Archeologia medievale europea

Active filters

Teoria archeologica e archeologie...

Citter Carlo
Quasar

Disponibile in libreria in 10 giorni

18,00 €
La teoria archeologica è un campo piuttosto difficile, soprattutto per un giovane. Da sempre confinato ad un ristretto gruppo di studiosi che negli ultimi decenni spesso non sono archeologi di professione, ha avuto maggiore presa sull'archeologia pre-protostorica. Tuttavia sarebbe ingeneroso affermare che le tante archeologie medievali che si praticano in Europa sono a-teoriche o non sensibili agli stimoli della riflessione teorica. Questo volume passa in rassegna in modo critico i vari filoni di pensiero fino ai più recenti sviluppi, ma dedica molta attenzione al rapporto fra le archelogie medievali e la teoria attraverso una serie di casi di studio e di riflessioni generali. Un breve capitolo è dedicato al rapporto fra progresso tecnologico e riflessione teorica.

Materiali per l'archeologia...

Fiorillo Rosa
Francesco D'Amato

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Il volume nasce a distanza di quindici anni dalla prima edizione e raccoglie una serie di saggi su temi dell'archeologia medievale. I saggi sulla ceramica, i vetri, i metalli, le monete offrono uno spaccato sulle tipologie di manufatti in uso tra VI-VII e XV secolo, mentre gli articoli su citt castelli e villaggi rappresentano le forme di insediamento che caratterizzano il territorio nei secoli di interesse.

L'acqua, la vita, la morte

Fiorillo Rosa
Francesco D'Amato

Non disponibile

16,00 €
Il volume racconta la storia medievale di Salerno attraverso i reperti archeologici (ceramiche, vetri, resti dei pasti), fornendo in formazione su usi e costumi degli uomini e delle donne che hanno abitato e vissuto all'interno della città e che nella stessa sono stati sepolti. Uno spaccato di vita urbana, una descrizione dei luoghi dove si consuma la quotidianità medievale, dove l'acqua scandisce le forme attraverso le quali si Struttura l'urbanistica e dove i cimiteri ne segnano i limiti.

Le necropoli altomedievali...

Ferrulli Maria Giuseppina
Youcanprint

Non disponibile

15,00 €
Il presente elaborato si propone di offrire un quadro d'insieme, dal punto di vista antropologico e archeologico, di alcuni contesti funerari della Val d'Agri databili tra il VI e il VII secolo, un'epoca di particolare interesse, in cui segni di continuità e segni di cambiamento si compenetrano; in particolare la presenza longobarda è accertata in alcuni dei contesti e trova precisi riferimenti e confronti anche nell'area del Vulture-Melfese e nella Valle del Sinni. Il grande interrogativo, per il quale è difficile formulare una risposta risolutiva per l'intero territorio lucano, è se questa presenza sia a tutti gli effetti alloctona o abbia già subito un processo di acculturazione, divenendo sintomo di una civiltà mista.

Nonantola. Vol. 5: Una comunità...

All'Insegna del Giglio

Disponibile in libreria in 10 giorni

25,00 €
Dal 2001 Nonantola è al centro di un importante progetto di ricerca archeologica che ha consentito di acquisire molte informazioni su una delle più importanti strutture insediative del Medioevo italiano: il monastero di San Silvestro, il suo borgo e il territorio circostante. Il quinto volume relativo a questo progetto riguarda i risultati degli scavi eseguiti in una delle piazze centrali del centro storico di Nonantola: Piazza Liberazione. Questo luogo era già stato oggetto nel 2004 di limitati sondaggi archeologici da cui era emersa una porzione della chiesa di San Lorenzo e del cimitero di pertinenza. Nell'estate del 2015 è stato così possibile scrivere un'altra inedita pagina della storia di questo luogo, che acquista ancora più significato e valore se messa in rapporto con quella del grande cenobio. Sono state portate alla luce le fondazioni della chiesa di San Lorenzo, di cui sono state documentate due fasi costruttive (XI-XII secolo e XII-XIV secolo) con le sepolture dell'area cimiteriale circostante. Andando oltre i confini dell'edificio di culto - e scendendo in profondità - sono emerse tracce dell'insediamento più antico.

Un monastero sul mare. Ricerche...

