Diritto della concorrenza, diritto antitrust

Filtri attivi

Diritto antitrust

Ghezzi Federico; Olivieri Gustavo
Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Il manuale "Diritto antitrust", di Federico Ghezzi e Gustavo Olivieri, giunge alla seconda edizione, completamente rinnovata e aggiornata. Il testo, dopo una parte dedicata agli obiettivi e agli strumenti del diritto antitrust, anche in prospettiva storico/economica, espone i lineamenti e l'evoluzione della disciplina a tutela della concorrenza, nonché la sua applicazione concreta in materia di intese, abusi di posizione dominante e concentrazioni tra imprese. Ampio spazio è dedicato all'enforcement pubblico e privato, nonché ai limiti di applicazione del diritto antitrust ed ai suoi rapporti con altre discipline di settore. La pubblicazione, tra i materiali on-line, della copiosa legislazione europea e italiana di riferimento, ha consentito di soffermarsi sui principi, sulla ratio delle norme e sulla loro interpretazione dottrinale e giurisprudenziale mantenendo uno stile conciso e lineare.

Commentario del Codice civile...

Musso Alberto
Zanichelli 2020

Non disponibile

205,00 €
Il commento è integrato da un dettagliato esame del Codice della proprietà industriale e delle pertinenti norme europee o internazionali. Oltre ai consolidati segni distintivi come ditta, insegna o marchi di fabbrica, sono esaminate le specifiche tipologie di marchi e i loro usi "off" e "on-line" (dal "key-word advertising" all'uso come "domain name", dal "look-alike" agli usi leciti o descrittivi); alla disciplina di marchi collettivi o di certificazione s'aggiungono le indicazioni geografiche, inclusa la disciplina italiana e comunitaria nel settore agro-alimentare, vitivinicolo o delle bevande alcoliche. Per i brevetti, ampi riferimenti sono rivolti ad invenzioni biotecnologiche e varietà vegetali - ottenute con processi naturali o per via transgenica - comparativamente alla disciplina del brevetto europeo o delle privative comunitarie, incluso il recentissimo "brevetto europeo con effetto unitario" nell'Unione; certificati complementari per specialità farmaceutiche, modelli d'utilità, topografie di prodotti a semiconduttori, disegni e modelli registrati, sono essi pure analizzati in ottica sia teorica sia applicativa, nazionale e sovranazionale. La disciplina della concorrenza, infine, è anch'essa esaminata alla luce della più recente dottrina e giurisprudenza, nonché degli interventi normativi sulle "liberalizzazioni".

L'equilibrio normativo del contratto

Dalia Cristina
Edizioni Scientifiche Italiane 2020

Non disponibile

5,00 €
La tutela della proporzione dei diritti ed obblighi contrattuali delle parti non è più appannaggio esclusivo del codice civile e, in particolare, degli artt. 1341 e 1342. La vigenza di regole speciali - quali quelle degli artt. 33-38 del codice del consumo e dell'art. 9 1. n. 192/1998, recante la disciplina della subfornitura nelle attività produttive, che garantiscono in maniera sostanziale l'aderente dal rischio di una contrattazione eccessivamente onerosa - rende estendibile la relativa disciplina protezionistica ad analoghe situazioni di debolezza contrattuale. Ne consegue che l'applicazione del divieto generale di abuso di dipendenza economica di cui all'art. 9 1. n. 192/1998 anche ai contratti del professionista intellettuale ridimensiona l'ambito di applicazione delle disposizioni del codice civile in materia di equilibrio normativo ai soli contratti tra eguali, in cui le parti sono dotate del medesimo potere contrattuale.

Concorrenza e antitrust

Pera Alberto
Il Mulino 2020

Non disponibile

8,80 €
Oggi la concorrenza è considerata il motore dello sviluppo economico, ma non è sempre stato così. Le prime leggi a vietare ogni comportamento restrittivo del libero commercio nascono negli Stati Uniti nel 1890, ma ci vorrà molto tempo prima che queste sian

Codice della concorrenza

Rossi Dal Pozzo Francesco
Giappichelli 2019

Non disponibile

65,00 €
"Sono ormai trascorsi undici anni dall'ultima edizione, e vent'anni dalla prima, della prima serie di questo Codice, a cura dei Proff. Riccardo Alessi ed Enzo Cannizzaro (con la collaborazione dell'avv. Elena Bozza). In questi anni, la fisionomia del sistema di applicazione della normativa antitrust a livello di Unione europea è mutata in modo significativo. Centrale, in tal senso, è stata la spinta al decentramento dell'applicazione degli attuali articoli 101 e 102 del TFUE, in favore dei giudici e delle autorità nazionali di concorrenza, avviata con il regolamento (CE) n. 1/2003. La crescente importanza e pervasività delle regole di concorrenza dell'Unione europea, cui spetta, a titolo di competenza esclusiva ai sensi dell'articolo 3 del TFUE, lettera b), la loro definizione, si riflette nella scelta di collocare queste ultime nella prima parte della nuova serie del Codice, in linea, peraltro, con il carattere di "modello" rivestito dalle stesse rispetto alle normative nazionali." (Tratto dalla Premessa)

Orizzonti della concorrenza in...

