Archeologia medievale europea

Filtri attivi

La media valle dell'Aterno....

Mosci Fiorenza
Tozzuolo 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La valle dell'Aterno, in provincia de L'Aquila, vanta una storia molto antica: dalle popolazioni pre-romane ai Romani e ai Longobardi. Ma è certamente il periodo feudale quello che ci introduce ai nostri itinerari: città e contado, colline e pianura vennero difese da mura e da torri, decine di castelli piccoli e grandi, dei quali ancora si intravedono le tracce nei suggestivi borghi che vi sono sorti. Contemporaneamente alla costituzione dei feudi, si ebbe la nascita di monasteri e abbazie, che hanno tramandato nei secoli opere d'arte di altissimo pregio. Terra di transumanza e di mistici silenzi, questa vallata offre spettacoli naturali che ne completano il quadro storico, religioso e artistico.

Città e porti dall'antichità al...

Augenti Andrea
Carocci 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Cartagine, Ostia, Classe; e Marsiglia, Cesarea. E poi Dorestad, Quentovic, Londra, York, Birka... Il libro prende le mosse dai porti del Mediterraneo e dell'Europa, e da qui prosegue per descrivere e analizzare, attraverso lo sguardo dell'archeologo, le trasformazioni delle città e dell'economia tra la tarda Antichità e l'alto Medioevo. Il volume descrive il passaggio dal mondo globalizzato dell'impero romano, dominato dal sistema statale di controllo dei commerci, a quello più frammentato dell'alto Medioevo; da un'economia che individua il suo fulcro nel Mediterraneo a un nuovo circuito degli scambi, il cui baricentro si trova molto più a nord, sulle coste dell'Europa settentrionale. A più di ottant'anni dalla pubblicazione dell'opera di Henri Pirenne, "Maometto e Carlomagno", il testo fa il punto su alcuni temi toccati dal grande storico, alla luce delle scoperte dell'archeologia. Un libro pensato come strumento per gli studi universitari, ma utile anche per chi voglia saperne di più su argomenti come la nascita dell'urbanesimo medievale, il rapporto tra città e commerci e, più in generale, la fine del mondo antico e l'inizio del Medioevo.

Small finds e cronologia (V-IX...

Pinar Gil J.
BraDypUS 2017

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Sulla base dell'esempio dei cosiddetti small finds, caratterizzati da un ruolo decisivo nella datazione dei siti e strutture dell'Alto Medioevo, questo libro intende offrire al lettore una sintesi aggiornata delle problematiche e possibilità di risoluzione dei principali problemi di datazione di manufatti e contesti, in una prospettiva internazionale e attraverso un ampio arco cronologico (IV-X sec.). Grazie a un'accurata selezione di metodi, siti e casi di studio, i contributi del volume cercano di agevolare il dialogo tra metodologie e scuole di pensiero e il confronto tra diversi tipi di approccio da parte di scienziati con competenze differenti. Contributi di J. Catalo, J. Hernandez, A. Hilgner, V. Manzelli, T. Milavec, D. Paya, J. Pinar Gil, M. Piotrowski, F. Siegmund.

Introduzione all'archeologia...

Gelichi Sauro
Carocci 2016

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Soltanto negli ultimi decenni la pratica archeologica rivolta alle testimonianze post-classiche ha trovato larga applicazione nel nostro paese, sanando finalmente una cesura con i più avanzati settori della ricerca europea. A una pregevole attività specialistica che ha contraddistinto la disciplina non ha tuttavia fatto riscontro alcun tentativo di dotare il pubblico dei non specialisti di strumenti didatticamente validi. Tale è invece l'obiettivo di questo volume, che vuole fornire un inquadramento complessivo dei problemi e degli orientamenti della ricerca all'interno dei quali la disciplina si è mossa. Il testo si articola in tre parti. Nella prima, si ricostruisce una tradizione di studi che riconosce le sue radici nell'esperienza positivista dell'Ottocento ma che, tra alterne fortune, ha trovato solo nei primi anni Settanta del Novecento un suo statuto e una sua collocazione accademica. Nella seconda, si affrontano alcuni nodi problematici che connettono l'archeologia medievale con aspetti istituzionali, da una parte, e metodologici, dall'altra. La terza parte rappresenta, infine, uno spaccato sintetico delle principali tematiche della disciplina (le città, le necropoli, le chiese, i manufatti ecc.), attraverso la valutazione dei risultati delle ricerche e delle acquisizioni scientifiche più significative.

Archeologia dei monasteri in...

Dadà Massimo
Pisa University Press 2012

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Il volume affronta lo studio archeologico e storico del fenomeno monastico nel territorio della diocesi medievale di Luni, la Lunigiana. Una terra di confine che raccoglie al suo interno un'incredibile varietà geografica: dalle scogliere ripide ed inaccessibili delle Cinque Terre ai contrafforti dell'Appennino, dalle coste sabbiose della riviera lunense fino alle severe vette rocciose delle Alpi Apuane, dal golfo della Spezia alle vallate della Magra e del Vara. Una regione storica che nella viabilità, dalla via di Monte Bardone alla via Francigena, e nei porti, Luni innanzitutto, ha sempre trovato un proprio carattere identitario. Dopo una breve introduzione sull'archeologia dei monasteri in Italia e in Europa ed un ampio inquadramento storico della diocesi di Luni nel Medioevo, l'autore ci guida attraverso la ricostruzione della storia di ogni monastero, dalle origini al XII secolo, con il ritorno ai documenti archivistici e l'analisi della loro cultura materiale. Una realtà che si manifesta particolarmente ricca ed al tempo stesso ampiamente sconosciuta, dai precoci monasteri tardo-antichi a Luni e Portovenere, a cui si affianca il fenomeno dell'eremitismo insulare e costiero, ai cenobi longobardi spesso indiziati di fondazione regia, all'ondata dell'XI secolo tra vescovo-conte e famiglie signorili volte all'affermazione del proprio potere.

