947) di Lina Bo Bardi. Meno scontato, ma interessantissimo, è il ruolo svolto dall'immigrazione nelle sterminate periferie del Brasile; infatti, dal sud gaucho di Porto Alegre alla Manaus del caucciù, si sono diramati italiani che hanno lasciato un'impronta profonda nella civiltà urbana, nell'architettura, nelle arti visive, nella musica, nell'artigianato, nei mestieri più vari. Nella cultura brasiliana, i processi di integrazione degli immigrati si sono accompagnati, nel corso del Novecento, alla costruzione di uno spazio culturale originale, che può essere inteso come una sorta di tropicalizzazione della ragione occidentale e della modernità. Lungo questo tragitto, si sono dipanate le connessioni culturali tra Italia e Brasile, dalla figura leggendaria di Garibaldi e dai grandi successi delle compagnie liriche italiane, alla presenza meno popolare, ma fittissima di architetti, artisti e artigiani nell'urbanizzazione brasiliana del primo Novecento, col supporto anche di una rigogliosa stampa italiana attiva nelle principali città.

Io, straniera a casa mia e delusa...

Callegari Hasanagic Deborah
Gruppo Albatros Il Filo 2010

Non disponibile

13,90 €
"Io, straniera a casa mia" parla di un problema attuale e spinoso: la difficile integrazione tra musulmani e cristiani in Italia. Hasanagic Deborah è nata e vissuta a Trento e, pur avendo avuto un'educazione cattolica, ha scoperto, da adulta, che la sua vera fede è l'Islam. Così ci spiega cosa significa, oggi, al di là di tutte le interpretazioni erronee che ne vengono date, essere una donna musulmana in Italia. Ci spiega cosa significa indossare l'hijab (il velo) per la donna musulmana, cosa significa vivere con una grande fede che ti sorregge anche nei momenti di difficoltà. Ci spiega cos'è il femminismo islamico e cosa lo differenzia da quello occidentale. Ci racconta cosa significa sentirsi negare un farmaco per il proprio bambino, malgrado si possiedano tessera sanitaria e ricetta in regola, soltanto perché si indossa un velo.

Giovani, valori, cittadinanza attiva

D'Amico R.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

23,00 €
Questo volume presenta i risultati di studi e ricerche sui valori e i modelli culturali dei giovani, con riferimento specifico al territorio siciliano. I temi si intrecciano con quello che viene definito capitale sociale: l'insieme di norme che regolano la convivenza, di reti di associazionismo civico, di fiducia da parte dei cittadini. In definitiva di quelle "risorse morali della società", proprietà di un collettivo che orienta le azioni dei singoli e contribuisce a migliorare l'efficienza della organizzazione sociale. Alla base di tutto ciò, valori come solidarietà, fiducia e tolleranza facilitano, ed esprimono al tempo stesso, la partecipazione politica e sociale alla vita e allo sviluppo della comunità di appartenenza, portando alla cittadinanza attiva, attuale e futura. Cittadinanza che consiste non solo nel sentirsi titolari di diritti e doveri, ma anche nell'agire da cittadini; mediante questa azione si concretizza la collaborazione alla costruzione della comunità sociale e alla sua trasformazione progressiva. Su questi temi generali il volume ospita contributi che prendono le mosse da una riflessione sul contesto - caratterizzato dalla complessità personale e sociale - e sulle basi valoriali della cittadinanza attiva dei giovani, presentando i dati di ricerche sui valori adolescenziali e sugli stili di vita giovanili in Sicilia.

La distanza sociale. Distanti e...

