Pesca e industrie affini

Filtri attivi

Cinquant'anni di economia marittima...

Federazione del mare (cur.); CENSIS (cur.)
Franco Angeli 2020

Non disponibile

16,00 €
Il libro racconta gli ultimi cinquant'anni di economia marittima, mettendone a fuoco il ruolo nell'approvvigionare un'Italia povera di materie prime e assicurarne le esportazioni, quello imprescindibile giocato dall'industria armatoriale nell'equilibrio produttivo del Paese e nella sua sostenibilit la crescita economica e occupazionale della nostra cantieristica navale e da diporto, l'evoluzione della pesca, quella della portualitnazionale nel sistema trasportistico europeo e negli scenari della globalizzazione. L' idea di questo lavoro nata in occasione della ricorrenza del 50 Rapporto Censis sulla Situazione Sociale del Paese. Per volontdella Federazione del Mare, dei gruppi d'Amico e Grimaldi e di Ucina-Confindustria Nautica, la lunga accumulazione interpretativa del Censis stata ripercorsa in parallelo all'evoluzione nel tempo dell'economia marittima nel nostro Paese. Le vicende che a vario titolo hanno riguardato le diverse attivitmarittime, infatti, sono intimamente legate sia ai principali cambiamenti intervenuti nella struttura economico-produttiva mondiale, sia alle grandi tappe dello sviluppo sociale ed economico dell'Italia. Il libro racconta dunque gli ultimi cinquant'anni di economia marittima, mettendone a fuoco il ruolo nell'approvvigionare un'Italia povera di materie prime e assicurarne le esportazioni, quello imprescindibile giocato dall'industria armatoriale nell'equilibrio produttivo del Paese e nella sua sostenibilit la crescita economica e occupazionale della nostra cantieristica navale e da diporto, l'evoluzione della pesca, quella della portualitnazionale nel sistema trasportistico europeo e negli scenari della globalizzazione. Naturalmente, cistato anche occasione di riflessione critica: da un lato per riconoscere le intuizioni regolative che hanno dato respiro e direzione al settore nei momenti picritici, dall'altro per ripercorrere momenti di "miopia" politico-amministrativa che a tratti hanno ostacolato la crescita di un cluster con un altissimo potenziale intrinseco. Non solo una ricostruzione storica, dunque, ma anche un tentativo di leggere nelle vicende che hanno interessato il sistema marittimo del Paese una traiettoria riconoscibile, utile a tracciare la direzione per il futuro.

I pescatori di Ancona. Dal fascismo...

Salonna Maria Grazia
Affinità Elettive Edizioni 2019

Non disponibile

18,00 €
«In un volume che usa gran parte delle lenti attraverso le quali la pesca può essere posta sotto osservazione, Maria Grazia Salonna incastona tasselli inediti della comunità ittica anconitana del Novecento. Esito di una ricerca lunga e appassionata, la sua indagine fa leva su un lodevole scavo delle carte di archivio e di quelle a stampa, che restituiscono con buona profondità di analisi un itinerario punteggiato da alcuni snodi decisivi, a cominciare dalla confluenza nel capoluogo marchigiano di pescatori provenienti dal sud della regione a cavallo degli anni Venti e Trenta. Il principale valore aggiunto del libro è dato, peraltro, dalla raccolta di interviste, in grado di integrare le informazioni documentali con notizie ricavabili solo aprendo il cassetto della memoria di testimoni che hanno vissuto l'ultima fase della storia qui narrata e conservano il ricordo di quanti sono stati protagonisti del periodo precedente. Ne emerge un interessante spaccato di antropologia sociale, di cui senso di appartenenza comunitaria e orgoglio di mestiere costituiscono i tratti più marcati». (Dalla prefazione di Roberto Giulianelli)

L'aumento del valore della...

Panunzi Gian Matteo
Edizioni del Faro 2019

Non disponibile

14,00 €
Mantenere il giusto valore alla produzione è il più grande incentivo che il sistema della pesca può dare alla sostenibilità ambientale. La grande Enciclica di Papa Francesco "Laudato si", che inquadra problemi e soluzioni della grande questione ecologica del nostro Pianeta, indica con chiarezza la strada. Sostenibilità ambientale e giustizia sociale ed economica sono le due facce della stessa medaglia. Se non si restituisce, nel nostro caso, ai pescatori e alle loro produzioni il giusto valore, nessun discorso sulla sostenibilità potrà svolgersi e durare nel tempo, pertanto questa è la sfida di questa pubblicazione, che contiene strumenti di analisi e spunti formativi per gli operatori delle cooperative della pesca e sostiene l'aumento del valore della produzione di pescato nei confronti di chi l'acquista per rivenderla su larga scala. A conclusione dell'indagine conoscitiva sul settore della GDO - IC431, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha espresso preoccupazioni per l'aumento del potere di mercato della GDO e l'elevata conflittualità nei rapporti tra questa e i fornitori di prodotti alimentari/ittici, mettendo in evidenza una situazione che tende a ridurre il grado di concorrenza tra le catene del settore distributivo e al contempo l'efficienza delle negoziazioni, con potenziali effetti negativi, sia sui consumatori finali, sia sui fornitori dei prodotti.

