Diritto dei mezzi di comunicazione di massa e dello spettacolo

Filtri attivi

Diritto dell'informazione e della...

Caretti Paolo
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
La disciplina del diritto dell'informazione ha conosciuto una svolta significativa: lo sviluppo di nuove tecnologie sta progressivamente rendendo fungibile una pluralità di mezzi di comunicazione per l'esercizio di attività riconducibili alla nozione di informazione. Attività che in passato contavano su una regolamentazione distinta (stampa, radiofonia, televisione), a seconda del vettore utilizzato, conoscono ora una convergenza che investe anche la normativa del settore. Il manuale illustra questo processo in relazione al quadro giuridico di riferimento. Particolare attenzione è dedicata poi alle specifiche questioni che le libertà fondamentali pongono nel contesto della Rete.

RAI. Il diritto e il rovescio. Il...

Zaccaria Roberto
Passigli 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Pochi conoscono la Rai meglio di Roberto Zaccaria, a lungo suo consigliere e presidente, e pochi più di Zaccaria hanno avuto esperienza diretta dei vincoli giuridici posti al servizio pubblico dal "diritto" italiano e comunitario, ed esperienza del "rovescio" rappresentato dai complessi rapporti della Rai con la politica. I conflitti interni, la concorrenza seguita alla fine del monopolio, il bilancio stretto tra canone e gettito pubblicitario, il passaggio dal mondo analogico al digitale e dalla televisione generalista ai canali innovativi resi possibili dalla rivoluzione tecnologica, e più in generale la progressiva trasformazione dell'informazione ad opera delle tecniche di marketing, insomma i tanti problemi che hanno caratterizzato l'evoluzione recente del nostro servizio pubblico, sono esaminati in questo volume che offre un'analisi puntuale e spietata della nostra maggiore azienda di informazione e intrattenimento. Prefazione di Paolo Gentiloni.

La disciplina delle trasmissioni...

Borrello Roberto
Maggioli Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il presente volume affronta il delicato tema della disciplina delle trasmissioni radiotelevisive di rilevanza politica in Italia (più comunemente conosciuta come normativa sulla Par condicio). Il fenomeno della comunicazione politica, pur trovando, ormai, modo di manifestarsi, secondo modalità multiformi, attraverso la rete Internet (per le quali è già iniziato il dibattito sulla necessità della regolazione e di quale tipo di regolazione) mantiene ancora, ad avviso degli autori di questo volume, rilevanza nel settore radiotelevisivo. Tale tipo di mezzo di comunicazione rappresenta ancora lo strumento principale mediante il quale il cittadino acquisisce l'informazione, potendosi in tal modo, anzi, meglio orientarsi criticamente nell'oceano di voci che la nuova agorà telemaica fa giungere alla sua attenzione. La complessità della materia ha suggerito di suddividere la trattazione in più volumi. Il presente primo contributo è composto da una parte introduttiva (Cap. I), di carattere teorico e comparato, da una parte storica (Cap. II), predisposte entrambe da Roberto Borrello e dalla parte riguardante l'ordinamento italiano (Cap. III), dedicata specificamente al c.d. periodo ordinario, ascrivibile ad Andrea Frosini. Nei successivi volumi si tratteranno i periodi elettorale e referendario ed a parte, per la sua complessità, il sistema sanzionatorio. Solo alla fine dell'opera si cercherà di rassegnare una valutazione complessiva del sistema italiano di regolazione della comunicazione politica, anche alla stregua della modellistica europea esaminata nel Capitolo I.

Manuale di diritto...

Razzante Ruben
CEDAM 2019

Disponibile in libreria  
INFORMAZIONE COMUNICAZIONE

42,00 €
Ciascuno dei capitoli del presente volume risulta profondamente innovato in questa edizione, che vuole soprattutto aggiornare l'atmosfera giuridicamente esaltante della tutela dei diritti in rete, ravvivata costantemente da sostanziali mutamenti giuridici e da nuovi originali approdi giurisprudenziali, deontologici e dottrinali. La definizione degli strumenti del diritto per garantire la libertà d'informazione nei diversi ambiti mediatici risente vieppiù della dilatazione dell'offerta digitale, che disvela sterminate opportunità di interazione tra persone e variegate modalità di manifestazione del pensiero, ma dissemina lungo il suo cammino vischiose criticità che mettono spesso a rischio i valori fondamentali delle democrazie. Oltre che arricchire i contenuti delle parti già presenti nelle precedenti edizioni, in particolare quelle riguardanti la privacy, il copyright, la diffamazione on-line, l'oblio e la deontologia giornalistica, l'ottava edizione del Manuale affronta per la prima volta argomenti che conosceranno imprevedibili sviluppi nel prossimo futuro, dalle fake news al cyberbullismo, dal secondo switch-off per la liberazione della banda 700 Mhz all'autoregolamentazione dei social rispetto alla conservazione dei dati degli utenti, dall'Industria 4.0 alla blockchain, dall'internet of things (IoT) all'Artificial Intelligence (AI).

Spettacoli e fisco

Scoz Giovanni
FAG 2019

Disponibile in libreria  
CONTABILITA FISCO

49,00 €
L'obiettivo di questa monografia, aggiornata agli ultimi provvedimenti legislativi emanati, è quello di fornire al lettore una "guida pratica" del settore dello spettacolo, un testo che riassuma ordinatamente e cronologicamente tutti i vari adempimenti amministrativi, fiscali e previdenziali che devono essere predisposti per gestire correttamente un evento artistico. Il testo è rivolto a due tipologie di lettori: sia coloro che si affacciano per la prima volta alla materia (a cui è dedicata la prima parte e i facsimili e la modulistica allegata), sia i professionisti e gli esperti del settore, i quali potranno trovare (nella seconda parte e negli approfondimenti) gli indispensabili riferimenti normativi e una corposa analisi delle varie problematiche (fiscali, previdenziali, amministrative). L'idea principale è stata quella di realizzare una specie di "mappa di orientamento" per gli operatori del settore, che devono svolgere la loro attività in un contesto caratterizzato da una normativa complicata e in continua evoluzione, con il sovrapporsi di problematiche di natura fiscale, contrattuale e previdenziale non sempre coerenti fra loro. Attraverso gli approfondimenti (parte terza) e i casi pratici (parte quarta) si potranno trovare utili risposte e interessanti spunti di riflessione alle principali questioni di particolari figure professionali quali: gli artisti (italiani e stranieri), gli autori (diritto d'autore), i personaggi dello spettacolo (diritto di immagine) e tutte le altre professionalità del settore specifico (tecnici, giornalisti, compositori, docenti). I vari capitoli affrontano in modo "operativo" le singole casistiche: dalla stipulazione del contratto tra artista/committente, agli adempimenti informativi e contributivi verso l'Inps (ex Enpals), a quelli da inoltrare al Centro per l'Impiego. Completeranno l'aggiornamento professionale degli esperti del settori l'allegata modulistica specifica, le note e le tabelle riassuntive poste in calce ai vari capitoli. Versione pdf inclusa.

