Diritto penale minorile

Active filters

Autodeterminazione e minore et?....

Pacini Giuridica

Disponibile in libreria

22,00 €
Il volume offre una riflessione sulle tecniche e i principi di definizione dello spazio di autodeterminazione e autonomia che puoggi riconoscersi al soggetto minore di et La rimeditazione della capacitdel minorenne di compiere atti giuridici operata alla luce delle istanze provenienti dalla realtsociale, dall'evoluzione normativa e dalla ridefinizione degli assetti assiologici ordinanti il diritto minorile. E questo sia nei rapporti familiari sia nelle relazioni sociali, spaziando dall'ambito pistrettamente personale a quello patrimoniale. Al fine di delineare il contesto valoriale del discorso sull'autodeterminazione del minore di et nel volume si voluto far precedere la parte pispecificamente dedicata a talune espressioni dell'autonomia del minore (salute, privacy, nuovi media, contratto) da un inquadramento generale dei diritti, dell'interesse del minore e delle misure di protezione degli uni e dell'altro. La parte terza, poi, affronta, con l'esperienza della giurisprudenza pratica, alcune questioni legate al ruolo del minore nel processo, i cui esiti implicano i suoi diritti e il suo best interest.

Manuale di giustizia riparativa e...

Ciambrone Maria Cristina
Santelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,90 €
Il testo presenta una disamina sulla devianza in relazione all'età evolutiva permettendo ai destinatari (soggetti con formazione giuridica, psicologica, sociale e pedagogica) di sviluppare un'analisi psicologica e sociologica del fenomeno e del conseguente, ove accade, passaggio ad atti di criminalità. Una forma di prevenzione alle varie forme di devianza che si sviluppano fra i minori è la mediazione penale, che si sta divulgando capillarmente come strategia di riparazione alle conseguenze che i crimini, perpetrati in età evolutiva, possono generare nella vittima, ma anche nell'autore del reato. La prima parte è dedicata alla mediazione penale ed alla giustizia riparativa con casi reali di laboratori tenuti con soggetti detenuti e non. La seconda parte ha per oggetto la devianza minorile, analizzata non solo da un punto di vista psicologico, ma anche sociale e con un particolare accento posto sulle dipendenze in età evolutiva, spesso segno e sintomi di forme di devianza nascenti.

Codice di procedura penale e...

65,00 €
L'opera è aggiornata con: la L. 11 agosto 2014, n. 118, recante nuove norme sulla sospensione della prescrizione; la L. 11 agosto 2014, n. 117, di conversione, con modificazioni, del Dl. 26 giugno 2014, n. 92, disposizioni urgenti in materia di risarciment

Il minore e il sistema processuale...

Massaro Nicola
Youcanprint

Non disponibile

16,00 €
Il testo affronta la delicata questione della criminalità minorile, concentrandosi in particolar modo sulle procedure che seguono all'imputazione, all'arresto ovvero alla condanna del minore. Si analizzeranno così le peculiarità che l'ordinamento penitenziario ha dedicato a questi ultimi, sia alla luce della normativa vigente che in relazione alle tanto annunciate prospettive di riforma.

Il giudice che guardava al futuro....

Raimondo Rossella
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

19,00 €
Il volume ripercorre l'opera di Gian Paolo Meucci (1919-1986), Presidente del Tribunale per i minorenni di Firenze tra il 1966 e il 1986. Il suo impegno nel promuovere un profondo rinnovamento della sfera del diritto minorile, fino ad allora contraddistinta dal ricorso alla punizione e alla correzione, lo ha portato a essere considerato «il prototipo più conosciuto», «l'icona più prestigiosa» di magistrato minorile, «antesignano e maestro» di tutti quei giudici che hanno saputo mettere al centro, solo più tardi, i bisogni e i diritti dei minori, contribuendo in questo modo a una più vasta revisione della cultura relativa all'infanzia, all'adolescenza e quindi ai diritti all'educazione, alla vita, all'autonomia, alla socializzazione, alla non-discriminazione. Con particolare attenzione vengono analizzati i rapporti che Meucci ha intrattenuto con alcune figure di spicco della sua epoca, tra le quali don Lorenzo Milani, don Giulio Facibeni, Giorgio La Pira, Alfredo Carlo Moro e Giorgio Battistacci. Riconsiderato a distanza di tre decenni, l'impegno di Gian Paolo Meucci ci restituisce un'esperienza che, sul piano teorico e metodologico, è risultata precorritrice di alcuni principi fondanti del nostro sistema penale minorile, marcando forti interconnessioni con gli ambiti delle scienze dell'educazione.