Reti marittime come fattori...

Nigro G. (cur.)
Firenze University Press 2019

Non disponibile

65,00 €
Il tema, di grande respiro, prende come punto di partenza il concetto braudeliano di Mediterraneo. La sua visione di un mare chiuso come una opportunità geografica per una integrazione economica fra popolazioni diverse per religioni, linguaggi ed entità etniche e politiche continua a funzionare come modello per studi applicati ad un ampio raggio di contesti. L'obiettivo che si è posta la 50ª Settimana di studi è stato quello di andare oltre lo studio dei singoli sistemi visti in modo isolato per combinare diverse analisi di mari aperti e chiusi o aree costiere, allo scopo di comprendere il ruolo di integrazione giocato in Europa dalle connessioni marittime. Poiché nelle civiltà preindustriali il trasporto per via d'acqua era più facile di quello via terra, è sembrato giunto il momento di richiamare l'attenzione sul modo in cui queste reti di relazione operavano a livello europeo e con i partner commerciali asiatici e nordafricani. Il volume prende le mosse dalle grandi tradizioni di ricerca su base regionale o tematica, che però sono state raramente integrate su una più ampia scala continentale. Immanuel Wallerstein ha elaborato il concetto braudeliano concettualizzandone le dimensioni interculturali e transnazionali e il ruolo nel sistema di divisione del lavoro. Egli lo chiamò un "sistema mondo", non perché coinvolgesse il mondo intero, ma perché è più vasto di qualunque unità politica giuridicamente definita. E si tratta di una "economia mondo" perché il legame di base tra le varie parti del sistema è economico.

Manuale di ispezione e controllo...

Lucchetti Alessandro; Tepedino Valentina
CNR Edizioni 2019

Non disponibile

15,00 €
Questo manuale è un aggiornamento del volume pubblicato nel 2017 ed è stato realizzato con il contributo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a beneficio del personale delle Capitanerie di Porto impegnato nel controllo delle attività di pesca marittima. Il documento deve intendersi come un manuale pratico a supporto delle operazioni di controllo ma non sostituisce in alcun modo la normativa vigente e i documenti ufficiali prodotti dall'Amministrazione Centrale che rimangono la fonte principale. L'utilizzazione delle informazioni qui riportate è sottoposto all'autorizzazione scritta degli autori.

Strategie di utilizzo sostenibile...

Panunzi Gian Matteo
Edizioni del Faro 2019

Non disponibile

19,00 €
Siamo agli albori di una nuova fase economica per il benessere dell'uomo. Un'economia rispettosa della natura, le cui produzioni, a ciclo chiuso, non producono rifiuti, utilizzano nuove fonti di energia pulita e rinnovabile. L'ambiente sarà il motore dei servizi ecosistemici a valore aggiunto, finalizzati a far prosperare la vita sul Pianeta. Questo tipo di economia supera il concetto di sostenibilità, per essere "economia ambientale", finalizzata alla rigenerazione degli ecosistemi e alla produzione di beni durevoli, naturalmente riciclabili. Su questa nuova logica produttiva si fonderanno quelle comunità di pesca che, con il contributo di tutte le loro componenti, prima tra tutte quella rappresentata dai pescatori, svilupperanno l'ambiente marino come bene comune durevole, fonte di ricchezza per tutti e non di sfruttamento. Si sta formando un settore importantissimo dell'economia del mare, nel quale si potrà lavorare e produrre ricchezza migliorando l'ambiente: questo settore si chiama Crescita Blu. Green Economy e Blu Economy s'incontrano nell'obiettivo di promuovere un unico e solo tipo di crescita, quella sostenibile, per il benessere di tutti gli esseri viventi.

Architetture degli abissi. Memorie...

Leone Antonella
Bonanno 2018

Non disponibile

25,00 €
La tonnara, "patria" abbandonata, ispira poesie d'amore. Senti ancora il fragore delle onde, l'odore penetrante del sangue e del sale. Da lontano è possibile ancora udire il ribollire delle acque e il fracasso infernale dei tonni che si dibattono disperatamente in una lotta per la vita, ma il cui destino è già segnato. In quel luogo di memorie e poesie cantate puoi immaginare di scorgere ancora lo specchio d'acqua tingersi di rosso. Se potessi custodire tale patrimonio insieme alla penombra delle lampare e al beccheggio delle muciare, lo renderei eterno custodendolo nella mia "valigia delle memorie" insieme alle dimore dei nobili ormai decadute ed agli sguardi dei vecchi rais dai volti bruciati dal sole e dalle mani rugose ma solerti. Porterei con me le loro anime che profumano di nepitella ed il dolce inno della Cialoma. Vi ritroverete così a fianco degli stessi tonnaroti, maestri d'ascia e nobili signori. Di tutti coloro che diedero la vita in quella estenuate lotta che ingaggiavano contro il destino e delle loro operosissime donne che, in quel tempo, per amore, con audacia e disperazione, sfidarono fieri cielo e mare. prefazione di Tommaso Gargallo.

