Formazione industriale e professionale

Active filters

Spirito imprenditoriale e...

Cafferata R.
Il Mulino

Disponibile in libreria in 5 giorni

27,00 €
Questo volume raccoglie i risultati di un lavoro di ricerca del Gruppo di Attenzione e di Studio (GSA) dell'Accademia Italiana di Economia Aziendale sul tema "Creazione d'impresa e spirito imprenditoriale". Obiettivo del lavoro è stato studiare gli elementi che incidono sulla propensione imprenditoriale dei giovani. Il progetto di ricerca ad oggi ha coinvolto dieci università: Politecnica delle Marche, Bergamo, Catania, Genova, Milano-Bicocca, Napoli "Parthenope", Seconda Università di Napoli, Padova, Palermo e Roma "Tor Vergata". La gestione operativa della ricerca è avvenuta sotto la guida della professoressa Giovanna Dossena, direttrice del Centro di Ricerca Entre-preneurial Laboratory (Università di Bergamo). Il volume raccoglie e rielabora i risultati a livello nazionale e per ogni singola unità operativa. La forma è volutamente descrittiva, con il fine di offrire al lettore una chiara chiave di lettura della situazione italiana in tema di propensione imprenditoriale dei giovani. L'impostazione del volume consentirà al lettore di confrontare i risultati dell'analisi in diversi contesti e di avere al contempo una rappresentazione analitica dello status quo nel nostro Paese.

La formazione situata. Repertori di...

Alastra Vincenzo
Franco Angeli

Non disponibile

34,00 €
Attraverso un serrato dialogo tra quadri di riferimento teorico-concettuali ed esperienza di formazione realizzata in un concreto e attuale contesto, il volume offre una interessante prospettiva per una innovativa lettura delle logiche di azione formativa utilizzate. Il costrutto di formazione situata rimanda alla necessità di rivedere e rilanciare le condizioni e le modalità attraverso le quali, nei setting formativi, vengono riconosciuti, impiegati e articolati saperi formali e saperi pratici, conoscenze esplicite e conoscenze tacite, dimensioni materiali e immateriali, dispositivi tecnici e produzioni discorsivo-conversazionali che danno senso e significato sociale all'apprendere dei soggetti. La situatività della formazione rimanda all'imprescindibile intreccio tra conoscenza e azione e all'incessante emergere di scambi, transazioni e relazioni a partire dal progressivo configurarsi di pratiche lavorative e organizzative in cui i soggetti sono coinvolti. Di qui l'esigenza, per i formatori, gli operatori e la pluralità degli stakeholders interessati alla formazione dei soggetti nelle organizzazioni, di considerare le strutturali connessioni che i processi dell'apprendere, del conoscere e dell'organizzare tra loro intrattengono. Di qui, ancora, l'apertura di inedite possibilità per recuperare autentiche condizioni di soggettività e di emancipativo rapporto con la propria traiettoria lavorativa, professionale, organizzativa e di vita.

Capire la competenza. Teorie,...

Bresciani P. G.
Franco Angeli

Non disponibile

59,00 €
Il tema delle competenze è da tempo al centro del dibattito scientifico, istituzionale e professionale in Italia e in Europa. Sono stati elaborati e sperimentati sistemi, dispositivi e metodologie finalizzati ad analizzare, descrivere, formare, sviluppare, valutare, riconoscere e certificare le competenze. A un consenso sostanzialmente generalizzato sull'importanza di assumere il costrutto di competenza quale riferimento fondamentale, continua però, paradossalmente, a fare riscontro un dibattito ancora molto acceso sui suoi stessi "fondamenti". Nonostante questo, le competenze costituiscono in modo sempre più diffuso la base dei sistemi di programmazione dell'offerta formativa nella scuola, nella formazione professionale nella università; della gestione delle risorse umane nelle imprese; delle pratiche di orientamento e di incrocio tra domanda e offerta di lavoro. Per diversi anni, la rivista Professionalità ha costituito l'unico luogo nel nostro paese nel quale si è sviluppato il dibattito sul tema delle competenze con continuità e sistematicità. Il volume raccoglie e organizza in sezioni tematiche i contributi pubblicati nella rubrica "Competenze e formazione", che rispondono allo stesso tempo ad esigenze di approfondimento tecnico-scientifico, di intervento professionale e di policy-making istituzionale.

