Sistema legale: argomenti d'interesse generale

Filtri attivi

Nozioni giuridiche fondamentali...

Aleotti Umberto
La Scuola di Pitagora 2019

Disponibilità immediata

20,00 €
Il progetto di un'Europa unita, così come elaborato dai padri fondatori dell'Unione europea, conserva sempre il suo irresistibile fascino. L'edificazione nel continente di una "casa comune", attorno ai valori della pace, della libertà, della democrazia, dello Stato di diritto e dei diritti umani possiede ancora la sua attrattiva, tanto per le giovani generazioni quanto per quelle meno giovani. Il libro dal titolo "Nozioni giuridiche fondamentali europee" non presume l'esaustiva trattazione di tematiche, che, nel tempo, sono divenute più estese e articolate via via che, dopo il primo tentativo effettuato con il Consiglio d'Europa, l'integrazione tra gli Stati europei è progredita grazie all'Unione europea, ma vuole rappresentare un agevole strumento di studio del diritto europeo, il cui obiettivo è di incuriosire, appassionare e orientare chi si trova ad affrontare questa materia sia all'università sia durante il suo percorso professionale. Le origini storiche, i vari trattati internazionali istitutivi e modificativi delle Comunità europee, i principali risultati ottenuti in termini di libertà e diritti fondamentali dalle imprese e dai cittadini europei, la struttura e il funzionamento dell'Unione europea, le fonti del suo ordinamento giuridico e i suoi possibili, futuri, sviluppi sono argomenti ai quali è stato riservato ampio spazio all'interno del volume.

Idee in cammino

Onida Valerio
Cacucci 2019

Disponibilità immediata

75,00 €
Valerio Onida (Milano, marzo 1936), allievo di Egidio Tosato e attualmente Professore emerito di Diritto costituzionale dell'Università degli Studi di Milano, è uno dei più autorevoli giuristi italiani. Prima di essere chiamato (nel 1981) a ricoprire il ruolo di Professore ordinario presso l'allora Facoltà di giurisprudenza dell'Ateneo milanese, ha insegnato materie giuspubblicistiche nelle Università di Verona, Sassari, Pavia e Bologna. Eletto (nel gennaio 1996) dal Parlamento giudice costituzionale, è stato Presidente della Corte (dal settembre 2004 sino alla scadenza del mandato); ha presieduto (dal 2009 al 2012) l'Associazione dei Costituzionalisti Italiani (AIC); ha diretto (dal novembre 2011 al gennaio 2016) la Scuola Superiore della Magistratura. Da svariati anni interviene regolarmente nel dibattito pubblico con note e commenti sulle principali vicende politico-istituzionali, collaborando tra l'altro con quotidiani e periodici nazionali, tra i quali Il Sole 24 Ore e il Corriere della Sera.

A Milano al tempo di Mani Pulite

Martinelli Enzo
Betti 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Si dice che chi non ha memoria non ha futuro, che chi non conosce da dove viene non saprà mai dove andare. La conoscenza delle esperienze passate ci aiuta a conoscere e affrontare il futuro. Ma cosa si intende per memoria? In questo libro libro Enzo Martinelli ci racconta l'epoca di Mani Pulite a Milano riletta attraverso la sua esperienza personale di Provveditore agli Studi nel capoluogo meneghino proprio in quegli anni. Un periodo complesso dove la corruzione non passava solo nei palazzi della politica ma coinvolgeva tutti i settori della società, ma anche un momento in cui vennero fuori esempi positivi e virtuosi di legalità. È su queste basi che bisogna ripartire per dare un punto di vista positivo alle nuove generazioni.

10 esperti nelle discipline...

Nld Concorsi 2019

Disponibilità immediata

38,00 €
In data 27 agosto 2019, la Banca d'Italia ha pubblicato un bando di concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di 55 Esperti Laureati: 30 Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali, da destinare in via prevalente alle attività di vigilanza sul sistema bancario e finanziario, a livello centrale e territoriale, e di risoluzione e gestione delle crisi nonché alle attività di prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo dell'Unità di Informazione Finanziaria per l'Italia; 5 Esperti con orientamento nelle discipline economico-finanziarie, da destinare in via prevalente alle attività connesse con i mercati, i sistemi di pagamento e l'attuazione della politica monetaria; Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche; 10 Esperti con orientamento nelle discipline statistiche. Lo svolgimento della prova d'esame consiste in una prova preselettiva, una prova selettiva scritta ed una prova selettiva orale. Il test preselettivo è articolato in due sezioni finalizzate all'accertamento della conoscenza: delle materie previste per la prova scritta (specifiche per ciascun profilo); della lingua inglese. Questo volume si propone come manuale teorico completo ed aggiornato su tutte le materie previste dal bando per la prova preselettiva e scritta del concorso per il profilo C. 10 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche e come eserciziario in vista della preparazione alla prova preselettiva del concorso. Il volume si articola in parti dedicate, rispettivamente, ad una trattazione completa ma sintetica della lingua inglese e dei principali istituti di diritto privato (civile e commerciale), diritto amministrativo, legislazione bancaria e finanziaria e antiriciclaggio. I quesiti presenti nel testo presentano soluzioni commentate, per una più approfondita e attendibile verifica delle competenze acquisite. Completa il volume il simulatore online con il quale è possibile esercitarsi con batterie di domande a risposta multipla, aventi ad oggetto ciascuna delle materie oggetto del volume, consultabile con apposita password.