I pescatori del lago Maggiore....

Verbano Claudio
Magazzeno Storico Verbanese 2018

Non disponibile

30,00 €
Gli ultimi pescatori del lago Maggiore raccontano le storie della loro vita, dei tempi passati e di giorni dimenticati. Parlano della passione per il loro mestiere, delle loro famiglie e di una atmosfera romantica che entro breve non esisterà più. Dal 1980 il numero dei pescatori su tutto il lago è diminuito di migliaia di persone ed oggi è arrivato a solo quattordici pescatori di professione: una tradizione vecchia di secoli sta terminando. Questo libro è dedicato alla gente che continua questo antico mestiere e si sveglia ancora ogni notte per andare silenziosamente a mettere le reti nelle onde del lago Maggiore. Il libro raccoglie le loro dichiarazioni d'amore per un mestiere al quale forse ci si affeziona come a nessun altro lavoro. Le sue pagine offrono un'immagine di idillio, di nostalgia romantica e di una vita legata alla natura. È un tributo ai giorni caldi d'estate e alle notti gelate d'inverno, alle ore fredde sul lago con le sue albe, cieli chiari, banchi di nebbia e correnti impetuose che lambiscono le ridenti coste del lago.

Pescatori e barche di Sicilia....

Castro Filippo
Centro Studi Filologici 2018

Non disponibile

60,00 €
L'opera costituisce un contributo alla conoscenza della vita, dei saperi, delle tecniche, della lingua dei pescatori e dei mastri d'ascia siciliani. L'opera, che ha richiesto un impegno ultradecennale, è stata realizzata all'interno della fucina dell'Atlante Linguistico della Sicilia, e ne rappresenta uno dei prodotti di eccellenza. Le barche siciliane vengono illustrate sotto molteplici aspetti, così come le tecniche e gli attrezzi della pesca tradizionale. Uno dei pregi dell'opera è costituito da un corredo di circa 400 disegni originali e da numerosi documenti fotografici, e contiene in appendice la riproduzione di un centinaio di modelli di imbarcazioni tradizionali. Di particolare utilità l'indice dei luoghi e delle parole.

Uomo a mare. Storia di un...

Aldridge John; Sosinski Anthony
Corbaccio 2017

Non disponibile

18,60 €
Nel cuore della notte del 24 luglio 2013, John Aldridge cade in mare dalla poppa del peschereccio Anno Mary, mentre il suo compagno Anthony Sosinski dorme sottocoperta. L'allarme viene dato dopo ore che Aldridge si trova in acqua, aggrappato solo alla speranza che i soccorsi arrivino presto e che sappiano dove dirigersi. Sia lui sia i soccorritori sanno perfettamente che un uomo a mare in quelle condizioni può resistere al massimo alcune ore e che la sua ricerca è una corsa contro il tempo. Una corsa che vede impegnati tutti i pescatori di Montauk a Long Island, la Guardia Costiera con le sue imbarcazioni e gli elicotteri, e il centro di calcolo della Marina che divide in settori le zone di ricerca. Ogni risorsa viene impiegata per salvare un uomo che, da parte sua, riesce a dosare le forze con freddezza e a tenere sotto controllo le emozioni impedendosi di pensare al peggio. E, quando alla fine John viene recuperato vivo, a festeggiare non è solo la sua famiglia, ma la comunità intera.

La pesca nel Mediterraneo antico. I...

Di Gerio Michele
Guida 2016

Non disponibile

12,00 €
Il libro illustra diversi aspetti della pesca nel Mediterraneo antico. Sono descritte le imbarcazioni, le tecniche per la cattura di specie acquatiche e i mercati dove avveniva la loro vendita (macella), con particolari riferimenti a quelli di Roma, Pompei, Napoli, Pozzuoli ed Ostia. Nella trattazione è stata focalizzata l'attenzione su pesci, molluschi e crostacei di grande valore commerciale, descritti in opere classiche e raffigurati in mosaici, pitture, monete e vasellame. Gli autori si sono soffermati sulle attività delle industrie per la trasformazione dei prodotti ittici che, utilizzando il sale, del qualesi evidenzia l'importanza storico-economica, producevano pesce conservato e salse di pesce, tra le quali spiccava il garum. Uno spazio è stato dedicato alle anfore, indispensabili per il trasporto dei derivati del pesce; inoltre, si illustra l'etichettatura eseguita dai romani sulle anfore per una corretta identificazione del prodotto. Il libro si chiude con l'acquacoltura, antichissima pratica d'allevamento di specie acquatiche: sono illustrati i primi impianti diffusi tra i popoli mediterranei e quelli annessi alle villae marittime romane.