La valutazione delle competenze....

Laterza D.
Franco Angeli

Non disponibile

16,50 €
Il volume ha come principale obiettivo la definizione e descrizione dei risultati di apprendimento in esito a percorsi formativi, la verifica e valutazione dell'acquisizione di competenze e il riconoscimento, la validazione e la certificazione delle stesse. A livello sperimentale si è affrontato il problema della definizione di competenze in vari ambiti disciplinari e/o nelle situazioni di messa in atto delle stesse e si è realizzato un processo di ricerca volto ad individuare degli strumenti utili alla costruzione di un sistema di riconoscimento, validazione e certificazione delle competenze acquisite in ambito formativo. La fase di sperimentazione e verifica a livello operativo ha permesso, attraverso l'analisi dei percorsi formativi presi in esame, di mappare e valutare le competenze del profilo formativo e/o professionale in base agli obiettivi dichiarati attraverso la descrizione del profilo professionale di riferimento (principali mansioni e responsabilità in riferimento alla Nomenclatura delle Professioni (fonte: indagine ISFOL-ISTAT sulle professioni), tenendo conto della suddivisione delle competenze trasversali e tecnico-professionali.

Hr metrics. Misurare il valore...

Votta Renato
Franco Angeli

Non disponibile

20,00 €
Fornire strumenti e metodiche per aiutare la direzione HR a capire se e quanto contribuisce al business dell'azienda: è questa la principale finalità di questo libro. Produrre cifre, numeri, dati, informazioni riscontrabili e non generiche enunciazioni di principio o sofisticati teoremi. La direzione risorse umane deve mostrare quanto "vale", nel senso letterale della parola: quanto valore genera. Ed è proprio nei momenti di crisi come quello di oggi che può essere estremamente importante dimostrare e rendicontare come la selezione, la gestione delle risorse umane e la formazione possano rappresentare indiscutibilmente dei grandi volani e moltiplicatori di business. Questo libro si rivolge a direttori del personale, della formazione, specialisti HR, progettisti ed erogatori di formazione. Il taglio è molto pratico ed operativo, ogni metodologia presentata è accompagnata da esempi concreti e reali. È dunque un libro da "usare" nel lavoro da subito, per misurare le performance attuali di una direzione HR, ma anche e soprattutto per orientare quelle del futuro.

Formare il futuro. Nuove...

Cisita Parma
Franco Angeli

Non disponibile

22,00 €
In occasione del venticinquesimo anno di attività, Cisita Parma coinvolto alcuni tra i più significativi professionisti (provenienti sia dal mondo universitario sia da quello della consulenza aziendale) che hanno collaborato a vario titolo con la società. Ne è nato un libro che racconta questo lungo percorso ma, soprattutto, che si propone di disegnare alcune prospettive sulla formazione di domani e di illustrare le nuove declinazioni che Cisita Parma intende continuare a mettere a disposizione delle aziende. Attraverso un ampio ventaglio di contributi anche molto variegati tra loro, accomunati, pur nelle differenze di metodo e prospettive, dallo sguardo verso il futuro, viene tracciato una riflessione sulla formazione, intesa come strumento innovativo di crescita per le aziende e per le persone che "abitano" le aziende stesse.

Persone e risultati. Tradurre il...

Magnani Andrea
Franco Angeli

Non disponibile

16,00 €
Questo libro è rivolto agli imprenditori e manager che intendono permettere ai collaboratori di dare il meglio di sé; e propone un nuovo modo di costruire i piani formativi, basato sulla misurazione dei risultati e dunque pensato per portare risultati tangibili. In particolare, spiegherà: come creare un piano di "allenamento" efficace, teso a produrre risultati duraturi; come fornire gli stimoli formativi allontanando il meno possibile le persone dalla postazione di lavoro; come generare il massimo valore utilizzando le risorse interne e rispettando il budget stanziato; perché la formazione, anche quella che utilizza metodologie di didattica attiva, in genere non produce significativi cambiamenti comportamentali; quali criteri adottare per scegliere la società di formazione/consulenza, il percorso formativo e gli strumenti di valutazione.

Quarant'anni di formazione...