Fantozzi P.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

33,50 €
Questo volume esplora le declinazioni della distanza sociale - oggettiva, soggettiva e, all'interno di quest'ultima, percepita, agita e subita - nel Mezzogiorno d'Italia. In particolare, vengono presentati e analizzati i risultati dell'indagine nazionale sul tema della distanza sociale, condotta nelle città di Bari, Reggio Calabria, Messina e Palermo. I contributi di analisi raccolti in questo volume mettono in evidenza le specificità del contesto territoriale, socio-economico e politico delle aree urbane meridionali e la loro influenza sulle diverse componenti della distanza sociale. In un'area geografica dell'Italia in cui è avvenuta una diversa modernizzazione, caratterizzata da contraddittorietà e ambivalenze, le osservazioni empiriche sottolineano in maniera rilevante due aspetti. Il primo consiste nella persistente forza degli elementi di stratificazione sociale tipici del Sud e nell'influenza che le divisioni dello spazio fisico-urbano esercitano sui comportamenti e i destini degli individui e dei gruppi sociali che abitano le città meridionali. Il secondo riguarda la combinazione e la mescolanza dei diversi fattori che disegnano le differenti forme di distanza sociale nelle realtà urbane analizzate.

La distanza sociale. Politica e...

Pascuzzi Emanuela
Franco Angeli 2010

Non disponibile

26,50 €
Quali sono le distanze sociali che segnano i maggiori punti di tensione e separazione tra individui e gruppi che vivono in una città del Sud d'Italia? Come queste distanze si riflettono nel rapporto con la politica? Questo volume, collegandosi alla ricerca nazionale sulla distanza sociale condotta in alcune grandi aree urbane in Italia, presenta i risultati dell'indagine svolta nella città di Messina e approfondisce il tema delle relazioni tra società e politica nella prospettiva della distanza sociale. Nello studio proposto si intrecciano molteplici dimensioni - principalmente quella oggettiva e soggettiva della distanza sociale e, all'interno di quest'ultima, le dimensioni della distanza percepita, di quella agita e di quella subita - e più livelli di analisi, che vanno dalla considerazione dei processi macro, attraverso cui si producono le distanze nella politica, a quella delle dinamiche meso e micro, cioè dei modi di azione, delle strategie e delle pratiche di distanziamento (o dedistanziamento) messe in atto (o subite) da gruppi e individui per escludere, separare, allontanarsi o viceversa includere, unire, avvicinarsi ai luoghi e agli attori della politica.

Per un'integrazione possibile....

Franco Angeli 2010

Non disponibile

34,50 €
Disagio sociale, abitativo e scolastico, insicurezza e degrado urbano, problemi culturali e comunicativi, carenza di politiche sociali per le aree a rischio. Ma anche convivenza, integrazione - o voglia di integrarsi -, reciproca stima. O, spesso, indifferenza. Sono questi gli aspetti più rilevanti emersi dalla ricerca Processi migratori e integrazione nelle periferie urbane promossa dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno italiano e coordinata dall'Università Cattolica di Milano. Il volume riporta i casi di studio condotti in sei diversi territori di quattro realtà metropolitane e cittadine: Roma (Municipio 6, Torpignattara e Municipio XV, Trullo), Milano (zona 2 e zona 7), Acerra (provincia di Napoli) e Chieri (provincia di Torino). Gli ambiti territoriali selezionati sono dei veri e propri laboratori di intervento sociale nei quali elaborare "buone pratiche" di integrazione e di sicurezza urbana. Solo attraverso l'approfondita conoscenza dei meccanismi che agiscono a livello locale sarà possibile intervenire per prevenire e contrastare le dinamiche di produzione del disagio sociale.

San Marcellino: educazione al...

Bergamaschi M.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

15,50 €
Il libro vuole offrire l'occasione per riflettere sulle metamorfosi del lavoro a partire dal punto di vista di chi un'occupazione non l'ha mai avuta o l'ha persa. Cerca, quindi, di esplorare un mondo ai più sconosciuto, fuori dal "Mercato", ma che il "Mercato" continuamente alimenta. Al centro dei contributi qui raccolti si colloca pertanto una riflessione sull'allentarsi del legame tra inclusione sociale e lavoro. La lettura dei diversi saggi può essere accompagnata da due domande. Che posto ha la persona, oggi, all'interno di queste trasformazioni del lavoro? Qual è il ruolo e il senso che assume il lavoro nelle nostre comunità? Il testo, nel presentare alcune esperienze significative di educazione al lavoro e di intervento sociale, non intende fornire una risposta ultima a queste domande, piuttosto offre l'occasione per comprendere meglio quanto accade nel rapporto tra il mercato del lavoro che si va strutturando e gli appartenenti alle cosiddette "fasce deboli". Vuole rappresentare, infine, lo spunto per guardare, da un altro punto di vista, quello che i più ritengono essere il lavoro vero.

