Industrie chimiche

Filtri attivi

Compagni di viaggio. Storia e...

Sorrentino Alfonso
CSA Editrice 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
"Crotone era diventata un polo di attrazione per l'occupazione sia direttamente nello stabilimento sia nelle imprese a esso collegate. Arrivavano uomini da tutte e tre le provincie calabresi; molti abbandonavano l'agricoltura e una vita di stenti, altri, i più giovani, desideravano costruire un'esistenza diversa da quella vissuta dai propri genitori. Il problema più grave che queste persone avevano era l'assoluta mancanza di cognizioni delle macchine e dei processi produttivi. Anche sotto quest'aspetto, la Montecatini ha avuto dei meriti notevoli perché, con la propria organizzazione interna, ha saputo far nascere e crescere generazioni di dipendenti tecnicamente preparati per collaborare attivamente nel mondo dell'industria. Il merito va anche ascritto alla laboriosa capacità dei crotonesi. È questo un patrimonio ereditato dai progenitori che nessun evento negativo, naturale o provocato dall'uomo, potrà mai sradicare".

Acna: gli anni della lotta

Pellerino Ginetto
Araba Fenice 2012

Disponibilità immediata

15,00 €
Un libro, un pezzo di storia italiana. L'ACNA e la Valle Bormida, una vicenda drammatica lunga un secolo, conclusa (ma forse no) nel 1999 con la chiusura dello stabilimento di Cengio. La cronaca di Pellerino narra gli anni dal 1986 al 1999, anni di lotte, di dimostrazioni, di lunghi viaggi a Roma, Torino, Strasburgo, Milano, ovunque per testimoniare la tragedia di una terra, uccisa dall'inquinamento della fabbrica che dava lavoro, ma nello stesso tempo avvelenava fiumi, campi, vigne. Questa è la storia della gente che ha creduto in un sogno, quello di tornare a vivere una valle "pulita", gente che si è spesa senza mai arrendersi, pacificamente, ma con fermezza, e alla fine, anche grazie a politici e parroci, amministratori e giornalisti, ha vinto una battaglia grande. Per il presente, ma soprattutto per il futuro. Un libro per non dimenticare, una testimonianza di etica e di civiltà.

Cent'anni di veleno. Il caso Acna....

Hellmann Alessandro
Stampa Alternativa 2005

Disponibilità immediata

10,00 €
L'Acna di Cengio e la Valle Bormida: la storia incredibile e misconosciuta di cent'anni di inquinamento e di collusione tra potere politico e industriale raccontata come si faceva una volta, seduti intorno al fuoco, con un linguaggio asciutto che sembra na

CCNL chimici

Masciocchi Pierpaolo
Maggioli Editore 2016

Non disponibile

39,00 €
Grazie alla stipula dell'Accordo del 15 ottobre 2015 è stato rinnovato il contratto di lavoro che regola i rapporti fra le aziende del settore chimico, chimico-farmaceutico, delle fibre chimiche e dei settori abrasivi, lubrificanti e GPL ed i propri dipendenti, con decorrenza dal 1° gennaio 2016 e scadenza fissata per il 31 dicembre 2018. Il volume illustra in una prima analisi il quadro sintetico di tutte le novità introdotte rispetto agli accordi precedenti. In particolare, il testo fornisce il commento dettagliato di ciascun articolo del CCNL e chiarisce le motivazioni e la ratio della disciplina concordata tra le parti, con il supporto di grafiche diverse per evidenziare i cambiamenti attuati.

Approccio pratico alla...