All'Insegna del Giglio

Non disponibile

80,00 €
I resti del monastero di San Quirico si trovano sulle pendici del poggio Tondo, a poca distanza dall'antica città di Populonia, rivolti verso lo specchio del mare Tirreno costellato dalle isole dell'arcipelago toscano. Le ricerche archeologiche in questo sito, realizzate nel primo decennio del nuovo millennio da due differenti équipe, rispettivamente dell'Università di Siena e Ca' Foscari di Venezia, si sono svolte nell'ambito degli interventi di ampliamento e di valorizzazione del parco archeologico di Baratti-Populonia. Questo volume contiene i risultati di quelle ricerche: l'edizione scientifica dello scavo e l'analisi critica dei materiali rinvenuti. La rielaborazione dei dati raccolti durante tali indagini, unita ad una rilettura della documentazione scritta, ha poi permesso di ricomporre le complesse vicende di questo importante monastero, in una nuova ed inedita narrazione. In tale narrazione le vicende del cenobio e delle sue preesistenze si intrecciano con quelle del promontorio di Populonia e dei territori limitrofi fino a delineare un quadro di sintesi che ridisegna i confini storici di questo territorio tra la Tarda Antichità e l'Età Moderna.

Fascinazione etrusca. Viaggiatori,...

Annulli

Non disponibile

20,00 €
Il libro raccoglie gli atti dell'omonimo convegno svoltosi tra Capranica e Vetralla il 26 e 27 maggio del 2017. Ventidue relazioni per ventuno autori, i quali hanno studiato e raccontato l'Etruria dal punto di vista di chi l'ha attraversata nel corso dei secoli, toccando gli argomenti e le materie più varie quali l'archeologia e l'etruscologia, la storia dell'arte, i costumi e le tradizioni popolari, l'architettura, l'odeporica, etc. La gran parte dei saggi è dedicata a personaggi che visitarono questo territorio tra Seicento e Ottocento, con un «preludio» medievale e rinascimentale e un «finale» nel Novecento. Fra i personaggi rilevanti e caratterizzanti, di nazionalità e professioni diverse, possiamo nominare James Byres, George Dennis, Samuel Ainsley, Elizabeth Hamilton Gray, William Turner, Camille Corot, Lodovico I della Baviera, Luigi Canina, Francesco Orioli, Auguste Lenoir, Henry Labrouste; e ancora Fragonard, Goethe, Stendhal, Lawrence, Freud, e poi i viaggiatori francesi, polacchi, russi, giapponesi e tanti altri. Ne emerge un racconto corale dell'Etruria: un racconto a più dimensioni, spaziali e temporali, in grado di restituire al lettore il fascino che la terra degli Etruschi ha esercitato sui popoli, i religiosi e le elites intellettuali della vecchia Europa.

Longobardi. Un passato declinato al...

Volturnia Edizioni

Non disponibile

40,00 €
Il volume contiene gli atti del convegno tenutosi presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli il 21 dicembre del 2017, in concomitanza con l'apertura - presso il Museo stesso - della mostra "Longobardi. Un popolo che cambia la storia". Gli spazi editoriali disponibili in quella sede non hanno potuto consentire, in diverse occasioni, né di trattare tutti i temi che si sarebbero dovuti affrontare, né di dispiegare quelli scelti sempre con il dovuto approfondimento. Per questo motivo, a latere dell'inaugurazione napoletana, ci si è riservati l'opportunità di un ulteriore momento di riflessione, costituito dal convegno di cui qui si presentano gli atti, al quale hanno contribuito non solo tutti i componenti del comitato scientifico della mostra, ma anche alcuni degli studiosi che più ad esso sono stati vicini fornendo al suo lavoro suggerimenti e soluzioni.

La città invisibile. Le...

Moine Cecilia
Bononia University Press

Non disponibile

15,00 €
Questo volume, il secondo di una serie resa possibile grazie al Premio al Merito Prof. Nino Rossi dell'Associazione degli Amici dei Musei e dei Monumenti Modenesi, si propone di raccontare a chi passeggia per le vie di Modena la città bassomedievale, presente e allo stesso tempo invisibile nel tessuto urbano odierno. La narrazione inizia con un viaggio a ritroso attraverso le carte storiche, prosegue ricordando le chiese e i monasteri che hanno arricchito lo spazio medievale, ripercorre il corso dei canali cittadini ormai interrati, delimita i quartieri e li popola dei mestieri che qui si esercitavano. La vita quotidiana dei modenesi viene raccontata attraverso le abitazioni riportate alla luce dagli scavi, mentre la transizione dall'età di mezzo a quella moderna, fenomeno complesso e ambivalente, è osservato attraverso la vita quotidiana delle monache di San Paolo. Infine, gli oggetti d'uso comune, soprattutto quelli dedicati alla tavola, raccontano la quotidianità dei cittadini e il significato delle loro scelte abituali.

