Diritto della concorrenza, diritto antitrust

Active filters

Diritto antitrust

Ghezzi Federico
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

32,00 €
Il manuale "Diritto antitrust", di Federico Ghezzi e Gustavo Olivieri, giunge alla seconda edizione, completamente rinnovata e aggiornata. Il testo, dopo una parte dedicata agli obiettivi e agli strumenti del diritto antitrust, anche in prospettiva storico/economica, espone i lineamenti e l'evoluzione della disciplina a tutela della concorrenza, nonché la sua applicazione concreta in materia di intese, abusi di posizione dominante e concentrazioni tra imprese. Ampio spazio è dedicato all'enforcement pubblico e privato, nonché ai limiti di applicazione del diritto antitrust ed ai suoi rapporti con altre discipline di settore. La pubblicazione, tra i materiali on-line, della copiosa legislazione europea e italiana di riferimento, ha consentito di soffermarsi sui principi, sulla ratio delle norme e sulla loro interpretazione dottrinale e giurisprudenziale mantenendo uno stile conciso e lineare.

Benedetta concorrenza. Dal...

Solimene
Vita e Pensiero

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Il volume il risultato di una ricerca, che segue due precedenti pubblicazioni, edite da Vita e Pensiero, dedicate alle problematiche del processo di liberalizzazione nelle telecomunicazioni: La liberalizzazione zoppa (2004) e La concorrenza negata (2013). Nel presente lavoro tali problematiche vengono temporaneamente accantonate per lasciare spazio all'analisi di alcuni innegabili risultati positivi per il settore. Il libro segue l'evoluzione che ha caratterizzato il comparto delle telecomunicazioni italiane e valuta il suo odierno assetto e gli effetti dell'introduzione della concorrenza. Il drastico cambiamento che ha attraversato questo settore ha avuto esiti significativi in termini di diffusione del servizio e del suo arricchimento e, grazie al suo intrecciarsi con l'information technology, rappresenta oggi uno dei principali driver del cambiamento in tutto il mondo e, quindi, anche nel nostro Paese. Tale passaggio stato pilotato, tra mille difficolt dall'Autoritper le garanzie nelle comunicazioni, l'organismo indipendente che ha avuto, e continua ad avere, il compito di favorire l'apertura dei mercati e il libero gioco della concorrenza, attraverso l'applicazione delle rigorose normative comunitarie. La presenza in Italia di un ampio numero di imprese entrate in questo mercato conferma la vis imprenditoriale che il frutto migliore generato dalle politiche di liberalizzazione, realizzate sulla spinta dell'Unione Europea. Una concorrenza cosampia ha permesso la sensibile diminuzione dei prezzi dei servizi di telecomunicazione e, nello stesso tempo, ha determinato il netto miglioramento della qualitdel servizio, il che giustifica il titolo dato alla nostra ricerca: Benedetta concorrenza.

Il trust. Caratteristiche e...

Allini Alessandra
Giappichelli

Non disponibile

15,00 €
Sulla scia di consolidate tendenze internazionali, in parte già ratificate in sede comunitaria, anche nel panorama italiano si va oggi diffondendo l'istituto del trust. Segnatamente, si tratta di un singolare strumento di segregazione patrimoniale, mediante il quale un disponente decide di distaccare uno o più beni, da delimitare secondo uno schema vincolato in chiave economica e giuridica, indi da trasferire ad un soggetto fiduciario. A quest'ultimo, poi, pertiene una funzione gestoria di varia ampiezza, in vista di un futuro trasferimento dei beni medesimi, nonché dei benefici frattanto maturati, da destinare a vantaggio di beneficiari appositamente identificati. Con osservazione limitata a forme societarie e, soprattutto, in presenza di determinate caratteristiche funzionali ascrivibili alla sub-unità gemmata, il presente lavoro ha inteso esaminare alcuni profili economico-aziendali del trust. Una volta tratteggiate le linee generali dello strumento e le connesse implicazioni sul piano della separazione del rischio, il nucleo centrale dello scritto riguarda gli aspetti contabili che si producono nella sfera degli attori coinvolti.