Garbellano S.
Franco Angeli

Non disponibile

22,00 €
I primi 40 anni di attività dell'Asfor (Associazione italiana per la formazione manageriale) costituiscono un percorso che, per il ruolo che essa ha svolto e per i contributi apportati, merita di essere raccontato. In coerenza con lo scopo dell'Associazione di promuovere nel nostro Paese la cultura manageriale e imprenditoriale, Asfor ha inteso ricostruire la sua storia ponendola in relazione ai mutamenti economici e sociali e all'evoluzione della formazione manageriale avvenuti nello stesso periodo, nonché ai più significativi studi di management apparsi in letteratura. Il libro non vuole essere un'opera autocelebrativa, ma intende piuttosto presentare, attraverso il percorso dell'Associazione, alcune chiavi di lettura sullo sviluppo della formazione manageriale in Italia, mettendone in evidenza origini e linee evolutive, senza per altro tralasciare difficoltà e criticità che caratterizzano la vita di qualsiasi network ampio, composito e dinamico. La ricostruzione della storia è articolata in quattro periodi, qualificati dal titolo dato ad ognuno dei capitoli, che individuano le principali sfide strategie, obiettivi, contenuti e metodologie didattiche - a cui la formazione manageriale ha dovuto far fronte per rispondere con flessibilità ai bisogni di cambiamento e competitività di imprese, amministrazioni pubbliche e istituzioni non profit.

L'avvicendamento nell'impresa...

Trupia Piero
Franco Angeli

Non disponibile

17,00 €
Le traversie del passaggio generazionale nell'impresa familiare non sono una patologia psichica del Titolare o dell'Erede; sono un disagio come per tutti gli appuntamenti importanti della vita. Il problema è determinato dalla debole governance, lo schema delle responsabilità e dei poteri nell'impresa. Con una buona governance, l'avvicendamento diventa un normale passaggio di ruolo. Si richiedono però iniziativa e competenza per l'esercizio di una precisa attorialità in una situazione caratterizzata da una marcata affettività competitiva. La formazione può abilitare a essere lucidi autori dei propri atti e non sospinti dalle proprie passioni. Un contributo all'abbassamento della temperatura emotiva può venire dalla scelta di un terreno terzo come sede della formazione: l'associazionismo imprenditoriale, la Camera di Commercio, l'Ordine dei commercialisti e analoghe istituzioni. Il ricorso alle tecniche teatrali introduce quella componente ludica utile a generalizzare e oggettivare una sfida fortemente personalizzata. Da notare, infine, che ad abbassare la tensione emotiva del rapporto tra i due agonisti può bastare l'iniziativa attoriale di uno soltanto di essi.

Le emozioni: patrimonio della...

Stefanini Ambra
Franco Angeli

Non disponibile

31,00 €
La dimensione emozionale come risorsa per la formazione: è l'ambito di indagine del testo, che vuole rappresentare una base di lavoro, di stimolo e di ulteriore approfondimento per formatori, docenti, responsabili della formazione, ma anche studenti, studiosi e ricercatori che si interessano alle tematiche legate alla formazione e alle nuove strategie individuate per conferirle sempre maggiore incisività. Prima domanda: perché un testo sulle emozioni? E a seguire: perché un testo sulle emozioni nella formazione? Il lavoro si inserisce all'interno del dibattito in atto sul tema, per comprendere se, ed eventualmente in quale misura, le emozioni possano trasformarsi in risorsa per una formazione più efficace, coinvolgente e significativa per l'adulto che apprende. Al centro c'è la persona (che ricerca, che riflette, che lavora) e il suo bisogno fondamentale di conoscere, comprendere, imparare, sperimentare, crescere e svilupparsi non più solo facendo perno sulla dimensione cognitiva, ma appellandosi anche a quella emozionale, considerata ormai indissolubile dall'apprendimento. Lasciar agire con competenza le emozioni, gestendole e rendendole parte dei processi di conoscenza, concorre a trasformarle in preziosa risorsa per la realizzazione di quel processo di lifelong learning ineludibile nel mondo delle professioni. Il vantaggio è sì per la persona, ma anche per il mondo del lavoro e delle organizzazioni nei quali è inserita.

Le competenze invisibili. Formare...

