Relazioni medico-paziente

Filtri attivi

Il tocco, il rimedio, la parola. La...

Milanese Roberta; Milanese Simona
Ponte alle Grazie 2019

Disponibilità immediata

24,00 €
Nel V secolo a.C. Ippocrate aveva già formulato una «ricetta» estremamente efficace e universale: solo «il tocco, il rimedio, la parola» possono davvero guarire. Sono passati più di due millenni, eppure gli insegnamenti del padre della medicina sembrano del tutto ignorati. Paradossalmente, gli enormi passi avanti in campo scientifico e tecnologico hanno fornito ai medici di oggi strumenti potentissimi dal punto di vista diagnostico, terapeutico e farmacologico, rendendo tuttavia il rapporto tra medico e paziente sempre più distaccato e frettoloso. L'iperspecializzazione e al tempo stesso la scarsa formazione agli aspetti relazionali della professione, i ritmi di lavoro sempre più stressanti e le lungaggini burocratiche non fanno che peggiorare la situazione. Le autrici affrontano numerosi meccanismi psicologici che entrano in gioco nella relazione tra medico e assistito - come ottenere la compliance del paziente, come sfruttare il celebre effetto placebo e insieme scongiurare l'effetto nocebo o il fenomeno dell'overdiagnosis, sintomo di una società sempre più ipocondriaca. L'approccio è di tipo strategico, con un'ampia casistica di accorgimenti linguistici e suggestivi utili per non incorrere nelle trappole che incidono negativamente sull'esito del trattamento. Una buona comunicazione influisce direttamente sull'efficacia e l'efficienza della cura, con ripercussioni positive sulla qualità della vita dei pazienti e del sistema sanitario in generale: il medico, quando veste i panni del «persuasore strategico», non solo fa sentire meglio il paziente, persino nei casi più gravi, ma si sente meglio a sua volta, evitando peraltro la sempre più diffusa sindrome del burnout. In tutti i sensi, quindi, «curare» significa prendersi cura della persona, prima ancora che della malattia. Prefazione di Giorgio Nardone.

Il medico 4.0. Come cambia la...

Pravettoni Gabriella; Triberti Stefano
Edra 2019

Disponibilità immediata

19,00 €
Se alle macchine associamo l'idea di logica, il concetto di freddezza, l'aspettativa di performance perfette riproducibili all'infinito senza errori è facile augurarsi un sempre maggiore affiancamento delle macchine al lavoro del medico, del chirurgo, del personale ospedaliero. Ma è davvero questo ciò che vogliamo dalla medicina? O il fattore umano, la comprensione olistica costituiscono un apporto insostituibile e non riproducibile dall'Intelligenza Artificiale? Le tecnologie autonome sostituiranno i medici o diventeranno loro alleati? Una valutazione attenta delle opportunità presenti e future e soprattutto dei rischi connessi all'introduzione sempre più frequente di soluzioni di Intelligenza Artificiale, robotica e digital therapeutic è quello che offre la presente pubblicazione. Una panoramica approfondita e completa e un'analisi oggettiva su ciò che la relazione uomo-macchina può rappresentare per diagnostica, terapia, chirurgia, riabilitazione e tutte le possibili attinenze per promuovere salute e benessere e su una figura di medico "4.0", che non è solo un professionista della malattia e della cura, ma soprattutto un mediatore efficiente tra la tecnologia, con la sua logica e precisione, e la persona, con la sua sofferenza tutta umana e la sua domanda di cura.

Enactment. Parola e azione in...

Boccara P. (cur.); Meterangelis G. (cur.); Riefolo G. (cur.)
Franco Angeli 2018

Disponibilità immediata

26,00 €
La psicoanalisi può essere ancora definita un trattamento dove la dimensione dell'azione è assente? Sono ancora valide le parole di Freud secondo cui "nel trattamento analitico non si procede a nient'altro che a uno scambio di parole tra l'analizzato e il medico"? In questi ultimi decenni, affermare che paziente e analista interagiscono è diventata una constatazione condivisa e ha contribuito all'interesse per un fenomeno clinico denominato "enactment". Questo termine descrive quei momenti in cui l'analista si accorge di venire inconsciamente indotto ad "agire" da sollecitazioni transferali o identificatorie del paziente. Allargare l'orizzonte teorico del "dialogo agito" permette di affrontare la questione di come le diverse forme dell'inconscio vengono rappresentate nella stanza di analisi. Sostiene Stefano Bolognini nella sua presentazione del volume: "L'idea che l'area teorico-clinica dell'enactment costituisca la "quarta via regia" alla comprensione dell'inconscio, dopo il sogno, il transfert e il controtransfert, è ormai complessivamente accettata dalla maggioranza degli psicoanalisti in tutta la comunità internazionale". Entro questo quadro, la riflessione sul concetto di enactment e sull'agito in psicoanalisi porta con sé il valore della libertà di pensare: senza dimenticare il passato, ma senza precludersi l'apertura al futuro, al nuovo, al non ancora conosciuto.

La relazione di cura. Difficoltà e...

Asioli Fabrizio
Franco Angeli 2019

Disponibile in 10 giorni

19,00 €
La relazione terapeutica può essere intesa secondo due accezioni molto differenti fra loro. È possibile pensare al rapporto fra il medico e il suo paziente come a un contesto, al cui interno vengono praticati interventi curativi; oppure questa relazione può essere ritenuta, in sé stessa e in quanto tale, anche come uno strumento terapeutico. Se si vuole ricorrere a una metafora derivata dal teatro, nella prima visione la relazione è vista, e utilizzata, come scena; nella seconda visione la relazione è invece la parte centrale della rappresentazione. La relazione terapeutica come sfondo degli atti di cura appartiene più tipicamente al campo della medicina del corpo. Tuttavia chi si ammala affida al medico non solo la propria malattia, il proprio corpo, la speranza di guarire, ma anche la sua crisi esistenziale dovuta all'essere in situazione di fragilità. Prima di essere curato, il paziente ha bisogno di essere rassicurato, pur non chiedendolo esplicitamente perché il più delle volte non ne è pienamente consapevole. Come confermano molti studi, la terapia, così come gli effetti dei farmaci, risente, in positivo o in negativo, della qualità di questa relazione in quanto il rapporto medico-paziente costituisce il fondamento della cura. Questo libro - rivolto ai medici, a chi si prepara per diventarlo, ma anche chi ha la responsabilità di formare le nuove generazioni di professionisti - si propone di fornire un contributo alla lettura delle difficoltà e della profonda crisi che a partire dagli anni '60 del secolo scorso ha iniziato a interessare il rapporto medico-paziente. Nell'evidenziarne le cause principali, indica anche possibili correttivi per affrontarle.

Storie, parole, esperienze per...

