Elenco dei prodotti per la marca Giappichelli

Giappichelli

Lezioni di diritto agrario...

Pisciotta Tosini Giuseppina
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

35,00 €
Il volume si propone di presentare al lettore una visione rinnovata dei principali istituti e delle più significative regole che segnalano nell'Ordinamento giuridico la specificità del Diritto agrario; senza alcuna pretesa di esaustività, il testo ne offre dunque una lettura contemporanea ispirata alle nuove funzioni e alle nuove responsabilità attribuite dal Green Deal all'agricoltura che, tra pratiche sostenibili, nuove tecnologie e digitalizzazione, ha come obiettivo la salvaguardia della biodiversità e della buona salute della "Terra" per le generazioni future.

Diritto privato delle persone...

Battelli Ettore
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
La considerazione dell'ordinamento giuridico per le persone minori di età ha subito una profonda e radicale evoluzione negli ultimi decenni. In un tempo neppure troppo lontano, il diritto attribuiva rilevanza ai minori in un'ottica essenzialmente patrimonialistica. Quest'ottica è oggi mutata e, malgrado alcune contraddizioni, il diritto si è focalizzato sul minore di età quale persona - soggetto vulnerabile - ritenendola meritevole di una speciale protezione (da se stesso e dagli altri) nel suo percorso di crescita verso l'età adulta. Il volume, con Autori delle Università "La Sapienza" e "Roma Tre", è diviso in sette capitoli: I diritti dei minori nell'ordinamento italiano, europeo e internazionale; Minori e relazioni familiari; Minori e tutela del diritto alla salute; La tutela del minore straniero; La promozione e la tutela dei diritti dei minori: infanzia a rischio e tutele rafforzate; Minori e nuove tecnologie; Minori e privacy. Lo studio proposto mira a offrire una prospettiva originale ed evolutiva di quel diritto delle persone minori di età che si è progressivamente emancipato dal diritto di famiglia e da altre branche del sapere giuridico. L'Opera ha come riferimento l'esperienza di docenza condivisa nella Law Clinic (Clinica Legale) "in diritto dei minori", attiva dal 2011 presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università "Roma Tre", caratterizzandosi per l'attenzione riservata alle questioni concrete affrontate nei diversi anni accademici. Alla luce dell'attività di alta formazione e specializzazione forense svolta presso il medesimo Dipartimento, il testo si rivolge non solo agli studenti ma anche agli operatori del diritto, di oggi e soprattutto di domani, con l'auspicio che possano apprezzarne l'accentuata sensibilità per le esigenze di benessere e inclusione sociale della "Persona" minore di età, nel prisma di una tutela dell'infanzia e dell'adolescenza non meramente declamata ma concretamente perseguita.

Analisi dei dati nella ricerca...

Palma Monica
Giappichelli

Disponibile in libreria

28,00 €
In questo volume, sono presentate le principali tecniche di Statistica descrittiva ed inferenziale utilizzate per l'analisi dei dati. Gli strumenti fondamentali sono forniti in maniera concisa, privilegiandone l'aspetto applicativo riguardante anche l'ambito sociale, psico-pedagogico e medico. Alcuni casi di studio, realizzati in occasioni di reali indagini statistiche o studi sulla valutazione della qualità dei servizi, sono parte integrante del volume e consentono di apprezzare meglio le potenzialità di quanto proposto teoricamente.

Manuale di diritto tributario

Melis Giuseppe
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

65,00 €
«Il faticoso lavoro svolto in questi sei anni per le rispettive edizioni delle Lezioni di diritto tributario, ha progressivamente condotto ad un testo che, cercando di tener fermi i principi di fondo che ne avevano ispirato la stesura - chiarezza e leggibilità, attualità, completezza, sistematicità - si presenta ormai in una forma tale da poter ambire ad uscire dalla logica originaria di raccolta di "Lezioni" per fregiarsi del più impegnativo appellativo di "Manuale". Rispetto alla prima edizione delle Lezioni, numerosi i nuovi temi trattati: la riscossione e il rimborso, le sanzioni, la giurisdizione e gli atti impugnabili, le categorie reddituali diverse dal reddito di impresa, l'Irap, l'imposta di registro, le imposte ipotecarie e catastali e, da questa edizione, anche i soggetti attivi e le operazioni straordinarie. Ai nuovi temi si sono aggiunti un progressivo affinamento del testo e il continuo aggiornamento imposto dagli innumerevoli orientamenti giurisprudenziali e modifiche normative nel frattempo intervenuti.» (Dalla Prefazione)

Gli effetti della riforma del Terzo...