Il sistema di enforcement delle...

Calzolari Luca
Giappichelli

Non disponibile

45,00 €
"Con l'adizione della dir. (UE) m. 2019/1, può dirsi compiuto il processo di «modernizzazione» delle regole antitrust dell'Unione europea, iniziato oltre quindici anni fa col reg. (UE) n. 1/2003, e proseguito con la dir. n. 2014/104/UE. Armonizzando i poteri che gli Stati membri sono tenuti a conferire alle autorità garanti della concorrenza (in seguito, le 'ANC'), la c. d. direttiva ECN+ costituisce infatti l'ultimo passaggio del lungo e complesso processo di riforma concernente la politica di concorrenza dell'Unione, e fondato sulla crescente consapevolezza circa la necessità di migliorare l'efficienza delle modalità di enforcement degli artt, 101 e 102 TFUE."

Orizzonti della concorrenza in...

Cintioli Fabio
Giappichelli

Non disponibile

30,00 €
Scrutare gli orizzonti della concorrenza significa guardare agli equilibri tra accusa e difesa nel procedimento di public enfórcement e all'esperienza che un'istituzione di successo, come l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha maturato sinora. Le sfide sono, oggi, forse ancor più impegnative che nel passato: calibrare la vigilanza antitrust sui nuovi poteri di mercato tra piattaforme e sharing economy, dare alla tutela dei consumatori il giusto peso nel public enforcement; avere contezza delle diverse funzioni che AGCM è chiamata a svolgere rispetto alle altre autorità. Scrutare gli orizzonti significa però soprattutto esaminare il fenomeno in modo unitario, accomunandovi i tre protagonisti: I'AGCM, il giudice amministrativo che esercita il controllo sulle decisioni di public enforcement e il giudice civile a cui spetta il private enforcement, rinvigorito dalla più recente disciplina di matrice europea. Il destino dei tre protagonisti è sempre più intrecciato e l'accertamento compiuto dall'uno è destinato ad influire su quello dell'altro, in un'esperienza comune; e ciò specialmente dopo l'ingresso delle garanzie richieste dalla CEDU, anche sul fronte della fidi jurisdiction, e dopo l'efficacia vincolante del provvedimento di public enforcement nei confronti del giudizio civile di risarcimento dei danni previsto dall'art. 7 del d.lgs. n. 3/2017.

Tutela della concorrenza e...

Midiri Mario
Editoriale Scientifica

Non disponibile

13,00 €
Viviamo in una fase di evoluzione tecnologica che produce fratture nell'ordinamento. Gli innovatori invocano a loro sostegno la libertà creativa - e distruttiva - dell'iniziativa economica privata, contro regolazioni intrusive. Le autorità pubbliche difendono le ragioni del servizio universale in nome del principio di eguaglianza e della coesione sociale, ma hanno strumenti usurati dal tempo. Si pensi alle vicende di Uber, la technology company della Silicon Valley che offre un servizio di trasporto automobilistico privato via app. Sfidato dall'economia delle piattaforme, il legislatore arranca. Anche le corti sono in difficoltà. Ma non si parte da zero: la dinamica della concorrenza e la missione dei servizi pubblici sono punti di riferimento, con un solido fondamento nelle costituzioni nazionali del diritto europeo. Indicazioni preziose già vengono dalla sperimentazione che è in atto nelle diverse realtà metropolitane. Nessuno ha una ricetta sicura. Ma dagli errori si può imparare.

La disciplina della concorrenza in...

Fattori Piero
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

38,00 €
Il manuale illustra in maniera sistematica la disciplina antitrust in Italia, dedicando ampio spazio alle fattispecie materiali (intese, abusi e concentrazioni), ai profili procedurali, al sindacato del giudice amministrativo e alla tutela dinanzi al giudice ordinario. La nuova edizione si presenta arricchita e riveduta: oltre a un puntuale aggiornamento della casistica si dà conto organicamente dei numerosi e importanti sviluppi intervenuti a livello sia nazionale sia comunitario in materia di regole di concorrenza, in particolare in tema di priorità, obiettivi, standard valutativi, strumentario investigativo a disposizione delle autorità.

