Diritto: diritti umani e libertà civili

Filtri attivi

Indisponibilit? e disponibilit?...

Fornero Giovanni
UTET 2020

Disp. in libreria

35,00 €
Nel celebre dialogo platonico Fedone, Socrate afferma con tranquillit Noi uomini siamo proprietdegli d. facile notare come una tale affermazione risuoni con le posizioni classiche del cristianesimo in materia, ma d'altra parte un fatto che la filosofia di ogni matrice da sempre ragioni senza sosta sulle zone liminari dell'esistenza. Nella fattispecie, nonostante la progressiva secolarizzazione del mondo, in cui l'uomo sembra essere ormai l'unico padrone del proprio destino, una domanda fondamentale continua a pesare sulla soglia di uscita: se la vita a nostra disposizione, lo anche la morte? Oggi che la tecnica ha complicato il discorso, estremizzandone presupposti e conseguenze, "indisponibilitdella vita" e "disponibilitdella vita" restano formule di centrale importanza, che sintetizzano due diverse maniere complessive di accostarsi ai temi della bioetica e del diritto. Tuttavia, nonostante il suo carattere "strategico", in letteratura questo binomio non stato specificamente e organicamente tematizzato. Cos dopo anni di studio, Giovanni Fornero ne traccia per la prima volta la fisionomia storico-teorica complessiva, mostrandone le concretizzazioni giuridiche e penalistiche, soprattutto in relazione ai controversi problemi della morte medicalmente assistita. "Indisponibilite disponibilitdella vita" un paziente e approfondito lavoro di ricerca giuridica e filosofico giuridica che persegue gli ideali del rigore e della chiarezza, rivolgendosi quindi non solo agli specialisti ma anche al pilargo pubblico, sensibile all'incandescente urgenza di questi temi. Fornero infatti non si limita a ricostruire lo stato dell'arte, na registrare il dibattito in corso (e i suoi antecedenti storici), ma prende apertamente posizione in merito alle cruciali questioni del diritto di morire, del suicidio assistito e dell'eutanasia volontaria. Questioni che sono al centro di un acceso dibattito nel nostro Paese e che interpellano nello stesso tempo l'etica, la filosofia, il diritto, la politica pensata e quella agita.

Unione Europea e tutela dello Stato...

Carta Mario
Cacucci 2020

Disp. in libreria

30,00 €
Il principio dello Stato di diritto entrato a far parte del patrimonio giuridico dell'Unione europea in tempi relativamente recenti. La sua collocazione tra i valori sui quali si fonda l'Unione europea ha trovato un riconoscimento definitivo, in forza dell'articolo 2 del TUE, a seguito dell'entrata in vigore del Trattato di Lisbona, secondo il quale "L'Unione si fonda sui valori del rispetto della dignitumana, della libert della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una societcaratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidariete dalla parittra donne e uomini".

Frontiere di tutela dei diritti...

Lupoi M. A. (cur.)
Revelino 2019

Disp. in libreria

35,00 €
Gli autori di questo volume hanno i background più diversi e i loro contributi affrontano argomenti molto differenti tra loro. Vi è però un filo conduttore, ovvero la tutela dei diritti fondamentali nella società contemporanea e l'evoluzione nell'interpretazione delle norme costituzionali le quali, nel loro settantesimo compleanno, si dimostrano tuttora vitali e in grado di fungere da stella polare per le sfide della contemporaneità. Tra le tematiche trattate troviamo: consenso, rifiuto e rinuncia ai trattamenti sanitari nell'ambito della relazione medico-paziente; riparazione pecuniaria e offensività del fatto; sul divieto assoluto di tortura; ambiente e beni comuni: la scienza naturalistica e il diritto delle religioni nel "governo" dell'ecosistema; quale spazio per la legittimazione ad agire dei singoli in materia ambientale: considerazioni alla luce della normativa europea; guida automatizzata e responsabilità civile tra attualità e nuove prospettive; libertà di ricerca scientifica e limiti alla brevettabilità delle invenzioni che utilizzano cellule staminali embrionali umane; i danni da elettrosmog tra rimedi preventivi e tutele risarcitorie.

Libert? religiosa e nazionalit? in...

Primerano Beatrice
Il Formichiere 2020

In libreria in 10 giorni

20,00 €
A un secolo esatto dalla sua pubblicazione vede nuovamente la luce Sionismo e Societdelle Nazioni di Francesco Ruffini (1863- 1934), vivo documento di un momento cruciale della vita politica internazionale, all'indomani della Grande Guerra e mentre le potenze vincitrici ridefinivano il nuovo ordine mondiale nella Conferenza di Parigi. La causa dell'ebraismo mondiale appariva a Ruffini degna di essere assunta come una bandiera che teneva uniti insieme i due princi ai quali egli aveva dedicato la sua vita di studioso: il principio della libertreligiosa e il principio di nazionalit[...] spiritualista e libertaria, contro ogni tendenza nazionalistica e autoritaria. Giurista dalla forte componente storicistica, storico del diritto egli stesso e maestro nel diritto ecclesiastico, Ruffini non poteva che attingere alla migliore tradizione italiana [...] Queste basi scientifiche e culturali sono anche all'origine della sua avversione dichiarata per il nazionalismo di matrice germanica, dal quale Ruffini vede sorgere l'antisemitismo, cui sono dedicate in questo libro pagine illuminate e sferzanti, ricche di sorprendenti intuizioni. La riedizione del volume ad opera ad opera...