Processo penale minorile. Manuale...

Biarella Laura
Altalex

Non disponibile

32,00 €
Attraverso una rappresentazione snella e schematica di quello che viene definito 'Codice procedurale minorile' (D.P.R. n. 448/1988), vengono affrontati, in maniera semplice e chiara, i principali aspetti afferenti alla materia. Allo stallo normativo che caratterizza il settore da quasi un ventennio, si contrappone una peculiare vivacità della giurisprudenza, sia di merito che di legittimità, accompagnata da sporadiche, ma epocali pronunce costituzionali. L'opera è completata dalle più usuali formule e da numerose massime giurisprudenziali agganciate ai singoli articoli trattati. Il volume ha lo scopo di fornire all'operatore tutte le informazioni e conoscenze essenziali per affrontare, in modo giuridicamente e umanamente consapevole, il delicato e peculiare procedimento minorile.

L'ascolto del minore testimone o...

Tribisonna Francesca
CEDAM

Non disponibile

46,00 €
Il termine "ascolto" non compare nel codice di rito penale; tuttavia, la predetta scelta lessicale, in luogo di quella tecnicamente più corretta di "testimonianza", pare, nel caso concreto, più opportuna, poiché l'audizione di un minore - testimone o vittima di reato - non si esaurisce nella componente fisica derivante dal "sentire con l'orecchio" quanto da altri riferito, ma ricomprende quella più propriamente psicologica - tipica dell'"ascolto" in quanto tale - dell'apprendimento con i cinque sensi. Sempre più spesso si parla di minori, ma sempre più difficilmente si è davvero in grado di ascoltarli. Ascoltare un minore in seno ad un procedimento penale significa venire incontro alle sue esigenze, accoglierlo, comprenderne il dichiarato e percepirne le sensazioni; significa valutarne l'idoneità a testimoniare e aiutarlo a fornire il proprio contributo nel modo meno traumatico possibile; significa garantire la genuinità delle sue dichiarazioni, tanto da rivelarsi imprescindibile l'ausilio delle scienze paragiuridiche. Questo è il motivo per il quale ciò che ordinariamente costituisce la prova dichiarativa per eccellenza finisce per assumere le sembianze di una prova scientifica - quasi un ibrido tra la testimonianza e la perizia - in cui accanto al tecnico del diritto si trovano ad operare i più svariati cultori delle scienze umane e sociali, psicologiche e, talvolta, anche psichiatriche. La delicatezza della materia, oggi più che mai al centro delle cronache quotidiane, impone un cauto approccio da parte di tutti gli operatori coinvolti nel severo perseguimento delle esigenze di protezione della giovane fonte rispetto a modalità esecutive del suo ascolto che potrebbero essere per lei dannose, da contemperarsi sempre con le irrinunciabili esigenze di accertamento della verità. La presente opera si propone l'ambizioso obiettivo di effettuare una ricognizione della materia, sviluppando, in due distinte sezioni, i profili statici e dinamici che la caratterizzano. In particolare, partendo dai profili statici e, così, prendendo le mosse dall'evoluzione storica dell'istituto e dalle sue fonti interne ed internazionali, essa si sviluppa nella disamina del ruolo dei tecnici del diritto e degli operatori sociali, nonché nello studio degli apporti provenienti dalle scienze psicologiche. Quindi, con la parte dinamica, si approfondisce la materia per come operante nei momenti fondamentali del procedimento penale e, in particolare, nella fase delle indagini preliminari, dell'incidente probatorio e del dibattimento. Ne discende uno studio completo della normativa vigente, come interpretata da dottrina e giurisprudenza, e una serie di spunti critici e di riflessione.