Assetti istituzionali e prospettive...

Editoriale Scientifica

Non disponibile

16,00 €
Il Volume raccoglie gli atti della VI edizione del Convegno Antitrust di Trento, tenutosi dal 6 all'8 aprile 2017. Le principali tematiche hanno riguardato il nuovo assetto istituzionale del private antitrust enforcement in Italia e nell'Unione europea a seguito del recepimento della Direttiva 2017/104/UE, le esperienze applicative negli Stati membri, la prospettiva del mercato e dei consumatori rispetto alle azioni di risarcimento del danno antitrust ed i nuovi assetti istituzionali delle Autorità di Concorrenza in Europa.

Trust e «dopo di noi»

Ipsoa

Non disponibile

40,00 €
Al centro di questo libro è la drammatica attualità dei genitori che vogliono assicurare ai propri figli bisognosi di particolare assistenza un futuro il più possibile simile al presente, che i genitori hanno costruito a misura delle esigenze del figlio. Il trust è il pegno del futuro, ossia la cornice giuridica entro la quale i genitori rappresentano quel che dovrà avvenire da quando essi non saranno più responsabili del presente perché la morte o una sopravvenuta incapacità li avranno collocati nel passato. L'attuale edizione di questo libro, frutto come le precedenti del lavoro della commissione dell'associazione "Il trust in Italia" mantiene l'ambizioso obiettivo di rivolgersi sia al gran numero di famiglie colpite dal tema del "Dopo di noi" sia ai professionisti legali e tributari. Funzionale rispetto al perseguimento di questo obiettivo è stato l'inserimento nel libro di testimonianze, che immediatamente collocano i profili giuridici nel contesto della vita reale e ne colgono i risvolti sociali e personali. Funzionale è stata anche la scelta di uno stile piano e discorsivo, il più possibile privo di inutili tecnicismi, ma, al tempo stesso, concettualmente rigoroso e attento all'aggiornamento legislativo e giurisprudenziale. Numerosi sono i riferimenti alla recente Legge 22 giugno 2016, n. 112 che ha affiancato al trust i vincoli di destinazione e il contratto di affidamento fiduciario.

La disciplina della concorrenza in...

Fattori Piero
Il Mulino

Non disponibile

34,00 €
Questo manuale, qui presentato in una nuova edizione rivista ed aggiornata, illustra in maniera sistematica la disciplina antitrust in Italia, dedicando ampio spazio alle fattispecie materiali (intese, abusi e concentrazioni), ai profili procedurali, al si

Concorrenza e antitrust

Pera Alberto
Il Mulino

Non disponibile

11,00 €
Oggi la concorrenza considerata il motore dello sviluppo economico, ma non sempre stato cos Le prime leggi a vietare ogni comportamento restrittivo del libero commercio nascono negli Stati Uniti nel 1890, ma ci vorrmolto tempo prima che queste siano codificate in un vero e proprio sistema di norme. In Europa le regole della concorrenza si affermano nel secondo dopoguerra con la nascita della Comuniteuropea; in Italia l'istituzione dell'Autoritgarante della concorrenza e del mercato avviene solo nel 1990. Il volume ripercorre le tappe di questa lunga vicenda, e spiega finalite modalitdi applicazione delle leggi antitrust tenendo presente anche le pirecenti normative comunitarie elaborate durante il processo di integrazione.

Commentario breve alle leggi su...

Ubertazzi Luigi C.
CEDAM

Non disponibile

220,00 €
Il Commentario breve alle leggi su proprietà intellettuale e concorrenza è giunto alla sesta edizione perché è sempre stato in grado di analizzare gli istituti (marchio, segni distintivi e design, invenzioni e brevetto, diritto d'autore, concorrenza, antitrust, pubblicità) in tutti i loro risvolti applicativi, fino a ricomprenderne gli esiti della tutela presso le giurisdizioni degli Stati UE, anche dei consumatori, e presso gli organi UE o internazionali, compresa la prassi avanti le Autorità Garanti; allo stesso tempo è sempre stato in grado di fornirne un quadro organico delle problematiche, orientando il lettore con rinvii mirati tra le norme. La sesta edizione si caratterizza per aver eliminato alcune fonti superate nella prassi o meno battute e per essersi arricchita di nuove fonti commentate.