L'informazione che vorrei. La rete,...

Razzante R.
Franco Angeli 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Conoscenza vuol dire potere. I colossi della Rete l'hanno capito e, con la forza di un algoritmo insondabile, orientano la nostra selezione delle informazioni e indirizzano le nostre scelte in ogni campo. Manipolazioni, distorsioni e prevaricazioni sono dietro l'angolo, se i decisori istituzionali e gli addetti ai lavori non intervengono per disinnescare le insidie del web e assicurare a tutti gli utenti un'efficace tutela dei diritti. Ecco una fotografia dello stato dell'arte e un'agenda delle cose da fare per ripensare e rilanciare l'informazione professionale e per riequilibrare la filiera di internet. Sfuggire all'"algocrazia" e inaugurare un nuovo "umanesimo digitale" fondato su un equilibrio dialettico tra libertà e responsabilità. Col concorso di tutti, dai legislatori agli operatori del settore (produttori, aggregatori, diffusori e fruitori di informazioni), il traguardo è a portata di mano. L'Italia e l'Europa stanno vivendo cambiamenti epocali per il futuro dell'informazione digitale e della produzione e diffusione dei contenuti in Rete. Occorrono scelte coraggiose e politiche illuminate che possano coinvolgere attivamente tutti gli attori in campo e assicurare la crescita sociale ed economica del mondo dei media e un corretto funzionamento della web democrazia, nell'interesse degli utenti. I saggi contenuti in questo volume affrontano le criticità attuali, delineano le priorità dei prossimi anni e intendono offrire stimoli e soluzioni ai decisori istituzionali, al management delle imprese editoriali e alle categorie professionali coinvolte, ma anche chiavi di lettura ai cittadini, affinché possano sentirsi parti in causa nei processi di radicale trasformazione che interessano il mondo dell'informazione, soprattutto in Rete. "L'informazione che vorrei" intende essere una sorta di manifesto programmatico per la prossima legislatura, che spieghi a un pubblico generalista, dal punto di vista degli addetti ai lavori (authority, motori di ricerca, editori, giornalisti, professionisti della comunicazione, manager del settore, esperti), quali saranno gli impegni che Parlamento e Governo dovranno prendere in questi ambiti e quali saranno le sfide più impegnative e avvincenti che attendono l'Europa multimediale e digitalizzata.

Fiere, sagre, feste paesane e...

Fiore Elena
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONTROLLI AMMINISTRATIVI

52,00 €
Fiere, sagre, feste paesane e spettacoli viaggianti sono manifestazioni, tipiche e diffusissime nel nostro Paese, disciplinate da numerose normative, in quanto molteplici e variegate sono le attività che si sviluppano all'interno di esse (attività commerciali, di ristorazione, di pubblico spettacolo, di intrattenimento, ecc.). Tali manifestazioni, pertanto, coinvolgono non poco le amministrazioni locali impegnate sia nelle fasi organizzative che nei controlli da effettuare affinché le fiere, le sagre e le feste paesane si svolgano regolarmente, in piena tranquillità e sicurezza di tutti i partecipanti. Inoltre, recenti drammatici eventi di cronaca hanno posto in evidenza la necessità di qualificare - nell'ambito del processo di governo e di gestione delle pubbliche manifestazioni - gli aspetti di safety, quali i dispositivi e le misure strutturali a salvaguardia dell'incolumità delle persone e quelli di security, quali i servizi di ordine e sicurezza pubblica, ai fini dell'individuazione delle migliori strategie operative. Il volume si struttura in due parti: nella prima parte vengono brevemente analizzate le diverse attività che animano le fiere, le sagre e le feste paesane, con particolare attenzione agli aspetti della safety e security e con la proposta di quattro casi operativi svolti, corredati da un sintetico prontuario delle principali violazioni; nella seconda parte viene approfondita la disciplina delle manifestazioni di sorte locali (lotterie, tombole e pesche di beneficenza), egualmente con l'ausilio di casi svolti e prontuario. Entrambe le suddette parti sono corredate dalla modulistica da utilizzare e da regolamenti comunali tipo, disponibili e scaricabili anche nell'area dedicata del sito www.approfondimenti.maggioli.it (le indicazioni e le credenziali di accesso sono riportate all'interno del volume), contenente anche un'ampia raccolta delle circolari in materia. L'intendimento delle autrici è di offrire agli addetti un utile supporto per la gestione dei procedimenti amministrativi e per lo svolgimento delle attività di controllo.

Il diritto dell'informazione e...

Papa Anna
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Il volume analizza i rilevanti cambiamenti che l'esercizio e la tutela del diritto di espressione evidenziano negli ultimi decenni, con l'avvento della tecnologia digitale e con l'acquisizione della consapevolezza che la rete Internet, nella veste di new cominunication instrument e di new media, caratterizzi oggi, e sia destinata a farlo in modo sempre più significativo in futuro, i rapporti personali, le dinamiche sociali e politiche, oltre a rappresentare ormai da tempo un elemento fondamentale del mondo produttivo e creativo. Ciò non rappresenta una novità assoluta, dal momento che ogni nuovo strumento di comunicazione ha storicamente e profondamente trasformato la cultura e la società, modificando abitudini di vita e di comunicazione, influendo su mentalità, cultura e meccanismi sociali e politici. Tuttavia, le dimensioni dell'impatto della Rete sulla produzione di informazioni e sull'uso delle stesse sono assolutamente nuove, se si pensa che nell'ultimo decennio sono stati prodotti più dati di quanti ne siano stati generati nell'arco dell'intera storia umana conosciuta; inoltre la quasi totalità dei dati che vengono utilizzati è stata prodotta nell'ultimo biennio. Da qui la consapevolezza che le dimensioni qualitative e quantitative di questo fenomeno richiedono, soprattutto in un contesto democratico, nel quale la libertà di espressione viene unanimemente considerata la pietra angolare della democrazia, una riflessione sui cambiamenti che la Rete internet ha prodotto nella libertà di corrispondere con gli altri in modo riservato e personale, nel diritto di informare e di essere informati, nella regolamentazione dei mass media, nel bilanciamento tra le diverse situazioni giuridiche soggettive coinvolte in tali processi.