Il difetto d'imputabilità del...

Vigoni D.
Giappichelli

Non disponibile

27,00 €
Del tema oggetto di questo volume collettaneo, dedicato al difetto d'imputabilità del minorenne, s'intende offrire una prospettiva multidisciplinare, attraverso vari contributi che considerano i profili inerenti al diritto penale e alla criminologia, al diritto processuale penale, alla storia del diritto, al diritto internazionale e comparato, alla medicina legale.

Crisi del sistema sanzionatorio e...

Mariani Elena
Maggioli Editore

Non disponibile

24,00 €
Il presente lavoro prende le mosse dalla considerazione di come il sistema sanzionatorio penale italiano stia perdendo sempre picertezza ed effettivit essendo stato svuotato di contenuto dall'introduzione e dalla modificazione 'schizofrenica' di alcuni istituti di diritto penale, processuale penale e penitenziario. Lo studio analizza, innanzitutto, le cause di tale situazione, tra le quali l'anacronistica rigorositdella disciplina sanzionatoria codicistica, imperniata sulla pena detentiva, che ha dato luogo ad un'evoluzione normativa emergenziale, disorganica e parziale. Esso esamina, poi, le conseguenze che scaturiscono in termini di credibilitdella giustizia, di utilitdella pena e di sentimento di sicurezza. Infine, cerca di tracciare quella che potrebbe essere la direzione di un'auspicabile riforma del sistema sanzionatorio. Nel testo la condizione degli ultimi quindici anni viene delineata attraverso un'accurata analisi dei dati statistici nazionali relativi alla risposta istituzionale alla criminalitcommessa sia dagli adulti che dai minorenni. L'indagine princia dalla giustizia penale minorile poichin essa il legislatore si mosso gida tempo nel senso di 'pensare' alcune alternative alla pena detentiva e queste possono costituire il punto di partenza per identificare gli strumenti da introdurre nel sistema penale ordinario, attraverso una sua ponderata, globale e sistematica revisione, che preveda misure idonee a rispondere efficacemente alla criminalit

Minori, devianza e gisutizia...

Losappio G.
Cacucci

Non disponibile

15,00 €
"La devianza minorile è un problema vasto e proteiforme, spiccatamente, direi di più, intrinsecamente multidisciplinare, per il quale vale senz'altro la provocazione popperiana secondo cui non esistono discipline, ma solo problemi e l'esigenza di risolverli.Il primo è quello di definire la devianza (dalle cause alle sue manifestazioni), di riconoscere e ricostruire il rapporto con la legge penale." (G. Losappio)

Ragazzi alla prova. Un'indagine sui...

Santagata B.
Forum Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Il volume presenta i risultati di un'esperienza di monitoraggio dell'istituto della "messa alla prova" (art. 38 D.P.R. 448/88) condotta attraverso lo studio e l'analisi di casi concreti presso le quattro sedi di Servizi Sociali per i Minorenni (USSM) del Triveneto nel corso dell'anno giudiziario 2000-2001. Dopo un'analisi teorica dell'istituto con particolare riferimento ai principi ispiratori del "probation" in Italia e alle linee guida normative, vengono presentati i dati raccolti presso le sedi USSM relative ai minori messi alla prova e ai progetti che li riguardano, cercando poi di cogliere le peculiarità sia di metodo che di contesto di ciascuna realtà considerata. Nell'ultima parte del volume si affrontano infine i nodi critici emersi dall'esame dei provvedimenti di messa alla prova e si effettua una verifica circa l'entità del fenomeno dei minori che, in seguito alla conclusione del processo, commettono nuovamente reato.

