Formazione industriale e professionale

Filtri attivi

Come avviare e gestire gli affitti brevi in...

Apollonio Rita; Carosella Giulia
Franco Angeli - 2018

Disponibilità Immediata

24,00 €
Gli Affitti Brevi sono in piena ascesa, sia nelle destinazioni di villeggiatura, che nelle località caratterizzate dal turismo d'affari, di studio, sanitario e degli eventi. In questo manuale pratico, di facile lettura e di immediata applicazione, troverete subito le risposte ai vostri quesiti grandi e piccoli. Ogni giorno constatiamo un disorientamento notevole in tema di Affitti Brevi: non solo sono spesso confusi con i B&B gestiti da privati o persino con strutture ricettive imprenditoriali come gli Affittacamere, ma anche all'interno della loro stessa categoria non sono sempre chiare le differenze tra le Case e Appartamenti Vacanze e le Locazioni Turistiche/Locazioni Brevi. È necessario quindi avere le coordinate giuste per non commettere errori. In questo manuale pratico, di facile lettura e di immediata applicazione, troverete subito le risposte ai quesiti grandi e piccoli di chi già esercita l'attività e ancor più di chi intende intraprenderla. Tra le tante domande: esiste una normativa? qual è l'iter burocratico per avviare l'attività? devo aprire la partita IVA? devo stipulare un contratto? In caso affermativo, cosa devo scrivere? che obblighi ho in materia di Pubblica Sicurezza? cosa rilascio all'ospite a fronte del pagamento? devo/posso erogare la colazione e/o gli altri pasti? come devo dichiarare le entrate? E per rendere il manuale ancor più chiaro e concreto, ogni capitolo si chiude con il paragrafo Fai così, che contiene le copie già compilate dei documenti richiesti per il corretto svolgimento di questa attività "dalla A alla Z". Edizione ampliata e aggiornata con le più recenti e importanti leggi regionali e nazionali.

Corso di formazione e aggiornamento per...

Fattori Lucio
EPC - 2018

Disponibilità Immediata

65,00 €
L'Accordo della Conferenza Stato Regioni del 22/02/12 ha dettagliato le attrezzature da lavoro che richiedono specifiche abilitazioni, i percorsi formativi per gli operatori, i soggetti formatori,la durata, gli indirizzi e i requisiti minimi della formazione e aggiornamento obbligatoria secondo il D.Lgs. 81/08. Questa nuova edizione del prodotto contiene la traccia di un corso di formazione completo per operatori di carrelli elevatori con conducente a bordo (industriali e a braccio telescopico), nella parte relativa ai moduli teorico e pratico. Il materiale è adattabile anche per lo svolgimento di corsi di aggiornamento degli operatori. Il percorso proposto contiene quindi un DVD allegato al testo con 2 moduli, il primo della durata di 1 ora e il secondo di 7 ore, dedicati agli aspetti giuridici e normativi, all'illustrazione del funzionamento e dell'uso in sicurezza di un carrello elevatore oltre che degli obblighi relativi a verifiche periodiche, per un complesso di oltre 264 slide commentate completate da oltre 30 minuti di video didattici con audio di commento, numerose esercitazioni da svolgere in aula, check list e questionari di valutazione. Questo aggiornamento del volume contiene una trattazione più ampia del carrello telescopico, oltre a numerosi aggiornamenti normativi e la riscrittura delle slide arricchite di nuove immagini ed esercitazioni. Per quanto riguarda il modulo pratico sono forniti spunti e indicazioni per lo svolgimento delle esercitazioni e delle prove pratiche.

Giochi d'aula. Giochi per cambiare la...

Luperini Roberto
Franco Angeli - 2006

Disponibilità Immediata

22,00 €
A formatori, facilitatori della creatività, insegnanti e animatori di eventi viene chiesto sempre più spesso di innovare i propri metodi per favorire il cambiamento nelle organizzazioni o per motivare le persone. Non si tratta più di inserire qualche gioco ed esercitazione all'interno di corsi tradizionali, ma di riuscire a offrire ai partecipanti, attraverso i giochi, i contenuti della formazione manageriale e comportamentale. In questo libro, dopo una riflessione sul rapporto tra giochi e apprendimento e un approfondimento su come vadano gestiti in aula, sono presentati oltre 90 giochi che permettono di gestire le diverse fasi di un'aula di formazione.

Un'arancia per due. Giochi d'aula ed...

Borgato Renata
Franco Angeli - 2004

Disponibilità Immediata

36,00 €
Questo libro offre un repertorio di giochi d'aula, destinato tanto ai formatori alle prime armi quanto ai formatori più esperti. Per la stretta correlazione dei giochi presentati con il tema della negoziazione e della gestione del conflitto, lette come ineliminabili componenti dell'esperienza di ciascuno e di tutte le fasi della vita, questo libro costituisce un riferimento anche per i docenti delle scuole medie e medie superiori. Oltre al testo dei giochi, il libro contiene indicazioni sulle modalità con cui il gioco va somministrato, indica i materiali necessari per attuarlo, specifica gli obiettivi di massima per cui esso viene proposto e i tempi di svolgimento.

Management della formazione. Dal servizio...

Soriani Bellavista M. (cur.); Faggin A. (cur.)
Franco Angeli - 2016

Disponibile in 10 giorni

33,00 €
Il management della formazione è una delle aree più importanti per il successo della formazione aziendale. In questo testo sono inclusi i fondamentali della formazione, dal lato della domanda (le aziende) e dal lato dell'offerta (le società di formazione e i formatori). Le nuove tematiche delle Academy e delle Corporate University sono trattate in modo esaustivo e per chi è interessato troverà una road map di come costruire una Academy/Corporate University di successo. Il libro è arricchito da un'ampia presentazione di successi nell'ambito della formazione alla vendita, customer care, salute e sicurezza dei lavoratori, creatività e problem solving. Le basi teoriche delle metodologie formative si integrano con l'esposizione pratica di ben 22 best case aziendali, tra cui Vodafone, Mediolanum, Zurich, Unicredit, Pirelli, Illycaffè e tantissimi altri casi. Il libro è pensato con un'importante integrazione digitale on line: le soluzioni tecnologiche permetteranno al lettore di scaricare materiali di provata efficacia.

Sui banchi del Salento. La passione educativa...

Negro Giuseppe; Greco Carmelo
Rubbettino - 2019

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
«Cosa è questo racconto? Il racconto di una vita come opera sociale e civile. Nelle vite-opera il racconto si sovrappone, l'opera diventa quel che meglio racconta sinteticamente l'insieme infinito di preoccupazioni, di problemi, di desideri, di dolori, di amori, di ferite che un uomo porta con sé vivendo. (...) Credo che valga la pena leggere questo libro dove trovate spunti di riflessione interessanti per chi si occupa di lavoro e di formazione giovanile in un momento in cui queste sono le due urgenze capitali del nostro smandrappato e meraviglioso Paese, sempre avvilito da una burocrazia cieca, da una cultura malata di astrazione, come diceva Pasolini, e da ideologie che si sostituiscono alla "rugosa realtà", come diceva Rimbaud, il loro progetto parziale e stupido. Infatti questo libro, momento di surplace, di riflessione, questo strano libro non vanitoso né stupidamente soddisfatto, raccoglie pagine che vengono dal fronte. Dalla vera e difficile trincea che in molti modi in tanti stiamo combattendo. La cosa più difficile, diceva un santo, è sostenere la speranza degli uomini. E non c'è modo più efficace che farlo aiutando i giovani a entrare nella vita con speranza e desiderio, mostrando con opere, parole e segni che il destino e la vita non sono avversari».