Malvi C. (cur.)
Maggioli Editore 2020

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Scrivere di fragilità. A partire dalle storie delle persone che assistiamo e dalle nostre. Riflettere sulle parole che usiamo, perché la cura è intessuta delle parole che la raccontano. Capire se i termini sintetici, professionali e pieni di significato della lingua degli operatori trovano corrispondenza nel vocabolario di pazienti e cittadini, o se invece provocano disorientamento e allontanamento. In una comunicazione asimmetrica, uno degli attori del colloquio, spesso proprio quello che porta lo zaino più pesante, fa molta fatica, deve arrampicarsi in salita e viene lasciato indietro. Occorre creare un collegamento dentro-fuori: fra strutture, istituzioni e città, casa e vita. Costruire ponti, passerelle, facilitazioni per viaggiare da un mondo a un altro, da un lessico a un altro, da una cura all'altra. Promuovere lo spirito positivo della conoscenza, e la possibilità di crescita culturale dei malati e dei loro famigliari, per favorire l'adozione di corretti stili di vita e la partecipazione attiva alle decisioni terapeutiche. Scegliere quindi parole che influenzino la capacità di apprendere. Accettare la difficoltà a esprimere il bisogno di salute o comprendere la propria condizione di fragilità, di malattia o disabilità e avere di conseguenza la capacità di affrontarla e di viverla consapevolmente. Questa capacità, definita health literacy, scorre su un doppio canale d'azione: il primo è rafforzare le competenze di salute, l'alfabetizzazione sanitaria dei cittadini, soprattutto quelli delle fasce più deboli; il secondo è promuovere fra i medici, gli operatori sanitari e sociali e fra i caregiver la capacità di ascolto, di empatia e di buona comunicazione. Capirsi fa bene alla salute, di tutti.

Al servizio della salute. Per una...

Falcinelli Stefano
ETS 2019

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il Servizio Sanitario Nazionale ha compiuto quarant'anni e, benché giovane, non sembra molto in buona salute: sottofinanziamento del sistema, tempi troppo lunghi delle liste d'attesa, eccesso di richieste di prestazioni sanitarie non sempre appropriate, invecchiamento della popolazione e conseguente maggiore incidenza di patologie croniche, aumento dei costi delle tecnologie diagnostiche e delle nuove terapie, carenza di medici di Medicina Generale e di specialisti. Come rispondere a tutto ciò? In questo libro una riflessione e alcune proposte del Presidente dell'Ordine dei Medici della Provincia di Ravenna per tenere in buona salute una delle più importanti conquiste sociali della Repubblica Italiana: il nostro Servizio Sanitario Nazionale. Prefazione di Alberto Oliveti.

Bioetica della medicina e...

Chimirri Giovanni
If Press 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
"Chi sa solo la medicina, non conosce la medicina." "Il bravo medico filosofa e rende medico il suo paziente." "I medici sono oggi una minaccia per la salute." Una riflessione sui fondamenti metodologici della medicina e della psicologia, sui limiti della scienza e sulle trappole delle industrie farmaceutiche. Una critica a ogni terapia poco umana, a ogni relazione di cura preoccupata più di affari che di salute e diritti del paziente (senso dell'esistenza compreso). Una lettura interdisciplinare basata sulla concezione dell'uomo nella sua unità psicosomatica e integralità ambientale e spirituale, senza di cui ogni caregiver fallisce il suo compito (medicina olistica). Rivolto a studenti e operatori delle relazioni di aiuto/assistenza, il volume insegna a vedere in chi ha bisogno un nostro prossimo, anche perché siamo tutti un po' malati e abbiamo bisogno tutti di comprensione e carità.

Medicina narrativa. Colmare il...

Marini Maria Giulia
Edizioni Effedì 2019

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Maria Giulia Marini offre un approccio alla medicina narrativa innovativo. Questa metodologia è paragonata all'atto di offrire un ponte - o meglio, una molteplicità di ponti diversi - tra la cura clinica e l'humanitas. Con un uso accorto di mitologia, letteratura e linguaggio metaforico da un lato, e di studi scientifici dall'altro, l'autrice mostra come il concetto guida di "narrazione" possa unificare le parti frammentate della cura, nella forma in cui viene praticata oggi.

Cura il tuo prossimo come te...

Colombo M. (cur.); Colasanto M. (cur.)
Il Pensiero Scientifico 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Il volume, che riporta i contributi del Convegno tenutosi a Milano il 18 ottobre 2018, "Cura il tuo prossimo come te stesso", affronta il tema della centralità della persona non come principio astratto, ma come dato esperienziale proprio delle situazioni di vita e di sofferenza. Una concezione della cura che diventa relazione e rispetto tra medici e pazienti, reciprocità di diritti e doveri, riconoscimento della dignità degli individui.

Il dialogo e la cura. Le parole tra...

Quadrino Silvana
Il Pensiero Scientifico 2019

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Negli ultimi anni, l'attenzione alla comunicazione nell'ambito della relazione di cura è progressivamente aumentata. Tuttavia, la scoperta di quanto sia fondamentale l'elemento della comunicazione e di quanto il buon esito della cura ne risenta positivamente, rischia di aprirsi su uno spazio vuoto: come se bastasse dirlo per saperlo fare. Il volume di Silvana Quadrino è un tentativo di riempire quello spazio vuoto attraverso spunti di riflessione, proposte di azioni comunicative da adattare al proprio stile e al proprio contesto di lavoro, suggerimenti di "angoli visuali" da cui provare a osservare e guidare il dialogo con il paziente.

Malato, ma non troppo (con La...

Cuccia Claudio
Scholè 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Riflessioni semiserie - con racconti, aneddoti, consigli - sulla vita dell'ammalato in ospedale o in luogo di cura. Ritratti di una commedia umanissima, a volte involontariamente comica, dove tutti possiamo riconoscerci: l'attesa in ambulatorio, il vicino di letto e la sua sopportazione, le reazioni più diverse alla diagnosi, la cura e i suoi luoghi (il bar, una libreria!), i dottori che si incontrano e loro stramberie. Uno sguardo sui momenti centrali di ogni vita - la salute, la malattia, la cura - suggerendo che potrebbe addirittura esistere una formula per l'umana felicità, raggiungibile da tutti, malati compresi. Un libro che, mettendo di buonumore chi lo legge, aiuta a guarire. Da leggere da soli o in compagnia. E dove capita.

La babele linguistica e culturale...

Andreoni Bruno; Caponi Paolo; Nembri Paola
Libraccio Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

9,90 €
I medici, gli infermieri e gli operatori sanitari sanno quanto ci si possa sentire inadeguati nell'accompagnare un malato negli ultimi passi della malattia inguaribile. Ancora più difficile è avere a che fare con persone con differenti linguaggi, religioni, e con molteplici modi di affrontare la fragilità della vita e la sua fine. La relazione con persone malate di altre culture si può migliorare attraverso le conoscenze che provengono da varie discipline. Nato dalla collaborazione tra il Centro Universitario Interdipartimentale per le Cure Palliative dell'Università degli Studi di Milano e il Dipartimento di Mediazione Linguistica e Culturale della stessa università, il libro intende rispondere a questa esigenza nei suoi aspetti sia culturali che pratici.

Il senso della malattia. Intervista...