Cintioli Fabio
Giappichelli 2019

Non disponibile

30,00 €
Scrutare gli orizzonti della concorrenza significa guardare agli equilibri tra accusa e difesa nel procedimento di public enfórcement e all'esperienza che un'istituzione di successo, come l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha maturato sinora. Le sfide sono, oggi, forse ancor più impegnative che nel passato: calibrare la vigilanza antitrust sui nuovi poteri di mercato tra piattaforme e sharing economy, dare alla tutela dei consumatori il giusto peso nel public enforcement; avere contezza delle diverse funzioni che AGCM è chiamata a svolgere rispetto alle altre autorità. Scrutare gli orizzonti significa però soprattutto esaminare il fenomeno in modo unitario, accomunandovi i tre protagonisti: I'AGCM, il giudice amministrativo che esercita il controllo sulle decisioni di public enforcement e il giudice civile a cui spetta il private enforcement, rinvigorito dalla più recente disciplina di matrice europea. Il destino dei tre protagonisti è sempre più intrecciato e l'accertamento compiuto dall'uno è destinato ad influire su quello dell'altro, in un'esperienza comune; e ciò specialmente dopo l'ingresso delle garanzie richieste dalla CEDU, anche sul fronte della fidi jurisdiction, e dopo l'efficacia vincolante del provvedimento di public enforcement nei confronti del giudizio civile di risarcimento dei danni previsto dall'art. 7 del d.lgs. n. 3/2017.

Il sistema di enforcement delle...

Calzolari Luca
Giappichelli 2019

Non disponibile

45,00 €
"Con l'adizione della dir. (UE) m. 2019/1, può dirsi compiuto il processo di «modernizzazione» delle regole antitrust dell'Unione europea, iniziato oltre quindici anni fa col reg. (UE) n. 1/2003, e proseguito con la dir. n. 2014/104/UE. Armonizzando i poteri che gli Stati membri sono tenuti a conferire alle autorità garanti della concorrenza (in seguito, le 'ANC'), la c. d. direttiva ECN+ costituisce infatti l'ultimo passaggio del lungo e complesso processo di riforma concernente la politica di concorrenza dell'Unione, e fondato sulla crescente consapevolezza circa la necessità di migliorare l'efficienza delle modalità di enforcement degli artt, 101 e 102 TFUE."

La disciplina della concorrenza in...

Fattori Piero; Todino Mario
Il Mulino 2019

Non disponibile

38,00 €
Il manuale illustra in maniera sistematica la disciplina antitrust in Italia, dedicando ampio spazio alle fattispecie materiali (intese, abusi e concentrazioni), ai profili procedurali, al sindacato del giudice amministrativo e alla tutela dinanzi al giudice ordinario. La nuova edizione si presenta arricchita e riveduta: oltre a un puntuale aggiornamento della casistica si dà conto organicamente dei numerosi e importanti sviluppi intervenuti a livello sia nazionale sia comunitario in materia di regole di concorrenza, in particolare in tema di priorità, obiettivi, standard valutativi, strumentario investigativo a disposizione delle autorità.

Studi sul trust

Lupoi M. (cur.)
Ipsoa 2018

Non disponibile

40,00 €
Il volume raccoglie numerosi saggi aventi varia impostazione, dalla teoria e dalla storia del diritto straniero alla pratica professionale italiana, per fornire al lettore differenti chiavi di lettura dei trust. Si analizzano: i trust familiari o a fini altruistici, i trust in materia societaria e fallimentare, i trust nel diritto penale, il trust nel diritto societario.

Materiali necessari per lo studio...

Zanchi Duccio
Filodiritto 2018

Non disponibile

29,00 €
Scopo di questo volumetto è offrire indicazioni ragionate che siano di supporto a chi si avvicini al trust sia per finalità di studio che per esigenze pratiche, ovvero per la redazione di un atto o di un parere. Il testo comprende l'indicazione di quei materiali ritenuti essenziali e una raccolta di giurisprudenza. Solo alcuni fra i materiali selezionati sono riprodotti per esteso. Le leggi straniere sul trust riprodotte integralmente sono quelle che ci sono apparse più significative, oltre ad essere quelle più frequentemente utilizzate, almeno in Italia. La giurisprudenza è stata organizzata con un approccio critico, senza limitarsi a riprodurre le sole massime, ma cercando di individuare quelli che, almeno nell'evoluzione di questi ultimi sei, sette anni, sono apparsi i temi di più rilevante impatto.

