Diritto e regolazione dei servizi finanziari

Filtri attivi

L'arbitro bancario finanziario

Liace Gianfranco
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il volume analizza l'istituto dell'Arbitro Bancario Finanziario, organismo promosso dalla Banca d'Italia, che negli ultimi anni ha assunto un particolare rilievo nel disegnare i rapporti tra banca/cliente. L'indagine si sviluppa sull'inquadramento sistematico dell'ABF, sulle valenze dei responsi; nonché l'incidenza delle decisioni sulla giurisprudenza. Viene analizzato anche il rapporto che sussiste tra ABF e prefetto, in tema di concessione del credito.

Gli organismi di investimento...

Annunziata Filippo
EGEA 2017

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Nell'impianto della disciplina sulla gestione collettiva del risparmio, come riflessasi in Italia a seguito del recepimento delle ultime direttive europee in materia, si rinvengono due distinte forme di organizzazione di tale attività finanziaria: si tratta, da un lato, del fondo comune di investimento e, dall'altro, degli organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) aventi forma societaria. In altri ordinamenti, le forme organizzative che la gestione collettiva del risparmio può assumere ricomprendono, da lungo tempo, ulteriori schemi, tra i quali, ovviamente, il trust - vero e proprio "archetipo" logico-concettuale della categoria degli organismi di investimento collettivo -, le forme societarie non appartenenti al genus delle società di capitali, nonché le partnership. Il volume si propone l'obiettivo di ricostruire, sulla base della disciplina europea (direttiva AIFMD e direttiva UCITS) e delle disposizioni del Testo Unico della Finanza, la nozione generale di OICR, ponendone in luce gli elementi qualificanti. La portata spiccatamente funzionale della normativa europea, che tende a prescindere dagli schemi che, concretamente, può assumere l'OICR, consente altresì di indagare i profili di contatto tra forme contrattuali (il fondo comune di investimento) e forme statutarie (SICAV e SICAF), quali disciplinate, in particolare, nel sistema italiano. I due schemi organizzativi presentano, in effetti, numerosi punti di convergenza, che testimoniano un intenso fenomeno di circolazione delle regole tra due modelli apparentemente molto diversi. Gli schemi che provengono dal diritto comune vengono così piegati al perseguimento delle finalità di policy legislativa, in primis rappresentate dalla protezione e dalla tutela degli investitori, e dal buon funzionamento del mercato.

Economia degli intermediari...

Nadotti Loris
McGraw-Hill Education 2017

Disponibile in libreria  
BANCA FINANZA

57,00 €
Include: libro; piattaforma connect.

Il private enforcement antitrust...

Sassani B.
Pacini Editore 2017

Disponibile in libreria  
DIRITTO COMMERCIALE

34,00 €
Il volume vuole offrire un approfondimento del private enforcement antitrust dopo l'entrata in vigore del d.lgs. 19 gennaio 2017, n. 3 con il quale il legislatore italiano ha dato attuazione alla direttiva 2014/104/ UE del Parlamento europeo e del Consiglio. Lo scopo della normativa è quello di prevedere nuovi strumenti a favore di quanti intendano agire per chiedere un risarcimento del danno ai sensi del diritto nazionale per violazioni delle disposizioni del diritto della concorrenza degli Stati membri e dell'Unione europea. Si tratta di controversie che si sono sempre caratterizzate da un'attività istruttoria complessa con riferimento ai presupposti della responsabilità e alla quantificazione del danno. Il volume, dopo aver ripercorso il tema del rapporto tra il public enforcement, affidato alle autorità garanti della concorrenza, e il private enforcement e il tema del nuovo sindacato del giudice amministrativo sui provvedimenti dell'AGCM, esamina tutte le questioni sostanziali e processuali sulle quali è intervenuto il legislatore (competenza territoriale, esibizione delle prove, efficacia di giudicato del provvedimento amministrativo sul processo civile, class action, soluzione alternativa delle controversie, quantificazione del danno, solidarietà nel risarcimento, passing on e prescrizione).

La responsabilità civile delle...

Depretis Elena
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

52,00 €
Tra gli argomenti trattati: Informazione, gatekeepers e mercati finanziari; Le agenzie di rating del credito e l'attività di classamento del merito creditizio; I problemi sollevati dall'attività delle agenzie di rating. Dall'autoregolamentazione all'intervento pubblico; La responsabilità civile delle agenzie di rating nei confronti di investitori ed emittenti.

Profili gestionali ed operativi...

Cenderelli Elena
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
II volume, partendo dall'analisi del cambiamento complessivo, si sofferma sulla trasformazione dei modelli dell'intermediazione creditizia, evidenziando le cause di tale trasformazione e giustificandone gli effetti, sul piano strategico-funzionale, organizzativo ed operativo. La prima parte è dedicata specificamente all'analisi dell'attività bancaria e ne illustra i profili fondanti: la raccolta di fondi, la concessione del credito, l'equilibrio finanziario, il portafoglio di proprietà, il bilancio e l'analisi della performance aziendale, l'organizzazione. I modelli dell'intermediazione tradizionale bancaria vengono quindi esaminati nei loro aspetti evolutivi, facendo riferimento particolare alle condizioni di equilibrio sia reddituale sia finanziario e patrimoniale. La seconda parte del volume è dedicata all'analisi degli strumenti finanziari

Progettare in Europa. Tecniche e...

D'Amico Marcello
Erickson 2014

Disponibile in 3 giorni  
COMUNITARIO

23,00 €
All'inizio della nuova programmazione finanziaria 2014-2020 dell'Unione europea, il volume offre un aggiornato supporto teorico e pratico per orientarsi tra le opportunità di finanziamento per la realizzazione di interventi cofinanziati dall'Unione europea

Scambio di informazioni: profili...