I celti

Kruta Venceslas
L'Ippocampo

Non disponibile

15,00 €
I celti sono stati per lunghi secoli la popolazione dominante in vaste regioni dell'Europa temperata, dall'Atlantico ai Carpazi, dalle grandi pianure nordiche alle rive settentrionali del Mediterraneo. È ormai solo in Bretagna e nelle isole britanniche che

Città e porti dall'antichità al...

Augenti Andrea
Carocci

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Cartagine, Ostia, Classe; e Marsiglia, Cesarea. E poi Dorestad, Quentovic, Londra, York, Birka... Il libro prende le mosse dai porti del Mediterraneo e dell'Europa, e da qui prosegue per descrivere e analizzare, attraverso lo sguardo dell'archeologo, le trasformazioni delle città e dell'economia tra la tarda Antichità e l'alto Medioevo. Il volume descrive il passaggio dal mondo globalizzato dell'impero romano, dominato dal sistema statale di controllo dei commerci, a quello più frammentato dell'alto Medioevo; da un'economia che individua il suo fulcro nel Mediterraneo a un nuovo circuito degli scambi, il cui baricentro si trova molto più a nord, sulle coste dell'Europa settentrionale. A più di ottant'anni dalla pubblicazione dell'opera di Henri Pirenne, "Maometto e Carlomagno", il testo fa il punto su alcuni temi toccati dal grande storico, alla luce delle scoperte dell'archeologia. Un libro pensato come strumento per gli studi universitari, ma utile anche per chi voglia saperne di più su argomenti come la nascita dell'urbanesimo medievale, il rapporto tra città e commerci e, più in generale, la fine del mondo antico e l'inizio del Medioevo.

Geoarcheologia delle...

Nicosia Cristiano
Quasar

Non disponibile

40,00 €
Il volume si basa sullo studio geoarcheologico di dieci contesti urbani post-classici situati in Italia centro-settentrionale ed in Francia. Essi sono stati analizzati facendo ricorso ad osservazioni di terreno a più scale, allo studio micromorfologico di sezioni sottili, ad analisi chimico-fisiche sui sedimenti e a datazioni radiocarboniche. I dati delle analisi sono stati discussi e contestualizzati nel quadro delle evidenze archeologiche derivate soprattutto da scavi in open area. Un confronto dei risultati ottenuti con i principali processi di formazione delle stratificazioni urbane descritti in letteratura ha portato a riconoscere un ruolo preponderante allo scarico ed al conseguente accumulo di rifiuti nella crescita verticale delle città post-classiche, rifiuti costituiti da una commistione di ecofatti, artefatti e matrice clastico-terrigena generatasi all'interno degli spazi domestici.

La media valle dell'Aterno....

Mosci Fiorenza
Tozzuolo

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
La valle dell'Aterno, in provincia de L'Aquila, vanta una storia molto antica: dalle popolazioni pre-romane ai Romani e ai Longobardi. Ma è certamente il periodo feudale quello che ci introduce ai nostri itinerari: città e contado, colline e pianura vennero difese da mura e da torri, decine di castelli piccoli e grandi, dei quali ancora si intravedono le tracce nei suggestivi borghi che vi sono sorti. Contemporaneamente alla costituzione dei feudi, si ebbe la nascita di monasteri e abbazie, che hanno tramandato nei secoli opere d'arte di altissimo pregio. Terra di transumanza e di mistici silenzi, questa vallata offre spettacoli naturali che ne completano il quadro storico, religioso e artistico.

Medioevo svelato. Storie...

Gelichi S.
Ante Quem

Non disponibile

29,00 €
Una buona archeologia dovrebbe essere in grado di raccontare storie; ma, soprattutto, dovrebbe essere in grado di raccontare le storie di tutti. Questo è lo scopo principale della Mostra: narrare il Medioevo direttamente attraverso tutti i suoi protagonisti. L'Emilia-Romagna è stata tra le prime regioni in Italia dove si è sviluppata un'archeologia del Medioevo e quarant'anni di ricerche, di tutela e di attività sul campo hanno prodotto una notevole quantità di dati, di informazioni, di conoscenze. Molto spesso tutto ciò è rimasto confinato in pubblicazioni specialistiche oppure non è stato raccolto assieme per tentare di offrire una visione più ampia e una prospettiva meno settoriale della vita nelle città e nelle campagne in questo lungo arco di tempo. Tra antiche città sopravvissute e nuovi empori, tra castelli e monasteri, tra chiese e villaggi, questa Mostra intende raccogliere i frutti migliori di quell'esperienza e, per la prima volta, presentarli al largo pubblico.