Noi protagonisti! Formazione innovativa in azienda

Broggian Giancarlo; Tiani Brunelli Silvana; Brunelli Silvano
Podresca - 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Essere protagonisti nel lavoro è un'esperienza che ogni persona dovrebbe sperimentare. Certo, serve compiere una vera e propria ricerca per trovare il proprio peculiare modo di vivere il giusto protagonismo, ma non dovremmo rinunciare. Essere protagonisti significa sentire passione per il proprio lavoro e avere il coraggio di esporsi. Richiede una grande competenza nel proprio ruolo e la capacità di conquistare l'approvazione degli altri. Serve affrontare e superare ostacoli perché nessun grande risultato viene ottenuto senza tutti questi ingredienti. Essere protagonisti nel lavoro è un concetto immediato che racchiude in sé una grande complessità. Tante sono le implicazioni per coinvolgersi in modo autentico, per affrontare le diverse esperienze con un atteggiamento collaborativo e per portarle a compimento valorizzando le persone. Oltre all'essere protagonisti, un'altra parola è decisiva: noi! Nella nostra azienda abbiamo bisogno di conquistare il "noi": l'appartenenza, la sinergia, il senso di unione nella squadra e la certezza di collaborare al massimo per realizzare i fini comuni.

La didattica del design in Italia

Furlanis G. (cur.)
Gangemi - 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
La complessità del nostro tempo richiede alle scuole di Design un aggiornamento continuo della didattica e un costante esercizio critico nell'approccio alla molteplicità dei processi di cambiamento di natura sociale, culturale ed economica. Si impone pertanto la ricerca di una didattica che affronti con consapevolezza i processi di innovazione tecnologica, sapendone valutare le frontiere più avanzate ma anche le problematiche correlate, legate all'impatto ambientale, al degrado e al depauperamento delle risorse naturali. Per confrontarsi su questi temi e sullo sviluppo della formazione del design in Italia, docenti che svolgono la propria attività di insegnamento negli ISlA, nelle università, nelle accademie di Belle Arti e in numerose scuole private di Design, si sono incontrati a Firenze in due giornate di studio promosse dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. Una iniziativa organizzata dall'lSIA di Firenze in collaborazione con la Conferenza Universitaria Italiana del Design (CUlO), la Società Italiana del Design (SID) e la Conferenza dei Presidenti e dei Direttori degli ISlA. Questa pubblicazione, inserita nella collana "Teoria e cultura del design" di Gangemi editore, ne raccoglie gli atti. Prefazione di Marco Bazzini (Presidente ISlA) e di Maria Letizia Melina (Direttore generale MIUR). Postfazione di Tonino Paris.

Progetto di formazione e counselling per gli...

De Blasi V. (cur.); Carotenuto E. (cur.)
Alpes Italia - 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
La relazione operatore-utente rappresenta il nucleo centrale di qualsivoglia programma assistenziale e/o riabilitativo. In generale, può essere concepita come un'interfaccia tra sistemi più complessi, quello "curante" e quello "utente". Il sistema curante comprende gli operatori che si occupano del caso, che si relazionano in équipe e che possono svolgere vari ruoli (infermieri, assistenti sociali, medici generici e specialisti, fisioterapisti ecc.). Il sistema utente comprende la famiglia, innanzitutto, ma anche le istituzioni sociali e sanitarie che si occupano della persona. Sarà dalla qualità della relazione tra questi due sistemi che discenderà l'efficacia del lavoro della coppia operatore-utente. In tal senso, le azioni teoriche e pratiche del progetto di formazione e counselling proposto per gli operatori dell'Istituto G.B. Taylor di Roma si sono focalizzate sullo sviluppo e sul raggiungimento dei seguenti macro-obiettivi: agevolazione della comunicazione intra-gruppale; condivisione del vissuto di ruolo e di gruppo; sostegno; individuazione e prevenzione ai sintomi di stress, burn-out e disagio degli operatori socio-assistenziali.

Didattica professionalizzante nei corsi di...

Consorti Fabrizio
Edra - 2018

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
La scuola italiana ha una lunga tradizione di stampo idealista, in cui ciò che conta è l'acquisizione di saperi teorici. Il trasferimento di questi saperi alla praxis professionale è demandato ad altri tempi e ad altri contesti, di solito a cura delle professioni stesse. Non sorprende perciò che docenti e tutor clinici non abbiano tutta la competenza necessaria a padroneggiare una situazione formativa di estrema complessità, come quella richiesta per favorire l'acquisizione di abilità e atteggiamenti professionali negli studenti di Medicina. Questo manuale risponde all'esigenza sempre più sentita di possedere le competenze e i metodi adatti affinché gli studenti possano mettere a frutto nel miglior modo possibile le esperienze di tirocinio e le altre attività didattiche pratiche. Gli Autori, partendo dagli elementi normativi che regolano le attività pratiche e professionalizzanti e dalla descrizione di alcuni modelli pedagogici che formano il riferimento teorico obbligato, descrivono in maniera dettagliata le diverse forme di simulazione e di ambienti tutoriali, insieme ai principi fondamentali dell'azione di tutoraggio dedicando ampio spazio anche alla valutazione, sia a scopi formativi sia a scopi certificativi.

Grande squadra. Formazione innovativa in azienda

Brunelli Silvano; Tiani Brunelli Silvana
Podresca - 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
"Grande Squadra" descrive un progetto pilota per l'innovazione in azienda, ideato con originalità e realizzato con entusiasmo, competenza e coraggio. Il progetto, basato sullo sviluppo delle abilità personali, ha conquistato grandi risultati segnando una direzione nuova per il progresso nel mondo del lavoro. La collaborazione è stata affrontata come abilità di relazione da studiare, da applicare in team, da assumere consapevolmente e da interpretare con le proprie eccellenze. Servizi CGN ha scelto di porre la persona al centro e di puntare sulla formazione e sullo sviluppo di relazioni collaborative come fattori centrali della filosofia aziendale. Il Laboratorio "Grande Squadra" si distingue per la sua forza innovativa che si esprime nell'impostazione di fondo, nella sinergia tra azienda e ricercatori-formatori, nel metodo di lavoro, nell'approccio basato sullo sviluppo delle abilità umane e risalta per i numerosi risultati conseguiti. Rappresenta un esempio di crescita personale e professionale nel valorizzare ogni persona, nel far emergere la squadra e nel rendere efficace l'azienda; un esempio di ricerca del miglioramento continuo e di una speciale forma di impegno: fare sino al risultato. Straordinario è il connubio tra il continuo perfezionamento professionale che si eleva verso standard sempre più alti e l'umanità che si manifesta con il sorriso, con l'abbraccio, con mille espressioni imprevedibili e sempre autentiche. Per il suo apporto innovativo e per le conquiste maturate, il progetto "Grande Squadra" pone le basi per un nuovo modello organizzativo.

Global tools (1973-1975). Quando l'educazione...

