Diritto: cittadinanza e nazionalità

Active filters

I confini mobili della cittadinanza

Giappichelli

Non disponibile

23,00 €
La "cittadinanza" è istituzione di lunga durata, che affonda le sue radici in concetti del passato quale politeia della Grecia antica o civitas della cultura giuridica romana. Privata dei molteplici aggettivi (giuridica, politica, sociologica, nazionale, plurale, digitale, effettiva, proattiva, etc.), con la quale è stata qualificata nel corso degli studi, descrive nella sostanza i legami che un individuo ha con una determinata comunità. Tale relazione si invera in una dimensione spaziale (la civitas, lo Stato) ed è influenzata da elementi economici, politici, normativi, sociali e culturali, che ne restituiscono un'immagine plurale: "cittadinanze". L'attuale cittadinanza, ancora fortemente condizionata dalle finalità dello Stato-nazione, si riduce a gestire le modalità per l'acquisizione dello status di cittadino, riconosciuto tale dall'ordinamento giuridico. Alla luce, però, delle grandi trasformazioni ("globalizzazione", primato della "persona" sul "cittadino", interferenza delle istituzioni sovranazionali su quelle locali), che nell'ultimo mezzo secolo hanno inciso significativamente sulla natura dello Stato-nazione, la cittadinanza ha subìto cambiamenti così profondi da farci chiedere se sia in grado di contribuire a risolvere il conflitto cittadini-stranieri in un'ottica inclusiva e non divisiva. Se cioè, sotto il peso destabilizzante delle attuali migrazioni, riesca a gestire la piena acquisizione dei diritti della persona nel rapporto libertà-uguaglianza e non, invece e suo malgrado, a fomentare l'inutile e pericoloso antagonismo fra il cittadino e lo straniero. È con tale dualismo che gli autori del volume hanno provato a cimentarsi.

La cittadinanza italiana

Calvigioni Renzo
Maggioli Editore

Disponibile in libreria

50,00 €
Il libro intende fornire un quadro dell'attuale normativa in materia di cittadinanza italiana, illustrando i principi generali e la disciplina dell'attribuzione, acquisto, perdita e riacquisto della cittadinanza italiana. Si rivolge a tutti coloro che sono interessati ad approfondire la materia ma principalmente agli ufficiali di stato civile chiamati a svolgere numerosi adempimenti a seguito delle variazioni di cittadinanza degli interessati. Oltre agli aspetti teorico-giuridici, viene data particolare rilevanza ai contenuti procedurali: gli adempimenti che devono essere svolti ad ogni variazione di cittadinanza rientrano nella disciplina del procedimento amministrativo del quale debbono seguire il percorso, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. Da evidenziare quindi, la seconda parte di ogni capitolo contenente le indicazioni sulle procedure da seguire e sulla formazione degli atti, l'esposizione di esempi, casi pratici e la modulistica da utilizzare.

Competenza è cittadinanza

Maggioli Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

29,00 €
L'approvazione della legge 20 agosto 2019, n. 92 sull'educazione civica richiede alla scuola di ripensare le proprie pratiche educative e didattiche, collegando a fondo il tema della cittadinanza con quello delle competenze. Entrambi i termini - questa è la tesi sostenuta nel libro - sono fortemente connessi e non c'è cittadinanza attiva e consapevole se mancano gli strumenti culturali (i saperi, le competenze) necessari per vivere con autonomia e responsabilità nella società complessa di oggi. Il volume si presenta in forma di antologia di saggi curati da valenti autori, che hanno già collaborato con "Rivista dell'istruzione" su questi temi, ed è organizzato in 5 parti, ognuna con introduzioni curate da Giancarlo Cerini. La parte I analizza le proposte di legge e i loro retroscena, la parte II pone alcuni concetti basilari sui fondamenti della cittadinanza e la loro ricaduta in classe, la parte III presenta un'analisi sulle competenze chiave e di cittadinanza, la parte IV affronta il nodo dell'apporto delle diverse discipline alla cittadinanza e la parte V presenta esempi e modelli operativi. L'organizzazione del volume - corredata con appendici di documenti e norme - e la qualità degli autori rendono il testo uno strumento utile per approfondire la questione della cittadinanza a scuola, nei suoi indispensabili risvolti culturali, pedagogici e didattici.

Introduzione ai diritti di...

21,00 €
Indice del volume: Nota del curatore (in occasione della pubblicazione della terza edizione) Lauso Zagato. A guisa di introduzione "Cittadinanza. Trasformazioni e crisi di un concetto" Enrica Rigo. Parte I: La cittadinanza nel rapporto fra ordinamenti. "La

Il riconoscimento della...