In limine. Storie di una comunità...

Gelichi S.
All'Insegna del Giglio

Disponibile in libreria in 10 giorni

40,00 €
Il volume correda un breve percorso espositivo a pannelli (testi e immagini) per presentare i risultati delle ricerche e degli scavi svolti dal 2011 ad oggi nel sito archeologico 'Antiche Mura' di Jesolo. Se l'antica Equilo era stato un insediamento sul confine instabile tra mare e laguna, la moderna Jesolo, che ne ha ereditato il nome, ha lasciato che i ruderi della sua memoria restassero al di fuori del centro abitato: nel punto dove la città diventa campagna, lì sorgono le rovine dell'antica cattedrale, lì rimane il reliquiario della comunità, come una sorta di giardino 'dove affonda un morto viluppo di memorie' (E. Montale). Così, il progetto nato qualche anno fa per iniziativa del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università Ca' Foscari di Venezia, non costituisce che l'ultimo atto di un percorso che ha inizio dalla metà del secolo scorso. I contributi che si pubblicano in questa circostanza raccontano e sintetizzano i risultati degli ultimi anni di scavi. L'interconnessione tra le varie strategie di indagine ci ha consentito di proporre una ricostruzione storico-insediativa del sito del tutto inedita e sorprendente.

Una città operosa. Archeologia...

Cantini F.
All'Insegna del Giglio

Non disponibile

25,00 €
Le attività produttive stanno tornando al centro dell'interesse degli archeologi perché esse possono essere utilizzate come un ottimo indicatore dello sviluppo o della recessione delle economie antiche, specie se analizzate negli aspetti legati al tipo di tecnologia impiegata nei processi produttivi, alla scala degli investimenti fatti, alla quantità e qualità degli oggetti prodotti, alla distribuzione topografica delle officine e all'ampiezza del mercato entro cui circolano le materie prime e gli oggetti finiti. Queste variabili analizzate nel tempo e nello spazio permettono di ricostruire quadri socio-economici estremamente ricchi ed inediti. La scelta di concentrarsi su Pisa è legata alla volontà di osservare le trasformazioni delle città tra l'Età antica e quella medievale da una sede privilegiata, dove spesso i macrofenomeni economici si manifestarono con un certo anticipo e con caratteri del tutto straordinari rispetto gli altri centri urbani della regione. Ma questa eccezionalità fu una costante della storia pisana o si manifestò in forme e scale differenti nel tempo?

La cripta normanna di Alife. Un...

Mastroianni Carmine
Edizioni Efesto

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il presente ha come suo fulcro l'indagine della cripta normanna della cattedrale di Alife. Esso non intende analizzare l'intera evoluzione del monumento alifano ma ne ripercorre solamente le fasi più antiche, alla luce delle ultime indagini archeologiche, cercando di inquadrarle nel più complesso panorama della storia della Campania settentrionale (Alta Valle del Volturno) tra i rivolgimenti del Tardoantico, la dominazione longobarda e l'invasione normanna. Una rilettura dello status quaestionis della cripta della cattedrale di Alife era necessario per l'accresciuta bibliografia sul tema, per i dati emersi dai restauri eseguiti tra il 2000 e il 2010 e per gli scavi archeologici condotti nell'ultimo ventennio, dentro e fuori la cripta, dalla Soprintendenza Archeologica di Napoli-Caserta: scavi ancora in buona parte inediti e non sempre facilmente accessibili. Tutto ciò integra e aggiorna ampiamente l'unica monografia sul tema, "La cattedrale normanna di Alife", un utile ma in parte superato lavoro di Luigi Romolo Cielo datato 1984. L'analisi della cripta di Alife è preceduta da una breve indagine sulle cripte cristiane dalle origini fino all'XI secolo.

Cave e petriere nell'Amiata...