Attore... ma di lavoro cosa fai?...

Gallina
Franco Angeli 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'occupazione nei settori culturali e creativi in Europa, incluso settore delle performing arts, è cresciuta negli anni della crisi, mentre calava nel resto dell'economia. A uno sguardo più ravvicinato e attento, emergono tuttavia le difficoltà del settore, accentuate dalla crisi economica, dalla contrazione dei consumi e dalla riduzione del sostegno pubblico. La precarietà è sempre più diffusa, l'accesso alla professione è tortuoso, manca la consapevolezza dei propri diritti e dunque la possibilità di difenderli. Queste difficoltà si inseriscono in una trasformazione più profonda e generale dell'idea stessa del lavoro e, in particolare, del lavoro intellettuale. Per certi aspetti le peculiarità che caratterizzano da secoli il settore anticipano questa mutazione, per altri la amplificano. "Attore... ma di lavoro cosa fai?" va al cuore di queste contraddizioni a partire da una panoramica del mercato del lavoro, con particolare attenzione alla performance e alle arti partecipative, oltre che da una attenta analisi dei contratti nazionali siglati di recente. Affrontando questi temi si evidenziano le specificità delle imprese culturali e del terzo settore, dalla compagnia tradizionale alle diverse forme di autoimprenditorialità. Emergono le lacune della politica e la necessità di nuove modalità di formazione e accompagnamento al lavoro e di una profonda riforma del welfare del settore, anche sulla base del confronto con il contesto europeo. Il nuovo Codice dello Spettacolo potrebbe essere l'occasione per dare al lavoro nello spettacolo la centralità e la dignità che merita.

L'impresa culturale. Diritto ed...

Bosi Giacomo
Il Mulino 2017

Disponibile in 3 giorni

38,00 €
Il diritto della cultura si sta affermando come ambito di studio per la regolazione di attività creative che attengono tanto alle realizzazioni artistiche quanto all'innovazione industriale, al nonprofit così come al mercato capitalistico e lucrativo, al settore sia pubblico sia privato. Attività che si manifestano in forme tipicamente relazionali e reticolari, non ancora disciplinate in modo mirato e del tutto efficiente dal diritto commerciale. Con un approccio interdisciplinare, affiancando all'analisi teorica la proposta operativa, sono qui illustrati i punti di contatto giuridico tra creazione e imprenditorialità, tra la produzione e la proprietà di idee e di beni comuni, e sono discussi modelli innovativi di organizzazione economica e di governo societario per la disciplina delle imprese culturali italiane.

Manuale di diritto delle arti e...

PM edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
L'idea di affrontare in maniera organica diritto delle arti e dello spettacolo, risponde a una duplice esigenza. Da un lato, questo manuale può rappresentare un valido supporto didattico per chi voglia avvicinarsi allo studio degli istituti ascrivibili al diritto delle arti e dello spettacolo. Dall'altro lato, esso può costituire un valido strumento per l'operatore chiamato a risolvere in punto di diritto i tanti problemi che si pongono in sede di progettazione e realizzazione di uno spettacolo o di diffusione e tutela di un'opera d'arte. Gli autori affrontano i vari temi sviluppando l'approccio multidisciplinare suggerito dal curatore dell'opera. Categorie tradizionali del diritto pubblico e istituti del diritto privato vengono analizzati congiuntamente con l'obiettivo di offrire al lettore una visione integrale della materia. Completano il lavoro le frequenti incursioni in ambiti disciplinari non strettamente giuridici: le riflessioni dei singoli autori, infatti, tengono nella giusta considerazione la centralità dell'espressione artistica, che per sua natura è retta dalle leggi non giuridiche dell'estetica, della sociologia, del marketing e della comunicazione.

Il lavoro nello spettacolo. Aspetti...

Scoz Giovanni
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

35,00 €
Il volume costituisce una pratica guida operativa a tutti gli operatori del settore dello spettacolo, un testo che riassuma ordinatamente e cronologicamente tutti i vari adempimenti amministrativi, fiscali e previdenziali che devono essere predisposti per organizzare correttamente un evento artistico. Si tratta di una specie di mappa di orientamento per gli operatori del settore che devono svolgere la loro attività amministrativa e gestionale in un contesto caratterizzato da una normativa complicata e in continua evoluzione. Dedicato sia ad operatori esperti ma anche a coloro che si affacciano per la prima volta nel settore e che potranno trovare utili risposte e interessanti spunti di riflessione nei vari Approfondimenti. Suddivisa in capitoli che affrontano cronologicamente i vari momenti operativi degli adempimenti: la stipula del contratto tra artista/committente, gli adempimenti informativi e contributivi verso l'Inps (ex Enpals), gli adempimenti verso il Centro per l'Impiego, ed infine gli adempimenti fiscali. La trattazione si completa con un esauriente apparato di note, tabelle riassuntive e modulistica quest'ultima a seguito delle recenti novità (legge 92/2012) in tema di riforma del lavoro.

Le regole dei giornalisti....

Malavenda Caterina
Il Mulino 2012

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Se tutti i giornalisti si limitassero a pubblicare le notizie "ufficiali", provenienti dalle fonti istituzionali o dai diretti interessati l'informazione sarebbe non solo più povera, ma soprattutto più "prona". Sarebbe però indenne da ogni rischio. Succede tuttavia che per garantire informazione di interesse pubblico ogni giornalista debba trasformarsi in un bravo segugio che le notizie se le va a cercare. Inizia qui un acrobatico districo nel mondo delle regole, tra il diritto di informazione, la libertà d'espressione, il diritto alla privacy, la diffamazione. Innumerevoli casi di cronaca ci dicono continuamente della tensione tra ciò che può e non può essere detto o scritto, tra ciò che è informazione e ciò che è insinuazione, tra ciò che è giornalismo e ciò che è puro gossip. Le norme in materia sono complesse e di difficile interpretazione: di fatto è praticamente impossibile oggi far bene questo mestiere senza finire sotto processo.