Valente Piergiorgio
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

35,00 €
Il ricorso a strutture o "costruzioni artificiali", così come lo sfruttamento delle "disarmonie" esistenti tra le legislazioni nazionali, ha l'effetto di esacerbare la perdita di entrate fiscali. La lotta all'evasione fiscale e agli schemi di pianificazione fiscale aggressiva non può prescindere da interventi mirati, comuni e coordinati, diretti ad agevolare l'accesso alle informazioni sui flussi di denaro e la tracciabilità dei pagamenti. A tale scopo, la trasparenza degli ordinamenti fiscali, l'eliminazione del segreto bancario e la cooperazione amministrativa tra Stati assumono un ruolo decisivo. L'effettiva implementazione dello scambio di informazioni, in tutte le sue forme (su richiesta, automatico, spontaneo, ecc.), rappresenta la risposta più efficace alle pratiche che minano base imponibile e gettito fiscale degli Stati.

Il credit default swap nella...

Angelini Eliana
Giappichelli 2013

Disponibile in 5 giorni

13,00 €
Dal 2007, il ruolo dei derivati creditizi - in particolare dei contratti di credit default swap (CDS) - è stato oggetto di attenzione da parte di policy maker e regolatori. La questione centrale riguarda i timori che l'operatività di natura speculativa sul mercato di tali strumenti continui a generare e amplificare le tensioni sui mercati finanziari, generando effetti destabilizzanti. Il volume offre, nella prima parte, un inquadramento economico-giuridico dei CDS, una descrizione del mercato OTC in cui si negoziano, analizzandone la dimensione, le problematiche che lo caratterizzano e le recenti proposte regolamentari. Nella seconda parte, il volume indaga i fattori che determinano le variazioni dei premi sui CDS e quindi la capacità segnaletica dei CDS spread nel mercato del credito. Il termine "segnaletico" sta ad indicare una funzione informativa, consistente nell'offrire agli operatori economici elementi di orientamento riguardo ai mutamenti delle aspettative sulla probabilità di insolvenza di un emittente. Il flusso delle nuove informazioni che si generano sugli emittenti vengono incorporate più rapidamente nelle quotazioni dei CDS rispetto alle variazioni negli spread dei titoli obbligazionari sottostanti. L'analisi dell'andamento delle quotazioni dei CDS spread assume pertanto un ruolo leader nel processo di price discovery, riuscendo a catturare in anticipo le variazioni della qualità creditizia del reference entity.

La fideiussione

Bozzi Giuseppe
Utet Giuridica 2013

Disponibile in 3 giorni

100,00 €

I mercati e gli strumenti...

Angelini Eliana
Giappichelli 2012

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
Il progressivo e radicale processo di rinnovamento dei mercati finanziari - la privatizzazione dei mercati, l'integrazione a livello internazionale, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione finanziaria, in termini di prodotti, processi e intermediari - ha favorito l'affermarsi di un sistema sempre più evoluto ed orientato ai principi della concorrenza. La spinta congiunta di vari fattori ha generato importanti effetti nell'articolazione della struttura dei mercati di strumenti finanziari, nell'implementazione delle strategie di trading e nelle procedure gestionali e di vigilanza del mercato. In tale ambito, il volume, aggiornato alle ultime novità, illustra le peculiarità del rinnovato contesto in cui si svolge l'attività di gestione e organizzazione dei mercati. In particolare, esamina gli aspetti giuridico-istituzionali e tecnici dei mercati gestiti da Borsa Italiana; le caratteristiche degli strumenti finanziari quotati, i fondamenti per la valutazione, nonché le loro potenzialità e strategie di utilizzo.

Scambio di informazioni fiscali...

Saponaro Fabio
Tangram Edizioni Scientifiche 2012

Disponibile in libreria  
COMUNITARIO

17,50 €
L'autore esamina la disciplina comunitaria sullo scambio di informazioni tra amministrazioni finanziarie, in materia di accertamento e riscossione. Tale disciplina rappresenta il primo modello giuridico con il quale gli Stati membri, in un'ottica di pluralità e di armonizzazione delle normative fiscali interne, hanno colmato l'assenza di un principio di diritto internazionale o di una pratica internazionale sull'obbligo di collaborazione tra Stati sovrani in materia tributaria. L'introduzione di regole armonizzate sulla cooperazione fiscale si è resa necessaria per contrastare gli effetti negativi che le pratiche di frode e di evasione transfrontaliera hanno prodotto, e continuano a produrre, sul gettito dei tributi e sull'inosservanza del principio di giustizia fiscale. La realizzazione del mercato comune ha poi imposto l'eliminazione di ogni forma di distorsione nei movimenti dei fattori produttivi e delle condizioni di libera concorrenza.

La nuova disciplina dei servizi di...

Giappichelli 2011

Disponibile in 5 giorni

81,00 €
Il volume "La nuova disciplina dei servizi di pagamento", sotto forma di commentario, tratta le norme contenute nel d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 11 il quale ha dato attuazione alla direttiva 2007/64/CE, relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno. Come la direttiva anche il testo di recepimento è articolato in più Titoli fra i quali merita segnalare il Titolo II (Diritti e obblighi delle parti), nel quale sono contenute alcune delle disposizioni della direttiva più innovative per il nostro ordinamento, in quanto volte a introdurvi sia una serie di regole contrattuali relative alla prestazione dei servizi di pagamento, sia una vera e propria disciplina dell'accesso ai sistemi di pagamento. Altri Titoli, invece, sono composti da una disposizione unica, finalizzata ad inserire ex novo alcune serie normative nel corpo del Testo unico bancario. É questo quanto accade per il Titolo III (Istituti di pagamento), ove l'art. 33 è funzionale a sottrarre la "prestazione dei servizi di pagamento" alla disciplina del Titolo V Tub, creando un apposito Titolo V-ter dedicato a soggetti all'uopo autorizzati e con oggetto sociale esclusivo. Analogamente nel caso del Titolo IV (Trasparenza delle condizioni contrattuali ed obblighi informativi), è l'art. 34 a sottrarre i servizi di pagamento alla disciplina generale della trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari, rendendoli invece oggetto di una disciplina speciale.

Contrattazione telematica e...