Il minore e il suo processo

Ingrascì Marina
Linea Professionale

Non disponibile

20,00 €
Il volume analizza le tematiche disciplinate dai singoli articoli che compongono il processo penale minorile, con costante riferimento alla giurisprudenza ed alle pronunce della Corte Costituzionale. Dopo avere descritto la nascita dei Tribunali per i minorenni, il volume illustra il percorso giudiziale previsto per il minore che commette un reato. Il libro analizza altresì i presupposti e le modalità di applicazione delle misure cautelari e di sicurezza, oltre che la delicata fase dell'esecuzione delle pene. Dal volume emerge che il processo penale minorile introdotto con il D.P.R. n. 448/1988 realizza un processo penale adeguato al minorenne, che tiene conto delle sue specificità e della sua personalità in formazione.

Le catene dell'esclusione....

Ardolino A.
12,90 €
Questo testo è il risultato del progetto di ricerca 'L'ambito penale e l'esclusione a catena: Rom, Sinti e Caminanti' condotto dall'associazione Mama Africa. L'ingresso e la permanenza nel circuito penale degli adolescenti è al tempo stesso sintomo e causa di un processo di emarginazione che si fonda su una condizione di esclusione sociale a tutti i livelli. Adoperarsi per prevenire l'esclusione "a catena" che comporta tale situazione, che ne vede sempre più difficile l'uscita, è doveroso quanto difficile, specie per i più emarginati fra gli emarginati: i giovani rom, etichettati dal triplo stigma povertà/etnia/circuito penale. Per dare un piccolo contributo in tal senso è stata realizzata questa pubblicazione, con il sostegno dell'Otto per Mille della Tavola Valdese, e con il contributo in termini di conoscenza e di operatività di Focus-Casa dei Diritti Sociali. La ricerca è stata condotta sul campo con entusiasmo e professionalità da un gruppo di lavoro composto in gran parte da giovani ricercatori e attivisti rom che si sono resi protagonisti e interpreti della volontà di riscatto delle proprie comunità.

Codice di procedura penale e...

Corso P.
La Tribuna

Non disponibile

65,00 €
L'opera è aggiornata con: il D.L.vo 15 dicembre 2015, n. 212, recante nuove norme in materia di protezione delle vittime di reato; il Disegno di legge approvato definitivamente dal Parlamento il 2 marzo 2016, in materia di omicidio stradale, pubblicato nella sua versione integrale nella Rubrica Modifiche intervenute in corso di stampa, e in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale al momento della stampa di questo volume.

Quando la giustizia incontra il...

Pozzolini F.
Firenze University Press

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,90 €
Questo volume raccoglie le relazioni del Convegno "Quando la giustizia incontra il minore" tenutosi a Pesaro l'11 maggio 2013. Il Convegno, che ha visto la partecipazione di giuriste e professioniste del settore, è stata un'importante occasione di dibattimento sui modi di una corretta audizione protetta dei minori, in tanti processi che li vedono coinvolti, e sulla conseguente necessità, nei tribunali, di locali adeguatamente attrezzati allo scopo. La realizzazione di aule di ascolto protetto nei tribunali italiani è stato il principale progetto nazionale del Soroptimist International d'Italia nel biennio 2011-2013; a oggi sono 40 le aule completate e ulteriori 10 sono in fase di realizzazione. Tale progetto è destinato a proseguire anche nel prossimo biennio. Il Soroptimist International è un'associazione femminile composta di donne con elevata qualificazione nell'ambito lavorativo che opera, attraverso progetti, per la promozione dei diritti umani, l'avanzamento della condizione femminile e l'accettazione delle diversità. Il termine deriva dalle parole latine soror e optima. Il primo Club Soroptimist è nato nel 1921 negli Stati Uniti; il primo club italiano è stato fondato nel 1928 a Milano. I Club italiani sono attualmente 143 con circa 6000 socie. Il SI d'Italia edita la rivista "La voce delle donne - Soroptimist news" e ha un sito istituzionale www.soroptimist.it. Con Prefazione del ministro Annamaria Cancellieri.