Il prezzo di libera concorrenza...

Doneddu Guido
EGEA

Disponibile in libreria in 3 giorni

38,00 €
Tema centrale della fiscalità internazionale è la definizione delle modalità di determinazione dei prezzi per forniture di beni e servizi tra società appartenenti ad un medesimo gruppo societario, residenti in Paesi diversi. La disciplina di riferimento è frammentaria e disomogenea: di qui le incertezze e difficoltà nell'individuazione di una corretta politica di prezzi all'interno dei gruppi multinazionali, data anche l'esigenza di contemperare contraddittorie esigenze di diversi Paesi. La carenza di istruzioni operative e l'assenza di un impianto normativo esaustivo in materia di transfer pricing hanno alimentato il crearsi di zone grigie e, in questo contesto, l'Amministrazione finanziaria nazionale è intervenuta con un ampio richiamo ai documenti di prassi internazionale. La necessità di valutare in un panorama globale le politiche di transfer pricing è divenuta ancor più pressante dopo l'implementazione di alcune azioni contenute nel progetto OCSE denominato "BEPS". Ciò ha mutato la prospettiva con cui condurre le analisi circa la determinazione dei prezzi di trasferimento, ponendo in primo piano il contrasto a fenomeni finalizzati ad una artificiosa allocazione delle basi imponibili; ne è emerso il dubbio circa il fatto che il principio del valore normale possa ancora costituire lo strumento principe nella definizione delle politiche di transfer pricing. Gli autori illustrano le modalità con le quali addivenire alla definizione di una politica dei prezzi di trasferimento supportata da un adeguato impianto probatorio e orientata a fornire all'Amministrazione finanziaria le informazioni necessarie ad una valutazione di conformità al "nuovo" principio del valore normale. Particolare attenzione è dedicata anche agli strumenti, interni e di fonte convenzionale, volti a prevenire e gestire le controversie in materia di prezzi di trasferimento.

Is competition a click away? Sfida...

Mannoni Stefano
Editoriale Scientifica

Non disponibile

10,00 €
Alla fine dell'Ottocento negli Stati Uniti fu varata la prima legge antitrust per impedire che imprese troppo grandi monopolizzassero i mercati e, tramite l'accumulo di enormi ricchezze, accrescessero le diseguaglianze e condizionassero la democrazia americana. Appare quindi inspiegabile la benevola tolleranza con cui la politica, le istituzioni e la salvaguardia del mercato e gli esperti di antitrust hanno assistito, negli Stati Uniti e nel resto del mondo, alla inarrestabile crescita delle grandi piattaforme digitali, cioè alla manifestazione più totalizzante, inedita e pericolosa del monopolio che la civiltà occidentale abbia mai conosciuto. Nella sfida al monopolio nell'era digitale le istituzioni preposte ai mercati e alle regole devono e possono riscattarsi con scelte coraggiose e innovative, abbandonando uno stanco conformismo intellettuale e recuperando lo spirito originario dell'antitrust che, tutelando pluralità, libero accesso e integrità dei mercati garantisce la concorrenza e la democrazia, reale e digitale.

Il trust. Manuale tecnico...

