Letteratura, storia e critica: letteratura post-coloniale

Filtri attivi

Sguardo inglese e Mediterraneo...

Cazzato Luigi
Mimesis 2017

Disponibilità immediata

18,00 €
Gli studi post e de-coloniali in Italia non possono prescindere dalla rilettura di ciò che va sotto il nome di "studi anglo-italiani". Fin qui ci siamo poco preoccupati di interrogare, alla luce della "colonialità del potere", i rapporti fra la nazione moderna par excellence e la nazione europea che è arrivata a quella condizione en retard. In pochi ci siamo chiesti se questi rapporti non siano stati vissuti e rappresentati secondo una relazione asimmetrica di potere. Questo libro prova a farlo indagando la formazione del meridionismo, indagine che getta luce sulla storia passata e, di conseguenza, sull'origine dell'attuale scontro fra un nord Europa "virtuoso" e un Mediterraneo "colpevole". Si parte dal secolo dei lumi per arrivare - toccando via via temi come il tarantismo, il Grand Tour, il Risorgimento, il pittoresco - al momento in cui l'Italia, "ispirata" dalla Terra d'Albione, raggiunge la modernità costruendo il suo stato-nazione borghese, mentre gli inglesi sono ancora lontani dal revocare in dubbio la propria master narrative imperiale.

La Babele postcoloniale

De Chiara Mara
Ad Est dell'Equatore 2017

Disponibilità immediata

12,00 €
Questo studio ripercorre i nodi del pensiero postcoloniale di quest'ultimo trentennio, con poeti, romanzieri e teorici che hanno saputo cogliere lo spaesamento linguistico e culturale derivato dall'esperienza coloniale. Salman Rushdie, Derek Walcott,V. S. Naipaul, Edward Said, Benedict Anderson, e altre voci dal panorama culturale e letterario anglofono ci parlano di paesaggi complessi e intraducibili. A legare insieme queste riflessioni poetiche e teoriche su nazione e biopotere, terra e confini, mare e pensiero migratorio, è la mitica Torre di Babele: da Benjamin a Derrida fino alla rilettura offerta da Homi Bhabha (il cui pensiero ha ispirato questo studio), la Torre riassume l'utopia della lingua unica e la sua sconfitta necessaria. La mappa del nuovo mondo che allora si offre al nostro sguardo, nei versi del grande cantore dei Caraibi, Derek Walcott, è un immenso arcipelago in cui le molte lingue e genti sono confuse e... "creolizzate" da sempre.

Memorie oltre confine. La...

Proglio Gabriele
Ombre Corte 2011

Disponibilità immediata

17,00 €
Negli ultimi decenni si sono sviluppate forme di storia, di filosofia, di antropologia postcoloniale, ma la letteratura resta ancora una via maestra per comprendere che cosa stia succedendo nella cultura che fa da sfondo agli studi postcoloniali e che tocc

Fernando Luigi Fazzi. Auto-Biografia

Fazzi Fernando Luigi
La Moderna 2019

Non disponibile

10,00 €
Fernando Luigi Fazzi è nato ad Enna nel 1941 e vive a Mascalucia (CT). Si rivela nel 1977 con la raccolta di poesie, in dialetto ennese, intitolata "Cumpagni arrivigghiativi" (Compagni svegliatevi), Catania, Edigraf. A quel periodo risale una sua fervida attività culturale: fonda con altri il "Circolo di cultura popolare" di Catania; stringe una feconda amicizia con il poeta Ignazio Buttitta di Bagheria; fonda, insieme all'amico Francesco Geracà, il teatro d'arte contemporaneo detto "Cat Comedia". Nel 1980 partecipa con il lavoro teatrale, "Avventuri e amuri d'un certu Don Giuvanni, tra virità e liggenna" (Avventure e amori d'un certo Don Giovanni, tra verità e leggenda), alla "Prima Rassegna del Teatro Novità di autore siciliano", e si aggiudica il prestigioso primo premio. Il lavoro, viene rappresentato dal "Teatro Gruppo" di Catania in tutta l'isola, anche nel Castello di Lombardia ad Enna, normalmente dedito a spettacoli lirici. Pubblicato dalla Casa Editrice Todariana nel 1979 ne "I Trovieri", antologia critica dei poeti dialettali e alloglotti, viene recensito e segnalato come poeta della Koinè siciliana... oggi scrive e rielabora poesie, romanzi e saggistica.

La letteratura caraibica...

Benicchi Cristina
Bononia University Press 2010

Non disponibile

24,00 €
Frammenti di un'epica memoria - racconta il premio Nobel Derek Walcott compongono il complesso mondo culturale e letterario caraibico, di cui questo volume intende proporre un percorso di analisi e lettura alla scoperta di modelli, forme e autori la cui identità creativa si nutre proprio attraverso, piuttosto che nonostante, il frammentismo linguistico, culturale e geografico dell'arcipelago caraibico, rivelandosi al contempo unica e molteplice. Coinvolgendo settori disciplinari diversi - dalla Letteratura Inglese alla Letteratura Comparata, passando anche per gli studi sociologici, antropologici, culturali e di traduttologia - questa ricerca propone, inoltre, l'analisi delle più recenti teorie sugli studi post-coloniali e un profilo della cultura e della letteratura caraibica anglofona, con una particolare attenzione all'opera di David Dabydeen.

Mitologie bianche. La scrittura...

Young Robert J.
Meltemi 2007

Non disponibile

24,00 €
Scegliendo un percorso teorico particolarmente ardito, Young decide di tralasciare la facile critica dei discorsi egemonici dell'imperialismo e dell'orientalismo confrontandosi a viso aperto con l'etnocentrismo di alcuni dei più famosi interpreti del pensi

Mitologie bianche. La scrittura...

Young Robert J.
Booklet Milano 2007

Non disponibile

24,00 €
Scegliendo un percorso teorico particolarmente ardito, Young decide di tralasciare la facile critica dei discorsi egemonici dell'imperialismo e dell'orientalismo confrontandosi a viso aperto con l'etnocentrismo di alcuni dei più famosi interpreti del pensiero materialista di indipendenza ed emancipazione: Hegel, Marx, Sartre, Althusser, Foucault. Quello che viene messo sotto accusa in queste pagine è il mito - oggi in fatale declino - di una narrazione che vede l'Occidente unico protagonista e il cosiddetto Terzo Mondo relegato sullo sfondo, sorta di presenza-assenza immobile e senza tempo. Per Young teorici come Said, Spivak, Bhabba hanno dato vita a un progetto volto a decolonizzare la "Storia" e a decostruire 1' "Occidente", battendosi per il riconoscimento delle storie plurali del Sud e sostenendone le lotte locali. La forza sovversiva delle loro strategie mette in luce quel rapporto fra storia e teoria, fra politica e conoscenza che percorre come un filo rosso la struttura del libro e l'evoluzione stessa dei dibattiti sul postcolonialismo.

Scrivere è vivere. Scritti e...

Gordimer Nadine
Datanews 2007

Non disponibile

13,00 €
Il titolo di questo libro è l'essenza della "Lectio magistralis" pronunciata dall'autrice all'atto del conferimento del premio Nobel per la Letteratura nel 1991 e che viene qui riprodotta integralmente, assieme ad altri scritti e interviste. Da questi testi emerge la natura e il carattere della scrittrice che scrive della vita e per la vita dell'uomo e dei suoi diritti inalienabili. Un libro che fa toccare con mano la forza della scrittura che non si ferma davanti al razzismo e all'autoritarismo.