Proprietà e organizzazione delle imprese

Filtri attivi

La distanza psichica nelle...

Pavione Enrica; Pezzetti Roberta
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

10,00 €
L'analisi del ruolo della distanza psichica nello spiegare i processi di internazionalizzazione delle imprese si configura come tema centrale della letteratura di International Business. La distanza psichica tra paesi assunta come costrutto oggettivo, riconducibile alla distanza culturale, in grado di rappresentare un vincolo ed un freno all'espansione internazionale dell'impresa. L'ipotesi accolta nel volume enfatizza la prospettiva multidimensionale della distanza psichica che ingloba, accanto alla dimensione culturale, anche altre variabili capaci di influire sulle scelte di internazionalizzazione dell'impresa in termini di localizzazione dell'investimento, modalitdi entrata nei mercati e performance economiche. In particolare, coerentemente con i contributi teorici riconducibili alla Resource Based View, viene posta in evidenza la dimensione soggettiva del costrutto che consente di coglierne la dimensione entity-based. Assumendo questa prospettiva, l'impresa in grado di interpretare in modo originale le variabili che definiscono tale distanza, in virtdi una molteplicitdi fattori firm-specific, a supporto del processo di espansione internazionale. Ne consegue una lettura innovativa della distanza psichica come fonte di potenziale vantaggio competitivo, laddove essa agisca da stimolo all'innovazione strategica e organizzativa.

Manuale operativo delle...

Beretta Susanna
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

72,00 €
Il manuale offre una puntuale disamina degli aspetti legali, civilistici, tributari, economici, pratici e organizzativi degli enti non commerciali in generale e delle associazioni in particolare, oltre che delle societsportive dilettantistiche e delle imprese sociali, segnalandosi per la completezza dell'indagine ed il taglio pratico e innovativo. L'opera, oltre a raccogliere i dati e le informazioni in modo puntuale e ordinato per agevolare la ricerca dell'argomento di interesse, arricchita dalle sezioni "Domande e Risposte" e "Tabelle riepilogative", utili strumenti di supporto.

Manuale operativo delle...

Beretta Susanna
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

72,00 €
Il manuale offre una puntuale disamina degli aspetti legali, civilistici, tributari, economici, pratici e organizzativi degli enti non commerciali in generale e delle associazioni in particolare, con uno sguardo alle nuove realtche interessano l'economia sociale - quali le imprese sociali, le SocietBenefit e le Start Up Innovative a Vocazione Sociale - segnalandosi per la completezza dell'indagine ed il taglio pratico e innovativo. L'opera, oltre a raccogliere i dati e le informazioni in modo preciso e ordinato per agevolare la ricerca dell'argomento di interesse, arricchita dalle sezioni "Domande e Risposte" e "Tabelle riepilogative", utili strumenti di supporto. Sul Cd-Rom allegato sono riportate 120 formule (atti, schemi, verbali, contratti, ricevute, piani, progetti e tabelle) in versione personalizzabile e stampabile, oltre alla principale normativa di settore. L'Edizione aggiornata con: La Legge delega di riforma del Terzo Settore (Legge 6 giugno 2016, n. 106); Le novitin materia di cessioni gratuite di beni, Art-Bonus e credito di imposta per le erogazioni liberali a favore della scuola (cd. School Bonus) previste dalla Legge di Stabilitper il 2016; I nuovi indirizzi operativi dell'Agenzia delle entrate riguardanti il mondo del non profit e finalizzati alla prevenzione e al contrasto dell'evasione fiscale; La Legge 19 agosto 2016, n. 166 contro gli sprechi alimentari, che interessa da vicino anche il mondo associativo; La disciplina delle SocietBenefit e delle Start Up innovative a vocazione sociale; Il regime IMU per gli enti non commerciali; Le novitintrodotte dal Jobs Act sul lavoro accessorio e le collaborazioni coordinate e continuative all'interno delle associazioni; I chiarimenti della Cassazione in tema di deducibilitdei costi sostenuti per spese di pubblicite sponsorizzazioni a favore di associazioni sportive dilettantistiche.

Contributo allo studio sul...

Di Amato Alessio
Edizioni Scientifiche Italiane

Disponibilità immediata

21,00 €
Il management contract quel contratto in virtdel quale l'impresa trasferisce ad altra impresa funzioni di natura gestionale. Ampiamente impiegato in ambito internazionale, la sua recente diffusione in Italia solleva l'esigenza di valutare la meritevolezza della sua causa gestoria secondo l'ordinamento italo-europeo, nel quale l'attuazione del principio competitivo, realizzata anche attraverso l'imputazione degli atti e dell'attivitdell'impresa al soggetto che ne al vertice, rappresenta lo strumento prescelto per perseguire, nei rapporti economici intrattenuti dalle imprese, i valori fondamentali del sistema.

Manuale operativo delle associazioni

Beretta Susanna
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

76,00 €
In questa nona edizione, il Manuale si presenta ancora piinnovativo perch oltre ad offrire una puntuale disamina degli aspetti legali, civilistici, tributari, economici, pratici e organizzativi degli enti non commerciali in generale e delle associazioni in particolare, espone una analisi completa dell'intera struttura della riforma del terzo settore, illustrandola nei dettagli, a partire dalla nuova definizione di ente del terzo settore (ETS), per passare alle caratteristiche degli enti, alle attivitche possono essere esercitate, al registro unico nazionale del terzo settore, alla nuova impresa sociale, ai nuovi benefici fiscali, alle misure a sostegno degli enti del terzo settore. Il taglio come sempre, pratico e operativo e gli argomenti sono facilmente individuabili anche grazie alla Guida alla lettura del Manuale, contenuta nell'Introduzione dell'Autore. Nell'ambito della riforma del terzo settore, i temi affrontati sono i seguenti: Il Codice del Terzo settore; Le scritture contabili, il bilancio, il bilancio sociale, i libri sociali; La nuova disciplina del lavoro volontario; La nuova disciplina sulle associazioni e sulle fondazioni; La nuova disciplina sulle ODV e sulle APS; Gli enti filantropici; Le reti associative; Il Registro unico nazionale del Terzo settore; I rapporti con gli enti pubblici; Le misure di promozione e sostegno degli enti del Terzo settore; Le nuove forme di finanza sociale; Le attivitdi monitoraggio, vigilanza e controllo sugli enti del Terzo settore; Il regime transitorio; La nuova impresa sociale; >Le novitin tema di cinque per mille; La Fondazione Italia Sociale; Il regime fiscale degli enti del Terzo settore; Le erogazioni liberali agli enti del Terzo settore; Il coordinamento normativo. On line sono riportate 56 formule (atti, schemi, verbali, contratti, ricevute, piani, progetti e tabelle) in versione personalizzabile e stampabile, oltre alla principale normativa di settore. L'edizione inoltre, aggiornata con le ultime novitfiscali e giurisprudenziali che interessano la realtdel mondo associativo.

Corporate governance e governo...