Olivieri Francesco P.
Giuffrè

Non disponibile

38,00 €
Il Trust è materia spesso relegata agli specialisti del settore. L'istituto, elaborato dall'esperienza anglosassone sulla base della "fiducia" di diritto romano, è stato da anni introdotto nell'ordinamento italiano con la legge di recepimento della Convenzione Internazionale dell'Aja. La prassi se n'è parzialmente appropriata, così da renderlo oggetto di conoscenza anche se non di diffuso utilizzo; prova ne è la stessa giurisprudenza sempre più presente in tutti i settori (civile, penale e fiscale) della quale il testo riporta numerosi esempi recenti e significativi, alcuni dei quali difficilmente reperibili. Tuttavia permane ancora nella maggioranza dei pratici un'alea se non di mistero certo di poca dimestichezza, quasi che il trust sia utile esclusivamente per salvaguardare patrimoni multi milionari o intervenire in supporto solo di minus habens con ciò relegandolo ingiustamente ad un ruolo riduttivo rispetto alle sue enormi e concrete molteplici potenzialità. Il testo, arricchito di un formulario di immediato utilizzo, ha dunque l'ambizione di aiutare la comprensione pratica dell'istituto con spunti operativi, fornendo altresì al professionista il materiale di base per permetterne una maggior dimestichezza volta al suo utilizzo concreto.

Studi sul trust

Lupoi M.
Ipsoa

Non disponibile

40,00 €
Il volume raccoglie numerosi saggi aventi varia impostazione, dalla teoria e dalla storia del diritto straniero alla pratica professionale italiana, per fornire al lettore differenti chiavi di lettura dei trust. Si analizzano: i trust familiari o a fini altruistici, i trust in materia societaria e fallimentare, i trust nel diritto penale, il trust nel diritto societario.

Contratto di rete e diritto antitrust

Garilli Chiara
Giappichelli

Non disponibile

35,00 €
La disciplina del contratto di rete ("c.d.r.") - introdotta nel nostro ordinamento giuridico dalla l. 9 aprile 2009, n. 33 (di conversione del d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, c.d. Decreto incentivi), e poi a più riprese modificata in modo sostanziale - ha sin dalla sua emanazione suscitato molteplici dubbi interpretativi ed incisive critiche, per lo più determinati da problemi d'inquadramento sistematico e dalla lacunosità del dettato normativo. Non sono mancate, tuttavia, significative voci dottrinali che, pur sottolineando le imperfezioni dell'attuale testo di legge, ne hanno posto in luce i meriti, consistenti in particolare nell'emersione, grazie alla prospettiva unitaria della rete, delle relazioni giuridiche legate a determinati assetti di cooperazione interimprenditoriale, precedentemente realizzati per il tramite di contratti innominati (es. joint venture) o di forme di collegamento negoziale tipiche della filiera produttivo-distributiva (es. reti di sub-fornitura e di franchising).

L'economia digitale, il lavoro, la...

Comito Vincenzo
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Sono in atto nel mondo grandi mutamenti legati alle innovazioni nelle tecnologie digitali. Essi sono governati essenzialmente da una decina di grandi gruppi globali, statunitensi e cinesi, che perseguono i loro stretti interessi a spese dei cittadini e delle comunità, possedendo un potere di mercato immenso, mentre l'Europa sembra tagliata fuori da questi sviluppi. Si pongono in proposito enormi problemi in vari campi, con la conseguente necessità di portare avanti processi di controllo del settore da parte dei pubblici poteri, in particolare, oltre che sul fronte della politica del lavoro, questione particolarmente toccata da questi sviluppi, sul piano dell'antitrust, della protezione dei dati dei cittadini (tema messo in rilievo di recente dallo scandalo Facebook), delle questioni fiscali, della diffusione delle notizie sensibili, della dimensione etica delle scelte, dell'influenza esercitata da tali gruppi anche sui comportamenti e le decisioni politiche in vari paesi.

Materiali necessari per lo studio...

Zanchi Duccio
Filodiritto

Non disponibile

29,00 €
Scopo di questo volumetto è offrire indicazioni ragionate che siano di supporto a chi si avvicini al trust sia per finalità di studio che per esigenze pratiche, ovvero per la redazione di un atto o di un parere. Il testo comprende l'indicazione di quei materiali ritenuti essenziali e una raccolta di giurisprudenza. Solo alcuni fra i materiali selezionati sono riprodotti per esteso. Le leggi straniere sul trust riprodotte integralmente sono quelle che ci sono apparse più significative, oltre ad essere quelle più frequentemente utilizzate, almeno in Italia. La giurisprudenza è stata organizzata con un approccio critico, senza limitarsi a riprodurre le sole massime, ma cercando di individuare quelli che, almeno nell'evoluzione di questi ultimi sei, sette anni, sono apparsi i temi di più rilevante impatto.