Edilizia residenziale in Italia...

Santangeli Valenzani Riccardo
Carocci 2011

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Il volume presenta una sintesi delle trasformazioni avvenute in Italia nelle tipologie edilizie e nei modi dell'abitare tra la fine del mondo antico, nel IV-V secolo d.C, e la piena età medievale. Questo periodo è caratterizzato da un completo cambiamento delle strutture residenziali, con la scomparsa delle tipologie edilizie di tradizione antica (le domus e le insulae nelle aree urbane, le ville nelle campagne) e il diffondersi, anche all'interno delle città, di strutture di tipo molto semplice, spesso capanne in materiale deperibile (legno, graticci, argilla cruda), insieme a edifici più complessi, in materiali più durevoli, relativi alle classi sociali più elevate, che pure mostrano, per la tipologia edilizia, la disposizione degli spazi abitativi, le tecniche costruttive, un completo distacco dalle tradizioni antiche.

Oreficeria in Emilia Romagna....

Baldini Lippolis I.
Ante Quem 2010

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
L'oreficeria di epoca romana, tardoantica e medievale proveniente dall'area orientale dell'Emilia Romagna è il tema del secondo volume della collana Ornamenta. L'analisi delle tecniche e della tipologia dei manufatti evidenzia l'importanza di questi materiali nello studio della società e dello specifico ambito territoriale.

Archeologia medievale (2018). Vol. 45

All'Insegna del Giglio 2019

Non disponibile

65,00 €
Il volume XLV (2018) contiene gli Atti del convegno tenutosi a Roma, il 16-18 novembre 2017, dal titolo I contenitori da trasporto altomedievali e medievali (VIII-XII secolo) nel Mediterraneo. Centri produttori, contenuti, reti di scambio, in memoria di Fabiola Ardizzone e a cura di Sauro Gelichi e Alessandra Molinari. Il convegno rappresenta una messa a punto che ha la finalità di fare ordine nel variegato mondo dei contenitori da trasporto mediterranei altomedievali, di pesarne la consistenza numerica e di valutarne il peso e il significato sul versante sociale ed economico. Il numero della rivista si suddivide poi nelle consuete quattro rubriche: Notizie, Scavi e lavori sul campo (in Italia e nel bacino del Mediterraneo), Note e discussioni e una cospicua rassegna di Recensioni. Testi in lingua italiana, inglese, francese e spagnola.

Archeologia dell'architettura...

Arrighetti A.
All'Insegna del Giglio

Non disponibile

44,00 €
Il volume contiene gli atti del seminario "Archeologia dell'architettura e terremoti" organizzato il 18 maggio 2018 dai docenti e ricercatori dell'Università di Siena afferenti alle cattedre di Archeologia dell'Architettura e Archeologia del Mediterraneo Antico. Il seminario costituisce il primo di un ciclo di incontri dal titolo Economia e tecniche della costruzione. Antichità, Medioevo, Età Moderna. I contributi raccolti nel volume seguono il filo conduttore dell'archeosismologia per l'architettura, una specializzazione caratterizzata da una metodologia di analisi multidisciplinare che, grazie alla sua trasversalità, è in grado di offrire un confronto fra contesti geograficamente distanti e cronologicamente diversi tra loro. Archeologi, sismologi, ingegneri ed architetti in questa giornata senese hanno cercato di mettere in luce, attraverso le loro riflessioni a volte scaturite da puntuali progetti di ricerca, le possibili sinergie e le tematiche comuni con l'archeologia dell'architettura e con l'archeosismologia, sperando che questo possa costituire un ulteriore passo verso un confronto tra discipline e metodi utili ad indirizzare al meglio le ricerche in questo campo.

La città invisibile. Le...

Moine Cecilia
Bononia University Press 2019

Non disponibile

15,00 €
Questo volume, il secondo di una serie resa possibile grazie al Premio al Merito Prof. Nino Rossi dell'Associazione degli Amici dei Musei e dei Monumenti Modenesi, si propone di raccontare a chi passeggia per le vie di Modena la città bassomedievale, presente e allo stesso tempo invisibile nel tessuto urbano odierno. La narrazione inizia con un viaggio a ritroso attraverso le carte storiche, prosegue ricordando le chiese e i monasteri che hanno arricchito lo spazio medievale, ripercorre il corso dei canali cittadini ormai interrati, delimita i quartieri e li popola dei mestieri che qui si esercitavano. La vita quotidiana dei modenesi viene raccontata attraverso le abitazioni riportate alla luce dagli scavi, mentre la transizione dall'età di mezzo a quella moderna, fenomeno complesso e ambivalente, è osservato attraverso la vita quotidiana delle monache di San Paolo. Infine, gli oggetti d'uso comune, soprattutto quelli dedicati alla tavola, raccontano la quotidianità dei cittadini e il significato delle loro scelte abituali.

Longobardi. Un passato declinato al...

Volturnia Edizioni 2019

Non disponibile

40,00 €
Il volume contiene gli atti del convegno tenutosi presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli il 21 dicembre del 2017, in concomitanza con l'apertura - presso il Museo stesso - della mostra "Longobardi. Un popolo che cambia la storia". Gli spazi editoriali disponibili in quella sede non hanno potuto consentire, in diverse occasioni, né di trattare tutti i temi che si sarebbero dovuti affrontare, né di dispiegare quelli scelti sempre con il dovuto approfondimento. Per questo motivo, a latere dell'inaugurazione napoletana, ci si è riservati l'opportunità di un ulteriore momento di riflessione, costituito dal convegno di cui qui si presentano gli atti, al quale hanno contribuito non solo tutti i componenti del comitato scientifico della mostra, ma anche alcuni degli studiosi che più ad esso sono stati vicini fornendo al suo lavoro suggerimenti e soluzioni.