Borgonuovo V. (cur.); Franceschini S. (cur.)
Produzioni Nero - 2018

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Global Tools documenta e racconta la storia dell'omonima esperienza di radical design e del suo programma multidisciplinare di scuola «senza studenti né professori». Un percorso che inizia con la fondazione nel 1973, per opera di gruppi e figure appartenenti all'architettura radicale italiana, all'arte povera e concettuale, e che si conclude nel 1975, dopo tre anni di intensa sperimentazione. Questo libro è allo stesso tempo un commentario e un archivio visivo che unisce saggi di autori internazionali alla riproduzione dei bollettini Global Tools - ripubblicati nella loro interezza - e di molti altri documenti originali. Un volume che segna una tappa fondamentale nella riscoperta di una delle esperienze culturali più affascinanti del secondo Novecento europeo. Con contributi di: Beatriz Colomina, Valerio Borgonuovo, e Silvia Franceschini, Simon Sadler, Franco Raggi, Manola Antonioli, e Alessandro Vicari, Alison J. Clarke, Maurizio Lazzarato.

Formazione professionale, didattica...

Postiglione Rocco Marcello
Anicia (Roma) - 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Lavoro, adulti, università. Grandi sfide per l'educazione e la pedagogia. Si cerca qui, in primis, di sistemare le definizioni concettuali di quel versante del mercato del lavoro che è la formazione professionale, mettendo in luce le proprietà fondamentali della nozione principale di cui si occupa: la qualifica professionale. Una serie di schemi concettuali, chiarificano il funzionamento di questi ambiti delle società umane e offrono spunti per un'analisi delle politiche formative che tengono conto di dati e informazioni statistiche ed euristiche esistenti ma non si fermano a essi: l'intento è anzi di favorire l'avvio di indagini empiriche su basi ipotetiche più solide e la costruzione di set di dati in grado di integrare quelli oggi disponibili. In secondo luogo, si affronta un'intersezione tra le più importanti e feconde: quella tra formazione professionale e vita adulta. Si tratterà soprattutto di definire differenzialmente l'educazione degli adulti come campo di studio, e di intendere a quali fenomeni e a quali pratiche concrete esso si rivolga e possa contribuire. Rifiutando quell'identificazione tra studi di educazione degli adulti e metodologia didattica delle attività formative rivolte ad adulti, che prevale nella letteratura sul tema. Si prova a ripartire ab imis, identificando i fenomeni e, tramite la loro definizione, si mostra l'estensione e la problematicità di un campo di studi che interroga la frontiera aperta dell'umano in questo crinale tra intelligenze meccanizzate e collettive e fragili individualità. Infine, si tenta un'applicazione di quanto elaborato al caso della didattica accademica. Campo interessante quant'altro mai per i pedagogisti, messi alla prova più dura: mostrare coerenza tra quanto professano e quanto realizzano. La sfida è di applicare dottrine e teorie sull'insegnamento, sulla formazione e sull'educazione, a quanto si fa e si realizza concretamente nell'attività quotidiana con gli studenti. Senza compromessi che attenuino la forza teoretica e metodologica dei concetti, e senza velleitarismi che ne metterebbero a rischio la preparazione agli studi, al lavoro, alla vita. Assumendo infine, come punto d'attacco concreto e come terreno di proposta, il tirocinio, vero banco di prova per i corsi di studio pedagogici.

Scuole, lavoro! La sfida educativa...

Malavasi Pierluigi
Vita e Pensiero - 2017

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Far fiorire le scuole per generare lavoro creativo, libero e solidale: questa è la pedagogia che percorre il libro, un'alleanza per dare risposta a tanti giovani che si trovano in situazione di disagio e di esclusione, che non lavorano e non studiano. Sulla scia dell'innovazione legislativa che prevede l'alternanza scuola-lavoro, la sfida è di accendere il desiderio di imparare e l'avventura di insegnare. Nel curricolo del secondo ciclo di istruzione, includere moduli in cui gli allievi possano svolgere esperienze in contesti lavorativi reali presenta un carattere piuttosto inedito per la realtà italiana, richiede culture e scelte progettuali e organizzative non scontate nella nostra tradizione. Tra scetticismo e speranze, carenze organizzative e riscatto sociale, l'alternanza scuola-lavoro rappresenta uno degli ambiti più promettenti dove attuare progetti per il miglioramento effettivo delle istituzioni scolastiche e del mondo del lavoro, coinvolgendo famiglie, associazioni e imprese. Sapere e saper fare insieme per spezzare le catene della precarietà, dello sfruttamento, della disoccupazione. Cambiare la scuola, cambiare il lavoro!

Nuovo manuale per l'esperto dei processi formativi

Alessandrini Giuditta
Carocci - 2016

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Il volume - che, dopo diverse edizioni, appare in una veste completamente rinnovata - presenta il nucleo essenziale dei canoni della pratica educativo-formativa. È una guida dunque ai saperi di base del formatore nelle organizzazioni pubbliche e d'impresa con uno sguardo al contesto europeo. Comprendere la complessità dello sviluppo educativo e formativo, sia nelle organizzazioni d'impresa e pubbliche che nella società, dopo gli anni della recente crisi economica, applicare gli strumenti metodologici, potenziare la capacità d'agire del formatore in situazione, progettare e valutare: è su tali questioni che il libro offre un contributo teorico-metodologico, con dati aggiornati e approfondimenti dedicati a buone pratiche di formazione. Apprendimento e formazione, infatti, sono la chiave di volta di una strategia di crescita della persona, in grado di garantire non solo occupabilità ma anche lo sviluppo umano nella sua interezza.

Il potenziale umano. Metodi e tecniche di...

Trevisani Daniele
Franco Angeli - 2016

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Il metodo HPM (Human Potential Model) costituisce un modello innovativo per il lavoro di formazione e coaching, le azioni di sviluppo, la crescita delle performance. Il suo carattere innovativo ed olistico ha forti applicazioni nell'impresa, ed in campo sportivo, ed inoltre sulle azioni di sviluppo organizzativo, per le risorse umane, e sul coaching individuale. Agisce tramite il potenziamento selettivo delle risorse individuali e dei team, localizzando sia azioni "chirurgiche" di intervento su micro-competenze, così come macro-progetti di ampio respiro. La sua peculiarità consiste nel dare un fondamento scientifico al tema dello sviluppo delle energie individuali, e della capacità di canalizzarli entro obiettivi, siano essi strategici, agonistici, ma anche semplici miglioramenti nella vita quotidiana. Nello spirito del metodo, le performance sono la conseguenza di un percorso efficace di focusing, formazione e costruzione attiva su tre piani: le energie personali (fisiche e mentali), le competenze (micro e macro competenze), gli obiettivi e ideali. Il metodo HPM consente quindi di identificare i segnali cui dare attenzione per riconoscere l'insorgere di crisi, la caduta delle performance (performance breakdown), la perdita di senso, di energie, di competenze (degrado entropico).

Pedagogia per l'impresa. Università e...

Dato Daniela
Progedit - 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Tra le molteplici sfide che la pedagogia si trova oggi ad affrontare, sempre maggior peso è riconosciuto alla necessità di formare a una nuova cultura del lavoro. Le istituzioni formative sono chiamate a svolgere un ruolo nuovo di laboratorio di occupabilità, intesa come alchimia di life skills, career management skills e competenze tecnico-professionali. L'università deve acquisire piena consapevolezza del proprio ruolo di attore di politica attiva del lavoro, salvaguardando il primato di alta formazione culturale con uno sguardo aperto verso il futuro. Il volume offre una cornice epistemologica, da un lato, e una proposta didattica, dall'altro, di una pedagogia del lavoro improntata a un "placement pedagogico e trasformativo". L'esperienza dei "Dialoghi di pedagogia per l'impresa", cui si ispira il titolo stesso del volume, richiama la necessità di investire su una didattica narrativa, partecipata e work-related aperta al territorio, come spazio generativo e trasformativo e l'idea dell'"impresa" non tanto, e non solo, come soggetto economico ma come azione dell'"intraprendere", del "muovere" progetti, storie e competenze, dell'abitare un luogo e un sapere.

