Diritto internazionale del commercio e dell’economia

Filtri attivi

La tutela degli interessi...

Damato Antonietta
Cacucci 2018

Disponibile in libreria  
COMUNITARIO

13,00 €
Il presente lavoro è volto a effettuare una ricostruzione organica della tutela degli interessi finanziari dell'UE come risultante dal diritto primario e dagli atti di diritto derivato che ne stabiliscono la tutela penale e amministrativa sotto i profili anzidetti, delineando i caratteri di tale tutela nel contesto giuridico attuale attraverso una trattazione unitaria dei vari aspetti ad essa inerenti.

Fondamenti del diritto commerciale...

Nigro A.
Pacini Editore 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il presente volume è il primo di una serie di 6 volumi, che compongono i «Fondamenti del diritto commerciale internazionale», opera avente a oggetto l'interpretazione, sistemazione e applicazione del complesso delle norme (regole) destinate a governare le relazioni commerciali di natura privata aventi carattere internazionale, cioè suscettibili di interessare ordinamenti nazionali diversi. Il volume è dedicato ai profili generali della materia, ai protagonisti, pubblici e privati, delle suddette relazioni, alle fonti delle norme che tali relazioni governano, alle regole in punto di individuazione del diritto applicabile. I volumi successivi tratteranno del contratto internazionale in generale, dei più importanti tipi di contratti internazionali, dei profili transnazionali del diritto societario e del diritto industriale, della risoluzione delle controversie nel commercio internazionale, dei profili transnazionali del diritto concorsuale e del diritto tributario. Ogni volume è in sé conchiuso e quindi autonomamente fruibile: nel loro insieme, però, i sei volumi sono destinati a comporre un (ideale) "manuale di diritto commerciale internazionale".

Stati e istituzioni economiche...

Betzu Marco
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
L'inarrestabile processo di globalizzazione ha sottoposto a tensione le strutture portanti degli ordinamenti giuridici statali, dando luogo a processi che, secondo la letteratura mainstream, avrebbero minato le fondamenta dello Stato costituzionale, erodendone la sovranità. Non solo l'ipotesi di fine dello Stato non ha avuto sostanziale riscontro nell'effettività, ma le stesse istituzioni sovranazionali dell'economia sono gli strumenti istituzionali che, nella prospettiva della mediazione e del negoziato utile, gli Stati si sono dati per muoversi all'altezza delle questioni globali che devono essere affrontate. Il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e l'Organizzazione Mondiale del Commercio possono servire proprio a questo scopo, a tenere aperta la dialettica tra politica e mercati. Si tratta, insomma, di far vivere le parole del costituzionalismo e della politica davanti alle sfide dell'economia globale. Non meno di altre, forse più di altre. È questa la questione dell'oggi.

Il regime della «food security» nel...

Alabrese Mariagrazia
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Le cause della food insecurity sono molteplici e, sebbene il commercio internazionale rappresenti solo uno dei fattori che possono influenzarla, esso, e quindi le regole che lo disciplinano, appaiono di crescente rilevanza in un sistema alimentare 'transnazionale', caratterizzato da spiccata interdipendenza. La monografia scientifica dal titolo "Il regime della food security nel commercio agricolo internazionale. Dall'Havana Charter al processo di riforma dell'Accordo agricolo WTO" è volta a determinare il regime della sicurezza alimentare che può farsi discendere dalla disciplina dell'Accordo agricolo e ad individuare quale nozione di food security emerga dal medesimo trattato e quale attenzione sia riservata al diritto al cibo in tale contesto. Il volume è destinato alla comunità scientifica interessata ai temi del diritto agrario e agroalimentare internazionale, così come alle istituzioni che operano nel settore della food security.

Crisi transfrontaliera di impresa:...

Leandro A.
Cacucci 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO INTERNAZIONALE

24,00 €
Il presente volume raccoglie gli atti del convegno "Crisi transfrontaliera di impresa: orizzonti internazionali ed europei", organizzato il 3-4 novembre 2017 dalla LUISS School of Law nell'ambito del Master in Prevenzione e Gestione della Crisi di impresa. Il convegno ha rappresentato un proficuo momento di riflessione sull'attuale contesto normativo internazionale ed europeo relativo alla crisi di impresa, nonché sulla adeguatezza del «sistema Italia» rispetto alle sfide lanciate da organismi internazionali come UNCITRAL e UNIDROIT, e dall'Unione europea. Le relazioni sono state tenute dai principali esperti italiani e stranieri della materia, molti dei quali appartengono al Gruppo di studio Cross-border Insolvency and National Legal Orders, istituito dalla sezione italiana dell'International Law Association, nonché all'International Insolvency Institute: enti, questi, che, in varia guisa, hanno sostenuto l'iniziativa. Articolato in tre sessioni, l'incontro ha affrontato dapprima le politiche internazionali ed europee in materia di crisi di impresa, avendo riguardo anche alla proposta di Direttiva sulla ristrutturazione preventiva e agli effetti della Brexit nel campo delle ristrutturazioni. La seconda sessione si è soffermata sul regolamento (UE) 2015/848 del 20 maggio 2015 relativo alle procedure di insolvenza, rivolgendo particolare attenzione ai rapporti con la libertà di stabilimento di matrice europea, con la proposta di Direttiva sulla ristrutturazione preventiva, e con altri regolamenti adottati dall'Unione nel settore della cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale. L'ultima sessione si è soffermata su profili specifici nei quali dimorano ulteriori sfide che l'operatore italiano deve affrontare per gestire efficacemente una crisi transfrontaliera di impresa attenendosi alle policies, alle tecniche e agli strumenti normativi esaminati nelle prime due sessioni. I testi di alcuni interventi sono in lingua inglese.