Le linee guida sulla...

Cazzato Carlo Edoardo
Giappichelli 2018

Non disponibile

29,00 €
A poco più di tre anni dall'adozione delle Linee Guida sulla modalità di applicazione dei criteri di quantificazione delle sanzioni amministrative pecuniarie, irrogate dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) in attuazione dell'articolo 15, comma 1, della legge n. 287/90, il volume ripercorre la struttura delle Linee Guida con l'approccio tipico di un commentario, entrando nel merito di ciascuna previsione, al fine di individuarne la ratio, l'effettivo perimetro, l'apporto di prassi e giurisprudenza e, se del caso, i limiti. In tale prospettiva, il lavoro diventa l'occasione per ripercorrere l'iter seguito dalla Agcm nella determinazione delle sanzioni amministrative pecuniarie imposte nell'ambito del cd. public enforcement e permette di avere nitida contezza dello stato dell'arte in materia di quantificazione delle predette ammende. Prefazione di Antonio Catricalà.

Il diritto della concorrenza...

Pappalardo Aurelio
Utet Giuridica 2018

Non disponibile

92,00 €
La II edizione dell'opera, aggiornata alla luce degli sviluppi dell'ultimo decennio, costituisce un'introduzione, semplice e chiara, ai principali profili sostanziali relativi alla disciplina dell'antitrust: che cos'è la concorrenza?, perché è meritevole di tutela?, a quali rischi è esposta?, quali ne sono i rimedi? Ricco di riferimenti alle più significative disposizioni adottate per l'attuazione degli artt. 101, 102 e 106 del Trattato UE ed il reg. (CE) n. 139/2004, alla prassi decisionale della Commissione e alla giurisprudenza dei giudici dell'UE, illustra concretamente come viene attuata la disciplina della concorrenza europea applicabile alle imprese. Completano il volume brevi cenni essenziali agli aspetti procedurali, sia per la parte relativa alle intese e agli abusi di posizione dominante, sia per quella relativa alle concentrazioni.

Il trust. Manuale tecnico...

Olivieri Francesco P.
Giuffrè 2018

Non disponibile

38,00 €
Il Trust è materia spesso relegata agli specialisti del settore. L'istituto, elaborato dall'esperienza anglosassone sulla base della "fiducia" di diritto romano, è stato da anni introdotto nell'ordinamento italiano con la legge di recepimento della Convenzione Internazionale dell'Aja. La prassi se n'è parzialmente appropriata, così da renderlo oggetto di conoscenza anche se non di diffuso utilizzo; prova ne è la stessa giurisprudenza sempre più presente in tutti i settori (civile, penale e fiscale) della quale il testo riporta numerosi esempi recenti e significativi, alcuni dei quali difficilmente reperibili. Tuttavia permane ancora nella maggioranza dei pratici un'alea se non di mistero certo di poca dimestichezza, quasi che il trust sia utile esclusivamente per salvaguardare patrimoni multi milionari o intervenire in supporto solo di minus habens con ciò relegandolo ingiustamente ad un ruolo riduttivo rispetto alle sue enormi e concrete molteplici potenzialità. Il testo, arricchito di un formulario di immediato utilizzo, ha dunque l'ambizione di aiutare la comprensione pratica dell'istituto con spunti operativi, fornendo altresì al professionista il materiale di base per permetterne una maggior dimestichezza volta al suo utilizzo concreto.

Is competition a click away? Sfida...

Mannoni Stefano; Stazi Guido
Editoriale Scientifica 2018

Non disponibile

10,00 €
Alla fine dell'Ottocento negli Stati Uniti fu varata la prima legge antitrust per impedire che imprese troppo grandi monopolizzassero i mercati e, tramite l'accumulo di enormi ricchezze, accrescessero le diseguaglianze e condizionassero la democrazia americana. Appare quindi inspiegabile la benevola tolleranza con cui la politica, le istituzioni e la salvaguardia del mercato e gli esperti di antitrust hanno assistito, negli Stati Uniti e nel resto del mondo, alla inarrestabile crescita delle grandi piattaforme digitali, cioè alla manifestazione più totalizzante, inedita e pericolosa del monopolio che la civiltà occidentale abbia mai conosciuto. Nella sfida al monopolio nell'era digitale le istituzioni preposte ai mercati e alle regole devono e possono riscattarsi con scelte coraggiose e innovative, abbandonando uno stanco conformismo intellettuale e recuperando lo spirito originario dell'antitrust che, tutelando pluralità, libero accesso e integrità dei mercati garantisce la concorrenza e la democrazia, reale e digitale.