Fascinazione etrusca. Viaggiatori,...

Annulli 2019

Non disponibile

20,00 €
Il libro raccoglie gli atti dell'omonimo convegno svoltosi tra Capranica e Vetralla il 26 e 27 maggio del 2017. Ventidue relazioni per ventuno autori, i quali hanno studiato e raccontato l'Etruria dal punto di vista di chi l'ha attraversata nel corso dei secoli, toccando gli argomenti e le materie più varie quali l'archeologia e l'etruscologia, la storia dell'arte, i costumi e le tradizioni popolari, l'architettura, l'odeporica, etc. La gran parte dei saggi è dedicata a personaggi che visitarono questo territorio tra Seicento e Ottocento, con un «preludio» medievale e rinascimentale e un «finale» nel Novecento. Fra i personaggi rilevanti e caratterizzanti, di nazionalità e professioni diverse, possiamo nominare James Byres, George Dennis, Samuel Ainsley, Elizabeth Hamilton Gray, William Turner, Camille Corot, Lodovico I della Baviera, Luigi Canina, Francesco Orioli, Auguste Lenoir, Henry Labrouste; e ancora Fragonard, Goethe, Stendhal, Lawrence, Freud, e poi i viaggiatori francesi, polacchi, russi, giapponesi e tanti altri. Ne emerge un racconto corale dell'Etruria: un racconto a più dimensioni, spaziali e temporali, in grado di restituire al lettore il fascino che la terra degli Etruschi ha esercitato sui popoli, i religiosi e le elites intellettuali della vecchia Europa.

Le necropoli altomedievali...

Ferrulli Maria Giuseppina
Youcanprint 2019

Non disponibile

15,00 €
Il presente elaborato si propone di offrire un quadro d'insieme, dal punto di vista antropologico e archeologico, di alcuni contesti funerari della Val d'Agri databili tra il VI e il VII secolo, un'epoca di particolare interesse, in cui segni di continuità e segni di cambiamento si compenetrano; in particolare la presenza longobarda è accertata in alcuni dei contesti e trova precisi riferimenti e confronti anche nell'area del Vulture-Melfese e nella Valle del Sinni. Il grande interrogativo, per il quale è difficile formulare una risposta risolutiva per l'intero territorio lucano, è se questa presenza sia a tutti gli effetti alloctona o abbia già subito un processo di acculturazione, divenendo sintomo di una civiltà mista.

Rifunzionalizzazione in luoghi di...

Ferrulli Maria Giuseppina
Youcanprint 2019

Non disponibile

30,00 €
Le chiese rappresentano sicuramente uno dei perni su cui ruota la trasposizione dalla città romana alla città tardoantica e, in alcuni casi, medievale; in qualche modo sono gli stessi edifici di culto a preservare il carattere urbano dei nascenti centri o a segnalare le fasi finali di vita dei contesti urbani che non riusciranno ad andare oltre rispetto all'epoca tardoantica o altomedievale. In questo senso, analizzare quali edifici pubblici vengano trasformati e con quali modalità può fornire indicazioni molto utili in merito alla città, venendone ad individuare le aree ancora vitali, quelle ormai in abbandono e soprattutto secondo quale orientamento si muovesse il destino del centro urbano in fase tardoantica.

L'acqua, la vita, la morte

Fiorillo Rosa
Francesco D'Amato

Non disponibile

16,00 €
Il volume racconta la storia medievale di Salerno attraverso i reperti archeologici (ceramiche, vetri, resti dei pasti), fornendo in formazione su usi e costumi degli uomini e delle donne che hanno abitato e vissuto all'interno della città e che nella stessa sono stati sepolti. Uno spaccato di vita urbana, una descrizione dei luoghi dove si consuma la quotidianità medievale, dove l'acqua scandisce le forme attraverso le quali si Struttura l'urbanistica e dove i cimiteri ne segnano i limiti.

Materiali per l'archeologia medievale

Fiorillo Rosa
Francesco D'Amato

Non disponibile

16,00 €
Il volume nasce a distanza di quindici anni dalla prima edizione e raccoglie una serie di saggi su temi dell'archeologia medievale. I saggi sulla ceramica, i vetri, i metalli, le monete offrono uno spaccato sulle tipologie di manufatti in uso tra VI-VII e XV secolo, mentre gli articoli su città, castelli e villaggi rappresentano le forme di insediamento che caratterizzano il territorio nei secoli di interesse.

Teoria archeologica e archeologie...

Citter Carlo
Quasar 2019

Non disponibile

18,00 €
La teoria archeologica è un campo piuttosto difficile, soprattutto per un giovane. Da sempre confinato ad un ristretto gruppo di studiosi che negli ultimi decenni spesso non sono archeologi di professione, ha avuto maggiore presa sull'archeologia pre-protostorica. Tuttavia sarebbe ingeneroso affermare che le tante archeologie medievali che si praticano in Europa sono a-teoriche o non sensibili agli stimoli della riflessione teorica. Questo volume passa in rassegna in modo critico i vari filoni di pensiero fino ai più recenti sviluppi, ma dedica molta attenzione al rapporto fra le archelogie medievali e la teoria attraverso una serie di casi di studio e di riflessioni generali. Un breve capitolo è dedicato al rapporto fra progresso tecnologico e riflessione teorica.

Epigrafi dal Cenobio. Forme,...