Pruno Elisa
All'Insegna del Giglio

Non disponibile

20,00 €
Dalla constatazione delle peculiarità della fase estrattiva della pietra come momento fondamentale del ciclo produttivo dell'edilizia medievale nasce questa ricerca sul materiale costruttivo di un'area storicamente individuata, l'Amiata occidentale. Le indagini condotte sull'edilizia medievale amiatina hanno posto in evidenza la necessità di studiare la fase di cavatura, avendo messo in luce, in diverse fasi cronologiche, la necessità di disporre di una notevole quantità di materiale per l'edilizia. La ricerca qui presentata è stata condotta sul territorio dei comuni di Arcidosso, Castel del Piano e Santa Fiora (GR) e si è proposta di individuare e analizzare le aree di sfruttamento della trachite vulcanica amiatina in epoca pre-industriale attraverso analisi di archeologia leggera a scala territoriale.

Liburna. Archeologia subacquea in...

Leone Danilo
Edipuglia

Non disponibile

65,00 €
Il progetto "Liburna. Archeologia Subacquea in Albania" si è posto come obiettivi principali la redazione di una carta archeologica del litorale albanese, l'indagine di alcuni siti di particolare interesse e la realizzazione di varie attività mirate alla formazione professionale di archeologi subacquei e alla tutela e valorizzazione del patrimonio sommerso. Il volume prende in esame i risultati delle ricerche effettuate nel corso di quattro campagne di ricognizione condotte tra il 2007 e il 2010 lungo le coste meridionali dell'Albania, e in particolare tre grandi aree: la baia di Porto Palermo, la baia di Valona e il promontorio di Karaburun. I dati acquisiti sul campo, integrati al quadro delle informazioni pregresse e alla lettura delle testimonianze letterarie e cartografiche, hanno consentito di ricostruire le trasformazioni del paesaggio costiero e subacqueo, le rotte marittime e la circolazione delle merci fra l'età della colonizzazione e il pieno Medioevo.

Fovea-Fossa-Foggia. Il valore degli...

La Porta Emanuele Antonio
BastogiLibri

Non disponibile

15,00 €
Questa pubblicazione è rivolta a coloro che amano cogliere un interesse empatico sulle vicende federiciane spesso raccontate ma mai indagate sul piano archeologico e architettonico. Gli autori si sono spinti a descrivere ciò che è ipotizzabile essere "un luogo federiciano propriamente detto" avvalendosi della scoperta archeologica e della interpretazione propria che gli stessi attribuiscono ai pochi reperti ritrovati.

La cronologia dei corredi funerari...

Pinar Gil Joan
BraDypUS

Disponibile in libreria in 3 giorni

27,00 €
I corredi funerari rispecchiano complessi insiemi di gusto, pratiche e abitudini in costante trasformazione. Un loro preciso inquadramento cronologico è dunque fondamentale per identificare e comprendere le sfumature del rapporto tra il mondo dei vivi e quello dei morti, l'evoluzione della moda e perfino le trasformazioni delle strutture insediative. I materiali di epoca visigota in Spagna e Francia meridionale (inizio V-inizio VIII secolo) non rappresentano un'eccezione: i risultati di un paziente lavoro di verifica dei dati cronologici rivelano rapidi mutamenti di manufatti e usi funerari, nonché il loro valore di indici cronologici affidabili. Questo volume ha due principali obiettivi: da una parte offrire una guida di riferimento alla cronologia dei principali reperti tombali dell'area visigota, grazie anche all'ampio apparato grafico, dall'altra presentare in maniera agevole e accurata diversi metodi per ottenere, trattare e interpretare i dati cronologici e linee guida per il confronto reciproco tra insiemi di dati di diversa origine.

Small finds e cronologia (V-IX...

Pinar Gil J.
BraDypUS

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Sulla base dell'esempio dei cosiddetti small finds, caratterizzati da un ruolo decisivo nella datazione dei siti e strutture dell'Alto Medioevo, questo libro intende offrire al lettore una sintesi aggiornata delle problematiche e possibilità di risoluzione dei principali problemi di datazione di manufatti e contesti, in una prospettiva internazionale e attraverso un ampio arco cronologico (IV-X sec.). Grazie a un'accurata selezione di metodi, siti e casi di studio, i contributi del volume cercano di agevolare il dialogo tra metodologie e scuole di pensiero e il confronto tra diversi tipi di approccio da parte di scienziati con competenze differenti. Contributi di J. Catalo, J. Hernandez, A. Hilgner, V. Manzelli, T. Milavec, D. Paya, J. Pinar Gil, M. Piotrowski, F. Siegmund.