Stabile organizzazione....

Valente Piergiorgio
Ipsoa 2018

Disponibile in libreria  
CONTABILITA FISCO

43,00 €
Il concetto di "stabile organizzazione occulta" non trova origine nella legislazione tributaria vigente in quanto si è formato a seguito di verifiche fiscali condotte in capo a società formalmente autonome, sebbene legate a soggetti esteri da rapporti di controllo societario o economico. La sussistenza di una "stabile organizzazione occulta" deve essere oggetto di attento esame da parte degli organi verificatori, i quali sono tenuti ad accertare se un'impresa estera eserciti la propria attività nel territorio dello Stato mediante una entità organizzata non formalmente costituita. Nell'ultimo quinquennio è stata identificata una articolata casistica di stabili organizza­zioni "occulte" da parte dell'autorità fiscale italiana, civile e militare.

Diritto della blockchain,...

Sarzana di S. Ippolito Fulvio
Ipsoa 2018

Disponibile in libreria  
INFORMAZIONE COMUNICAZIONE

30,00 €
Il volume "Diritto della blockchain, intelligenza artificiale e loT", affronta le tematiche giuridiche inerenti alla regolamentazione internazionale e nazionale della blockchain e della intelligenza artificiale. Il testo si confronta con quella che è stata chiamata la "internet 3.0" approfondendone i singoli aspetti normativi e contrattuali con un linguaggio chiaro e semplice ed arricchito da molteplici segnalazioni bibliografiche. Inoltre, viene riportato il confronto con le strategie nazionali in materia di blockchain e intelligenza artificiale di vari paesi e organismi internazionali quali Italia, Francia, Stati Uniti, Cina, Russia, Emirati Arabi, Corea del Sud, Svezia, Messico, Germania, Regno Unito, Giappone, Unione Europea, Paesi Baltici e Malta. Viene condotta un'analisi specifica del fenomeno degli smart contract, delle regole adattabili alla blockchain, anche in considerazione delle sue varie applicazioni, nonché, sul fronte dell'intelligenza artificiale, sono esaminati i vari contesti applicativi della stessa, con particolare riguardo alla tematica delle automobili senza conducente, la responsabilità delle macchine in un contesto di robotica e gli aspetti giuridici relativi agli assistenti intelligenti. Specifica attenzione è riservata alla regolamentazione nazionale ed internazionale, alla giurisprudenza ed alla prassi ed interventi delle autorità a livello nazionale ed internazionale sulle criptovalute, a partire dal bitcoin, nonché alla disciplina delle Initial Coin Offering. Sono altresì approfonditi in maniera esaustiva i rapporti tra tali nuove tecnologie e la normativa in tema di protezione dei dati personali, anche alla luce del Regolamento (UE) n. 679/2016 (GDPR), nonché le problematiche in termini di sicurezza e regolamentazione internazionale in materia di Internet of Things.

Rating e trasparenza. Esperienze...

Marchesi Maddalena
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

28,00 €
Il presente volume analizza in prospettiva comparatistica l'evoluzione dei principi internazionali e della disciplina europea e statunitense in materia di rating, con riferimento ai principi di trasparenza. Sin dalla genesi della disciplina, la trasparenza dell'attività delle agenzie di rating e delle relative opinioni è stata individuata come obiettivo primario della normativa e al tempo stesso come strumento per contribuire alla qualità del rating e conseguentemente alla tutela del mercato e degli investitori. L'analisi dettagliata dell'evoluzione della normativa primaria e secondaria europea e statunitense ha evidenziato che la trasparenza è stata una delle risposte normative alla crisi dei mercati manifestatasi a partire dall'anno 2007 e che, nell'evolversi della stessa, gli obblighi incombenti sulle agenzie di rating in materia hanno mutato la propria natura, da principi generali e regole di condotta, recepiti nei codici delle singole agenzie, a disposizioni di dettaglio la cui inosservanza è sanzionata sia dall'autorità di vigilanza, sia nell'ambito di eventuali giudizi di responsabilità. Tali obblighi sono stati altresì ampliati, quanto all'ambito di applicazione oggettiva, e sono stati specificati con riferimento a prodotti strutturati e a debiti ed emittenti sovrani. La prospettiva comparatistica ha fatto emergere da un lato il processo di convergenza delle discipline europee e statunitense, dall'altro, il mutamento della prospettiva della disciplina internazionale.