Calvigioni Renzo
Maggioli Editore

Non disponibile

38,00 €
Nel volume sono affrontati gli aspetti normativi, procedurali e operativi del riconoscimento del possesso ininterrotto della cittadinanza italiana ai cittadini di origine italiana: si rivolge agli ufficiali di stato civile, anagrafe e a tutti gli operatori dei servizi demografici che debbono gestire le complesse vicende di coloro che fanno richiesta di iscrizione anagrafica, presentando contestualmente istanza e documentazione relativa alla cittadinanza.Vengono esaminate le disposizioni che disciplinano la discendenza dall'avo italiano, cosda consentire la verifica delle condizioni che prevedono la trasmissione della cittadinanza fino al richiedente, tenendo conto anche della giurisprudenza Costituzionale e di Cassazione. Sono analizzate le problematiche e le procedure anagrafiche quale primo passaggio per attivare la competenza del comune: gli accertamenti sull'iscrizione anagrafica e il rispetto dei termini incidono sostanzialmente sulla regolaritdella procedura. Sono illustrati i compiti dell'ufficiale dello stato civile, relativi al procedimento amministrativo attivato dall'istanza di parte, fino ad arrivare alla definizione, negativa o positiva e, in quest'ultimo caso, alla trascrizione degli atti di stato civile e agli adempimenti conseguenti che coinvolgono ancora l'ufficiale di anagrafe per i relativi aggiornamenti.Non mancano gli esempi pratici, l'esame di una ricca casistica, la modulistica (anche in formato compilabile) da utilizzare per le diverse procedure, la normativa e le circolari di riferimento.L'opera rappresenta quindi uno strumento operativo di reale e concreto supporto agli addetti ai servizi demografici, che possono cosagire nel modo picorretto e sempre nel rispetto della normativa vigente. Renzo CalvigioniGiresponsabile Servizi Demografici, esperto e docente Anusca, Direttore della Rivista "I Servizi Demografici". Tiziana PiolaResponsabile Servizi Demografici del comune di Savona, esperta e docente Anusca. L'acquisto del volume include la consultazione online della modulistica in formato compilabile.All'interno del volume sono presentile istruzioni per accedere all'area riservata del sito approfondimenti.maggioli.it

Cittadinanza: né breve né lunga,...

fMC Magna Carta

Non disponibile

8,00 €
Il tema della concessione della cittadinanza è di grande attualità. Da più parti si propone un alleggerimento dei requisiti per diventare cittadini italiani ed in particolare la cosiddetta "cittadinanza breve". Ma impostato così il tema, il rischio è solo quello di alimentare equivoci e favorire l'adozione di soluzioni legislative inutili, se non dannose. La "cittadinanza" attiene al nucleo fondamentale della legislazione di uno Stato, esprimendo, in particolare, l'identità politico-giuridica del cittadino, le modalità della sua partecipazione alla vita politica, l'insieme dei suoi diritti e doveri. La cittadinanza esiste in quanto esistono le nazioni, e le regole che disciplinano la concessione della cittadinanza dovrebbero essere sempre definite sulla base di un'idea consapevole e condivisa della comunità nazionale e dei suoi interessi. La cittadinanza non è un "diritto", ma è piuttosto un patto. Un patto fra la collettività nazionale e l'aspirante cittadino. Un patto che non serve a favorire il processo di inserimento dei non cittadini che abbiano deciso di vivere stabilmente in Italia, ma - al contrario - si pone come momento finale di un processo di reale e compiuta integrazione.

Cittadini di un'Europa nuova. Il...

Vincenzi Marta
Forum Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
L'ordinamento comunitario più recente riconosce nei servizi di interesse generale un vero e proprio "diritto di cittadinanza": le istituzioni comunitarie e gli stati membri sono quindi tenuti ad attuare servizi pubblici locali (energia, trasporti, rifiuti) e servizi non economici (sicurezza pubblica, sanità, università) sulla base di esigenze di continuità, qualità ed a condizioni economiche ragionevoli. Viene proposto in questo volume un modello a carattere locale impostato sulle norme comunitarie di liberalizzazione e su un disegno incisivo di regolazione, in grado di garantire il buon funzionamento del mercato e soprattutto di tutelare i diritti degli utenti/consumatori. Il percorso di integrazione comunitaria si realizza anche attraverso il diritto allo sviluppo economico nel contesto della logistica: un diritto di cui godono specificamente le imprese e che impone la realizzazione di infrastrutture comunitarie, l'avvio di politiche economiche corrispondenti e, soprattutto, la promozione di servizi di interesse generale in materia.

Introduzione ai diritti di...

Zagato L.
18,00 €
Parte I Cristiana Fioravanti La cittadinanza nel rapporto fra ordinamenti la disciplina giuridica della cittadinanza italiana: fra regime vigente e prospettive di riforma Serena Forlati La cittadinanza nel diritto internazionale Alessandra Pietrobon Cittad

I diritti sociali: un percorso...

Casadei Thomas
Firenze University Press

Non disponibile

14,90 €
La controversa nozione di diritti sociali si colloca al cuore dei rapporti tra alcune categorie-chiave del lessico filosofico-giuridico come quelle di eguaglianza, solidarietà, cittadinanza, Stato sociale. Dalla trattazione della loro genesi sul finire del Settecento, con particolare attenzione alle argomentazioni di Thomas Paine, si passa alla disamina del loro sviluppo, della loro configurazione giuridica e delle critiche ad essi rivolte nel corso del Novecento, fino ad arrivare alle teorie del basic income (o "reddito minimo garantito"), intese come proposte alternative e di superamento dei diritti sociali (e delle forme giuridico-costituzionali in cui essi hanno preso corpo). La questione è in tal modo affrontata fino al contesto della globalizzazione e dei complicati processi di unificazione europea, anche al fine di individuare percorsi di rilancio 'dal basso' della democrazia stessa. L'idea di fondo è che i diritti sociali siano, a pieno titolo, "diritti fondamentali" e "umani" e che per essere esigibili abbiano bisogno di due condizioni strutturali: essere concepiti come "indivisibili", "interdipendenti" e "interconnessi" rispetto agli altri diritti fondamentali (ciò che è sancito dalla Dichiarazione di Vienna del 1993) ed essere radicati contestualmente entro uno spazio sociale e istituzionale che oggi non può che essere multilevel ma che, al tempo stesso, non prescinde dal potere regolatore e attuativo degli Stati.

Formulario della cittadinanza...

Benini Grazia
EDK Editore

Non disponibile

95,00 €
L'opera, grazie al suo stile pratico e diretto, alle numerose indicazioni operative ed al supporto di schemi e modelli di pronto utilizzo rappresenta un prezioso strumento per l'applicazione di una normativa così ampia e complessa da parte degli Ufficiali di Stato Civile.