Il diritto in trasformazione

Cerami R. (cur.)
Mohicani Edizioni 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Dai nuovi confini del diritto penale alle norme tributarie, dall'assetto del Pubblico ministero al rischio d'impresa. "Il diritto in trasformazione" raccoglie scritti di numerosi giuristi, docenti universitari, avvocati e magistrati. Frequenti i riferimenti alla storia e all'attualità. Un capitolo, ad esempio, è dedicato al Procuratore della Repubblica di Palermo Pietro Scaglione, primo magistrato ucciso dalla mafia, assassinato il 5 maggio del 1971. Scaglione sosteneva che la mafia avesse "origini politiche" e andava "snidata nelle Pubbliche Amministrazioni". Un altro capitolo si occupa, dal punto di vista giudiziario, del rogo della Thyssen, avvenuto nel dicembre del 2007, con un bilancio di sette operai morti sul luogo di lavoro. Il curatore è Raimondo Cerami, già magistrato titolare di inchieste delicate sulla mafia e oggi presidente della Fondazione Centro siciliano di Studi sulla Giustizia.

Sistema istituzionale di diritto...

Cirillo Gianpiero Paolo
CEDAM 2018

Disponibilità immediata

36,00 €
Il libro propone una lettura unitaria dell'attuale sistema giuridico, dove non ha più molto senso dividere il diritto civile dal diritto amministrativo, visto che i confini tra le due discipline vengono continuamente attraversati in senso bidirezionale sia dal legislatore, nazionale e comunitario, sia dalla giurisprudenza. Vengono prese in considerazione tutte le parti in cui normalmente si scompone lo studio del diritto, ossia l'attività giuridica, i soggetti, i beni e la responsabilità, ivi comprese le forme e le tecniche di tutela. Il tutto è preceduto da un capitolo sulle fonti e sui principi sistematici che avevano reso finora disagevole una lettura unitaria delle due grandi branche del diritto. Vengono affrontati nella giusta profondità gli istituti giuridici positivi, includendovi le nuove discipline di istituti fondamentali, come le società pubbliche, i beni comuni, internet, la responsabilità da affidamento incolpevole e la patrimonialità delle situazioni soggettive che si radicano a fronte di potere amministrativo e dei poteri privati. Tuttavia, la trama ragionata dell'ordinamento giuridico, per come viene proposta, realizza anche la sintesi del superamento delle due branche del diritto. Il disegno sistematico proposto risponde alla diffusa esigenza di coloro che avvertono sempre di più la necessità di formarsi sulla base di un nucleo unico di concetti categorie e principi, atteso che l'ordinamento può essere consapevolmente frequentato solo con la conoscenza simultanea del diritto civile e del diritto amministrativo.

Diario di Paganico

Zucconi Galli Fonseca Ferdinando
Archinto 2018

Disponibilità immediata

18,00 €

Il sistema giudiziario

Guarnieri Carlo; Pederzoli Patrizia
Il Mulino 2017

Disponibilità immediata

23,00 €
Il crescente rilievo assunto dalla giustizia nelle società democratiche e il moltiplicarsi degli insegnamenti che trattano l'amministrazione della giustizia hanno contribuito a promuovere l'analisi delle istituzioni giudiziarie. Il volume, che nasce da una lunga esperienza di ricerca e insegnamento in questo campo, presenta una sintesi chiara ed esaustiva delle conoscenze maturate in Italia e all'estero sull'argomento, per permettere una comprensione più completa, che vada anche oltre il dato formale, delle dinamiche che caratterizzano il sistema giudiziario ed i suoi rapporti con l'ambiente politico.

Mettiamo giudizio. Il giudice tra...

Vietti Michele
Università Bocconi Editore 2017

Disponibilità immediata

16,00 €
Un nuovo sguardo sullo stato di salute della giustizia in Italia, ma questa volta dalla prospettiva del "medico" che propone terapie realmente applicabili. Michele Vietti affronta il tema della riforma della giustizia da una diversa posizione: quella di Presidente della Commissione di Riforma dell'Ordinamento giudiziario istituita dal Ministro della Giustizia. L'autore analizza e commenta i principali punti del progetto elaborato: una nuova mappa dei tribunali in Italia, giudici specializzati, coordinamento dei pubblici ministeri, criteri efficaci e meritocratici per selezionare i magistrati, valutarli e farli avanzare nella carriera, sistema disciplinare garantista ma effettivo e, non ultimo, il delicato rapporto tra magistrati e politica. A dieci anni dalla revisione delle regole che governano la magistratura, questo libro affronta i prossimi interventi con cui si vuole integrare e correggere il funzionamento della macchina giudiziaria per offrire una risposta efficace, tempestiva e uniforme alla domanda di giustizia dei cittadini.

In nome del popolo italiano....