Lombardi Rosa
Edizioni Scientifiche Italiane

Disponibilità immediata

14,00 €
Il presente lavoro monografico si pone l'obiettivo di analizzare il tema della corporate governante, con particolare riferimento alle problematiche del governo societario. In questa prospettiva, lo studio di alcuni dei problemi legati alla governance d'impresa stato affrontato mediante l'applicazione della teoria della complessit al fine di ricercare possibili soluzioni in grado di contrastare e-o ridurre il manifestarsi dei fenomeni complessi.

Manuale operativo delle...

Beretta Susanna
Maggioli Editore

Disponibilità immediata

78,00 €
La decima edizione del Manuale si presenta completa e innovativa, perch oltre ad offrire una puntuale disamina degli aspetti legali, civilistici, tributari, economici, pratici, organizzativi e gestionali degli enti non commerciali in generale e delle associazioni in particolare, espone un'analisi completa e dettagliata della RIFORMA DEL TERZO SETTORE, integrata da: DECRETI CORRETTIVI dell'estate 2018; DECRETO FISCALE (D.L. n. 119/2018, convertito dalla Legge n. 136/2018); CIRCOLARI MLPS n. 20 del 27 dicembre 2018 e n. 2 dell'11 gennaio 2019; Legge di bilancio 2019 (Legge n. 145/2018); CIRCOLARE MiSE n. 3711/C del 2 gennaio 2019; DECRETO SEMPLIFICAZIONI (D.L. n. 135/2018, convertito dalla Legge n. 12/2019). Nell'ambito della RIFORMA DEL TERZO SETTORE, gli argomenti trattati sono i seguenti: la definizione di "enti del Terzo settore"; le scritture contabili; i bilanci; i libri obbligatori; il lavoro volontario; le associazioni e le fondazioni; le organizzazioni di volontariato; le associazioni di promozione sociale; gli enti filantropici; le reti associative; le societdi mutuo soccorso; il Registro unico nazionale del Terzo settore; i rapporti con gli enti pubblici; la promozione e il sostegno degli ETS; gli strumenti di finanza sociale; le attivitdi monitoraggio, vigilanza e controllo; il regime transitorio; la Fondazione Italia Sociale; il regime fiscale degli ETS; le erogazioni liberali; l'istituto del cinque per mille. Sono inoltre oggetto dell'opera: la costituzione dell'associazione; gli adempimenti dopo la costituzione; gli organi dell'associazione; il rendiconto contabile; la contabilite il bilancio delle Onlus; gli strumenti di responsabilitsociale; il D.Lgs. n. 231/2001; l'estinzione dell'associazione; le prestazioni di lavoro all'interno delle ASD; le onlus; le imprese sociali; le societbenefit; le start up innovative a vocazione sociale; la prevenzione e il contrasto all'evasione degli enti non commerciali; i rapporti con l'estero; gli immobili e imposte; lo spesometro. Uno specifico approfondimento dedicato alle ASD e SSD, la cui disciplina civilistica e fiscale stata oggetto di disamina da parte dell'Agenzia delle entrate con circolare 1 agosto 2018. L'edizione aggiornata con le ultime novitfiscali e giurisprudenziali che interessano la realtdel mondo associativo.Il taglio pratico e operativo e gli argomenti sono facilmente individuabili grazie anche alla "Guida alla lettura del Manuale", contenuta nell'Introduzione. Online: 74 formule (atti, schemi, verbali, contratti, ricevute, piani, progetti e tabelle) personalizzabili e la principale normativa di settore. Requisiti di sistema - Sistema operativo Windows XP o successivi - Browser internet - Programma in grado di editare documenti in formato RTF (es. Microsoft Word) e visualizzare documenti in formato PDF (es. Acrobat Reader)

Giochi esperienziali. Lavorare con...

Masci Stefano
Franco Angeli

Disponibilità immediata

25,00 €
Questo libro si rivolge a coloro che hanno a che fare con la gestione di grandi gruppi e la formazione esperienziale, siano essi coach, formatori e consulenti aziendali, operino in contesti scolastici o in centri sportivi, gravitino nel mondo della conduzione di gruppi di crescita o di counseling. La caratteristica specifica del volume che gli esperienziali riportati sono propriamente ideati per funzionare con gruppi grandi, da oltre quaranta persone. Spesso gestire un alto numero di persone mette in crisi chi utilizza modelli di apprendimento basati sull'azione e la sperimentazione attiva, al punto che si preferisce creare piccoli sottogruppi perdendo cosl'effetto - leva - legato all'identitcollettiva fondamentale, in aziende quanto in altri contesti omogenei. Gli esperienziali e role playing contenuti sono originali e creativi e per ognuno vengono specificate le finalitformative, il tempo occorrente, la difficoltnella gestione, l'impatto emotivo e anche il livello di divertimento dei partecipanti.

Le scelte improrogabili delle...

Montemerlo Daniela
EGEA

Disponibilità immediata

28,00 €
Le imprese familiari hanno dimostrato ovunque di conseguire performance superiori a quelle delle imprese non familiari anche in anni di crisi e grazie a peculiarite risorse uniche. In troppi casi, tuttavia, il sistema di governance resta un anello debole, anche in presenza di alta complessitstrategica e proprietaria. Ma lo scenario profondamente cambiato e non ammette pidebolezze. Dopo anni di rinvio di problemi rilevanti - come il persistere di un modello familistico, un accesso ai ruoli apicali poco pianificato, una loro copertura inadeguata, la chiusura ai terzi, la fragilitdelle strutture, l'insufficiente attenzione alle performance, disagi e divergenze nella famiglia proprietaria - occorre trovare soluzioni al pipresto. Perchi collaboratori di talento - familiari e non - chiedono un contesto equo e motivante; la fiducia tra soci puesaurirsi; banche e partner strategici valutano i loro contributi possibili e l'attrattivitdell'azienda anche in base alla sua governance; intanto i concorrenti crescono velocemente e la situazione geopolitica rende instabili i mercati. Per affrontare tutto questo occorre mettere a fuoco cosa tiene il sistema di governance un passo indietro rispetto alle tante sfide. Partendo dallo stato delle conoscenze, l'autrice identifica quindici errori di aziende e famiglie proprietarie ancora presenti e radicati ma non pisostenibili, e propone altrettante decisioni su cui concentrarsi per superare gli errori e portare la governance un passo avanti, offrendo risposte ai dubbi possibili e indicazioni concrete per procedere, e mostrando che il lavoro da fare meno faticoso di quanto si pensi ed un investimento a elevato ritorno.

Modelli di business e forme...

McGraw-Hill Education

Disponibilità immediata

16,00 €
Il Custom Publishing di McGraw-Hill Education. In cosa consiste il Custom Publishing? McGraw-Hill dispone di un vasto database, "Create", in cui sono contenuti in forma digitale i propri volumi, sia italiani sia stranieri. Con un semplice clic del mouse, il docente pucreare il testo per il proprio corso attingendo a singoli capitoli dai pidisparati volumi, in modo da realizzare un libro personalizzato che risponda al meglio alle esigenze del proprio corso, con la possibilitdi aggiungere anche materiale originale scritto dal docente stesso. Quali sono i vantaggi del Custom Publishing? Per i docenti: I materiali didattici sono ritagliati su misura del corso. Il docente pucontrollarne i contenuti coscome la struttura. possibile includere materiale proprio, in qualunque lingua. La copertina personalizzabile con i dettagli del corso, il nome del docente, il logo dell'istituzione ecc. Per gli studenti: Il testo contiene esattamente i contenuti utili per il corso. Gli studenti in un unico volume trovano tutti i materiali necessari e risparmiano tempo, non dovendo raccogliere testi da diverse fonti. Il testo contiene solo ed esclusivamente i materiali del corso, pertanto gli studenti risparmiano sull'acquisto non dovendo pagare per contenuti non utilizzati.

