Musica medievale e rinascimentale (dal 1000 al 1600)

Filtri attivi

La poetica musicale nel Decameron

Gallina Francesco
Helicon 2015

Disponibilità immediata

11,00 €
In questo saggio, Francesco Gallina dimostra con un'attenta analisi quanto il Decameron costituisca una ricca miniera di testimonianze sul panorama musicale del Trecento, secolo contraddistinto dal rivoluzionario sviluppo della polifonia e del contrappunto. Guidandoci attraverso la cornice, le novelle e le ballate, l'autore analizza le molteplici funzioni che la musica, il canto e la danza rivestono nel capolavoro del Boccaccio.

La memoria musicale di Dante

Terni Clemente; Righini D. (cur.)
LoGisma 2015

Disponibilità immediata

15,00 €
"La memoria musicale di Dante" è un omaggio postumo al lavoro manoscritto e inedito di Clemente Terni, e anche un modo per renderlo fruibile a musicisti e studiosi che vogliano approfondire questo aspetto peculiare del Sommo Poeta: ovvero le sue conoscenze e frequentazioni musicali. Il lavoro coniuga le competenze musicali di Terni con quelle letterarie e poetiche sue e di Francesco Mazzoni, esimio e compianto dantista, che sollecitò la composizione dell'opera terniana quando era Presidente della Società Dantesca. La commissione ebbe luogo nel 1988 e ha avuto varie esecuzioni sia da parte del Quintetto Polifonico Italiano, fondato e diretto dallo stesso Terni, sia, in anni più recenti, dal rinnovato Quintetto Polifonico, ora denominato "Clemente Terni". Scientificamente e musicalmente alto è il risultato di questo seppur breve lavoro compositivo, che l'Istituto "Clemente Terni" è lieto di dare alle stampe in occasione del 750° anniversario dalla nascita del Sommo Poeta.

Musica e madrigali al tempo di...

Lanzo Stefania
Sometti 2014

Disponibilità immediata

30,00 €
Nell'aprile del 1588, a pochi mesi dall'ascesa al potere di Vincenzo I Gonzaga, ventiquattro musici di origine mantovana, per volontà del nobile Alfonso Preti, si prestano ad un progetto compositivo comune realizzando una pubblicazione dal titolo "L'amoros

Storia della musica. Vol. 4: L'età...

Gallico Claudio
EDT 2012

Disponibilità immediata

9,90 €
Nel volume sono affrontati i seguenti argomenti: "Il Quattrocento. La musica degli 'oltremontani'"; "Fra i due secoli"; "Il Cinquecento", "La musica strumentale"; "Riforma e controriforma"; "Grandi scuole europee"; "Il tardo Ciqnuecento".

Paolo Antonio del Bivi e il suo...

Settore 8 2012

Disponibilità immediata

29,00 €
Quest'opera intende colmare una lacuna nella bibliografia musicale del Cinquecento, con uno studio approfondito e completo sull'opera di Paolo del Bivi, musicista aretino canonico del Duomo e poi della Pieve. La sua opera, dal sacro al profano, viene prese

La monodia nel Medioevo. Vol. 2

Cattin Giulio
EDT 2011

Disponibilità immediata

9,90 €
Il volume affronta i seguenti argomenti: "Le origini del culto cristiano: liturgia e canto", "Il canto cristiano a Bisanzio e nelle chiese d'Occidente", "Il canto gregoriano", "Le innovazioni liturgico-musicali dei secoli IX-X e il loro sviluppo. Canti monodici profani in latino", "La monodia nelle lingue nazionali. Gli strumenti. L'ars musica".

La musica medievale e l'arte della...

