Cause e prevenzione dei reati

Filtri attivi

Sicurezza 4P. Lo studio alla base...

Lombardo Elia
Mazzanti Libri ME Publisher 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Innovazione è la chiave che apre le porte del futuro. Sicurezza 4P ha fatto tesoro degli insegnamenti di chi là fuori, in tutti i settori, è riuscito a offrire qualcosa che prima non c'era e ora c'è. Si spiega l'iter tortuoso che ha portato alla scoperta di un algoritmo mica da ridere. Si parla della prevenzione dei crimini predatori urbani, e lo si fa con un tono e un metodo diverso rispetto al semplice manuale. Tanti esempi fanno da sfondo a uno stile che rompe un po' con la tradizione manualistica per andare ad accogliere un linguaggio semplice, tipico da racconto, accessibile anche e soprattutto a chi sente un impellente bisogno di sentirsi protetto. Tra Riserve di Caccia, numeri e tentativi, l'autore ci guida in un mondo che ai più può risultare sconosciuto, ma che in fin dei conti altro non è che il luogo dove trascorriamo una grossa fetta della giornata, del week end, della vita. Se essere innovativi e originali è un concetto applicabile a tutto, lo è a prescindere quando si parla del tema della sicurezza. Sicurezza 4P è lo studio alla base di uno strumento nuovo e utile nelle mani delle forze dell'ordine: il software XLAW per prevedere e prevenire i crimini. Prefazione di Giovanni De Gaetano. Introduzione di Giacomo di Gennaro.

Educazione alla legalità....

Linea Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il volume raccoglie contributi e proposte a sostegno di quella cultura della legalità, ritenuta l'asse portante del buon governo di un Paese, che trova l'assetto fondamentale nella Costituzione italiana. Difatti la stessa carta costituzionale prevede che senza legalità non ci possa essere sana crescita economica e di conseguenza non ci possa essere pace sociale. Nel testo si ritrovano espresse competenze provenienti da diverse specializzazioni accademiche e professionali, con una grande diversità di classi generazionali, nell'ambito del rispetto del pluralismo che include la molteplicità delle opzioni politiche. Il saggio, che ha natura interdisciplinare, è destinato in particolare agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e dei primi anni dell'università, comunque soggetti titolari dei doveri e dei diritti sanciti costituzionalmente. Per questo costituisce, in modo innovativo, un presidio concreto per la formazione continua della futura cittadinanza attiva, affinché della legge fondamentale della nostra Repubblica "se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore" (dal Discorso in occasione dell'approvazione della Costituzione, 22 dicembre 1947). Giovanni Bertin, Monica Billio, Maristella Cerato, Antonino Condorelli, Andrea Franzoso, Mariateresa Gammone, Pierluigi Granata, Luisella Pavan-Woolfe, Francesco Sidoti, Marco Tuono, Francesco Vergine.

Oltre il muro dell'omertà. Scritti...

Borsellino Paolo
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2017

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Paolo Borsellino è uno dei simboli della lotta alla mafia e dell'impegno civile, un esempio di vita che cancella le forme d'indifferenza e di prevaricazione ancora oggi imperanti. Eppure, per la sua dedizione assoluta al lavoro, e per il suo carattere schivo, furono rarissimi i suoi interventi scritti, nonostante l'intensa attività oratoria, e la personalità complessa e umanissima. In questo volume sono presentati gli scritti privati e gli appunti di Borsellino, dimenticati per troppo tempo e invece fondamentali per comprenderne il pensiero. Una raccolta di riflessioni originali, redatte con energia e fiducia, sulle problematiche civili affrontate da Borsellino durante la carriera, contesti ancora oggi di urgente attualità: la sicurezza personale dei cittadini, la rete del traffico di droghe, le implicazioni tra mafia e lavoro, e tra mafia e cultura popolare. Ma anche scritti più personali - come la durissima commemorazione dell'amico Giovanni Falcone - che ci restituiscono finalmente tutta la forza, la sensibilità e il coraggio di un grande magistrato.