La direttiva sui servizi di media...

Mastroianni Roberto
Giappichelli 2011

Disponibile in 5 giorni

21,00 €
La disciplina comunitaria dei contenuti dei servizi audiovisivi, da tempo oggetto della direttiva "televisioni senza frontiere" (89/552/CEE), ha conosciuto una profonda revisione con l'adozione della direttiva 2007/65 CE, dedicata ai servizi di media audiovisivi (SMAV). Questo volume è dedicato essenzialmente ad un'analisi del contenuto della direttiva SMAV, inquadrata nell'ambito della politica dell'audiovisivo dell'Unione europea, nonché alle disposizioni che hanno provveduto a darvi attuazione nell'ordinamento italiano. Il testo è accompagnato da un'appendice di documentazione che contiene la versione consolidata della direttiva (2010 13/UE) ed il Testo Unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici (D.Lgs. n. 177 del 2005), come modificato dal D.Lgs. n. 44 del 2010 al fine di recepire le disposizioni della direttiva.

La nuova televisione europea....

Zeno Zencovich Vincenzo
Maggioli Editore 2010

Disponibile in 5 giorni

32,00 €
Il "Decreto Romani" (D.Lgs. 44/10) che recepisce la Direttiva sui servizi media audiovisivi è destinato a cambiare - e già se ne vedono gli effetti - il quadro giuridico, economico e regolamentare dell'attività radiotelevisiva in Italia. Esso tocca non solo tutte le emittenti, nazionali e locali, che stanno passando, o sono già passate, al digitale, ma interessa utenti, consumatori, associazioni di tutela dei minori, fornitori di contenuti audiovisivi, inserzionisti pubblicitari. Il provvedimento è commentato nei suoi profili più importanti da esperti della materia, offrendo una prima e approfondita analisi critica utile per l'applicazione delle nuove disposizioni. Il volume è arricchito da una ampia appendice normativa che comprende non solo le direttive comunitarie ed i lavori preparatori ma anche il testo coordinato del T.U. dei servizi media audiovisivi (D.Lgs. 177/05) profondamente modificato dal Decreto Romani.

Legislazione dello spettacolo....

Miccichè Andrea
Artemide 2006

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il diritto dello spettacolo è costituito da un insieme di norme giuridiche dalla difficile lettura, che spesso si sono succedute nel tempo a distanza di anni: norme risalenti a parecchi decenni or sono (addirittura promulgate in pieno regime fascista) devono, dunque, convivere con altre frutto del recepimento in Italia di direttive comunitarie. Gli operatori del settore riescono con difficoltà a districarsi in tale panorama giuridico; analoga difficoltà la incontrano tutti coloro che si avvicinano, per la prima volta, a questa materia. Il presente studio intende essere di ausilio a tutti coloro che desiderano avere idee più chiare.

Elementi di diritto d'autore e...

Piccichè Domenico
Rugginenti 2005

Disponibile in 3 giorni

18,90 €
Il libro vuole essere una "guida per l'artista", per una presa di coscienza del suo ruolo e funzione (autore o interprete) nel contesto socio-economico-giuridico italiano. Vuole costituire anche un agile strumento di consultazione per gli artisti che si accingono ad entrare nel mondo dello spettacolo. È rivolto in particolare agli studenti universitari e dei conservatori di musica che affrontano nel loro percorso lo studio del diritto e della legislazione dello spettacolo.

I diritti audiovisivi nello sport....

Di Majo Alessandro
Giappichelli 2019

Non disponibile

30,00 €
Il mondo dello sport ha incontrato diversi cambiamenti nel corso del tempo che, in una certa misura, ne hanno interessato la stessa natura, nonché tutti i soggetti ad esso legati, dagli sportivi agli spettatori. Lo spettacolo sportivo, spesso legato ad una dimensione "intima" e sociale, ha via via incrementato l'interesse del pubblico anche grazie ad un fattore determinante come il processo evolutivo tecnologico, che ancora oggi produce i suoi effetti nel mercato del broadcasting. Con l'affermarsi di nuovi sistemi di comunicazione e attraverso una capillare diffusione delle immagini degli eventi come delle notizie sportive si è generato un vero e proprio mercato televisivo sportivo. Proprio sulla base di tali premesse, si è osservato come nel corso del XX secolo le manifestazioni sportive abbiano iniziato un processo di c.d. "commodification" cioè un processo di mutazione delle medesime in "beni di mercato" e come tali commercializzabili, soprattutto grazie alla loro forza attrattiva verso un gran numero di persone. Con l'avvento delle prime televisioni commerciali si è conosciuto infatti il "potenziale" effettivo del mercato dei diritti televisivi sportivi. In Italia nel 1993 Telepiù, attraverso le trasmissioni a pagamento, ha aperto la strada ad un nuovo modo di concepire, o meglio di sfruttare, lo spettacolo sportivo. In proposito, l'eccessivo sfruttamento degli spettacoli sportivi ha comportato una consistente "migrazione" dei contenuti dalle televisioni in chiaro' (fenomeno del "siphoning"), inizialmente le uniche a trasmettere gratuitamente le competizioni, verso le pay tv. Pertanto, si è venuta a creare una aspra contrapposizione di interessi. Da un lato, i diritti delle imprese dei broadcasters e dei singoli organizzatori di eventi, finalizzati allo sfruttamento economico e commerciale degli stessi, dall'altro il diritto di informazione, nella sua duplice declinazione di diritto ad informare e ad essere informati.

Il diritto dell'informazione. Temi...