Guidare le imprese sull'onda della...

De Toni A. F. (cur.); Furlan A. (cur.)
Marsilio

Disponibilità immediata

17,00 €
Il volume raccoglie i contributi di vari docenti di CUOA Business School che riflettono su come imprenditori e manager possano navigare nella complessitcompetitiva e condurre in porto le navi delle loro imprese. Gli autori affrontano l'evoluzione dei modelli di business e manageriali secondo tre direttrici: strategica, tecnologica e organizzativo-gestionale. L'obiettivo rispondere in modo efficiente ed efficace a contesti competitivi che mutano in modo sempre pirapido, turbolento, confuso e imprevedibile, ambienti indicati spesso in letteratura con il termine VUCA (Volatile, Uncertain, Complex, Ambiguous). Le onde della complessitche le imprese devono affrontare sono molteplici, dalla globalizzazione alla digitalizzazione, dal networking al worldmaking. Bisogna saper intercettare le onde che alimentano la transizione e sfruttare la loro energia, come fanno i surfisti che si mettono sulla cresta dell'onda. A monte dell'onda c'troppo ordine (morte per fossilizzazione), a valle dell'onda c'troppo disordine (morte per disintegrazione), sulla cresta dell'onda c'il punto di massima energia (l'area della vita intermedia tra ordine e disordine). Per scivolare sulle onde del cambiamento, la sfida per le organizzazioni rimanere sul punto di massima energia, tra ordine e disordine, all'orlo del caos, nella zona della distruzione creatrice, nella regione dell'innovazione, nell'area della complessitdella vita.

L'amministrazione straordinaria...

Lazoppina Girolamo
Primiceri Editore

Disponibilità immediata

12,00 €
"L'amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi", introdotta nel 1979 dalla legge Prodi, la procedura concorsuale della grande impresa commerciale in stato di insolvenza. Il testo analizza l'istituto nella sua interezza, seguendone passo dopo passo il suo travagliato iter legislativo. Un capitolo a parte infine dedicato alla procedura speciale prevista dal Decreto Marzano (anche noto come Decreto Parmalat) per le imprese cosiddette grandissime.

Il socio occulto

Caramazza Marella
EGEA 2019

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
«La corruzione è un furto di democrazia» (Sergio Mattarella). «La corruzione ruba il futuro» (Raffaele Cantone). In questi due moniti sta tutta l'urgente necessità di dare una risposta - morale e civile - alla sfida inaccettabile che le mafie lanciano allo sviluppo del nostro Paese. Con questo spirito, il libro affronta il tema delle infiltrazioni criminali nelle imprese e, in pagine ricche di dati, fatti, testimonianze, conoscenze ed esperienze dirette, ricostruisce il contesto delle attività di penetrazione di 'ndrangheta, Cosa nostra e camorra nei tessuti economici e sociali del Nord Italia, rilevandone caratteristiche e meccanismi di potere e di affari. Storia e indagine socio-economica vanno oltre i luoghi comuni e s'intrecciano con un'analisi approfondita di elementi tratti da inchieste giudiziarie che hanno svelato e colpito la fitta rete di relazioni tra boss delle mafie e uomini della cosiddetta «area grigia» della complicità, della connivenza e della convergenza d'interessi distorti. Una grande responsabilità investe imprenditori, manager e decisori: sta a loro alzare la guardia, prima di tutto conoscendo il fenomeno e i rischi connessi e poi determinando modalità di prevenzione e difesa. Compiendo un ulteriore passo avanti, il libro avanza dunque proposte concrete per accrescere sensibilità e informazione e favorire interventi di contrasto ai comportamenti illeciti. Lungo tutta la catena del valore individua quello che le imprese devono fare per non ritrovarsi sotto attacco da parte di 'ndrine calabresi e cosche siciliane sviluppatesi e affermatesi in ambienti disattenti o, peggio ancora, carichi di un silenzio complice.

Le mafie nell'economia legale....

Sciarrone Rocco; Storti Luca
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone di insediamento tradizionale sia in quelle di nuova espansione. In particolare, risulta in crescita la loro presenza nell'economia legale, favorita da situazioni in cui si ravvisa una "confusione" tra lecito e illecito. Il libro affronta questi temi, approfondendo i rapporti e gli scambi tra mafiosi e imprenditori. Viene quindi analizzata l'area grigia, intesa come un campo organizzativo in cui prendono forma relazioni di collusione e complicità. Essa costituisce oggi il fronte più avanzato - e anche più problematico - del contrasto alle mafie. Per disfare il nesso tra mafia ed economia sono necessari - secondo gli autori - strumenti di azione differenziati, non solo di tipo repressivo, ma anche di tipo preventivo e "curativo".

Il passaggio generazionale: da...

Amici A. (cur.)
Franco Angeli 2018

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Il volume, frutto dell'attività di ricerca sostenuta dal Centro Studi Nazionale Cinzia Dabrassi in collaborazione con l'Associazione Industriale Bresciana, la Macro Area Territoriale "Brescia e Nord Est" di UBI Banca e la Fondazione EULO, affronta il passaggio generazionale nelle imprese familiari. Il tema, pur oggetto da tempo di numerosi contributi e di un vivace dibattito nella letteratura economica ed aziendale, resta un momento della vita di un'impresa connotato da elementi di forte discontinuità e di grande incertezza, specie per la sua gestione e per gli effetti sull'operatività organizzativa. Le dinamiche emozionali ad esso connesse hanno ripercussioni ancor più evidenti sulle imprese familiari, dove la commistione tra elementi familistici e necessità imprenditoriali può talvolta essere di impedimento alla serena impostazione di strategie di lungo termine, alla risoluzione di eventuali conflitti e alla positiva ricomposizione delle divergenze. Il volume, nei suoi tre capitoli, oltre a dar spazio ad un'ampia e articolata ricognizione della tematica, offre un interessante contributo specifico su alcuni casi di successo dell'imprenditoria bresciana. Nel primo contributo, Paolo Prandi e Giovanna Morelli, dopo un'analisi critica delle peculiarità dell'impresa familiare nel contesto italiano ed europeo, approfondiscono la rischiosità connessa al ricambio generazionale per la continuità operativa dell'impresa. Oltre ad offrire una cornice di riferimento anche metodologico dell'intero processo, ne evidenziano le particolarità rispetto all'orientamento dei più diffusi codici di autodisciplina adottati in Italia, utili quale guida nei processi di crescita e di maturazione della governance aziendale. Nel secondo, Massimo Lodi individua nel trust un possibile moderno strumento tecnico per affrontare la prima fase del passaggio generazionale: il trasferimento di proprietà dei pacchetti azionari. Nel terzo, Aldo Amici presenta le testimonianze raccolte presso alcuni imprenditori bresciani "trasmettitori" e "continuatori" che stanno avviando o hanno completato con successo il processo di ricambio generazionale, al fine di riportare la loro "sensibilità" al tema, cogliere e tradurre a sistema le metodologie utilizzate, condividere la bontà delle loro scelte. In sintesi, i risultati dei singoli contributi mostrano come il passaggio generazionale non sia ad oggi per le imprese familiari, al di là della loro dimensione, una scelta facile, scevra da incertezze e dinamiche emozionali. Si tratta piuttosto di un progetto che va meditato nel tempo, che non ammette margini di errore per il bene dell'impresa. Molte imprese bresciane lo hanno compreso e si stanno organizzando.