Weirauch W. (cur.)
Novalis 2019

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
Quello della medicina è un mercato miliardario. Non stupisce quindi che la pratica medica e le direttive a esse connesse abbiano intrapreso un percorso in cui l'essere umano non ha quasi più un suo ruolo. La scienza ignora quasi del tutto l'individualità umana. Per questo un crescente numero di persone, pur riconoscendo i valori e risultati della ricerca, non riesce a trovare nella medicina una risposta alle proprie necessità e cerca vie alternative di guarigione. Nell'intervista di Wolfgang Weirauch al dottor Volker Fintelmann, riportata in questo libro, vengono affrontati i rischi connessi alla medicina materialistica.

La volontà e la scienza. Relazione...

Cacace S. (cur.); Conti A. (cur.); Delbon P. (cur.)
Giappichelli 2019

Disponibile in 3 giorni

52,00 €
Quest'opera collettanea nasce dalla profonda convinzione che la storia della relazione fra medico e paziente non possa che raccontarsi con il linguaggio, con lo sguardo e con la sensibilità di diverse discipline e professioni, innanzitutto per non perdere l'autenticità stessa della materia trattata. In questa direzione, ai contributi d'impronta più propriamente giuridica (Diritti e Regole: la disciplina della relazione e le situazioni giuridiche soggettive configurantisi, alla lente del diritto pubblico e del diritto privato) si succedono quelli di natura medicale (Scienza e Medicina: con le voci di specialisti diversi ad interrogarsi sulle rispettive peculiarità del rapporto con i propri pazienti) ed, infine, i saggi a carattere latamente filosofico/bioetico/psicologico (Volontà e Relazioni: perché l'esperienza della malattia e della morte richiama, in maniera dirompente, l'umanità di tutti i soggetti coinvolti, anche dello stesso operatore sanitario). L'occasione è l'emanazione della legge n. 219/2017, la quale compone Volontà e Scienza disciplinando la relazione terapeutica nel quadro dei princìpi etici dell'autonomia e della beneficità, ove il medico attua il mandato di cura realizzando il best interest del paziente nel rispetto della sua dignità e della sua autodeterminazione.

La cura con parole oneste. Ascolto...

Spinsanti Sandro
Il Pensiero Scientifico 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Ogni farmaco può essere sia un rimedio che un veleno. La stessa qualifica si può attribuire alle parole che accompagnano da sempre il processo della cura. Oneste o menzognere, dirette o vestite di silenzio, rispettose o brutali: fanno parte essenziale della cura. Possono potenziarla o comprometterla. Sandro Spinsanti, partendo dal presupposto che quelle parole delineano un modo diverso di praticare la medicina, esamina le "conversazioni" che si svolgono nei diversi scenari della cura.

Il dottore e il paziente. Come...

Cosmi Franco; Brischetto Rosario
Edizioni LSWR 2019

Disponibile in 3 giorni

27,90 €
La tecnologia e l'intelligenza artificiale sono entrate di prepotenza nella relazione medico-paziente, migliorando la capacità di diagnosi e di cura. Spesso, però, la medicina dimentica che il malato ha anche bisogno di speranza. E se questo bisogno non trova ascolto, il malato può essere tentato di rivolgersi a "guaritori" con pochi scrupoli, a volte difficilmente distinguibili dai medici seri e preparati. Non esistono buone cure senza buona ricerca e la buona ricerca è quella basata sulla sperimentazione. La sola medicina che guarisce è quella scientifica basata su prove di efficacia, ma non si deve dimenticare che al paziente servono anche una buona parola e un'affettuosa carezza. Gli autori sono medici con oltre quarant'anni di esperienza sul campo, quotidianamente in contatto con malati gravi e non gravi, reali o immaginari, che chiedono di essere guariti, curati o almeno consolati. Prefazione di Silvio Garattini.

Riformare la deontologia medica....

Cavicchi Ivan
Dedalo 2018

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
Sulla base di una analisi dei problemi deontologici riconducibili alla crisi della professione medica, Ivan Cavicchi e un gruppo di lavoro multidisciplinare - promosso e organizzato dall'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia Autonoma di Trento, in collaborazione con il programma FBK per la salute della Fondazione Bruno Kessler e il gruppo di Biodiritto dell'Università di Trento - hanno rielaborato le basi concettuali della tradizionale deontologia medica per mettere in condizione gli Ordini dei Medici di riformare il proprio codice deontologico. Si tratta di una vera e propria «rivoluzione» destinata a modificare nei prossimi anni la deontologia nel nostro Paese, a influenzare la redazione dei futuri codici di tutte le professioni medico-sanitarie, ma soprattutto a cambiare radicalmente i rapporti tra medici e cittadini, tra professione e società, tra medicina ed economia. Assumendo il malato come «archè», la proposta di rielaborazione cambia postulati, presupposti, linguaggi, concetti, soluzioni e obiettivi, affrontando problematiche usualmente ignorate dalla deontologia convenzionale.

La relazione di cura...

Capezzani L. (cur.)
Linea Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Un testo per medici, psicologi, ma anche per pazienti e per tutti coloro che chiedono di star bene, potendo incontrare e integrare consapevolezza e sentimento. Ciò che ancora c'è da sapere è che l'alleanza terapeutica migliora non quando si mette al centro il paziente, e nemmeno il medico, ma quando al centro si pone, si osserva e si modula la relazione di cura. La relazione di cura medico-paziente, infatti, non è solo l'incontro tra una coscienza e una fiducia, ma è anche l'incontro tra due storie di cura. Il testo offre inoltre la descrizione di casi di relazione di cura nel setting psico-oncologico istituzionale e privato, del medico di medicina generale, in quello emergenziale di un pronto soccorso e in quello psicoanalitico. Viene data illustrazione della relazione di cura nella produzione culturale, nell'ambito dei social media, della medicina narrativa, dell'arte e della letteratura, a indicare che attraverso la cultura possiamo sviluppare i sentimenti necessari per distinguere il bene e il male, ciò che ci cura e ciò che ci danneggia.

Manuale di clownterapia

Olshansky Vladimir
Audino 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La clownterapia nasce a New York a metà degli anni '80 ed è ormai diffusa in molti paesi del mondo occidentale. In Italia, nel 1995, grazie anche all'autore di questo libro, nasce a Firenze Soccorso Clown, il primo servizio nazionale di professionisti preparati per operare in ospedale. Ma cos'è il clown ospedaliero? "Manuale di clownterapia" è il libro nato sia per spiegare cos'è un clown, cos'è la clown terapia ospedaliera, sia per fornire uno strumento a tutti quegli attori che vogliono formarsi in questa nuova professione, sia a medici e genitori per capire cosa fanno nelle corsie in pediatria quegli strani e buffi personaggi in camice e parrucca. Ma per suscitare il sorriso facendone un'attività professionale occorre aver, sì, un proprio talento, ma soprattutto la costanza di sottoporsi per tutta la vita a una grande disciplina, studiare e conoscere il proprio corpo, svilupparne le capacità fisiche ed espressive, senza mai smettere di allenarlo. E per farci meglio comprendere la grande potenza di ciò di cui ci sta parlando, l'autore ricorre anche al racconto di episodi realmente avvenuti, estrapolati dai propri "Diari di bordo", ma anche da quelli dei suoi allievi, che inducono a riflettere sulla vita e sulla malattia, sul loro significato e sulla missione di ciascuno di noi.