Mucchi

Non disponibile

20,00 €
Nella consapevolezza di non poter cogliere uno actu tutte le molteplici sfaccettature del rapporto tra il diritto e l'informazione, il volume sceglie tre problematiche oggi molto sentite, rinviando alla prossima puntata l'analisi di altri temi e punti di vista. La prima riguarda la rapida trasformazione delle piattaforme online, che stanno perdendo la neutralità proclamata sino a ieri. I soggetti della Rete intervengono (o non intervengono) sui messaggi diffusi, sì da presentarsi come veri editori, responsabili in ultima analisi anche di fenomeni deleteri quali fake news, processi mediatici, campagne di odio. Da qui l'esigenza, non peregrina, di giustapporre al potere privato un soggetto pubblico che offra informazione, educazione ed intrattenimento in un'ottica autenticamente pluralistica, quale richiede la nostra Costituzione. Una specifica analisi viene dedicata, nella seconda parte del volume, alla problematica dei messaggi di odio. Nonostante siano già puniti sotto varie forme, questi messaggi sembrano richiedere sempre nuove incriminazioni, tanto per far fronte alle esigenze di tutela di categorie o classi prima non considerate, quanto per arginare le forme più sofisticate di incitamento alla discriminazione, quali si celano nel messaggio negazionista... Il terzo tema è rappresentato dalla par condicio radiotelevisiva in ambito nazionale e locale. Esso è stato negli ultimi anni accantonato, in nome tanto della pretesa recessività del medium radiotelevisivo tra le fonti di informazione, quanto del preteso pluralismo assicurato dalla molteplicità dei canali disponibili.

Diritto dell'informazione e della...

Zaccaria Roberto
CEDAM 2018

Non disponibile

45,00 €
L'obiettivo di questo manuale, nato nell'università e arricchito dalla pratica, è quello di offrire, con l'ausilio di dottrina e giurisprudenza, il quadro dei principali istituti che caratterizzano il diritto dell'informazione e della comunicazione in Italia, a partire dai principi costituzionali. L'art. 21 (libertà di espressione e d'informazione) e l'art. 15 (libertà di comunicazione) della Costituzione con i loro contenuti e con i loro limiti costituiscono la premessa per descrivere, prima il sistema organizzativo, con le competenze del Parlamento, del Governo e dell'autorità, e poi i principali settori di attività del mondo dell'informazione. Le comunicazioni elettroniche innanzitutto (telecomunicazioni, telefonia e reti) e poi i singoli mezzi di diffusione del pensiero: la radio, la televisione, sia pubblica che privata, internet, l'editoria e il giornalismo, il cinema e il teatro e la musica lirica. Questi grandi capitoli della materia sono accompagnati dai temi orizzontali che riguardano il finanziamento del sistema (canone, pubblicità, abbonamenti alle pay tv e contributi pubblici), le regole antitrust e le regole sul diritto d'autore. Sono illustrate naturalmente le regole UE, le leggi e la giurisprudenza. Di fronte a un quadro normativo, così articolato e complesso, uno dei motivi conduttori del volume è la verifica dello stato di attuazione del principio pluralistico, che costituisce il risvolto positivo del diritto all'informazione che nella società contemporanea è il vero diritto di accesso alle fonti della conoscenza e quindi alla cittadinanza.

Diritto dello spettacolo

Troisi Gaia
Franco Angeli 2017

Non disponibile

17,00 €
Il volume si rivolge agli allievi degli Istituti AFAM, agli operatori del diritto e ai professionisti del settore, nonché a chiunque sia desideroso di avvicinarsi alla materia del Diritto dello Spettacolo, complessa e articolata sul piano giuridico, ma di ineguagliabile fascino. La stesura di un'opera manualistica è dettata da una duplice esigenza. La prima risiede nell'intento di offrire a una disciplina così variegata il maggior grado di organicità possibile. La seconda è rinvenibile nel tentativo ambizioso di restituire all'Arte, intrisa per definizione di assoluta beltà, il giusto valore per lungo tempo negato. Fedele alleato in questa impresa è l'adozione di un linguaggio chiaro e semplice, senza mai lesinare sulla completezza della forma e dei contenuti trattati. Il campo di ricerca punta l'attenzione su cinque aree artistiche - la musica, la danza, il teatro, il cinema e le arti figurative - testimonianze tangibili di quel «fuoco sacro» di cui lo Spettacolo è emblematico testimone. La selezione dei temi approfonditi nel testo coniuga storia, contemporaneità e prospettiva: dunque, uno sguardo al passato, con occhio attento al presente, ma vigile sul futuro.

Progresso tecnologico,...

D'Ambrosio Marcello
Edizioni Scientifiche Italiane 2017

Non disponibile

20,00 €
Il massiccio utilizzo delle tecnologie informatiche, nel favorire inedite forme d'interazione tra gli individui, ha impresso alla società un nuovo corso. Tale progresso genera forme di comunicazione e trattamento dei dati, rispetto ai quali cresce la domanda di protezione dei diritti della personalità, quali l'immagine, la riservatezza, l'onore, la reputazione ovvero l'interesse alla cancellazione delle informazioni personali. Ciò impone la specificazione del regime di addebito degli illeciti agli utenti e ai gestori delle piattaforme digitali.

Aree protette e tutela della...

Carpita Francesca
ETS 2016

Non disponibile

14,00 €
La tutela della biodiversità e dei luoghi in cui essa trova maggiore protezione ha assunto, nel tempo, una dimensione globale; i parchi e le altre aree protette devono raccogliere tale sfida e adeguare compiti e organizzazione. Il lavoro affronta il complesso intreccio di competenze e la conseguente governance multilivello dell'area protetta, partendo dalla disciplina cardine di tale "istituto giuridico speciale", come definito da Massimo Severo Giannini. Vengono così evidenziate le nuove sfide che le aree protette, e in particolare gli Enti parco, si trovano ad affrontare e vengono individuati gli strumenti che essi hanno a disposizione nel quadro giuridico europeo di protezione delle specie e degli habitat.

Lineamenti di legislazione...