Franco Angeli

Non disponibile

25,50 €
Il tema delle competenze appare quanto mai centrale, anche e soprattutto nell'attuale situazione di profonda crisi in cui l'economia e la società italiane si ritrovano da ormai troppo tempo. Ma quali competenze? È opinione condivisa in letteratura e nella pratica organizzativa e formativa che le competenze risultano pluricomposte e stratificate, in parte esplicitabili in realizzazioni concrete, in parte intangibili, implicite, "incorporate" in dimensioni nascoste della personalità e della vita emotiva e cognitiva delle persone. Il volume affronta il tema delle competenze "che tutti cercano ma nessuno vede", le cosiddette "soft skills". Tutte quelle competenze non specialistiche, relative ai processi di pensiero, al comportamento nei contesti sociali e di lavoro, che si manifestano in numerosi tipi di attività lavorative e in situazioni operative tra loro diverse. Le soft skills sono importanti a tutti i livelli dell'organizzazione, ma la loro rilevanza cresce con l'elevarsi della posizione in azienda, per questo il volume si concentra sulle competenze manageriali, pur sapendo che il carattere delle competenze presenta sorprendenti somiglianze dai livelli più "bassi" a quelli più "alti" delle gerarchie aziendali.

Fare la differenza. Analisi e...

Iori V.
Franco Angeli

Non disponibile

15,00 €
In un contesto che cambia è necessario vincere le resistenze al cambiamento, superare vecchi stereotipi e, soprattutto, comprendere il valore della diversità, evitando ogni forma di discriminazione. Questa è la sfida che una realtà bancaria - il Gruppo Cariparma Crédit Agricole - ha scelto di affrontare, dimostrando di credere nell'investimento sulle strategie di gender come qualificazione del profilo aziendale e come strumento capace di generare innovazione. L'espressione più autentica di tale investimento - che è insieme culturale, sociale, economico e professionale - è data dalla realizzazione del progetto "Artemisia", frutto di formazione e di ricerca condotto con la collaborazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Il volume mentre traccia un percorso originale che ha visto la partecipazione di più di 120 donne e che è stato oggetto di confronto ed elaborazione continui, tira le fila su una serie di attività svolte, per mettere a fuoco ciò che è emerso e stabilire un piano d'azione. Lo scopo è quello di rendere partecipi e far comprendere un cambiamento in atto che riguarda tutti, uomini e donne, e che va a beneficio di tutti.

Formare alle professioni....

Morandi M.
Franco Angeli

Non disponibile

28,00 €
È in un universo d'esperienze e di pratiche dello scambio (un apprendere operando che, un po' come avviene per altri tipi di carriere, diventa soprattutto un apprendere per contatto) che si fanno incontri, si coltivano relazioni, si colgono esempi e stimol

Come avviare e gestire gli affitti...

Apollonio Rita
Franco Angeli

Non disponibile

16,00 €
Il nuovo manuale nasce dallo studio e dalla applicazione pratica che dedichiamo da anni a questa tipologia ricettiva. Tra i primi in Italia, abbiamo infatti creato un circuito di strutture ricettive extra-alberghiere, Friendly Home, che ha dato subito spazio agli appartamenti e alle case per Affitti Brevi-Short Lets. E questo quando nel nostro paese erano in piena ascesa i Bed & Breakfast e di Short Lets parlavano solo i turisti stranieri. Ora la situazione è profondamente cambiata: i B&B sono considerati un prodotto maturo, sebbene ancora di successo, e gli Affitti Brevi sono in piena ascesa, sia nelle destinazioni di villeggiatura, che nelle località caratterizzate dal turismo d'affari, di studio, sanitario e degli eventi. La nostra esperienza quotidiana ci fa però capire che si tratta di un mondo tuttora semisconosciuto, che lascia molti punti interrogativi senza risposta tra chi già esercita l'attività e ovviamente ancor più tra chi intende intraprenderla, anche quando si rivolge agli addetti ai lavori del settore turistico. Inoltre ogni giorno constatiamo una confusione notevole tra gli Affitti Brevi ed altre tipologie ricettive gestite da privati, come i B&B, ma anche imprenditoriali, come gli Affittacamere e le Case Vacanze. È necessario quindi avere le coordinate giuste per non commettere errori.

Formazione professionale e...