La tutela dei diritti dei gruppi...

Morini Claudia
Cacucci 2018

In libreria in 10 giorni

22,00 €
"Se è vero che la 'religione' in quanto fenomeno umano non è di agevole definizione, è altrettanto innegabile che il 'diritto alla libertà religiosa' è uno dei diritti che presenta maggiori profili di problematicità. A tal proposito, ben può ritenersi che, a livello giuridico, una parte della complessità che lo caratterizza sia da ascrivere alla diversa attitudine che i singoli ordinamenti nazionali mostrano verso il fenomeno religioso in sé considerato, alla luce sia dei principi fondanti di ogni ordinamento, sia della pertinente normativa di settore. Uno degli aspetti problematici della libertà in parola deriva senz'altro dal suo far capo a sistemi (le religioni) che spesso si pongono, e si propongono, loro stessi come fonti di valori universali, offrendo una loro specifica visione di come i rapporti sociali andrebbero costruiti e gestiti. Nell'ambito del contesto regionale europeo, la dottrina che ha studiato i diversi profili della libertà di religione si è spesso concentrata sulle questioni giuridiche relative alla libertà religiosa dei singoli individui, occupandosi meno delle situazioni, a nostro avviso non meno rilevanti, che riguardano invece i gruppi religiosi quali autonomi soggetti di diritto. Invero, la dimensione in senso lato 'collettiva' della libertà religiosa «costituisce un aspetto essenziale alla professione di qualunque fede religiosa»." (Dalla Premessa)

Diritti fondamentali

Olivetti Marco
Giappichelli 2018

In libreria in 10 giorni

45,00 €
I diritti fondamentali sono uno dei contenuti principali del costituzionalismo dei moderni fin dalla sua origine. La protezione costituzionale dei diritti - nonché la loro tutela internazionale e sovranazionale - è uno dei principali temi del dibattito pubblico nello Stato contemporaneo, che tende a manifestarsi quasi ogni giorno con sfide nuove. Questo manuale si propone di analizzare i diritti fondamentali con un approccio sistematico, che talora tende a smarrirsi di fronte alle istanze di tutela di diritti sempre nuovi, che il potere giudiziario riconosce in maniera generosa, ma disorganica e non sempre in modo idoneo ad arricchire di un patrimonio definito con certezza la sfera giuridica delle persone e delle formazioni sociali. Dopo una prima parte dedicata all'esame dei profili generali della tutela dei diritti fondamentali nell'ordinamento italiano, queste lezioni studiano più dettagliatamente le libertà classiche, che dei diritti fondamentali costituiscono l'architettura portante. Gli altri diritti fondamentali (i diritti economici, sociali e culturali, ma anche quelli in materia di inizio e fine vita e quelli relativi alla famiglia) completano il quadro delle situazioni soggettive di vantaggio che caratterizzano lo Stato italiano come democrazia costituzionale. Il volume si conclude con la presentazione dei principali problemi posti dai diritti politici e dai doveri inderogabili di solidarietà.

I diritti fondamentali. Libertà e...

Caretti Paolo; Tarli Barbieri Giovanni
Giappichelli 2017

In libreria in 10 giorni

48,00 €
"L'uso della dizione" diritti fondamentali" utilizzata nel titolo, anziché di altre possibili come" diritti dell'uomo" o "diritti di libertà", non è casuale, ma rappresenta una scelta precisa che punta, sciogliendo l'ambiguità insita in queste diverse dizioni, a concentrare l'attenzione su quei diritti che, proprio in virtù della loro qualificazione di "fondamentali" da parte della Costituzione, ne rappresentano il carattere distintivo e fondante. Diritti, dunque, di un rango diverso da quello di altri diritti che possono trovare la loro fonte nella legge ordinaria."

Diritto antidiscriminatorio e pari...