Le linee guida sulla...

Cazzato Carlo Edoardo
Giappichelli

Non disponibile

29,00 €
A poco più di tre anni dall'adozione delle Linee Guida sulla modalità di applicazione dei criteri di quantificazione delle sanzioni amministrative pecuniarie, irrogate dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) in attuazione dell'articolo 15, comma 1, della legge n. 287/90, il volume ripercorre la struttura delle Linee Guida con l'approccio tipico di un commentario, entrando nel merito di ciascuna previsione, al fine di individuarne la ratio, l'effettivo perimetro, l'apporto di prassi e giurisprudenza e, se del caso, i limiti. In tale prospettiva, il lavoro diventa l'occasione per ripercorrere l'iter seguito dalla Agcm nella determinazione delle sanzioni amministrative pecuniarie imposte nell'ambito del cd. public enforcement e permette di avere nitida contezza dello stato dell'arte in materia di quantificazione delle predette ammende. Prefazione di Antonio Catricalà.

Il sistema del controllo delle...

Beretta Matteo
Giappichelli

Non disponibile

32,00 €
Questo libro fotografa i primi trent'anni di lavoro dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nel campo del controllo delle operazioni di concentrazione e mette a fuoco in maniera originale le peculiarità del sistema italiano e i suoi difetti. Ne risulta una immagine nitida: una prassi decisionale sofisticata, senza nulla da invidiare agli standard della Commissione europea o di altre autorità della concorrenza nazionali. Il libro consente ai lettori di accorgersene attraverso la minuziosa descrizione di centinaia di casi, provvedimenti e sentenze, che fungono da corredo alla illustrazione delle regole e delle procedure di base. Fanno da contraltare, non proprio sullo sfondo, anche problemi che il legislatore dovrebbe affrontare, come l'ancoraggio della normativa attuale a concetti obsoleti (il test di dominanza, l'esclusione dal controllo preventivo delle joint venture cooperative) o un sistema di soglie di notifica disfunzionale, che ha assottigliato il ricorso a un fondamentale strumento di tutela della concorrenza. Gli autori non risparmiano opinioni critiche su questi aspetti. Il senso complessivo dell'opera è alla fine una utile guida al sistema italiano di controllo delle concentrazioni, in una prospettiva pratica e approfondita, che invita anche alla riflessione sulle riforme da intraprendere.

La disciplina dei cartelli nel...

Lamarca Salvatore
Giappichelli

Non disponibile

28,00 €
L'opera si occupa dei cartelli, le intese anticoncorrenziali più gravi, proponendo un'analisi utile sia per gli specialisti del diritto antitrust sia per chi intende approfondire la materia. Dopo aver introdotto il lettore ai fondamenti e alla funzione del diritto antitrust, fornisce un'esegesi degli elementi essenziali dell'art. 101 TFUE. Il tema dei cartelli viene approfondito analizzando innanzitutto la giurisprudenza europea, con un'attenzione specifica agli argomenti più attuali: collusione e coordinamento non collusivo sui mercati oligopolistici, scambi di informazioni, prova di carattere indiziario delle pratiche concordate. Le sentenze e i principi antitrust sono illustrati con l'obiettivo di fornire un quadro chiaro dello stato dell'arte. Per comprendere come nella nostra giurisdizione i principi antitrust europei siano applicati nelle fattispecie concrete, sono stati selezionati alcuni significativi casi nazionali, descritti attraverso l'analisi fattuale e giuridica svolta dall'Autorità Garante, e le sentenze di Tar Lazio e Consiglio di Stato. Infine, vengono trattate le norme europee e nazionali in tema di sanzioni e programmi di clemenza e si affronta la questione, assai rilevante in prospettiva, dell'applicazione del diritto antitrust da parte delle giurisdizioni civili in cause per risarcimento del danno antitrust.