Il contratto di compravendita...

Busani Angelo
Giappichelli-Linea Professionale 2015

Disponibile in 5 giorni

46,00 €
La compravendita è il contratto più diffuso al mondo. La Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita internazionale di merci (CISG), all'agosto 2015 adottata da 83 Paesi, è, a sua volta, la legge più diffusa al mondo. Sono oltre 3.000 le sentenze pubblicate, emesse da giudici nazionali o da arbitri, relative a contratti disciplinati dalla CISG. Bastano questi pochi dati a dimostrare come la conoscenza della disciplina della compravendita internazionale sia imprescindibile per coloro che si occupano di contrattualistica commerciale. Più in generale, approfondire la normativa recata dalla CISG significa prendere contatto con le scelte che sono state compiute su ogni singola questione regolamentata dalla CISG al cospetto delle soluzioni offerte, sulle medesime questioni, nelle normative nazionali vigenti nei singoli Paesi di civil law e di common law, in altri termini, si tratta di una formidabile occasione di conoscenza e di approfondimento dei principi e delle regole propri del diritto contrattuale internazionale.

Manuale di diritto commerciale...

Giappichelli 2014

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
Il volume costituisce uno strumento indispensabile per la conoscenza della complessa materia riguardante il Diritto commerciale internazionale attraverso un'attenta analisi aggiornata e completa delle regole che lo disciplinano presentando i contenuti in modo semplice e chiaro, al fine di facilitare la comprensione delle problematiche ad esso collegate. È rivolto a studenti universitari e partecipanti a Master di Alta Formazione, imprenditori, manager ed operatori di import/export che, seguendo l'attuale realtà internazionale, sono interessati a sviluppare competenze in tale materia. Senza trascurare l'inquadramento sistematico e dogmatico dell'argomento il testo, suddiviso in dodici capitoli, tratta gli argomenti con un approccio tecnico/operativo frutto della pluriennale esperienza degli autori. Gli argomenti trattati spaziano dai contratti ai rapporti societari internazionali, dai sistemi di pagamento alle garanzia internazionali, dalla disciplina doganale al diritto dei trasporti, dalle norme valutarie alla pianificazione fiscale internazionale.

Diritto doganale, delle accise e...

Scuffi Massimo
Ipsoa 2013

Disponibile in 5 giorni

85,00 €
Il manuale è un contributo all'inquadramento e all'applicazione del diritto doganale, delle accise e dei tributi ambientali e rappresenta un punto di riferimento sia per chi opera nel settore in qualità di esperto sia per chi ha la necessità di approcciarsi per fini imprenditoriali e professionali.

La crisi del debito sovrano degli...

Adinolfi G.
Giappichelli 2013

Disponibile in 5 giorni

29,00 €
"Il presente volume trae il suo titolo dal Convegno svoltosi, il 14 novembre 2012, presso la Facoltà di Scienze politiche, economiche e sociali dell'Università degli Studi di Milano. Il Convegno è stato organizzato con la prospettiva di pubblicare tempestivamente i contributi dei relatori che hanno accettato l'invito a misurarsi su un tema attuale e in continua evoluzione, approfondendone taluni aspetti considerati particolarmente interessanti e rilevanti sotto il profilo giuridico. In perfetta coerenza con gli scopi statutari del Centro Interuniversitario per il Diritto delle Organizzazioni Internazionali Economiche (CIDOIE), i risultati scientifici raggiunti nel corso e ad esito del Convegno sono oggi messi, con piena soddisfazione dei Curatori, a disposizione della Comunità scientifica, nell'ambito di un volume che trova collocazione nella collana editoriale del Centro dedicata al "Diritto internazionale dell'economia". (Giovanni Adinolfi e Michele Vellano)

L'ordinamento internazionale del...

Auriti Giacinto
Solfanelli 2013

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
L'indagine che ci siamo proposti, oltre a colmare una lacuna della dottrina di diritto internazionale, presenta la novità di una ricerca di scienza monetaria svolta da un giurista anziché da un economista. Al fine di prevenire l'accusa di superficialità o di invasione di un campo di indagine di altra disciplina, teniamo a precisare che non è possibile spiegarsi la struttura, la funzione e l'essenza stessa dello strumento monetario, senza muovere da considerazioni strettamente giuridiche. Come è noto, le definizioni finora proposte della moneta sono riconducibili tutte alle due ipotesi di "valore creditizio" e "valore convenzionale". Poiché, sia il credito che la convenzione sono delle fattispecie giuridiche, è ovvio che sfugge al controllo scientifico dell'economista ogni possibilità di una analisi approfondita della fattispecie.