Ciarletta M. S. (cur.)
Rubbettino 2014

In libreria in 10 giorni

14,00 €
Il volume approfondisce i temi della tutela contro le discriminazioni e delle pari opportunità sul lavoro, partendo dall'analisi dei casi che l'ufficio della consigliera regionale di parità della Calabria ha affrontato negli ultimi otto anni. Ne emerge un quadro dove ancora oggi la maternità rappresenta il primo fattore di discriminazione verso le donne, soprattutto nell'accesso al pubblico impiego, dove la PA si dimostra disattenta alle questioni di genere. L'obiettivo è quello di capire dove e perché il mercato del lavoro sia ancora ostile alle donne e immaginare un percorso di superamento degli ostacoli per il conseguimento di una reale parità. Le pronunce dei tribunali calabresi rappresentano, quindi, lo spunto per una riflessione più ampia sulle politiche di genere grazie agli autorevoli contributi degli autori, che spaziano dalla riforma del pubblico impiego sino alla quanto mai attuale questione della rappresentanza politica. Dalla Calabria all'Italia per affrontare con lucidità la questione del lavoro femminile.

Interessi fondamentali della...

Bianca C. M. (cur.)
Dike Giuridica Editrice 2012

In libreria in 10 giorni

50,00 €
Il presente volume ha inteso raccogliere una serie di contributi significativi su alcuni temi di rilevante interesse giuridico inerenti ai diritti fondamentali della persona e alle nuove relazioni di mercato. In particolare, vengono affrontate le nuove problematiche poste dal progresso scientifico e tecnologico, come la validità e l'efficacia del c.d. testamento biologico, o quelle relative alla procreazione medicalmente assistita. Altre questioni di grande interesse attengono poi alla tutela dei soggetti deboli, come nel caso di abbandono del minore, della dichiarazione giudiziale di paternità naturale o del beneficiario dell'amministrazione di sostegno. Nella seconda parte del volume, invece, vengono affrontate le problematiche poste dalla mutata realtà socio-economica del nostro tempo, le quali, da un lato, fanno emergere nuove questioni interpretative, come nel caso della responsabilità dell'intermediario finanziario, del divieto di pratiche commerciali scorrette, del mutuo portabile o della cancellazione automatica dell'ipoteca; dall'altro lato, invece, conferiscono attuale rilevanza anche ad alcuni istituti tradizionali, quali quelli che governano le vicende dell'obbligazione dal lato passivo e la remissione del debito.

Il lavoro nero

Marvasi Corrado
Maggioli Editore 2020

In libreria in 3 giorni

56,00 €
Il presente volume intende affrontare le diverse sfaccettature del lavoro nero, cercando di guidare il professionista nelle problematiche, di carattere non solo nazionale ma altrestransfrontaliero, che lo caratterizzano. Infatti, il fenomeno assai complesso e pupresentarsi sotto molteplici forme ed aspetti, ponendosi sempre come vulnus di diritti individuali, sociali ed economici: il lavoro non dichiarato ha gravi implicazioni per i lavoratori interessati che si trovano spesso a dovere accettare condizioni di lavoro assai precarie, con retribuzioni inferiori rispetto a quelle contrattual-collettive, con violazioni dei diritti individuali e ridotta tutela in materia di sicurezza sul lavoro, a non avere opportunitdi sviluppo delle proprie competenze. Il lavoro nero determina quindi danni sia al lavoratore, sia a tutta la societ per il minor gettito fiscale e dei contributi e all'intera economia per l'evidente distorsione che determina alla concorrenza. Il testo non una mera ricognizione di commento a disposizioni di legge, ma ha in sil valore aggiunto di avere sempre sullo sfondo il valore del lavoro e della persona.

La legge che non c'?. Proposta per...

Zaccaria G. (cur.); Domianello S. (cur.); Ferrari A. (cur.)
Il Mulino 2020

In libreria in 3 giorni

21,50 €
La Costituzione dell'Italia repubblicana offre, a livello europeo, una delle picomplete protezioni della libertreligiosa, ma l'attuazione legislativa del progetto costituzionale parziale. L'Italia conosciuta per il suo modello concordatario, esteso dalla Costituzione anche alle confessioni diverse dalla cattolica, ma non tutti sanno che, per le comunitreligiose prive di accordi con lo Stato, l'unica legislazione fruibile risale al 1929. Una normativa cosdatata e cosfuori asse rispetto ai principi costituzionali, per quanto corretta nel tempo dalla Consulta, si rivelata sempre piinadeguata a soddisfare le crescenti e nuove istanze, sia individuali che collettive, di libertreligiosa. I vari tentativi di approdare a una nuova legge generale sulla libertreligiosa non hanno avuto, a oggi, esito positivo. Restano cosin larga misura inevase molte delle domande di libertche emergono da un contesto religioso e culturale sempre picaratterizzato, anche in Italia, in senso pluralistico. A tali domande prova a rispondere la Proposta di legge pubblicata in questo volume, elaborata da Sara Domianello, Alessandro Ferrari, Pierangela Floris e Roberto Mazzola, con il coordinamento di Roberto Zaccaria. La Proposta prende in carico piistanze di libert individuali e comunitarie, investe diverse tematiche (tra le quali l'assistenza spirituale, l'associazionismo religioso, l'uguale libertdi tutte le confessioni) e scaturisce da un ampio confronto del Gruppo di lavoro con comunitreligiose, associazioni non confessionali, giuristi, politici e rappresentanti istituzionali.