Minori e criminalità organizzata

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

8,00 €
L'autore si occupa della problematica relativa al coinvolgimento dei minori nelle organizzazioni criminali, approfondendo sistematicamente le tematiche trattate, grazie ad una attenta disamina dell'inquadramento normativo ed alla descrizione del fenomeno sul piano giuridico e sociale, fornendo spunti interpretativi e possibili soluzioni. A tal fine, vengono esaminati il procedimento penale minorile, la Polizia Giudiziaria, gli interventi civili, l'istituto della messa alla prova ed il ruolo della società civile e dei mass-media, quali mezzi di prevenzione e contrasto, ponendo anche particolare attenzione al coinvolgimento dei minori nei reati associativi di sfruttamento della prostituzione minorile, alla luce delle recenti novità legislative, nonché alla complessa condizione dei minori figli di collaboratori di giustizia.

I delitti sessuali all'indomani...

Caporale Katianna
Cacucci

Non disponibile

12,00 €
La trattazione, aggiornata alla Convenzione di Lanzarote per la protezione dei minori contro l'abuso e lo sfruttamento sessuale, esamina il tema dei delitti contro la sfera sessuale con riferimento all'evoluzione normativa e giurisprudenziale registrata, a livello nazionale e sovranazionale, in questo delicato e specifico ambito giuridico. Con l'approvazione della legge 1 ottobre 2012 n. 172, entrata in vigore il 23 ottobre 2012, lo Stato italiano, dopo un lungo e travagliato iter parlamentare, ha ratificato "la Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale, fatta a Lanzarote il 25 ottobre 2007, nonché norme di adeguamento dell'ordinamento interno", meglio nota come Convenzione di Lanzarote. Tale Convenzione, entrata in vigore in data 1 luglio 2010, rappresenta uno strumento giuridico internazionale, vincolante per i Paesi firmatari, volto a prevenire e contrastare ogni forma di abuso e di sfruttamento sessuale, perpetrata a danno di minori.

Polizia giudiziaria e minori....

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

15,00 €
Il lavoro prende spunto da un convegno, tenutosi a Bari il 10 aprile 2013, avente ad oggetto un confronto-dibattito fra la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e le Forze di Polizia territoriali delle province di Bari e Foggia, al fine di individuare efficaci percorsi operativi e prassi condivise in merito al "rapporto" tra polizia giudiziaria e minori, nel quale l'autrice ha fornito il proprio contributo, con un'esposizione di taglio teorico-pratico, offrendo soluzioni sistematiche, maturate sia alla luce dell'evoluzione normativa, giurisprudenziale e dottrinale, che a seguito dell'attenta osservazione delle esperienze maturate "sul campo". Il volume si propone di esaminare le tecniche di intervento, distinte a seconda che si rivolgano alla tutela dei minori in stato di disagio o sofferenza, ovvero alla prevenzione e repressione della criminalità minorile, in un'ottica collaborativa con tutti i soggetti e le figure istituzionali, preposte a tali scopi, anche al fine di fornire pronte risposte in situazioni d'emergenza.

Misure cautelari relative ai...

Nanna Gianna Maria
Cacucci

Non disponibile

15,00 €
L'autrice si occupa delle novità legislative concernenti le problematiche relative alle misure cautelari nei confronti dei soggetti minorenni, approfondendo sistematicamente le tematiche trattate, grazie all'attenta disamina del panorama giurisprudenziale e delle considerazioni critiche della più autorevole dottrina. Nel dettaglio, il lavoro si propone di esaminare la "ratio legis" degli istituti limitativi della libertà personale relativi ai minorenni, anche sotto il profilo di connessione con gli istituti del rito direttissimo e della messa alla prova, sottolineando la necessità legislativa di tendere al recupero, alla rieducazione ed al reinserimento sociale del minore. A tal fine, nello studio vengono esaminati i soggetti, le misure di tutela, gli organi preposti alla realizzazione delle finalità legislative. Particolare attenzione viene poi posta alle singole misure restrittive, ove si evidenzia l'esigenza di tutelare la privacy del minore dalle "aggressioni mediatiche" e la sua integrità psico-fisica nel rapporto con gli organi di Pubblica Sicurezza.