Dell'Anna Maria Vittoria
Cesati 2017

Disponibilità immediata

22,00 €
La bibliografia sul linguaggio giuridico italiano dà una rappresentazione efficace della qualità e della quantità di occasioni che da qualche decennio giuristi e linguisti dedicano ai temi del rapporto tra lingua e diritto. Tra i percorsi battuti c'è anche la lingua del giudice nella sua più tipica realizzazione testuale, la sentenza, qui discussa anche nell'ottica del dibattito sul processo come evento comunicativo e sulla semplificazione degli atti processuali come vie per una compiuta democrazia linguistica. Il volume si pone in continuità con questi percorsi, offrendosi come organica ricerca sul tema dei testi giurisprudenziali fondata sull'esame di un campione di sentenze significativo per ampiezza e organo giurisdizionale (cento decisioni emanate negli ultimi venticinque anni dalla Corte di Cassazione, organo che più ha inciso sulla formazione di una fisionomia generale della sentenza in Italia). Il lavoro descrive la struttura e i fenomeni notevoli di sintassi, lessico, testualità e argomentazione della sentenza, osservando i punti di contatto o divergenza rispetto alla lingua comune e i rapporti intertestuali entro la cornice comunicativa dello stesso dominio giuridico. La prospettiva del giudizio connota infatti la lingua del giudice di aspetti specifici, contigui ma per altri versi lontani dalla lingua del legislatore, dell'avvocato, del notaio, del giurista in sede di elaborazione dottrinale. Completa l'indagine una sezione dedicata al genere testuale della massima giurisprudenziale.

Sulle regole

Colombo Gherardo
Feltrinelli 2016

Disponibilità immediata

8,00 €
Nell'amministrare la giustizia conta la legge scritta. Se facessimo delle deroghe al codice, non saremmo ingiusti? Diciamo che la giustizia deve essere uguale per tutti, ma forse non abbiamo mai riflettuto sul significato di questo principio: la legge per essere giusta deve essere applicata senza eccezioni. Ma la legge scritta dai parlamenti può contemplare ogni singolo caso umano? La legge è una macchina impersonale, che non guarda in faccia a nessuno. Eppure, per altro verso, proprio il fatto che la legge non guarda in faccia a nessuno, ci protegge dai soprusi dei potenti. La bilancia, come immagine della giustizia, rappresenta proprio questo: gli uomini sono tutti uguali di fronte alla legge. La mia convinzione profonda è che in uno stato di diritto e in uno stato in cui tutti partecipano, anche se indirettamente, alla gestione della cosa pubblica e in cui esistono delle strade per modificare le regole che si ritengono ingiuste, le regole esistenti vanno osservate e basta. Ma è anche necessario fare una specie di gerarchia delle regole, perché ci sono delle regole che hanno un rilievo particolarissimo, un rilievo eccezionale per la convivenza e ci sono altre regole che invece hanno un rilievo molto più limitato.

La giustizia vendicatoria

Di Lucia P. (cur.); Mancini L. (cur.)
ETS 2016

Disponibilità immediata

28,00 €
Fenomeno criminale, forma di giustizia primitiva e selvaggia, obbligo morale, meccanismo di composizione dei conflitti, sistema. Nel corso della storia, e da diverse angolazioni, la vendetta è stata definita e interpretata in molti modi. Il presente volume "La giustizia vendicatoria" raccoglie tredici contributi sulla vendetta presentando, in una prospettiva interdisciplinare, studi di autori classici e ricerche contemporanee. L'antologia si articola in due sezioni. La prima, intitolata "Vendetta, composizione, reciprocità", raccoglie sei studi, pubblicati tra il 1881 e il 1970, che affrontano i nodi teorici fondamentali nello studio della vendetta. La seconda, intitolata "Vendetta in azione. Teorie e ricerche contemporanee", raccoglie sette contributi inediti di studiosi contemporanei che indagano il tema della vendetta nella prospettiva dell'antropologia culturale e giuridica, della filosofia del diritto, della criminologia, della storia dei diritti antichi.

Potrebbe il CSM illuminare una...

Somma Enrico
Europa Edizioni 2016

Disponibilità immediata

13,90 €
L'autore di questo libello si definisce Giornalista senza giacca e cravatta. Potrebbe essere una scelta, ma potrebbe anche essere un modo per ricordare, a se stesso e a chiunque lo legga, il percorso che ha dovuto affrontare. In un mondo in cui spesso è lo Stato a sconfinare nei territori della mafia, anziché viceversa, affermare una verità può essere quanto di più rischioso si possa pensare di fare. Sindacare l'operato del Consiglio Superiore della Magistratura, ad esempio, è stata una scelta estremamente coraggiosa, da parte del "Giornalista S.G.E.C.", il quale ha dovuto attraversare una quantità di difficoltà soltanto per riuscire a mantenere il diritto di parlare, dopo averlo fatto. D'altra parte, certe conoscenze e certe competenze sono pericolose, e lui lo sa. È per questo che la sua voce, che ancora si fa udire, porta con sé l'eco di un coraggio che all'Italia manca ormai da troppo tempo.

L'eccezione e la regola....