Un'altra libert?. Contro i nuovi...

Ruini Camillo; Quagliariello Gaetano; Passa C. (cur.)
Rubbettino 2020

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Avanza la dittatura dei "nuovi diritti" che, in nome di un'idea di libertindividuale senza limiti nconfini, finisce per compromettere i diritti dei pideboli e i fondamenti della nostra civilt Ma davvero la libertdell'uomo consiste nel trasformare ogni desiderio in diritto esigibile per andare oltre se stesso? Oppure esiste un'altra libert che si nutre della veritnaturale e del rapporto con gli altri? questo l'interrogativo, cattolico e laico, al quale un principe della Chiesa e un politico e professore liberal-conservatore provano a dare risposta. Ripercorrendo le pigrandi sfide antropologiche del nostro tempo - la vita e la morte, la genitorialite le tecnoscienze, il rapporto con l'ambiente e le migrazioni - essi dimostrano come riconoscere il senso del limite non significhi rifiutare il progresso e negare la libertdell'uomo, ma piuttosto riscoprirne il significato piprofondo, che assume senso sia per chi crede, sia per chi non crede ma ha a cuore le sorti dell'Occidente e della stessa umanit

Vagabondi, zingari e mendicanti....

Dani Alessandro
editpress 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €
I Granduchi di Toscana, tanto nel periodo mediceo quanto in quello lorenese, si trovarono ad affrontare i problemi della mendicitdilagante, del vagabondaggio, della marginalitdi soggetti in vario modo non inseriti nell'ordine sociale, come gli zingari. Si tratt come in tutti gli Stati italiani ed europei del tempo, di una lotta principalmente condotta con le armi della dissuasione e della repressione, ma anche dell'assistenza mirata e del tentativo di integrazione tramite il lavoro. Similitudini ed emulazioni normative emergono nettamente tra i vari contesti, ma anche diversitsignificative, che rendono necessario lo studio delle esperienze nei diversi ordinamenti, prima di poter giungere a delineare un quadro d'insieme. L'indagine proposta in questo libro muove dall'analisi della legislazione granducale, con i necessari riferimenti alle altre fonti giuridiche, ma non rinuncia ad un continuo dialogo con la storiografia sociale ed economica che da tempo dedica ampia attenzione a fenomeni cruciali in atto nell'Europa moderna, come le dinamiche di impoverimento dei ceti subalterni, le strategie di disciplinamento sociale, lo sviluppo di iniziative assistenziali.

I limiti dell'intervento penale nel...

Tigano Vincenzo
Giappichelli 2020

In libreria in 3 giorni

60,00 €
Dove va il diritto penale, quali sono i suoi itinerari attuali e le sue imprevedibili prospettive di sviluppo? Ipertrofia e diritto penale minimo, affermazione simbolica di valori ed efficienza utilitaristica, garantismo individuale e funzionalizzazione politico-criminale nella lotta alle forme di criminalitsistemica, personalismo ed esigenze collettive, sono soltanto alcune delle grandi alternative che l'attuale diritto penale della transizione si trova, oggi piche ieri, a dover affrontare e bilanciare. Senza contare il riproporsi delle tematiche fondamentali relative ai presupposti soggettivi della responsabilitpenale, di cui appare necessario un ripensamento in una prospettiva integrata tra dogmatica e scienze empirico-sociali. Gli itinerari della prassi divergono peraltro sempre pida quelli della dogmatica, prospettando un diritto penale "reale" che non pineppure pallida eco del diritto penale iscritto nei principi e nella legge. Anche su questa frattura occorre interrogarsi, per analizzarne le cause e prospettarne i rimedi. La collana intende raccogliere studi che, nella consapevolezza di questa necessaria ricerca di nuove identitdel diritto penale, si propongano percorsi realistici di analisi, aperti anche ad approcci interdisciplinari. In questo unitario intendimento di fondo, la sezione "Monografie" accoglie quei contributi che guardano alla trama degli itinerari del diritto penale con un pilargo giro d'orizzonte e dunque - forse - con una maggiore distanza prospettiva verso il passato e verso il futuro, mentre la sezione "Saggi" accoglie lavori che si concentrano, con dimensioni necessariamente contenute, su momenti attuali o incroci particolari degli itinerari penalistici, per cogliere le loro pisignificative spezzature, curvature e angolazioni, nelle quali trova espressione il ricorrente trascorrere del "penale".