Bolgiani
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

22,00 €
La riforma del Terzo settore ha dato il via ad un percorso di riordino e semplificazione di uno spazio normativo che, nell'ultimo trentennio, ha attraversato una fase decisamente magmatica. Le novità introdotte da tali disposizioni, ed in particolare dal «Codice del Terzo settore», nel ridisegnare questa disciplina, hanno prodotto effetti significativi con riferimento agli «enti religiosi civilmente riconosciuti», per le «attività di interesse generale» che essi svolgono. Il presente volume muove dunque dalla necessità di esaminare le norme espressamente dedicate a tali enti per ricostruirne il peso specifico rispetto all'impianto complessivo delineato dal legislatore. In particolare, esso è rivolto alla ricerca di un giusto equilibrio tra le disposizioni dettate dalla riforma ed una attenta applicazione dei principi costituzionali che concernono gli enti in questione, nel quadro di un corretto bilanciamento degli interessi coinvolti e della specialità propria di tali soggetti giuridici. Di qui, anche in considerazione delle difficoltà socio-economiche scaturite dall'emergenza epidemiologica Covid-19, si intende rilevare l'importanza, per questo peculiare ambito di azione, del progressivo imporsi di nuove dinamiche di relazione tra autorità civili, confessionali e collettività in generale.

Istituzioni di diritto processuale...

Luiso Francesco P.
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

30,00 €
«Il lavoro, che oggi vede la luce, è l'effetto congiunto di una esigenza che PA. sentiva da tempo, e del caso. L'esigenza trovava e trova la sua origine in una radicata e, credo, non contestabile insoddisfazione derivante dal piano di studi tradizionale. Il laureato in giurisprudenza doveva, infatti, conoscere puntualmente e minuziosamente tutti i meccanismi del processo civile, anche quelli di interesse esclusivamente professionale, ma al tempo stesso poteva legalmente ignorare l'esistenza del processo tributario, del processo fallimentare e - a seconda delle scelte della facoltà - finanche del processo amministrativo. Il risultato, ad avviso dell'A., era una formazione altamente squilibrata, quantomeno nel campo processuale. Da qui l'opportunità di un corso, che in modo istituzionale coprisse tutto il settore della tutela dei diritti: e quindi, in sostanza, la materia del diritto processuale civile in generale, poiché la funzione propria del processo civile -la tutela dei diritti - è propria anche dei processi amministrativo, tributario e fallimentare. Il caso ha voluto che, fra i corsi opzionali attivati presso la facoltà pisana, vi fosse la Teoria generale del processo: materia istituita a suo tempo da colui, cui il libro è dedicato, e che - una volta affidata all'A. - fu dallo stesso piegata a realizzare proprio quel corso istituzionale generale, che gli pareva mancare. La riforma degli ordinamenti didattici, e l'introduzione di una materia processuale al triennio, hanno consentito di generalizzare l'esperienza già maturata, e di far sì che questa materia sia volta a fornire nozioni generali di tutti i processi finalizzati alla tutela dei diritti, piuttosto che a somministrare i tradizionali argomenti del corso di diritto processuale civile, sia pur in modo concentrato e semplificato...» (Dalla Prefazione)

Dalle gender alle diversity quotas....