La politica della paura

Quadruppani Serge
Lantana Editore 2013

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Dopo "l'età dell'ansia", il nuovo secolo è attraversato da un sentimento di incertezza ancora più profondo. Su questo oggi prolifera una vera e propria politica della paura, che alimentata dalla complicità dei media fabbrica di volta in volta nuovi pericoli - il terrorista, il no-tav, l'internauta, il rom - per distogliere la nostra attenzione da rischi ben più reali e indebolire le capacità critiche e di pensiero. Serge Quadruppani delinea con precisione un "impero" in continuo movimento, sempre alla ricerca di nuovi nemici da sconfiggere, mettendoci in guardia dalle distorsioni della "macchina terroristica". Prefazione di Wu Ming 1.

Le misure di prevenzione personali...

Fiorentin F.
Giappichelli-Linea Professionale 2018

Non disponibile  
PROCEDURA PENALE

93,00 €
Il diritto della prevenzione ha conosciuto, nel breve volgere degli ultimi anni, una profonda evoluzione, per effetto della rilevante produzione normativa che costituisce, ormai, un autonomo corpus normativo nell'ambito del diritto penale, ora ampiamente riorganizzato e raccolto nel "Codice Antimafia" (d.lgs. n. 159/2011) e integrato dalle novità introdotte con la recentissima legge n. 161/2017. Le misure di prevenzione assumono nel diritto contemporaneo un'importanza determinante nel quadro delle moderne strategie di contrasto dell'evoluzione della cd. "economia criminale" gestita dalle organizzazioni malavitose anche di matrice internazionale e svolgono, altresì, una ormai consolidata funzione di frontiera avanzata del controllo di legalità negli ambiti più vari, dal contrasto alla violenza sportiva alla lotta contro le droghe. Di tutte queste importanti novità viene offerta un'analisi completa e puntuale, ponendo in luce gli aspetti positivi ma anche i dubbi interpretativi e i possibili profili di criticità che potranno rappresentare altrettante difficoltà nel lavoro del professionista e degli operatori del settore. L'opera, caratterizzata dalla presentazione della normativa coordinata con gli opportuni richiami alle pronunce della Corte costituzionale e arricchita da una completa e aggiornata rassegna della giurisprudenza di legittimità e della dottrina, consente di cogliere immediatamente la portata delle modifiche intervenute e le loro ricadute operative.

L'innocenza perduta di un uomo...

Bruno Giuseppe
Albatros (Scafati) 2018

Non disponibile

15,00 €
Come può un bambino, che nasce innocente, puro, diventare un terribile criminale? Quali sono i fattori negativi che inquinano la purezza dell'innocenza? Questo testo si propone di ripercorrere le fasi della costruzione dell'uomo criminale, offrendo al lettore una serie di consigli e spunti di riflessione, su argomenti odierni e problematici spesso sottovalutati. Nella prospettiva di preservare l'innocenza del minore, e di responsabilizzare ogni adulto che vive e interagisce con un giovanissimo. Inoltre, l'autore non si limita a esporre gli argomenti meramente in chiave teorica, bensì corona il tutto con una biografia di un bambino innocente diventato un uomo criminale. "Il futuro soggiace al passato. Le lacrime versate non fanno rumore, ma lasceranno un segno indelebile nella sua vita. Tu, testimone di questa vita innocente, agisci. E ricorda, che oggi è troppo tardi per rimediare a ieri".

Pedopornografia e tecnologie...