Deluigi R.
Franco Angeli

Non disponibile

24,00 €
Alla luce delle numerose ricerche sociologiche e statistiche in merito alla presenza di alunni con cittadinanza non italiana nel sistema di istruzione e, in particolare, all'interno della formazione professionale, il volume si propone di articolare un dialogo tra gli orientamenti della pedagogia interculturale e la pratica formativa ed educativa realizzata sul campo. Per attuare tale approccio ci si è avvalsi del contributo di diversi pedagogisti che hanno articolato le riflessioni a partire dalle questioni legate all'orientamento e alla scelta della scuola secondaria di secondo grado, tratteggiando le caratteristiche del nuovo sistema di istruzione e di formazione professionale, delle potenzialità e dei rischi insiti in esso. Si è osservato come i formatori possano attivare la riflessività sulla propria pratica, per mezzo dell'attivazione di numerosi dispositivi, e come gli operatori, lavorando in équipe, condividano esperienze e sviluppino competenze collettive per far fronte all'inedito. All'interno di contesti eterogenei è possibile osservare come l'intercultura si declini attraverso la costruzione di luoghi e di tempi di interazione, di reciprocità e di solidarietà dove i soggetti in formazione hanno l'opportunità di confrontarsi tra pari, sperimentando processi e percorsi di crescita condivisi.

Il group coaching. Sviluppare il...

Sabatino Pina
Franco Angeli

Non disponibile

16,00 €
Scritto con un linguaggio semplice e immediato, questo libro intende fornire una guida utile a progettare e condurre una sessione di Group Coaching. Un manuale operativo, pragmatico e concreto, destinato a tutti coloro intendano avvicinarsi a una nuova metodologia formativa capace di trasformare l'aula tradizionale in una vera e propria palestra di apprendimento. In Italia il coaching è ormai considerato uno dei metodi più efficaci per favorire il cambiamento all'interno delle organizzazioni e la crescita delle persone. La diffusione di questa affascinante disciplina è testimoniata anche dalla grande quantità di libri ed articoli pubblicati sull'argomento. Ancora poco però è stato scritto sul Group Coaching una metodologia di grosso impatto a metà tra coaching, formazione e facilitazione, particolarmente indicata per piccoli gruppi. Dal punto di vista metodologico il group coaching è concepibile come un "coaching individuale di gruppo". Formatori, facilitatori, educatori, coach, gestori di risorse umane troveranno in questo volume spunti pratici per ampliare la propria cassetta degli attrezzi con una metodologia altamente efficace in grado di valorizzare il potenziale dell'individuo in modo attivo e piacevole.

La formazione del soggetto per lo...

Sabatano F.
Liguori

Non disponibile

22,49 €
Lo sviluppo professionale e delle organizzazioni è strettamente connesso allo sviluppo umano dei soggetti: questo è l'assunto da porre a fondamento del rapporto tra imprese e innovazione; questo è il punto di partenza obbligato per l'azione formativa nei contesti di lavoro. Il volume intende, dunque, proporre una riflessione - nata da un percorso di reale scambio culturale ed esperienziale tra quanti ad esso hanno contribuito - tesa a creare una cultura condivisa del lavoro e della formazione che coniughi le istanze pedagogiche, relative alla centralità del soggetto nei contesti professionali, e le necessità produttive espresse dalle organizzazioni.

Apprendimento e formazione nella...

Melacarne Claudio
Liguori

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,99 €
Il volume pone l'attenzione sulle tematiche connesse ai processi di apprendimento nella vita quotidiana focalizzandosi in particolare sui dispositivi educativi che possono supportare le esigenze di crescita e di emancipazione personali e sociali. Una delle tesi centrali attorno alla quale ruota l'impianto argomentativo del volume è rintracciabile nella convinzione che le persone e le comunità possano essere aiutate a dirigere il proprio processo formativo se vengono sostenute nella rielaborazlone critica della propria esperienza e nella valorizzazione dei saperi prodotti nei diversi contesti del vivere quotidiano. Questo viene a configurarsi come esperienza di produzione di sapere ma anche di guadagno inconsapevole di rappresentazioni, strategie di azione, sistemi di significato che possono limitare l'acquisizione di prospettive interpretative più aperte alla diversità, al cambiamento, alla complessità dei tempi contemporanei. L'esperienza quotidiana con il tempo può esaurire il suo potere trasformativo e generativo di conoscenza. Muovendo da questa preliminare analisi e recuperando una pluralità di studi e di ricerche nazionali e internazionali, il volume si articola in quattro capitoli all'interno dei quali vengono affrontate rispettivamente le seguenti questioni: la natura dell'apprendimento nella vita quotidiana, i dispositivi riflessivi adottati per favorire lo sviluppo personale e delle comunità, l'identità delle professioni educative, le metodologie.

