Procedura penale: diritto probatorio

Filtri attivi

La prova nel processo penale. Vol....

Ferrua Paolo
Giappichelli 2017

In libreria in 3 giorni

30,00 €
Il volume analizza la struttura e ¡I procedimento della prova penale, riservando al secondo volume, di prossima pubblicazione, l'esame dei singoli mezzi di prova e di ricerca della prova. Il primo capitolo inquadra il fenomeno probatorio nell'ambito dei diversi modelli di processo. Il secondo affronta la distinzione, problematica ma essenziale, tra fatto e diritto. Il terzo approfondisce le tre componenti dell'operazione probatoria: a) le premesse probatorie, con particolare riguardo alla distinzione tra prove dichiarative e prove critico-indiziarie; b) la proposizione da provare, principale o incidentale, finale o intermedia; c) l'atto del provare, sempre connotato dalla regola dell'oltre ogni ragionevole dubbio. Mentre i primi due termini variano in funzione del contesto processuale, il terzo resta indefettibile, essendo contraddittorio ritenere 'provata' una qualsiasi proposizione, quando sussistano ragionevoli dubbi su di essa. Il quarto capitolo esplora le diverse alternative decisorie (condanna/proscioglimento, sentenza di non luogo a procedere/rinvio a giudizio, ecc.), individuando per ciascuna di esse il termine 'marcato' che veicola la proposizione da provare. Il quinto capitolo studia le fasi del procedimento probatorio: ammissione, su istanza di parte o d'ufficio, assunzione o acquisizione, valutazione. I temi, più specifici, della prova nei riti negoziali, della circolazione delle prove fra diversi processi, del controllo sulla motivazione della sentenza sono approfonditi nei capitoli sesto, settimo e ottavo. Alla prova illegittimamente acquisita e alle disfunzioni del procedimento probatorio è dedicato il nono capitolo. Ampio spazio è riservato nel capitolo decimo alla disciplina della prova nella Convenzione europea dei diritti dell'uomo e alla giurisprudenza della Corte di Strasburgo, sempre ancorata al contesto del caso deciso e, quindi, non riducibile a formule generali ed astratte. Una ferma critica è indirizzata alla pretesa efficacia vincolante delle interpretazioni della Corte europea, originariamente affermata dalla Corte costituzionale nella motivazione delle c.d. sentenze gemelle del 2007, e poi ridimensionata dalla stessa Consulta in successive decisioni. L'undicesimo capitolo riguarda la prova scientifica e, in particolare, quella offerta dalle neuroscienze. Conclude il volume uno studio sui problemi probatori nel processo contro gli enti.

La magistratura di pace. Diritto e...

Di Renzo Mannino Antonino
Nuova Giuridica 2018

In libreria in 5 giorni

24,00 €
L'opera accenna a riferimenti storici sulla figura del Giudice di Pace, esamina la riforma della Magistratura Onoraria e di Pace, soffermandosi sull'iter che ha portato alla sua approvazione ed alle questioni critiche che il testo presenta anche in relazione ai decreti legislativi n. 92/2016 e n. 116/2017 ed alle prese di posizione delle Organizzazioni di categoria e degli Organi Istituzionali di Camera e Senato e del Consiglio Superiore della Magistratura. Il lavoro, percorre il testo della riforma e delle disposizioni che hanno interessato l'aumento della competenza civile, la competenza penale ed il mancato esercizio delle delega per l'aumento della competenza penale. Si sofferma sulle pendenze in corso in ambito Comunitario e sui possibili risvolti di pronunce già adottate e di altre in corso di vaglio. Da ultimo tratta aspetti pratici avanti all'Ufficio del Giudice di Pace che possono essere di utilità, per gli Operatori del diritto e per l'utenza in generale con indicata modulistica essenziale, senza alcuna pretesa di esaustività, per l'accesso al primo gradino della Magistratura. Prefazione di Giovanni Ariolli.