Buzzacchi
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

26,00 €
Di fronte alle profonde trasformazioni sociali in atto il concetto di "quote rosa" appare poco adeguato, se non addirittura superato, come strumento di contrasto al fenomeno ancora ampiamente diffuso delle discriminazioni di genere. La realtà degli operatori economici si mostra sempre più orientata verso l'adozione di misure che rientrano nel cosiddetto diversity management, un approccio gestionale fondato sull'idea che le differenze (non solo di genere ma anche di età, nazionalità, razza-etnia, orientamento sessuale, stato sociale e religione) rappresentino un valore aggiunto. Questa tematica di riconosciuta rilevanza e attualità è stata oggetto di studio in occasione del Convegno "Dalle Gender alle Diversity Quotas" tenutosi il 29 gennaio 2019 presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca. Il Quaderno raccoglie le ricerche elaborate a partire dall'evento e si contraddistingue per l'attenzione che rivolge all'impegno che tanto la società civile quanto l'ordinamento sono chiamati a profondere affinché l'indispensabile dibattito, che deve svilupparsi intorno alla prospettiva delle diversity quotas, possa tradursi in processi di cambiamento culturale e, dunque, di più variegata partecipazione alle istituzioni sociali, economiche e politiche del Paese.

Le obbligazioni

Ambrosoli
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

55,00 €
«Questo manuale nasce dalla rielaborazione del testo delle lezioni preparate per il corso di Diritto delle Obbligazioni affidatomi dall'Università degli Studi di Milano nell'anno accademico 2018/2019. Il mio desiderio è sempre stato quello di riuscire a guidare gli studenti a un apprendimento che non fosse nozionistico, ma che abituasse da subito a confrontarsi con le applicazioni pratiche degli istituti. Dunque, senza dimenticare il fascino di alcuni problemi teorici, l'obiettivo è quello della concretezza, ossia dell'avvicinamento all'esperienza effettiva di chi lavora con il diritto. La stesura di un manuale mi ha consentito di approfondire molti aspetti che, nelle lezioni in aula, finivano per restare sacrificati e che considero invece fondamentali. Questo lavoro non sarebbe apparso, se non fossi stato spinto a impegnarmi dall'interesse e dall'entusiasmo, per l'ascolto e per lo studio, di tanti miei studenti. A loro è dedicato.»

Trust. Dizionario ragionato

Zanchi Duccio
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

40,00 €
Il trust interno è disciplinato da una legge straniera, e ciò implica la conoscenza dei termini che quella normativa impiega, e della giurisprudenza a essa collegata. Dati da cui non si può prescindere per non dar vita a un ibrido, redatto in base a una legge straniera, e interpretato secondo principi riferibili a un diverso ordinamento statuale. È un rischio reale perché la tentazione di far ricorso a concetti e sentenze del diritto interno è forte: il trustee è un mandatario, i beneficiari sono donatari, la fraud è la frode, l'interest è l'interesse, e via di questo passo. Non avere la percezione di questa sfasatura fra ciò che si crede che sia e ciò che è, può condurre a esiti molto negativi perché il giudice deve applicare la legge straniera, e la giurisprudenza su questa formatasi, e non la legge italiana, con conseguenze che, altrimenti, è facile immaginare. Questo lavoro si compone di circa cinquecento lemmi che propongono un approccio al trust diverso da quello manualistico e mira a suscitare l'interesse di chi ricerchi informazioni e spunti non facilmente reperibili nei testi istituzionali, o di chi voglia conoscere il significato di termini o espressioni in cui gli sia capitato di imbattersi. Ma è anche un complemento nello studio di questa affascinante materia integrando concetti e termini della common law. Prefazione di Maurizio Lupoi.

Il contratto. Appunti di parte...