Il trattamento «giusto ed equo»...

Palombino Fulvio M.
Il Mulino 2012

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Il contenuto delle norme internazionali in tema di investimenti stranieri è solo parzialmente definito. Ad eccezione di alcuni principi di natura certamente consuetudinaria, molti aspetti della materia rimangono infatti controversi, con la duplice conseguenza di impedire l'adozione di un trattato multilaterale che la disciplini e di provocare al contempo la stipulazione di numerosi accordi su base bilaterale o comunque ristretta. Tra gli aspetti problematici emersi nel dibattito dottrinale vi è quello relativo al contenuto di uno degli standard generali più diffusi di trattamento degli investimenti, vale a dire lo standard del trattamento "giusto ed equo". Attraverso un'analisi stringente e approfondita, il volume mira a fare chiarezza su tale contenuto, individuando i singoli elementi che contribuiscono a definirlo.

Commercio internazionale e dogane....

Varese Erica
Giappichelli 2011

Disponibile in 5 giorni

19,00 €
Il volume fornisce una guida ragionata dei principali aspetti che interessano la materia del commercio internazionale e delle dogane. Brevi cenni storici delineano il quadro del passato, che si pone come una passerella verso il presente. Viene tratteggiata, quindi, l'organizzazione e la struttura dell'autorità doganale italiana (alla luce delle recentissime previsioni entrate in vigore il 1 gennaio 2011) e sono individuati gli attori che operano sulla scena del commercio internazionale, con riferimenti agli accordi commerciali. Il volume approfondisce, poi, aspetti salienti dell'Unione europea (nascita, sviluppi ed attuali istituzioni aggiornate all'entrata in vigore del Trattato di Lisbona) ed illustra la politica doganale adottata dalla Ue, che definisce oggi un territorio composto da 27 Stati membri. Fin dal 1 gennaio 1993, è stato realizzato il mercato interno: uno "spazio senza frontiere interne, nel quale è assicurata la libera circolazione delle merci, delle persone, dei servizi e dei capitali" (art. 26, par. 2, del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea). Da ultimo, il testo tratta elementi essenziali della normativa doganale: il quadro normativo di riferimento ed i principi in base ai quali sono applicati i dazi doganali all'importazione delle merci. Questo libro intende fornire conoscenze sulle tematiche indicate, suggerendo al contempo spunti di riflessione su tali argomenti.

Le forme della nullità

Pagliantini S.
Giappichelli 2009

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
La collana "Princìpi, regole e sistema" si compone di quattro sezioni: I) Corsi; II) Monografie; III) Diritto privato europeo; IV) Miscellanea. Il terreno delle prime due sezioni è rappresentato dall'universo del diritto privato comune nelle sue tradizionali aree tematiche: persone, famiglia e successioni; diritti reali; obbligazioni e contratti; responsabilità civile; impresa; tutela dei diritti. La terza Sezione è dedicata, per un verso, alle direttive comunitarie in materia privatistica, al loro impatto sul diritto civile dei singoli Stati nonché all'interpretazione e all'applicazione delle relative disposizioni di recepimento; per altro verso, al complesso dei problemi scaturenti dal difficile processo di costruzione di un diritto comune europeo delle obbligazioni e dei contratti. La Miscellanea, oltre ad ospitare studi di diritto giudiziale, commenti di novità normative e ricerche comparatistiche, apre infine i propri orizzonti alla riscoperta delle radici storiche della nostra cultura civilistica.

(In)stabile organizzazione:...

Trentini Antonella
Filodiritto 2019

Non disponibile

49,00 €
L'istituto della stabile organizzazione è un tema cardinale nella dogmatica del diritto tributario internazionale, che risponde anche ad istanze di natura sistemica e giusfilosofica, fornendo una giustificazione ed una legittimazione teorica all'incisione d'imposta nei confronti di un soggetto economico non residente. Una centralità che, naturaliter, conduce la figura del permanent establishment status ad invadere campi di studio ulteriori - seppur limitrofi - a quello della fiscalità internazionale, come le politiche di investimento e le strategie di internazionalizzazione delle imprese. Stabilire cosa configuri una stabile organizzazione equivale, difatti, a delimitare la variabile tributaria di un progetto di espansione imprenditoriale in territorio estero, ovvero a prevedere gli effettivi ritorni di una ricchezza generata aliunde e, parallelamente, contenere l'alea di un eventuale contenzioso con le locali Tax Authorities. D'altronde, l'evoluzione della nozione di stabile organizzazione riflette la metamorfosi stessa dei processi produttivi e dei modelli di business delle imprese multinazionali. II risultato è un ripensamento complessivo dell'istituto, sintetizzato in una nuova ed innovativa definizione di (in)stabile organizzazione, inserita nel vasto e tortuoso dizionario del diritto tributario internazionale.

