Diritto: asilo

Filtri attivi

Un rifugio precario. Breve storia...

Bontempelli Sergio
Helicon 2018

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Sapevate che i primi richiedenti asilo sono stati gli ebrei in fuga dalle persecuzioni antisemite? E che anche gli ebrei furono considerati "falsi profughi" e "migranti economici"? Sapevate che i rifugiati ungheresi del 1956, giudicati con i criteri di oggi, non otterrebbero l'asilo politico nel nostro paese? Questo piccolo libro, di taglio divulgativo, ripercorre la storia del diritto di asilo in Europa. E riserva alcune sorprese, che illuminano diversi aspetti del dibattito attuale in materia di immigrazione.

Chiedo asilo. Essere rifugiato in...

Calloni Marina
Università Bocconi Editore 2012

In libreria in 5 giorni

20,00 €
Con la trasformazione dello scenario geopolitico avvenuto all'inizio degli anni Novanta, da paese di emigranti l'Italia è diventata una nazione di immigrazione. Tuttavia non tutti gli immigrati hanno le stesse motivazioni per l'abbandono del loro paese d'origine: chi è spinto da ragioni economiche o familiari e chi invece è costretto ad andarsene a causa di persecuzioni politiche. Queste due tipologie di immigrati ricadono però sotto legislazioni diverse. Mentre il primo deve attenersi alle leggi vigenti nello Stato d'accoglienza, il secondo - dietro richiesta d'asilo - può invece appellarsi a convenzioni internazionali. Negli ultimi anni, tuttavia, con respingimenti indiscriminati alle frontiere marittime non si è fatta alcuna distinzione nei cosiddetti "flussi misti" - fra migranti economici e migranti forzati. L'Italia è stata per questo condannata dal Consiglio d'Europa. Tenendo conto della legislazione italiana sull'immigrazione e del recente reato di clandestinità nel più ampio contesto internazionale, il libro ha l'intento di presentare in modo semplice e conciso le questioni salienti che caratterizzano oggi la condizione del richiedente asilo in Italia e più in generale lo status del rifugiato politico nell'età globale.