Vignudelli Leopoldo
Giappichelli 2009

Disponibile in 5 giorni

29,00 €
La prestazione di servizi e attività d'investimento tramite Internet - o, più in generale, attraverso forme di contrattazione a distanza - risulta una delle tematiche emergenti degli ultimi tempi, sia per le intrinseche implicazioni economico-finanziarie, sia nella misura in cui s'innesta nella questione più generale delle nuove frontiere dell'economia, sempre più tesa a superare limiti di spazio e di tempo che - per converso - rappresentano gli elementi classici della dimensione giuridica così come nota fino a oggi. In tale ottica il Legislatore italiano e quello comunitario, in considerazione delle pericolosità ìnsite nell'attività di contrattazione a distanza di prodotti e strumenti finanziari, hanno dovuto prevedere alcuni efficaci strumenti di salvaguardia, in particolar modo a difesa del contraente non professionista. L'opera mira a far luce sul panorama normativo di riferimento, evidenziando gli aspetti più significativi di tale struttura legislativa e dando conto, altresì, delle lacune tuttora esistenti nonché preclusive di un sistema orientato verso una piena e completa tutela consumeristica.

ART. 1285-1320. Obbligazioni...

Emiliozzi Enrico Antonio
Zanichelli 2019

Non disponibile

159,00 €
L'opera è una trattazione completa e approfondita della disciplina di obbligazioni alternative, in solido, divisibili e indivisibili, condotta facendo costante riferimento all'elaborazione dottrinale e all'applicazione giurisprudenziale. In particolare, per quanto riguarda le obbligazioni alternative, viene svolta l'analisi di fattispecie concrete al fine di delimitare i confini dell'istituto previsto dagli art. 1285-1291 cod. civ. rispetto ad altri che presentano notevoli elementi di affinità (le c.d. obbligazioni con facoltà alternativa) e si procede all'approfondimento delle differenze che sussistono tra il legato alternativo e il legato con facoltà alternativa e tra la vendita alternativa e la vendita con facoltà alternativa. Nella trattazione delle obbligazioni in solido in particolare viene esaminata la disciplina relativa alla estensione nei confronti di tutte le parti del rapporto obbligatorio di vicende che sono relative ad alcune soltanto di esse (ad esempio, per il contratto di novazione o per il contratto di transazione stipulato tra il creditore e uno dei debitori in solido ovvero tra uno dei creditori in solido e il debitore). Inoltre viene trattato il rapporto tra obbligazioni solidali e obbligazioni indivisibili costituite da più soggetti, al fine di indagare se queste ultime rappresentino nell'ordinamento un istituto giuridico autonomo e distinto rispetto alle obbligazioni in solido. Nel commento alla disciplina delle obbligazioni indivisibili viene affrontata, tra l'altro, la problematica relativa alla successione mortis causa che coinvolga il debitore o il creditore e viene trattata la disciplina relativa alla responsabilità dei condomini per le obbligazioni assunte dall'amministratore in nome e per conto del condominio in considerazione di quanto è stabilito dalla legge 20 novembre 2012, n. 220 che ha modificato l'art. 63, 2° comma, disp. att. cod. civ.

La lotta alle frodi finanziarie nel...

Pizzolante Giuseppina
Cacucci 2019

Non disponibile

30,00 €
L'obiettivo della ricerca è quello di esaminare il fenomeno della lotta alle frodi, nell'àmbito del sistema disciplinato dal diritto penale dell'Unione europea. Le indagini compiute in questa materia tendono normalmente a presentare le frodi attraverso la lente della tutela degli interessi finanziari dell'Unione che, com'è noto, persegue lo scopo di rafforzare la fiducia dei cittadini, garantendo il corretto impiego del denaro dei contribuenti. Il presente studio, invece, si prefigge di condurre un'impostazione più ampia capace di comprendere anche le frodi che non ledano gli interessi finanziari europei. Sono le frodi, dunque, a costituire il fil rouge del lavoro. La tipologia di frode, da ultimo indicata, non ha risparmiato il settore dei pagamenti che anzi è tra quelli che meglio esprimono le potenzialità delittuose.

I conflitti di interesse degli...

Di Amato Alessio
Edizioni Scientifiche Italiane 2019

Non disponibile

18,00 €
Dalla natura fiduciaria del rapporto di intermediazione finanziaria discende la necessità di predisporre regole capaci di impedire agli intermediari di abusare delle ricorrenti situazioni di conflitti di interesse in cui si vengono a trovare. L'attuale disciplina detta principalmente regole organizzative che vanno interpretate in modo da assicurare che l'esigenza dei risparmiatori a non sedere a un tavolo da gioco troppo rischioso prevalga su quella dei mercati finanziari ad attrarre sempre maggiori investimenti.

L'intervento amministrativo sui...

Bombardelli Marco
Giappichelli 2019

Non disponibile

23,00 €
Il presente volume è rivolto principalmente agli studenti universitari e, più in generale, a tutti coloro che sono interessati ad acquisire le nozioni fondamentali per la comprensione del contesto giuridico e istituzionale in cui gli attori economici si trovano ad operare. Ciò, in particolare, attraverso l'analisi del quadro istituzionale e delle modalità di intervento dei poteri pubblici che influiscono in vari modi nel funzionamento dei mercati. Sono presi in considerazione quattro ambiti principali. Nel primo vengono presentati i diversi tipi di relazione che si possono instaurare tra istituzioni e mercati, tenendo conto delle profonde trasformazioni che negli ultimi decenni hanno caratterizzato l'intervento dei poteri pubblici nell'economia. Nel secondo viene considerato l'attuale assetto organizzativo - a livello globale, europeo e nazionale - delle istituzioni pubbliche chiamate a operare tale intervento. Nel terzo ambito vengono poi considerati gli strumenti di diritto amministrativo e di diritto comune attraverso cui concretamente, sul piano amministrativo, le suddette istituzioni agiscono. Nel quarto ambito, infine, più ampio e articolato dei precedenti, si analizzano in modo specifico le diverse forme di intervento pubblico, distinguendo tra disciplina dell'economia e intervento diretto; regolazione di tipo sociale ed economico; attività di tutela della concorrenza.

Diritto degli intermediari e dei...