La messa alla prova dell'imputato...

Triggiani N.
Cacucci

Non disponibile

18,00 €
Il lavoro, che raccoglie gli atti di un seminario fortemente voluto dagli studenti, intende far uscire la "questione giustizia" dal ristretto ambito degli ambienti giudiziari, per farla diventare un problema di tutti e per fornire, anche a chi non rientra nel novero degli "addetti ai lavori", gli strumenti che gli consentano di maturare convincimenti e riflessioni sull'istituto, introdotto con il d.P.R. 22 settembre 1988, n. 448, della sospensione del processo con messa alla prova del minore.

Processo penale minorile. Manuale...

Biarella Laura
Altalex

Non disponibile

29,00 €
La presente opera è stata redatta con l'intento di realizzare un agile strumento di lavoro, fruibile dagli "addetti al mestiere" ma comprensibile anche agli studenti; a tal fine, è stato adottato un linguaggio giuridico semplice ed il testo è stato arricchito di formule e numerose massime giurisprudenziali. L'elaborato mira ad assolvere il compito di fornire all'operatore tutte le informazioni e conoscenze essenziali per affrontare, in modo giuridicamente e umanamente consapevole, il processo minorile. L'analisi del procedimento penale a carico di imputati minorenni è stata condotta sulla base dello schema operativo "norma-commento-giurisprudenza", con la dovuta precisazione che talune norme, di natura prettamente procedurale, sono state accorpate al commento riservato alle disposizioni conferenti ed affini. Il volume affronta gli aspetti tecnico-giuridici, senza trascurare il volto umano della realtà fattuale sottesa al singolo procedimento minorile. Nella sezione "Altalex Update" del sito www.altalex.com sono disponibili on line le formule inserite nel volume, da scaricare in formato Microsoft Word, e saranno aggiunti eventuali aggiornamenti normativi futuri.

La giustizia penale minorile. Il...

Di Tullio D'Elisiis Antonio
Nuova Giuridica

Non disponibile

34,00 €
Scopo del libro è esaminare la figura del minorenne autore di reato in tutte le sue implicazioni processuali. Con questo scritto non si vuole dunque esaminare il codice di procedura penale minorile attraverso una disamina di ordine manualistico, quanto piuttosto analizzarlo in relazione alla posizione che il minorenne riveste in qualità di indagato prima, e imputato poi. Per perseguire questo obiettivo, sono state analizzate: le disposizioni del c.p.p. che maggiormente afferiscono alla posizione del minore come autore di reato; le disposizioni di attuazione del c.p.p. alla luce di quanto sancito dall'art. 1 delle disposizioni attuative del c.p.p.m.; le disposizioni afferenti le norme attuative del c.p.p.m. e quelle previste dal R.D.L. 20 luglio 1934, n. 1404 ossia le norme concernenti l'istituzione e funzionamento del tribunale per i minorenni. Infine, sono state prese in considerazione altre tematiche giuridiche connesse con il tema in argomento quale ad esempio, i diritti riconosciuti al minore in sede penitenziaria.

L'istituto della messa alla prova...

Trenta Lidia
Phasar Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Una breve disamina di uno degli istituti giuridici pifiduciosi e carichi di aspettative nel campo penale minorile italiano: la c.d. messa alla prova. Il confronto con altre realteuropee ci fa realizzare come nel nostro paese l'istituto ex art. 28 O.P. venga esaltato ed osannato come una panacea penal-paternalistica ma, a ben vedere, esso stesso segni il passo quando si tratta della sua applicazione ai minori stranieri o portatori di particolari problematiche.