L'economia digitale, il lavoro, la...

Comito Vincenzo
Ediesse 2018

Non disponibile

13,00 €
Sono in atto nel mondo grandi mutamenti legati alle innovazioni nelle tecnologie digitali. Essi sono governati essenzialmente da una decina di grandi gruppi globali, statunitensi e cinesi, che perseguono i loro stretti interessi a spese dei cittadini e delle comunità, possedendo un potere di mercato immenso, mentre l'Europa sembra tagliata fuori da questi sviluppi. Si pongono in proposito enormi problemi in vari campi, con la conseguente necessità di portare avanti processi di controllo del settore da parte dei pubblici poteri, in particolare, oltre che sul fronte della politica del lavoro, questione particolarmente toccata da questi sviluppi, sul piano dell'antitrust, della protezione dei dati dei cittadini (tema messo in rilievo di recente dallo scandalo Facebook), delle questioni fiscali, della diffusione delle notizie sensibili, della dimensione etica delle scelte, dell'influenza esercitata da tali gruppi anche sui comportamenti e le decisioni politiche in vari paesi.

Assetti istituzionali e prospettive...

Benacchio G. A. (cur.); Carpagnano M. (cur.)
Editoriale Scientifica 2018

Non disponibile

16,00 €
Il Volume raccoglie gli atti della VI edizione del Convegno Antitrust di Trento, tenutosi dal 6 all'8 aprile 2017. Le principali tematiche hanno riguardato il nuovo assetto istituzionale del private antitrust enforcement in Italia e nell'Unione europea a seguito del recepimento della Direttiva 2017/104/UE, le esperienze applicative negli Stati membri, la prospettiva del mercato e dei consumatori rispetto alle azioni di risarcimento del danno antitrust ed i nuovi assetti istituzionali delle Autorità di Concorrenza in Europa.

Tutela della concorrenza e...

Midiri Mario
Editoriale Scientifica 2018

Non disponibile

13,00 €
Viviamo in una fase di evoluzione tecnologica che produce fratture nell'ordinamento. Gli innovatori invocano a loro sostegno la libertà creativa - e distruttiva - dell'iniziativa economica privata, contro regolazioni intrusive. Le autorità pubbliche difendono le ragioni del servizio universale in nome del principio di eguaglianza e della coesione sociale, ma hanno strumenti usurati dal tempo. Si pensi alle vicende di Uber, la technology company della Silicon Valley che offre un servizio di trasporto automobilistico privato via app. Sfidato dall'economia delle piattaforme, il legislatore arranca. Anche le corti sono in difficoltà. Ma non si parte da zero: la dinamica della concorrenza e la missione dei servizi pubblici sono punti di riferimento, con un solido fondamento nelle costituzioni nazionali del diritto europeo. Indicazioni preziose già vengono dalla sperimentazione che è in atto nelle diverse realtà metropolitane. Nessuno ha una ricetta sicura. Ma dagli errori si può imparare.

La disciplina dei cartelli nel...

Lamarca Salvatore
Giappichelli 2017

Non disponibile

28,00 €
L'opera si occupa dei cartelli, le intese anticoncorrenziali più gravi, proponendo un'analisi utile sia per gli specialisti del diritto antitrust sia per chi intende approfondire la materia. Dopo aver introdotto il lettore ai fondamenti e alla funzione del diritto antitrust, fornisce un'esegesi degli elementi essenziali dell'art. 101 TFUE. Il tema dei cartelli viene approfondito analizzando innanzitutto la giurisprudenza europea, con un'attenzione specifica agli argomenti più attuali: collusione e coordinamento non collusivo sui mercati oligopolistici, scambi di informazioni, prova di carattere indiziario delle pratiche concordate. Le sentenze e i principi antitrust sono illustrati con l'obiettivo di fornire un quadro chiaro dello stato dell'arte. Per comprendere come nella nostra giurisdizione i principi antitrust europei siano applicati nelle fattispecie concrete, sono stati selezionati alcuni significativi casi nazionali, descritti attraverso l'analisi fattuale e giuridica svolta dall'Autorità Garante, e le sentenze di Tar Lazio e Consiglio di Stato. Infine, vengono trattate le norme europee e nazionali in tema di sanzioni e programmi di clemenza e si affronta la questione, assai rilevante in prospettiva, dell'applicazione del diritto antitrust da parte delle giurisdizioni civili in cause per risarcimento del danno antitrust.

Lo sham trust nell'ordinamento...