Istruzione e formazione tecnica e...

Nicoli Dario
LAS

Non disponibile

10,00 €
La maggioranza dei giovani italiani sceglie per il proprio percorso degli studi il settore tecnico e professionale, compresi i centri di formazione e l'apprendistato in diritto dovere. Si tratta di un ambito piuttosto frammentato, che la recente riforma intende razionalizzare e rilanciare. Il volume ricostruisce la storia dell'intero comparto, giungendo ad un risultato sorprendente: all'origine della gran parte delle istituzioni scolastiche e formative di maggior valore vi è quasi sempre un'iniziativa sociale o degli enti locali, finalizzata a fornire personale esecutivo, tecnici e quadri al sistema economico, e nel contempo elevare la gioventù attraverso l'educazione al lavoro. Il processo di statalizzazione o regionalizzazione è avvenuto progressivamente nel tempo, fornendo da un lato maggiori certezze, ma provocando anche la perdita di autonomia e talvolta anche di intraprendenza, fattori invece decisivi per il rilancio di questo settore, cruciale per la ripresa dello sviluppo economico. Il percorso del volume mette in risalto soprattutto casi reali di scuole e di centri di formazione professionale, che mostrano l'importanza delle figure dei dirigenti coinvolti e della rete di enti che ne hanno sostenuto concretamente l'iniziativa.

Oltre la crisi. L'utilizzo della...

IRES CGIL
Ediesse

Non disponibile

12,00 €
Le Piccole e Medie Imprese (PMI) rappresentano una delle componenti salienti del modello italiano di produzione e di specializzazione e una risorsa fondamentale in termini di capacità imprenditoriali diffuse. Negli ultimi anni, come illustrato in questo volume, stanno tentando attraverso la leva dell'innovazione di processo, di prodotto e di qualificazione del capitale umano di sperimentare un nuovo modello di sviluppo sostenibile, sia per far fronte alla crisi in corso, sia per contenere i limiti strutturali che talvolta ne riducono la capacità di mutare le strategie, di internazionalizzarsi e in generale di fronteggiare le pressioni competitive. Il Fondo Formazione PMI, costituito da Confapi, CGIL, CISL, UIL, negli ultimi anni sta promuovendo l'utilizzo della formazione continua per i lavoratori delle Piccole e Medie Imprese come una misura per uscire dalla crisi. Nel volume viene fornito un primo spaccato sulla durata, sui contenuti e sui target delle attività formative finanziate nel biennio 2010-2011, per sostenere imprese e lavoratori in percorsi di riqualificazione e aggiornamento all'interno di processi più ampi di innovazione finalizzati alla crescita produttiva e di settore.

Politiche per l'alta formazione e...

Zurru M.
Ediesse

Non disponibile

15,00 €
Nelle realtà socio-economiche dei paesi occidentali il sapere e le conoscenze scientifiche rivestono un ruolo centrale nella produzione di beni materiali e immateriali, diventano esse stesse una forza produttiva, l'unica capace di produrre valore e vantaggi competitivi durevoli per la knowledge society. Dentro questo quadro teorico l'Unione europea si era prefissata l'obiettivo strategico (per il 2001-2010) di "diventare l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo" e l'ha confermato con il Programma Europa 2020. È in tale contesto che assume una rilevanza significativa lo sforzo di investimento in formazione delle regioni meridionali italiane più svantaggiate, come il programma Master & Back promosso nell'ultimo decennio dalla Regione autonoma della Sardegna, per conferire maggiore spessore al capitale umano dei suoi giovani laureati attraverso esperienze di alta qualificazione al di fuori dell'isola ai fini di un successivo inserimento, una volta specializzati, nel mercato del lavoro locale. Il volume è un'attenta analisi dei meccanismi di una politica che ha guardato solo al lato dell'offerta della forza lavoro, del suo impatto sui livelli di occupazione e dei suoi effetti perversi, come il massiccio brain drain verificatosi alla fine dell'esperienza in seguito a un processo di mismatch con un tessuto produttivo inadeguato e impreparato ad accogliere personale altamente qualificato, o un notevole brain waste.

La guida turistica. Manuale...