Macilotti Giorgia
Franco Angeli 2018

Non disponibile

33,00 €
Il volume si propone di interrogare i mutamenti contemporanei delle forme di devianza e del controllo sociale associati alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. A partire dai risultati di una ricerca socio-criminologica svolta con le forze di polizia italiane e francesi specializzate nel contrasto alla cybercriminalità, l'autrice presenta un'analisi dettagliata della natura e delle caratteristiche della pedopornografia e dell'adescamento online di minore. Lo sviluppo e la natura transnazionale di Internet e delle tecnologie digitali hanno infatti facilitato la produzione, lo scambio e la ricerca di contenuti pedopornografici, favorendo al contempo la creazione di un "mercato" di natura globale dove le frontiere fra produttori, distributori e collezionisti sono sempre più porose. In Rete, inoltre, i consumatori di pornografia minorile possono non solo condividere contenuti e informazioni finalizzate all'adescamento dei minori, ma altresì sviluppare norme, razionalizzazioni e giustificazioni alle loro condotte nel corso delle interazioni nell'ambito di gruppi e comunità virtuali. Attraverso l'osservazione delle attività quotidiane delle forze di polizia e l'esame delle loro opinioni e dei casi di indagine trattati, il volume affronta le modalità di produzione e diffusione di contenuti pedopornografici, le tipologie di rappresentazioni condivise, le caratteristiche degli autori così come le strategie da essi adottate nell'ambito dei processi di grooming. A questi aspetti è inoltre associata un'analisi dei differenti strumenti che, a livello normativo e operativo, sono stati introdotti in Italia e in Francia al fine di prevenire e contrastare questi fenomeni criminali.

Tabaccai. Il fumo li uccide

Ambra Sebastiano
Rubbettino 2012

Non disponibile

12,00 €
"Digitando 'Felice Avella' ottenevo una marea di risultati: il primo mi dava i "Luoghi per felice vicino a Avella AV" (e fra questi in testa c'era l'ubicazione di un'impresa funebre...); il secondo suggeriva un Felice Avella su Facebook e dopo di lui una serie di dottori, imprenditori, ingegneri... Per trovare il tabaccaio Felice Avella dovevi arrivare in terza pagina, ma solo per leggere qualcosa di generico sul tabaccaio, cioè le indicazioni sulla sua rivendita. Del record di furti e rapine non si faceva cenno. Solo il quinto risultato della quarta pagina ne parlava, e si trattava del link ad un articolo online de 'Il Tempo' link che specificava 'Io, tabaccaio, rapinato sedici volte in sedici anni'. Dopo di questo, però, il nulla. Spulciai decine di altre pagine, ma non trovai alcun riferimento alla vicenda. A detta del web, di Felice Avella, tabaccaio con un record di rapine sulla testa, non fregava niente a nessuno". È un'immersione "Tabaccai. Il fumo li uccide". Un modo di calarsi dentro il mondo dei tabaccai prendendo una buona dose d'aria. Tra le maglie di una burocrazia mai doma, tra i meccanismi di un mestiere che si rinnova di continuo e fa i conti con gli avvisi di morte presenti sui prodotti che vende per conto dello Stato, queste pagine raccontano di morti e feriti, di rapinati e rapinatori, di dibattiti accesi sulla possibilità di armarsi o ragionare. Poco di guardie, più che altro di ladri.

Oltre il muro dell'omertà. Scritti...

Borsellino Paolo
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2011

Non disponibile

9,90 €
Paolo Borsellino è uno dei simboli della lotta alla mafia e dell'impegno civile. Eppure, per la sua dedizione assoluta al lavoro, e per il suo carattere schivo, furono rarissimi i suoi interventi scritti, nonostante l'intensa attività oratoria, e la personalità complessa e umanissima. Per la prima volta sono presentati in volume gli scritti privati e gli appunti di Borsellino, dimenticati per troppo tempo e invece fondamentali per comprenderne il pensiero. Una raccolta di riflessioni che toccano argomenti ancora attuali: carcere duro, riforma della giustizia, divisione delle carriere, lotta alla droga, intercettazioni e pentiti e, soprattutto, la pericolosa convergenza di interessi fra le mafie e alcuni settori dello Stato. Ma anche scritti più personali - come la durissima commemorazione dell'amico Giovanni Falcone - che ci restituiscono tutta la forza, la sensibilità e il coraggio di un grande magistrato. Presentazione di Manfredi Borsellino. Prefazione di Antonio Ingroia.