Perriello Luca Ettore
Edizioni Scientifiche Italiane 2017

Non disponibile

43,00 €
L'affermazione del trust come strumento atto a perseguire una pluralità di funzioni, non sempre lecite e meritevoli, porta ad interrogarsi sui limiti del suo riconoscimento nell'ordinamento giuridico italiano. Dottrina e giurisprudenza hanno superato le antiche incomprensioni dell'istituto dovute al numerus clausus dei diritti reali e alla riserva di legge sulle limitazioni della responsabilità patrimoniale, ma devono sempre piú confrontarsi con architetture complesse, caratterizzate da smisurate riserve di poteri in capo al disponente e dall'esautorazione del trustee. Di là dall'azione revocatoria, la categoria di origine anglosassone dello sham è apparsa come un rimedio particolarmente adatto a sanzionare diverse manifestazioni patologiche del trust.

Il sistema del controllo delle...

Beretta Matteo; D'Ostuni Marco
Giappichelli 2017

Non disponibile

32,00 €
Questo libro fotografa i primi trent'anni di lavoro dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nel campo del controllo delle operazioni di concentrazione e mette a fuoco in maniera originale le peculiarità del sistema italiano e i suoi difetti. Ne risulta una immagine nitida: una prassi decisionale sofisticata, senza nulla da invidiare agli standard della Commissione europea o di altre autorità della concorrenza nazionali. Il libro consente ai lettori di accorgersene attraverso la minuziosa descrizione di centinaia di casi, provvedimenti e sentenze, che fungono da corredo alla illustrazione delle regole e delle procedure di base. Fanno da contraltare, non proprio sullo sfondo, anche problemi che il legislatore dovrebbe affrontare, come l'ancoraggio della normativa attuale a concetti obsoleti (il test di dominanza, l'esclusione dal controllo preventivo delle joint venture cooperative) o un sistema di soglie di notifica disfunzionale, che ha assottigliato il ricorso a un fondamentale strumento di tutela della concorrenza. Gli autori non risparmiano opinioni critiche su questi aspetti. Il senso complessivo dell'opera è alla fine una utile guida al sistema italiano di controllo delle concentrazioni, in una prospettiva pratica e approfondita, che invita anche alla riflessione sulle riforme da intraprendere.

Trust. Temi emergenti e nuove...

Vial Ennio
Maggioli Editore 2017

Non disponibile

29,00 €
Il volume affronta quelli che possiamo definire i principali temi emergenti nell'applicazione del trust. Il primo capitolo approfondisce la sentenza n. 21614/2016 della Cassazione in materia di fiscalità indiretta del trust, illustrando anche le successive conseguenze nella giurisprudenza di merito. Successivamente si esamina la questione delle imposte ipotecarie e catastali, sia sotto il profilo degli attuali orientamenti dottrinali-giurisprudenziali, sia in relazione alla gestione del contenzioso tributario. Viene inoltre trattato il contratto di affidamento fiduciario, che può rappresentare una valida e talora più efficace alternativa rispetto al trust. Non manca un capitolo dedicato alle azioni esperibili contro il trust, con particolare attenzione all'azione di nullità e all'azione revocatoria. Di grande attualità è la disamina della Legge sul Dopo di Noi (Legge n. 112/2016), che costituisce il primo significativo riconoscimento normativo non fiscale dell'istituto del trust e prevede una serie di agevolazioni per i trust e gli istituti affini implementati a tutela della disabilità grave. Si passa poi al tema della tassazione diretta del trust, a seguito della riduzione dell'aliquota Ires dal 27,5% al 24%, dell'utilizzo dell'istituto nelle operazioni di riorganizzazione aziendale e della tassazione diretta dei beneficiari italiani di trust non residenti. Viene affrontato anche il tema della disciplina antiriciclaggio connessa al trust, con le novità introdotte dal D.Lgs. n. 90/2017, di recepimento della IV Direttiva, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 19 giugno 2017. Infine, si esamina il tema del trust liquidatorio, anche alla luce dei chiarimenti del Notariato e degli sviluppi giurisprudenziali.

Contratto di rete e diritto antitrust

Garilli Chiara
Giappichelli 2017

Non disponibile

35,00 €
La disciplina del contratto di rete ("c.d.r.") - introdotta nel nostro ordinamento giuridico dalla l. 9 aprile 2009, n. 33 (di conversione del d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, c.d. Decreto incentivi), e poi a più riprese modificata in modo sostanziale - ha sin dalla sua emanazione suscitato molteplici dubbi interpretativi ed incisive critiche, per lo più determinati da problemi d'inquadramento sistematico e dalla lacunosità del dettato normativo. Non sono mancate, tuttavia, significative voci dottrinali che, pur sottolineando le imperfezioni dell'attuale testo di legge, ne hanno posto in luce i meriti, consistenti in particolare nell'emersione, grazie alla prospettiva unitaria della rete, delle relazioni giuridiche legate a determinati assetti di cooperazione interimprenditoriale, precedentemente realizzati per il tramite di contratti innominati (es. joint venture) o di forme di collegamento negoziale tipiche della filiera produttivo-distributiva (es. reti di sub-fornitura e di franchising).