L'eroismo grigio dei lupi di lago....

Colosio Rosarita
Liberedizioni 2016

Non disponibile

16,00 €
La precisa ricostruzione di storie, geografie e tradizioni della civiltà della pesca sul lago d'Iseo.

Ostriche e muscoli. Storie di mare...

Cremascoli Luciano
Bandecchi & Vivaldi 2016

Non disponibile

40,00 €
Libro fotografico sull'attività lavorativa dei pescatori-allevatori di ostriche e muscoli nel Golfo della Spezia. Nell'introduzione è presenta un contributo di carattere storico sull'evoluzione nell'allevamento dei preziosi molluschi.

Piscare. Le poste di pesca della...

Dell'Abate Agnese
Magna Grecia Mare 2015

Non disponibile

20,00 €
Mappe fotografiche costiere con indicati gli antichi luoghi della pesca costiera tradizionale. Leggende, aneddoti, tecniche di pesca e brevi memorie dei pescatori più anziani della costa tra Leuca e Otranto.

Per conservar lo pesce di vostra...

Grandi Alberto
Universitas Studiorum 2015

Non disponibile

10,00 €
L'economia di Mantova al tempo dei Gonzaga "girava" anche attorno a una voce importantissima quanto poco nota: quella della pesca e del commercio del pesce, decisamente vitale per una città circondata e difesa dalle acque. Alberto Grandi per la prima volta studia e illustra, in modo rigoroso e insieme piacevole, il particolare e difficile equilibrio fra domanda, offerta e impellenti necessità della Corte, anche attraverso momenti storici drammatici come il Sacco della città. Una società costantemente in precario equilibrio alimentare, dove però la Chiesa imponeva di mangiare "di magro" almeno un giorno su tre e dunque il pesce non costituiva un alimento "di lusso".

Il nuovo regime di controllo della...

Panunzi Gian Matteo; Coco Gianluca
Edizioni del Faro 2014

Non disponibile

14,00 €
Il manuale controlli ha come oggetto il Regolamento (CE) n. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia. Il testo è stato progettato per essere utilizzato come materiale didattico per i corsi di formazione professionale rivolti agli operatori della pesca: soci e amministratori delle cooperative, funzionari e dipendenti delle associazioni di rappresentanza. La struttura del manuale prevede la divisione in sette capitoli, per un totale di otto distinte unità didattiche: La politica comune della pesca e il nuovo regime di controllo; Il controllo delle attività di pesca; Il monitoraggio delle attività di pesca; Nuove misure e analisi dei rischi; Unità didattica: Poteri di ispezione; Sanzioni; Cooperazione tra Stati; Autorità di coordinamento.

Il signore delle tonnare. Nino...

Ravazza Ninni
Addictions-Magenes Editoriale 2014

Non disponibile

20,00 €
Da oltre ottant'anni il nome di Nino Castiglione, il "Signore delle Tonnare", è tutt'uno col mare e le sue tradizioni, e con l'industria a esso collegata. Se ancora oggi in Sicilia si parla di tonnare e della cultura di quel mondo permeato di miti e riti, lo si deve alla passione e al coraggio dell'uomo che ha salvato gli impianti trapanesi da una fine ingloriosa.

Muscolai

Barontini Claudio
Bandecchi & Vivaldi 2014

Non disponibile

25,00 €
La quotidianità dei mitilicoltori spezzini raccontata da Claudio Barontini, attraverso un appassionante viaggio per immagini. La vita della Cooperativa, i momenti dedicati alla produzione, le uscite all'alba per mare, i luoghi dove vengono allevati i mitili e le ostriche, i volti, l'amicizia, i rapporti umani, la fatica, le soddisfazioni. Un omaggio in bianco e nero, pieno di poesia, che ricostruisce il "dietro le quinte" di due prodotti tipici più apprezzati in Italia del territorio spezzino: i muscoli (mitili) e le ostriche. Con testi di Luciano Caprile e Federico Pinza.

I quadri delle Marche. I quadri di...