Dentro la formazione. Etnografia, pratiche,...

Lipari Domenico
Guerini Next - 2016

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
La ripresa d'interesse per gli approcci qualitativi nella ricerca sociale trova un punto di riferimento cruciale nel vigoroso processo di cambiamento che ha investito, a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso, le epistemologie contemporanee ed è caratterizzata, tra l'altro, dalla nuova centralità dell'etnografia e dal suo diffondersi oltre i confini disciplinari e di ricerca dell'antropologia entro i quali era originariamente collocata. Si può dire che nelle scienze sociali contemporanee, l'etnografia è parte integrante dei metodi qualitativi d'indagine ed appartiene in egual misura al bagaglio metodologico tanto degli antropologi, quanto dei sociologi, degli psicologi sociali, degli analisti di organizzazione, dei formatori, degli studiosi dei processi di apprendimento. In questa cornice di riferimenti tematici, il volume illustra le potenzialità pratiche dell'etnografia applicata alla formazione. Dopo una parte introduttiva che espone i fondamenti dell'etnografia (definizioni, origini, basi teoriche, evoluzione), la seconda parte ne delinea i tratti costitutivi di approccio euristico e di pratica di scrittura. La terza parte illustra e descrive - con il supporto di casi tratti da esperienze concrete di lavoro sul campo - alcune tra le possibili modalità di coniugare l'approccio etnografico con le dimensioni tecniche più rilevanti dell'azione formativa.

La filosofia nelle organizzazioni. Nuove...

Contesini Stefania
Carocci - 2016

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Il libro propone un metodo filosofico per la formazione e la consulenza organizzativa. La filosofia qui non si presenta nella sua consueta veste di disciplina specialistica e astratta ma rivela il suo volto pratico, capace cioè di affrontare le problematiche delle realtà organizzative grazie all'uso della ragione critica e riflessiva. Nella prima parte del volume vengono esaminati nel dettaglio alcuni elementi ricorrenti della formazione e della consulenza. Particolare attenzione è dedicata al concetto di competenza, allo scopo di restituirne un'accezione più ricca che non lo appiattisca unicamente sul significato di prestazione. Nella seconda parte vengono individuate e descritte alcune competenze filosofiche indispensabili per affrontare le difficoltà dell'agire professionale nella società odierna. Di ognuna viene proposta una guida alla progettazione formativa e mostrata la centralità per l'esercizio e la padronanza delle più importanti capacità manageriali e soft skills.

Le mani sul cuore. Pedagogia e biopolitiche del...

D'Aniello Fabrizio
Aras Edizioni - 2015

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Questo volume pone a tema pedagogico i recenti cambiamenti occorsi al lavoro e, in particolare, prende in considerazione il rapporto tra lavoro produttivo industriale e biopolitiche del lavoro. Si propone, pertanto, di intavolare un discorso scientifico centrato sulla spinta post-fordista in direzione dell'autoalienazione del soggetto che lavora e sulle ricadute sulla sua educabilità, intessendo una trama argomentativa che sollecita l'avvertimento di varie problematiche di tipo antropologico, etico, sociale e formativo alla cui soluzione è chiamato a concorrere il mondo pedagogico a vario titolo. Focalizzato sulla mutazione del capitalismo e sulle strumentali distorsioni di un agire che tende a "mettere al lavoro" l'integralità delle risorse e delle relazioni umane, il testo, in definitiva, mira a promuovere una cultura educativa del lavoro come della vita, alimentando le ragioni di un'economia per le persone.

Fare la differenza. Analisi e proposte di...

Iori V. (cur.)
Franco Angeli - 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
In un contesto che cambia è necessario vincere le resistenze al cambiamento, superare vecchi stereotipi e, soprattutto, comprendere il valore della diversità, evitando ogni forma di discriminazione. Questa è la sfida che una realtà bancaria - il Gruppo Cariparma Crédit Agricole - ha scelto di affrontare, dimostrando di credere nell'investimento sulle strategie di gender come qualificazione del profilo aziendale e come strumento capace di generare innovazione. L'espressione più autentica di tale investimento - che è insieme culturale, sociale, economico e professionale - è data dalla realizzazione del progetto "Artemisia", frutto di formazione e di ricerca condotto con la collaborazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Il volume mentre traccia un percorso originale che ha visto la partecipazione di più di 120 donne e che è stato oggetto di confronto ed elaborazione continui, tira le fila su una serie di attività svolte, per mettere a fuoco ciò che è emerso e stabilire un piano d'azione. Lo scopo è quello di rendere partecipi e far comprendere un cambiamento in atto che riguarda tutti, uomini e donne, e che va a beneficio di tutti.

Scrivere per professione. L'educatore...

Riccucci Marina
Unicopli - 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il libro nasce al termine di un percorso di ricerca svolto in seno alla comunità professionale degli educatori professionali. Con l'aiuto della prof.ssa Marina Riccucci, docente universitaria di Letteratura Italiana, ci si è addentrati nel 'ginepraio' della documentazione educativa allo scopo di fare ordine. Il lavoro ha analizzato dapprima i 'contenitori' ovvero le 'cartelle educative' e poi i documenti tipici della scrittura professionale (diari, report, schede e relazioni) fino al documento principe della documentazione educativa, ovvero il 'progetto educativo'. Dall'esame delle diverse tipologie testuali è stata ricavata una nomenclatura codificata che ha sottratto all'anomia i documenti redatti dagli educatori professionali: è stato un cammino che ha portato anche a riappropriarsi della 'lingua più bella del mondo', la lingua italiana, troppo spesso ostaggio di codici altri come il 'burocratese'. Un libro, questo, insomma, che mette ordine nella documentazione educativa e che aiuta a imparare a scrivere (bene).

Career counseling. Guida teorica e metodologica...

Savickas Mark L.
Erickson - 2014

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il contesto postmoderno, instabile e fluido per definizione, ha radicalmente cambiato le sfide che si trovano ad affrontare coloro che sono in cerca di un primo impiego, che desiderano cambiare quello che hanno o che devono prendere decisioni fondamentali

L'esperienza valida. Teorie e pratiche per...

Reggio P. (cur.); Righetti E. (cur.)
Carocci - 2013

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'esperienza di lavoro e di vita è preziosa per chi la fa. Attraverso di essa impariamo e sviluppiamo competenze. L'esperienza non è solo un modo per diventare competenti, ma è soprattutto apprendimento, patrimonio personale di conoscenza del soggetto. Essa dice ciò che sappiamo e sappiamo fare. Per essere valida necessita, però, di essere socialmente riconosciuta. A questa esigenza rispondono le pratiche di riconoscimento e validazione degli apprendimenti acquisiti attraverso l'esperienza in contesti informali e non formali. Pratiche che si completano con la successiva certificazione delle competenze, basata su standard istituzionalmente definiti. I quadri normativi europeo ed italiano sono ormai delineati e permettono, anzi richiedono, oggi, l'attivazione di procedure di riconoscimento e validazione. Nel volume si analizzano lo stato del dibattito scientifico sul tema e gli esiti di significative sperimentazioni realizzate, in questi anni, in realtà differenti. In particolare, viene proposto il dispositivo EVA (esperienza, validazione, apprendimenti), elaborato a seguito di numerosi progetti e già in utilizzo in diversi contesti. Il testo è rivolto a responsabili ed operatori delle politiche attive del lavoro e della formazione, come strumento operativo per dare valore sociale ai saperi che le persone maturano nella quotidianità di lavoro e di vita sociale.