Smorti A. (cur.)
Seid Editori 2014

Disponibilità immediata

15,00 €
Come spiegare un cigno nero se tutti i cigni sono bianchi? Il tema delle regole, del conflitto tra regole e del conflitto tra regole e violazioni costituisce oggi uno dei problemi fondamentali della scienza e della convivenza civile. Le eccezioni alla regola che vengono talvolta sanzionate come violazioni, possono sopravvivere, avere una vita parallela e addirittura modificare le regole ufficiali. In quali casi allora le violazioni diventano "normative" e accettabili? Attraverso quali processi psicologici, educativi, sociali e istituzionali bambini e adulti giungono a creare norme implicite e parallele, spingendo scuola, comunità, Stato a inglobarle nel proprio corpus normativo? L'idea del presente libro nasce dall'esigenza di rispondere a queste domande attraverso il contributo di quanti nella loro pratica professionale si trovano quotidianamente a far fronte al problema delle norme e delle loro violazioni.

Atto giuridico e documento...

Silvi Marco Q.
Ledizioni 2013

Disponibilità immediata

18,00 €
Quale rapporto v'è tra atto giuridico e documento? Se è vero che l'agire nel e per il diritto avviene (normalmente) mediante l'esecuzione di atti di linguaggio, è anche vero che spesso, e soprattutto con l'avvento dell'ITC, il linguaggio tende a ridursi a un insieme di dati e informazioni che immettiamo su pagine web e sistemi informatici. Atto giuridico e documento, in particolare il documento informatico, sono il tema del presente lavoro che si muove su due prospettive diverse ma intrecciate tra loro: quella della filosofia del diritto, che offre strumenti potenti per comprendere la struttura logica e profonda del diritto positivo; quella dell'analisi della concreta disciplina nazionale sul documento informatico, che consente di "testare" la validità scientifica dei concetti elaborati in sede filosofica.

La trappola delle leggi. Molte,...

Mattarella Bernardo G.
Il Mulino 2011

Disponibilità immediata

20,00 €
Dal punto di vista della normazione, l'Italia ha molti primati negativi: il numero delle leggi vigenti è molto più alto di quelli degli altri paesi europei, la dimensione delle singole leggi arriva a livelli parossistici, le contraddizioni tra diverse norme sono continue, la durata in vigore è a volte ridotta a pochi giorni. Le leggi hanno una vita disordinata, anche per via delle anomalie dei processi normativi, che determinano distorsioni rispetto al normale ordine delle competenze e delle procedure: come il sostanziale esautoramento del Parlamento o il fatto che, nonostante l'eccesso di leggi, i giudici sono costretti a risolvere questioni importanti, come quelle di bioetica, che il legislatore non riesce ad affrontare. L'inflazione normativa e i difetti della legislazione sono da tempo lamentati e studiati. Questo libro esamina l'eccesso di leggi e i possibili rimedi, i processi di produzione normativa e i loro risultati, le regole di tecnica legislativa e la loro frequente violazione, la politica di semplificazione normativa e le sue deviazioni, i tentativi di riordino e i fattori che alimentano il disordine.

La fatica dei giusti. Come la...

Vietti Michele
Università Bocconi Editore 2011

Disponibilità immediata

16,00 €
Si può parlare di giustizia oggi in Italia senza lasciarsi invischiare nella polemica? Si può "raccontare" il faticoso mestiere del magistrato senza difese d'ufficio ma smentendo, numeri alla mano, la vulgata che vuole farne un burocrate inefficiente o un potente intoccabile? E si può provare a capire le ragioni dello "stato d'insolvenza" della giustizia (con i suoi 9 milioni di processi pendenti) e a proporre soluzioni, forse imperfette, ma pragmatiche e non ideologiche? È ciò che questo libro cerca di fare. Prefazione di Ernesto Lupo.

I sistemi giuridici europei

Van Caenegem Raoul C.
Il Mulino 2003

Disponibilità immediata

15,00 €
In questo volume l'autore ci aiuta a comprendere le ragioni per cui, nel momento che vede l'Europa muovere a grandi passi verso l'unificazione economica e politica, lo stesso non accade, ancora, sotto il profilo della unificazione giuridica. Le due antiche tradizioni coesistenti nello spazio giuridico europeo, la britannica "common law" e la "civil law" dei continentali, non si lasciano, infatti, facilmente tradurre ad unità.

La ricerca telematica dei beni da...

De Luca Maria Teresa
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

18,00 €
Il presente lavoro contiene istruzioni pratiche per la ricerca telematica dei beni da pignorare, istituto che persegue lo scopo di rendere efficiente il processo esecutivo colmando il divario esistente tra creditore e debitore. Attraverso consigli operativi, itinerari giurisprudenziali, riferimenti normativi e formule si risponde alle principali questioni legate alla concreta operatività della ricerca telematica, nei fatti ancora ostacolata dal mancato funzionamento, in numerosi uffici giudiziari, dei supporti tecnologici per l'accesso alle banche dati pubbliche. Si risolvono, tra gli altri, quesiti del tipo: come si accede alla ricerca telematica dei beni da pignorare? Come si deposita l'istanza ex art. 492 bis c.p.c.? Come si redige e si comunica il processo verbale? Può il creditore procedente partecipare alla ricerca dei beni? Cosa succede se non funzionano le strutture tecnologiche dell'ufficiale giudiziario? Come si depositano le istanze di accesso all'anagrafe tributaria presso l'Agenzia delle Entrate e la banca dati dell'INPS? Il provvedimento del Presidente del Tribunale è impugnabile?