Gli uomini sono erba. Conversazioni...

Bert Giorgio
Il Pensiero Scientifico 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
In questo suo nuovo volume Bert fa ancora della cura il perno, la chiave di lettura di riflessioni su diversi momenti ed eventi della vita: la nascita, la morte, il genere, la salute, la malattia, la scienza, il dubbio, le relazioni, la capacità di ascolto, il senso di estraneità. Conversando idealmente con il lettore, Bert lo invita a guardare con lui ai diversi aspetti dell'esistenza attraverso la lente della cura.

Parliamo di salute. Guida ai...

Bracchetti Daniele
CLUEB 2017

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Nel rapporto tra medico e paziente la visita è oggi sempre più sostituita, quasi surrogata, dalle indagini strumentali. Che sia il semplice esame del sangue o un'ecografia, fino alla più complessa tomografia assiale computerizzata, il medico ricorre di preferenza a questi accertamenti, limitando il contatto umano che la visita medica un tempo consentiva. Ne consegue una maggiore difficoltà per i pazienti a comprendere il proprio stato e a orientarsi in un ambito in cui si dà spesso per scontata la conoscenza della terminologia specifica e delle tecniche diagnostiche. Ci viene in soccorso l'autore, che a partire dalla propria esperienza sul campo, e dall'evoluzione della pratica medica negli ultimi cinquant'anni, fornisce utili indicazioni per districarsi nei meandri del sistema sanitario, ci aiuta a comprendere quali sono e come funzionano i mezzi diagnostici oggi disponibili, e come sono cambiate l'assistenza sanitaria ambulatoriale e ospedaliera, soffermandosi, infine, su alcune diffuse patologie, come l'infarto e l'ulcera.

Il preventivo nello studio...

Mariani Cristina
Edra 2016

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
Il volume affronta tutti i temi relativi ai preventivi di costo delle cure odontoiatriche, documenti fondamentali per la scelta del paziente, e parte di un discorso più ampio sulle più efficaci modalità di comunicazione. Il testo fornisce quindi non solo i suggerimenti per preparare e gestire il preventivo (grafica, pricing e scrittura efficace) ma anche una riflessione sul complesso degli strumenti che lo studio ha a disposizione per far percepire il proprio valore professionale e le proprie caratteristiche distintive. Un testo pratico ed operativo che espone in un linguaggio semplice, argomenti manageriali e gestionali sui quali l'odontoiatra medio non ha solitamente dimestichezza. Il libro contiene esempi e modelli a cui il lettore può fare riferimento nella propria pratica professionale.

Curare gli ammalati

Veronesi Umberto
Marcianum Press 2016

Disponibile in 3 giorni

6,00 €
Il grande oncologo italiano spiega cosa significhi prendersi cura degli ammalati: al di là della pur necessaria tecnica medica (su questo versante, la quadrantectomia è il maggior contributo del Professor Veronesi), occorre far parlare il paziente, sapere chi è, cercare di capire quali sono i suoi progetti. In una parola, si tratta di rimettere al centro la persona.

Il medico e il paziente: ascoltare...

De Ieso Carmine
Fondazione Mario Luzi 2016

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
L'idea di scrivere questo libro è nata gradualmente quattro anni fa, quando la mia attività mi ha portato a contatto sempre più di frequente con professionisti della salute e pazienti. Una sensazione che spesso ho percepito è che fra questi due gruppi, nel corso del tempo, si sia creato un muro che ostacola il dialogo e la comprensione reciproca. L'obiettivo di questo libro è fornire degli strumenti per abbattere questo muro migliorando il dialogo e l'atteggiamento, per raggiungere una maggiore serenità individuale. I suggerimenti che ho inserito trovano le loro radici nella programmazione neuro-linguistica (PNL). La prima sezione del libro è rivolta ai professionisti della salute con indicazioni per ottenere la miglior compliance dal paziente. La seconda sezione invece è rivolta a coloro che di volta in volta si trovano a vivere la condizione di pazienti. La terza sezione contiene un approfondimento sui principi della pnl (programmazione neuro-linguistica) per consentire una crescita personale che servirà individualmente in tutti i campi della vita.

La relazione medico-paziente....

Mazza Emanuela
Enea Edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

26,50 €
Emanuela Mazza, trainer di Programmazione Neuro-Linguistica ed ex paziente, si rivolge a medici, infermieri e a tutti i professionisti della salute, ricordando che la comunicazione medico-paziente non è un contorno facoltativo delle professioni sanitarie, ma piuttosto un ingrediente centrale del percorso terapeutico. In questo libro imparerai a individuare le strategie comunicative più appropriate alle diverse situazioni, a sperimentare tecniche comunicative differenziate a seconda delle caratteristiche dei pazienti, e a comunicare più efficacemente all'interno del tuo gruppo di lavoro. Troverai strumenti di PNL, tecniche e studi sviluppati nelle migliori università del mondo, esercizi, esperienze raccontate da pazienti e medici, storie utili a comprendere alcune connessioni tra i comportamenti delle persone, la comunicazione e il funzionamento del nostro cervello.

Luci e ombre dell'arte della cura....

Montenero Paolo
Nuova IPSA 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La cura implica il conoscere. Il conoscere non può ridursi a utilizzare in modo esclusivo le ragioni di una "mente", logica e categorizzante e non può esonerare le ragioni di un "cuore" intuitivo e non sistematico. La stessa distinzione tra spiegazione e comprensione allude a funzioni diverse della mente e del cuore. La relazione di causalità è propria delle spiegazioni della mente, mentre l'attribuzione di un significato, emozionale e affettivo, appartiene alla comprensione del cuore. Sia le parole di Antoine de Saint Exupéry: "Non si vede bene che con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi", sia quelle di Johann Wolfgang Goethe: "Ciascuno vede bene ciò che si porta nel cuore", sia quelle di Blaise Pascal: "Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce", come quelle di tanti altri autori, fanno riferimento a modi diversi di percepire, di fare esperienza del mondo, sia interno che esterno. Tali modi, della mente e del cuore, spesso non s'integrano, ma allora sono piuttosto le ragioni della mente ad aver bisogno di quelle del cuore che non viceversa, per evitare che la conoscenza e le relazioni siano parziali e/o false. L'atto di conoscenza implica un intelletto dotato di entrambe queste funzioni. Per questo l'intelligenza non può qualificarsi solo come "razionale", ma necessita anche dell'attribuzione di "emotiva" e tutto ciò è tanto più evidente quanto più ci facciamo guidare dall'etimologia.

Per il bene del paziente

Santilli Valter
Gallucci 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Storie e problemi veri della Sanità pubblica, raccontati e soprattutto analizzati da chi in corsia vive da trent'anni con una posizione di responsabilità. Qui di casuale il lettore troverà ben poco. Sono vicende inquietanti e opache, ma in qualche caso luminose e incoraggianti - in cui Valter Santilli, fisiatra e primario al Policlinico Umberto I di Roma, si è imbattuto negli anni trascorsi tra reparti ospedalieri e aule universitarie. Sollecitato dalle domande di Paolo Pagliaro e Piero Schiavello, Santilli propone una soluzione per ciascuna delle questioni sollevate, sottraendosi alla sterminata pubblicistica del lamento e accettando la sfida della concretezza.