L'insicurezza dell'era digitale....

Lorusso Piero
Franco Angeli 2011

Non disponibile

16,00 €
Se è vero che il crimine accompagna l'umanità dagli albori della sua storia evolutiva adattandosi - nelle forme come nei contenuti - alla mutevole realtà sociale, allora, in tal senso, la "rivoluzione digitale" ha rappresentato anche una sorta di "rivoluzione criminale": dopo i primi istanti di incertezza, le tecnologie informatiche si sono confermate fertile terreno in cui le nuove espressioni del crimine organizzato occupano uno spazio sempre maggiore, direttamente proporzionale all'aumento dell'utilizzo del pc. Le cosiddette "autostrade informatiche", in realtà, non differiscono molto dalle autostrade adibite alla circolazione dei veicoli: così come abbiamo sempre più bisogno di arterie ben progettate e realizzate, di auto sicure, di segnaletica chiara ed efficace, di automobilisti abili e competenti, di auto-velox e di agenti rilevatori degli illeciti, allo stesso modo abbiamo bisogno, nel settore informatico, di un giusto mix di leggi adeguate, efficaci azioni di polizia e un livello crescente di pubblica consapevolezza.

L'ordine pubblico. Un equilibrio...

Carrer F.
Franco Angeli 2011

Non disponibile

23,50 €
La gestione dell'ordine pubblico nell'ultimo decennio è diventata uno degli aspetti più delicati del lavoro delle donne e degli uomini della polizia, già di per sé complesso e difficile anche senza gli interventi dei provocatori di ogni genere. Il volume raccoglie i contributi composti da esperti di differenti Paesi in tema di ordine pubblico e fornisce uno spaccato interessante dei problemi incontrati nelle diverse realtà e delle strategie messe in atto per risolverli. Anche in quest'ambito, ovviamente, ogni Paese ha proprie tradizioni, modalità d'impiego e strumenti specifici in rapporto alla storia, alla cultura, alla libertà di manifestare e al concetto stesso di democrazia che lo contraddistingue. Tali differenze permangono, ma le tipologie di intervento tendono a uniformarsi in relazione alla sempre maggiore invasività e organizzazione para-militare degli estremisti, veri globetrotter della protesta violenta. Ovunque permane in ogni caso il diritto inviolabile di poter manifestare le proprie opinioni e il proprio dissenso, cui deve corrispondere un analogo diritto di manifestare contro il dissenso stesso e ancor più il diritto alla tranquillità di tutti gli altri cittadini, quasi sempre la maggioranza, che non si sentono coinvolti né dalla manifestazione né dalle sue cause.

Dal controllo del territorio alla...

Carrer F.
Franco Angeli 2010

Non disponibile

18,50 €
Il concetto di sicurezza viene declinato diffusamente come "l'ordinata e civile convivenza nelle città e nel territorio regionale", risultato di un sistema integrato di sicurezza urbana e territoriale nel quale le politiche locali per la sicurezza, di competenza degli enti locali, interagiscono con le politiche di contrasto alla criminalità e di sicurezza pubblica, di competenza esclusiva dello Stato. Come ormai ampiamente dimostrato dalla gran parte degli esperti, le migliori politiche di intervento prevedono un attento equilibrio fra attività preventive, basate sulla collaborazione delle forze di polizia con i cittadini, il rafforzamento di un sistema scolastico che migliori la cultura generale e in particolare l'educazione alla legalità, il miglioramento della qualità della vita e una rigorosa applicazione della legge, a partire da un'effettiva certezza della sanzione penale e da un adeguato rispetto per le vittime dei reati. Più che sbandierate politiche di tolleranza zero, che spesso nascondono il nulla dietro un'ipocrita "faccia feroce", è necessario che tutti gli interessati - Stato, Regioni, Comuni - si sentano coinvolti cosicché ciascuno concorra per quanto di sua competenza. Per attuare corrette politiche di sicurezza sono quindi necessari un coordinamento e una collaborazione fra i diversi Enti e all'interno di ciascuno di essi, in modo che le diverse professionalità non si sovrappongano, ma, al contrario, vengano arricchite dall'impegno altrui.