Contaldo Alfonso
Aracne 2016

Non disponibile

25,00 €
Il volume è una sintesi dell'attuale legislazione cineaudiovisiva, con riguardo sia alle norme sul diritto dell'economia e dell'impresa sia alle norme sul diritto d'autore. Partendo dal presupposto che l'attività cinematografica ha subito gli effetti dell'innovazione tecnologica portati dalla digitalizzazione del segnale audiovisivo, si analizzano le conseguenze dell'imponente sviluppo che ha investito tutto il settore delle telecomunicazioni. Dalla lettura della disciplina vigente, si palesa la necessità di dare una nuova cornice normativa a un settore che ha bisogno di regole più incisive e moderne, che tengano conto delle potenzialità di Internet nella distribuzione dei prodotti audiovisivi. Una disciplina di legge aggiornata può facilitare la gestione amministrativa della cinematografia, consentendo all'imprenditoria privata di effettuare produzioni sempre più numerose e rappresentative della cultura nazionale. Il cinema e l'audiovisivo, in quanto prodotti culturali, rientrano di fatto e con pieno diritto nell'ambito degli interessi pubblici da promuovere e tutelare.

La disciplina giuridica del settore...

Biondi Beniamino
Petite Plaisance 2016

Non disponibile

13,00 €
L'opera cinematografica ha duplice natura, di prodotto artistico ed economico: il film, bene unico, originale e con forti contenuti artistici; il suo processo produttivo, complessa interazione di risorse umane, finanziarie, tecniche e artistiche. Appartiene dunque sia alla categoria dei beni culturali che a quella dei prodotti dell'industria culturale: è un'opera "unica", ma anche riproducibile, anzi concepita proprio per essere riprodotta. Il presente studio analizza la disciplina giuridica del settore in Italia, con riferimento alle disposizioni sui finanziamenti pubblici per le attività artistiche. Ben consapevole che un'analisi completa delle sue dinamiche necessita di uno sguardo interdisciplinare, l'Autore ha voluto offrire un inquadramento del panorama legislativo in materia di spettacolo, con una speciale attenzione rivolta all'ordinamento giuridico vigente, attraverso i suoi snodi storici in ambito nazionale, con riferimenti alle normative di livello regionale, provinciale, locale ed europeo.

Manuale di diritto...

Razzante Ruben
CEDAM 2016

Non disponibile

40,00 €
Il Manuale di diritto dell'informazione e della comunicazione di Ruben Razzante che vedrà la luce a pochi mesi dal nuovo Testo Unico della deontologia giornalistica, e in concomitanza con nuovo Regolamento sulla privacy, approvato di recente dal Parlamento europeo e destinato a cambiare la disciplina del trattamento dei dati personali in tutta Europa. Inoltre, il servizio pubblico radiotelevisivo si sta profondamente ripensando e una nuova legge ha mutato radicalmente la governance della Rai, il diritto all'oblio sta conoscendo nuove prospettive di attuazione, la tutela dei diritti in Rete sta progredendo, mentre il rapporto media-diritto sta subendo metamorfosi impensabili. Il volume affronta questi e tanti altri temi, raccogliendo le ultime novità normative, giurisprudenziali e dottrinali, nazionali, europee ed extraeuropee, in materia di diritto all'informazione, pluralismo, giornalismo, editoria on-line, privacy e diritto di cronaca, diffamazione a mezzo stampa e a mezzo internet, diritto d'autore, par condicio, etica e minori, informazione economica e finanziaria, commistioni tra pubblicità e informazione, organizzazione delle strutture di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni, authorities, Rai e tv commerciale, digitale terrestre e banda larga, servizi di media audiovisivi, Agenda digitale, cloud computing. L'autore dà conto della consistente produzione normativa, giurisprudenziale e deontologica degli ultimi anni, da quando al giornalismo della carta stampata e a quello radiotelevisivo si sono affiancati autorevolmente il giornalismo istituzionale (uffici stampa) e quello on-line, i quali stanno guadagnandosi piena dignità professionale, ponendo l'esigenza di definire un più ampio e comprensivo quadro di regole giuridiche. Il volume costituisce un corposo supporto all'attività degli studiosi del diritto applicato al mondo delle comunicazioni e dei docenti e studenti universitari dei corsi di laurea in scienze della comunicazione e discipline affini.

Manuale di diritto delle arti e...

Dell'Aversana F.
Aracne 2015

Non disponibile

26,00 €
Nella scienza giuridica, come in ogni altra scienza, esistono territori poco esplorati. Il diritto delle arti e dello spettacolo ne costituisce un chiaro esempio, poiché rappresenta un ambito disciplinare poco indagato dai giuristi e dagli operatori del settore, sebbene questi ultimi si confrontino quotidianamente con le tante problematiche giuridiche connesse al fenomeno artistico. L'idea di affrontare in maniera organica questa disciplina, dunque, risponde a una duplice esigenza. Da un lato, questo manuale può rappresentare un valido supporto didattico per chi voglia avvicinarsi allo studio degli istituti ascrivibili al diritto delle arti e dello spettacolo. Dall'altro lato, esso può costituire un valido strumento per l'operatore chiamato a risolvere in punto di diritto i tanti problemi che si pongono in sede di progettazione e realizzazione di uno spettacolo o di diffusione e tutela di un'opera d'arte.

Il nuovo decreto per le performing...

Malaguti Alfonso
Franco Angeli 2015

Non disponibile

21,00 €
Attraverso un'analisi puntuale e dettagliata viene presentato, in forma di manuale, il nuovo Decreto ministeriale 1 luglio 2014 sullo spettacolo dal vivo che - in applicazione dell'articolo art. 9 de l D.L. 8 agosto 2013, n.191 segna un'inversione di tendenza forte per le res dello spettacolo dal vivo normativamente e relazionalmente. Sono accorpate in un unico testo le norme delle performing arts, partitamente sviluppate per i singoli settori. Viene poi semplificato e razionalizzato il sistema, costituendone parte integrante. Dunque, la norma ha una propria complessità strutturale nella sua ampia articolazione con una significativa semplificazione di come i soggetti possono accedere al sostegno finanziario dello stato attraverso una nuova normativa che coniuga il momento qualitativo strettamente correlato con quello quantitativo. Va, inoltre, evidenziato che il maggiore cambiamento è attuato nell'attività teatrale e nella relativa stabilità e nell'introduzione della multidisciplinarietà e delle azioni trasversali. Da ultimo è rilevante la distinzione tra produzione, programmazione e promozione. A questa analisi è affiancata una riflessione sul nuovo assetto proposto per il Mibact che vede riformata la propria struttura organizzativa in modo sostanziale in vista di un nuovo ruolo che lo stesso andrà a svolgere.

Informazione. Istruzioni per l'uso....

