Industrie e servizi energetici

Filtri attivi

Luigi Nocivelli. La vita oltre le...

Masia Luca
Mondadori Electa 2016

In libreria in 10 giorni

19,90 €
Figlio primogenito di Angelo e Lina, Luigi Nocivelli inizia nel secondo dopoguerra a lavorare presso l'officina del padre a Verolanuova nel Bresciano, poi divenuta Ocean. Nel 1958, a seguito della spietata concorrenza, la Ocean si ritrova senza lavoro, ma Luigi non si perde d'animo e insieme al fratello Gianfranco riesce a convertire l'attività; si butta nel campo della refrigerazione e ottiene un immediato successo. Lo spirito imprenditoriale di Luigi non si placa. Inseguendo l'antico sogno di rilanciare l'elettromeccanica italiana, conclude con successo la scalata alla Ercole Marelli, la grande azienda di Sesto San Giovanni. La crisi industriale e sociale degli anni settanta genera però una situazione difficilissima che culmina nel 1980 con l'uccisione del capo del personale Renato Briano a opera delle Brigate Rosse. L'inflazione, il caos monetario, le tensioni sociali fanno il resto e la Ercole Marelli viene commissariata. Luigi Nocivelli torna a Verolanuova - dove si producono i congelatori - e amplia il raggio d'azione dell'azienda di famiglia ai settori del condizionamento, del lavaggio e della cottura. Inizia una marcia inarrestabile che dura quasi vent'anni e che porta all'acquisizione di alcuni tra i più importanti brand italiani e internazionali, fino alla costruzione di un vero e proprio "impero dell'elettrodomestico". Per circa mezzo secolo Luigi Nocivelli ha retto le sue aziende con dedizione, competenza e concretezza, determinato a realizzare un grande gruppo industriale leader in tutti i comparti del settore elettrodomestico. Lo sguardo sempre rivolto al futuro e i piedi saldamente ancorati al terreno dei valori.

L'energia nucleare. Costi e...

De Paoli Luigi
Il Mulino 2020

In libreria in 3 giorni

11,00 €
Nata sotto la cattiva stella dell'arma che pudistruggere il mondo, l'energia nucleare ha sempre attirato grandi consensi e grandi rifiuti. Da qualche anno si parla di "rinascimento nucleare" poichquesta fonte sembra rispondere non solo alla crescente domanda di energia mondiale, ma anche all'esigenza di produrre elettricitsenza emettere gas serra. Ma vero che il nucleare conviene e pucontribuire allo sviluppo sostenibile? Oppure il rischio di emissioni radioattive e il problema delle scorie da smaltire ce ne devono tenere lontani? Le risposte a queste domande sono fondamentali anche per decidere se convenga al nostro paese riprendere la strada interrotta pidi venti anni fa, dopo i tre referendum del 1987.

La guerra dell'energia. Tutto ci?...

Joime Gian Piero; Sortino V. (cur.)
Altaforte Edizioni 2020

In libreria in 3 giorni

20,00 €
Un saggio su ambiente ed energia, scritto da un tecnico in risposta alla moda della denuncia in assenza di preamboli, di soluzioni, di vie di fuga. Una fotografia senza filtri scattata da chi sa cosa cercare per interpretare i fenomeni geopolitici che interessano il mondo al di ldella mera rappresentazione mediatica. Ma anche un disegno visionario e, al tempo stesso, realizzabile dei futuri scenari che caratterizzano il pistrategico dei settori, quello dell'energia. Una possibilit ma, soprattutto, un monito alla Nazione, affinchil primato tecnologico non sia vanificato, come spesso accaduto, dalla assenza di visione strategica o dalla scarsa convinzione che quella tracciata sia l'unica rotta perseguibile.