La tolleranza zero: tra palco e...

Caneppele Stefano
Franco Angeli 2009

Non disponibile

23,50 €
Cosa significa tolleranza zero? Da dove nasce questo concetto? Come si è sviluppato? Quale politiche incorpora? E soprattutto: è efficace nel ridurre la criminalità? Ha avuto il merito di abbattere i livelli di criminalità della città più conosciuta d'America? A queste e ad altre domande si è cercato di rispondere con questo libro costruendo un tessuto narrativo il più possibile coerente al dibattito che, negli anni, si è sviluppato negli Stati Uniti. È il racconto di una storia che nasce già negli anni '80 del secolo scorso e che si manifesta in tutta la sua attenzione mediatica a New York a metà degli anni '90. È per certi versi anche il racconto di come, negli Stati Uniti, i dipartimenti di polizia cittadina si siano organizzati nel tempo per rispondere alle sfide della criminalità, del disordine e dell'insicurezza.

Le politiche della sicurezza. Dalla...

Carrer F.
Franco Angeli 2009

Non disponibile

24,00 €
La tolleranza zero, vuoto slogan mediatico o efficace attività di polizia che sia, è stata presentata nell'ultimo decennio come l'efficiente politica della sicurezza in grado di risolvere i gravi problemi della criminalità della città di New York. Dopo una serie di "pellegrinaggi" nella Grande Mela per osservare sale operative, agenti e autopattuglie all'opera, alcuni tecnici e politici sono rientrati in Europa folgorati dalle nuove concezioni mediatico-operative messe in atto sulle rive dell'Hudson, ben decisi a ripeterle nei loro paesi. L'attuale richiesta di sicurezza, reale ma enfatizzata da mass media e classe politica, ha creato terreno fertile per gli epigoni di Bratton e Giuliani, rispettivamente capo della polizia e sindaco di New York negli anni novanta. In alcuni casi, gli eccessi sono stati tali da preoccupare gli stessi sindacati di polizia, che, in gran parte, hanno mostrato un rassicurante spirito critico al riguardo. Il seminario internazionale organizzato a Genova dall'Associazione Nazionale Funzionari di Polizia di pubblica sicurezza ha riunito una serie di esperti chiamati ad analizzare la tolleranza zero, i suoi limiti e le sue alternative. I loro interventi, raccolti in questo libro e arricchiti dalle osservazioni di alcuni sindaci, rappresentano un contributo per chi, tecnico e politico, voglia approfondirne la conoscenza.

Stalking

Merra Salvatore
Sovera Edizioni 2009

Non disponibile

9,00 €

Nuovi studi di criminologia e...

Serra Carlo
Bonanno 2008

Non disponibile

22,00 €
Di fronte a fenomeni tanto complessi, quali il turismo sessuale, l'infanticidio, i crimini informatici e la criminalità organizzata, sarebbe opportuno creare delle possibilità che permettano di intervenire e auspicabilmente prevenire la scelta deviante. Di particolare rilievo, ci sono inoltre le tematiche inerenti il fenomeno della Shoah e Genocidio, oltre che il mobbing familiare. Viene inoltre affrontato in chiave critica l'esperienza della Psicologia penitenziaria.

Uomini che uccidono. Storie,...