Il risarcimento del danno per...

Manzini P. (cur.)
Giappichelli-Linea Professionale 2017

Non disponibile

28,00 €
Sino ad oggi l'applicazione del diritto antitrust è stata affidata sostanzialmente nelle mani delle autorità pubbliche, ossia l'Autorità della Concorrenza e del Mercato e la Commissione europea. Sporadici - almeno in Italia - sono stati i casi di azioni promosse dai danneggiati, nonostante il diritto al risarcimento derivante da violazioni delle norme antitrust sia stato riconosciuto anche dalla nostra Suprema Corte. Ciò a causa, in particolare, delle notevoli e specifiche difficoltà di prova dell'illecito, del quantum del danno, del nesso causale, nonché del rischio che la parte convenuta eccepisca che l'attore ha trasferito il danno sui suoi clienti. La disciplina della direttiva UE 2014/104, ora attuata con decreto legislativo n. 3/2017, risolve gran parte dei problemi evidenziati in passato e promette di essere una tappa cruciale per rendere effettivo il private enforcement delle norme antitrust anche in Italia. La strada per le azioni di risarcimento del danno derivante da cartelli, intese di esclusiva o abusi di posizione dominante è ora decisamente aperta. Questo volume presenta in maniera analitica, ma con taglio pratico, la nuova disciplina. Il volume è introdotto da una prefazione di Gabriella Muscolo, componente dell'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato.

Gudia al trust 2016. Lineamenti...

Vial Ennio; Pozzi Vita
Il Sole 24 Ore 2016

Non disponibile

26,00 €
II trust, istituto di matrice anglosassone, sta prendendo sempre più piede anche nel nostro ordinamento. Capita sempre più frequentemente nella vita quotidiana, professionale, di imbattersi in un trust istituito da altri. Dall'uso dell'istituto ne è spesso conseguito un abuso. Si deve, però, ricordare che il trust deve avere una causa, deve perseguire degli interessi meritevoli di tutela e che la segregazione del patrimonio non può essere vista come uno scopo, ma solo come un effetto dell'istituto. II libro cerca di distinguersi dai numerosi interventi sul tema in quanto, lungi da un approccio teorico accademico, cerca di esaminare i profili pratici e operativi, pur nel rigore della trattazione. II testo, indispensabile per il lettore che approccia per la prima volta il tema, utile per il professionista più esperto che, pur conoscendo già i lineamenti "civilistici" e fiscali dell'istituto, desidera trarre spunti per (lecite) applicazioni pratiche.

Diritto e pratica dei trust....

Zanchi Duccio
Giappichelli 2016

Non disponibile

49,00 €
La stesura di questo lavoro è nata dalla constatazione che, a più di venti anni dalla ratifica della Convenzione dell'Aja che ha aperto la strada al riconoscimento del trust interno, questo istituto, pur essendo in grado di offrire sovente soluzione a problemi cui i tradizionali istituti non riescono a dare risposte soddisfacenti, non è ancora entrato nella mentalità degli operatori (avvocati, notai, commercialisti) quale strumento di uso corrente e di conseguenza viene poco utilizzato anche da chi potrebbe fruirne con vantaggio. Nel frattempo sono usciti in Italia ottimi libri sul trust, che, con rare eccezioni, prospettano un approccio prevalentemente teorico ai vari problemi che il ricorso al trust mira a risolvere. Senza trascurare gli aspetti teorici, con questo libro si è voluto quindi spostare l'indagine su un campo finora meno arato. Il volume inizia con una ricostruzione del trust nelle sue figure e nei suoi aspetti caratterizzanti, con un costante richiamo alle posizioni più significative che, in Italia, e nei paesi di common law, la giurisprudenza è andata assumendo su quasi tutti gli aspetti della vita di questo istituto, con una serie di pronunce che, oltre a riconoscerne la liceità, sono anche servite a definirne il perimetro di operatività.