Ferraiuolo Daniele
Volturnia Edizioni 2019

Non disponibile

40,00 €
Il volume accoglie i risultati di una ricerca condotta sulle epigrafi monastiche del periodo longobardo e carolingio ed esamina, attraverso il confronto con le fonti archeologiche, storiche e paleografiche, il quadro socio-culturale di alcune importanti abbazie. Percorrendo l'Italia da nord a sud, lo studio passa in rassegna i complessi monastici maggiormente rappresentativi, offrendo spunti interessanti sulla composizione sociale delle comunità e sui diversi attori coinvolti. Ma anche sull'organizzazione delle scritture esposte in rapporto allo spazio dei monasteri e, dunque, alle modalità di segnalazione delle sepolture di monaci, abati e benefattori. La ricerca propone ipotesi interessanti sull'interdipendenza tra scrittura epigrafica e scrittura libraria e tra officina lapidaria e scriptorium, soffermandosi sugli scambi culturali e sulla circolazione di uomini, libri ed idee in un'ottica comparativa tra i casi italiani e alcuni dei più noti siti monastici europei.

Archeologia medievale. Vol. 44

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

65,00 €
Il volume XLIV (2017) si suddivide nelle consuete quattro rubriche: Saggi, Notizie Scavi e lavori sul campo, Note e discussioni e Recensioni. Contiene innanzitutto i resoconti preliminari di due importanti contesti di scavo, quello della villa dei Vettii (FI), con monumentali fasi attribuibili alla Tarda Antichità e quello della città abbandonata di Claterna (BO), tra Bologna e Imola, lungo la via Emilia, dove negli ultimi anni le ricerche archeologiche si sono concentrate in particolare sulle fasi di utilizzo tardivo dell'antico centro abitato. Tra i saggi si segnala anche l'importante lavoro sui metodi di conservazione dei cerali nella Sicilia medievale e, tra i resoconti di scavo, i dati, sempre preliminari, provenienti dalle ricerche in una delle più importanti e antiche abbazie del nord Italia, quella di Bobbio sull'Appennino Piacentino. Ricca, come al solito, la sezione Note e Discussioni, nella quale compaiono contributi su singoli contesti, analisi territoriali e studi sulla produzione, ricerche su specifiche categorie di materiali e, infine, riflessioni critiche maturate a seguito dell'uscita di recenti volumi.

Archeologia dell'architettura...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

44,00 €
Il volume contiene gli atti del seminario, organizzato a Padova il 28 ottobre 2016, sulla quantificazione in architettura, sulla base di tre parametri: metri cubi, tempi e costi di costruzione. Il metodo, già applicato ad edifici di età romana, soprattutto pubblici, è stato ora messo a punto anche per edifici medievali, soprattutto chiese e fortificazioni. Nell'incontro padovano ne sono stati discussi i principali problemi relativamente a computo metrico estimativo, sviluppo reale del cantiere, edilizia pluristratificata. Quando presenti, si sono poi confrontate le fonti scritte con i resti materiali conservati. Sovente approssimative quando sono letterarie e tendono a celebrare il committente, sono più vicine alla realtà se consistono in registri di cantiere e note di spesa che ci permettono di stabilire con un certo dettaglio i ritmi del cantiere in rapporto alle maestranze e ai materiali impiegati. Nel complesso la quantificazione in edilizia rappresenta un contributo importante, ma da mettere in relazione con molteplici altri aspetti, per una ricostruzione socioeconomica delle società del passato.

Fovea-Fossa-Foggia. Il valore degli...

La Porta Emanuele Antonio
BastogiLibri 2018

Non disponibile

15,00 €
Questa pubblicazione è rivolta a coloro che amano cogliere un interesse empatico sulle vicende federiciane spesso raccontate ma mai indagate sul piano archeologico e architettonico. Gli autori si sono spinti a descrivere ciò che è ipotizzabile essere "un luogo federiciano propriamente detto" avvalendosi della scoperta archeologica e della interpretazione propria che gli stessi attribuiscono ai pochi reperti ritrovati.

Il territorio dell'antica contea di...

Montagnetti Roberto
Aracne 2018

Non disponibile

45,00 €
La ricerca ricostruisce la presenza di san Francesco e degli insediamenti della prima fraternitas francescana all'interno dell'area del Parco Regionale Sirente-Velino, individuando e analizzando, sotto il profilo archeologico-topografico, quei siti tradizionalmente legati alla figura del santo allo scopo di capire se effettivamente potessero risalire cronologicamente all'epoca di Francesco.

Dinámicas topográficas urbanas en...

Ruiz Bueno Manuel D.
Edipuglia 2018

Non disponibile

60,00 €
Questo volume offre uno studio approfondito del passaggio da un modello urbano ad un altro, con particolare attenzione all'analisi degli spazi intramurari, in Hispania dal II al VII secolo d.C.

Nonantola. Vol. 6: Monaci e...

Gelichi S.
All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

80,00 €
Il sesto volume delle ricerche condotte dall'Università di Venezia a Nonantola in questi anni è dedicato al monumento forse più importante della provincia di Modena per il periodo medievale e per la storia non solo architettonica, ma politica, religiosa e civile dell'intera regione: l'abbazia di S. Silvestro, la cui fondazione nel 752, a opera di Anselmo, cognato del re longobardo Astolfo, segna anche una svolta culturale, con l'indebolimento di ogni influenza bizantina, ormai delegata al ruolo di Venezia, e l'inclusione dell'Italia settentrionale nell'ambito degli imperi centro europei, prima sotto i Franchi, poi sotto i Germani. La ricerca archeologica viene declinata sotto tutti i tuoi aspetti e rappresenta bene il contributo che questo tipo di ricerche può dare alla ricostruzione storica, non solo recuperando e acquisendo elementi importanti per la storia stessa dell'abbazia dal punto di vista strutturale e architettonico, ma recuperando tutti gli aspetti della vita sociale, delle condizioni economiche, degli aspetti culturali in senso lato della comunità dei monaci per secoli, dall'VIII al XII (Luigi Malnati).