Sfameni Paolo
EGEA 2018

Non disponibile

32,00 €
Il volume offre un inquadramento istituzionale della disciplina giuridica dei mercati e degli intermediari finanziari disciplinati sia dal Testo Unico Bancario, sia dal Testo Unico della Finanza. In tale contesto vendono innanzitutto analizzate le fonti, gli obiettivi e «di strumenti della regolamentazione e della vigilanza del settore bancario e finanziario, con particolare focus sull'impianto normativo di matrice comunitaria. Vengono poi passate in rassegna le diverse categorie di soggetti abilitati in ambito finanziario (le banche e gli intermediari finanziari non bancari disciplinati dal TUB, le imprese di investimento, le SGR e gli altri soggetti abilitati alla gestione collettiva del risparmio dopo il recepimento in Italia della Direttiva sui gestori di fondi alternativi), le attività loro riservate, gli strumenti finanziari che ne formano oggetto e i mercati su cui gli intermediari operano. L'ultima parte del volume è dedicata alla disciplina dell'inforinazione sui mercati, affrontata sotto due diversi profili: «la un lato, la disciplina dell'offerta al pubblico di prodotti finanziari e del prospetto d'offerta; dall'altro, quella dell'informazione al pubblico e dei cosiddetti abusi di mercato. Tutti gli argomenti sono aggiornati alle più recenti novità normative e alle prospettive di riforma, a livello nazionale e comunitario.

Il sistema delle garanzie del...

Diana Antonio Gerardo
CEDAM 2018

Non disponibile  
BANCA FINANZA

55,00 €
Il credito rimane assistito fondamentalmente dalle garanzie previste dall'art. 2740 c.c. Tuttavia resta delle parti il potere di interagire in favore di un ampliamento di tale base, attraverso spendita di mezzi, i quali impegnano gli ambiti occupati dalle garanzie reali (pegno e ipoteca) e personali. Di queste ultime, poi, si fa generalmente distinzione tra le ipotesi tipizzate della fideiussione, dell'avallo e del mandato di credito e quelle atipiche nel cui seno - tra le più importanti - si collocano: il contratto autonomo di garanzia; la lettera di patronage, ecc. L'opera segue essenzialmente "le tracce" di un itinerario che la porta ad un esame completo di ciascuno degli istituti, attraverso una ordinata distribuzione sistematica in "settori" di interesse.

La responsabilità civile...

Marongiu Paola
Cacucci 2018

Non disponibile  
BANCA FINANZA

30,00 €
Il Dipartimento Jonico in "Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture" (DJSGE) è il primo dipartimento dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro con sede a Taranto. Esse nasce dall'aggregazione di docenti e ricercatori della II Facoltà di Giurisprudenza, della II Facoltà di Economia, dei corsi di laurea in Scienze della Formazione (Facoltà di Scienze della Formazione) e in Scienze Infermieristiche (Facoltà di Medicina) di Taranto intorno a tematiche di ricerca e di formazione rispondenti alla vocazione mediterranea dell'area ionica: ambiente, tutela della salute e del territorio, diritti ed economie del mare, valorizzazione dei saperi e delle culture dello spazio euro-mediterraneo.

Giudice nazionale e aiuti alle...

Piva Paolo
Cacucci 2018

Non disponibile  
MANUALI ECONOMIA

30,00 €
"Ho cominciato ad occuparmi di aiuti di Stato molto tempo fa, ancora durante la mia tesi di dottorato il cui titolo era, per l'appunto, 'La diretta efficacia delle norme comunitarie in materia di aiuti di Stato'. Ricordo che, all'epoca, le pronunce sul tema potevano contarsi sulle dita di una mano e non erano molto frequenti neppure le pronunce sugli aiuti di Stato in generale, caratterizzate per lo più da un contenzioso intermittente fra la Commissione e gli Stati membri sulla nozione di aiuto, sulle forme di interventi statuali qualificabili come tali e sull'obbligo di cooperazione leale fra l'istituzione comunitaria e gli Stati membri in 'subiecta materia', cooperazione basata sostanzialmente sull'art. 4.3 TUE (in allora art. 5 CEE e poi art. 10 CE..." (Dall'introduzione)

Studi in tema di patronage

De Cicco Oreste
Edizioni Scientifiche Italiane 2018

Non disponibile

24,00 €
Le lettere di patronage configurano fattispecie coerente con un sistema dei traffici commerciali del quale la fiducia sia requisito essenziale. Se ne rende, dunque, opportuno l'inquadramento, così da segnarne i tratti distintivi dalle «garanzie» propriamente dette e coglierne i profili caratteristici. In questa prospettiva l'Autore, premessa la difficoltà di ridurre ad unità il fenomeno in esame, dal carattere ontologicamente atipico e multiforme, individua nel contenuto di impegno un tratto trasversale alle diverse dichiarazioni di patronage, con le conseguenze che ne derivano, anche in tema di responsabilità. Soffermandosi dapprima sul - non condivisibile - orientamento, perlopiù giurisprudenziale, che avvicina in fatto lettera di patronage e garanzia autonoma. Quindi,approfondendo le peculiarità riferite all'emissione di lettere di patronage nell'ambito del gruppo di società, in ipotesi intersecando i presupposti applicativi delle norme in tema di direzione e coordinamento.

Garanzie infragruppo e rapporti...

Ubertazzi Tommaso Maria
Edizioni Scientifiche Italiane 2018

Non disponibile

27,00 €
Ogni finanziatore vuole naturalmente avere garanzie sul credito accordato ad un debitore per ridurre al minimo il rischio di inadempimento di quest'ultimo e assicurare il proprio profitto economico. Queste garanzie possono essere quelle tradizionalmente previste nel nostro codice civile e indicate come garanzie reali (come il pegno e l'ipoteca) e personali (come la fideiussione e il mandato di credito). La prassi economica ha tuttavia portato via via gli operatori alla creazione di "garanzie" speciali non necessariamente riconducibili agli archetipi previsti nel codice civile. E la diffusione di queste garanzie si è riscontrata specialmente nella realtà dell'impresa ed in particolare dei gruppi di società ove si assiste alla conclusione di garanzie infragruppo.