Franco Angeli 2014

Non disponibile

40,00 €
In questo volume vengono dati gli elementi per identificare in anticipo i pericoli e impedire che diventino disastri. Questa guida pratica, con utili riferimenti, alla identificazione dei pericoli è ideale per gli operatori di processo, gli addetti alla manutenzione ed i supervisori che sono in prima linea negli impianti chimici e nelle raffinerie. Essa, con le sue molteplici illustrazioni ed istruzioni passo dopo passo, vi permetterà di riconoscere una ampia gamma di pericoli e di adottare le misure appropriate per correggerli prima che diventino disastri. Il volume inizia con un'introduzione che illustra come utilizzare al meglio questo libro e revisiona quindi i concetti base per l'identificazione dei pericoli. Successivamente vengono dettagliate le informazioni che dovete conoscere e i passi necessari per identificare ed eliminare i pericoli, con il più anticipo possibile, comprensivi di quanto segue: utilizzo dei sensi umani di base per identificare i pericoli; distinzione delle caratteristiche proprie delle differenti classi e categorie di pericoli; Impiego di efficaci tecniche e metodologie per identificare e valutare i pericoli; valutazione del rischio ed assunzione di decisioni basate sul rischio; attuazione di un efficace e completo programma di gestione dei pericoli; apprendimento dall'esperienza. I riferimenti bibliografici forniscono risorse aggiuntive ed informazione sulle singole tematiche.

Corso di formazione sul rischio...

Frusteri Liliana
EPC 2014

Non disponibile

50,00 €
La formazione professionale ha acquistato un ruolo centrale nella gestione della sicurezza sul lavoro. Non a caso, nel D.Lgs. n. 81/2008 sono fissati principi e norme ben precise a riguardo. Il volume si inserisce proprio su questa scia, per offrire tutti gli strumenti necessari per realizzare un corso esauriente sul rischio, aggiornato alla luce della recente introduzione nel D.Lgs. 81/2008, a fianco del Titolo X (esposizione ad agenti biologici), anche del Titolo X-bis, che tratta della protezione dei lavoratori dal rischio di punture e tagli, nel settore ospedaliero e sanitario. Il libro fa parte di un'intera collana che comprende l'esame dei principali aspetti di salute e sicurezza sul lavoro, trattati con il coinvolgimento di professionisti esperti nelle specifiche materie oggetto di approfondimento.

ABC degli agenti chimici....

Matteucci Daniela
EPC 2013

Non disponibile

8,00 €
Un manuale rapido e conciso destinato a tutti i lavoratori di aziende dove vengono manipolati agenti chimici. Un settore ad alto rischio dove il legislatore è intervenuto con norme molto rigide e severe, soprattutto in materia di prevenzione dal rischio di incidenti e infortuni. Il volume offre un quadro aggiornato delle norme in vigore e guida alla pratica applicazione delle disposizioni introdotte dal Titolo I del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, aggiornato dal D.Lgs. 106/2009. Provvedimenti chiave in materia di sicurezza. Sono infatti oramai da tempo in vigore specifiche prescrizioni in tema di sicurezza e protezione da agenti chimici. Fra le disposizioni spicca soprattutto l'obbligo, a carico del datore di lavoro, di effettuare una valutazione preliminare dei rischi da esposizione dei lavoratori ad agenti chimici. Questo pratico manuale, ricco di disegni permette quindi ai datori di lavoro interessati di fornire a ciascun lavoratore, un'adeguata informazione su quanto attiene la corretta manipolazione di sostanze chimiche così come dettano gli artt. 36 e succ. del D.Lgs. 81/2008. Questa edizione è stata aggiornata con il Reg. 1907/2006 (Reach) e il Reg. 1272/2008 (CLP).