La fiscalit? delle imprese Oil and Gas

Crovato F. (cur.)
Maggioli Editore 2020

In libreria in 3 giorni

64,00 €
Nel tempo si fatto strada un modo diverso di fare impresa basato sulle idee e sulla conoscenza piche sulle strutture produttive materiali. Il tradizionale stabilimento industriale, un tempo anch'esso elemento di novit stato superato da nuove forme di produzione, frammentate e specializzate a seconda del settore di mercato. Le vecchie funzioni aziendali vengono esternalizzate, e processi un tempo gestiti all'interno dell'impresa sono affidati a terzi. Ne nascono rapporti giuridici complessi, difficilmente riconducibili alle figure tradizionali della vendita, dell'appalto, e del contratto d'opera, su cui sono modellate le regole fiscali sulla determinazione del reddito d'impresa. Di pari passo, la specializzazione dei processi produttivi e l'integrazione delle economie hanno condotto ad accordi contrattuali sempre piarticolati, in cui gli obiettivi economici delle imprese sono perseguiti in modi sempre pilontani dalla tradizionale contrattualistica studiata sui manuali universitari. Di qui l'idea di ripartire dalla fiscalitd'impresa vista nell'ottica dei singoli settori da cui possono scaturire riflessioni organiche per tutte le imprese di una certa dimensione, facilmente individuabili scorrendo l'indice e l'apparato di postille che accompagna il testo. D'altro canto, sempre pinella realtquotidiana il responsabile fiscale o il consulente di una certa azienda maggiormente interessato a conoscere i temi e i comportamenti delle aziende operanti nello stesso settore che non le linee interpretative sviluppate con riferimento a macro temi non sempre calzanti con le problematiche di tutti i giorni. Questo testo, e questa collana, propongono allora un nuovo approccio: parlano la lingua delle problematiche quotidiane e si confrontano veramente con l'agenda degli operatori del settore. Si rivolgono a lettori che non cercano semplicemente soluzioni preconfezionate, parafrasi di articoli di legge, bensspunti da valutare per individuare e sostenere soluzioni equilibrate su temi che, talvolta, non solo non trovano risposte soddisfacenti ma neppure vengono affrontati. Proseguiamo dunque con il secondo volume della collana, dedicato al settore dell'Oil and Gas, ovvero a imprese con una dimensione economico-organizzativa tale da porsi i problemi picomplessi e con piforte impatto economico della fiscalitd'impresa.

Energia, cultura e comunicazione....

Frescani Elio
Mimesis 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €
La pubblicitserve solo per vendere? O diventa anche uno strumento politico inserito in un ampio piano strategico di comunicazione? Una politica comunicativa allettante e incisiva, come quella dell'Ente nazionale idrocarburi guidato da Enrico Mattei, quanto puincidere sulla societe quanto ne riflette di essa? Quanto puinfluenzare l'immaginario collettivo degli italiani? Sono solo alcune delle domande a cui prova a dare risposta il volume. E lo fa attraverso l'analisi della strategia politica della comunicazione attuata dall'azienda dal miracolo economico agli anni Settanta. Le interviste alla Rai del presidente Enrico Mattei, i cortometraggi pubblicitari per la rubrica televisiva Carosello e le prime due riviste aziendali sono alcuni degli strumenti di comunicazione che, in sinergia tra loro, rispondono al bisogno di presentare al pubblico l'immagine di un'azienda moderna e di successo. Il volume documenta lo stretto legame che le attivitdell'azienda hanno avuto con la societitaliana, non solo perchl'Eni stato uno dei pilastri del boom economico, ma anche per la capacitdella politica comunicativa aziendale di riflettere l'immaginario di un'epoca e di essere in sintonia con l'evoluzione sociale del Paese.

Il merito dei padri. Storia de La...