Trust e «dopo di noi»

La Torre G. (cur.)
Ipsoa 2016

Non disponibile

40,00 €
Al centro di questo libro è la drammatica attualità dei genitori che vogliono assicurare ai propri figli bisognosi di particolare assistenza un futuro il più possibile simile al presente, che i genitori hanno costruito a misura delle esigenze del figlio. Il trust è il pegno del futuro, ossia la cornice giuridica entro la quale i genitori rappresentano quel che dovrà avvenire da quando essi non saranno più responsabili del presente perché la morte o una sopravvenuta incapacità li avranno collocati nel passato. L'attuale edizione di questo libro, frutto come le precedenti del lavoro della commissione dell'associazione "Il trust in Italia" mantiene l'ambizioso obiettivo di rivolgersi sia al gran numero di famiglie colpite dal tema del "Dopo di noi" sia ai professionisti legali e tributari. Funzionale rispetto al perseguimento di questo obiettivo è stato l'inserimento nel libro di testimonianze, che immediatamente collocano i profili giuridici nel contesto della vita reale e ne colgono i risvolti sociali e personali. Funzionale è stata anche la scelta di uno stile piano e discorsivo, il più possibile privo di inutili tecnicismi, ma, al tempo stesso, concettualmente rigoroso e attento all'aggiornamento legislativo e giurisprudenziale. Numerosi sono i riferimenti alla recente Legge 22 giugno 2016, n. 112 che ha affiancato al trust i vincoli di destinazione e il contratto di affidamento fiduciario.

Istituzioni del diritto dei trust...

Lupoi Maurizio
CEDAM 2016

Non disponibile

45,00 €
L'ingresso del trust in Italia è comunemente attribuito agli effetti dei suoi studi, tanto storici che negli ordinamenti contemporanei; queste "Istituzioni" presentano il trust nel mondo della common law (prima parte) e nell'esperienza giuridica italiana (seconda parte), tenendo conto della più recente giurisprudenza. La Corte di Cassazione si è espressa numerose volte sulla figura del trust "interno", come proposto in sede scientifica dall'autore di questo libro, e ne ha sempre ammesso la legittimità: quindi, il professionista non può più ignorare di avere a propria disposizione un nuovo strumento, del quale deve conoscere almeno i tratti essenziali.

Commentario breve alle leggi su...

Ubertazzi Luigi Carlo
CEDAM 2016

Non disponibile

220,00 €
Il Commentario breve alle leggi su proprietà intellettuale e concorrenza è giunto alla sesta edizione perché è sempre stato in grado di analizzare gli istituti (marchio, segni distintivi e design, invenzioni e brevetto, diritto d'autore, concorrenza, antitrust, pubblicità) in tutti i loro risvolti applicativi, fino a ricomprenderne gli esiti della tutela presso le giurisdizioni degli Stati UE, anche dei consumatori, e presso gli organi UE o internazionali, compresa la prassi avanti le Autorità Garanti; allo stesso tempo è sempre stato in grado di fornirne un quadro organico delle problematiche, orientando il lettore con rinvii mirati tra le norme. La sesta edizione si caratterizza per aver eliminato alcune fonti superate nella prassi o meno battute e per essersi arricchita di nuove fonti commentate.

Trust affidamento fiduciario e...

Cerri Francesca
Giuffrè 2015

Non disponibile

18,00 €
Il presente lavoro persegue due intenti: uno descrittivo, attraverso il quale si tenta di delineare, dal unto di vista giuridico, la struttura del trust; l'altro, invece, di natura propositiva, per individuare a quali modelli occorrerebbe ispirarsi per dis

La responsabilità delle imprese nel...

Iannuccelli Paolo
Giuffrè 2015

Non disponibile

29,00 €
Il volume, partendo da un'analisi delle finalità generalmente riconosciute al diritto della concorrenza dell'Unione europea e delle più comuni condotte restrittive della concorrenza, esamina gli elementi fondamentali del c.d. enforcement del diritto antitrust, soffermandosi sulla tensione esistente tra la dimensione pubblica e quella privata di esso. Per superare tale tensione, l'autore propone un ripensamento dell'intera disciplina che valorizzi il ruolo della responsabilità delle imprese, permettendo di conciliare le esigenze del controllo pubblico sul mercato per la via amministrativa con quelle di un pieno soddisfacimento del diritto al risarcimento delle vittime dell'illecito antitrust.

I soldi degli altri e come i...

Brandeis Louis D.
Storia e Letteratura 2015

Non disponibile

18,00 €
Questo libro, piccolo grande classico del pensiero antitrust americano, esce qui tradotto per la prima volta in italiano. Il suo autore, Louis Brandeis, noto anche come 'the People's Lawyer', l'avvocato del popolo, fu uno dei maggiori giuristi del suo tempo e il rappresentante di quella cultura della concorrenza, che, al di là dei paraventi retorici, non ha mai veramente attecchito nel discorso pubblico del nostro Paese. Il tema di cui tratta è quello della concentrazione del potere finanziario e la sconcertante conclusione che possiamo trarne noi oggi - a cento anni esatti dalla sua prima pubblicazione e nel pieno di una crisi iniziata proprio con le banche e poi dilagata all'economia intera - è che i fenomeni che analizza e discute sono gli stessi nostri, nonché, per chi voglia vederle, buona parte delle soluzioni che offre.