Di Rosa Giovanni
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Il tema dell'autonomia privata è, certamente, assai ampio e involge, in termini generali, i rapporti tra soggetto e ordinamento. Nell'àmbito patrimoniale, che unitamente a quello personale traduce il contenuto delle scelte autonome dei privati, ruolo centrale assume il contratto, espressione preminente di autonomia. Vengono allora in rilievo le questioni poste dalla nozione di contratto, in relazione al corrispondente àmbito di operatività, onde appropriatamente individuare i tratti caratterizzanti la fattispecie contrattuale, nella complessa dinamica dei rapporti tra persona, mercato e istanze solidaristiche (è questo il caso, rispettivamente, della consentita patrimonializzazione dei diritti della personalità e della discussa gestazione oblativa per conto altrui). La declinata autonomia contrattuale, sia quale libera determinazione del contenuto del contratto sia quale possibilità di concludere contratti atipici, si misura con l'attuazione dimostrata dalla ricchissima prassi negoziale, talora poi formalizzata da un legislatore chiamato a mettere ordine in contesti profondamente incisi dagli interventi della giurisprudenza (è questo il caso del contratto di leasing e del modello assicurativo claims made). Il contratto è peraltro il risultato di un accordo, è esso stesso accordo, nel quadro di un percorso che, più o meno articolato, conosce (può conoscere) fasi e momenti distinti. A questo ulteriore ordine di considerazioni risponde l'idea di procedimento, che certamente mutuata dal diritto amministrativo non è tuttavia estranea al diritto civile. Lo strumento procedimentale viene qui assunto come modello (comune a entrambe le aree giuridiche) di composizione degli interessi nel contesto della relazione giuridica. L'autonomia privata procedimentale, espressione essa stessa dell'autonomia contrattuale, indica quindi, anche se con una certa dose di possibile approssimazione, l'esercizio da parte dei privati della propria facoltà di valersi degli strumenti preordinati alla conclusione del contratto ma anche la possibilità di rendersi autori di modelli procedimentali nuovi, che si aggiungono a quelli noti, per delineare così un panorama articolato e vario, ricco di implicazioni e suggestioni. In questo senso, allora, la riconosciuta formazione progressiva del contratto si distingue, riprendendo un autorevole insegnamento, in formazione progressiva del contenuto contrattuale (è questo il caso delle minute o puntuazioni contrattuali, ossia accordi parziali nel procedimento di formazione della comune volontà negoziale) e formazione progressiva della fattispecie contrattuale (è questo il caso dei contratti preparatori o strumentali, anzitutto contratto preliminare e patto d'opzione, già vincolanti e idonei a determinare, attraverso il costituito diritto al contratto, il perfezionamento dell'accordo conclusivo, delineante il definitivo assetto di interessi tra le parti).

Materiali di diritto dell'Unione...

Adinolfi A.
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
La raccolta Materiali di diritto dell'Unione europea intende agevolare la conoscenza diretta delle fonti di diritto dell'Unione mettendo a disposizione degli studenti, ma anche delle categorie professionali interessate, le principali disposizioni dei trattati istitutivi (TUE e TFUE) e le più importanti sentenze della Corte di giustizia. La visione diretta dei materiali, come complemento dello studio di un manuale o come supporto delle lezioni, facilita la comprensione della materia facendo emergere la rilevanza pratica dei principi esaminati e permettendo agli studenti di acquisire dimestichezza con i testi giuridici. Ciascuna sentenza riportata nei Materiali di diritto dell'Unione europea è preceduta da un breve brano esplicativo che guida il lettore nel comprenderne il contenuto e nel collocarla nel contesto degli argomenti trattati. Nella nuova edizione, aggiornata alla Brexit, è dato particolare rilievo agli effetti della Carta dei diritti fondamentali, al rispetto dei valori dell'Unione da parte degli Stati membri, nonché ai rapporti tra diritto dell'UE e ordinamento italiano anche nella recente giurisprudenza della Corte costituzionale.