Cave e petriere nell'Amiata...

Pruno Elisa
All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

20,00 €
Dalla constatazione delle peculiarità della fase estrattiva della pietra come momento fondamentale del ciclo produttivo dell'edilizia medievale nasce questa ricerca sul materiale costruttivo di un'area storicamente individuata, l'Amiata occidentale. Le indagini condotte sull'edilizia medievale amiatina hanno posto in evidenza la necessità di studiare la fase di cavatura, avendo messo in luce, in diverse fasi cronologiche, la necessità di disporre di una notevole quantità di materiale per l'edilizia. La ricerca qui presentata è stata condotta sul territorio dei comuni di Arcidosso, Castel del Piano e Santa Fiora (GR) e si è proposta di individuare e analizzare le aree di sfruttamento della trachite vulcanica amiatina in epoca pre-industriale attraverso analisi di archeologia leggera a scala territoriale.

San Clemente a Casauria....

Staffa Andrea R.
All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

16,00 €
Lo studio propone i risultati di 25 anni di scavi e ricerche archeologiche (1988-2013) sul sito della celebre abbazia di San Clemente a Casauria. Le indagini hanno rimesso alla luce varie sepolture riferibili a due sepolcreti, uno riferibile alla tarda antichità, l'altro a epoca altomedievale. Sono stati inoltre rimessi alla luce alcuni resti in via di prudente ipotesi collegabili alla preesistenza sul sito di una chiesa altomedievale. Gli scavi condotti consentono inoltre di proporre una prima ricostruzione dell'assetto del complesso abbaziale nelle fasi di IX-XI precedenti la grande fase di ricostruzione dell'abate Leonate (metà XII secolo). Appare presumibile sin dalle fasi più antiche la presenza di una chiesa centrale, poi ricostruita fra XII e XIII secolo. La chiesa romanica di S. Clemente a Casauria è stato il primo monumento in Abruzzo ad essere restaurato e inaugurato esattamente due anni dopo il terremoto che devastò l'Abruzzo nel 2009. Il volume è corredato da un cospicuo materiale iconografico sugli interventi di recupero e i lavori di restauro dopo il sisma e sulla restituzione del monumento alla cittadinanza grazie ai finanziamenti della Fondazione Pescarabruzzo.

La cripta normanna di Alife. Un...

Mastroianni Carmine
Edizioni Efesto 2018

Non disponibile

15,00 €
Il presente ha come suo fulcro l'indagine della cripta normanna della cattedrale di Alife. Esso non intende analizzare l'intera evoluzione del monumento alifano ma ne ripercorre solamente le fasi più antiche, alla luce delle ultime indagini archeologiche, cercando di inquadrarle nel più complesso panorama della storia della Campania settentrionale (Alta Valle del Volturno) tra i rivolgimenti del Tardoantico, la dominazione longobarda e l'invasione normanna. Una rilettura dello status quaestionis della cripta della cattedrale di Alife era necessario per l'accresciuta bibliografia sul tema, per i dati emersi dai restauri eseguiti tra il 2000 e il 2010 e per gli scavi archeologici condotti nell'ultimo ventennio, dentro e fuori la cripta, dalla Soprintendenza Archeologica di Napoli-Caserta: scavi ancora in buona parte inediti e non sempre facilmente accessibili. Tutto ciò integra e aggiorna ampiamente l'unica monografia sul tema, "La cattedrale normanna di Alife", un utile ma in parte superato lavoro di Luigi Romolo Cielo datato 1984. L'analisi della cripta di Alife è preceduta da una breve indagine sulle cripte cristiane dalle origini fino all'XI secolo.

Una città operosa. Archeologia...

Cantini F.
All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

25,00 €
Le attività produttive stanno tornando al centro dell'interesse degli archeologi perché esse possono essere utilizzate come un ottimo indicatore dello sviluppo o della recessione delle economie antiche, specie se analizzate negli aspetti legati al tipo di tecnologia impiegata nei processi produttivi, alla scala degli investimenti fatti, alla quantità e qualità degli oggetti prodotti, alla distribuzione topografica delle officine e all'ampiezza del mercato entro cui circolano le materie prime e gli oggetti finiti. Queste variabili analizzate nel tempo e nello spazio permettono di ricostruire quadri socio-economici estremamente ricchi ed inediti. La scelta di concentrarsi su Pisa è legata alla volontà di osservare le trasformazioni delle città tra l'Età antica e quella medievale da una sede privilegiata, dove spesso i macrofenomeni economici si manifestarono con un certo anticipo e con caratteri del tutto straordinari rispetto gli altri centri urbani della regione. Ma questa eccezionalità fu una costante della storia pisana o si manifestò in forme e scale differenti nel tempo?

In limine. Storie di una comunità...

Gelichi S.
All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

40,00 €
Il volume correda un breve percorso espositivo a pannelli (testi e immagini) per presentare i risultati delle ricerche e degli scavi svolti dal 2011 ad oggi nel sito archeologico 'Antiche Mura' di Jesolo. Se l'antica Equilo era stato un insediamento sul confine instabile tra mare e laguna, la moderna Jesolo, che ne ha ereditato il nome, ha lasciato che i ruderi della sua memoria restassero al di fuori del centro abitato: nel punto dove la città diventa campagna, lì sorgono le rovine dell'antica cattedrale, lì rimane il reliquiario della comunità, come una sorta di giardino 'dove affonda un morto viluppo di memorie' (E. Montale). Così, il progetto nato qualche anno fa per iniziativa del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università Ca' Foscari di Venezia, non costituisce che l'ultimo atto di un percorso che ha inizio dalla metà del secolo scorso. I contributi che si pubblicano in questa circostanza raccontano e sintetizzano i risultati degli ultimi anni di scavi. L'interconnessione tra le varie strategie di indagine ci ha consentito di proporre una ricostruzione storico-insediativa del sito del tutto inedita e sorprendente.