Credito ai consumatori e reti...

Lateran University Press 2018

Non disponibile

20,00 €
Il volume raccoglie, sotto forma di saggi, i contributi dei relatori intervenuti al Convegno ad oggetto la Formazione professionale e l'educazione finanziaria nel settore creditizio e dei docenti del Corso professionalizzante in materia creditizia, entrambi svoltisi presso la Pontificia Università Lateranense nell'a.a. 2017/2018. Molteplici sono le discipline e le fonti, per lo più di matrice europea, pertinenti l'attività di intermediazione in ambito creditizio: dalla normativa speciale dell'agenzia in attività finanziaria e della mediazione creditizia, compresa quella in materia previdenziale, alle regole di condotta da osservare nella prestazione delle indicate attività, in primis quelle in materia di trasparenza delle condizioni contrattuali e di rapporti con i consumatori; dalla normativa pertinente la specifica forma di credito ai consumatori rappresentata dai finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio/pensione, alla disciplina dei meccanismi di risoluzione extragiudiziale delle controversie; dalla disciplina antiriciclaggio a quella in materia di privacy. Tali discipline sono oggetto di continui affinamenti e modifiche. Il filo conduttore dei saggi dei diversi autori, divisi in specifiche sezioni, è quindi costituito dall'analisi delle più recenti novità normative, proponendosi il volume nel suo complesso di fornire una panoramica dei temi giuridici emergenti.

L'informazione nei mercati...

Castaldo Angelo
Giappichelli 2017

Non disponibile

18,00 €
La crisi economico finanziaria (2007/2008) ha creato grande allarme sociale sia per i piccoli che per i grandi risparmiatori. Tra le multiformi cause determinanti la crisi, il malfunzionamento del mercato dell'informazione è annoverabile tra le più rilevanti. Il decision making degli operatori, se fondato su set di informazioni non corrette, infatti, non può che risultare inefficiente. Le istituzioni private e pubbliche non hanno saputo prevedere la crisi, le agenzie di rating hanno dimostrato che i loro giudizi non sempre riflettevano in modo appropriato il reale profilo di rischio dei prodotti finanziari emessi. La fiducia in tali intermediari informativi è mal riposta? Il presente volume, in chiave law & economics, propone una survey ragionata che, partendo da un'analisi sull'origine del mercato del rating e sull'evoluzione del modello di business e del relativo quadro regolamentare, mira ad approfondire le ragioni dell'inefficienza allocativa che caratterizza tale industria: il conflitto di interesse nel rapporto emittente/agenzia, l'uso regolamentare del rating e l'assenza di una vera dinamica competitiva.

Dati personali, rapporti economici...

Motroni Raimondo
Cacucci 2017

Non disponibile  
BANCA FINANZA

24,00 €
Il volume affronta il tema della regolazione del trattamento dei dati personali nei mercati finanziari, ponendo in evidenza la pluralità degli interessi coinvolti nei rapporti economici e le esigenze di tutela dei diritti della persona. Con il recente Regolamento (UE) 2016/679, la normativa sul trattamento dei dati personali è ormai divenuta una nuova fonte di regolazione del mercato e dell'operato delle imprese finanziarie, così da generare nuovi limiti all'autonomia dei privati nelle dinamiche commerciali e inedite occasioni di sfruttamento economico delle informazioni nei processi produttivi aziendali. L'assunto è verificato attraverso l'esame della recente disciplina Ue sulle nuove tecniche di impiego dei dati personali nei mercati finanziari quali, ad esempio, la dematerializzazione dei documenti, i big data, la biometria bancaria, il cloud computing. Lo studio si concentra sulla peculiarità del bilanciamento di interessi del cliente, riconducibili al «diritto alla protezione dei dati personali», e di quelli dell'impresa, riferibili al diritto di iniziativa economica, tenendo conto della necessità di assicurare la stabilità e l'efficienza dei mercati finanziari. L'autore sostiene che sia proprio la necessità di contemperare tali interessi a dover indurre a riconoscere una maggiore libertà nel trattare i dati personali dei clienti alle imprese finanziarie, rispetto agli altri operatori del mercato, con la finalità di garantire una maggiore effettività al diritto al risparmio.

I doveri di informazione del...

Cilento Antonio
Edizioni Scientifiche Italiane 2017

Non disponibile

16,00 €
Dalla ricostruzione del complesso quadro normativo di riferimento, nonché dall'analisi delle concrete modalità operative del servizio di consulenza, emerge che il comportamento del consulente finanziario - abilitato all'offerta fuori sede o autonomo - è in grado di incidere fortemente sia sulla configurazione degli assetti negoziali sia sulla stabilità del mercato finanziario, in quanto esso indirizza, influenza e, in ultima analisi, determina i propositi speculativi degli utenti privati.

Compendio di economia degli...