Baldry Anna Costanza
Centro Scientifico Editore 2008

Non disponibile

14,00 €
Sapete quante donne vengono uccise ogni anno in Italia dal proprio partner o ex partner? Più di cento, una ogni tre giorni. Mariti, conviventi, fidanzati: gli aggressori sono nella maggior parte dei casi uomini "normali" che uccidono in preda a rabbia, gelosia o per senso di dominio e possesso. Ma talvolta le vittime sono uomini omosessuali: delitti per alcuni aspetti vicini, per altri molto diversi. Chi sono queste donne uccise da uomini? Chi sono questi uomini uccisi da uomini? Perché questa mattanza? Cosa deve fare l'investigatore che si trova a dover risolvere questi delitti? Lo raccontano due professionisti del settore, una psicologa e un funzionario della Polizia, che nel libro approfondiscono la tematica, sforzandosi di andare oltre la facciata, fino a proporre idee e progetti che tentano di interpretare i segnali d'allarme, di prevedere e prevenire questi delitti. Gli autori ci parlano di femminicidi e omocidi, e lo fanno non solo con il rigore di un'analisi scientifica, ma anche attraverso il racconto di casi realmente accaduti e da loro seguiti in prima persona.

La prostituzione nell'Unione...

Di Nicola Andrea
Franco Angeli 2006

Non disponibile

24,50 €
Il modo in cui un paese sceglie di gestire la prostituzione può influenzare il numero e le modalità di sfruttamento sessuale di donne e minori trafficati? Per rispondere a questo interrogativo, il libro passa in rassegna le politiche in materia di prostituzione esistenti nell'Unione Europea, identificando quattro modelli: l'abolizionismo, il neo-abolizionismo, il proibizionismo e il regolamentarismo. A partire da tali modelli e da una panoramica della raccolta dati sulla tratta a scopo di sfruttamento sessuale nei venticinque stati membri, il volume si concentra sugli undici paesi che dispongono di statistiche più affidabili sulle vittime. Di questi paesi approfondisce sia le politiche e le prassi applicative, sia gli aspetti quantitativi e qualitativi della tratta. Quest'analisi è volta a comprendere se e come l'approccio nazionale alla prostituzione condizioni i luoghi dello sfruttamento di donne e minori, il livello di violenza sulle vittime e la loro quantità. È un primo passo per interventi nel campo della prostituzione che abbandonino un'ottica emergenziale, di stampo moralistico o di mera gestione dell'insicurezza che il fenomeno genera nei cittadini, per abbracciarne una basata sulla valutazione oggettiva delle politiche. Proprio una valutazione oggettiva delle politiche può portare a strumenti migliori di riduzione del danno complessivo derivante dal mercato del sesso a pagamento.

Triangoli diabolici. Da Rina Fort...

Musci Aldo
Stampa Alternativa 2006

Non disponibile

10,00 €
Lei, lui, l'altro e il delitto. È questo il soggetto di questo saggio criminologico che, partendo dall'osservazione dei fatti della cronaca nera, cerca di individuare le forze del destino e le pulsioni psichiche che spingono gli amanti all'eliminazione del

Prevenire la criminalità

Barbagli Marzio
Il Mulino 2005

Non disponibile

8,00 €
Come si è riusciti a scoraggiare gli autori dei graffiti sui vagoni della metropolitana di New York? E perché sono diminuiti furti e aggressioni in uno dei quartieri più malfamati di Londra? Prevenire gli atti di vandalismo e abbassare il numero dei reati è possibile? Gli autori descrivono le diverse forme di prevenzione sperimentate nei paesi occidentali mostrando come tutte le strade finora percorse si fondino su precise scelte: dalla prevenzione precoce, che interviene sui bambini, sugli adolescenti e sulle loro famiglie, a quella sociale che mira a correggere le caratteristiche negative dell'ambiente, a quella "situazionale" in cui si punta ad accrescere i rischi e a ridurre i benefici per gli autori dei delitti.