Giustizia costituzionale

Malfatti Elena
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

38,00 €
«L'elaborazione e l'impostazione di questo volume si avvale dell'esperienza maturata e degli studi condotti dagli autori nell'ambito dell'Insegnamento e del Dottorato di Giustizia costituzionale e tutela dei diritti fondamentali, quest'ultimo attivo ormai da diversi anni presso il Dipartimento di Diritto pubblico dell'Università di Pisa, e ai fini della predisposizione, a cadenza triennale, degli Aggiornamenti in tema di processo costituzionale. La Giustizia costituzionale intende, secondo quanto preannunciato nell'ultimo volume degli Aggiornamenti, proporsi come un manuale e come tale, pur sempre attento alla concretezza dei temi ed al modo in cui il nostro sistema di giustizia costituzionale si è effettivamente realizzato, non più legato alla esposizione della giurisprudenza di un periodo specificamente preso in considerazione. Il volume è destinato agli studenti e si propone quindi finalità essenzialmente di tipo didattico; da ciò la scelta di un testo scritto in uno stile il più possibile chiaro, lineare e del tutto privo di note, sia di carattere bibliografico che giurisprudenziale. Nel giudizio sulle leggi in via di azione l'esame della nuova competenza della Corte costituzionale sugli statuti regionali e del nuovo sistema di impugnazione delle leggi regionali tiene conto delle interpretazioni fornite attraverso le prime applicazioni giurisprudenziali e delle previsioni della 1. 5 giugno 2003, n. 131 (c.d. legge La Loggia). Nel giudizio sui conflitti tra poteri e sulla responsabilità del Presidente della Repubblica viene esaminata l'influenza della 1. 20 giugno 2003, n. 140, contenente disposizioni in materia di immunità parlamentari e di processi penali nei confronti delle alte cariche dello Stato (c.d. lodo Schifavi). Anche in linea con le esigenze derivanti dai nuovi ordinamenti didattici, si è cercato di contenere quanto possibile le dimensioni del volume, senza però con ciò dimenticare il livello universitario della preparazione necessariamente richiesta agli studenti di giustizia costituzionale. Solo una verifica sul campo potrà dare la risposta di quanto si sia riusciti nell'intento, ed anche per questo siamo fin da adesso grati a coloro che vorranno farci pervenire rilievi o suggerimenti che consentiranno di eliminare almeno alcuni dei limiti che il manuale mostrerà.» (Dalla Presentazione)

Introduzione allo studio storico...

Orestano Riccardo
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

42,00 €
«Riccardo Orestano è stato un grande Uomo, Giurista, Maestro ed è pertanto un onore ed un privilegio poter accompagnare, con queste poche righe, la ristampa della seconda edizione, edita nel 1963, dell'Introduzione allo studio storico del diritto romano, pubblicata per la prima volta nel 1953 nel catalogo della Giappichelli Editore. Un'opera sulla quale si sono formate per oltre mezzo secolo intere generazioni di studiosi e di studenti. La legittimazione in tal senso mi deriva non tanto dall'essere il curatore della Collana, nella quale il volume ricompare, quanto dall'essere "l'ultimo (?) non ultimo dei miei allievi", così come Riccardo Orestano mi scrisse, 1'8 febbraio del 1983, in un'affettuosa dedica del Suo volume su Azione, diritti soggettivi, persone giuridiche, che serbo tra gli oggetti e i ricordi più cari. Nelle pagine che seguono la figura scientifica e l'importanza dell'opera di Riccardo Orestano viene illustrata da Massimo Brutti, che sulla cattedra romana della Sapienza ne fu l'immediato successore; così che il mio ricordo, affidato a queste poche notazioni che intendono avere solo il senso di una mera testimonianza, doverosamente si limita a rivedere a ritroso nel tempo e nella memoria, per trasmetterla alle generazioni future, la Sua figura di Professore, avendolo frequentato dai banchi della "Sapienza", all'epoca unica facoltà romana di giurisprudenza, dal 1978-1979, Suo ultimo anno di insegnamento del Diritto romano, fino alla Sua scomparsa. Noi studenti eravamo affascinati e quasi incantati sia dalla Sua straordinaria capacità didattica, nella quale la profondità di pensiero era tutt'uno con l'estrema chiarezza nel linguaggio; sia dal tratto gentile ed amabile, che da gentiluomo siciliano, pur nella fermezza del carattere, ne accompagnava sempre i modi ed il comportamento; sia dalla Sua particolare disponibilità ed empatia, che Gli consentiva di relazionarsi facilmente con il Suo interlocutore, chiunque egli fosse. Finita la lezione, Orestano saliva dall'aula terza della Facoltà di Giurisprudenza al piano dove all'epoca era situato l'Istituto di Diritto romano e di diritti dell'oriente mediterraneo e lì riceveva studenti e laureandi. Sempre pronto al colloquio con i Suoi interlocutori, ed affabile nella conversazione, si intratteneva nella discussione senza mai dare l'impressione di avere fretta o di essere infastidito dalla presenza o dalle insistenti richieste degli studenti o dei laureandi con i quali non interrompeva mai l'incontro fino a quando non era convinto che il Suo interlocutore fosse pienamente appagato nelle proprie richieste...» (Dalla Premessa di Enrico Gabrielli)

Responsabilità da reato degli enti....