Edizioni Giuridiche Simone 2017

Non disponibile

21,00 €
Nel sistema normativo vigente, l'esercizio delle attività finanziarie è circoscritto ad una gamma predeterminata di operatori specializzati. Essi fungono da intermediari tra domanda e offerta di prodotti finanziari, veicolando la liquidità dei risparmiatori verso le più adeguate opzioni d'investimento. È evidente, peraltro, che la specializzazione degli intermediari e la quantità delle operazioni effettuate consentono diversificazioni degli investimenti e riduzioni di rischio non possibili se la transazione avvenisse direttamente tra risparmiatore e emittente, senza considerare la professionalità e il bagaglio di informazioni di cui gli intermediari sono in possesso. Ciò spiega la nascita e la diffusione di operatori specializzati che intermediano e gestiscono la maggior parte del risparmio e che, in ragione dell'attività svolta e dell'affidamento della loro clientela, sono sottoposti a penetranti controlli da parte delle autorità di vigilanza al fine di garantire sia la tutela degli investitori sia la stabilità, la competitività e il buon andamento del mercato finanziario. Per le finalità del volume, gli operatori finanziari sono così classificabili: intermediari cui è riservato l'esercizio professionale nei confronti del pubblico dei servizi di investimento, quali le SIM, le banche e le imprese di investimento comunitarie ed extracomunitarie; intermediari cui è riservato l'esercizio del servizio di gestione collettiva del risparmio, quali le società d'intermediazione a capitale variabile (SICAV) e le società di gestione del risparmio (SGR); intermediari che, potendo esercitare solo alcuni dei servizi di investimento e solo a determinate condizioni, rivestono una posizione marginale nell'ambito degli operatori specializzati: si tratta, in specie, delle società fiduciarie, degli agenti di cambio, delle società finanziarie e degli intermediari finanziari iscritti nell'elenco previsto dall'art. 107 del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.Lgs. 1-9-1993, n. 385). Ulteriori intermediari finanziari, non contemplati dal D.Lgs. 58/98, sono le imprese di assicurazione che coinvolgono il risparmio privato attraverso la collocazione delle polizze del cd. ramo vita. A dispetto del numero contenuto di pagine, questo volume offre al lettore un quadro esaustivo e accurato dell'attività svolta dai diversi intermediari che operano sui mercati finanziari.

Diritto penale dell'intermediazione...

Martiello Gianfranco
ETS 2017

Non disponibile

23,00 €
Una trattazione, ampia o sintetica che sia, dei reati in materia di intermediazione degli strumenti finanziari non ha forse oggi bisogno di giustificare la propria opportunità, tanta è l'interesse che anzitutto la società civile dimostra nei riguardi della disciplina dei "mercati finanziari", nei quali, a torto o a ragione, molti hanno visto il locus ove si sarebbe sviluppato il germe della crisi dalla quale le economie mondiali stentano ancora ad uscire. Né può stupire, nello specifico, che proprio il sistema di enforcement e di controllo su tali mercati, colpevole di non avere mantenuto le proprie promesse, sia al centro, ormai da tempo, anche delle attenzioni del legislatore nazionale e comunitario. Le più recenti modifiche apportate alle fattispecie criminose contemplate dal d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, nonché l'attrazione dei delitti previsti dagli odierni artt. 2622 e 2629-bis ce. nell'ideale alveo tematico del diritto penale dell'intermediazione finanziaria, hanno propiziato la nascita di una trattazione che, al di là dei confini imposti dalla collocazione sistematica delle varie figure di reato, cercasse di offrire al lettore una visione unitaria e sintetica dell'intero "campo di materia" venutosi a creare. Ne è quindi nato un breve - ma si spera completo - volume destinato principalmente agli studenti, che segue la metodica didattica tradizionale incentrata sull'analisi puntuale delle varie fattispecie incriminatrici, sebbene con alcune licenze tese ad evitare inutili ripetizioni o appesantimenti.

La «responsabilizzazione» delle...

Lombardi Ettore Maria
Edizioni Scientifiche Italiane 2016

Non disponibile

52,00 €
La responsabilità, che rappresenta un tema classico negli studi dell'area privatistica, ha assunto, negli ultimi tempi, delle peculiari sfaccettature e poliedricità. L'ampliamento dei suoi tradizionali tratti problematici e di ricerca ha dato, così, nuovo e rinnovato stimolo a una trattazione che si presenta «attualizzata» alle nuove tematiche che urgono e spingono alla porta del giurista contemporaneo. In tale ottica, appare così spiccare il tema della responsabilità da supervisione che può essere imputata alle autorità di regolazione del mercato finanziario.

Compendio di economia degli...

Battagli A.
Edizioni Giuridiche Simone 2016

Non disponibile

21,00 €
Questo compendio offre un quadro completo e aggiornato della disciplina degli operatori del mercato finanziario (Banche, Sim, Imprese di investimento, SGR, SICAV, Intermediari marginali, Imprese di assicurazione) e un'analisi sistematica della complessa e articolata normativa in materia alla luce delle disposizioni del Tuf e del regolamento Intermediari. Per le sue caratteristiche, il volume si indirizza a studenti universitari, promotori e consulenti finanziari e cultori della materia, rappresentando al contempo un valido strumento di consultazione e aggiornamento per i professionisti del settore.

Compendio di economia degli...

Battagli A.
Edizioni Giuridiche Simone 2015

Non disponibile

22,00 €
Questo compendio offre un quadro completo e aggiornato della disciplina degli operatori del mercato finanziario (Banche, Sim, Imprese di investimento, SGR, SICAV, Intermediari marginali, Imprese di assicurazione) e un'analisi sistematica della complessa e articolata normativa in materia alla luce delle disposizioni del Tuf e del regolamento Intermediari. Per le sue caratteristiche, il volume si indirizza a studenti universitari, promotori finanziarie cultori della materia, rappresentando al contempo un valido strumento di consultazione e aggiornamento per i professionisti del settore.

Diritto degli intermediari e dei...

Sfameni Paolo
EGEA 2015

Non disponibile

28,00 €
Il volume offre un inquadramento istituzionale della disciplina giuridica dei mercati e degli intermediari finanziari disciplinati sia dal Testo Unico Bancario, sia dal Testo Unico della Finanza. In tale contesto vengono innanzitutto analizzate le fonti, g

La disciplina del mercato mobiliare

Annunziata Filippo
Giappichelli 2015

Non disponibile

45,00 €
Negli ultimi anni la disciplina delle attività finanziarie ha subito profonde trasformazioni, conseguenti sia all'intervento del legislatore comunitario, sia ad autonome iniziative del legislatore nazionale. La materia presenta oggi un'ampia portata, rappresentata dall'articolazione del Testo Unico della Finanza (D.Lgs. n. 58/1998) e dai numerosi provvedimenti di rango secondario. II dibattito in corso sulle ragioni ispiratrici e sulla finalità della disciplina delle attività finanziarie, e su come affrontare le conseguenze della crisi finanziaria in atto sin dal 2008, stimolano l'evoluzione del sistema normativo, sia interno sia comunitario. I mutamenti negli assetti anche strutturali del mercato finanziario hanno peraltro innescato un processo di innovazione normativa che rende utile un tentativo di esposizione ragionata della materia. II volume la disciplina dei soggetti, dei prodotti e delle operazioni del mercato mobiliare, con particolare riferimento alle materie regolate dal Testo Unico della Finanza. Formano oggetto di specifici approfondimenti la disciplina dei servizi di investimento, della gestione collettiva del risparmio e delle offerte pubbliche di prodotti finanziari. L'esposizione segue l'articolazione del Testo Unico, con costanti riferimenti alla normativa comunitaria di riferimento, alla disciplina secondaria ed ai principali profili problematici. II volume è accompagnato da un apparato bibliografico, aggiornato ai più recenti contributi.