Crescita umana e benessere organizzativo. Nuove...

Zini Paola
Vita e Pensiero - 2012

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Nel mondo del lavoro, pur tra gli innegabili positivi cambiamenti verificatisi nel corso degli ultimi decenni, la persona continua ad essere subordinata alle esigenze economiche. Molte realtà lavorative, nonostante l'emergere dell'istanza della Responsabilità Sociale di Impresa, sembrano prescindere dal tema dell'umanizzazione dell'attività produttiva. Dinanzi alla situazione richiamata, la riflessione pedagogica è sollecitata a offrire il proprio contributo ai fini della migliore reinterpretazione del mondo del lavoro. Spetta ad essa mettere in luce le ragioni che giustificano il primato della persona sulla logica del profitto, quindi promuovere la riscoperta del lavoro come attività tipicamente umana, dotata di valore e da rendere funzionale alla crescita umana e professionale. Per sviluppare le proprie riflessioni, l'autrice ha svolto una ricerca empirica, identificando le dimensioni che favoriscono la strutturazione dell'ambiente di lavoro come spazio di vita umanizzante. Il benessere organizzativo identificato sembra scaturire dal comporsi armonico di quattro sfere di esperienza: contestuale, relazionale, gestionale e culturale. Il testo approfondisce in termini pedagogici ciascuna di esse, offrendo interessanti spunti e piste di lavoro.

Il «core competence» dell'educatore...

Crisafulli Francesco
Unicopli - 2010

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Nato da un progetto di ricerca che ha visto gli autori impegnati per due anni, il libro presenta i risultati del lavoro di gruppo che ha approfondito e sviluppato il profilo dell'educatore professionale. Prendendo spunto dalle indicazioni della "Guida pedagogica" scritta da J.J. Guilbert, il gruppo ha elaborato il core competence della professione, a partire dalla principale fonte normativa di riferimento sul profilo. La definizione di funzioni, attività e competenze dell'educatore professionale, in coerenza con i problemi prioritari socio-sanitari della popolazione di riferimento, disegnano un quadro più chiaro dell'apporto che tale figura può dare ai servizi che si occupano di persone con disagio e patologia, a rischio d'esclusione sociale. Rivolto a educatori in formazione, amministratori, legislatori, docenti e educatori professionali, il libro apre la strada alla definizione del core curriculum, ovvero alla costruzione di un percorso formativo universitario che tenga conto delle specificità professionali, sottolineandone l'alta valenza educativa e socio-riabilitativa, rinforzandone le peculiari caratteristiche socio-sanitarie.

L'analisi delle esigenze: dal fabbisogno...

Castagna Maurizio
Franco Angeli - 2010

Disponibile in 3 giorni

18,50 €
Perché un libro dedicato solo all'analisi delle esigenze di formazione (detta anche analisi dei bisogni o dei fabbisogni)? Perché l'analisi delle esigenze è il primo momento dell'intero processo formativo e ne condiziona la qualità complessiva. Infatti, una valida analisi consente di impostare più solidamente le fasi successive del processo formativo: progettazione, erogazione e valutazione dei risultati. Ha dunque un impatto positivo sull'efficacia e allo stesso tempo sull'efficienza della formazione. Questo testo descrive in dettaglio come affrontare le diverse tappe dell'analisi delle esigenze e come scegliere gli strumenti utilizzare. È quindi un manuale che vuole aiutare i professionisti a svolgere il proprio lavoro perché fornisce indicazioni precise e concrete, ma è anche un riferimento teorico complessivo perché approfondisce alcuni temi di fondo della formazione. È destinato sia a chi inizia la sua attività di formatore, sia a coloro che già operano da anni nel settore e vogliono verificare e confrontare i propri metodi e le proprie convinzioni.

Assertività e training assertivo. Guida per...

Bonenti Delfo
Franco Angeli - 2010

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Un testo dedicato al tema dell'assertività e riferito in particolar modo all'ambito aziendale. Gli autori, sulla base di una ricca esperienza professionale come psicologi e formatori, hanno costruito una guida per far apprendere il comportamento assertivo e cioè per: capire le proprie modalità di comportamento; analizzare il proprio assetto cognitivo; costruire una buona immagine di sé; superare le inibizioni sociali; comunicare con sicurezza ed efficacia; perfezionare la propria "competenza" sociale; realizzando un comportamento equilibrato e costruttivo. E soprattutto viene offerta la chiave per valutare e migliorare le proprie modalità assertive senza per questo presentare formule "vincenti" precostituite, ma fornendo al lettore uno strumento teoricamente fondato per individuare e attuare strategie interpersonali calibrate sulle esigenze della situazione e degli obiettivi personali. Per questo il volume è consigliato alle persone che occupano posizioni di responsabilità in ambito professionale, aziendale e educativo, a coloro che gestiscono risorse umane sia a livello formativo che organizzativo, ai consulenti, di estrazione psicologica o tecnica, che vogliono approfondire il concetto di assertività e le sue possibilità di applicazione.

Analisi e innovazione dei processi formativi...

Bertoni P. (cur.); Di Rienzo P. (cur.)
Fausto Lupetti Editore - 2019

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
FQTS è un progetto di formazione, innovazione e trasformazione, che vuole valorizzare le competenze del Terzo Settore e fornire appropriati strumenti di creatività ed economia sociale per costruire benessere e crescita per lo sviluppo del Paese. Il progetto intende valorizzare il ruolo di corpo intermedio del Terzo Settore per renderlo un protagonista della coesione sociale nelle comunità in Italia, in Europa e nel mondo. I promotori del progetto FQTS, Forum Terzo Settore, CSVnet con l'Università di Roma TRE e la Fondazione Con Il Sud, consapevoli che l'apprendimento permanente sia la rivoluzione copernicana del ventesimo secolo, hanno voluto affrontare il tema con lo sguardo rivolto ai propri quadri e dirigenti: un disegno per l'individuazione e messa in trasparenza delle competenze al fine di mettere in valore gli Enti di Terzo Settore. Nel Paese è necessario cercare le strategie per la formazione permanente, per questo abbiamo affrontato la categoria concettuale di "competenza strategica" intesa "come capacità di mobilitare in modo significativo un ampio affresco di modelli di conoscenza e di azione".

Formare al management della diversità. Nuove...

Alessandrini G. (cur.)
Guerini e Associati - 2020

Non disponibile

23,00 €
Tema ormai cruciale per tutte le organizzazioni, il diversity management è un approccio consolidato di gestione del cambiamento all'interno del mondo aziendale. Lo studio coordinato da Giuditta Alessandrini dedica particolare attenzione alle situazioni di lavoro contemporanee, caratterizzate da fenomeni socioeconomici correlati alla globalizzazione, quali, per esempio, la multietnicità come fenomeno connesso alle dinamiche migratorie e all'integrazione di soggetti stranieri nelle aziende. I contributi presenti nel volume esplorano i modi attraverso i quali il dialogo interculturale può essere fondamentale per mantenere non solo la competitività delle imprese ma anche condizioni di benessere organizzativo e di equità nel rispetto dell'alterità. Strategie di accoglienza verso la diversità, infatti (intese come bagaglio di valori, professionalità e ricchezze relazionali), possono rappresentare per l'impresa un significativo valore anche nell'ottica del raggiungimento del bene comune.