Menzani Tito; Ottolenghi Emilio; Ottolenghi Guido
Il Mulino 2020

In libreria in 3 giorni

28,00 €
Fondata il 24 maggio del 1920, La Petrolifera Italo Rumena (PIR - gruppo di logistica portuale attivo in Italia e all'estero) nacque nel complesso contesto del primo dopoguerra, quando grazie all'inizio della motorizzazione e alla diffusione dei nuovi impianti di riscaldamento si cominciarono a intravvedere per il settore petrolifero interessanti opportunitdi espansione. Da allora trascorso esattamente un secolo, durante il quale le vicende di questa impresa, che gestisce lo stoccaggio e la movimentazione di prodotti petroliferi, chimici e petrolchimici, biocombustibili e non solo, si sono intrecciate strettamente alle vicende del nostro paese. Il libro, scritto da due protagonisti degli ultimi decenni di storia della PIR in collaborazione con uno storico dell'economia, ripercorre le molte tappe di un percorso non sempre facile, talvolta disseminato di ostacoli: dalle leggi razziali del 1938, alle distruzioni causate dalla guerra e le difficoltdella ricostruzione, fino al rilancio degli anni Sessanta e all'avvio di nuove attivitin paesi quali l'Albania e la Tunisia. Dal racconto emerge, costante, la passione imprenditoriale della famiglia Ottolenghi, da sempre in prima linea in una gestione aziendale attenta allo sviluppo economico ma anche improntata a saldi principi etici e attenta alla valorizzazione del lavoro.

I nuovi equilibri energetici....

Ceccuti C. (cur.); Santoro I. (cur.)
Polistampa 2015

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Dalla rivoluzione industriale in poi, l'energia ha costituito sempre più il motore "fisico" dello sviluppo. Gli Stati Uniti, che di energia sono stati importatori per lunghi anni, sono diventati una potenza esportatrice che sarà presto alla pari dell'Arabia Saudita e della Russia. Si sono così generate nuove questioni, come un'utile boccata d'ossigeno per la (lenta) ripresa dell'Europa, ma anche ulteriori incognite nella tenuta economica e politica di nazioni fondate sulla esportazione di gas e petrolio, dalla Russia all'Iran e al Venezuela. Il volume, che contiene gli atti del seminario promosso nel 2014 dalla Fondazione Spadolini, si concentra su queste tematiche approfondendo in modo particolare tre aspetti: la sovrapposizione di una componente religiosa ai problemi energetici, il loro impatto sulla questione climatica, il ruolo dell'Italia e dell'Europa.

Acqua terra energia. Progettare il...

Manunta Marco
MC Editrice 2013

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Energia. Gli effetti della crescente fame di energia sul pianeta sono rilevanti. Dove si colloca l'Italia in questo contesto? Abbiamo bisogno di nuove centrali o di nuovo gas? Paghiamo le bollette elettriche più alte d'Europa? Che ruolo hanno rinnovabili e

Poveri d'energia

Ranci Pippo
Il Mulino 2016

In libreria in 5 giorni

15,00 €
Fra i diversi indicatori di deprivazione con cui si misura la povertà mondiale, due hanno a che fare con l'energia: 1,1 miliardi di persone non hanno accesso all'energia elettrica e 2,9 miliardi non possono cucinare e scaldarsi se non usando un fuoco aperto o mal protetto. Si tratta di un problema di disuguaglianza, di danno alla salute, di ostacolo allo sviluppo, di danno all'ambiente, di penalizzazione delle donne. Il libro fa il punto su questa emergenza, riconosciuta dalle Nazioni Unite nel 2015 con il Sustainable Development Goal numero 7: "Assicurare l'accesso a sistemi di energia moderni, sostenibili, sicuri e a prezzi sopportabili per tutti".

Contratti e regolazione nei mercati...

Bellantuono Giuseppe
Il Mulino 2009

In libreria in 5 giorni

28,00 €
Se le liberalizzazioni attuate negli ultimi anni nei settori dell'energia siano state efficaci ed efficienti e abbiano favorito l'introduzione di dinamiche concorrenziali è materia di discussione. Il libro, partendo dalla constatazione che la riforma dei mercati dell'energia richiede una maggiore attenzione alle interazioni tra fattori economici, tecnologici e istituzionali, offre indicazioni dettagliate sulle tecniche di regolazione adottate sulle due sponde dell'Atlantico, e illustra, attingendo all'analisi economica, gli incentivi e le strategie degli operatori di tali mercati. In particolare rilievo è posto il rapporto fra diritto dei contratti e regolazione: nei mercati liberalizzati il contratto diventa strumento di regolazione e di promozione della concorrenza. Un nuovo ruolo che richiede una revisione complessiva dell'interpretazione delle regole privatistiche, ma anche una valutazione approfondita della compatibilita delle finalità regolatorie con le strutture istituzionali del diritto privato.