MIB 50000. Un percorso conoscitivo...

Caruso Francesco
Trading Library 2015

Non disponibile

34,90 €
MIB 50000 è un libro di integrazione culturale finanziaria fuori dagli schemi, provocatorio e innovativo ma accessibile a chiunque abbia un minimo di dimestichezza con gli investimenti. La borsa e, in generale, i mercati finanziari non sono un gioco, ma un

Il mercato dei servizi in Europa....

Buzzacchi C.
Giuffrè 2014

Non disponibile

21,00 €
Il volume raccoglie saggi accomunati dallo studio della vicenda della liberalizzazione dei servizi nel mercato dell'Unione europea. Si tratta di un tema in continua evoluzione e dalle caratteristiche ancora incerte rispetto al quadro normativo per esso predisposto dall'ordinamento comunitario: lo studio viene rivolto ad alcuni dei molteplici settori investiti da tale processo - ed anche ad alcuni esclusi, ma pur sempre qualificabili come servizi evidenziando in quale misura siano in atto sforzi per trasformare in veri mercati i settori considerati, e quanto vincolanti siano ancora una molteplicità di questioni problematiche e di resistenze, connesse principalmente ai contesti nazionali, che a ciò si oppongono. Gli ambiti indagati sono tra loro assai differenziati: il settore della distribuzione farmaceutica, quello dei servizi di natura culturale, l'area delle prestazioni professionali, il comparto energetico e il nascente fenomeno dei servizi digitali sono evidentemente contesti contraddistinti da logiche e problematiche assai specifiche che tuttavia, nella visuale europea, sono destinate alla medesima prospettiva di apertura alla dimensione del mercato e della libera circolazione. E soggetti ad un comune regime di tutela per quanto riguarda le posizioni giuridiche degli utenti e dei consumatori. I contributi vanno ad aggiungere un tassello significativo ed originale alla letteratura in materia dei servizi in Europa.

I limiti negoziali alla cessione...

De Franceschi Alberto
Edizioni Scientifiche Italiane 2014

Non disponibile

25,00 €
Il valore di un credito, soprattutto se pecuniario, comprende la sua idoneità ad essere fatto oggetto di atti di disposizione: la possibilità di trasferirlo a titolo oneroso rappresenta, anche nell'ipotesi in cui il credito in questione si caratterizzi come futuro o non ancora esigibile, un'opportunità di fondamentale importanza per la vita dell'impresa. Dalla considerazione delle concrete esigenze emergenti dalle dinamiche economiche nonché da una approfondita analisi delle discipline adottate a livello nazionale e internazionale si ricava come, soprattutto con riguardo ai rapporti fra imprese, venga sempre meno tollerata l'apposizione di limiti di fonte negoziale al potere di disposizione spettante al titolare di pretese creditorie, e segnatamente di quelle aventi ad oggetto corrispettivi pecuniari.

Agenti in attività finanziaria,...

Ciani Andrea
Maggioli Editore 2014

Non disponibile

34,00 €
Il volume illustra i contenuti della nuova disciplina delle reti bancarie e finanziarie introdotta con la riforma del 2010. Il mercato dell'intermediazione del credito ha conosciuto con tale intervento normativo una profonda rivoluzione capace di determinare una rilevante riduzione del numero di operatori attivi nel settore e, nel contempo, di assicurare un'importante elevazione degli standard professionali e patrimoniali richiesti per l'esercizio dell'attività. La molteplicità e la complessità delle problematiche applicative emerse nella prima fase di attuazione della riforma ha richiesto a tutti gli operatori del settore un notevole sforzo nella comprensione ed applicazione delle nuove disposizioni. Il testo consente, anche attraverso compiuti richiami a precedenti giurisprudenziali e chiarimenti resi dalle Autorità di settore, di approcciare con maggiore facilità la nuova normativa e le regole di comportamento che oggi interessano l'attività svolta da agenti in attività finanziaria, mediatori creditizi ed altri intermediari del credito anche al fine di individuare quali siano gli attuali presidi di tutela dei consumatori e degli altri protagonisti del mercato del credito.

La disciplina del mercato mobiliare

Annunziata Filippo
Giappichelli 2014

Non disponibile

40,00 €
Negli ultimi anni, la disciplina delle attività finanziarie ha subito profonde trasformazioni, conseguenti sia all'intervento del legislatore comunitario, sia ad autonome iniziative del legislatore nazionale. La materia presenta oggi una portata molto ampia, emblematicamente rappresentata dall'articolazione del Testo Unico della Finanza (D.Lgs. n. 58/1998) e dai numerosissimi provvedimenti di rango secondario, in costante evoluzione. Il dibattito in corso sulle ragioni ispiratrici e sulla finalità della disciplina delle attività finanziarie, e su come affrontare le conseguenze della crisi finanziaria in atto sin dal 2008, stimolano l'evoluzione del sistema normativo, sia interno sia comunitario. I mutamenti negli assetti anche strutturali del mercato finanziario hanno peraltro innescato un processo di innovazione normativa che rende particolarmente utile un tentativo di esposizione ragionata della materia. Il volume espone in modo sistematico e aggiornato la disciplina dei soggetti, dei prodotti e delle operazioni del mercato mobiliare, con particolare riferimento alle materie regolate dal Testo Unico della Finanza. Formano oggetto di approfondimenti la disciplina dei servizi di investimento, della gestione collettiva del risparmio e delle offerte pubbliche di prodotti finanziari. L'esposizione segue l'articolazione del Testo Unico, con riferimenti alla normativa comunitaria di riferimento, alla disciplina secondaria ed ai principali profili problematici.