ABC del rischio biologico

Frusteri Liliana
EPC 2013

Non disponibile

6,50 €
Gli agenti biologici possono causare infezioni, allergie o intossicazioni ai lavoratori, soprattutto in attività come quelle sanitarie, veterinarie, agro-zootecniche, alimentari e di gestione dei rifiuti. In realtà nessuna attività professionale può considerarsi esente dal rischio biologico. Questo manuale, schematico e ricco di illustrazioni, contiene le nozioni essenziali sul rischio biologico che il datore di lavoro deve fornire ai lavoratori, ai fini di adempiere agli obblighi di informazione di cui all'art. 36 del D.Lgs. 81/08. Sono riportate, infatti, le conoscenze indispensabili sugli agenti biologici nei luoghi di lavoro, dalle modalità di trasmissione all'uomo alle misure igieniche, dall'organizzazione del lavoro al corretto uso dei dispositivi di protezione individuale. Particolarmente utili sono le schede di rischio per varie attività lavorative, in cui vengono indicate le principali misure di prevenzione e protezione necessarie a fronteggiare in maniera ottimale il rischio professionale da agenti biologici.

Il polipropilene. Una storia italiana

Thyrus 2013

Non disponibile

15,00 €
Questo libro rappresenta un doveroso omaggio a Giulio Natta, nel centenario della nascita e nel quarantennale del conferimento del Premio Nobel. Unico italiano ad aver ricevuto l'ambito riconoscimento per la chimica, Natta, con la scoperta del polipropilene isotattico, ha aperto una vicenda industriale di grandissimo rilievo scientifico e pratico che ha generato, a livello mondiale, numerosissimi posti di lavoro e un'ingente ricchezza (il polipropilene è il quarto prodotto chimico per valore economico dopo polietilene, poliestere e ammoniaca). Una parte significativa di questa vicenda si è svolta a Terni, presso la Società Polymer che ebbe il compito, subito dopo la scoperta del nuovo polimero, di sviluppare un processo di produzione industriale e di studiare la sua conversione in fibra e film. Alla celebrazione del grande scienziato e al ricordo appassionato del lavoro svolto a Terni nel solco da lui tracciato si intreccia, però, anche la descrizione delle amare vicende societarie che hanno portato alla progressiva dissipazione di un ingente patrimonio di conoscenze e all'uscita definitiva da quella che è stata considerata "l'ultima grande avventura italiana nell'innovazione".

Diossina. La verità nascosta. Un...

Rabitti Paolo
Feltrinelli 2012

Non disponibile

16,00 €
"Caro sindaco, prima di morire devo dirlo a qualcuno: nell'inceneritore abbiamo smaltito la roba di Seveso." Siamo a Mantova nel 2002 e chi parla è un anziano ex operaio della Montedison. È da poco deflagrata la notizia che una ricerca epidemiologica ha riscontrato tra gli abitanti della zona contigua al petrolchimico di Mantova una frequenza anomala di sarcoma dei tessuti molli, un tumore correlabile direttamente con la presenza di diossina. Ma è possibile che i resti tossici del più famoso disastro ecologico italiano siano finiti nell'inceneritore di Mantova, quando invece si è sempre sostenuto che fossero stati mandati fuori dall'Italia? Quando scoppia il caso, già da molti anni Paolo Rabitti, ingegnere mantovano, si sta specializzando nello studio e nella lotta contro le violazioni della normativa ambientale. Rabitti si mette alla ricerca delle tracce di quella che sarebbe una terribile connessione tra Mantova e Seveso. Dalle prime indagini sull'inquinamento dell'aria di Mantova, fino alle ricerche sulla presenza di diossina nel sangue dei mantovani, passando per una completa revisione di tutto quello che si sa del disastro di Seveso, Rabitti racconta in questo libro più di un decennio di ricerche: un'inchiesta su un mistero italiano e il romanzo di formazione di un cittadino che per difendere i beni comuni lotta con le armi della scienza, dell'indignazione e della coscienza civile. Con una prefazione di Salvatore Settis.

Il caso italiano. Industria,...