Logiche di azione formativa nelle organizzazioni

Lipari Domenico
Guerini e Associati - 2020

Non disponibile

18,00 €
A partire dalle più significative elaborazioni italiane degli ultimi trent'anni, Lipari ricostruisce il dibattito sul rapporto tra organizzazione e formazione: lo sviluppo delle teorie e dei modelli organizzativi si pone come punto di riferimento a partire dal quale si costituiscono le pratiche formative e i loro orientamenti teorici e di metodo. Questa prospettiva assume le principali tendenze organizzative articolandole in tre grandi paradigmi (modernista, neo-modernista e post-modernista), a ciascuno dei quali corrisponde quasi specularmente un orientamento di pratica della formazione. È così possibile mettere in evidenza anche l'evoluzione delle culture formative dai modelli deterministici originari.

Alternanza scuola-lavoro: storia,...

Batini Federico; De Carlo Maria Ermelinda
Loescher - 2020

Non disponibile

10,80 €
Il modello di alternanza scuola-lavoro, nel suo sviluppo nel tempo, viene analizzato nella cornice della scuola attuale, tra punti di forza e criticità, come potenziale strumento (con una serie di avvertenze) di riduzione e prevenzione della dispersione scolastica e di orientamento alla scelta. L'alternanza è uno strumento didattico, e come tale non è buono o cattivo di per sé, ma assume forme diverse a seconda dell'utilizzo che se ne fa. Senza la regia della scuola diventa sottrazione di tempo al diritto all'istruzione e apre a una congerie di rischi. L'efficacia del modello oggi proposto a livello istituzionale (che presenta evidenti limiti) richiede alla scuola e in particolare alla professionalità dei docenti di assumere uno sguardo intersoggettivo, per ripensare la progettazione e insieme la valutazione delle performance didattiche; chiede anche di ascoltare con attenzione i ragazzi e le loro opinioni, le loro richieste, i loro bisogni: solo così si pongono le basi per un dialogo fertile con il mondo del lavoro, invitato a concorrere allo sviluppo di competenze utili per i futuri cittadini e lavoratori.

Educare nel lavoro. Una proposta educativa per...

Macale Carlo
Aracne - 2019

Non disponibile

28,00 €
Sul piano storico-pedagogico, la svalutazione dei percorsi formativi professionali all'interno della pedagogia scolastica è stata causata da un'esaltazione continua di una cultura classica, che ha visto nella licealizzazione dei saperi la più alta finalità educativa dei percorsi di istruzione. Il volume mette in luce come, nel panorama educativo nazionale, la formazione professionale iniziale in Italia, in realtà, abbia rivestito un ruolo importante sia rispetto alla scolarizzazione della popolazione giovanile, sia rispetto ad alcune emergenze di carattere sociale.

La simulazione ad alta fedeltà in ambito...

Ingrassia Pier Luigi; Carenzo Luca; Santalucia Paola
Franco Angeli - 2019

Non disponibile

48,00 €
La gestione della sanità richiede professionisti competenti, continuamente aggiornati, ma che al "sapere" devono associare il "saper fare" e anche il "saper essere". Essere professionisti competenti oggi significa essere capaci di lavorare in team multidisciplinari, usare alta tecnologia e operare in ambienti complessi, con un'attenzione continua alla sicurezza del paziente. All'interno di questo difficile panorama, la simulazione sta acquisendo sempre più spazio e importanza. Come in altre realtà, simulare sta diventando una priorità dal punto di vista formativo e uno strumento imprescindibile per ridurre il rischio clinico. La realizzazione di questo testo nasce dalla necessità di fornire una guida pratica e semplice sulla tecnica di simulazione ai responsabili della formazione delle aziende ospedaliere, ai docenti universitari dei diversi corsi di laurea e a tutti gli studenti che sempre più dimostrano interesse ai processi didattici attivi. Oltre a toccare tutti gli aspetti che consentono un corretto impiego della simulazione - quali la conoscenza dei modelli, gli schemi logici e i processi di apprendimento, l'impiego dei diversi simulatori, la progettazione delle attività didattiche e alcuni pratici consigli sul funzionamento e sulla manutenzione dei simulatori paziente - il manuale mira a essere una raccolta ragionata di oltre 70 patologie e situazioni critiche simulabili. Ogni caso è composto da 8 sezioni ed è redatto in forma mista: una parte cartacea e una in forma digitale, composta da intuitive schede da scaricare e stampare per l'esecuzione dello scenario. Per chi si avvicina alla simulazione questo libro, attraverso una metodologia facile da comprendere e applicare, non solo aiuta a realizzare efficaci scenari di simulazione e a progettare il successivo debriefing, ma vuole anche facilitare la creazione di nuovi scenari basati su modelli originali e validati da professioni esperti. Per chi ha già esperienza in simulazione desidera essere d'ispirazione per permettere di adattare i singoli casi clinici alle esigenze didattiche, tecniche e logistiche di ogni diversa istituzione e contesto.

Formazione territorio lavoro. La filiera della...

Valente L. (cur.)
Franco Angeli - 2019

Non disponibile

25,00 €
Il volume riprende gli interventi della XXX edizione del Seminario Europa, "Formazione - Territorio - Lavoro", un incontro nel quale si sono trovate a confronto le istituzioni più rappresentative della realtà formativa del nostro Paese. Il CIOFS-FP, in collaborazione con FORMA, ha condotto cinque incontri che hanno coinvolto Tecnostruttura, Anpal, Inapp, Confindustria, Confartigianato, con l'obiettivo di rafforzare il dialogo tra i soggetti chiamati a consolidare la rete strutturale della filiera formativa e a ragionare sull'espansione e sull'organizzazione territoriale del sistema. Il Seminario Europa, con la sua storia trentennale, dimostra che le reti formative esistono di fatto; di diritto sono già codificate alcune tipologie di reti, come le reti territoriali che comprendono l'insieme dei Servizi di istruzione, formazione e lavoro collegati organicamente alle strategie per la crescita economica, il Sistema nazionale di certificazione delle competenze, il Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali, la Rete nazionale dei servizi delle politiche del lavoro, il Sistema duale, fino alla Rete delle scuole professionali, prevista dalla legge ma non ancora strutturata. La normativa che riguarda questi aspetti richiede una riflessione sistemica sulla configurazione dell'interazione tra tutti i soggetti che, a vario titolo, concorrono allo svolgimento dei servizi al lavoro e sul loro raccordo all'attuale filiera formativa.

L'università per lo sviluppo di employability....

Terzaroli Carlo
Aracne - 2019

Non disponibile

26,00 €
Il volume affronta il tema del rapporto tra università e mondo del lavoro attraverso il costrutto pedagogico di employability e le principali evoluzioni dei modelli di career service a livello nazionale e internazionale. La riflessione poggia su un caso di studio, di tipo qualitativo, volto a analizzare i fattori che determinano le scelte di carriera e la transizione al lavoro dei laureati. I risultati restituiscono un carotaggio sui vissuti dei giovani adulti in riferimento alla filiera dell'alta formazione nella prospettiva dell'ingresso nel mondo professionale. Sullo sfondo, si rintracciano le sfide dell'università del futuro, di un modello di higher education capace di sostenere i giovani affinché possano diventare agenti trasformatori per la società del domani.