Medioevo svelato. Storie...

Gelichi S.
Ante Quem 2018

Non disponibile

29,00 €
Una buona archeologia dovrebbe essere in grado di raccontare storie; ma, soprattutto, dovrebbe essere in grado di raccontare le storie di tutti. Questo è lo scopo principale della Mostra: narrare il Medioevo direttamente attraverso tutti i suoi protagonisti. L'Emilia-Romagna è stata tra le prime regioni in Italia dove si è sviluppata un'archeologia del Medioevo e quarant'anni di ricerche, di tutela e di attività sul campo hanno prodotto una notevole quantità di dati, di informazioni, di conoscenze. Molto spesso tutto ciò è rimasto confinato in pubblicazioni specialistiche oppure non è stato raccolto assieme per tentare di offrire una visione più ampia e una prospettiva meno settoriale della vita nelle città e nelle campagne in questo lungo arco di tempo. Tra antiche città sopravvissute e nuovi empori, tra castelli e monasteri, tra chiese e villaggi, questa Mostra intende raccogliere i frutti migliori di quell'esperienza e, per la prima volta, presentarli al largo pubblico.

Geoarcheologia delle...

Nicosia Cristiano
Quasar 2018

Non disponibile

40,00 €
Il volume si basa sullo studio geoarcheologico di dieci contesti urbani post-classici situati in Italia centro-settentrionale ed in Francia. Essi sono stati analizzati facendo ricorso ad osservazioni di terreno a più scale, allo studio micromorfologico di sezioni sottili, ad analisi chimico-fisiche sui sedimenti e a datazioni radiocarboniche. I dati delle analisi sono stati discussi e contestualizzati nel quadro delle evidenze archeologiche derivate soprattutto da scavi in open area. Un confronto dei risultati ottenuti con i principali processi di formazione delle stratificazioni urbane descritti in letteratura ha portato a riconoscere un ruolo preponderante allo scarico ed al conseguente accumulo di rifiuti nella crescita verticale delle città post-classiche, rifiuti costituiti da una commistione di ecofatti, artefatti e matrice clastico-terrigena generatasi all'interno degli spazi domestici.

8° congresso nazionale di...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

40,00 €
Il volume contiene i testi delle relazioni che sono presentate e discusse all'VIII congresso nazionale della Società degli Archeologi Medievisti Italiani (Matera, 12-15 settembre 2018), articolate in 2 sezioni: Teoria e metodi dell'archeologia medievale e Insediamenti urbani e architettura.

8° congresso nazionale di...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

36,00 €
Il volume contiene i testi delle relazioni che sono presentate e discusse all'VIII congresso nazionale della Società degli Archeologi Medievisti Italiani (Matera, 12-15 settembre 2018), articolate in 1 sezione: Territorio e paesaggio.

8° congresso nazionale di...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

56,00 €
Il volume contiene i testi delle relazioni che sono presentate e discusse all'VIII congresso nazionale della Società degli Archeologi Medievisti Italiani (Matera, 12-15 settembre 2018), articolate in 3 sezioni: Luoghi di culto e archeologia funeraria; Archeologia degli insediamenti rupestri; Produzioni, commerci, consumi.

Locus est famosus. Come nacque San...

Tomei Paolo
ETS 2018

Non disponibile

16,00 €
La 'grande narrazione' del medioevo toscano procede tradizionalmente seguendo un filo di cui le città del settore centro-settentrionale, prima Lucca, poi Pisa e infine Firenze, sono le assolute protagoniste. Il racconto della loro affermazione nella regione è stato spesso condotto con un approccio marcato teleologicamente, teso a rintracciare le origini della modernità incarnata da queste città. Il volume intende mettere in luce una linea evolutiva alternativa. Oggetto della ricerca è, infatti, un territorio per molti versi 'centrale' nella Toscana alto- e pieno-medievale, ma non urbano: lo spazio nel cuore del Valdarno coordinato prima dal solo borgo di vicus Wallari/San Genesio, poi, dalla matura età carolingia, anche dal vicino castello di San Miniato. Studiare le strutture politiche e socio-economiche del territorio samminiatese dall'età longobarda a quella sveva permette di confrontarsi con un ambito situato all'incrocio delle principali vie di comunicazione, e che rappresenta una sorta di baricentro fra le maggiori città. Esso fu pesantemente trasformato sul piano sociale ed economico dalla stagione di crescita pieno-medievale, quando San Miniato divenne una 'quasi-città'. L'indagine condotta offre, inoltre, vari spunti di riflessione sulle forme di finanziamento delle istituzioni pubbliche, prima e dopo il 'mutamento signorile', poiché San Miniato conservò e valorizzò il carattere fiscale già proprio di San Genesio, fino a divenire stabile sede di residenza da cui il potere imperiale svevo si irradiò sull'intera Italia centrale.

Occhiolà

Gianformaggio Giovanni
Autopubblicato 2018

Non disponibile

24,99 €

Monasteri italo-greci (secoli...

Volturnia Edizioni 2018

Non disponibile

50,00 €
Il volume raccoglie gli atti del Convegno di Studi Internazionale tenutosi a Squillace (CZ) nei giorni 23 e 24 marzo 2018. Per la prima volta si sono raccolti intorno ad un metaforico tavolo di lavoro i contributi relativi a tutte le aree italiane in cui si è manifestato il monachesimo di osservanza greca.

