Diritto della concorrenza, diritto antitrust

Filtri attivi

Benedetta concorrenza. Dal...

Solimene Laura; Pontarollo Enzo
Vita e Pensiero 2020

In libreria in 3 giorni

20,00 €
Il volume il risultato di una ricerca, che segue due precedenti pubblicazioni, edite da Vita e Pensiero, dedicate alle problematiche del processo di liberalizzazione nelle telecomunicazioni: La liberalizzazione zoppa (2004) e La concorrenza negata (2013). Nel presente lavoro tali problematiche vengono temporaneamente accantonate per lasciare spazio all'analisi di alcuni innegabili risultati positivi per il settore. Il libro segue l'evoluzione che ha caratterizzato il comparto delle telecomunicazioni italiane e valuta il suo odierno assetto e gli effetti dell'introduzione della concorrenza. Il drastico cambiamento che ha attraversato questo settore ha avuto esiti significativi in termini di diffusione del servizio e del suo arricchimento e, grazie al suo intrecciarsi con l'information technology, rappresenta oggi uno dei principali driver del cambiamento in tutto il mondo e, quindi, anche nel nostro Paese. Tale passaggio stato pilotato, tra mille difficolt dall'Autoritper le garanzie nelle comunicazioni, l'organismo indipendente che ha avuto, e continua ad avere, il compito di favorire l'apertura dei mercati e il libero gioco della concorrenza, attraverso l'applicazione delle rigorose normative comunitarie. La presenza in Italia di un ampio numero di imprese entrate in questo mercato conferma la vis imprenditoriale che il frutto migliore generato dalle politiche di liberalizzazione, realizzate sulla spinta dell'Unione Europea. Una concorrenza cosampia ha permesso la sensibile diminuzione dei prezzi dei servizi di telecomunicazione e, nello stesso tempo, ha determinato il netto miglioramento della qualitdel servizio, il che giustifica il titolo dato alla nostra ricerca: Benedetta concorrenza.

Il prezzo di libera concorrenza...

Doneddu Guido; La Candia Ignazio; Occhetta Luca
EGEA 2019

In libreria in 3 giorni

38,00 €
Tema centrale della fiscalità internazionale è la definizione delle modalità di determinazione dei prezzi per forniture di beni e servizi tra società appartenenti ad un medesimo gruppo societario, residenti in Paesi diversi. La disciplina di riferimento è frammentaria e disomogenea: di qui le incertezze e difficoltà nell'individuazione di una corretta politica di prezzi all'interno dei gruppi multinazionali, data anche l'esigenza di contemperare contraddittorie esigenze di diversi Paesi. La carenza di istruzioni operative e l'assenza di un impianto normativo esaustivo in materia di transfer pricing hanno alimentato il crearsi di zone grigie e, in questo contesto, l'Amministrazione finanziaria nazionale è intervenuta con un ampio richiamo ai documenti di prassi internazionale. La necessità di valutare in un panorama globale le politiche di transfer pricing è divenuta ancor più pressante dopo l'implementazione di alcune azioni contenute nel progetto OCSE denominato "BEPS". Ciò ha mutato la prospettiva con cui condurre le analisi circa la determinazione dei prezzi di trasferimento, ponendo in primo piano il contrasto a fenomeni finalizzati ad una artificiosa allocazione delle basi imponibili; ne è emerso il dubbio circa il fatto che il principio del valore normale possa ancora costituire lo strumento principe nella definizione delle politiche di transfer pricing. Gli autori illustrano le modalità con le quali addivenire alla definizione di una politica dei prezzi di trasferimento supportata da un adeguato impianto probatorio e orientata a fornire all'Amministrazione finanziaria le informazioni necessarie ad una valutazione di conformità al "nuovo" principio del valore normale. Particolare attenzione è dedicata anche agli strumenti, interni e di fonte convenzionale, volti a prevenire e gestire le controversie in materia di prezzi di trasferimento.

La disciplina della concorrenza in...

Fattori Piero; Todino Mario
Il Mulino 2019

In libreria in 3 giorni

38,00 €
Il manuale illustra in maniera sistematica la disciplina antitrust in Italia, dedicando ampio spazio alle fattispecie materiali (intese, abusi e concentrazioni), ai profili procedurali, al sindacato del giudice amministrativo e alla tutela dinanzi al giudice ordinario. La nuova edizione si presenta arricchita e riveduta: oltre a un puntuale aggiornamento della casistica si dà conto organicamente dei numerosi e importanti sviluppi intervenuti a livello sia nazionale sia comunitario in materia di regole di concorrenza, in particolare in tema di priorità, obiettivi, standard valutativi, strumentario investigativo a disposizione delle autorità.