Parole che curano. L'empatia come...

Parizzi Franca Regina
Publiediting 2016

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Gli autori propongono un viaggio nella medicina narrativa, dove il dolore, la guarigione, il ruolo del medico, il rapporto medico-paziente e alcune malattie gravi e socialmente rilevanti sono analizzati attraverso le storie e le parole dei protagonisti. Pazienti, luminari della medicina e operatori della salute raccontano in prima persona le loro esperienze di pazienti e di curanti. Le narrazioni, le vicende, i conflitti e le ansie sollecitano domande e forniscono soluzioni, diventando strumenti per tradurre la scienza e divulgare la "buona medicina".

Ascoltare il malato parlare al...

Ruggiero Rosa
Kairòs 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Fare il medico" significa curare le persone, riconoscere sintomi e malattie e individuare un percorso terapeutico. Ma cosa significa "essere medico"? Essere medici - come Rosa Ruggiero spiega in questo prezioso saggio, chiaro e di scorrevole lettura - significa essere persone oltre il camice, quelle persone che un paziente ha bisogno di trovare per avere conforto e seguire con vera adesione il percorso di guarigione. Il segreto per fare la differenza? Il rapporto con l'assistito; imparare a parlare col malato, ma soprattutto ascoltare.

Psicologia del malato. Comprendere...

Sandrin Luciano
EDB 2015

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
L'esperienza della malattia può riguardare la nostra vita e quella dei nostri cari. Possiamo fingere di non vedere, cercare di negare o passare oltre, come nella parabola del buon samaritano, ma essa bussa, prima o poi, richiamando la nostra attenzione. Quando attraversiamo la sofferenza facciamo appello alla sensibilità che abbiamo maturato e a quella di chi ci vuole aiutare, ma a volte non è sufficiente e serve saperne in più. E poiché l'esperienza di chi è malato e di chi lo cura con professionalità e amore è attraversata dal filo verde della speranza, i contributi della psicologia possono risultare molto preziosi. Lo psicologo non ha il compito di prescrivere ricette già pronte su cosa fare e su come farlo, ma ha la competenza per offrire conoscenze e indicazioni finalizzate a migliorare l'attenzione su ciò che facciamo, soprattutto quando vogliamo aiutare le persone che soffrono e accompagnare le loro attese.

La comunicazione...

Cassetta Michele
Tecniche Nuove 2014

Disponibile in 3 giorni

29,90 €
Nel rapporto con il paziente odontoiatrico non è più sufficiente curare la patologia ma è necessario prendersi cura della persona, che è fatta di corpo, mente, emozioni e vissuti. La comunicazione con il paziente è a tutti gli effetti un momento di cura e quando la relazione è efficace: aumenta l'aderenza alle terapie, diminuisce la tensione per la prestazione odontoiatrica, si riducono i contenziosi medico-legali, migliora il clima umano nello studio, diminuiscono le forme di demotivazione professionale. Il libro, utilizzando molte simulazioni ed esempi pratici, prende in esame: le dinamiche della comunicazione interpersonale, le competenze linguistiche utili a gestire le obiezioni, i significati inconsci del linguaggio del corpo, le tecniche di ascolto attivo e di motivazione.

Le trame della cura. Le narrazioni...

Zuppiroli Alfredo
Maria Margherita Bulgarini 2014

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Il senso di salute e malattia. Lo esplora un medico attraverso la sua esperienza, con l'aiuto di alcune storie, che parlano di persone e non solo di ammalati, di anime e coscienze, e non solo di corpi lesionati. Storie che aiutano l'autore a riflettere sul significato di parole come: cura, salute, malattia. La biologia richiede il contrappunto della biografia, le cause naturali delle malattie s'intrecciano con i loro significati personali, i risvolti sociali, le scelte organizzative e le politiche sanitarie. Tra i fattori determinanti della salute rivestono un peso fondamentale anche le condizioni ambientali, socio-economiche e culturali, per cui, se a livello individuale si richiede un crescente impegno delle persone nelle scelte di cura, a livello collettivo è necessario che in tutte le decisioni politiche vi sia una rigorosa attenzione alle conseguenze sulla salute.

Medico, paziente e malattia

Balint Michael
Giovanni Fioriti Editore 2014

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
Il problema del rapporto tra medico e paziente, e della sua rilevanza dal punto di vista diagnostico e soprattutto terapeutico, tende a diventare di competenza non più di una ristretta branca specialistica, ma di tutta la medicina. Il medico d'oggi, se da un lato è portato ad avere interessi sempre più specifici, dall'altro è costretto, nell'interesse stesso del malato, a non perderne di vista l'unità psicosomatica che in ogni caso fa sentire il suo peso come modo di reagire del paziente alla situazione di malattia con tutta la sua personalità. Questo libro, scritto in maniera semplice e accessibile anche a chi non ha specifiche conoscenze psicologiche, presenta i risultati di una ricerca svolta alla Tavistock Clinic di Londra da un gruppo di medici e psichiatri che hanno affrontato assieme il problema delle implicazioni psicologiche dello stato di malattia. I tentativi di Balint di risalire a principi generali hanno sempre il supporto di casi clinici dimostrativi e i risultati della sua esperienza ci vengono posti senza alcun pretenzioso atteggiamento di raggiunta conclusione. In ogni caso, questo è un libro utile: al medico in genere, per una maggiore comprensione dei propri pazienti e allo psichiatra per orientarlo a portarsi fuori dall'isolamento del proprio gabinetto di consultazione, spingendolo ad affrontare in maniera concreta il problema dell'aiuto al proprio collega medico nel suo impegno emotivo con i pazienti.

La clownterapia. Teoria e pratiche

Dionigi A. (cur.); Gremigni P. (cur.)
Carocci 2014

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
Nel corso degli ultimi anni, un numero crescente di persone ha intrapreso l'attività di clown in ambito sociale e sanitario. Questa pratica consiste nell'attuazione di tecniche clownesche, derivate dal circo e dal teatro di strada, in contesti di disagio per facilitare il processo di cura in persone che vivono un malessere personale, psichico e fisico. Inoltre, il clowning viene sempre più utilizzato come strumento pedagogico in vari contesti (scuole, corsi di formazione, comunità ecc.). Il volume intende, attraverso un approccio pragmatico e applicativo, presentare conoscenze teoriche e strumenti operativi per coloro che decidono di intraprendere l'attività di clown dottore. Il libro è rivolto sia agli operatori, volontari e professionisti che svolgono tale attività, sia agli studenti che vogliono comprendere teorie, meccanismi e funzioni del clown in ambito sociosanitario.

Comunicare e curare. La...