Lattanzi G.
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

55,00 €
A vent'anni dall'entrata in vigore del d.lgs. n. 231 del 2001, la responsabilità da reato degli enti si è a pieno titolo accreditata come una tra le materie più complesse, mutevoli e di maggior interesse, sul versante dogmatico ed applicativo, per studiosi e operatori del diritto. Il volume offre una guida completa e aggiornata, attraverso l'analisi critica dei profili teorici e delle principali questioni interpretative poste dalla normativa 231. L'opera si segnala al contempo per una ragionata disamina degli orientamenti giurisprudenziali di merito e di legittimità in relazione alle tematiche considerate. Il volume si divide in tre Parti, rispettivamente dedicate alle origini della responsabilità da reato degli enti e alla ricostruzione del quadro comparatistico, ai principi generali e ai profili sostanziali della disciplina - destinatari, criteri di imputazione, modelli organizzativi, sanzioni -, nonché alla c.d. Parte speciale del decreto, avuto riguardo all'intero catalogo dei reati presupposto, aggiornato a tutte le ultime riforme del settore. Innovativa è la scelta di dedicare, in ciascun capitolo della Parte Terza del volume, ampio spazio all'analisi degli strumenti di compliance e alla costruzione dei modelli organizzativi, con indicazione delle principali aree di rischio e dei presidi preventivi rilevanti.

Teoria dell'istituto giuridico e...

Costa
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
«L'istituto giuridico è uno di quei concetti di cui può dirsi, ricalcando un celebre topos filosofico, essere noti ai giuristi fintanto che non si domandi loro di definirlo. E in effetti, difficilmente saprebbero formularne la nozione con un rigore degno della tradizione scientifica a cui appartengono. Questo è ancor più vero per quei settori della scienza giuridica in cui la figura dell'istituto non è quasi stata oggetto di riflessione esplicita. Tra questi va senz'altro annoverato il settore del diritto costituzionale. Dell'istituto giuridico si sono occupati principalmente romanisti, privatisti, storici del diritto e filosofi del diritto. Invero in ambito costituzionalistico non mancano studi di indiscusso valore sulla sistematica e sulla dogmatica. Ma la figura dell'istituto giuridico rimane in larga misura sullo sfondo e quasi indistinta rispetto alla più ampia riflessione sul sistema. Si tratta di una circostanza abbastanza curiosa. Una scienza che ha fatto della sistematicità uno dei sui tratti fondativi (ancorché, ad oggi, sia un tratto sempre meno esclusivo) sembra aver smarrito consapevolezza intorno all'elemento di base del sistema stesso. Questo dato appare difficilmente controvertibile. Sembrano invece tutte da approfondire le sue ragioni e le sue eventuali ricadute. Il problema non è solo teorico; né si tratta di rievocare questioni metodologiche dal sapore antico. Si tratta piuttosto di tentare di comprendere la condizione scientifica di una disciplina quale il diritto costituzionale in un momento in cui, ancora una volta, la marea sembra mutare...» (Dall'Introduzione)

Una forma di stato a regionalismo...

Violini
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

29,00 €
«Il percorso volto a dare attuazione al regionalismo differenziato, previsto all'art. 116, III comma della Costituzione, è stato contraddistinto da improvvise accelerazioni, seguite da battute d'arresto e da brusche inversioni di marcia dovute, oltre che all'endemica resistenza all'autoriduzione dei partiti politici e degli apparati amministrativi centrali, anche al rapido avvicendarsi dei diversi Governi insediati nei palazzi romani. Nel momento in cui si scrive, poi, un ulteriore elemento di criticità si è imposto con forza in un contesto già per sé intricato ed articolato: la pandemia provocata dalla diffusione del Covid-19. Essa ha accentuato la conflittualità tra i due livelli di governo già presente nella prassi quotidiana delle relazioni tra Stato e Regioni, tanto che da più parti si è giunti a mettere in dubbio non solo l'utilità di proseguire nel menzionato processo di differenziazione regionale ma addirittura l'opportunità stessa di mantenere in capo agli enti regionali funzioni, soprattutto in materia sanitaria, ad essi spettanti in base all'art. 117 della Costituzione...» (Dall'Introduzione)

Spazio pubblico per il fenomeno...