Codice antimafia e delle misure di...

De Gioia Valerio; Gassani Gian Ettore
La Tribuna

Disponibilità immediata

25,00 €
L'Opera comprende il testo aggiornato del Codice antimafia (Decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 150), le norme di interesse contenute nel Codice penale e nel Codice di procedura penale ed un'esauriente raccolta delle principali norme antimafia e in materia di misure di prevenzione. Il volume è corredato da un'ampia e significativa raccolta di massime giurisprudenziali, tratte dai provvedimenti più recenti e rilevanti in materia. Ne deriva un quadro puntuale della normativa e della giurisprudenza di settore presente nel nostro ordinamento, in grado di fornire ai lettori uno strumento di particolare interesse e utilità.

Decisione robotica

Carleo A. (cur.)
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Questo volume, aggiungendosi a «Calcolabilità giuridica» (2017) e «Il vincolo giudiziale del passato. I precedenti» (2018), compie e chiude una trilogia di riflessioni, svolte nei «Seminari Leibniz per la teoria e la logica del diritto» tenuti presso l'Accademia Nazionale dei Lincei. I tre volumi non attuano un disegno prestabilito, ma si svolgono, l'uno dall'altro, secondo una linea di spontaneità logica. I temi si ordinano in sequenza da sé soli, come per una necessità interiore, che li guidi e li disponga nel tempo. La decisione robotica è un arduo e grave tema, che il giurista, affascinato e insieme respinto dalla tecnica, affronta con timore o sospetto. La decisione affidata al robot non è un fenomeno anti-umano, un miracolo o una catastrofe. È una decisione «umana», e appartiene, anch'essa, alla storia integrale dell'uomo. Con scritti di Antonio Carcaterra, Alessandra Carleo, Maria Rosaria Covelli, Massimo De Felice, Derrick de Kerckhove, Luisa De Renzis, Franco De Stefano, Andrea Di Porto, Gregorio Gitti, Natalino Irti, Giovanni Legnini, Massimo Luciani, Giovanni Mammone, Marisaria Maugeri, Carlo Mottura, Erica Palmerini, Filippo Patroni Griffi, Antonio Punzi, Enzo Vincenti.

Tortura

Di Cesare Donatella
Bollati Boringhieri 2016

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
La condanna non è più unanime. Dopo l'11 settembre i nuovi apologeti della tortura hanno trovato nella "guerra al terrore" il motivo per giustificare una pratica mai dismessa che, negli ultimi anni, sembra dilagare ovunque, nelle democrazie non meno che nei regimi dittatoriali. Ma il "no" opposto dall'indignazione non basta più a difendere la dignità umana offesa. In pagine intense, scritte con il suo stile chiaro e incisivo, Di Cesare offre un quadro critico complessivo della tortura. Ne indica il nesso stretto con il potere, ne mostra la presenza anche nella democrazia. Come lottare contro la tortura, se a delinquere è lo Stato? Filosofi, scrittori, drammaturghi, registi, poeti vengono interpellati per delineare un'inedita "fenomenologia della tortura" che mira a cogliere la peculiarità di una violenza estrema, sistematica e metodica, dove il carnefice calcola e misura il dolore per scongiurare che la vittima muoia e per esercitare ancora il suo potere sovrano. La tortura è, per la vittima, la propria morte esperita in vita. Da Guantánamo ad Abu Ghraib, dal G8 di Genova agli anni di piombo, da Giulio Regeni a tutti quei casi che hanno recentemente allarmato l'opinione pubblica, la tortura viene esercitata in modo sempre più sofisticato per poter essere negata; incombe ovunque un inerme si trovi nelle mani del più forte: nelle carceri, nei reparti psichiatrici, nei campi per gli stranieri, negli ospizi, nei centri per disabili, negli istituti per minori. E l'assenza di un reato la favorisce.

La borsa di miss Flite. Storie e...

Cavallone Bruno
Adelphi 2016

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Miss Flite è la vecchietta che in Bleak House di Dickens frequenta quotidianamente la Court of Chancery trascinandosi dietro una borsa con i suoi "documenti", nell'attesa di un "giorno del giudizio" che dovrà restituirle il patrimonio perduto a seguito di remote vicende giudiziarie - non tanto dissimili da quelle che attraversa anche oggi chiunque debba affrontare un tribunale, a qualunque latitudine. Dopo essersi occupato del processo per una vita come avvocato e come giurista, Bruno Cavallone ha pensato di rovistare fra le carte di Miss Flite con un occhio nuovo, quello del 'connoisseur' compiaciuto e sottilmente ironico. E avendoci trovato molte delle storie (di Rabelais, Shakespeare, Dickens, Lewis Carroll, Kafka, Durrenmatt e altri ancora) e delle immagini (dell'arte alta come di quella popolare) in cui quel gioco infinitamente complesso si è nel tempo rispecchiato, le ha usate per scrivere questo libro a suo modo unico, che ricorda i manuali dove si raccolgono le regole di giochi altrettanto nobili e antichi del processo, come il bridge o il cricket. Senza manuali, è noto, non si può giocare: ma chi legge queste pagine scoprirà che in alcuni casi il gioco - tremendamente serio - può essere il manuale stesso.