Dalla strada all'impresa....

Castelli V.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

31,50 €
Il volume cerca di affrontare la situazione di "callerizzazione" di minori ed adolescenti che vivono in situazioni marginali in Centro America e Carabi. Ci riferiamo a minori abusati sessualmente, vittime di tratta e traffico a fini di sfruttamento sessuale e lavorativo, migranti dalle aree rurali verso le città metropolitane, consumatori di sostanze stupefacenti, vittime di violenza. Con loro e con Ong locali presenti in alcuni Paesi Centro Americani e Caraibici si è cercato di sperimentare interventi sociali inclusivi che hanno portato alla sistematizzazione e modellizzazione di pratiche sociali (lavoro di strada, lavoro di comunità, intervento terapeutico ed impresa di strada), che potranno essere trasferibili ad altri contesti latinoamericani. Il volume vuole rappresentare un tentativo di andare al di là del fenomeno, dell'intervento emergenziale, occasionale o estemporaneo ma vuole provare a misurarsi pur con grandi situazioni di complessità sociale in maniera progettuale e metodologica.

Essere nel fuoco. Conflitto e...

Mindell Arnold
AnimaMundi Edizioni 2010

Non disponibile

15,00 €
Interiore ed esteriore vanno assieme. Politica e lavoro interiore quotidiano non sono separabili. Non si può muovere una critica al mondo senza essere disposti a guardare il mondo di cui siamo portatori, l'universo composito della nostra stessa persona. In questo libro Mindell ci parla di worldwork, ossia di come persone di differente nazionalità ed estrazione sociale possano incontrarsi per indagare assieme i problemi del mondo e allo stesso tempo la propria persona, dimostrandoci come il fuoco della diversità e del conflitto anziché condurre alla discordia, all'intolleranza e alla reciproca ostilità può divenire carburante per generare rapporti autentici, facendoci scorgere l'umanità che ci accomuna dietro ogni ferita. Sino ad oggi la psicologia, la fisica ed i cambiamenti sociali sono rimasti campi separati. Mindell invece porta la psicologia oltre il lavoro su se stessi, nelle aree ad alta tensione della coscienza sociale; conduce la politica al di là degli interessi immediati e dei problemi mondani e la indirizza verso la costruzione della comunità,il più antico e sacro obiettivo degli esseri umani. Un libro prezioso per chiunque si senta impegnato a costruire un nuovo modello di società.

Romeni d'Italia. Migrazioni, vita...

Cingolani Pietro
Il Mulino 2009

Non disponibile

26,00 €
I migranti romeni costituiscono in Italia la principale comunità straniera. Nonostante la sovraesposizione mediatica e le strumentalizzazioni politiche di cui a volte è stata oggetto, su di essa mancavano finora analisi approfondite. Questo libro viene a colmare tale lacuna, ricostruendo la vicenda esemplare di Marginea, un paese rurale della Moldavia romena, che ha conosciuto dopo il 1989 un vero e proprio esodo della popolazione. Ne emergono diversi aspetti cruciali che consentono di comprendere meglio la situazione attuale: le condizioni di vita e la mobilità durante il socialismo, i legami familiari, la posizione delle donne, le caratteristiche dell'insediamento urbano, le relazioni lavorative, il ruolo delle istituzioni religiose. Il lettore entra così in un fitto reticolo di legami e memorie che collegano l'Italia alla Romania, e che restituiscono anche un'immagine inedita del nostro paese, visto attraverso gli occhi di questi nuovi concittadini.

Cipolle a colazione. Identità...