Razzante Ruben
CEDAM 2014

Non disponibile

12,50 €
"L'opera del Prof. Razzante costituisce una guida che si distingue per la chiarezza e l'immediatezza con la quale fornisce un quadro completo ed aggiornato del diritto e della giurisprudenza più rilevante in materia di informazione, giornalismo e tutela dei diritti. Ma, a mio avviso, il pregio di quest'opera risiede anche nella capacità di contestualizzare il mondo delle regole in una cornice appropriata che dà conto delle sfide economiche che la professione giornalistica e l'impresa editoriale stanno affrontando, oltre che delle specificità che il sistema dei media ha nel nostro Paese. Vi è piena consapevolezza, dunque, che sia il diritto che il mercato devono trovare nella sfida imposta dall'evoluzione della tecnologia e della società occasione per un rinnovamento virtuoso che sappia porre anche nel nostro Paese solide basi per un'industria dell'informazione moderna e libera. Non ho dubbi che di questo processo di cambiamento l'opera del Prof. Razzante saprà essere anche in futuro non solo testimonianza lucida e accorta, ma anche autorevole punto di riferimento per tutti coloro che, a vario titolo, vorranno essere protagonisti della nuova società dell'informazione". (dalla prefazione del Prof. Giovanni Pitruzzella, Presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato).

La revisione cinematografica e il...

Sammarco Pieremilio
Il Mulino 2014

Non disponibile

26,00 €
La revisione cinematografica sostituisce la vecchia censura cinematografica e consiste nel valutare il contenuto di un'opera filmica al fine di concedere il nulla osta per la sua visione al pubblico. Il volume analizza la disciplina della revisione cinematografica vigente nel nostro ordinamento e la compara con le esperienze straniere, tratteggiandone, anche in una prospettiva evolutiva, le identità, le somiglianze e le differenze. Oltre alle limitazioni imposte dalla revisione cinematografica, l'audiovisivo può subire delle restrizioni per la tutela dei diritti della personalità, quali l'onore, la reputazione, la riservatezza, l'oblio e la salvaguardia della dignità umana o dell'ordine pubblico. In questo volume, ci si interroga anche sulla tenuta dell'attuale regolamentazione della revisione cinematografica nell'era di Internet e sulla necessità di una riforma del sistema di controllo dell'audiovisivo, auspicata, peraltro, anche in sede europea a tutela dei minori. Viene affrontato anche il passaggio dell'audiovisivo dalle sale per il pubblico allo schermo televisivo, analizzando la complessa regolamentazione in materia, così come modificata dalla recente direttiva sui servizi di media audiovisivi, senza tralasciare gli interventi regolatori ad opera dell'autorità di vigilanza.

Eventi sportivi e diritti...

Pollicino O.
Aracne 2014

Non disponibile

12,00 €
Cos'è cambiato nel mercato dei diritti audiovisivi sugli eventi sportivi dopo la sentenza FAPL? Questa la domanda alla quale rappresentanti delle Autorità antitrust e delle comunicazioni, del mondo accademico e della realtà imprenditoriale rispondono nel presente volume, che raccoglie le riflessioni svolte nel seminario tenuto presso l'Università Bocconi nel maggio 2014 alla vigilia della gara per l'attribuzione dei diritti calcistici della Serie A. L'esigenza dei broadcaster di acquisire vere esclusive sugli eventi si confronta e si scontra con le modalità attuali di assegnazione e regolazione dei relativi diritti, caratterizzati dal significativo incremento dei prezzi a livello europeo.

Fiere, sagre, feste paesane e...

Fiore Elena
Maggioli Editore 2014

Non disponibile

46,00 €
Fiere, sagre, feste paesane e spettacoli viaggianti sono disciplinati da numerose e diversificate normative, in relazione alle molteplici attività che si svolgono al loro interno: commerciali, di ristorazione, di pubblico spettacolo, di intrattenimento. Tali manifestazioni, pertanto, impegnano notevolmente le amministrazioni locali, sia nella fase degli adempimenti autorizzatori, sia nei controlli da effettuare affinché tutto si possa svolgere regolarmente e in piena sicurezza per i partecipanti. Questa nuova edizione del volume, oltreché riveduta e aggiornata con le ultime disposizioni in materia di spettacoli, trattenimenti e prevenzione incendi, si presenta notevolmente ampliata con nuovi casi pratici. Nella prima parte vengono analizzate le numerose attività che si svolgono nelle fiere, sagre e feste paesane, mentre un capitolo specifico è dedicato alla disciplina degli spettacoli viaggianti. Tutti gli argomenti trattati sono corredati da casi operativi svolti, esempi di modulistica da utilizzare e prontuari schematici delle violazioni e delle sanzioni. Nella seconda parte, invece, viene approfondita la disciplina delle manifestazioni a premio e di sorte locali (lotterie, tombole e pesche di beneficenza), anche qui con il corredo di casi operativi, oltre che di una bozza di regolamento comunale in materia. Il Cd Rom allegato contiene un ricco formulario, con la modulistica personalizzabile di pronto utilizzo, la normativa e la prassi ufficiale di utile riferimento.

Tecnica di polizia giudiziaria...

Santoloci Maurizio
Diritto all'Ambiente Edizioni 2014

Non disponibile

49,00 €
Questo volume è un manuale finalizzato a decodificare in termini chiari e semplici una normativa ambientale che ormai si presenta come un groviglio intricato. Con un'attenzione particolare anche alle regole procedurali penali ed alla evoluzione della giurisprudenza in tutti i settori giuridici esaminati nel volume. Oggi dobbiamo prendere atto della crescente e consolidata interconnessione tra reati ambientali, reati a danno degli animali, reati a danno della salute pubblica e reati fiscali e tributari. Questo fenomeno porta ad una conseguenza inevitabile rispetto alla operatività delle forze di polizia giudiziaria ambientale operanti nel settore; infatti inizia ad essere forse troppo restrittivo parlare soltanto di polizia giudiziaria ambientale in senso stretto. Il volume - in questa edizione del 2014 - presenta, tra l'altro, nuovi schemi di verbali per sequestri operati dalla PG, vari aggiornamenti del testo ed una integrazione della giurisprudenza citata.

Diritto pubblico dello spettacolo....