Il diritto alla felicità

Tiberi Roberto
Novalogos 2019

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Tutti gli esseri umani hanno diritto alla felicità. Ripercorrendo il significato di felicità, dalla filosofia greca e latina ai pensatori dei nostri tempi, l'autore giunge a ricomprendere la felicità tra i diritti naturali e inalienabili dell'uomo. Ad ogni modo questo diritto alla felicità individuale è possibile solo a patto che si realizzi anche una felicità collettiva.

Costituzione della Repubblica e...

Rogari S. (cur.)
Polistampa 2019

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Nell'anno accademico 2017-2018, nell'ambito della propria programmazione l'Accademia ha ritenuto di dedicare due cicli di studi alla Costituzione della Repubblica e alla Dichiarazione universale dei Diritti dell'Uomo. Per ambedue lo stimolo è nato dalla ricorrenza dei settanta anni da quegli eventi che per il mondo e per l'Italia hanno segnato la storia dal dopoguerra ai nostri giorni. Per ambedue i cicli ci siamo avvalsi di collaborazioni di altissimo profilo tutte tratte dalle fila dell'Accademia, si tratti di Soci effettivi o di Soci corrispondenti.

Quale dignità. Il lungo viaggio di...

Mazzoni Cosimo Marco
Olschki 2019

In libreria in 3 giorni

18,00 €
"A chi, al giorno d'oggi, venisse l'idea di provare ad interrogarsi attorno a una parola osannata e dileggiata, come quella che il lessico antico ha in comune con quello contemporaneo, si troverebbe a parlare di dignità con spirito incerto e magari dubbioso, ben sapendo di fare opera oziosa. Tuttavia, è proprio la sua sempre rinnovata modernità, così smisurata da diventare una moda pressoché quotidiana del parlare corrente, accresciuta dai continui proclami contenuti in quasi tutte le leggi europee, a obbligare a ripercorrere il suo lungo percorso espressivo. Proverò allora in queste pagine a descrivere le forme d'uso del termine e la sua fenomenologia con spirito critico, estendendo l'analisi, in qualche modo scettica, delle diverse concezioni della nozione. Da quel dibattito cercherò di cavare alcune nozioni, e spero forse il suo percorso storico, filosofico ed epistemologico, limitandomi alla considerazione dell'onorabilità della vita dell'uomo, e dunque tralasciando altri sensi che riguardano cose, o attività, o istituzioni; oppure animali, territorio, paesaggio, natura insomma, se non in un breve ragionamento alla fine."

Libertà religiosa e ordine...

Brunetti Leonardo
Persiani 2019

In libreria in 3 giorni

15,90 €
Lo studio ha a oggetto il rapporto tra la libertà religiosa - la prima e più importante tra le libertà costituzionali - e l'ordine pubblico, generalmente distinto dalla dottrina in ordine "materiale" (c.d. ordre dans la rue) e "ideale" (o normativo). L'autore, dopo aver esaminato il concetto di ordine pubblico nella sua complessità, perviene, invece, alla conclusione che l'aspetto materiale ed ideale siano - per così dire - soltanto le due facce di un'unica medaglia. L'ordine pubblico, definito come il legittimo svolgersi dei rapporti di pacifica convivenza sociale entro la cornice giuridica loro propria, diviene - in tal senso - un concetto unitario, normativo e costituzionale. Seppure la Costituzione ne disciplini il solo aspetto pubblico, l'ordine conserva, però, la medesima funzione anche nella sua dimensione privata, come l'autore dimostra, recuperando il pensiero dei maestri del passato e riducendo le accezioni del termine al loro minimo comune denominatore: l'ordine. L'attenta analisi del testo costituzionale permette, inoltre, di affermare che non sempre il c.d. bilanciamento dei diritti - tecnica, oggi, largamente utilizzata dalla Corte costituzionale - rappresenti l'unica (o preferibile) soluzione ai complessi problemi di contemperamento delle libertà fondamentali con l'ordine pubblico. Appare, invece, preferibile l'applicazione integrale della disciplina che la Costituzione stessa prevede per ogni singola libertà, in considerazione del prevalente aspetto che, di volta in volta, la libertà religiosa assume nel caso concreto. Essa si mostra, infatti, a volte come libertà di associazione o di riunione; altre come libertà di coscienza, di culto o di manifestazione del pensiero. Spetta all'interprete individuare il corretto regime giuridico-costituzionale della particolare libertà che, di volta in volta, diviene epifania di quella specificamente religiosa, individuando - caso per caso - la normativa applicabile. Nello Stato costituzionale di diritto che l'ordinamento italiano invera, la principale direttiva per l'interpretazione dei diritti di libertà è, in ogni caso, il principio di eguaglianza sancito all'art. 3 Cost.

La cura tra individualismo e...