Busse Berger Anna M.
Fogli Volanti 2008

Disponibilità immediata

35,00 €
È un'audace sfida alla visione tradizionale della musica medievale quella lanciata in questo libro: l'immagine di una cultura puramente alfabetizzata scolora a favore di una visione più complessa in cui scrittura e oralità interagiscono. Interrogandosi su questioni fondamentali, come ad esempio in quale modo i cantori riuscissero a memorizzare una così grande quantità di musica, e in quale modo la musica composta mentalmente anziché sulla pergamena informasse lo stile musicale, Anna Maria Busse Berger indaga l'impatto dell'arte della memoria sulla composizione e sulla trasmissione della musica medievale. Il suo studio innovativo mostra che l'avvento della scrittura non solo non soppiantò la consuetudine dei compositori di elaborare i brani a mente, ma - al contrario - offrì addirittura nuovi strumenti mnemonici. Gli studiosi hanno creduto per lungo tempo che la musica medievale fosse composta e trasmessa in forma scritta semplicemente perché dal XII secolo buona parte della produzione polifonica fu fissata sulla pergamena. La musica medievale e l'arte della memoria, invece, dimostra con chiarezza che, anche se un brano fu messo per iscritto, non necessariamente fu concepito e tramandato attraverso la scrittura. Il nuovo modello proposto dalla Busse Berger esalta l'interazione fra scrittura e oralità nella composizione e nella trasmissione, approfondendo e arricchendo l'odierna concezione della musica medievale, e aprendo altresì la strada a nuove interpretazioni.

Pergamene di musica medievale con...

Pratella Francesco B.
Longo Angelo 1994

Disponibilità immediata

15,00 €
Dopo un secolo dalla loro scoperta, vengono offerti all'attenzione degli studiosi e di un vasto pubblico trenta frammenti musicali pergamenacei custoditi nella Biblioteca Classense di Ravenna. L'insieme dei trenta documenti costituisce un "tesoretto" di grande importanza, sicuramente non solo ravennate, per quantità, contenuti liturgici e, soprattutto, per gli evidenti valori paleografici. Vi sono attestate le più antiche fasi della formazione grafica dei suoni musicali (neumi), capostipiti della futura notazione moderna. Fu il futurista Francesco Balilla Pratella a dare notizia nel 1936 di questo ritrovamento. Il suo scritto viene riproposto insieme ad un saggio del musicologo Domenico Tampieri e ad una documentazione fotografica.

Filosofia della musica. Tarda...

Panti Cecilia
Carocci 2008

Disponibile in 3 giorni

23,50 €
I rapporti fra musica e filosofia nell mondo antico furono profondi. La matematica musicale pitagorica fornì la chiave per interpretare la struttura dell'ordine cosmico. Trasmessa al Medioevo da Sant'Agostino e da Boezio, essa innestò un fecondo e complesso dialogo con la nascente teoria musicale. All'avvio del XII secolo la riscoperta della filosofia aristotelica, la nuova concezione della scienza e le complesse innovazioni del linguaggio polifonico concorsero ad aprire la strada all'affermarsi del principio di autonomia del comporre musicale, gettando le basi per la moderna scienza acustica. L'esposizione storica di questo volume coniuga la musica, la filosofia e la scienza, considerando il pensiero musicale come luogo privilegiato per delineare elementi di continuità tra mondo antico, medievale e moderno.

Mecenatismo musicale dei Della...

Brumana Biancamaria
Morlacchi 2019

Non disponibile

12,00 €
Il mecenatismo musicale ebbe un ruolo determinante nella creazione dell'identità nobiliare dei signori del Rinascimento. Le occasioni celebrative dei Della Corgna, titolari del marchesato e poi ducato di Castiglione del Lago dal 1563 al 1647, organizzate nel 2016, hanno offerto lo spunto per indagini musicali che si sono rivelate di notevole interesse. Si prendono in considerazione gli intermedi della commedia "Honesta schiava" di Girolamo Pico, editi nel 1601 e dedicati ad Ascanio II Della Corgna. Tali intermedi, esemplati sugli analoghi spettacoli fiorentini del Cinquecento, sono stati presentati in una forma parzialmente scenica al festival di Corciano del 2016 con la giustapposizione di musiche d'epoca e di brani commissionati a compositori contemporanei. Presso la corte di Ascanio II trascorse i suoi ultimi anni il poeta Cesare Caporali, già al servizio del cardinale Fulvio I e di Ascanio I. Alcuni suoi testi poetici furono messi in musica da Nicolò Dorati, Stefano Felis, Rinaldo Del Mel, Alessandro Striggio, Aurelio Bonelli. La lettura del volume offre un esempio concreto delle diverse forme attraverso le quali venne esercitato il mecenatismo musicale tra '500 e '600.

La musica degli angeli. L'Abruzzo...