Trust. Criticità correttivi e sviluppi

Bassetti R.
Linea Professionale

Non disponibile

40,00 €
Il trust, istituto giuridico di provenienza anglosassone, ha incontrato inizialmente forti resistenze volte a ridimensionare il riconoscimento dei trust interni, considerati corpi estranei al nostro sistema giuridico. In seguito, per l'effetto peculiare di segregazione patrimoniale, è stato vittima di usi distorti e fraudolenti, che hanno reso diffidente la giurisprudenza, e di un trattamento fiscale penalizzante in sede di imposte indirette. Il vento però sembra sul punto di cambiare definitivamente, come dimostrano le pronunce tributarie favorevoli e il suo battesimo ufficiale in una norma di diritto positivo, la legge 112/2016 del "Dopo di noi". Ancora poco esplorato dalla gran parte dei giuristi, il trust si rivela in grado di rispondere a una serie emergente di bisogni sociali: dalla pianificazione successoria al passaggio generazionale di azienda, dalla tempestiva e legittima protezione del patrimonio a fronte di sopravvenuti eventi sfavorevoli alla gestione della crisi d'impresa, dalla tutela dei soggetti deboli all'impiego internamente allo scioglimento del vincolo coniugale. Questo volume intende analizzare senza dogmi preconcetti i nodi critici della prassi e, pur senza sottrarsi al dibattito dottrinale, suggerisce indirizzi concreti e correttivi e interpretazioni per favorire una corretta diffusione dell'istituto. La scelta, in effetti, è stata quella di focalizzarsi, secondo un preciso ordine programmatico, sui singoli aspetti essenziali: che sono poi quelli che condizionano la sorte di un trust, ne equilibrano l'efficacia e la validità, e anche rappresentano la vera base di partenza per la sua conoscenza. Il testo è aggiornato alla normativa e alla giurisprudenza sino al mese di maggio 2017.

Il risarcimento del danno per...

Manzini P.
28,00 €
Sino ad oggi l'applicazione del diritto antitrust è stata affidata sostanzialmente nelle mani delle autorità pubbliche, ossia l'Autorità della Concorrenza e del Mercato e la Commissione europea. Sporadici - almeno in Italia - sono stati i casi di azioni promosse dai danneggiati, nonostante il diritto al risarcimento derivante da violazioni delle norme antitrust sia stato riconosciuto anche dalla nostra Suprema Corte. Ciò a causa, in particolare, delle notevoli e specifiche difficoltà di prova dell'illecito, del quantum del danno, del nesso causale, nonché del rischio che la parte convenuta eccepisca che l'attore ha trasferito il danno sui suoi clienti. La disciplina della direttiva UE 2014/104, ora attuata con decreto legislativo n. 3/2017, risolve gran parte dei problemi evidenziati in passato e promette di essere una tappa cruciale per rendere effettivo il private enforcement delle norme antitrust anche in Italia. La strada per le azioni di risarcimento del danno derivante da cartelli, intese di esclusiva o abusi di posizione dominante è ora decisamente aperta. Questo volume presenta in maniera analitica, ma con taglio pratico, la nuova disciplina. Il volume è introdotto da una prefazione di Gabriella Muscolo, componente dell'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato.

Clausole vessatorie e i poteri...

Palmigiano Alessandro
Key Editore

Non disponibile

12,00 €
L'art. 5 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, C.d. Decreto Cresci Italia, (nel prosieguo, "art.5"), convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012 n. 27, ha conferito all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) nuove competenze in materia di clausole vessatorie (art. 37-bis, del Codice del Consumo) inserite in condizioni generali di contratto o moduli, modelli e formulari predisposti dalle imprese per essere impiegate nei rapporti con i consumatori. In tale ambito l'Autorità può attuare un duplice intervento: può accertare la vessatorietà delle clausole attivandosi d'ufficio o su segnalazione, oppure può pronunciarsi sulI'interpello proposto dall' impresa interessata.