Volpe Gianni
Tecnostampa 2014

Non disponibile

20,00 €
Le costruzioni marinare che questa ricerca descrive appartengono al vasto campionario dell'architettura popolare delle Marche. Vengono indagatea partire da Gabicce Mare fino a San Benedetto del Tronto, con un ideale collegamento alle architetture consorelle che ancora punteggiano tutta la costa adriatica. Queste curiose attrezzature per la pesca da terra simili a palafitte presentano sulla piattaforma un casotto di legno circondato da un'incastellatura di tiranti e sostegni, con passerelle proiettate sull'acqua e sugli scogli. Realizzate con un armamentario costruttivo fatto di materiali di recupero, con pali ed assi di legno, cavi e tubi di ferro più o meno corrosi dall'acqua e dalla salsedine, costituiscono un concentrato di tecnica sapiente, passata esclusivamente al vaglio dell'esperienza. Seppur sottoposte alle intemperie invernali ed ai cocenti raggi del sole d'estate, schiaffeggiate dalle mareggiate e dalla bora, sono l'habitat ideale per chi, per necessità o per passione, pesca con le gigantesche reti quadrate. Il volume, ricco di documenti d'archivio, intende mostrarle in tutto il loro fascino antico, per testimoniare una storia ed una tecnica autenticamente popolari.

Gente di mare. Storia della pesca...

Sirago Maria
Intra Moenia 2014

Non disponibile

11,90 €
Dal Seicento all'Ottocento circa il 7045 della popolazione napoletana era composta da marinaie pescatori. Poi i lavori del risanamento urbanistico a fine Ottocento determinarono la scomparsa delle spiagge e, progressivamente, anche dell'antico mestiere dei

La rivoluzione di latta. Breve...

Lentini Rosario
Torri del Vento 2013

Non disponibile

10,00 €
Questa guida storica tascabile, su Favignana e il suo ex Stabilimento di lavorazione del tonno, ha l'ambizione di non essere banale e di catturare l'interesse e l'attenzione tanto del lettore comune e disinformato, quanto di chi ritiene di saperne già abbastanza; non ha, invece, la presunzione di avere esaurito l'argomento e scommette sulla possibilità di collocarsi tra le innumerevoli pubblicazioni di argomento analogo, avendo evitato deliberatamente la carta patinata e rinunciato all'aneddotica alla gastronomia e alla mitizzazione dei tonni e dei loro predatori. Le Egadi, le cave di calcarenite, la pesca millenaria mediante reti di posta, le ciurme di mare e di terra, gli abitanti e i relegati, i mercanti e gli imprenditori, provenienti dalla terraferma più vicina o da "fuori Regno", i genovesi, prima e dopo i Florio, lo stabilimento industriale ottocentesco, rappresentano le tessere di diverso colore dello stesso mosaico e si leggono come i paragrafi in sequenza di una storia unica e straordinaria, che ben poche isole possono vantare.

I tonnaroti di Favignana

Fogato Stefano
Nuova IPSA 2013

Non disponibile

29,90 €
"Il reportage che presento in questo libro intende rendere omaggio ai tonnaroti, che nel mio intimo sono sempre stati degli eroi, dei superuomini, che si mettono a tu per tu con animali enormi, un gruppo di persone che si muove in armonia, su ritmi già scritti nella tradizione del loro lavoro, che intonano canti antichi e che onorano la loro Madonna. Essere tonnaroto non è da tutti, era un mestiere sopra gli altri, un mestiere che aveva del leggendario. Ero giovane, mi sentivo fieramente loro collega, in fondo eravamo tutti pescatori nelle barche da pesca durante l'anno ma poi, verso marzo, iniziava il lavoro del tonnaroto, la deposizione delle lunghe reti, la realizzazione delle varie camere, la manutenzione di tutto questo fino al giorno della mattanza a giugno. In un anno ce ne potevano essere 3, 4, raramente di più. I tonnaroti dicono che i tonni si fanno prendere perché sono instupiditi dall'amore, infatti il periodo delle mattanze corrisponde nei tonni al periodo degli accoppiamenti. Avevo fretta di fotografarli perché purtroppo si sarebbe avverato quello che avevo presagito: la loro scomparsa."

La pesca tradizionale del pesce...

Perfetti Yuri
Rubbettino 2011

Non disponibile

12,00 €
L'excursus insediativo che ha modellato, a partire dal XVI secolo, la fascia di riviera compresa tra la città di Messina e la punta di Capo Peloro e la parallela ricostruzione del percorso evolutivo dell'antica arte della pesca del pesce spada con l'arpione, sono gli elementi centrali della ricerca. Avvalendosi, tra le altre, di fonti cartografiche e pittoriche oltre che dell'osservazione diretta e delle interviste, l'autore descrive l'evoluzione del paesaggio dimostrando la costante centralità della specifica attività alieutica e la valenza assunta, in termini di configurazione spaziale, dal nesso sfruttamento della risorsa mare-antropizzazione della costa. Dall'osservazione dell'odierno contesto geografico-culturale, entro cui si svolge la vita dei "pescespadari", emerge poi evidente l'influenza che il depauperamento della specifica risorsa ittica ha sulla marginalizzazione delle comunità locali e sul futuro di una delle tradizioni più antiche e suggestive del Mediterraneo.