I porti italiani e l'Europa....

Carbone Sergio Maria
Franco Angeli 2019

Non disponibile

36,00 €
Il volume analizza la disciplina dei porti dall'angolo visuale europeo e nazionale, e si concentra in particolare sulla natura dei porti come "beni" e infrastrutture pubbliche, al cui interno le imprese operano sulla base di diversi livelli di regolazione. In questa disamina, superando definitivamente l'approccio del porto come... un mercato a sé, gli autori sviluppano una concezione di porto come snodo di una ben più complessa filiera logistica, solo relativamente alla quale è corretto ragionare in termini di accesso al mercato, gestione di infrastrutture scarse, e conseguente ricaduta sul sistema economico nazionale delle regole e delle prassi riguardanti porti e logistica. Viene quindi delineato il regime dei porti italiani alla luce delle norme dell'Unione e nazionali, comprensivo delle prerogative infrastatuali, dei rapporti con le città, tra diverse amministrazioni e tra i regolatori che a vario titolo esprimono competenze nel settore. Gli autori si dedicano infine allo studio dettagliato dei vari "attori", pubblici e privati, operanti nei porti, e della disciplina ad essi relativa, con particolare attenzione ai modelli organizzativi che riguardano sia le amministrazioni interessate, in primis le Autorità di sistema portuale, sia le imprese e gli altri soggetti che operano in contesti concorrenziali ovvero regolati.

Diritto degli scambi...

Campanale Stelio
Giuffrè 2019

Non disponibile

26,00 €
Dopo il volume "Diritto del commercio internazionale e normativa comunitaria", con questa nuova opera e a distanza di quasi 15 anni, l'autore riprende il tema allora affrontato apportando nuove prospettive. Il testo si propone come strumento di lavoro per tutti i giuristi d'impresa e per chiunque inizi ad affrontare le tematiche di diritto degli scambi commerciali internazionali ed è stato concepito, altresì, come strumento didattico destinato agli studenti universitari.

Diritto internazionale...

Mauro Maria Rosaria
Edizioni Scientifiche Italiane 2019

Non disponibile

44,00 €
Il volume analizza i temi principali del diritto internazionale dell'economia, con il duplice obiettivo di fornire agli studenti le conoscenze teoriche della materia e, contestualmente, consentire loro di utilizzare tali conoscenze per meglio interpretare la complessa realtà economica internazionale attuale. A tal fine, ogni capitolo sviluppa l'argomento cui è dedicato sia secondo un approccio teorico sia attraverso l'esame di specifici aspetti e casi concreti, mettendo in luce problemi e soluzioni emersi nella prassi. Il lavoro prende in considerazione anche le principali organizzazioni internazionali economiche, ognuna nell'ambito del capitolo in cui è approfondito il ramo del diritto internazionale dell'economia che interessa l'organizzazione in questione. Attraverso l'esame dei differenti argomenti, si mette in luce il fil rouge che sembra, attualmente, caratterizzare il diritto internazionale dell'economia: l'apertura graduale di tale disciplina verso il riconoscimento e la tutela di valori di natura non strettamente economica e commerciale.

Il Consolato del mare di...

Maccioni Elena
Viella 2019

Non disponibile

40,00 €
Prendendo le mosse dall'analisi delle ricerche di ambito internazionale, e attraverso l'attento spoglio della documentazione disponibile, questo studio intende ricostruire azioni e funzioni di uno dei più importanti e potenti uffici municipali della capitale catalana: il Consolato del mare. La ricerca si snoda su più piani complementari, a partire dalle prime tracce lasciate dal Consolato nel Duecento. Tra la fine del XIV e il pieno XV secolo l'istituzione divenne protagonista di un vero e proprio salto in avanti, grazie allo sviluppo delle funzioni relative all'amministrazione della giustizia marittimo-mercantile e l'elaborazione di progetti di politica economica. Avendo ormai maturato capacità di negoziazione coi diversi soggetti locali (governi cittadini e Corona) e internazionali (Consolati, poteri stranieri cristiani e non), nonché indispensabili competenze in termini di fiscalità, il Consolato si affermò come luogo di difesa di interessi economici e politici.

(In)stabile organizzazione:...

Savastano Lorenzo
Filodiritto 2019

Non disponibile

49,00 €
L'istituto della stabile organizzazione è un tema cardinale nella dogmatica del diritto tributario internazionale, che risponde anche a istanze di natura sistemica e giusfilosofica, fornendo una giustificazione ed una legittimazione teorica all'incisione d'imposta nei confronti di un soggetto economico non residente. Una centralità che, naturaliter, conduce la figura del permanent establishment status ad invadere campi di studio ulteriori - seppur limitrofi - a quello della fiscalità internazionale, come le politiche di investimento e le strategie di internazionalizzazione delle imprese. Stabilire cosa configuri una stabile organizzazione equivale, difatti, a delimitare la variabile tributaria di un progetto di espansione imprenditoriale in territorio estero, ovvero a prevedere gli effettivi ritorni di una ricchezza generata aliunde e, parallelamente, contenere l'alea di un eventuale contenzioso con le locali tax authorities.