Guida operativa a tutte le...

Biancardi Salvio
Maggioli Editore

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Il diritto di accesso agli atti, nato con la legge 241/90 come strumento di garanzia per il cittadino volto ad assicurare una specifica tutela avverso eventuali vizi presenti nel provvedimento amministrativo, ha visto, pian piano, l'affermarsi di ulteriori istituti giuridici paralleli, riguardanti il diritto di accesso, finalizzati ad accordare una specifica salvaguardia a determinati soggetti, nell'ambito di peculiari settori istituzionali. Sono pertanto state emanate disposizioni volte a tutelare l'esercizio del diritto d'accesso del cittadino in materia ambientale, l'accesso dei consiglieri comunali ai fini dell'espletamento del proprio mandato elettorale, l'accesso dell'avvocato per l'esecuzione del proprio incarico professionale, l'accesso tra pubbliche amministrazioni per gli adempimenti istituzionali di competenza, l'accesso negli appalti pubblici a tutela degli operatori economici concorrenti, l'accesso nel corso del procedimento amministrativo (ovvero accesso infraprocedimentale) al fine di garantire al cittadino di poter formulare memorie scritte suscettibili di influenzare i contenuti del provvedimento finale. Ai citati istituti giuridici, si sono aggiunti, in un periodo più recente, ulteriori corpi normativi che hanno esteso ulteriormente i confini della tutela del cittadino, costituendo livelli di garanzia aggiuntivi, verso forme di maggiore trasparenza dell'azione amministrativa, come l'accesso civico semplice e l'accesso civico generalizzato. Finiscono, pertanto, per coesistere variegate forme di tutela del diritto di accesso agli atti, le quali prevedono l'applicazione di regole ed il ricorrere di presupposti legittimanti spesso assai differenti e che richiedono, da parte degli uffici pubblici preposti, particolari attenzioni. Il presente manuale ha lo scopo di illustrare le varie discipline riguardanti l'accesso evidenziandone i punti comuni e le differenze sostanziali, supportando i dipendenti pubblici negli adempimenti prescritti dal legislatore. A tal fine la materia viene illustrata facendo ricorso a flow chart riepilogative, modelli di atti e pronunce giurisprudenziali.

La sicurezza giuridica e le verità...

Luna Serrano Agustín
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

50,00 €
Benché la Costituzione e le leggi cerchino di raggiungere nel maggior grado possibile la sicurezza giuridica - e, di conseguenza dal punto di vista soggettivo, la certezza della giuridicità e la prevedibilità da parte dei cittadini sull'attività dei pubblici poteri -, nella realtà la sicurezza si raggiunge solo parzialmente a causa delle deficienze della legislazione - abbondantissima, caotica e in continuo cambiamento -, dell'attività amministrativa e anche, purtroppo, dell'attività giudiziaria. Per far fronte a questa realtà l'ordinamento predispone alcuni meccanismi tra i quali quelli che possono denominarsi «verità ufficiali». Nella monografia sono oggetto di indagine le verità giudiziali, le verità presunte, le verità presupposte, le verità apparenti, le verità simulate, le verità fiduciarie, le verità fittizie e le verità che possono dirsi veramente false. Il libro si chiude con alcune considerazioni che contengono anche riflessioni sulla situazione dell'ordinamento giuridico dei nostri tempi.

Nozioni giuridiche fondamentali

Troisi Bruno
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

18,00 €
Il corso si propone di introdurre allo studio del diritto, attraverso una ricostruzione storico-critica dei concetti giuridici fondamentali.

Lo Stato di opinione e il danno...

Lucarelli F. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

47,00 €
«Offro questo libro per quello che vale. È un frutto pieno di cenere amara, simile ai fiori di cactus del deserto che crescono in luoghi arroventati dal sole e fanno sentire a chi ha sete una arsura più atroce ma che sulla sabbia d'oro non sono privi di bellezza» (A. Gide). L'intento del curatore e degli autori è stato considerare le «premonizioni» presenti nella monografia di Lucia Paura e prendere atto di una realtà legislativa che, onda dopo onda, è andata via via incalzando il sistema costituzionale, aprendo falle che, tamponate alcune, se ne presentavano altre, più frequenti e vistose.

Giudici

Mereu Italo
Rizzoli 2019

Non disponibile

9,30 €

Il dibattito pubblico sui processi...