Elementi di biologia della pesca

Bambace Giovanni
Edagricole-New Business Media 2011

Non disponibile

36,50 €
Senza avere la pretesa di esaurire la problematica degli aspetti e delle conoscenze relative alla biologia della pesca, il testo disegna una mappa delle conoscenze di base trattando la dinamica delle popolazioni marine, la sistematica e l'ecologia delle principali specie commerciali e delle reti ed attrezzi da pesca usati. Il riferimento è stato volutamente l'ambiente mediterraneo, con attenzione soprattutto ai mari italiani e particolarmente all'Adriatico, sebbene sia stato preso in considerazione il bagaglio teorico e sperimentale dei Paesi del Mare del Nord e del Nord Atlantico, in prevalenza, molto avanzati nella conoscenza della dinamica delle popolazioni marine soggette alla pressione della pesca. Oltre a trattare l'argomento con un approccio didattico, gli autori hanno voluto definire concetti, fatti e fenomeni coinvolti nell'attività di pesca e nella trattazione scientifica di essa. Il testo è corredato da grafici ed illustrazioni che aiutano a chiarire alcuni aspetti del Sistema Ambiente Marino-Risorse-Pesca, la cui complessità è ancora ben lontana dall'essere pienamente ben compresa.

Le vongole dell'alto Adriatico tra...

Trevisan G. (cur.)
Franco Angeli 2011

Non disponibile

30,00 €
Questo volume consente la valutazione della sostenibilità ambientale e tecnico-economica dell'attività di allevamento e di pesca della vongola in significative aree produttive del Nord Adriatico. Le specie indagate Chamelea gallina e Tapes philippinarum si possono ritenere le più rilevanti, per quanto riguarda le quantità prodotte, i risvolti commerciali l'indotto: costituiscono un bene estremamente diffuso nei mercati al consumo e sensibile da un punto di vista ecologicoambientale. Il volume riporta i risultati dell'indagine sugli aspetti biologici, ecologici e ambientali legati alla pesca e/o allevamento di vongole, analizza l'offerta del prodotto e le dinamiche della domanda. Oltre alla produttività economica dell'impresa, vengono analizzati i costi di produzione, aspetti legati alla forza lavoro, alla dotazione meccanica, i sistemi organizzativi e i rapporti con il mondo esterno. Si riportano gli esiti di un modello integrato ecologico, sociale ed economico per la valutazione di diversi scenari di gestione. Infine, riguardo al consumo del prodotto, si presenta il risultato di un'indagine volta a conoscere l'interesse degli acquirenti verso una certificazione di qualità.

Pesci, barche, pescatori nell'area...

D'Arienzo V. (cur.); Di Salvia B. (cur.)
Franco Angeli 2010

Non disponibile

49,50 €
Da tempo la Storia Economica e le altre discipline storiche hanno concentrato gli interessi sui temi legati al mondo della pesca, avviando filoni di ricerca originali e approfondendo aspetti e peculiarità di questa attività di millenaria tradizione e cultura, dapprima importante volano del processo di accumulazione del capitale tra medioevo ed età moderna e, successivamente, settore industriale di prima grandezza tra la prima e la seconda rivoluzione industriale. L'area del Mediterraneo e delle acque prospicienti, prese in esame per quasi un millennio, con le loro diversità e analogie offrono uno spaccato di estremo interesse che coinvolge anche altre discipline. Si pubblicano qui gli Atti del IV Convegno Internazionale di Studi Pesci, barche, pescatori nell'area mediterranea dal medioevo all'età contemporanea, tenutosi a Fisciano, Vietri sul Mare e Cetara dal 3 al 6 ottobre del 2007, promosso dalle Università degli Studi di Salerno e di Bari e patrocinato dalla Società Italiana degli Storici dell'Economia.

Il fabbisogno di credito e di...

Panunzi G. M. (cur.)
Aracne 2009

Non disponibile

15,00 €
Il presente studio, curato da ricercatori universitari ed esperti del settore, documenta gli esiti di un progetto di ricerca condotto da Un.i.coop. sulla base di una convenzione conclusa con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che ha avuto il suo fulcro nell'analisi empirica del fabbisogno formativo e creditizio delle cooperative del settore pesca operanti in Sicilia e Sardegna affiliate all'Associazione e nell'individuazione degli strumenti finanziari e degli accorgimenti gestionali che meglio rispondano alle esigenze concrete degli operatori del settore.

Osservatorio economico sulle...