Diritto antitrust

Ghezzi Federico; Olivieri Gustavo
Giappichelli 2019

In libreria in 3 giorni

32,00 €
Il manuale "Diritto antitrust", di Federico Ghezzi e Gustavo Olivieri, giunge alla seconda edizione, completamente rinnovata e aggiornata. Il testo, dopo una parte dedicata agli obiettivi e agli strumenti del diritto antitrust, anche in prospettiva storico/economica, espone i lineamenti e l'evoluzione della disciplina a tutela della concorrenza, nonché la sua applicazione concreta in materia di intese, abusi di posizione dominante e concentrazioni tra imprese. Ampio spazio è dedicato all'enforcement pubblico e privato, nonché ai limiti di applicazione del diritto antitrust ed ai suoi rapporti con altre discipline di settore. La pubblicazione, tra i materiali on-line, della copiosa legislazione europea e italiana di riferimento, ha consentito di soffermarsi sui principi, sulla ratio delle norme e sulla loro interpretazione dottrinale e giurisprudenziale mantenendo uno stile conciso e lineare.

Concorrenza e antitrust

Pera Alberto
Il Mulino 2020

In libreria in 5 giorni

11,00 €
Oggi la concorrenza considerata il motore dello sviluppo economico, ma non sempre stato cos Le prime leggi a vietare ogni comportamento restrittivo del libero commercio nascono negli Stati Uniti nel 1890, ma ci vorrmolto tempo prima che queste siano codificate in un vero e proprio sistema di norme. In Europa le regole della concorrenza si affermano nel secondo dopoguerra con la nascita della Comuniteuropea; in Italia l'istituzione dell'Autoritgarante della concorrenza e del mercato avviene solo nel 1990. Il volume ripercorre le tappe di questa lunga vicenda, e spiega finalite modalitdi applicazione delle leggi antitrust tenendo presente anche le pirecenti normative comunitarie elaborate durante il processo di integrazione.

Poteri e garanzie nel diritto...

Bruzzone G. (cur.)
Il Mulino 2008

In libreria in 5 giorni

23,00 €
Intento del volume è di fornire al lettore una guida ai nuovi strumenti con cui sono applicate in Italia le regole a tutela della concorrenza, in seguito alla modernizzazione del diritto antitrust comunitario. L'Autorità garante della concorrenza e del mercato è stata dotata di nuovi poteri, sul modello della Commissione europea. Sta inoltre iniziando a svilupparsi anche nel nostro ordinamento l'applicazione delle regole antitrust da parte dei giudici civili (cosiddetto private enforcement). Queste novità, analizzate in una serie di saggi da alcuni dei principali esperti italiani di diritto della concorrenza, richiedono la ricerca di nuove soluzioni per assicurare il buon funzionamento del sistema, nell'equilibrio tra poteri e garanzie.

Contratto e antitrust

Olivieri G. (cur.); Zoppini A. (cur.)
Laterza 2008

In libreria in 5 giorni

24,00 €
La disciplina della concorrenza e l'autonomia contrattuale; la libertà di concludere il contratto e il contratto imposto; la libertà di contrarre e la determinazione imperativa del contenuto del contratto; l'interpretazione del contratto e la disciplina della concorrenza; il controllo sugli interessi e la teoria della causa negoziale; la disciplina del rapporto obbligatorio e le regole della concorrenza; la disparità di forza contrattuale e l'abuso di dipendenza economica; l'invalidità del contratto e la disciplina imperativa del mercato. Questo volume raccoglie i saggi di nove esperti di diritto antitrust, che passano in rassegna i diversi aspetti della normativa e le sue ricadute concettuali e procedurali sul significato oggettivo del contratto, inteso come accordo liberamente concluso tra le parti. Infatti il diritto della concorrenza impone, sempre più frequentemente, limiti alla libertà dei privati di disciplinare autonomamente i propri interessi. Si tratta di limiti non sempre preventivamente conoscibili dalle imprese, ma che si determinano in relazione all'assetto strutturale del mercato e alla sua prevedibile evoluzione.

Diritto della concorrenza

Osti Cristoforo
Il Mulino 2007

In libreria in 5 giorni

19,50 €
Questo volume fornisce al lettore i fondamenti del diritto della concorrenza ("antitrust"), permettendogli in particolare di orientarsi in modo autonomo nell'intrico assai complesso che, in fatto di norme, di principi e di misure attuative, caratterizza tale settore. Il diritto della concorrenza vede infatti intrecciarsi il livello comunitario con quello nazionale, l'attività dei giudici con quella delle autorità amministrative e, infine, il diritto con l'economia. Dopo aver discusso i principi giuridici ed economici della materia, l'autore ne illustra struttura e istituti, richiamandosi costantemente alle fonti di informazione essenziali (sentenze, opere e siti internet).

Economia e diritto antitrust....

Carocci 2006

In libreria in 5 giorni

28,30 €
Gli autori introducono allo studio del diritto comunitario e nazionale della concorrenza, che fonde, in maniera coerente e strutturata, elementi di analisi economica e giuridica. L'attuale contesto evolutivo del diritto antitrust segna infatti un progressivo abbandono dell'impostazione giuridico-formale inizialmente seguita dalle autorità di concorrenza e l'affermazione di un metodo di analisi più attento alla verifica degli effetti di una data condotta sulle dinamiche competitive del mercato di riferimento. Per comprendere a fondo le ragioni dell'esistenza del diritto della concorrenza e delle sue diverse aree e modalità di intervento è quindi divenuto necessario disporre di un bagaglio minimo di nozioni economiche di base.