L'ecosistema della formazione. Allargare i...

Nacamulli R. C. (cur.); Lazazzara A. (cur.)
EGEA - 2019

Non disponibile

39,00 €
La rivoluzione digitale ha mutato profondamente il mondo della formazione manageriale. La possibilità di percorsi «fai da te», con l'accesso a risorse gratuite come MOOC, talk, video, blog e tutorial, si è ampliata a dismisura, accrescendo le opportunità per soddisfare il diritto ad apprendere che è la base della società della conoscenza. Questo però non ha comportato un declino della formazione, ma ha aumentato come mai prima d'ora la richiesta di iniziative di formazione e sviluppo di qualità. In un contesto in cui i confini tra formazione, autoformazione, sviluppo organizzativo e comunicazione si fanno labili, porosi e incerti, assistiamo quindi da un lato a un ritorno del learning by doing e della formazione informale, dall'altro alla diffusione di nuovi approcci come la formazione on demand e il digital social learning. Sul piano delle metodologie, invece, l'adozione di nuovi format di formazione-intervento (come il business model canvas o il design thinking) si coniuga allo sviluppo di competenze per l'innovazione e la flessibilità organizzativa (si pensi allo smart working o ai nuovi sistemi di performance management centrati sul feedback) attraverso il coinvolgimento delle persone. A fronte di un panorama così articolato - un ecosistema, come recita il titolo - il libro illustra i modelli di formazione emergenti e affronta nel dettaglio le leve di analisi e d'intervento più efficaci. Intorno alle 3P di People, Power e Place si delinea il quadro di una formazione che include sia soggetti interni all'organizzazione sia attori esterni; che mobilita risorse sociali per entrare in contatto con una varietà di mondi organizzativi differenti; che mette in rilievo le potenzialità di un ambiente phygital per la costruzione di una employee experience positiva, coinvolgente e significativa.

L'impresa formativa. L'esperienza del CIOFS-FP

CIOFS-FP (cur.); Social Seed (cur.)
Franco Angeli - 2019

Non disponibile

12,00 €
Questo volume è il frutto di un percorso nato dall'esigenza di mappare e sistematizzare le esperienze di impresa formativa attive in diverse realtà territoriali della rete CIOFS-FP. Il processo di mappatura, realizzato in una logica di co-produzione a partire dal coinvolgimento degli attori di ciascuna delle realtà interessate, ha portato alla rilevazione di fattori-chiave che hanno caratterizzato le diverse sperimentazioni di impresa formativa. Ne risulta un modello poliedrico, capace di conformarsi elasticamente alle diverse specificità ambientali pur conservando un nucleo di valori e fattori comuni che costituiscono la visione del CIOFS-FP. La sistematizzazione degli apprendimenti originati dalla sperimentazione costituisce un passaggio propedeutico alla disseminazione dell'esperienza del CIOFS-FP, nell'ottica di una diffusione di buone pratiche provenienti da progettualità con alto impatto sociale. Alla luce dei recenti sviluppi legislativi che interessano, inter alia, le forme giuridiche cui tali tipologie di sperimentazioni gestionali possono ricorrere, l'impresa formativa si pone come una delle possibili declinazioni dell'impresa sociale poiché particolarmente adatta a coniugare attività di interesse generale, come la formazione, con assetti organizzativi di tipo imprenditoriale.

Giovani adulti tra transizioni e alta...

Boffo V. (cur.)
Pacini Editore - 2018

Non disponibile

22,00 €
Il nuovo volume della Collana Costruire il lavoro introduce alcuni temi centrali per l'Università del presente e del futuro. Ci troviamo di fronte a uno snodo culturale e sociale, a una svolta, a una trasformazione intensa dell'Higher Education, in Italia come anche in Europa. Il Placement è un tema di primaria importanza per l'Università perché connette formazione e lavoro, perché rappresenta un crocevia per il trasferimento di innovazione, perché attraverso la transizione dei laureati l'Università si diffonde al mondo e nel mondo. Il volume si sofferma proprio sul ruolo di azioni che, pur connesse con i Corsi di Studio, si trovano al di là dei medesimi e, al contempo, affrontano il rapporto fra interno ed esterno, offerta didattico-formativa e lavoro-territorio, e sono parte integrante della comunicazione dell'Università verso il mondo della produzione, ovvero della vita nelle sue molteplici forme.

Giovani, università e azienda: il nuovo...

Pinto D. (cur.); Scaratti G. (cur.); Fregnan E. (cur.)
Pearson - 2018

Non disponibile

18,00 €
Il modo in cui prepariamo i giovani ad affrontare il mondo del lavoro di oggi è spesso inefficace e anacronistico. Le radicali trasformazioni tecnologiche e le conseguenti sfide che l'attuale scenario economico, sociale e culturale apre per l'umanità mettono in discussione il sistema formativo nel suo complesso e richiedono nuove risposte. I modelli educativi di impronta illuministica, legati a una concezione di sapere teorico da trasmettere secondo processi di insegnamento/apprendimento che hanno riprodotto caratteristiche della produzione di massa (grandi numeri, lezioni trasmissive, standardizzazione, testing) non sono più adeguati da soli a sostenere Le attuali esigenze di partecipazione sociale e civile, di produzione e consumo, di condivisione e collaborazione, di rinnovata cittadinanza. Serve sviluppare capacità di pensiero critico - per mettere in questione e modificare tradizionali equilibri esistenti - e di pensiero divergente e creativo, in grado di costruire risposte plurali a un medesimo quesito o problema. Molto raramente avviene che gli studenti vengano allenati a esercitare questo tipo di pensiero e di conseguenza raramente sono preparati ad affrontare la complessità dei contesti organizzativi di oggi. Non solo, spesso ai giovani mancano gli strumenti per costruire un robusto percorso professionale che consenta loro di trasformare le idee in progettualità, attraverso un impegno orientato verso traguardi concreti e misurabili. Per colmare questa carenza, è necessario disegnare e costruire un nuovo perimetro formativo: il mondo accademico, il mondo imprenditoriale/aziendale e il mondo dei giovani-adulti devono agire in modo integrato all'interno di un paradigma formativo in continua evoluzione. La Project & People Management School ha il merito di portare nelle università il mondo delle aziende nel suo complesso. Il valore di questa iniziativa è dato dal fatto che i giovani si possono confrontare con i valori di concretezza e pragmaticità, tipici del mondo delle organizzazioni. All'interno di un percorso internazionale possono quindi sviluppare la propria capacità gestionale, intesa come capacità di gestire il business e di gestire le persone, e tutti gli aspetti legati ai comportamenti, allo stare in azienda, al relazionarsi con gli altri, al saper gestire il proprio tempo, ecc. L'esperienza descritta nel volume evidenzia la possibilità concreta di rilanciare e rigenerare un dialogo tra mondo accademico e mondo imprenditoriale/aziendale, nella quale i giovani-adulti diventano il terzo attore indispensabile per un'azione formativa congiunta. Il libro ripercorre la genesi della Project & People Management School, narra esigenze e caratteristiche degli attori coinvolti e si sofferma su alcune tipiche situazioni di apprendimento, che costituiscono il setting formativo proposto nelle sue caratteristiche di strutturazione e articolazione operativa e che confluiscono all'interno di un modello coerente. Pur nella distintività peculiare riferita ai tre attori - l'Università Cattolica del Sacro Cuore, l'azienda Comau e i giovani neolaureati/neoassunti che hanno partecipato alle edizioni della PPM School - il lettore potrà riconoscere modelli, architetture e format trasferibili all'interno della propria realtà organizzativa.