Imprese di comunità. Innovazione...

Mori P. A. (cur.); Sforzi J. (cur.)
Il Mulino 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Alternativa sia all'impresa capitalistica sia all'impresa pubblica e alla pubblica amministrazione, l'impresa di comunità poggia su due pilastri: la partecipazione della società civile alla produzione e alla gestione di beni e servizi; il perseguimento dell'interesse generale per una determinata comunità locale. In Italia queste nuove imprese svolgono un ruolo importante, perché contribuiscono alla rivitalizzazione di aree rurali a rischio spopolamento, nonché al recupero di aree urbane degradate oppure segnate da fenomeni di marginalità sociale. Come funzionano le imprese di comunità e quali sono i loro tratti fondanti? A partire da un'analisi empirica condotta da Euricse, il volume ne illustra le principali caratteristiche - governance, forme giuridiche, aspetti finanziari, rapporti con gli enti pubblici locali - e ne esamina l'efficacia come strumento di sviluppo locale.

Organizzazione aziendale. Mercati,...

Costa Giovanni
McGraw-Hill Education 2016

Disponibile in 3 giorni

49,00 €
Il testo presenta un quadro concettuale snello ma efficace per avviare il lettore allo studio dell'organizzazione aziendale, con particolare attenzione alla progettazione organizzativa e agli strumenti operativi di cui la prassi aziendale si avvale. Anche in questa terza edizione rinnovata e ampliata, oltre che semplificata nello stile e nell'approccio per rendere il manuale ancora più chiaro, il percorso seguito coniuga il rigore scientifico con un approccio operativo: partendo dai problemi, gli autori attivano le principali teorie organizzative in grado di spiegarli e di fornire un contributo per risolverli. Il linguaggio piano, il ricorso continuo a minicasi aziendali ed esemplificazioni in una nutrita tipologia di box di approfondimento a supporto del testo, le glosse inserite a lato dei paragrafi rendono il volume particolarmente adatto per la didattica. Il testo si rivolge ai corsi di Organizzazione aziendale a Economia e Ingegneria gestionale.

L'imprenditore scugnizzo. La mia...

Lettieri Gianni
Iuppiter 2014

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
"Gianni Lettieri è ciò che in America chiamerebbero un self-made man. Un uomo che si è fatto da solo. Uno che ha cominciato da ragazzo, nel ramo commerciale in cui lavorava il padre, e con l'ingegno e anche la furbizia tipica di un napoletano, si è trasfor

Organizzazione. Teoria,...

Jones Gareth R.; Soda G. (cur.)
EGEA 2012

Disponibile in 3 giorni

44,00 €
Il libro è uno strumento di apprendimento didatticamente efficace e capace di sfidare una materia complessa, multidisciplinare e teoricamente molto frammentata. La costruzione narrativa gioca su un continuo passaggio tra le definizioni dei concetti e la sistematica citazione di esempi e traduzioni pratiche dei concetti stessi. L'autore elabora i contenuti del libro attorno al concetto di organizzazione come potente fonte di vantaggio e differenziale competitivo. Il design organizzativo è proposto come leva competitiva prioritaria e non come processo subalterno alle tradizionali azioni di marketing o di finanza d'impresa. La teoria organizzativa deve fornire strumenti utili a spiegare il vantaggio competitivo delle imprese e, conseguentemente, la progettazione organizzativa può contribuire a generare differenziale competitivo. Sul piano dei contenuti, il libro offre al lettore un inquadramento sistematico di tutto il processo di design organizzativo. Nelle tre parti in cui è articolato sono presentati i modelli e le teorie per l'analisi di come le organizzazioni influenzano, e sono influenzate da, il loro ambiente, i principi di progettazione e gli interventi di cambiamento operati dai manager per migliorare la rispondenza di un'organizzazione al suo ambiente e implementare la strategia. La sezione finale è stata arricchita con quattro importanti casi per approfondire i temi trattati nel libro, agevolare una didattica attiva e stimolare gli studenti nel processo di apprendimento.

Hard e soft intangibles di mercato....

Renoldi Angelo
EGEA 2010

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
In un contesto economico tendente alla globalizzazione, la ricerca del vantaggio competitivo fa assegnamento necessariamente sulla leva strategica degli intangibili, nei differenti ambiti che li caratterizzano, segnatamente la creazione-gestione, la misurazione dell'impatto sulla performance aziendale, la valutazione economica e, non ultima, la tutela. Il lavoro si focalizza sugli intangibili di mercato, nelle due manifestazioni hard e soft, inquadrandone i caratteri qualificanti, i criteri di valutazione economica più avanzati (quali le opzioni reali) e le metodologie di stima del danno economico da contraffazione del marchio. Il testo abbina al rigore metodologico il riferimento a talune esemplificazioni e si rivolge a studenti universitari di corsi specialistici delle Facoltà di Economia e di Giurisprudenza, a manager di imprese intangible-intensive nonché a operatori professionali in campo economico (consulenti aziendali, dottori commercialisti) e in campo giuridico (avvocati, magistrati).

Architettura di business. L'asso...

Pandolfi Luca
Youcanprint 2019

Non disponibile

16,90 €
L'architettura del tuo business è la migliore risorsa esistente. Ed è a tua disposizione fin da subito. Puoi lavoraci immediatamente, applicando i pratici consigli che trovi in questo libro. L'architettura di business è il tuo asso nella manica per non fallire. Fanne il tuo alleato migliore e, allo stesso tempo, la tua arma più potente contro i tuoi concorrenti. Crea un'organizzazione aziendale adattiva, allo scopo di: palesare il tuo posizionamento sul mercato; aumentare la tua leadership; conquistare sempre più quote di mercato; accaparrarti poco alla volta tutti i clienti più importanti dei tuoi concorrenti. Lavora senza sosta sul tuo modello di business per migliorare e ottimizzare tutte le procedure interne all'azienda. Sfrutta al massimo tutte le risorse a tua disposizione, rimuovendo per sempre tutto ciò che è inefficace e improduttivo e che crea soltanto problemi, come i blocchi dei flussi operativi che tengono la tua azienda per il collo, impedendole di crescere e fare quel grande salto di qualità che tanto desideri compiere.

Le SPAC in Italia. Stato di un...