Di Giacomo Russo Bruno
Liberodiscrivere edizioni 2013

Non disponibile

18,00 €
Il testo illustra gli elementi fondamentali dell'ordinamento costituzionale e del sistema amministrativo, soffermandosi sugli aspetti specifici della dimensione pubblica dello spettacolo. Una parte significativa è dedicata ai rapporti fra le diverse Pubbliche Amministrazioni, e ai rapporti tra i soggetti privati e le istituzioni pubbliche, nell'ambito dell'organizzazione e del funzionamento dello spettacolo.

Diritto dell'informazione e della...

Caretti Paolo
Il Mulino 2013

Non disponibile

27,00 €
Il settore dell'informazione e della comunicazione ha assistito negli ultimi anni a una vera e propria rivoluzione, innescata da importanti innovazioni tecnologiche. Un mutamento di straordinaria portata che, oltre a schiudere grandi opportunità di espansione della libertà di comunicazione, ha ovviamente investito anche il quadro giuridico di riferimento. La nuova edizione del volume fa il punto della situazione alla luce delle più recenti novità legislative, comunitarie e nazionali, della prassi giurisprudenziale, nonché del dibattito dottrinario che su queste novità si è sviluppato.

I diritti audiovisivi sportivi....

Morelli Enzo
Giuffrè 2012

Non disponibile

95,00 €
A distanza di pochi anni dall'entrata in vigore della riforma Melandri il tema dei "diritti audiovisivi" applicati al mondo del calcio (e del basket) è diventato sempre più attuale, fino all'ultima "querelle" sull'identificazione del concept di tifoso per la ripartizione di una parte della "torta" delle risorse economiche legate al calcio di Serie A. In un pianeta football che si sta sempre più specializzando quest'opera ha una centralità assoluta, perché può aiutare gli addetti ai lavori a capire sia la ratio che ha portato alla nascita del decreto Melandri, ma soprattutto a prevedere gli sviluppi collegati alla sua "interpretazione". Dopo questo lavoro nasceranno anche altri prodotti di approfondimento, perché i diritti audiovisivi sono linfa vitale per i club e c'è bisogno di strumenti tecnici che supportino i professionisti del mercato. Questa è l'ambizione di chi ha scritto l'opera, ai lettori il commento e il giudizio, come da tradizione. Il valore aggiunto del libro è anche nella "storia" del suo autore, che ha tracciato le linee guida proprio della riforma Melandri ed oggi è in Italia uno dei maggiori esperti in diritti audiovisivi.

Diritto degli audiovisivi

Bassan F.
Giuffrè 2012

Non disponibile

78,00 €
Il volume è il commento al nuovo Testo Unico dei Servizi di Media Audiovisivi e Radiofonici come modificato dal D.Lgs. 15 marzo 2010, n. 44. È una raccolta di studi sul nuovo Testo Unico dei Servizi di media audiovisivi e radiofonici (TUSMAR) - D.Lgs. 31 luglio 2005. n.177 come modificato dal D.Lgs. 15 marzo 2010, n.44. Il volume è completato da un' utile appendice normativa e giurisprudenziale aggiornata allo schema di regolamento AGCOM del 6 luglio 2011 (Delibera 398/11/CONS) in materia di tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica e dalla recente sentenza della Corte di Giustizia UE 24 novembre 2011, nel caso Scarlet c. Sabam, che ha stabilito l'inammissibilità dell'ingiunzione - a carico di un Internet Service Provider fornitore di accesso a Internet - di un indiscriminato e generale obbligo di filtraggio preventivo di contenuti digitali illeciti a tutela del diritto d'autore.

La disciplina sanzionatoria...

Mino Antonella
Giuffrè 2012

Non disponibile

23,00 €
Il volume affronta la tematica della disciplina sanzionatoria dell'attività giornalistica focalizzando l'attenzione sulla responsabilità del direttore del giornale ex art. 57 c.p. per omesso controllo. In particolare, si procede ad una rilettura delle problematiche inerenti all'attività giornalistica verificando la compatibilità dell'art. 57 c.p. con il principio di personalità della responsabilità penale e, alla luce delle diverse questioni problematiche che ne derivano sul piano applicativo, ci si interroga sulla opportunità di abbandonare il ricorso a tale disciplina. Poiché l'esigenza di un controllo su quanto destinato alla pubblicazione sembra essere comunque necessario, l'autrice prospetta l'utilizzo di un sistema sanzionatorio alternativo che possa soddisfare tale esigenza garantendo, però, al tempo stesso - a differenza dei distorti risultati applicativi cui si perviene tramite l'applicazione dell'art. 57 c.p. - il rispetto dei princìpi fondamentali del diritto penale, scongiurando la configurabilità di una responsabilità di posizione del direttore, e rispettando al contempo la libertà di manifestazione del pensiero, tutelata dall'art. 21 Cost., di cui la libertà di stampa rappresenta uno dei profili maggiormente significativi e delicati.

Media, diritto e diversità...

Bellucci Lucia
ETS 2012

Non disponibile

12,00 €
L'Unione europea ha sostenuto la nozione di diversità culturale durante i negoziati internazionali sui servizi audiovisivi, svoltisi nell'ambito dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), così come l'adozione della Convenzione UNESCO sulla protezion

Il sistema radiotelevisivo pubblico...

Hettiyakandage Michel S.
Aracne 2012

Non disponibile

20,00 €
Negli ultimi trent'anni l'uso del mezzo televisivo e la pervasività del potere politico hanno scatenato un acceso dibattito sul contenuto e sui limiti del servizio pubblico e sulla necessità che esso sia finanziato dai contribuenti. Il canone, un tempo principale fonte di finanziamento del sistema, è oggi sottoposto a forti critiche per la sua mancata progressività e per il fatto di essere slegato dal numero di apparecchi posseduti e/o dal consumo di prodotti televisivi. Alcuni lo hanno considerato, nella sua rigidità, tanto più anacronistico quanto più l'offerta televisiva (e di converso la domanda) si amplia e si diversifica ad opera della nuova tecnologia digitale. Lungi dal rappresentare un manuale sul complesso tema del diritto della radiotelevisione, il saggio vuole essere un breve approfondimento di questioni che in dottrina sono state oggetto solo di articoli scientifici, ma non di monografie.