Biasco G. (cur.)
ASMEPA Edizioni 2013

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Docenti e ricercatori che fanno scuola in campo nazionale e internazionale si sono confrontati per esporre e discutere problematiche, esperienze e modelli sulla comunicazione in medicina con un focus sulle cure palliative e su quelle di fine vita. Interventi di: Lea Adela Baider, Walter Franklin Baile, Stefania Basili, Deborah Bolognesi, Francesco Campione, Stefano Canestrari, Carla Faralli, Luigi Grassi, Egidio Aldo Moja, Matteo Moroni, Andrea Pession, Marcello Salera, Giandomenico Savorani, Antonella Surbone, Adriana Turriziani, Danila Valenti, Maria Patrizia Violi.

Modi di morire

Heath Iona; Nadotti M. (cur.)
Bollati Boringhieri 2008

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Che cosa succede quando la medicina è messa in scacco da una malattia terminale o semplicemente dalla vecchiaia, vale a dire dal ciclo naturale della vita? Che rapporto si instaura tra medico e paziente, quando il crinale tra vita e morte si fa sempre piu sottile? Come dialogare con chi sta per lasciarci? Come accompagnarlo senza ridurlo a oggetto di un inutile accanimento terapeutico? Come e quando passare dalla cura all'alleviamento? Come rendere più lieve e dignitoso il trapasso? "Modi di morire" è la descrizione di un viaggio entro il cui perimetro le parole di poeti, scrittori e pensatori illuminano la lotta di uomini e donne comuni e i dettagli di vite e di morti che sono sempre, in qualche misura, straordinarie. Tra i compagni di strada di Heath: Samuel Beckett, Walter Benjamin, Hans Georg Gadamer, John Berger, Susan Sontag, W.G.Sebald, Lev Tolstoj, Isaiah Berlin, Philip Larkin, Saul Bellow, Zbigniew Herbert, Seamus Heaney, George Steiner, Roberto Juarroz, Joseph Conrad, Boris Pasternak, James Joyce, Jorge Luis Borges, scrittori che hanno familiarità con l'immaginazione sospesa dei morti.

Passaggi segreti. Teoria e tecnica...

Bolognini Stefano
Bollati Boringhieri 2008

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
La relazione analista-paziente è uno dei temi più delicati e centrali della teoria e della pratica psicoanalitica che Stefano Bolognini affronta con decisione in questo suo saggio, descrivendone i modi, i tempi, i successi e gli scacchi. I molti casi clinici, narrati, trasformano l'esposizione in un racconto. Intelligente spirito critico e anticonformismo si uniscono così a un solido impianto teorico per descrivere quello che rimane pur sempre un rapporto tra due esseri umani, un viaggio comune verso terre poco note, là dove si incontrano le condizioni più destrutturanti della vita mentale e, in fondo, della vita in generale.

Ho perso le parole. Potere e...

Di Lernia Felice
la meridiana 2008

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
La cura come promessa o la cura come minaccia? Il dilemma è viscerale ed è, al fondo, strettamente legato al sentimento di base nel quale si radica il germe del dominio: la paura. Il rapporto di cura è un faticoso equilibrio tra potere e dominio. Costa fatica affidarsi al buio al soggetto che cura: una sensazione di vulnerabilità immancabilmente assale nell'atto di darsi con la propria autenticità. Seppur adeguatamente occultato o cammuffato sotto mentite spoglie, il tema del potere è parte integrante della formazione accademica e della organizzazione corporativa di medici, psicologi, pedagogisti, educatori, insegnanti e assistenti sociali. Non solo: la volontà di potere è alla base di qualunque vocazione professionale di questo tipo. È proprio dall'esercizio del potere che queste funzioni traggono la loro ragione di esistere. Ecco allora che la questione cruciale non è data dalle competenze o dalle qualità, ma dall'atteggiamento nei confronti del potere. L'uso che se ne fa è il tema centrale che queste pagine, con inconsueto coraggio e acuta profondità di analisi, affrontano. Il confine tra potere e dominio si gioca sulla scelta-capacità-possibilità di accompagnare. La cura che insegna, come la scuola, a non fare errori non accompagna nell'errore. E siccome l'errore è cambiamento, la conseguenza è che la cura, come la scuola, non accompagna nel cambiamento. Diviene il luogo proprio del dominio. Chi si prende troppo sul serio non accompagna ma porta. Il potere accompagna. Il dominio porta.

La mente medica. Che significa...

Imbasciati Antonio
Springer Verlag 2008

Disponibile in 3 giorni

51,99 €
Il progresso della medicina ha tecnicizzato l'operato del medico, riducendo gli spazi del rapporto interumano. Di fatto, l'auspicato rapporto medico/paziente quale fattore di cura deve spesso cedere ai ritmi organizzativi e burocratici. Tuttavia, per la promozione della salute, indispensabile resta il rapporto "umano". Sono state di fatto istituite ventidue lauree, oltre le due tradizionali di Medicina e di Odontoiatria, alla maggior parte delle quali è stato affidato il compito di formare gli "operatori dell'aiuto". Ma gli aspetti più tecnicistici della mentalità medica - la "mente medica" - uniti alla penuria di risorse, hanno purtroppo vanificato ciò che il legislatore aveva previsto per gli altri professionisti. È stata così impedita quella differenziazione che avrebbe dovuto caratterizzare queste nuove professioni, permettendo loro di offrire quell'aiuto umano che oggi il medico spesso non riesce più ad offrire.

Dialogare bad news. Come, dove,...

Lucchini Chiara; Lucchini Alessandro; Carpanè Lorenzo
Palestra della Scrittura 2019

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
"Questo libro segue di dieci anni il nostro precedente 'Il linguaggio della salute'. Ne riprende la linea di ricerca, approfondendo uno dei temi più difficili della comunicazione medica, e sviluppandone il significato attraverso il confronto tra le esperienze dei due poli opposti: gli emittenti e i riceventi, chi la dà e chi la riceve, la cattiva notizia (in alcuni casi sarebbe più corretto dire 'chi la subisce'). E proprio il dialogo tra mittenti e destinatari ci pare il valore di questa ricerca: uno scambio di punti di vista, di sensazioni e di convinzioni, che ci auguriamo aiuti a sciogliere o aggirare quella barriera di imbarazzo, paura, senso di inadeguatezza - comprensibile, certo, eppure inaccettabile - che a volte costringe i medici a trincerarsi dietro atteggiamenti non degni del loro ruolo. Atteggiamenti duri, scostanti, arroccati dentro frasi di circostanza o inspiegabili tecnicismi, che sottovalutano e a volte calpestano la percezione di pazienti e famigliari. È il dialogo, infatti, a nostro parere, la chiave di volta." (Gli autori)

Un silenzio aurorale. Per una...

Baldini Silvana
Mimesis 2019

Disponibile in 5 giorni

6,00 €
L'ospedale come luogo di cura e di conoscenza. Come crocevia di linguaggi. I silenzi della giornata ospedaliera. Dove sono e come sono. Nell'elaborazione della diagnosi. In terapia intensiva. A fianco del malato terminale. Nell'ascolto delle storie di vita dei pazienti. Il racconto di un'esperienza pratica. Da una crepa troppo ampia non passa alcuna meraviglia.

Medici a metà. Quel che manca nella...