Gigante G. (cur.); Conso A. (cur.)
EGEA 2019

Non disponibile

15,00 €
La «SPAC», acronimo di Special Purpose Acquisition Company, è un veicolo di investimento quotato, la cui raccolta sul mercato dei capitali è destinata ad una o più operazioni di investimento/integrazione in aziende «target» (la "business combination"), entro un termine prestabilito, generalmente compreso fra 18 e 24 mesi. Dal 2011 al 2018 le SPAC hanno contribuito positivamente allo sviluppo dei mercati finanziari italiani, concorrendo a sviluppare una cultura finanziaria più evoluta e moderna. Al 2018 sono state quotate 28 SPAC, per una raccolta complessiva superiore a 3,8 miliardi di Euro, e 17 di queste hanno completato la business combination. Il 2017 è stato l'anno di maggior diffusione in Italia con 10 SPAC ammesse alla quotazione e più di 1,7 miliardi di Euro raccolti, complici fra l'altro l'elevata liquidità a disposizione degli investitori istituzionali e un più favorevole contesto normativo per lo sviluppo del mercato dei capitali. Questa monografia si propone di fornire un quadro di sintesi delle principali caratteristiche che connotano il modello di investimento delle SPAC in Italia, sul piano tanto economico-finanziario quanto giuridico, al fine di giungere ad una valutazione complessiva, per quanto necessariamente provvisoria, di un fenomeno estremamente rilevante per le imprese italiane alla ricerca di capitali. L'analisi viene condotta anche nel confronto con alcuni modelli di investimento alternativi, in particolare la partecipazione in fondi di investimento di private equity.

L'Italia al contrario

Basile Felice
Gruppo Albatros Il Filo 2019

Non disponibile

16,50 €
Questo libro, opera prima di Felice Basile, è il racconto della sua vicenda imprenditoriale, coincisa con uno dei momenti economicamente più difficili per il nostro paese e conclusasi con una vendita all'asta del suo patrimonio.

Come avviare una frutteria. Drink...

Incubatore Creaimpresa 2018

Non disponibile

39,00 €
Già diffuse all'estero, le frutterie stanno cominciando ad affermarsi con successo anche da noi. Un'innovativa formula di locale che va incontro alle crescenti richieste di mangiar sano e che propone un'ampia gamma di bevande e spuntini a base di frutta e verdura, anche biologici, frappè, succhi, centrifugati... Da consumare in loco, per una pausa veloce e stuzzicante, ma anche per il take away. I ricarichi applicabili sui preparati sono elevati e i risultati economici potenzialmente interessanti, tanto più se ci si affida ad una gestione familiare. Il kit Start up (guida-business plan + cd-rom) consente di non perdere tempo e di non commettere errori. Il kit contiene tutte le informazioni per progettare, valutare, realizzare e lanciare con successo l'attività: i prodotti/servizi che si possono offrire, come trovare i clienti, come organizzare l'attività, ecc. Il cd contiene un foglio di calcolo per analizzare investimenti, ricavi e costi e prevedere quanto si può guadagnare, tutti gli adempimenti necessari, contributi a fondo perduto e altre agevolazioni, legislazione, forme giuridiche possibili, oltre a molte foto sull'attività.

Le startup innovative in Italia....

Matricano Diego
Giappichelli 2018

Non disponibile

22,00 €
Partendo della Legge n. 221 del 18 dicembre 2012 che, per la prima volta, disciplina le startup innovative in Italia, il volume intitolato "Le startup innovative in Italia. Gli aspetti manageriali e il loro impatto sulla performance" rilegge in modo critico alcuni requisiti richiesti dal governo affinché una startup possa essere definita tale. Questi riguardano il sostenere una determinata spesa in R&S, l'assumere una certa percentuale di addetti alla ricerca e l'essere titolare o licenziataria di un brevetto. Attraverso l'analisi dei dati diffusi dal Ministero dello Sviluppo Economico sono state ricostruite le performance - non sempre soddisfacenti - che le startup innovative hanno conseguito in Italia. Alla luce di ciò, il volume "Le startup innovative in Italia. Gli aspetti manageriali e il loro impatto sulla performance" invita i policy makers, gli studiosi e gli esperti del settore a valutare e proporre misure capaci di migliorare la performance delle startup innovative in Italia.

La società di mutuo soccorso....

Di Cimbrini Tiziana
Aracne 2018

Non disponibile

9,00 €
Lo studio approfondisce il profilo economico-aziendale della società di mutuo soccorso quale specifica tipologia di ente del terzo settore. Si tratta di una realtà poco conosciuta che nei prossimi anni dovrà affrontare le sfide più impegnative per il proprio sviluppo e forse anche per la propria sopravvivenza, almeno nella sua formulazione originaria. Il percorso di analisi trova ispirazione nella concezione sistemica dell'azienda, con l'auspicio che una più approfondita e diffusa conoscenza delle dinamiche aziendali che caratterizzano la mutualità possa contribuire al superamento dei suoi punti di fragilità e all'innesco di un circolo virtuoso di crescita.

La dimensione intangibile della...

Papa Armando
Eurilink 2018

Non disponibile

20,00 €
Il presente volume fonda le proprie radici nella branca della letteratura manageriale concentrata sui sistemi di governance in Italia, stabilito che sia difficile convogliare gli studiosi (sia in accademia che in management) verso un itinerario di path-dependence poiché diverse sono le criticità e divergenti sono gli approcci. Il presupposto di quest'impostazione, se vogliamo, annunciava una dimensione "patologica" della corporate governance, poiché presagiva rapporti basati sulla fonda (arm's lenght), sul potere contrattuale, sui conflitti e sull'ostilità che dedicavano scarsa attenzione al molo della famiglia come meccanismo endemico di funzionamento del sistema impresa. Di fatto, non sempre nelle realtà imprenditoriali, soprattutto quelle complesse come i family business questo accade: anzi, spesso, il simbiotismo e la collaborazione tra chi gestisce e chi controlla sono alla base di un'efficiente gestione dell'organizzazbne. Parallelamente, gli studiosi di management convinti hanno sottolineato la necessità che l'azione di governo aziendale prendesse in considerazione altri elementi dell'impresa, ascrivibili alla natura più squisitamente intangibile della stessa, quali: la reputazione, l'immagine, l'organizzazione, il brand, i processi produttivi, il territorio. Tutti questi elementi sono attribuibili non più alla sola dimensione capitalistica della governance bensì ad una emozionale, la quale coinvolge un parterre di portatori di interesse ben più ampio, in primis la famiglia di controllo che diventa il punto di congiunzione al rapporto biunivoco con l'ambiente estemo. Attraverso un'analisi a due livelli della letteratura derivante dagli studi sociali e manageriali (Hirschman, 1970; Roethlsberger, 1977; Potter & McKibbin, 1988; Leavitt, 1989; Mintzeberg & Gosling, 2002; Pfeffer & Fong, 2002; Donaldson, 2002), viene esaminato l'impianto di governo dell'impresa familiare enfatizzandone una nuova modularità che richiama i contenuti di proprietà emotiva ed affettiva che coinvolgono la sopravvivenza dell'azienda nel lungo periodo. Richiamando la teoria della complessità sistemica (Golinelli & Gatti, 2001; Maggioni, 2007; Dezi, 2010), il ruolo di governo e di gestione aziendale in carico alla famiglia di controllo (Le. la governance) si prospetta come uno dei fattori intangibili più influenti sulle strategie e le performance dell'impresa. La novità di questa prospettiva interpretativa, rispetto agli studi prevalenti sulla tematica, deriva dalle numerose domande di ricerca che emergono quando si analizzano i meccanismi di gestione dell'impresa, nel dialogo tra organo di governo e struttura operativa e nell'interpretazione cognitiva della performance. Il modello alla base del presente studio supporta la tendenza a dover riconsiderare la gestione ed il governo dell'impresa, non soltanto in funzione di elementi "hard" legate alla performance quanto l'introduzione di elementi di intangibilità: quali l'emozionalità ed il clima aziendale da parte del manager-imprenditore di script cognitivi che favoriscano il processi di successione familiare negli assetti proprietari dell'impresa, la cui combinazione tacita e nascosta con la sua proprietà racchiude le vere fonti del vantaggio competitivo, quindi della performance di lungo periodo del family business.