Arbace L. (cur.); Di Stefano A. (cur.); Giancola A. (cur.)
Tandem 2019

Non disponibile

20,00 €
Catalogo della mostra omonima ospitata al MuNDA dell'Aquila. Attraverso i codici miniati musicali appartenenti alla Collegiata devastata dal sisma, così come in molte opere d'arte esposte nel museo, si percepisce l'essenza più profonda, articolata in molteplici sfaccettature, dell'altissima civiltà fiorita in Abruzzo tra Medioevo e Rinascimento.

Giovanni Maria Nanino. «Cantor...

Pastori Maurizio
Ist. di Bibliografia Musicale 2016

Non disponibile

45,00 €
Risultati di una ricerca riguardante uno dei massimi esponenti della Scuola Polifonica musicale romana. Con cataloghi, bibliografie e appendici documentarie.

Vivacità e contrappunto nella...

Longo Claudio G.
Youcanprint 2015

Non disponibile

6,00 €
Il saggio traccia l'evoluzione delle forme poetiche musicali minori negli anni a cavallo tra i secoli XVI e XVII. Con dovizia di particolari e un saldo aggancio alle fonti si ripercorre lo sviluppo e la diffusione nel periodo esaminato di canzoni, canzonette e villanelle.

Il primo libro de' madrigali a...

Saggio F. (cur.)
ETS 2014

Non disponibile

45,00 €
L'importanza del Primo libro de' madrigali a quattro voci di Philippe Verdelot (Venezia 1533) è stata da tempo riconosciuta dalla storiografia musicale che si occupa del madrigale cinquecentesco, vuoi per la novità della pubblicazione, è la prima silloge madrigalistica monografica, vuoi per l'incidenza che esso ha avuto nella genesi e nella diffusione del madrigale vero e proprio. La fortuna editoriale di cui ha goduto è esemplare: quattordici edizioni complessive, tre singole e undici insieme al Secondo libro a quattro voci sempre di Verdelot. Ma la ricezione veneziana in qualità di 'classico' è solo una parte della sua tradizione. Si tratta di documenti che, come ha dimostrato Francesco Luisi, testimoniano il passaggio cruciale dalla frottola aulica, alla canzone vocale fino alle soglie del madrigale propriamente detto. Questo studio prende avvio da una disamina "storico-analitica" dei fenomeni musicali qui sintetizzati, per procedere a un'edizione critica complessiva dei ventotto madrigali raccolti nel Primo libro di Verdelot. I dati critici raccolti riflettono la centralità della tradizione manoscritta, luogo privilegiato in cui è tuttora custodita la volontà d'autore, ma evidenziano al contempo la funzione decisiva di divulgazione su larga scala che l'edizione intagliata da Andrea Antico e stampata da Scotto ha avuto nel panorama musicale cinquecentesco.

Musica instrumentalis mediaevalis....

Baldassarre Enrico
Il Salentino 2014

Non disponibile

25,00 €
La musica strumentale è degna di essere menzionata nelle trattazioni teoriche e Johannes de Grocheo infatti nell'ambito della musica simplex, la monodia profana, cita tre tipologie di cantilenae, forme strumentali, rotundellus, ductia e stantipes. Nella presente si comparano le definizioni offerte da Grocheo con le testimonianze musicali sopravvissute nei manoscritti f. fr. 844 della Biblioteca Nazionale di Parigi e Additional 29987 della British Library, al fine di riscontare analogie e differenze tra quanto stabilito nel "De musica" e il repertorio sopravvissuto. Era oggetto di studio all'Università di Parigi nella seconda metà del XIII secolo la teoria dei modi significandi, ovvero l'analisi dei procedimenti di produzione e comunicazione del significato. Grocheo descrisse esattamente la musica e la notazione musicale come uno dei sistemi di segni creati dall'uomo per comunicare significati e sottolineò altresì la funzione del codice, cioè di insieme di regole di utilizzazione che il trattato svolge nei confronti della notazione. Riguardo alle forme musicali strumentali egli descrive con precisione le caratteristiche proprie di ognuna.

Il madrigale. La forma specifica...