San Caprasio di Aulla: gli scavi

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

20,00 €
Testi di Ermanno A. Arslan, Fulvio Bartoli, Riccardo Boggi, Leonia Burdassi, Maria Letizia Casati, Enrico Giannichedda, Rita Lanza, Barbara Lippi, Francesco Mallegni, Tiziano Mannoni, Giovanni Mennella, Giuliana Pagni, Olivia Ratti, Giulivo Ricci, Roberto RicciEstratto dal numero XXXIII della rivista «Archeologia Medievale».

Archeologia postmedievale. Società,...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

44,00 €
Questo numero si apre con il saggio Combattere a Leptis Magna: archeologia della Guerra di Libia II. Nuove ricognizioni archeologiche (2013) e ricerche d'archivio, di Massimiliano Munzi, Fabrizio Felici e Andrea Zocchi. Il saggio di Roberto Sconfienza rappresenta un importante approfondimento sul tema dell'architettura militare del Ducato di Savoia nel XVI secolo, delle fortificazioni rinascimentali e delle tecniche di costruzione della struttura del bastione, con il caso studio di Chivasso e del Bastione di Santa Chiara.  Innovativi dati sul paesaggio agrario e sull'alimentazione provengono dal centro storico di Corato (BA), dove il riempimento di un silos, ricco di resti archeobotanici, è stato oggetto di uno studio interdisciplinare, guidato da Girolamo Fiorentino per la parte bioarcheologica, sulla base di una campionatura di quasi 5000 macroresti vegetali. Un inedito e innovativo contributo di Etnoarcheologia è dedicato infine ai villaggi Sherpa di alta quota nel nord del Nepal, ormai abbandonati da decenni per il peggioramento delle condizioni climatiche verificatosi negli anni Sessanta-Settanta del Novecento e che non ha più permesso a queste quote la pratica dell'alpeggio.

San Paragorio di Noli. Le fasi del...

All'Insegna del Giglio 2018

Non disponibile

76,00 €
L'area archeologica circostante la nota e importante chiesa di San Paragorio di Noli (SV), databile ai primi decenni dell'XI secolo, si è rivelata da tempo di primario interesse per la conoscenza dell'insediamento umano nel Ponente ligure, dall'età imperiale al primo Medioevo, con particolare riguardo allo studio della cristianizzazione del territorio. Scopo di questo volume è dar conto degli esiti delle campagne di scavo che hanno interessato il sito già alla fine del secolo XIX e nei primi anni Settanta del Novecento, con il ritrovamento di un battistero paleocristiano ad aula rettangolare absidata e delle prime tracce di frequentazione di età romana. Tema centrale è l'edizione complessiva dei dati emersi dalle indagini archeologiche svoltesi dal 1987 ai primi anni Duemila, dapprima collegate a esigenze di archeologia preventiva, poi programmate in estensione, grazie anche alla rimozione del terrapieno della ex ferrovia che occultava gran parte della facciata e del fianco meridionale dell'edificio religioso.

Puglia rupestre inedita....

Mignozzi M.
Adda 2017

Non disponibile

35,00 €
Contributi di: Gioia Bertelli, Rosanna Bianco, Francesco Calò, Manuela De Giorgi, Giuseppe Donvito, Marina Falla Castelfranchi, Massimo Limoncelli, Maria Rosaria Marchionibus, Marcello Mignozzi, Sergio Ortese, Roberto Rotondo.

Archeologia medievale. Vol. 8:...

All'Insegna del Giglio

Non disponibile

46,50 €
Questo numero contiene gli atti del Convegno: "Problemi di storia dell'alimentazione nell'Italia medievale (Modena 1980)".

La cronologia dei corredi funerari...

Pinar Gil Joan
BraDypUS 2017

Non disponibile

27,00 €
I corredi funerari rispecchiano complessi insiemi di gusto, pratiche e abitudini in costante trasformazione. Un loro preciso inquadramento cronologico è dunque fondamentale per identificare e comprendere le sfumature del rapporto tra il mondo dei vivi e quello dei morti, l'evoluzione della moda e perfino le trasformazioni delle strutture insediative. I materiali di epoca visigota in Spagna e Francia meridionale (inizio V-inizio VIII secolo) non rappresentano un'eccezione: i risultati di un paziente lavoro di verifica dei dati cronologici rivelano rapidi mutamenti di manufatti e usi funerari, nonché il loro valore di indici cronologici affidabili. Questo volume ha due principali obiettivi: da una parte offrire una guida di riferimento alla cronologia dei principali reperti tombali dell'area visigota, grazie anche all'ampio apparato grafico, dall'altra presentare in maniera agevole e accurata diversi metodi per ottenere, trattare e interpretare i dati cronologici e linee guida per il confronto reciproco tra insiemi di dati di diversa origine.

Archeologia postmedievale. Società,...

All'Insegna del Giglio 2017

Non disponibile

44,00 €
Il numero 20 si apre con una polifonia di contributi ci portano dalla conflict archaeology alla storia biologica della popolazione, all'archeologia del commercio e a quella dell'alimentazione. Il saggio di apertura ci porta a Cadice e al recente rinvenimento di un relitto cinquecentesco, affondato nel porto di questa città andalusa, di una nave mercantile genovese, varata nel 1573 e attiva nel commercio del grano dai porti della Sicilia verso Genova e la Spagna, dove caricava lana e beni alimentari. Sul tema delle fortificazioni alpine, segue un contributo su un sito di frontiera del Ducato di Savoia, nei pressi del valico del Piccolo San Bernardo, nel sito di Orgères (La Thuile, Aosta), che fu interessato da articolate opere di fortificazione a partire dal 1691. Al tema della storia biologica e sanitaria della popolazione si riferisce il saggio che approfondisce il ruolo della micropaleobiologia e il caso di studio della peste, come approccio integrato tra metagenomica, ricerca storica e archeologica. La sezione "Archeologia postmedievale in Italia" si presenta da questo numero in una rinnovata veste editoriale, con le schede arricchite da illustrazioni a colori.