Poggio P. P. (cur.); Ruzzenenti M. (cur.)
Jaca Book 2012

Non disponibile

38,00 €
L'industrializzazione è il fulcro attorno a cui ruota tutto il mondo contemporaneo. La crisi ambientale causata dall'industrializzazione costituisce, secondo molti, la questione cruciale del nostro tempo. Esiste un rapporto certo ed evidente tra lo sviluppo dell'industria, il suo crescente impatto sull'ambiente, il susseguirsi di traumi locali e globali a carico dell'ecosistema e il dispiegarsi, in tempi storici ravvicinati, del processo estensivo e intensivo dell'industrializzazione. Ciononostante, soprattutto in Italia, il multiforme, difficile rapporto tra industria e ambiente, visto e analizzato nel suo farsi storico, è poco studiato. Questo volume fornisce materiali importanti, in alcuni casi imprescindibili, per mettere a fuoco le dimensioni reali del problema, utilizzando come banco di prova il caso italiano, ad un tempo peculiare ed emblematico. Un'ampia sezione, incentrata soprattutto sull'industria chimica, ricostruisce e analizza una serie di casi esemplari. Il resto del volume è imperniato sugli apporti che in tema di industria, chimica, ambiente hanno fornito due delle principali figure dell'ambientalismo scientifico italiano: Laura Conti e Giorgio Nebbia. A quest'ultimo è dovuto anche il CD allegato, "Un anno di chimica: elementi e racconti". La crisi del nostro tempo è senza rimedi se non si è in grado di affrontare la crescente insostenibilità della civiltà industriale, estesasi sull'intero pianeta.

La Solvay in Val di Cecina....

Cheli Bruno
Plus 2011

Non disponibile

18,00 €
Gli studi finora condotti sul rapporto tra la Solvay e la Val di Cecina affrontano singoli aspetti specifici senza tuttavia integrarli in una lettura d'insieme. Il presente volume nasce per colmare questa lacuna e tracciare un quadro organico dei riflessi

L'industria chimica italiana e...

Zamagni Vera
Il Mulino 2010

Non disponibile

26,00 €
In questo volume si affronta un importante snodo della storia economica dell'Italia postbellica: quello che vede il paese impegnato ad accogliere la rivoluzione americana della grande dimensione d'impresa. L'IMI partecipa in prima linea a tale avventura, finanziando l'ingrandimento di imprese pubbliche e private e la creazione di grandi impianti. Nel settore petrolchimico si fanno però sentire più che altrove i gravi limiti della nostra cultura imprenditoriale e di governo. Così, dopo un breve periodo di forte espansione, dalla fine degli anni sessanta i risultati diventano negativi, per farsi addirittura drammatici nel decennio successivo, in coincidenza con le due crisi petrolifere internazionali. Basandosi su uno spoglio sistematico della produzione giornalistica dell'epoca, oltre che sulle testimonianze di protagonisti interni all'IMI, Vera Zamagni ripercorre una delle pagine meno esaltanti della storia dell'Istituto Mobiliare Italiano; dalla quale però si possono trarre spunti di riflessione sull'evoluzione delle caratteristiche dell'economia, della società e della politica italiane nei decenni sessanta e settanta, oltre che sull'eredità che gli eventi di tali decenni hanno lasciato. Fortunatamente né il processo di sviluppo dell'Italia, né quello dell'IMI vennero bloccati dai "rovesci" della petrolchimica. Anzi, l'insuccesso fu foriero di cambiamenti importanti per l'economia italiana, che si ridirezionò verso i distretti industriali di piccole e medie imprese.

CCNL gomma e plastica industria....

Finanze & Lavoro 2010

Non disponibile

18,00 €
Il presente C.C.N.L. disciplina il trattamento di lavoro di Gomma e Plastica Industria per gli anni 2010-2012. Si precisa che i CCNL continuano a produrre i loro effetti anche dopo la scadenza fissata, e precisamente fino a quando non saranno sottoscritti i rispettivi accordi di rinnovo.

Sicurezza chimica. La nuova...