Antitrust nel settore farmaceutico....

Rotili Simone
Universitalia 2015

Non disponibile

11,90 €
Nozioni generali sul diritto antitrust. Il caso AstraZeneca. Il caso Pfizer-Ratiofarm. Il caso Roche-Novartis. In questo testo si tratterà di quelli che sono gli istituti in termini di disciplina antitrust. Nella prima parte ci si soffermerà su alcune nozioni basilari utili alla comprensione dei tre casi che verranno esposti di seguito e che hanno tracciato le linee guida della storia di questo settore. Cosa sono i cartelli, cosa si intende per comportamenti unilaterali, cos'è il "paying for delay", chi sono i genericisti, e cosa sono gli originator e altre nozioni proprie dell'antitrust.

Le pratiche commerciali scorrette...

Palmigiano Alessandro
Key Editore 2015

Non disponibile

12,00 €
L'utente nei casi in cui non riesca, attraverso un reclamo, a risolvere un problema insorto nel rapporto con il fornitore di servizi di comunicazione elettronica, può, naturalmente, instaurare un contenzioso con l'operatore per tutelare le proprie ragioni.

La rivoluzione incompiuta. 25 anni...

Pera Alberto
Fazi 2015

Non disponibile

19,50 €
Quando venticinque anni fa è stata istituita la legge antitrust ci si proponeva due obiettivi: stabilire una disciplina del mercato attraverso una serie di norme atte a evitare cartelli e monopolizzazioni e stimolare la politica ad ampliare lo spazio della

Il diritto antitrust dell'Unione...

Cortese Bernardo
Giappichelli 2014

Non disponibile

31,00 €
Il volume ha ad oggetto la trattazione delle regole di concorrenza dell'Unione applicabili alle imprese ed è suddiviso in cinque parti. Le prime due corrispondono ai due istituti del diritto antitrust UE disciplinati direttamente dagli articoli 101 e 102 del Trattato, intese ed abusi di posizione dominante. Le due successive parti si occupano separatamente, dato l'interesse peculiare dei temi, dei profili procedurali e delle ammende, in relazione ai regimi delle intese e degli abusi. Infine, è analizzato il tema delle concentrazioni, considerando unitariamente sia la disciplina sostanziale che quella procedurale ad esso relativa. Per ciascuna parte gli autori hanno seguito essenzialmente uno schema unitario, che consiste nella trattazione dei singoli argomenti, ciascuno dei quali è accompagnato dai passaggi più significativi della giurisprudenza della Corte di giustizia e da tre quesiti di verifica finalizzati ad accertare l'assimilazione dei concetti fondamentali. L'impostazione complessivamente utilizzata consente di affrontare con concretezza ed attualità le tematiche più significative del diritto della concorrenza dell'Unione europea.

Il trust e le sue applicazioni

Di Costanzo Lucia
Edizioni Scientifiche Italiane 2014

Non disponibile

12,00 €
La circolazione del trust, tipico istituto anglosassone, e il suo uso in ordinamenti di diversa tradizione giuridica offrono uno spunto per riflettere in concreto sul processo di trasformazione delle categorie concettuali interne a seguito della influenza dei modelli stranieri. Assimilabile a quella tecnica c.d. "trapianto dei modelli giuridici", questa sorta di recezione consente di avere una dimensione pratica non soltanto della uniformazione giuridica, quale frantumazione del diritto nello spazio e nel tempo, ma anche della sottile penetrazione della indagine comparativa nella quotidiana interpretazione e applicazione del diritto, nonché del graduale abbandono del ruolo centripeto della legislazione scritta che ha caratterizzato gli ordinamenti di civil law, riconoscendo rilevanza alla creatività del giudice e alla individuazione comparativa di valori e principi comuni sui quali costruire una uniformità di normazione.

Clausole vessatorie e i poteri...

Palmigiano Alessandro
Key Editore 2014

Non disponibile

12,00 €
L'art. 5 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, C.d. Decreto Cresci Italia, (nel prosieguo, "art.5"), convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012 n. 27, ha conferito all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) nuove competenze in materia di clausole vessatorie (art. 37-bis, del Codice del Consumo) inserite in condizioni generali di contratto o moduli, modelli e formulari predisposti dalle imprese per essere impiegate nei rapporti con i consumatori. In tale ambito l'Autorità può attuare un duplice intervento: può accertare la vessatorietà delle clausole attivandosi d'ufficio o su segnalazione, oppure può pronunciarsi sulI'interpello proposto dall' impresa interessata.