Networks, knowledge and complexity....

Dagnino G. Battista; Levanti Gabriella; Mocciaro Arabella
Giappichelli 2018

Non disponibile

31,00 €
Il volume "Network, knowledge and complexity. An inquiry into the architectural dynamics of strategic networks" è una monografia scientifica che sintetizza l'attività di ricerca dei tre autori finalizzata a indagare le dinamiche sottese alla formazione e allo sviluppo dei network strategici tra imprese e della loro architettura connettiva multilivello. Nel volume viene elaborato e applicato un framework concettuale, interdisciplinare e multilivello, che chiarisce il funzionamento e le dinamiche dei network strategici e il potenziale di creazione di valore ad essi associato. Nonché, esplicita i driver (interni ed esterni, deliberati ed emergenti) che guidano tali dinamiche. Il volume "Network, knowledge and complexity. An inquiry into the architectural dynamics of strategic networks", scritto in lingua inglese, è principalmente rivolto agli studiosi di economia e gestione delle imprese. Tuttavia, si ritiene che esso possa supportare le decisioni di governo dei manager le cui imprese operano nell'ambito di network strategici.

L'impegno sociale delle aziende in...

Orsi R. (cur.)
Osservatorio Socialis 2018

Non disponibile

30,50 €
Il volume pubblica i dati sul fenomeno della CSR (Corporate Social Responsibility) e l'impegno delle imprese sui terreni sociali e della sostenibilità ambientale. Vengono rappresentati il volume degli investimenti, i criteri di sceltale previsioni per il futuro, e i trend collegati allo sviluppo dell'economia e del businness. La statistica viene realizzata su un campione rappresentativo di aziende italiane con più di 80/100 dipendenti.

Il quinto paradigma. Come...

Lisca Fabio
Franco Angeli 2017

Non disponibile

22,00 €
Innovazione continua, crescita costante, adattamento veloce, margini elevati in qualsiasi condizione di mercato: come raggiungere questi quattro obiettivi che tutte le aziende perseguono? Come ottenere trasformazione continua e generare nuovi business? È in primo luogo nel paradigma organizzativo a cui fanno riferimento le persone che si trova la chiave. Il paradigma attualmente più diffuso, predizione e controllo, porta infatti disfunzionalità all'interno delle organizzazioni, provocando disengagement, deresponsabilizzazione e insoddisfazione; al contrario, il paradigma emergente dell'autonomia condivisa permette alle organizzazioni, al di là del settore di appartenenza e delle dimensioni, di diventare agili e di rispondere con velocità e flessibilità agli stimoli del mercato. Cambiare il mindset delle persone e capire che esistono modalità di governance più efficaci è la condizione per cogliere tutte le potenzialità di un'organizzazione, e ottenere risultati migliori e duraturi. Attraverso l'esempio di aziende che hanno saputo reinventarsi adottando il "quinto paradigma", il volume illustra non solo le differenze tra i diversi paradigmi oggi diffusi ma anche i principi, i metodi e gli strumenti di quello di autonomia condivisa, offrendo uno spunto d'interesse per imprenditori, manager, responsabili di risorse umane, coach e consulenti organizzativi.

L'espansione della criminalità...

Fondazione Gaetano Costa (cur.)
CEDAM 2017

Non disponibile

16,00 €
La ricerca scientifica sull'espansione della criminalità organizzata al nord d'Italia e sulle sue infiltrazioni nell'attività di impresa svolta dagli studiosi vincitori delle borse di studio bandite dall'Università di Palermo, e finanziate dalla Fondazione Gaetano Costa, consiste in un'analisi critica del materiale giurisprudenziale di prevalenza lombardo, utile a tracciare efficaci e concrete strategie di contrasto della criminalità organizzata al nord d'Italia. Ci si interroga sulla necessità di una riforma legislativa dell'art. 416 bis del codice penale che consenta di soddisfare le esigenze repressive rispetto alle nuove tipologie di associazionismo mafioso che al nord si affiancano ad un capitalismo "politico-criminale" che tende a favorirne la diffusione.

Come gestire il passaggio...

Oberegelsbacher Gian Andrea; Leading Network
Ipsoa 2017

Non disponibile

33,00 €
Il libro fornisce un modello di management per gestire la fase del passaggio generazionale in azienda. L'opera è frutto dell'esperienza di temporary manager che hanno guidato numerosi imprenditori nel corso del passaggio generazionale mettendosi, temporaneamente, al timone dell'azienda da trasmettere agli eredi. Gli autori affrontano tutti i temi più scottanti illustrando come accompagnare l'imprenditore e la sua famiglia senza che l'impresa subisca indesiderati contraccolpi: come gestire la fase del passaggio con il metodo di management delle 4P di leading; come utilizzare il business pian; come gestire gli aspetti psicologici riguardanti la gestione dei conflitti nel corso del passaggio generazionale; come affrontare il tema del credito di fiducia e delle deleghe ai figli; come affrontare il tema della formazione dei figli sin dalle superiori; cosa fare se i figli non sono interessati all'azienda del fondatore o non vi siano eredi: dalla managerializzazione dell'impresa alla cessione; come tenere presente gli aspetti normativi, fiscali e legali. Il libro è infine arricchito da numerosi casi aziendali di passaggio generazionale realmente affrontati da temporary manager. Un capitolo, questo, che è il più interessante di tutti, perché esemplifica attraverso soluzioni concrete di management come si è gestita la delicata fase della trasmissione dell'azienda ai figli del fondatore. Prefazione di Maurizio Quarta.

Lack of control. Problematiche...