Bordandini Paola
Il Mulino 2009

Non disponibile

15,00 €
Perché in un contesto apparentemente fra i più favorevoli non è possibile realizzare un'integrazione senza tensioni? "Cipolle a colazione" riporta i risultati di un'indagine promossa dai comuni di Portomaggiore e Argenta sulle ragioni del senso di insicurezza dei cittadini, cresciuto in seguito all'arrivo di molti immigrati, soprattutto di origine pachistana, che oggi costituiscono il 10% della popolazione dei due comuni. Nessuno di loro porta via il lavoro agli italiani, la criminalità non è aumentata, efficienti amministrazioni comunali hanno attuato tempestive politiche di integrazione, la cittadinanza non ha problemi economici ed è tradizionalmente animata da orientamenti progressisti e da un elevato capitale sociale. Eppure ... Questo, dunque, non è un libro sugli immigrati, ma sugli emiliani di provincia che si sono trovati a convivere con pachistani, marocchini, badanti dell'Europa orientale. Partendo dall'assunto che i loro timori non debbano essere giudicati, bensì presi sul serio, il volume pone in evidenza i limiti di quegli amministratori che hanno sottovalutato l'impatto dell'immigrazione su coloro che ne fanno esperienza, suggerendo piuttosto un equilibrio tra politiche di rassicurazione e politiche di apertura, destinate a creare e rafforzare gli strumenti del dialogo interculturale. Gli spazi pubblici, la scuola e lo sport sono le aree in cui questi due tipi di politiche possono utilmente intrecciarsi, coinvolgendo in particolare i più giovani.

La casa lontano da casa. Romeni e...

Ponzo Irene
Carocci 2009

Non disponibile

16,50 €
L'accesso alla casa è un aspetto cruciale del processo di integrazione degli immigrati e, allo stesso tempo, uno dei più critici. Trovare un'abitazione adeguata e riuscire a mantenerla sta infatti diventando sempre più difficile per una larga fascia di popolazione e, in modo particolare, per gli stranieri. Alla luce di queste dinamiche, il volume indaga i processi di inserimento abitativo degli immigrati esplorando non solo l'area dell'affitto, ma anche il passaggio alla proprietà, compresi gli effetti perversi che ne possono seguire. Accanto all'esame delle dimensioni più tradizionali della sostenibilità economica e delle condizioni abitative, si sono inoltre approfondite le relazioni che si intrecciano attorno alla casa a partire da quelle con gli italiani nelle loro differenti vesti di proprietari, mediatori, vicini di casa. L'analisi di questi aspetti prende forma attraverso la comparazione tra famiglie romene e marocchine. Il confronto fa emergere diversi fattori capaci di influenzare i percorsi abitativi: i modelli familiari e i rapporti di genere, i pattern migratori, l'anzianità di residenza e lo status giuridico, e modalità di inserimento nel mercato del lavoro e le aspettative nei confronti delle istituzioni pubbliche. L'abitare costituisce dunque un punto di osservazione privilegiato dell'inclusione degli immigrati che riflette quanto avviene nelle altre sfere di vita e rappresenta un oggetto di analisi estremamente articolato.

I rom e l'abitare interculturale....

Franco Angeli 2009

Non disponibile

21,00 €
La questione che si è voluto affrontare con questa ricerca riguarda il tema dell'abitare in una società complessa. Dove abitare non si riferisce soltanto alla casa, al luogo fisico di residenza ma a quel complesso rapporto che si crea tra la gente e i luoghi. La gravissima situazione di emarginazione residenziale nella quale la maggior parte dei rom è costretta a vivere nel nostro Paese rende oggi la questione abitativa il tema centrale dal quale dipende l'inclusione sociale di questa minoranza. Questo lavoro ribalta gli approcci tradizionali perché, prima di proporre soluzioni, valuta attraverso una ricerca scientifica l'efficacia di una proposta abitativa avanzata dai rom stessi. Nel volume vengono illustrate le condizioni di esclusione abitativa dei rom a Reggio Calabria e Roma mettendo in evidenza le loro iniziative volte a superare questa situazione. I dati dello studio condotto su 500 famiglie residenti nelle due città esaminate hanno dimostrato che i rom dislocati hanno raggiunto un livello di inclusione sociale più alto rispetto a coloro che sono invece costretti a vivere concentrati. L'indagine, partendo dal percorso dell'equa dislocazione, prospetta in conclusione un "non-modello" che prevede il coinvolgimento diretto degli utenti, la pratica della ricerca-azione e l'implementazione di politiche abitative solidali che considerino la polis come funzione vitale dell'uomo.