Rugarli Claudio
Cortina Raffaello 2017

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Per la sua natura astratta di classe nosologica, la malattia che diagnostica il medico, scegliendo tra i differenti tipi di patologie studiate sui manuali, è altra cosa da quella, molto concreta, che colpisce il singolo malato. Non basta, per superare questa antinomia, che il medico sia umano e gentile, perché si tratta di un problema strutturale della medicina. Chi lo trascura è un medico dimezzato. Infatti, la natura dell'attività clinica può essere fraintesa proprio in conseguenza dei suoi successi tecnologici. Spesso da un medico riceviamo solo un foglietto con l'indicazione delle indagini cliniche prescritte. Si dimentica che l'esercizio della clinica non è di tipo algoritmico ma ha una natura euristica, per la quale occorrono immaginazione e logica. Una diagnosi non può essere eseguita in maniera puramente meccanica ma richiede l'uso dell'intelligenza del medico per arrivare a formulare un'ipotesi e a comprendere fino in fondo il malato. La mancanza di questa consapevolezza è all'origine di molte incomprensioni e il problema viene qui analizzato anche alla luce delle particolari interazioni che la medicina ha con ciò che è umano.

Dieci minuti per la famiglia....

Caiani G. (cur.); Muraro P. (cur.)
Cortina Raffaello 2015

Disponibile in 5 giorni

27,00 €
La medicina di base è oggi orientata verso una consultazione centrata non più sul medico ma sul paziente, con maggior attenzione alla relazione. Ci sono inoltre considerevoli evidenze a favore di un approccio sistemico nel trattamento di molti problemi di

Comunicazione con il paziente. Il...

Biondi Massimo
Alpes Italia 2014

Disponibile in 5 giorni

16,00 €
Il metodo END (Empatia, Normalizzazione, Descalation) è stato costruito di recente partendo da una sistematica revisione della letteratura internazionale in merito alla comunicazione sanitari-pazienti, quindi assembla le principali linee e direttive che organizzano la comunicazione, in parte già note isolatamente (ad esempio l'empatia o la normalizzazione, le tecniche di descalation) riunendole in un corpo unico, di norma utilizzabile in modo sequenziale. Si richiama a una visione sia psicologica che biologico/etologica della comunicazione e della relazione, così come della capacità di rappresentarsi gli stati mentali delle altre persone. Testato nel lavoro quotidiano di una delle più impegnative unità di emergenza psichiatrica in Italia (Dipartimento di Emergenza e Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura di Sapienza - Policlinico Umberto I di Roma) ha mostrato validità e sta contribuendo a innovare la modalità di contatto con i cittadini in emergenza in sanità. Già oggetto di corsi formativi è dimostrato si possa apprendere e migliori in modo incisivo il modo di lavorare. È composto da principi e procedure, che possono essere osservati, provati, appresi e messi in pratica, per lo più in setting di piccoli gruppi di apprendimento.

Dalla malattia al paziente. Modelli...

De Bellis Roberta
Psiconline 2014

Disponibile in 5 giorni

16,00 €
La comunicazione con il paziente è un requisito essenziale nel processo di cura. Oggi è sempre più necessario un cambiamento di prospettiva da un approccio centrato sulla malattia, che approfondisce tutte quelle variabile biologiche e somatiche misurabili di una patologia, ad un approccio centrato sul paziente che ponga finalmente l'attenzione sulla persona non solo come portatrice di sintomi bensì come individuo portatore di sofferenza e disagio. L'approccio centrato sul paziente rappresenta un modello bio-psico-sociale in cui vengono considerate tutte le componenti di un soggetto; la diagnosi di una malattia comporta una modificazione non solo della sua struttura organica, ma di tutte quelle altre parti che sono in relazione con essa nel "sistema uomo"; ciò significa che il malato non è colpito soltanto a livello biologico ma la malattia provoca un'alterazione anche a livello psicologico e sociale. La figura del medico, profeta della salute, dovrà adattarsi a questa nuova prospettiva, migliorando e acquisendo nuove competenze in ambito comunicativo. Questo libro offre una visione chiara dei due approcci e si focalizza attraverso esempi pratici, frutto di ricerca avvenuta sul campo, su alcuni dettagli della comunicazione tra medico e paziente che possono incidere positivamente sul processo di accettazione, comprensione e vissuto della condizione di malattia.

Sempre in tema di consenso...

Aversa Mario
Print Art 2013

Disponibile in 5 giorni

15,00 €
Dopo una breve disamina delle principali problematiche legate alla pratica del consenso informato vengono esaminate alcune massime della giurisprudenza, penale e civile, ed analizzati i risvolti pratici legati alla forma ed ai contenuti del consenso. La parte conclusiva è dedicata al alcune riflessioni sulla esigenza di una responsabilità maggiormente equidivisa tra operatori e pazienti e sulla altrettanto necessaria diffusione del concetto di "consenso sociale informato", che presuppone una diversa ed effettiva consapevolezza non solo di medici e pazienti ma anche degli addetti ai lavori (magistrati, avvocati) e della collettività rispetto alle reali possibilità terapeutiche e limiti dell'arte medica e odontoiatrica.In appendice una raccolta di sentenze in ambito di consenso informato ed una proposta di modello base, personalizzabile, che può essere utile quale orientamento nella pratica clinica medica e odontoiatrica.

Relazione di attaccamento e...

Pallagrosi Mauro
Alpes Italia 2012

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
"Questo agile volume presenta le basi della teoria dell'attaccamento e le sue implicazioni, adattandone i contenuti all'applicazione pratica clinica, sviluppando quei temi che più sono utili proprio a chi si avvicina all'attività professionale di assistenza in ambito sanitario. L'origine e lo sviluppo della teoria, così come i diversi tipi di attaccamento, sono prima esposti dal punto di vista concettuale, quindi esemplificati in modo chiaro e attento. Avere un modello teorico di riferimento su cosa stia accadendo nella relazione terapeutica, sia in ambito specialistico psichiatrico che nel campo della medicina generale, consente di comprendere meglio le aspettative del malato, i suoi bisogni razionali e irrazionali, le sue vulnerabilità (...) facilitare l'individuazione di stili di rapporto efficaci per il paziente, evitando comuni e banali errori, seppure fatti in assoluta 'buona fede', può consentire così al sanitario di instaurare, in modo più competente, una relazione terapeutica positiva e utile al trattamento stesso, soprattutto con i pazienti 'difficili'." (Dall'introduzione di Massimo Biondi)

Educare il paziente

D'Ivernois Jean-François
McGraw-Hill Education 2009

Disponibile in 5 giorni

26,00 €
L'educazione terapeutica del paziente (ETP) richiede una pedagogia specifica, centrata sui bisogni e sulle potenzialità della persona. Questa nuova edizione si arricchisce di riflessioni derivate dai risultati della ricerca, per esempio il ruolo di internet che, attraverso i forum di discussione tra pazienti, permette l'educazione tra pari, oppure l'educazione sensoriale, che consente ai pazienti di percepire precocemente i segnali inviati dal corpo e quindi prevenire le crisi. Si sottolinea l'importanza della comprensione, da parte del paziente, della propria malattia per realizzare l'alleanza terapeutica con i curanti. Inoltre, si definisce il ruolo dell'ETP in rapporto ad altri concetti usati in letteratura, come l'empowerment, il coaching o il disease management. Nel testo si usa deliberatamente il termine "professionisti della salute" poiché l'ETP coinvolge l'intera équipe: medici, infermieri, dietisti, terapisti della riabilitazione, psicologi ecc. Inoltre, si ribadisce che l'ETP non è solo una pratica ospedaliera, al contrario trova applicazione anche nel contesto della libera professione, dell'assistenza domiciliare, delle reti di salute o in prossimità del domicilio dei pazienti.