Le agenzie di rating. Regime...

Troisi Angela
CEDAM 2013

Non disponibile

22,00 €
L'analisi dell'attuale realtà economica e sociale non può prescindere dalla considerazione dei profondi mutamenti che, negli ultimi tempi, hanno caratterizzato gli ordinamenti internazionali.

Mediatori creditizi e agenti in...

Mori Gioia
Buffetti 2013

Non disponibile

22,00 €
L'idea della presente guida nasce dall'esigenza di sintetizzare le novità apportate dalla nuova disciplina su Mediatori creditizi e Agenti in attività finanziaria. La riforma delle professioni, modificata, da ultimo con il D.Lgs. n. 169 del 19 settembre 2012, voluta in ambito Comunitario, ha apportato numerosi cambiamenti che si sono sostanziati nel corso del 2012 con la costituzione dell'OAM (l'Organismo degli Agenti e dei Mediatori) e l'istituzione dei nuovi elenchi. In attesa dei chiarimenti ulteriori che le autorità competenti dovranno fornire per una corretta applicazione della norma, il testo aiuta gli operatori del settore a: individuare i punti chiave della disciplina; confrontare vecchia e nuova normativa; conoscere i nuovi adempimenti adempimenti del regime transitorio. La prima parte è dedicata alle figure professionali degli Agenti in Attività Finanziaria e dei Mediatori Creditizi, con schemi, tabelle ed esemplificazioni, con approfondimenti sugli argomenti più rilevanti. La seconda parte compendia i principali testi della nuova normativa di riferimento per una rapida ed agevole consultazione, comprese le circolari emanate dall'OAM.

Diritto degli intermediari e dei...

Sfameni Paolo
EGEA 2013

Non disponibile

25,00 €
Il volume offre un inquadramento istituzionale della disciplina giuridica dei mercati e degli intermediari finanziari disciplinati sia dal Testo Unico Bancario, sia dal Testo Unico della Finanza. In tale contesto vengono innanzitutto analizzate le fonti, gli obiettivi e gli strumenti della regolamentazione e della vigilanza del settore bancario e finanziario, con un particolare focus sull'impianto normativo di matrice comunitaria. Vengono poi passate in rassegna le diverse categorie di soggetti abilitati in ambito finanziario (le banche e intermediari finanziari non bancari disciplinati dal TUB, le imprese d'investimento, le SGR e le SICAV, le c.d. società mercato), le attività ad essi riservate, nonché gli strumenti finanziari che ne formano oggetto e i mercati su cui gli intermediari operano e gli strumenti finanziari vengono negoziati. La disciplina dell'informazione al pubblico e degli abusi di mercato concludono la trattazione. Di tutti gli argomenti esaminati il volume fornisce un aggiornamento alle più recenti novità normative e alle prospettive di riforma, a livello nazionale e comunitario. Prefazione di Piergaetano Marchetti.

Economia degli intermediari finanziari

Edizioni Giuridiche Simone 2013

Non disponibile

15,00 €
Il D.Lgs. 24-2-1998, n. 58 (Testo unico delle disposizioni in materia d'intermediazione finanziaria - Tuf), abrogando gran parte dei contenuti normativi del decreto Eurosim (D.Lgs. 415/96), fornisce una disciplina organica dei mercati regolamentati e dell'attività di gestione accentrata di strumenti finanziari, la quale si presenta strumentale al funzionamento dei mercati stessi. L'ampia riforma ha, poi, trovato completamento col recepimento, a livello nazionale, della direttiva europea 2004/39/CE, meglio nota come direttiva MIFID, e con l'emanazione delle delibere Consob 16190 e 16191 del 29 ottobre 2007 che regolamentano, rispettivamente, gli intermediari e i mercati. Nel sistema normativo vigente, l'esercizio delle attività finanziarie è circoscritto ad una gamma predeterminata di operatori specializzati. Essi fungono da intermediari tra domanda e offerta di prodotti finanziari, veicolando la liquidità dei risparmiatori verso le più adeguate opzioni d'investimento. Per le finalità del volume, gli operatori finanziari sono così classificabili: intermediari cui è riservato l'esercizio professionale nei confronti del pubblico dei servizi di investimento, quali le SIM, le banche e le imprese di investimento comunitarie ed extracomunitarie; intermediari cui è riservato l'esercizio del servizio di gestione collettiva del risparmio, quali le società d'intermediazione a capitale variabile (SICAV) e le società di gestione del risparmio (SGR).

Economia degli intermediari finanziari

Nadotti Loris
McGraw-Hill Education 2013

Non disponibile

52,00 €
Il testo si presenta come un volume innovativo nel panorama della letteratura di settore, pensato per i corsi di Economia degli Intermediari Finanziari nei corsi di laurea di Economia. La ricchezza di strumenti pedagogici (casi, esercizi e sito web), la completezza degli argomenti e la chiarezza dell'esposizione sono le caratteristiche salienti di questo volume.

Strumenti deflativi del contenzioso...

Antico Gianfranco
Maggioli Editore 2013

Non disponibile

28,00 €
Il testo analizza in modo puntuale i diversi istituti deflativi del contenzioso tributario, ovvero quegli strumenti a disposizione del contribuente e del fisco per la definizione della pretesa tributaria, che negli ultimi anni il legislatore ha considerevo

Aspetti tecnici e normativi delle...

Tocci Mario
Montecovello 2013

Non disponibile

10,00 €
Il testo si suddivide in tre parti: la prima, curata da Fabio Amoroso, è incentrata sulle operazioni di banca; la seconda, redatta da Alessandro Amoroso, concerne i contratti diretti a costituire una garanzia; la terza, formulata da Mario Tocci, annovera i quiz di autoverifica dell'apprendimento con le relative risposte. Concepito tanto a scopo divulgativo quanto con finalità didattico-formative, si presenta in uno stile fluido e scorrevole.