Alba Frederico
Edizioni Momenti-Ribera 2014

Non disponibile

10,00 €
L'intento di questo lavoro è quello di offrire agli studenti dei Conservatori di Musica e degli Istituti Superiori di Studi Musicali un'ulteriore strumento didattico di approfondimento. L'obiettivo è quello di integrare il percorso generale di Storia della musica con delle informazioni di studio e di analisi utilizzando una impostazione immediata, breve e concisa, senza rinunciare alla precisione scientifica e alla completezza delle linee storiche.

Il caso Gesualdo

Iudica Giovanni
La Vita Felice 2013

Non disponibile

12,00 €
Carlo Gesualdo, principe di Venosa, grande signore del tardo Cinquecento, appartenente a una delle più potenti famiglie del Sud Italia, stupì i suoi contemporanei per il fatto di sangue che lo vide protagonista. Gesualdo fu costretto a lavare il suo onore, infangato dal tradimento coniugale, con l'uxoricidio della bellissima moglie e con l'omicidio del suo fascinoso amante. Inoltre per essere stato coinvolto in una difficile partita di geo-politica internazionale. Ma soprattutto per la sua musica somma, pervasa di cromatismo, di dissonanze e di arditezze armoniche estreme. Dopo secoli di oblio, la figura di Gesualdo è tornata a stupire, imponendosi sulla scena musicale in tutta la sua visionaria e anticipatrice grandezza. Il Principe dei musici, dunque, ancor oggi, nel 2013, a quattrocento anni dalla sua morte, continua a far parlare di sé.

Le testimonianze musicali in...

Chiatto Demetrio
EDAS 2013

Non disponibile

50,00 €
Il nostro autore raccoglie con perizia una quantità notevole di materiale che riordina dando corpo a un mosaico di grande interesse. La musica scorre nella vita dei musici come un fiume in piena. Le doti devono essere promosse, non basta il talento natural

I codici liturgici musicali della...

Chiatto Demetrio
EDAS 2013

Non disponibile

40,00 €
Questa opera segna una tappa importante nella ricostruzione della vita musicale di Messina. Il territorio, relativamente ristretto del centro urbano, si dilata nello spazio e si allarga nella dimensione cronologica; tocca gli estremi che vanno dal IV secol

Percorsi musicali nel Rinascimento

Rossi Francesco R.
Aracne 2012

Non disponibile

11,00 €
Nel XV secolo l'abilità contrappuntistica franco-fiamminga condivise la scena musicale con un'altra pratica compositiva: la tradizione italiana non scritta. Due esperienze diverse e indipendenti che, nel XVI secolo si mescolavano nella sintesi originale della musica rinascimentale matura. Questa monografia, per gli studenti di conservatori di musica e università, oltre che per gli appassionati di musica antica, si concentra sulle tappe di questo progresso musicale e suggerisce diversi approcci analitici alle opere musicali più paradigmatiche del Rinascimento.

Missarum liber secundis (1567)....

Palestrina Giovanni P. da; Luisi F. (cur.)
Ist. Poligrafico dello Stato 2011

Non disponibile

100,00 €
L'Edizione Nazionale delle Opere di Pierluigi da Palestrina ha una triplice veste: ciascun volume contiene la riproduzione anastatica dell'opera originale, la sua riproposizione in veste semidiplomatica e l'edizione moderna vera e propria. L'edizione anastatica, riproduzione dell'esemplare antico, anche se priva degli adeguamenti e delle integrazioni, costituisce inoltre lo specimen di riferimento per l'esecutore moderno. Il Secondo Libro delle Messe vide la luce a Roma nel 1567.

Il Caritesio. Ovvero il convito...

Luisi Francesco
CLEUP 2009

Non disponibile

45,00 €
Il volume è dedicato a Francesco Luisi, musicologo di fama internazionale, in occasione del suo sessantacinquesimo compleanno. Raccoglie saggi esemplificativi del suo percorso intellettuale pubblicati, attraverso atti di convegno e periodici, in ambiti disciplinari diversificati. Luisi per lungo tempo si è occupato di iconografia, musica e teatro del XVI secolo. Sulla base della contiguità tematica, è parso utile riunire in un'unica pubblicazione un gruppo di scritti afferenti ai due settori di ricerca musicologica sopra menzionati, affrancando quindi una parte della bibliografia, ancora valida scientificamente, dal ghetto delle pubblicazioni specialistiche difficili da reperire sul mercato editoriale.