Medical humanities e medicina...

Zannini Lucia
Cortina Raffaello 2008

Disponibile in 5 giorni

23,00 €
La medicina narrativa valorizza la storia del paziente, che diventa un fondamentale strumento di conoscenza della malattia, essenziale per costruire un efficace progetto terapeutico. Esercitare una medicina narrative-based-on significa tuttavia limitarsi a

Il medico smarrito

Torre Enrico
Edizioni Medico-Scientifiche 2006

Disponibile in 5 giorni

10,00 €
Scritto da medici la cui esperienza si è formata grazie a un percorso a due, quello con i loro pazienti. L'opera può essere interpretata come storia del curante, ma anche essere la storia del paziente: è un libro che affronta il tema dell'accompagnamento del malato. Gli aneddoti che supportano il testo sono completati da "fermo immagine" in cui gli autori lasciano spazio alla teoria e alla pratica del supporto a lungo termine per il malato cronico.

Contro la contenzione. Garantire...

Mislej Maila; Bicego Livia
Maggioli Editore 2020

Non disponibile

13,00 €
Questo saggio tratta di un segno antico dell.onnipotenza dell'uomo sull'uomo. Come afferma una delle autrici, la contenzione è pratica barbara, purtroppo ancora diffusa nelle strutture per anziani e nei reparti. Eliminare la contenzione è la battaglia del buon senso contro il non senso, della conoscenza contro l'ignoranza, l'arroganza e la presunzione, la battaglia del pensiero critico contro la consuetudine e gli automatismi. Quindi, le domande saranno: come eliminare la contenzione? Quali sono le pratiche alternative? E dalle pagine del volume si capirà quanto sia essenziale sostenere e promuovere la capacità di mettersi nei panni dell'altro, l'acquisizione di sempre nuove competenze, il sostegno dell'innovazione e dei cambiamenti organizzativi.

Differenti storie di diabete....

Miselli Valerio
Aliberti 2020

Non disponibile

11,00 €
Milioni di vite umane sono state salvate da quando l'insulina è stata introdotta nella terapia del diabete mellito nel gennaio del 1923. Oggi nel nostro Paese vivono più di duecentomila persone che hanno bisogno di questa terapia, molti fin dall'età pediatrica. Non c'è il diabete, c'è il mio diabete, quello della mia vita, delle mie storie, dei miei errori, dei miei compagni di viaggio. Il tempo speso ad ascoltare e rispondere alle domande di chi è costretto a fare quattro-cinque iniezioni al giorno e quattro-cinque glicemie è il più prezioso per il medico che si interessa alla storia dei suoi pazienti. Far sì che si possa vivere bene anche quando si ha una malattia cronica è la sfida di questo libro, il cui filo conduttore è fare la differenza tra il farsi travolgere da una patologia che ti può distruggere la vita e il vivere bene con il diabete. Una raccolta di storie di cura nate dall'esperienza di oltre trent'anni di campi estivi progettati e vissuti per insegnare ai bambini e agli adolescenti a convivere con il diabete.

Curare, guardare. Epistemologia ed...

Scardicchio Antonia Chiara
Franco Angeli 2019

Non disponibile

22,00 €
Un libro curioso per medici curiosi. Un libro inquieto per medici la cui inquietudine è la spinta alla ricerca continua, medici la cui "umanità" è tutt'uno con la propria scienza: perché il paziente non cerca romantici sorrisi ma sguardi complessi e compositi, sguardi curiosi, incuriositi, curiosanti come quelli di chi è al cospetto di un'opera d'arte e di una sciarada e si sente interpellato anche a mettersi in gioco, non solo a mettere a nudo. Medici come esperti di estetica: questa la curiosa proposta d'autoformazione in medicina che il libro propone, tessendo un discorso breve ma intenso tra narrazioni scientifiche, biografiche, artistiche. Dentro un ritmo che coniuga questioni di cura e questioni di formazione, il volume è destinato a tutti coloro che, impegnati professionalmente nelle relazioni di cura e d'aiuto, seguendone i contrappunti potranno ripercorrerne passione e curiosità, mossi della "grande" domanda: "l'umanità" è dote innata o si può imparare?

La «riscrittura» del campo emotivo...

Barbierato Antonella; Depaoli Lorella; Pepoli Antonio
Aracne 2019

Non disponibile

8,00 €
Il volume descrive i principi di metodo, le applicazioni in una grande azienda sanitaria italiana, i risultati e gli sviluppi di un paradigma formativo condotto in medicina narrativa. Partendo da una riflessione sul limite dell'applicazione "seriale" e non riflettuta del modello logico-paradigmatico nei percorsi di cura, l'argomentazione teorica successiva viene affiancata dalle produzioni narrative raccolte durante il processo di formazione. La parte principale tratta il paradigma formativo e l'esperienza condotta e, nei capitoli successivi, prosegue illustrando lo sviluppo delle applicazioni nelle narrative medicine.

La camera dei desideri e delle...

Campione Francesco
Armando Editore 2019

Non disponibile

17,50 €
Su quali risorse può contare un'equipe assistenziale quando non sa come agire e come comportarsi in una situazione critica, come malattie terminali, lutti, traumi, catastrofi, conflitti interpersonali insolubili, follie? La teoria esposta nel volume sostiene che, ogni volta che un gruppo di persone va oltre la sommatoria delle possibilità biologiche e biografiche dei suoi singoli componenti, si producono creativamente le "risorse umane" necessarie. Per fare ciò, il gruppo deve "umanizzarsi" e costituire una "camera dei desideri e delle invenzioni", ovvero un insieme spazio-temporale di uomini in attività che va "al di là" degli interessi dei singoli.

L'io della salute. Alla ricerca di...

Verzella Franco
Gruppo Albatros Il Filo 2019

Non disponibile

16,50 €
"L'ultimo lavoro letterario di Franco Verzella riguarda l'impatto della comunicazione nel rapporto con il paziente. Il fine è quello della salute e del benessere, un binomio che deve essere sempre presente nella professione medica. Nei suoi dialoghi con il tempo e i dubbi che giornalmente si pongono in tale combinazione medico-paziente, medico-genitori, Franco riesce ad entrare simbioticamente con la sua empatia, fondata su una eccezionale sensibilità delle scelte comportamentali, soprattutto quando si tratta dei nostri tributi alla patologia." (Giulio Tarro). Prefazione di Marcella Grandi Heilmann.