Oppes Mario
Pontecorboli Editore 2019

In libreria in 3 giorni

14,00 €
L'obiettivo della "cura su misura" deve superare l'astrattezza della legge e quindi l'omogeneità dei trattamenti, senza peraltro risolversi in un individualismo asociale privo di limiti. Deve in questo modo temperare le difficoltà che nascono dall'assegnare al diritto - attraverso una scelta del legislatore discutibile ma inevitabile, come conclude giustamente l'Autore - il compito di regolamentare i rapporti fra paziente e medico: con il rischio di sottrarre questi ultimi all'ambito deontologico sotto molteplici aspetti, sino a giungere alla "medicina di routine" o a quella "difensiva". Il tema di questo libro è il dibattito sul diritto di morire o sull'obbligo di vivere della persona, anche quando le condizioni della vita siano o appaiano ad essa intollerabili e tali da farle preferire la morte. È un percorso scandito da diversi momenti e segnato da troppi e persistenti scontri ideologici, religiosi, culturali, politici e giuridici.

Le confessioni religiose e la...

Attollino Simona
Claudiana 2019

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Studiosa di diritto ecclesiastico e di relazioni Stato-Chiese, Simona Attollino propone un volume dal taglio pratico, che contiene gli strumenti operativi destinati sia agli attori religiosi, sia agli amministratori pubblici, per stimolare il dibattito tecnico-giuridico sui temi affrontati e agevolare un dialogo proficuo, in nome della laicità. Presentazione di Nicola Colaianni.

Laicità europea e libertà religiosa...

Giannuzzo Lucia
Libellula Edizioni 2018

In libreria in 3 giorni

18,00 €
"Da tempo ormai un fantasma si aggira nello spazio europeo e agita i sonni, non tanto dei cittadini quanto piuttosto degli Stati: è la questione dei simboli religiosi. Che si tratti del crocifisso, esposto in un ambiente pubblico o indossato, oppure del velo islamico, il dibattito pubblico è sempre aperto e le giurisdizioni hanno il loro da fare. A ben vedere c'è una singolarità in questo fenomeno, che è data dall'essere saldatura tra antico e nuovo, tra problemi ereditati da una modernità ormai tramontata e problemi nascenti dalla post-modernità. [...] Le giurisdizioni nazionali hanno fatto fatica a governare un problema intricato e complesso, nazionale ma al tempo stesso trascendente i confini nazionali, risalente ma che al tempo stesso riappare in forme nuove, inedite. La stessa Corte di Strasburgo, che inevitabilmente ha finito per essere investita della questione, nella sua giurisprudenza in tema ha mostrato pensamenti e ripensamenti, indici di incertezze e di tentativi provvisori di approccio."

I diritti dei cittadini europei

Morviducci Claudia
Giappichelli 2017

In libreria in 3 giorni

34,00 €
"Obiettivo di questo lavoro è spiegare, nel modo più piano possibile, l'istituzione e l'evoluzione della cittadinanza europea e i diritti che ne conseguono. A partire dal Trattato di Maastricht del 1992, infatti, si sono succedute in materia norme primarie e derivate, che hanno reso di non agevole lettura la disciplina di un istituto che, pure, appare centrale nello sviluppo dell'Unione europea."

Pluralismo religioso e Stato (post)...

Vanoni Luca Pietro
Giappichelli 2016

In libreria in 3 giorni

15,00 €
"In un libro di qualche anno fa, P. Berg sosteneva che, «secondo una opinione assai diffusa e ben radicata, la secolarizzazione sarebbe un portato inevitabile della modernità». Per definirsi "Stati moderni", le nostre democrazie non devono solamente essere capaci di garantire la libertà e l'uguaglianza dei loro cittadini di fronte alla legge, ma sono altresì chiamate ad assicurare una certa separazione tra la sfera temporale e quella spirituale, tra la politica e la religione, tra la Chiesa e lo Stato: tant'è che «si è oggi comunemente d'accordo nel ritenere che le democrazie moderne debbano essere "secolari". Sotto il profilo costituzionale, tale compito è assolto - nel nostro ordinamento così come in altri - dal principio di laicità. Ma cosa significa davvero Stato laico o Stato secolare? La risposta a queste domande affonda le sue radici nella storia del pensiero giuridico europeo e non solo. Intesi in termini generali, il secolarismo o la laicità descrivono un atteggiamento complessivo dei pubblici poteri nei confronti del fenomeno religioso che segue il processo di secolarizzazione delle democrazie costituzionali, ovverosia il graduale distacco dell' ordinamento politico dal suo originario fondamento religioso."

Love is a human right....

Scovino Carlo
Rogas 2016

In libreria in 3 giorni

19,90 €
Dai mancati riconoscimenti legislativi fino alle condanne, alle persecuzioni e alle torture, l'omosessualità e l'identità di genere rappresentano purtroppo campi molto "fecondi" per la violazione dei diritti umani più elementari. Questo libro, dopo un'ampia premessa sulla storia sociale dell'omosessualità e sul suo rapporto con le religioni, con la scienza e con la medicina, da un lato offre una approfondita panoramica sui principali trattati internazionali che tutelano l'identità di genere, e dall'altro racconta, attingendo alle ricche documentazioni di Amnesty International, dei casi emblematici di violenze e soprusi che ci ricordano che, nonostante i progressi e gli avanzamenti, la strada da percorrere è ancora molto lunga e piena di difficoltà. Libro patrocinato dalla sezione italiana di Amnesty International.