Fresa Mario
Aracne 2019

Non disponibile

6,00 €
Il controllo sociale sulla giurisdizione, costituzionalmente necessario, è reso possibile dall'informazione. È lecito chiedersi però come si discute di giustizia in Italia. Con quale scrupolo di verità, con quale rispetto dei diritti dei cittadini investiti da iniziative giudiziarie. L'opera affronta il tema del rapporto tra magistrati e società nel percorso di formazione dell'opinione pubblica con riferimento ai limiti posti alla manifestazione del pensiero dal dovere di riserbo.

Codice civile e leggi...

Garofoli Roberto; Iannone Maria; Lombardi Antonio
Neldiritto Editore 2019

Non disponibile

330,00 €
"I Codici Superiori" sono il risultato dell'impegno profuso da giuristi autorevoli e del confronto intellettuale tra Avvocati, Professori e Magistrati. Il "kit 4 codici superiori di diritto civile e penale codici di procedura civile e procedura penale annotati con la giurisprudenza" si presentano come uno strumento indispensabile per la professione e la redazione di atti e pareri. La nuova edizione è stata meticolosamente rivista al fine di conferirle omogeneità e uniformità ed agevolare il professionista nella consultazione della medesima. Il Codice è aggiornato alle più recenti novità legislative introdotte e alle questioni giurisprudenziali emerse. Il kit 4 codici superiori presenta aspetti unici e qualificanti quali: l'aggiornamento completo dell'intero apparato normativo; la completezza e ricchezza delle questioni trattate; la particolarissima attenzione dedicata alla elaborazione dei sommari sotto le singole disposizioni; l'articolata e funzionale struttura dei sommari e la trattazione dei singoli profili che consentono di individuare agevolmente gli orientamenti giurisprudenziali sul tappeto e di ricostruire i percorsi logici agli stessi sottesi; la struttura grafica che favorisce un'agevole consultazione; la particolare visibilità data alle decisioni più recenti e a quelle delle Sezioni Unite; il costante aggiornamento giurisprudenziale; l'attenzione dedicata anche alla giurisprudenza di merito; gli indici dettagliatissimi che consentono l'immediata individuazione delle questioni su cui si intende svolgere la ricerca; l'inserimento delle disposizioni di attuazione al codice civile, penale, di procedura civile e penale; la selezione delle più significative leggi civili complementari.

Documenti e realtà giuridica

Silvi Marco Q.
Aracne 2018

Non disponibile

8,00 €
Il diritto è visto spesso come un linguaggio e la cosiddetta realtà giuridica può essere vista (anche) come il prodotto di atti di linguaggio (regolati dal diritto) mediante i quali è possibile costituire, modificare, estinguere posizioni giuridiche. Ciò è così vero che la teoria degli atti linguistici è diventata fecondo riferimento per la filosofia del diritto. Ma, nella quotidiana esperienza che si ha degli atti giuridici, essi solo raramente si presentano come mere enunciazioni orali, mostrandosi piuttosto con la veste del documento: leggi, sentenze, contratti, multe, licenze, titoli di viaggio, bollette. Che ruolo gioca il documento nella costruzione della realtà giuridica? È un mero rivestimento dell'atto giuridico o ha una sua propria e autonoma forza costitutiva? Il volume tenta di rispondere a queste domande, nella prospettiva di considerare il documento non come mero fenomeno regolato dal diritto, ma come vera e propria categoria generale del diritto.

Elementi di base per capire il diritto

Italia Vittorio
Key Editore 2018

Non disponibile

13,00 €
L'opera considera, in termini chiari e comprensibili, gli elementi essenziali per capire il diritto, e fa sorgere curiosità ed interesse su questa materia che è considerata - erroneamente - arida e noiosa. Il diritto è come un meccanismo e quest'opera analizza i singoli "pezzi", specie quando sono in movimento. L'opera esamina il diritto nel suo sviluppo storico e nel momento attuale. Non sono qui raccolte delle nozioni e delle date, ed il diritto è considerato come una cosa viva, un organismo che domina la vita dei singoli e delle comunità, e che è come un "cerchio fatale", dal quale - anche volendo - non possiamo uscire. Il diritto comprende i problemi del nostro tempo, scottanti e degni di meditazione, che sovente si ha timore di esaminare, nonché le ragioni che sono alla base dei comportamenti dei singoli, delle comunità e delle organizzazioni politiche. Quest'opera è, per il diritto, come la tavola pitagorica che consente di svolgere le operazioni della matematica e fornisce gli strumenti per capire il meccanismo del diritto ed anche molte ragioni della nostra vita.

Kit 4 codici 2017

Garofoli Roberto; Iannone Maria; Lombardi Antonio
Neldiritto Editore 2017

Non disponibile

320,00 €
Il kit e' composto da: - Codice civile e leggi complementari - annotato con la giurisprudenza - Codice penale e delle leggi penali speciali annotato con la giurisprudenza - Codice di procedura civile annotato con la giurisprudenza - Codice di procedura penale e leggi speciali annotato con la giurisprudenza