Diritto del commercio...

Mazzoni Alberto
Giappichelli 2019

Non disponibile

30,00 €
Il volume offre una sintesi dei fondamenti del diritto del commercio internazionale, dalle origini della lex mercatoria ai giorni nostri. Mettere a confronto i caratteri precipui delle diverse epoche e descriverne l'evolversi, serve a far emergere le specificità della disciplina nell'ordinamento attuale. La scelta di un metodo storico-comparativo consente, inoltre, di leggere insieme le norme prodotte dagli Stati e quelle prodotte dal mercato, hard law e soft law, strumenti di governo istituzionalizzato e diverse e più articolate forme di governance, come si sono combinate secondo i momenti storici e la elaborazione dottrinale. Il lettore troverà in una unica trattazione l'interagire tra gli strumenti del diritto internazionale e del diritto civile e commerciale domestici, la comparazione tra sistemi giuridici e i diversi modi di risolvere i conflitti tra ordinamenti, le risposte ai problemi concreti date dal diritto statuale e quelle date dal diritto a-statuale, secondo le più attuali elaborazioni della moderna lex mercatoria. Si confronterà in tal modo con l'evolversi delle teorie e delle scelte di regolazione dei commerci transfrontalieri di beni e servizi, di quella dei flussi e delle politiche monetarie e del diritto degli investimenti, con gli esercizi di uniformazione del diritto e la standardizzazione delle prassi e delle norme contrattuali, i fenomeni di regionalismo, nuove forme di cooperazione economica e gli orizzonti aperti dalle teorie dello sviluppo sostenibile. Il volume si conclude mettendo in evidenza i più significativi punti di crisi dell'ordine attuale ed offrendo uno sguardo sul suo possibile futuro.

Manuale di diritto commerciale...

Giappichelli 2019

Non disponibile

49,00 €
Il volume costituisce uno strumento utile per la conoscenza della complessa materia riguardante il Diritto commerciale internazionale attraverso un'attenta analisi aggiornata e completa delle regole che lo disciplinano presentando i contenuti in modo semplice e chiaro, al fine di facilitare la comprensione delle problematiche ad esso collegate. È rivolto a studenti universitari e partecipanti a Master di Alta Formazione, imprenditori, manager ed operatori di import/export, professionisti che, seguendo l'attuale realtà internazionale, sono interessati a sviluppare competenze in tale materia. Senza trascurare l'inquadramento sistematico e dogmatico dell'argomento il testo, suddiviso in sedici capitoli, tratta gli argomenti con un approccio tecnico/operativo frutto della pluriennale esperienza degli autori. Gli argomenti trattati spaziano dai contratti ai rapporti societari internazionali, dai sistemi di pagamento alle garanzie internazionali, dall'e-commerce alla disciplina dei lavoratori italiani all'estero, dai progetti comunitari alle regole comparate sulla procedura fallimentare.

Certificazione CE per chi importa....

Delaini Claudio
Autopubblicato 2019

Non disponibile

21,30 €
Sei un nuovo importatore, che inizia ad importare seguendo una bella idea? Hai capito cosa scegliere e come venderlo? Magari online? E non riesci ad orientarti in mezzo a norme e regolamenti? Oppure sei un importatore esperto, sul mercato da oltre dieci anni, e ti hanno bloccato la merce alla dogana di colpo, inaspettatamente? Sei in attesa dei test di verifica che la dogana ha commissionato? Merce sequestrata? Corri il pericolo che ti distruggano la merce (a spese tue...)? Sono quasi vent'anni che aiutiamo gli importatori a districarsi nella burocrazia e nelle certificazioni di prodotto. L'importatore compra quello che pensa di saper vendere. Si preoccupa di tante cose, un po' meno delle certificazioni dei prodotti. Ecco perché abbiamo pensato di scrivere questo libro. Così possiamo aiutare gli importatori a districarsi nel labirinto delle norme e a chiedere e a controllare meglio la documentazione ai fornitori extra UE., leggendo con calma e cercando con cura i riferimenti necessari.