La vita senza limiti. La morte di...

Englaro Beppino
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2012

In libreria in 3 giorni

9,90 €
Il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro moriva. Ci sono voluti 6233 giorni perché il padre potesse liberarla e dirle addio; diciassette anni di vita sospesa fra la vita e la morte, durante i quali Beppino Englaro ha lasciato il suo lavoro e si è immerso nelle ca

La tutela internazionale dei...

Zappalà Salvatore
Il Mulino 2011

In libreria in 3 giorni

11,00 €
Affermati nel 1945 dalla Dichiarazione universale e difesi dalla Comunità internazionale i diritti umani sono proclamati e violati, celebrati e calpestati ogni giorno. Questo libro offre una guida per districarsi tra i meccanismi di garanzia - dall'Onu alla Corte europea, alla Commissione africana - segnalandone i punti di forza e le debolezze. Nel Ventesimo secolo sono state gettate le basi normative per la tutela internazionale dei diritti umani; la sfida del Ventunesimo secolo è dare più concretezza ai diritti in tutte le regioni del mondo cercando di rendere gli Stati davvero responsabili della protezione della dignità umana.

Nomen omen. Il diritto al nome tra...

Viggiani Giacomo
Ledizioni 2020

In libreria in 5 giorni

16,00 €
Il nome, inteso come l'unione di prenome e cognome, non solo uno strumento identificativo, ma costituisce altresuna parte essenziale e irrinunciabile dell'identitindividuale, tanto da poter essere annoverato tra i diritti fondamentali della persona. In ragione delle sue molteplici funzioni, per il diritto al nome altresoggetto di interessi contrapposti e non sempre conciliabili e diverse sono, dunque, le problematiche di natura giuridica che conseguentemente si pongono. In questo volume, dopo un'analisi del diritto al nome nella giurisprudenza internazionale ed europea, si indagano le modalitdi attribuzione del prenome e di acquisizione del cognome in Italia. Successivamente, si prosegue con l'approfondimento di talune controversie che hanno caratterizzato il nome negli anni pirecenti, quali, ad esempio, la questione del cognome materno. Infine, la trattazione completata da un'appendice contenente un'incursione nel diritto statunitense e una bozza di proposta di legge, per l'ordinamento italiano, in materia di cognome.

Codice di diritto antidiscriminatorio

Bilotta Francesco; Zilli Anna
Pacini Giuridica 2019

In libreria in 5 giorni

24,00 €
La quantità e la frammentarietà delle fonti, che qui vengono organizzate e raccolte, sono tra le ragioni per le quali finora gli operatori del diritto sono stati scarsamente consapevoli dell'importanza e della pervasività di questo ambito del giuridico. L'accesso facilitato alle fonti che il Codice consente può garantire un'applicazione più diffusa delle disposizioni vigenti e quindi una lotta più efficace contro le discriminazioni. Il tema, come è noto, riguarda molteplici settori: diritto del lavoro, di famiglia e delle persone. Le norme qui raccolte disciplinano la parità di sesso, l'immigrazione, la disabilità, la maternità e paternità. Comprende il Codice Rosso. Prefazione di Pietro Pierlingieri.

Lezioni sui diritti fondamentali

Curreri Salvatore
Franco Angeli 2018

In libreria in 5 giorni

48,00 €
La marcia dei diritti fondamentali sembra inarrestabile. Nati come naturali, divenuti costituzionali, essi tendono a diventare universali, grazie anche al decisivo contributo delle Carte internazionali dei diritti e delle Corti preposte alla loro tutela. Parallelamente, oltre ai tradizionali diritti civili, politici e sociali, oggi se ne rivendicano di nuovi, frutto soprattutto delle sfide poste dall'evoluzione tecnico-scientifico. Tale marcia, però, incontra vecchi e nuovi limiti: la sicurezza interna e internazionale; la crisi economico-finanziaria; i rinascenti nazionalismi; le discriminazioni, specie per motivi razziali e religiosi. La stessa natura universale dei diritti fondamentali è messa in discussione da chi li considera frutto del tentativo del modello culturale tipicamente occidentale d'imporsi sugli altri. Dinanzi a tale complesso scenario, occorre ritornare alle radici dei principi e dei diritti sanciti nella Costituzione, proprio perché essa è ciò che ci siamo dati da sobri per ricordarcene da ubriachi. Scopo di questo manuale è, dunque, riflettere su un tema solo all'apparenza acquisito e scontato e che invece oggi come non mai è sottoposto a ineludibili sollecitazioni.