Calcolabilità giuridica

Carleo A. (cur.)
Il Mulino 2017

Non disponibile

17,00 €
Che ha da vedere il diritto con il calcolo del futuro, con la possibilità che un fatto accada o non accada? Ecco l'interrogativo che si sono posti gli studiosi che hanno contribuito a questo volume: filosofi, giuristi e matematici finanziari riuniti insieme, che qui dialogano e riflettono sulla disgiunzione tra il «sapere tecnico-economico» e il «sapere giuridico», oltre che sui problemi connessi al valutare, al prevedere, al giudicare. Le loro riflessioni ruotano attorno al tema della calcolabilità giuridica, che Max Weber individua come un fattore costitutivo del capitalismo occidentale, cui si contrappone il rischio di un «diritto incalcolabile». Con scritti di Guido Alpa, Giovanni Canzio, Alessandra Carleo, Massimo De Felice, Giorgio De Nova, Andrea Di Porto, Natalino Irti, Giovanni Legnini, Franco Moriconi, Carlo Mottura, Mario Nuzzo, Valerio Onida, Filippo Patroni Griffi, Alberto Quadrio Curzio, Pietro Rossi.

Ragioniamo di giustizia. Tra dati,...

Gagliardi A. (cur.); Santelli Beccegato L. (cur.)
Aracne 2017

Non disponibile

24,00 €
L'opera mette insieme forze e competenze diverse (giuridiche, pedagogiche, socio-antropologiche, linguistiche, storiche, filosofiche) connesse da finalità condivise. L'obiettivo è presentare un itinerario di lavoro che non si risolva in questa pubblicazione, ma abbia una sua durata, che sia in grado di lasciare qualche traccia nelle dinamiche sociali e culturali, che riesca a sollecitare qualche iniziativa in cui attività già realizzate si affianchino alla promozione di nuove esperienze, tutte concorrenti verso il comune obiettivo di una vita libera e sicura. Da queste aspettative nasce l'esigenza di procedere in termini sinergici e integrati e di valorizzare, senza perdere la specificità dei percorsi, una superiore unità di intenti e una visione a matrice interdisciplinare.

«Nur al idah». Epistola di diritto...

Shurunbulali Al-Hasan Ammar; Gualini M. M. S. (cur.)
Verso Il Polo 2017

Non disponibile

20,00 €
Un numero crescente di giuristi europei identifica nell'incertezza del diritto il responsabile principale del deterioramento del senso dello Stato e del rispetto delle sue leggi, ossia quell'incapacità riconosciuta alle società occidentali di darsi regole certe e durature che è poi all'origine di quel senso di sfiducia che induce il cittadino a percepire la norma in ragione delle sue caratteristiche più mutevoli: limitazione temporale, provvisorietà in costanza di variabilità.

Il magistrato al parlamento

Polizzi Giuseppe Eduardo
CEDAM 2017

Non disponibile

29,00 €
All'indomani dell'entrata in vigore dello Statuto albertino al magistrato fu riconosciuto un ruolo, all'interno dell'ordine politico-costituzionale, non limitato a quello di mero operatore del diritto bensì esteso a più vasti ambiti, sicché la sua figura sarebbe stata percepita come crocevia di molteplici interessi, talvolta contrastanti tra di loro. Nelle diverse fasi storiche di vigenza dello Statuto albertino, invero, vi furono spinte e conseguenti resistenze affinché il magistrato si affrancasse dal controllo della politica, e fosse ridotto, per così dire, a quel ruolo primariamente riconosciuto dalla Costituzione repubblicana del 1948, ossia di titolare della funzione giudiziaria, depositaria privilegiata di uno dei tre poteri dello Stato e per questo assistita da precise guarentigie, funzionali all'eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge: in primis indipendenza e imparzialità. La riflessione che condusse l'Assemblea costituente a decidere per un modello di magistratura che superasse, e al contempo risolvesse, le storture passate affonda le proprie radici negli anni di vigenza dello Statuto albertino, laddove le leggi elettorali e sull'ordinamento giudiziario, a fronte delle scarse guarentigie statutarie, disegnarono la figura del magistrato e la definirono nei suoi rapporti col potere politico. In tal senso, attraverso la disamina di un profilo circoscritto ai requisiti di eleggibilità al parlamento e, per la sola epoca statutaria, di nomina al Senato regio dei magistrati, si tenterà di riannodare il filo di un dibattito tutt'ora in corso, tra scelte di rottura e altre nel segno della continuità, tra questioni in apparenza risolte e altre assolutamente dimenticate, in un tema classico del diritto costituzionale: "magistratura e politica". Esula da questa ricerca una più generale riflessione sulla posizione costituzionale della magistratura in epoca liberale e in epoca repubblicana.

Fonti, metodo e interpretazione

D'Ambrosio M. (cur.); Perlingieri G. (cur.)
Edizioni Scientifiche Italiane 2017

Non disponibile

54,00 €
Il volume raccoglie le lezioni svolte in occasione del primo incontro dell'Associazione dei dottorati di diritto privato (ADP) e tratta, con finalità didattico-scientifica, il ruolo dei principi, delle regole e delle clausole generali, il criterio di scelta della disciplina applicabile, l'interpretazione adeguatrice, l'analogia, il diritto intertemporale, l'interpretazione autentica, il controllo di meritevolezza degli atti di autonomia negoziale, dei lodi, degli atti amministrativi e dei provvedimenti delle authorities.