Cirillo Alessandro
CEDAM 2017

Non disponibile

27,00 €
In ambito valutativo, il "lack of control" esprime l'impossibilità di accedere al controllo societario e alle sue prerogative. Il concetto di controllo è assimilabile, nella fattispecie, a un asset stimabile in via autonoma che può essere acquisito solo al raggiungimento di specifiche soglie di capitale sociale. La dottrina economico-aziendale è concorde nell'assegnare un premio di controllo qualora una partecipazione non totalitaria consenta, in ragione della sua entità, di ottenere tale asset. Di contro, nel caso in cui il controllo sia precluso e laddove l'interessenza partecipativa assegni poteri ridotti al suo possessore, si è soliti configurare uno sconto di minoranza o per ridotti poteri. L'applicazione dei premi di controllo e degli sconti di minoranza consente il passaggio da un valore economico a un valore strategico. Il valore economico - dal quale partire per approfondire il tema proposto - è quello nella sua configurazione stand alone, ovverosia il valore economico del capitale d'impresa stimato, nella sua totalità, da un perito (soggetto terzo rispetto a qualsivoglia investitore) in ipotesi di trasferimento d'azienda (o di un suo ramo). La valutazione delle interessenze partecipative, non totalitarie, non può basarsi esclusivamente sul riparto proporzionale del capitale economico d'impresa, poiché dovrà considerare anche i premi e gli sconti intesi come quei plusvalori e minusvalori che saranno addizionati o sottratti al valore stand alone al fine di cogliere l'accesso, o meno (lack of), al controllo societario ed alle sue prerogative. Il controllo aziendale e il suo impatto sul valore delle partecipazioni non totalitarie sono i temi portanti del presente volume. In particolare, il lavoro è focalizzato sul discount for lack of control, declinato sulla base dalla sua definizione, del valoriale economico maggiormente idoneo per la sua applicazione e, infine, della determinazione analitica. Nel primo capitolo, lo scritto analizza il premio di controllo, i benefici privati del controllo e lo sconto di liquidità (alternativamente identificato come sconto per mancanza di negoziabilità). Il secondo capitolo è integralmente dedicato allo sconto di minoranza, all'analisi della sua consistenza teorica e delle principali modalità di calcolo. Infine, oggetto dell'ultimo capitolo è un'indagine empirica condotta sul mercato italiano al fine di determinare quantitativamente lo sconto per ridotti poteri.

Lettere dal futuro. Generazioni di...

Cuneo G. (cur.)
EGEA 2016

Non disponibile

24,00 €
"Salire sulle spalle di giganti" avrebbe potuto essere il titolo di questo libro. Perché non è facile per le generazioni successive prendere in mano le redini dell'azienda e proseguire nel solco della tradizione imprenditoriale di famiglia. Eppure le lettere di questo libro testimoniano che quello che fa grande il capitalismo familiare italiano è la capacità di continuare a generare e tramandare lo spirito imprenditoriale. Questo non vuol dire che non si compiano errori, che non ci siano attriti in famiglia, che a volte non sia necessario cercare appoggi all'esterno. Anzi. Ma spesso questo nostro capitalismo familiare ha la grande capacità di reagire, di fare di più e meglio. Non ci sono regole e precetti che possano essere applicati in maniera indistinta a tutte le imprese familiari, ma queste lettere contengono spunti interessanti su come realizzare in modo efficace la transizione nella gestione dell'azienda o del patrimonio familiare, su strategie e azioni per garantire il futuro dell'impresa. Sui valori che devono essere alla base di ogni attività. Certo, gli esempi riportati nel libro riguardano un'anomalia, un gruppo fortunato ma decisamente minoritario di aziende ben gestite, sopravvissute a periodi di crisi, che oggi crescono, investono e guardano al futuro senza ansia. Ma, in un paese in declino strutturale come l'Italia, abbiamo da imparare da queste imprese se vogliamo che "l'anomalia" si allarghi. Presentazione di Elena Zambon.

L'economia del su misura....

Manfredi Paolo
Marsilio 2016

Non disponibile

12,00 €
L'Italia è un paese incompatibile con l'innovazione e le tecnologie digitali? Non è vero, a dispetto di molte opinioni ricorrenti. I ritardi nella digitalizzazione dell'Italia hanno soprattutto a che fare con scelte culturali, organizzative e politiche che hanno preferito imitare senza successo modelli d'importazione piuttosto che guardare alle potenzialità d'innovazione del Paese e delle sue imprese, in particolare quelle a "valore artigiano". Fra gli imprenditori descritti in questo libro c'è un capitale nascosto di competenza, creatività e resilienza fondamentale per fare ripartire il Paese, che deve essere conosciuto e valorizzato.

Cooperative e imprese di capitali:...

Zanotti Antonio
Rubbettino 2016

Non disponibile

18,00 €
Che le Società di capitali e le Società cooperative perseguano finalità diverse, è una questione unanimemente accettata; ma nel loro agire quotidiano quanto sono simili e quanto sono diverse? Se pochi dubbi esistano sulla finalità delle società di capitali di remunerare il capitale investito, la finalità mutualistica delle cooperative è oggetto di ampia e non risolta discussione. Questo studio ha come oggetto un'analisi comparata della mutualità, così come elaborata da giuristi economisti e nei principi cooperativi statuti dall'International Cooperative Alliance. Anche se in questi studi è possibile trovare un'interpretazione mainstream legata alla finalità della cooperativa di remunerare gli apporti dei soci (ristorno) e non il capitale di rischio, restano, però in ombra altri principi come il controllo democratico, la libera adesione, l'accantonamento a riserva indivisibile e la collaborazione intercooperativa, che finiscono per richiamare spiegazioni non economiche ma antropologiche, non la finalità egoistica del socio cooperatore, ma la sua natura altruistica. La conclusione dell'Autore si distacca da quest'interpretazione, sostenendo che i principi cooperativi sono un tutt'unico e solo in questo senso è concepibile la mutualità, ricercandone la coerenza dal punto di vista della teoria economica, allontanandosi da interpretazioni che assomigliano a vie di fuga verso altre discipline, per giungere alla conclusione che tutti possono essere cooperatori, perché cooperatori si diventa e non necessariamente si nasce.

Napoli oltre la crisi. Un futuro...

D'Antonio M. (cur.)
Guida 2016

Non disponibile

15,00 €
I testi, scritti e pubblicati qui per la prima volta, sfuggono i due luoghi comuni, gli stereotipi dominanti su Napoli: una città in lento e irrimediabile declino con un'economia locale strangolata da forze esterne, da molti osservatori individuate in uno Stato nemico e nel Nord d'Italia egoista. Gli autori documentano invece che a Napoli sopravvivono e talvolta si fanno strada con successo imprese vitali e gruppi sociali emergenti: nell'industria manifatturiera dove convivono produzioni innovative e attività tradizionali; nei nuovi mezzi di comunicazione e nell'uso del patrimonio storico; nell'accoglienza dei turisti; nelle regole del mercato del lavoro; nella bonifica del territorio. Gli ostacoli al progresso dell'economia e della società napoletana, secondo gli autori, non vengono dall'esterno bensì dall'interno: dal cattivo funzionamento delle istituzioni pubbliche locali e dal ceto politico che le governa stancamente.

People side e internalizzazione....