Libertà e giustizia per tutti. Cosa...

Burt Robert A.
Il Mulino 2015

In libreria in 5 giorni

16,00 €
La promessa di fedeltà alla bandiera con la quale si aprono le sedute del Congresso, così come le lezioni in molte scuole, recita che gli Stati Uniti sono "una nazione, guidata da Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti". Eppure, a guardare la

I diritti delle persone. Lo Stato...

Poggi Anna Maria
Mondadori Università 2014

In libreria in 5 giorni

16,00 €
La protezione sociale è uno dei principali problemi dell'Unione Europea: l'allargamento a 28 Stati membri ha significativamente modificato la situazione precedente nei termini del rapporto tra popolazione complessiva e ricchezza. La superficie dell'Unione è aumentata più del 25%, la popolazione del 20%, la ricchezza solo del 5%; il PIL medio pro capite dell'Unione è conseguentemente diminuito più del 10% mentre le disparità regionali sono raddoppiate. La politica di coesione sociale, dunque, è destinata a diventare un'emergenza dell'Unione perché le diseguaglianze e la povertà provocano gli stessi blocchi sistemici che si evidenziano nei singoli Stati. Come si possono affrontare tali problemi cercando di tenere in equilibrio le ragioni economico-sociali con i grandi principi di civiltà giuridica e primo fra tutti il rispetto della persona umana? Il volume tenta di dare qualche risposta a questi problemi e, nel contempo, costituisce una rilettura degli stessi diritti in un virtuoso circuito con i doveri costituzionali.

I diritti dei popoli. Universalismo...

Baccelli Luca
Laterza 2009

In libreria in 5 giorni

20,00 €
Di diritti umani parlano testi costituzionali e dichiarazioni universali, Ong e organizzazioni finanziarie transnazionali, neoconservatori, liberali e no-global. Ci si riferisce ai diritti umani per legittimare sia le guerre umanitarie e l'imposizione delle politiche economiche, sia le lotte contro il neoliberismo. Ma cosa significa che i diritti umani sono "diritti", e cosa significa che sono "umani"? Davvero in tutto il mondo uomini e donne fanno riferimento agli stessi principi? Ne condividono il significato, vi attribuiscono lo stesso valore, li interpretano allo stesso modo? In che rapporto stanno i diritti collettivi e quelli degli individui, i diritti di libertà e i diritti sociali, i diritti politici e i diritti culturali? Definire una facoltà, un bene o un valore come un diritto è lo stesso che considerarli come l'oggetto di un dovere? L'autore muove da questi interrogativi per la sua analisi che unisce l'ottica teorico-giuridica alla ricerca storica sulla genealogia dei diritti umani.

I legami della libertà

Dall'Aglio Maramotti Michela
Il Mulino 2007

In libreria in 5 giorni

13,50 €
Difficile da pensare e definire, la libertà è una condizione problematica da vivere e difendere. In questo saggio l'autrice compie un personale viaggio alla ricerca della libertà cercando di definirla attraverso una serie di concetti che, per accostamento o opposizione, ne tracciano il perimetro. È legandosi a questi concetti che l'idea di libertà trova una sua concretezza. I sette "legami" della libertà sono la paura, la responsabilità, la dignità, il distacco, l'amore, l'ubbidienza, la verità. Ognuno di questi legami dà origine a un'approfondita riflessione, che l'autrice compie in dialogo con l'opera di un pensatore: dallo psicologo Erich Fromm allo psichiatra Viktor Frankl, dal filosofo Abraham Heschel al monaco buddista Thich Nhat Han, da Etty Hillesum a Dietrich Bonhoeffer, a Luigi Pareyson.

Il traffico dei diritti insaziabili

Antonini L. (cur.)
Rubbettino 2007

In libreria in 5 giorni

12,00 €
Il sogno dei diritti dell'uomo universali, fondato sul concetto di dignità e realizzato grazie al sangue dei martiri per la libertà, rischia oggi di rimanere in balia di processi che sfuggono alle procedure tradizionali del consenso democratico. Potenti lobby tentano di catturare, spesso in modo non trasparente, il prestigio del progetto dei diritti universali agendo su siti di produzione off shore - corti e sedi internazionali - per condizionare dall'alto gli ordinamenti nazionali. Si sviluppa un ambiguo traffico di diritti insaziabili, dove ogni gruppo lotta per trasformare in diritto la propria aspettativa, senza preoccuparsi di minare, con questo, le condizioni di una effettiva libertà. Di fronte alla moltiplicazione dei diritti, anche i più controversi sul piano sociale, occorre recuperare una dimensione di ragionevolezza, un processo di argomentazione sensibile alla verità (Habermas), per ristabilire le virtù e la promessa dei diritti umani.