Le dinamiche del diritto dell'economia

Amorosino Sandro
Pacini Editore 2018

Non disponibile  
DIRITTO COMMERCIALE

15,00 €
Il diritto dell'economia appare, nel tempo, presente, "inafferrabile", per: la vastità e varietà dei campi delle attività economiche organizzate in mercati ed oggetto di regolazioni; la sconfinatezza di molti mercati; la velocità dei mutamenti dei sistemi di regole, che "inseguono" le trasformazioni dei mercati, dovute alla telematica, alle evoluzioni tecnologiche e scientifiche ed anche alla geopolitica. Rapide e contraddittorie sono, quindi, le dinamiche dei diritti dei tanti mercati, tra gli interessi economici ed i tentativi dei pubblici poteri, ai vari livelli, di "controllarle". Di qui il titolo del libro ed il tentativo dell'autore di avvicinarsi con metodo giuridico aperto e sincretistico, ma non descrittivo, alle dinamiche in atto.

Pagamenti internazionali. Con...

Di Meo Antonio
Ipsoa 2018

Non disponibile  
MANUALI ECONOMIA

35,00 €
Il libro illustra le principali forme di pagamento e di garanzia utilizzate nella vendita internazionale, individuando caratteristiche e criticità di ciascuna al fine di circoscriverne l'utilizzo in un'ottica di riduzione e di gestione dei rischi tipici degli scambi internazionali. L'obbligazione di un compratore di pagare una somma di denaro in cambio di merce o di servizi, pone quest'ultimo in una posizione di rischio, quello dell'eventuale mancato pagamento, la cui gestione preventiva non può e non deve essere affidata alla sola buona fede o lasciata al caso, soprattutto in un contesto internazionale dove fattori come l'onerosità di una citazione in giudizio, la non immediatezza di un'eventuale ingiunzione di pagamento, la difficoltà ad interfacciali con sistemi giuridici diversi da quello nazionale, potrebbero rendere difficile se non impossibile la riscossione di crediti insoluti. Ecco, allora, che la forma di pagamento adottata contribuisce ad accrescere o diminuire il rischio di credito. Il pagamento delle forniture di beni e servizi rappresenta uno degli aspetti di maggiore criticità con cui l'impresa deve necessariamente confrontarsi e prestare attenzione nella negoziazione di una compravendita con l'estero, tanto da divenire elemento strategico per competere con successo. Il volume contribuisce a sviluppare e a migliorare la conoscenza delle diverse forme di pagamento e di garanzia in uso negli scambi internazionali e le implicazioni che le stesse hanno con gli aspetti riguardanti le altre clausole del contratto sottostante e, in particolare (nel caso di compravendita di beni mobili), con il termine di consegna della merce (Incoterms®). Dalle conoscenze applicative delle varie forme di pagamento e di garanzia (sia di tipo bancario che assicurativo) adottate in ambito internazionale e da quello che rappresentano gli Incoterms® nella definizione del prezzo, nella ripartizione dei costi, dei rischi e delle responsabilità, ogni impresa può trarne un utile ed efficace vantaggio operativo. I singoli argomenti vengono sviluppati con taglio pratico attraverso la definizione delle diverse forme di pagamento e di garanzia, della loro funzione, delle caratteristiche, l'articolazione, la normativa di riferimento i punti di attenzione, i rischi, i vantaggi e gli svantaggi, la modulistica di riferimento, con l'ausilio di schemi, tabelle e punti di attenzione riassuntivi per ogni argomento trattato.

«Ending of too big to fail» tra...

Brozzetti Antonella
Cacucci 2018

Non disponibile  
BANCA FINANZA

29,00 €
La crisi finanziaria deflagrata nel 2008 ha evidenziato il complesso livello di interrelazioni del mercato finanziario su scala mondiale e posto il problema di incrementarne la resilienza. I fora tradizionalmente deputati a discutere sul futuro della regolamentazione ne hanno guidato il rinnovo focalizzandosi sull'obiettivo di spezzare il connubio tra azzardo morale e status di "immortalità" proprio delle istituzioni finanziarie di rilevanza sistemica. Dopo un decennio di riforme, gli standard-setter globali avvertono come vicina la meta: «the development of policies to help ensure that systemically important financial institutions (SIFIs) can be resolved without wider disruption if they fail is largely complete» (Financial stability board, 2017). Siamo dunque all'epilogo del "too big to fail"? A questa domanda prova a rispondere questo lavoro, muovendo anzitutto dall'iter seguito nei consessi internazionali per la definizione di un quadro giuridico applicabile alle istituzioni finanziarie di rilevanza sistemica, e in particolare alle banche globali, sul piano della c.d. soft law. Lo studio continua con la ricerca dei punti di contatto e dei condizionamenti reciproci con il coevo processo di rinnovamento dell'ordinamento bancario dell'Unione europea, considerato come una sorta di cartina di tornasole del grado di recepimento delle "raccomandazioni" internazionali. Il successivo approfondimento del dato fenomenologico è volto anche a valutare le possibili ripercussioni degli accresciuti presidi regolamentari sulle scelte degli intermediari. Dall'analisi emerge, da un lato, il rafforzamento del governo sull'economia globalizzata e la sua influenza nella realizzazione di storiche trasformazioni in sede europea, nonché, dall'altro lato, la difficoltà per la riforma di andare oltre la propria ombra con scelte risolutive delle cause determinanti la devastante crisi di dieci anni fa. Il parallelo tra l'essere e il dover essere mostrerà infatti criticità sul piano degli obiettivi (presunzione di bloccare l'impatto sistemico delle crisi bancarie con il bail-in), degli strumenti a disposizione delle autorità nazionali/transnazionali di vigilanza (lacunosi o di complicata esecuzione) e della portata dell'intervento regolatorio su aspetti cruciali, quali ad esempio l'interconnessione, la finanza marked-based e i modelli d'intermediazione.