Franco Angeli 2009

Non disponibile

29,00 €
Il 16° Rapporto dell'Osservatorio Economico Irepa sulle strutture produttive della pesca marittima in Italia presenta i risultati conseguiti dal settore peschereccio nazionale nel corso del 2007. Il settore ittico nazionale è stato investito, negli ultimi anni, da una situazione di crisi senza precedenti. I bassi livelli di fatturato legati alla minore produzione, la stagnazione della domanda interna, il calo dei prezzi alla produzione, rappresentano, nel loro insieme, fattori che in diversa misura hanno influenzato negativamente le performance economiche delle imprese ittiche. A partire dagli ultimi mesi del 2007, l'impennata dei prezzi mondiali del petrolio e la conseguente crescita dei costi operativi, ha aggravato ulteriormente la situazione compromettendo in modo sensibile i margini di profitto del settore. La dinamica dei prezzi, infatti, non ha consentito il recupero degli incrementi del costo del carburante determinando consistenti perdite settoriali. Nel Rapporto, ampio spazio è riservato ai dati raccolti dal sistema di monitoraggio articolati su diversi livelli di aggregazione. Le tavole statistiche contengono i principali indicatori di capacità e di attività della flotta peschereccia, i dati di catture, ricavi e prezzi per sistemi di pesca e specie, le catture per unità di sforzo.

La nuova PCP per il Mediterraneo....

Trevisan G. (cur.)
Franco Angeli 2009

Non disponibile

35,00 €
Il volume è dedicato al tema del Convegno tenutosi a Venezia il 12 ottobre 2007, che ha voluto approfondire alcuni aspetti di rilievo emersi dall'approvazione del Regolamento comunitario n. 1967 del 21 dicembre 2006, relativo alle "misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca nel mar Mediterraneo". La Politica Comunitaria per la Pesca, come è noto, intende fissare nuove regole per la protezione e la conservazione delle specie marine e per la sostenibilità ambientale e sociale. Alla luce di ciò nasce l'esigenza di individuare strumenti innovativi di gestione sostenibile delle risorse e comportamenti responsabili. La particolare area del Mediterraneo, con le sue peculiarità sociali, culturali, economiche, ambientali e politiche e la presenza di stock condivisi e altamente migratori, richiedono un'azione comune di tutti i Paesi rivieraschi e la condivisione di responsabilità nel garantire un futuro al settore della pesca nel complesso e garantire, pertanto, la sostenibilità delle risorse. La Commissione europea, infatti, ha suggerito di affiancare agli strumenti comuni per tutte le aree europee, alcuni interventi specifici per il Mediterraneo; in particolare, tra le principali misure per la protezione degli stock, ha favorito l'istituzione di nuove zone di pesca protette e tutelate e di aree di ripopolamento.

Il distretto della pesca di Mazara...

Fazio V. (cur.); Ricciardi A. (cur.)
Franco Angeli 2009

Non disponibile

23,50 €
Il risultato più significativo nella vita del Distretto della Pesca è il Medi District, frutto dei lavori dell'Osservatorio della Pesca del Mediterraneo. Al centro dell'iniziativa, che vede coinvolti i Paesi del Mediterraneo ed oltre, c'è la cooperazione scientifica e culturale quale presupposto per la realizzazione del principale obiettivo del Distretto Mediterraneo: l'esportazione del modello di sviluppo distrettuale, caratteristico del Sistema Italia. L'obiettivo è stato perseguito grazie al fondamentale supporto dell'ICE (Istituto per il commercio con l'Estero) e delle Ambasciate d'Italia al Cairo, Tripoli e Tunisi, Amman, Beirut, attraverso la creazione di una rete transnazionale di relazioni fondata sulla collaborazione con i Paesi del Nord Africa. Il lavoro dell'Osservatorio a supporto del Distretto è una vera innovazione di metodo: "mettere insieme" mondi spesso distanti fra di loro, quali imprese, sindacati, banche, istituzioni, università di diverse nazioni mediterranee in un comune laboratorio culturale concorre a guidare il Sistema Pesca Sicilia verso le giuste frontiere dell'innovazione, dell'internazionalizzazione e della convivenza pacifica.

Osservatorio economico sulle...

Franco Angeli 2008

Non disponibile

25,00 €
Il 15° Rapporto dell'Osservatorio Economico IREPA sulle strutture produttive della pesca marittima in Italia presenta i risultati conseguiti dal settore peschereccio nazionale nel corso del 2006. Ampio spazio è stato riservato ai dati raccolti dal sistema di monitoraggio articolati su diversi livelli di aggregazione. Le tavole statistiche contengono i principali indicatori di capacità e di attività della flotta peschereccia, nazionale e regionale, suddivisa per sistemi di pesca. Per quanto riguarda la produzione, vengono riportati i dati di catture, ricavi e prezzi per sistemi di pesca e per gruppi di specie, le catture per unità di sforzo. Viene proposta, inoltre, la ripartizione dei dati di produzione per le 43 specie ittiche commercialmente più rilevanti.

Il tonno rosso. Allevamento,...

