Correttezza politica

Active filters

E la carne si fece verbo. Il...

Tarantino C.
Quodlibet

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
A partire dalla primavera del 2009, le condotte sessuali degli uomini di governo sono diventate oggetto di interrogazione morale e politica. Il discorso politico e quello mediatico sono stati catalizzati soprattutto da alcuni episodi di cronaca dai quali è

Dal voto alla piazza. Partiti e...

D'Alessandro Ruggero
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
La società globale contemporanea è attraversata da contraddizioni laceranti e da pervasive fratture: disoccupazione di massa, precariato, delocalizzazione; a cui fa riscontro la delegittimazione della politica e dei partiti. Di recente in numerosi paesi - caratterizzati da differenti livelli di sviluppo sono apparsi movimenti di massa come Occupy Wall Street, Indignados, "primavera araba", eredi degli alter global. Alla luce dei rapporti complessi e sofferti fra movimenti e partiti, le quattro parti in cui si articola il libro delineano una rassegna di letture sociologiche dei movimenti, un'analisi storica del "secolo breve" dal punto di vista della protesta sociale, un esame dell'ultimo quindicennio del movimento di critica della globalizzazione e un'articolata conclusione (tutt'altro che definitiva) sulle prospettive future. Questo ampio arco di analisi e riflessioni costituisce un contributo in direzione della costruzione di una società da cui finalmente bandire i drammi di sempre: ingiustizia sociale, ineguale distribuzione di risorse, miseria assoluta, sfacciata ricchezza, distruzione del pianeta, tecnologie mal impiegate.

Gli onorevoli. Cosa fanno e come ci...

Russo Federico
Il Mulino

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
La legge elettorale del 2005, ribattezzata eloquentemente "Porcellum", ha allargato il fossato che nel nostro paese divide gli eletti dagli elettori, affidando di fatto ad alcuni segretari di partito le scelte sulla composizione del Parlamento. Quelli che dovrebbero essere nostri rappresentanti sono ormai considerati una casta di privilegiati che si limitano a votare leggi scritte da altri. Analizzando le attività degli eletti alla Camera, questo libro dimostra che non sempre è così. Esistono infatti grandi differenze tra i deputati: alcuni si dedicano soprattutto a difendere gli interessi del proprio collegio, altri si specializzano in un certo settore di policy, altri ancora si impegnano al minimo nelle attività parlamentari. Esaminate migliaia di proposte di legge e interrogazioni, l'autore evidenzia che la carriera politica e le esperienze professionali precedenti influenzano molto il ruolo che gli eletti assumono una volta conquistato il seggio. Un motivo in più per restituire ai cittadini il potere di scegliere il tipo di parlamentare che vogliono eleggere.