Edizioni Giuridiche Simone

Non disponibile

34,00 €
Il volume costituisce un indispensabile strumento di preparazione per coloro che intendono sostenere l'esame di abilitazione per l'esercizio della professione di Guida turistica. I contenuti illustrati consentono di affrontare nella maniera più efficace sia la prova scritta, consistente nella stragrande maggioranza dei casi in una batteria di test a risposta multipla, sia la prova orale, la quale verte sulle medesime materie della prova scritta e su almeno una lingua straniera a scelta del candidato. Dopo un'utile introduzione sul mestiere di guida turistica (caratteristiche e doveri di questa figura professionale; le cosiddette "guide viaggianti"; come si diventa guida turistica: requisiti, attestato, divieti e incompatibilità), il testo sviluppa una serie di argomenti in piena rispondenza con le tematiche generali richieste nei programmi d'esame dei singoli bandi indetti dalle differenti Regioni. La trattazione di questi argomenti prevede sia nozioni teoriche che test di verifica; fa eccezione la sezione di cultura generale, per la quale vengono proposti quiz con soluzioni commentate. A integrazione del manuale, proponiamo un avanzato software (con tutti i quesiti contenuti nel testo) per la simulazione della prova scritta, scaricabile tramite il QR Code posto in calce al volume. Dato che ciascuna Regione italiana indice propri concorsi per la selezione delle guide turistiche, si precisa che la presente opera si propone come una panoramica di valenza "generale" sugli argomenti d'esame.

Cultura tecnica. Per una nuova...

Finotto Vladi
Marsilio

Non disponibile

11,00 €
La formazione tecnica ha rappresentato uno degli ingredienti essenziali del successo del Made in Italy. Le scuole tecniche e professionali hanno consentito a intere generazioni di sviluppare una cultura tecnica che ha costituito la base su cui sviluppare la qualità e l'innovazione del miglior prodotto italiano, dalla meccanica al design, dal tessile all'agroalimentare. Le profonde trasformazioni tecnologiche di questi anni ci spingono a ripensare il ruolo di queste scuole, in linea con quanto sta accadendo in tanti paesi avanzati. È proprio una nuova scuola politecnica il punto di partenza per un rilancio della manifattura italiana e del Nord Est.

Il lavoratore coinvolto....

Nicoli Dario
Vita e Pensiero

Non disponibile

25,00 €
Il passaggio da una società industriale, in cui il lavoro era trattato come merce orientata alla produzione, a una società emergente nella quale il lavoro relazionale consente un legame tra mondo soggettivo e vita sociale, apre la possibilità per un numero

Crescita umana e benessere...

Zini Paola
Vita e Pensiero

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,00 €
Nel mondo del lavoro, pur tra gli innegabili positivi cambiamenti verificatisi nel corso degli ultimi decenni, la persona continua ad essere subordinata alle esigenze economiche. Molte realtà lavorative, nonostante l'emergere dell'istanza della Responsabilità Sociale di Impresa, sembrano prescindere dal tema dell'umanizzazione dell'attività produttiva. Dinanzi alla situazione richiamata, la riflessione pedagogica è sollecitata a offrire il proprio contributo ai fini della migliore reinterpretazione del mondo del lavoro. Spetta ad essa mettere in luce le ragioni che giustificano il primato della persona sulla logica del profitto, quindi promuovere la riscoperta del lavoro come attività tipicamente umana, dotata di valore e da rendere funzionale alla crescita umana e professionale. Per sviluppare le proprie riflessioni, l'autrice ha svolto una ricerca empirica, identificando le dimensioni che favoriscono la strutturazione dell'ambiente di lavoro come spazio di vita umanizzante. Il benessere organizzativo identificato sembra scaturire dal comporsi armonico di quattro sfere di esperienza: contestuale, relazionale, gestionale e culturale. Il testo approfondisce in termini pedagogici ciascuna di esse, offrendo interessanti spunti e piste di lavoro.

Il lavoro educativo. Dieci virtù...