Di Trapani A. M. (cur.)
Franco Angeli 2008

Non disponibile

17,50 €
Frutto di una ricerca triennale realizzata presso l'Università degli Studi di Palermo e finanziata con il contributo del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, nell'ambito del VI Piano Triennale della Pesca e dell'Acquacoltura, il volume si articola in due parti volte, da un lato, a descrivere il quadro attuale del comparto del tonno e, dall'altro, a valutare i risultati economici e l'efficienza tecnica e gestionale di alcune attività produttive ad esso collegate. Più in dettaglio, la prima parte del volume esamina, in ambito internazionale e nazionale, lo scenario produttivo della pesca e dell'acquacoltura in generale, approfondendo successivamente gli aspetti della produzione e del commercio internazionale del tonno rosso. Inoltre, vengono illustrate le caratteristiche strutturali dell'industria ittica conserviera, nazionale e siciliana. La seconda parte del volume illustra le evidenze empiriche di alcuni casi studio in ambito regionale. In particolare, è stata svolta l'analisi economico-finanziaria di un'impresa di allevamento di tonno rosso mediterraneo (Thunnus thynnus) e l'analisi della economicità e della redditività delle principali industrie di conservazione del tonno.

Modelli bioeconomici per la...

Spagnolo Massimo
Rubbettino 2008

Non disponibile

10,00 €
La gestione della pesca pone una serie di problematiche complesse che il testo tenta di sintetizzare ed evidenziare, in particolare attraverso l'analisi dei modelli bioeconomici. In questo senso, l'obiettivo di questo lavoro è quello di fornire una panoramica sui modelli bioeconomici impiegati nel settore della pesca, evidenziando, da un lato, le diversità nell'approccio seguito per la loro costruzione e, dall'altro, le problematiche inerenti la capacità previsionale di tali modelli e, quindi, la possibilità di simulare i possibili sviluppi futuri del settore. L'analisi presentata nel testo passa in rassegna i più importanti modelli bioeconomici elaborati per la gestione della pesca in Europa ed evidenzia le profonde diversità strutturali fra la pesca mediterranea e quella nordeuropea. Il modello islandese IFMM, e per il Mediterraneo il modello italiano MOSES, sono stati analizzati in dettaglio evidenziandone le similitudini e le forti diversità.Ambedue i modelli trattano attività di pesca basate su una flotta eterogenea, distribuita su una serie di diverse aree di pesca (pesca multi-area), che utilizza una varietà di attrezzature (pesca multi-flotta e multi-sistema).

Osservatorio economico sulle...

Franco Angeli 2007

Non disponibile

23,00 €
Il 14° Rapporto dell'Osservatorio economico Irepa sulle strutture produttive della pesca marittima in Italia presenta i risultati conseguiti dal settore peschereccio nazionale nel corso del 2005. Ampio spazio è stato riservato ai dati raccolti dal sistema di monitoraggio articolati su diversi livelli di aggregazione. Le tavole statistiche contengono i principali indicatori di capacità e di attività della flotta peschereccia, nazionale e regionale, suddivisa per sistemi di pesca. Per quanto riguarda la produzione, vengono riportati i dati di catture, ricavi e prezzi per sistemi di pesca e per gruppi di specie, le catture per unità di sforzo. Viene proposta inoltre, la ripartizione dei dati di produzione per le 49 specie ittiche commercialmente più rilevanti.

Guarda che mare. Come salvare una...

Greco Silvio
Slow Food 2007

Non disponibile

13,50 €
Un libro che vuole fornire al lettore utili strumenti per comprendere le dinamiche culturali, economiche e sociali che sottendono al mondo della pesca e della gestione delle risorse rinnovabili, fornendo indicazioni sui comportamenti virtuosi da adottare per innescare fenomeni in controtendenza rispetto alle attuali situazioni di allarme riguardo ai mari, alle acque interne, agli stock ittici. Partendo quindi dalla descrizione dello stato di salute dei mari e dai comportamenti quotidiani (dei cittadini come delle attività agricole e industriali) che hanno conseguenze sulla qualità e la salubrità delle acque, se ne illustrano le conseguenze sulle attività di pesca. Poiché la stessa attività di prelievo è uno dei fattori da considerare, sono poi descritte le più importanti tipologie di pesca (attrezzi e tecniche) e le problematiche a esse collegate: ambiente marino (rapporto tra terra e mare, inquinamento, problemi gestionali); economia (mercati, distribuzione); gestione (norme nazionali e internazionali, politiche europee). Si finisce parlando dei comportamenti da incoraggiare e dell'indirizzo da dare ai consumi, in modo da proporre modelli sostenibili a famiglie, ristoratori e grande distribuzione.

Una stagione di pesca al merluzzo....

Associazione Storie di barche (cur.)
Addictions-Magenes Editoriale 2007

Non disponibile

15,00 €
Un libro che ricostruisce in maniera approfondita la lunga epopea della pesca al merluzzo nelle acque del Nord Atlantico. Una piacevole lettura che non mancherà di affascinare gli appassionati di mare, conducendoli attraverso epoche diverse in un viaggio s