Mannarino F. (cur.)
Mannarino 2010

Non disponibile

7,90 €
Guida sulla sicurezza per tutti gli operatori del settore. Il volume tratta: la nuova classificazione delle sostanze chimiche secondo il nuovo regolamento CE n.1272/2008, il conforonto con la precedente normativa sulla classificazione delle sostanze, la valutazione del rischio chimico secondo il D.Lgs. n. 81/2008. Il metodo prevede la presentazione delle nuove classi di pericolo trattando volta per volta definizione, classificazione e indicazione del pericolo. La consultazione risulta semplice e immediata in quanto sono trattati i punti importanti e non i dettagli e gli approfondimenti.

Sutter. 150 anni di storia, valori...

Masia Luca
Silvana 2008

Non disponibile

35,00 €
Questo libro racconta la storia di un'azienda nata nel 1858 a Oberhofen, nel cantone svizzero di Turgovia, quando Adolf Sutter fondò una fabbrica per la produzione di aceto di mele. Da allora sono passate cinque generazioni e la Sutter, per una ferrea legge non scritta, è sempre rimasta all'interno della famiglia, passando di generazione in generazione, dal padre al figlio primogenito. Centocinquant'anni di vita e di successi, ma anche di rigore etico e morale: elementi, questi, che la rendono una delle più interessanti e prestigiose imprese familiari ancora in attività. Nel 1910 è stata fondata a Genova la sede italiana e, da allora, l'azienda si è caratterizzata per questa doppia natura: da un lato la serietà e la precisione svizzera, dall'altro la genialità e il gusto italiano. La storia si sviluppa attraverso l'approfondimento di quattro elementi chiave: innovazione, tecnologia, comunicazione, valori. Quattro temi che costituiscono una sorta di comune denominatore che lega cinque generazioni, ciascuno con l'intento di definire non tanto la storia dell'impresa, quanto lo spirito, la personalità e il carattere della famiglia di cui porta il nome.

L'industria chimica italiana nel...

Pizzorni G. J. (cur.)
Franco Angeli 2006

Non disponibile

25,00 €
Le vicende dell'industria chimica italiana nel Novecento rappresentano un evento importante nella storia industriale del Paese. Il progressivo ridimensionamento del settore chimico nazionale, fatto registrare a partire dagli anni Settanta, non solo è coinciso con la dissoluzione di quel grande patrimonio di conoscenze tecniche e culturali che lo caratterizzava, ma ha anche privato il Paese di un sostegno fondamentale per la sua crescita economica.

La formula chimica. L'evoluzione...

Editori Riuniti 2004

Non disponibile

18,00 €
Il libro ricostruisce la storia della contrattazione collettiva nazionale di lavoro nel settore della chimica dalla fine degli anni sessanta fino ad oggi, a partire soprattutto dall'analisi delle politiche contrattuali della Filcea-Cgil (la Federazione italiana lavoratori chimici e affini). In questo periodo le relazioni industriali in Italia hanno attraversato diverse fasi, dalla conflittualità permanente degli anni settanta alle numerose crisi e rotture degli anni ottanta, fino ad una compiuta ridefinizione del sistema di relazioni sindacali, avvenuta con l'accordo del 23 luglio 1993, che ha caratterizzato gli anni novanta.

Analisi delle scelte di politica...

Frisio Dario
Franco Angeli 1994

Non disponibile

15,00 €
Nel volume viene esaminato il processo decisionale che ha portato la Commissione Cee, nel novembre 1987, a non finanziare il sostegno alla produzione di bio-etanolo da eccedenze cerealicole proposto dal Gruppo Ferruzzi. La ricerca si è concentrata sullo studio del comportamento di politici, burocrati e gruppi di pressione e sul condizionamento diretto e indiretto della scelta finale. La questione bio-etanolo rappresentò un elemento di forte contrasto all'interno delle istituzioni comunitarie e fra le forze politiche favorevoli e contrarie all'opzione. Una forte contrapposizione tra Gruppo Ferruzzi e Eni, un episodio poco conosciuto della storia dei rapporti tra i due principali gruppi italiani con interessi nel settore della chimica.