Costi, tempi e metri cubi....

Brogiolo G. P.
All'Insegna del Giglio 2017

Non disponibile

26,00 €
Il volume contiene gli atti del seminario, organizzato a Padova il 28 ottobre 2016, sulla quantificazione in architettura, sulla base di tre parametri: metri cubi, tempi e costi di costruzione. Il metodo, già applicato a edifici di età romana, soprattutto pubblici, è stato ora messo a punto anche per edifici medievali, soprattutto chiese e fortificazioni. Nell'incontro padovano ne sono stati discussi i principali problemi relativamente a computo metrico estimativo, sviluppo reale del cantiere, edilizia pluristratificata. Quando presenti, si sono poi confrontatele fonti scritte con i resti materiali conservati. Sovente approssimative quando sono letterarie e tendono a celebrare il committente, sono più vicine alla realtà se consistono in registri di cantiere e note di spesa che ci permettono di stabilire con un certo dettaglio i ritmi del cantiere in rapporto alle maestranze e ai materiali impiegati. Nel complesso la quantificazione in edilizia rappresenta un contributo importante, ma da mettere in relazione con molteplici altri aspetti, per una ricostruzione socioeconomica delle società del passato.

Liburna. Archeologia subacquea in...

Leone Danilo
Edipuglia 2017

Non disponibile

65,00 €
Il progetto "Liburna. Archeologia Subacquea in Albania" si è posto come obiettivi principali la redazione di una carta archeologica del litorale albanese, l'indagine di alcuni siti di particolare interesse e la realizzazione di varie attività mirate alla formazione professionale di archeologi subacquei e alla tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. Il volume prende in esame i risultati delle ricerche effettuate nel corso di quattro campagne di ricognizione condotte tra il 2007 e il 2010 lungo le coste meridionali dell'Albania, e in particolare tre grandi aree: la baia di Porto Palermo, la baia di Valona e il promontorio di Karaburun. I dati acquisiti sul campo, integrati al quadro delle informazioni pregresse e alla lettura delle testimonianze letterarie e cartografiche, hanno consentito di ricostruire le trasformazioni del paesaggio costiero e subacqueo, le rotte marittime e la circolazione delle merci fra l'età della colonizzazione e il pieno Medioevo.

Paesaggi artificiali a Venezia....

Moine C.
All'Insegna del Giglio 2017

Non disponibile

40,00 €
Questo volume si propone di narrare la storia di un territorio, a cavallo tra terraferma e laguna, affacciato sul centro storico veneziano, nel cui cuore sorgeva il cenobio dei Santi Ilario e Benedetto, le cui alterne fortune rappresentano un filo conduttore per la narrazione. Il protagonista di questa ricerca è dunque il paesaggio e le reazioni uguali e contrarie che hanno caratterizzato nei secoli la relazione tra l'uomo e l'ambiente. Il monastero perduto dei dogi, devastato dalle piene brentane, ha attirato la curiosità di numerosi studiosi, tanto da rendere difficile un elenco esaustivo di quanti si sono occupati di questa materia. Argomenti quali le origini di Venezia, le trasformazione del paesaggio lagunare, l'idraulica della Serenissima e l'archeologia del XIX secolo convergevano immancabilmente su questo sito. Questo volume è quindi anche un tentativo di ricomposizione delle ricerche del passato, messe al servizio della ricostruzione del paesaggio.

Il paesaggio degli arcivescovi....

Sacco Daniele
All'Insegna del Giglio 2017

Non disponibile

50,00 €
Si può fare archeologia del paesaggio basandosi soprattutto sulle fonti documentarie? Questo volume, dimostrando che ciò è possibile, si occupa di un'area medio-adriatica posta nella parte settentrionale della regione Marche in provincia di Pesaro e Urbino, al confine con l'Emilia-Romagna. Il territorio, costiero, è in gran parte vincolato dalla presenza di un parco naturale regionale. La zona è percorsa dalla strada consolare Flaminia e interessata dallo scalo marittimo di Focara (oggi Vallugola). Già in età romana il comprensorio era fiorente, costituendo un nodo viario e socio-economico d'interesse. Fu però nel Medioevo che queste terre si espressero al meglio, sotto il controllo degli arcivescovi di Ravenna. Il volume, nella diacronia, ha indagato ogni sfaccettatura del paesaggio che si presenta: l'aspetto demico, l'assetto dell'habitat, l'entità delle coltivazioni e persino i nomi dei fondi agricoli e dei loro fittavoli bassomedievali. Attraverso questa indagine è possibile comprendere un contesto che vide attivi sette castelli: Gradara, Granarola, Fanano, Monte Corbino, Gabicce, Casteldimezzo, Fiorenzuola di Focara e tre pievi (San Cristoforo, San Pietro e Santa Sofia).

Archeologia postmedievale. Società,...

All'Insegna del Giglio 2017

Non disponibile

44,00 €
Livorno fu una creazione postmedievale di notevole successo. Diventò il più grande porto di transito del Mediterraneo e creò il concetto di porto franco in Europa. Costruita dai Granduchi Medici, prosperò come la più importante base commerciale nel Mediterraneo per i Poteri nord-atlantici. Tra questi il principale fu inglese, la cui Royal Navy garantì il suo successo commerciale e il predominio britannico nel Mediterraneo - un'area che era ancora la fonte di prodotti e beni di lusso e che forniva un mercato popoloso per le manifatture, i metalli, il pesce, le riesportazioni coloniali ed i servizi di trasporto inglesi. Questo volume raccoglie quattordici contributi che danno prove materiali della relazione della Gran Bretagna con Livorno e la Toscana.