Gonzáles Julio
Guerini Next 2016

Non disponibile

17,00 €
Di fronte ad opportunità di crescita in territori fuori confine, imprenditori e aziende attivano sforzi di ogni tipo per arrivare alla "Terra Promessa": cercano agenti di commercio, formalizzano la creazione di uffici di rappresentanza e i più sicuri arrivano fino a comperare aziende o ad entrare in joint-venture con altri. Per compiere tutte queste attività, normalmente ci si avvale della collaborazione di enti specializzati, i quali certamente forniscono input utili che facilitano la comprensione della situazione che si incontrerà nel Paese di arrivo. Frequentemente però, con il passare del tempo, le aspettative si rivelano sovradimensionate rispetto ai risultati effettivamente conseguiti. Molti esperti ritengono che un alto numero di insuccessi nelle fusioni e acquisizioni è determinato dalla mancata comprensione e gestione degli aspetti legati alle persone, ovvero al People Side. I problemi sono molteplici: la mancanza di personale qualificato, i costi non sempre in linea con quanto preventivato, le differenze e gli shock culturali. Con questo libro ci si propone di dare una chiave di lettura operativa degli aspetti gestionali del People Side nelle operazioni internazionali. Il tema sarà affrontato attraverso un itinerario logico delle attività: scelta della location, due diligence, take over, primi cento giorni, ricerca di personale, necessità di assicurare una retention.

Il futuro del lavoro. Le persone, i...

Morgan Jacob
Franco Angeli 2016

Non disponibile

25,00 €
La maggior parte delle persone pensa al lavoro in termini di stress, fatica, routine. Il dipendente viene spesso considerato poco più di un servo, mentre l'impresa è vista come una combriccola di furfanti dedita a perseguire profitti. Abbiamo poi il manager, a cui si guarda come a una sorta di nuovo schiavista. In pratica, saremmo tutti delle pedine che, sorvegliate da temibili guardiani, lavorano ogni giorno faticosamente al servizio di una gang. Questa è l'immagine che abbiamo delle nostre aziende da oltre 150 anni! La buona notizia è che il mondo del lavoro oggi sta cambiando. Molti di noi lo percepiscono e ne sono testimoni, ma non sanno esattamente il perché di questo cambiamento e quale impatto avrà sulla nostra vita. "Il futuro del lavoro" è una bussola che può aiutare a orientarsi in questo contesto in continua evoluzione. Non discute di prospettive lontane, ma si concentra su quanto può realizzarsi già nei prossimi tre-sei anni. Con le nuove tecnologie a nostra disposizione e la velocità dei nuovi mezzi di comunicazione dobbiamo attenderci che le cose cambino molto rapidamente. Rimanere al passo di questi cambiamenti significa comprendere che il lavoro e le imprese così come le conosciamo sono realtà che appartengono al passato, destinate a modificarsi radicalmente sotto la spinta delle nuove generazioni, dei nuovi comportamenti indotti dai social media e dal Web, delle nuove tecnologie, della maggiore mobilità e della globalizzazione.

PMI E M&A in Italia. Una strada...

Franco Angeli 2016

Non disponibile

28,00 €
Con la ripresa del mercato internazionale e locale dell'M&A gli autori hanno inteso analizzare il complesso processo sottostante un'operazione di acquisizione o di fusione considerando altresì le diverse fasi del relativo ciclo di vita di un'impresa: start-up, crescita, consolidamento e ristrutturazione. L'analisi intende evidenziare come le scelte strategiche ed operative di crescita esterna, quali ad esempio l'entrata in un nuovo mercato, l'aumento della propria quota di mercato, il completamento del livello di integrazione orizzontale o verticale sul mercato, l'acquisizione di know how, brevetti, brand, possono divenire concretamente, con la presentazione di numerosi casi, scelte di successo e di vera creazione di valore. Le operazioni di M&A possono, però, risultare operazioni molto rischiose e di insuccesso se, ad esempio, nel corso di tutto il processo gli attori coinvolti non definiscono in anticipo ed in maniera precisa gli obiettivi dell'operazione, effettuano due diligence insufficienti, non studiano adeguatamente le possibili integrazioni tra le realtà coinvolte, non valutano correttamente il pricing dell'operazione, si focalizzano su dettagli non rilevanti nella trattativa, tralasciando una visione complessiva del progetto. Il testo si propone quindi di presentare, sulla base della concreta esperienza degli autori, anche gli errori da evitare ed i percorsi virtuosi da seguire per realizzare un'operazione di M&A di successo.

L'impegno sociale delle aziende in...

Orsi R. (cur.)
Osservatorio Socialis 2016

Non disponibile

18,00 €
Il volume contiene grafici e commenti della statistica realizzata dall'Osservatorio Socialis per indagare e conoscere i contorni del fenomeno della responsabilità sociale delle imprese in Italia: numero delle imprese impegnate, terreni di intervento, importo degli investimenti, trend e confronti con le rilevazioni degli anni precedenti.

Come gestire 5 generazioni in...

Pierantoni Isabella
GiveMeAChance 2015

Non disponibile

15,00 €
Un saggio sulla convivenza, non sempre facile, delle diverse generazioni in azienda. Una indagine rigorosa su com'è cambiato il nostro mondo del lavoro e su come approcciarlo per trasformare un momento di crisi mondiale in un futuro di grande opportunità.

Dialogo sul sistema dei controlli...

Abbadessa P. (cur.)
Giappichelli 2015

Non disponibile

20,00 €
In qualsiasi libro, anche se frutto dell'opera di autori diversi, il titolo non è mai un dettaglio insignificante. Anche il titolo di questo libro Dialogo sul sistema dei controlli nelle società - già di per sé contiene alcune indicazioni significative su quanto può attendersi il lettore che si accinge a scorrerne le pagine. I contributi da cui l'opera è composta, frutto della penna di studiosi del diritto commerciale la cui notorietà non abbisogna di essere in alcun modo sottolineata, pur affrontando aspetti diversi del tema cui il titolo allude, ruotano intorno ai medesimi nodi problematici, che da sempre rendono quel tema particolarmente spinoso. Non una semplice collana di scritti, posti l'uno di seguito all'altro, ma, per l'appunto, un dialogo, in cui l'attento lettore, pur in assenza di espliciti rimandi reciproci, non mancherà di scorgere i momenti di convergenza e quelli di divergenza nell'impostazione e nella soluzione dei tanti problemi che punteggiano la materia.

Lavoro e impresa: la partecipazione...

Zoli C. (cur.)
Giappichelli 2015

Non disponibile

15,00 €
Questo volume raccoglie la rielaborazione delle relazioni tenute in occasione del Convegno, svoltosi a Bologna il 18 giugno 2014, organizzato dal Centro Studi in Diritto del lavoro "G. Ghezzi e F. Mancini" in collaborazione con l'Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo. Il volume si propone di ricostruire l'intenso dibattito che, dall'immediato secondo dopoguerra ad oggi, sia pure specie in Italia in modo non continuativo, ha riguardato il tema della partecipazione e, in un'accezione più ampia, il coinvolgimento dei lavoratori tanto nella gestione, quanto nei risultati delle imprese. In un'ottica interdisciplinare e comparata, che si fonda sul confronto tra costituzionalisti, giuscommercialisti e giuslavoristi, si ricostruiscono l'evoluzione della normativa europea e le esperienze partecipative maturate in alcuni Paesi europei, sino ad esaminare i recenti disegni di legge presentati in Italia e, da ultimo, la delega prevista dall'art. 4, comma 62, I. n. 92/2012, che peraltro non hanno per ora avuto successo. Tuttavia, sia pur nel confronto dialettico tra opinioni diverse, emerge la perdurante attualità del tema affrontato, che la crisi economica e lo spostamento del baricentro delle relazioni industriali verso l'impresa hanno inevitabilmente favorito.