Il regime giuridico dell'euro. La...

Pace Lorenzo Federico
Cacucci 2018

Non disponibile  
COMUNITARIO

18,00 €
"L'Unione europea ha dovuto affrontare, a partire dalla fine del 2009, la crisi istituzionale (ed economica) più importante dalla sua istituzione sessant'anni fa. Una crisi che ha posto seriamente in dubbio la sopravvivenza dello stesso euro, del mercato interno e, in ultima istanza, dell'Unione europea. [...] Molte sono state le modifiche normative emanate nel corso degli anni - soprattutto tra il 2010 e il 2012 - al fine di risovlere la crisi; modifiche per quantità, qualità e frequenza che non trovano paragone nella storia dell'Unione. Non solo modifiche al quadro di diritto secondario del cd. Patto di stabilità e crescita, ma anche una modifica puntale dei Trattati e l'emanazione di ben tre differenti Trattati di diritto internazionale sitpulati tra Stati membri (MES, Fiscal compact, fondo di risoluzione bancaria) in quella che è stata 'battezzata' come 'la deriva intergovernativa della crisi'. Tale ampio e complesso nuovo quadro normativo, così come la magmatica e spesso l'intelligibile evoluzione della crisi negli anni, permette ora - ora che le nebbie della crisi economica sembrano diradarsi lentamente in tutti gli Stati dell'Unione - di tentare di inquadrare - nella sua complessità - l'attuale regime giuridico dell'euro." (dall'introduzione)

Caratteri, limiti e prospettive...

Ruccia Nicola
Cacucci 2018

Non disponibile  
BANCA FINANZA

18,00 €
"L'entrata in vigore del Trattato di Lisbona - che ha lasciato pressoché invariato il quadro giuridico-istituzionale dell'Unione economica e monetaria (UEM) delineato dal Trattato di Maastricht - ha avuto luogo nel contesto di una crisi finanziaria di dimensioni globali. Ancorché innescata negli Stati Uniti dall'insolvenza dei detentori dei c.d. mutui 'subprime', essa, all'interno dell'eurozona si è inizialmente manifestata in Grecia e successivamente in Portogallo, Irlanda, Italia e Spagna, spregiativamente indicati con l'acronimo PIIGS, mettendo in discussione la fiducia nella moneta comune e, per certi versi, nella sostenibilità dell'Unione..."

L'Unione europea nel sistema delle...

Cisotta Roberto
Giappichelli 2018

Non disponibile

49,00 €
"L'Unione europea nel sistema delle relazioni economiche e monetarie globali. Un'indagine giuridica" è una monografia scientifica dedicata all'analisi della posizione dell'Unione europea in un mondo completamente mutato dalla crisi economica. Gli assetti istituzionali e operativi definiti con l'avvento della moneta unica europea, in via a volte riconosciuta come provvisoria, solo talvolta si sono evoluti e in modo spesso poco efficace. "L'Unione europea nel sistema delle relazioni economiche e monetarie globali. Un'indagine giuridica" analizza criticamente tutte le soluzioni adottate e le più recenti proposte di riforma, offrendo ai giuristi interessati alle relazioni economiche internazionali chiavi di lettura nuove sugli strumenti giuridici che consentono all'euro di ricoprire un ruolo rilevante nel sistema monetario internazionale e spunti originali affinché l'Europa possa parlare "con una sola voce" nelle grandi strutture della governance dell'economia mondiale.

La compravendita internazionale di...

Franzina Pietro
libreriauniversitaria.it 2018

Non disponibile

18,90 €
Può un'impresa italiana portare un'impresa russa davanti a un giudice italiano, affinché quest'ultimo le ingiunga di pagare il prezzo delle merci che la prima le ha consegnato? E, se sì, di quali regole materiali deve servirsi quel giudice per stabilire se la pretesa della venditrice italiana è fondata, o se non siano fondate, invece, le eccezioni della compratrice russa? Le regole che si incontrano nel codice civile italiano? Quelle in vigore nella Federazione Russa? Altre ancora? Il volume illustra in modo sintetico le norme che rispondono a questi e simili quesiti, proponendosi di fungere da ausilio per la didattica in ambito universitario e per la formazione e l'aggiornamento professionale di quanti assistono le imprese impegnate nel commercio internazionale.