Il duale per l'Italia. Contaminazione...

Valente L. (cur.)
Franco Angeli - 2018

Non disponibile

29,00 €
Il volume riporta gli atti della XXIX edizione del Seminario di Formazione Europea. Obiettivo dell'iniziativa fin dalla prima edizione del 1989 - come CIOFS-FP e come Organismi Nazionali impegnati nella Formazione Professionale - è quello di seguire il processo di unificazione europea dal punto di vista culturale, amministrativo e politico in rapporto alla formazione e all'inserimento dei giovani al lavoro. Gli eventi seminariali di questi ultimi due anni hanno prestato particolare attenzione alla sperimentazione del Sistema Duale per l'Italia. L'iniziativa ha offerto alle diverse organizzazioni formative la possibilità di confronto, di collaborazione e di ottimizzazione delle risorse comuni, traguardando la dimensione istituzionale della Rete Formativa nel nostro Paese. Gli atti di questa XXIX edizione - attraverso gli interventi proposti - fanno il punto su questa prospettiva. Gli aspetti analizzati vanno da quello pedagogico-didattico a quello organizzativo e gestionale. Inoltre, attraverso gli interventi di alcune personalità politiche e tecniche, è stata presa in esame la normativa in essere e le possibilità applicative. Scritti di: V. Aprea, E. Beccio, L. Bobba, G. Bordone, M. A. Buendia Vas, I. Cavo, P. Cesana, F. Chiaramonte, E. Crispolti, A. D'Arcangelo, M. Del Conte, C. Donati, M. Drezzadore, A. Elicio, D. Fea, V. Fedeli, R. Giovani, E. Gotti, C. Grieco, S. Griffith, A. Grimaldi, S. Leo, A. Lobosco, F. Malandrucco, T. Mandato, G. Negro, M. Pellerey, E. Peretti, M. Peron, T. Piacentini, F. Porrà, A. Razionale, R. Ricci, M. Robazza, F. Roccisano, F. Ruggiero, M. Sabbadini, A. Salatin, G. M. Salerno, F. Santoro, L. Stefanini, M. Tonini, P. Vacchina, L. Valente.

Le emozioni: patrimonio della persona e risorsa...

Stefanini Ambra
Franco Angeli - 2017

Non disponibile

31,00 €
La dimensione emozionale come risorsa per la formazione: è l'ambito di indagine del testo, che vuole rappresentare una base di lavoro, di stimolo e di ulteriore approfondimento per formatori, docenti, responsabili della formazione, ma anche studenti, studiosi e ricercatori che si interessano alle tematiche legate alla formazione e alle nuove strategie individuate per conferirle sempre maggiore incisività. Prima domanda: perché un testo sulle emozioni? E a seguire: perché un testo sulle emozioni nella formazione? Il lavoro si inserisce all'interno del dibattito in atto sul tema, per comprendere se, ed eventualmente in quale misura, le emozioni possano trasformarsi in risorsa per una formazione più efficace, coinvolgente e significativa per l'adulto che apprende. Al centro c'è la persona (che ricerca, che riflette, che lavora) e il suo bisogno fondamentale di conoscere, comprendere, imparare, sperimentare, crescere e svilupparsi non più solo facendo perno sulla dimensione cognitiva, ma appellandosi anche a quella emozionale, considerata ormai indissolubile dall'apprendimento. Lasciar agire con competenza le emozioni, gestendole e rendendole parte dei processi di conoscenza, concorre a trasformarle in preziosa risorsa per la realizzazione di quel processo di lifelong learning ineludibile nel mondo delle professioni. Il vantaggio è sì per la persona, ma anche per il mondo del lavoro e delle organizzazioni nei quali è inserita.

Formazione one to one. Indagine sulle pratiche...

Giangiacomo M. I. (cur.)
Franco Angeli - 2017

Non disponibile

35,50 €
All.origine di questo testo c.è un lungo lavoro di ricerca che partendo dall'ipotesi che la formazione one to one costituisca un processo auto-formativo, auto-realizzativo e auto-trasformativo - che è possibile realizzare mediante una "partnership di apprendimento" con un formatore esperto ma per il quale è indispensabile un costante e duraturo "esercizio individuale" - ha indagato e approfondito quelle pratiche formative centrate sulla persona tese a "formare se stessi" e "formare il proprio Sé". Il risultato realizzato, come nelle intenzioni degli autori, non è un testo scientifico per studiosi della materia ma, piuttosto, un testo di orientamento all'interno di questo "nuovo mondo" rivolto sia ai formatori che alle organizzazioni, Si voleva, quindi, che avesse un'agilità da Lonely Planet pur mantenendosi sempre rigoroso e fondato dal punto di vista documentale ed empirico.

Alternanza scuola lavoro. Esperienze sul campo

Sannino Bianca
Consorzio CO.IN.S - 2017

Non disponibile

7,00 €
Il lavoro tratta l'esperienza della prof.ssa Bianca Sannino nell'ambito della nuova progettualità "Alternanza scuola-lavoro" che gli studenti delle scuole superiori - in questo caso Liceo Scientifico - hanno con il sistema imprenditoriale. Il lavoro editoriale affronta elementi positivi del nuovo sistema scolastico ed elementi , per così dire, ancora da "affinare" in corso d'opera.

Strana gente i formatori. Storie di formazione...

Reggiani Massimo
ESTE - 2017

Non disponibile

25,00 €
La formazione è un argomento sempre al centro dell'attenzione di Persone&Conoscenze e oggi di speciale attualità: è necessaria per far fronte alle sfide del mercato, all'internazionalizzazione e alla necessità di una costante innovazione. Oggi la formazione si trova a dover affrontare grandi cambiamenti legati alle nuove tecnologie digitali ed è condizionata dalla crescente attenzione ai costi. La storia personale di Massimo Reggiani è una buona sintesi dell'evoluzione della formazione aziendale in Italia. Dalla metà degli Anni 70 fino alla sua prematura morte, al termine dell'estate del 2008, Reggiani ha lavorato come formatore, prima in una grande azienda e poi presso quella che è stata forse la più importante scuola di formazione aziendale italiana, Tesi. Quando, sul finire degli Anni 70 e nei primi Anni 80, Reggiani iniziava ad affermarsi nella professione, la formazione aziendale godeva di grande credito e di notevoli budget. La formazione appariva allora come il modo per diffondere la cultura imprenditoriale italiana e allo stesso tempo il modo per coltivare le potenzialità delle persone, per cercare il loro coinvolgimento e per sollecitare la loro disponibilità al cambiamento, nella convinzione che i risultati aziendali non possono ottenersi senza le persone e contro le persone. Quando negli Anni 90 lo scenario è mutato, Reggiani si è trovato a essere testimone esemplare di questa tradizione. Di fronte ad aspettative dei committenti sempre più pressanti e di fronte a budget risicati ha sempre saputo portare valori positivi: la fiducia in se stessi, il rispetto degli altri, la riflessione pacata e mai superficiale.