Rossi Bruno
Vita e Pensiero

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Ogni lavoro educativo è denso di emozioni, sentimenti, passioni, stati d'animo. Un insieme di fenomeni affettivi, espliciti e latenti, positivi e negativi, accompagna le professioni educative, costella la quotidianità dell'educatore andando a incidere sulle sue condotte, sulle sue logiche e sui suoi stili operativi, permea i suoi modi di pensare e di vivere l'educazione e la professione. Ne consegue che l'efficacia dell'azione educativa dipende non poco dalla qualità della relazione affettiva instauratasi tra educatore ed educando. Il testo discute dieci virtù professionali (amore, ascolto, comprensione, empatia, fiducia, ospitalità, pazienza, rispetto, speranza, tenerezza) ritenute indispensabili per dare valore e successo all'atto educativo. Esse partecipano alla configurazione della professionalità dell'educatore, e dunque della sua identità, e alla caratterizzazione dei suoi compiti e delle sue funzioni. Se possedute e agite, contribuiscono a dare risposte concrete e valide ai bisogni e alle domande di educazione posti dalle differenti persone e dai differenti contesti di questo tempo. In questo senso, le pagine che compongono il volume, lungi dall'ambire a disegnare il ritratto del (l'impossibile) perfetto educatore, provano a tratteggiare quello del (possibile) buon educatore.

Professionalità. Annuario 2011....

Colasanto M.
La Scuola

Non disponibile

30,00 €
La Strategia Europa 2020 ha ribadito - dopo la Strategia di Lisbona del 2000 - che affrontare il problema dello sviluppo in tutta la sua complessità, significa mettere in primo piano ambiti come quello dell'istruzione e della formazione. Sulla base di questi presupposti i contributi dell'Annuario 2011 della Rivista professionalità hanno costruito una riflessione a più voci sul tema della formazione.

Alternanza formativa e...

Massagli Emmanuele
Studium

Disponibile in libreria in 3 giorni

23,00 €
Sono automaticamente destinati a successo i tentativi di replicazione del sistema duale tedesco, indipendentemente dal contesto nel quale sono calati? È possibile promuovere l'alternanza formativa senza una specifica attenzione alle finalità pedagogiche, ma ricercando solo scopi economici e sociali, come accade in Europa da quasi un decennio? La formazione professionale basata sul lavoro è la metodologia pedagogica più idonea a preparare giovani che dovranno affrontare mutevolezza delle condizioni di mercato, incostanza economica, variegati percorsi di carriera, centralità delle competenze di natura personale? Dopo aver inquadrato analiticamente i profili normativi, ordinamentali e statistici del sistema duale tedesco e dell'alternanza tra scuola lavoro, anche mediante contratto di apprendistato, diffusa in Italia dopo Jobs Act e La Buona Scuola, l'autore prova a ricondurre a sistema la "formazione duale italiana", superandone la definizione funzionalistica e dimostrando come l'alternanza formativa correttamente intesa sia una metodologia pedagogica non solo possibile, ma addirittura necessaria per l'educazione integrale della persona e, quindi, per la sua occupabilità lungo tutto l'arco della vita, in qualsiasi epoca storica o stagione economica.

La formazione sul campo in sanit?....

Pignatto Antonio
Maggioli Editore

Non disponibile

20,00 €
Il concetto di formazione continua e di lifelong learning (apprendimento durante tutto l'arco della vita) deve necessariamente connettersi a quello di lifewide learning (apprendimento in ogni luogo della vita). Il grado di innovativitespresso nella societodierna non permette infatti l'isolamento della formazione a un determinato periodo della vita, ma nemmeno pupermettere che venga confinata in luoghi determinati e formali. Frutto dell'esperienza di ricerca, di studio e di lavoro degli autori, il volume mette a tema la formazione sul campo all'interno del sistema di formazione continua e, disvelandone i diversi significati, ne mostra l'utilitnel panorama sanitario odierno. Al centro del volume stanno gli studi sull'uomo e al contempo quelli sull'organizzazione, la congiunzione dei quali si mostra tanto migliore quanto migliore l'allineamento che si instaura tra il lavoratore impegnato in una professione specialmente socio-sanitaria e il luogo nel quale viene profuso questo impegno. Ecco allora che la formazione sul campo comincia a delinearsi come lo strumento che permette proprio di giungere a questo obiettivo, consentendo l'aggiornamento professionale essenziale per lo sviluppo del sistema organizzativo stesso. Oltre alla parte teorica, stata concepita un'appendice che raccoglie le Linee Guida della Regione Lombardia per la progettazione di eventi di formazione sul campo prodotte da un gruppo di lavoro coordinato da uno degli autori.