Fabbri
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

30,00 €
«Vorrei iniziare questo mio breve intervento di Introduzione al tema del Convegno "Spazio pubblico per il fenomeno religioso", con un ringraziamento a voi partecipanti che avete aderito alla proposta di ascoltare significativi interventi che ci aiuteranno a cogliere lo stato dell'arte della ricerca in questo settore e ci proporranno alcune riflessioni sulle questioni ancora aperte. Non posso non ringraziare i relatori i quali hanno dato immediata disponibilità nel fornire il proprio contributo ad un tema di strettissima attualità. La presenza di docenti di diverse discipline scientifiche, insieme ad alcuni rappresentanti della realtà religiosa, con l'apporto di tecnici del settore, permetteranno di allargare il campo di indagine e di avviare una interazione tra piani diversi, i quali interagendo tra loro creeranno un dialogo nuovo, ricco di spunti e di slanci, pur nell'imprescindibile solco giuridico, che rimarrà il sottofondo sul quale andremo a riflettere e dialogare. Infine un sincero ringraziamento al prof. Marco Cangiotti, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, che ci ospita in questo magnifico palazzo, sede della Fondazione, per lo svolgimento dei nostri lavori. Per quale motivo si è deciso di organizzare un Convegno dal tema "Spazio pubblico per il fenomeno religioso"? Le ragioni sono diverse e vedono l'interazione tra un interesse personale, legato alla ricerca, uno dipartimentale e una di sensibilità di cattedra. Non è la prima volta che l'Ateneo urbinate promuove momenti di incontro e di riflessione sulle questioni legate alle garanzie riconosciute dall'ordinamento alle minoranze religiose. Possiamo citare i seminari di studio che si tennero nel 1990 e nel 1993, dal titolo rispettivamente "Normativa e organizzazione delle minoranze confessionali in Italia" e "Principio pattizio e realtà religiose minoritarie", i quali assunsero un significato particolare per il periodo storico legato alla stipula delle intese per la regolamentazione dei rapporti con alcune confessioni, i cui atti sono stati pubblicati'...» (Alberto Fabbri)

Fondamenti di economia aziendale...

Modugno
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
Qual è la funzione della contabilità aziendale e come porta alla redazione del bilancio? Quali sono le informazioni che possono essere tratte dai documenti che lo compongono? Come si passa dal risultato dell'esercizio al reddito imponibile? Qual è il valore che può essere attribuito a un'azienda? Quali sono i fattori che determinano le condizioni di equilibrio finanziario, economico e patrimoniale? Come può essere rilevata per tempo la crisi dell'impresa? Sono domande che il giurista spesso si pone e le cui risposte vengono da una scienza che confina - ed anzi, in più punti si sovrappone - col diritto dell'impresa. Gli autori, di diversa formazione ed esperienza professionale, hanno voluto contribuire al non ricco panorama editoriale della manualistica dedicata all'esposizione dell'economia aziendale per i giuristi: il volume, nato per gli studenti dei corsi di laurea in giurisprudenza, affronta questi temi in termini semplici ma rigorosi e si propone perciò anche come utile supporto ai professionisti, che si trovano a operare nel campo in cui scienze giuridiche ed aziendalistiche si incontrano.

Dalla paura alla simpatia. Alla...

Cammarata
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
La paura è insieme "ciò che fonda il politico, ciò che muove la politica e ciò che la politica promette di rimuovere". La sua metamorfosi dà origine al politico come dimensione dell'agire umano in cui il diabolico si fa simbolico, generando il mondo e le sue istituzioni. Quando gran parte dell'umano viene consumato dalla paura, però, con essa rischia di venir meno anche la simpatia, l'altro motore e guida dell'agire politico, quell'illusione positiva che ci porta a "scambiar di posto con l'altro, con quel che l'altro prova e patisce", lasciando intravedere quel "luogo umano condiviso" nel quale i no di chi prende partito incontrano "i molti sì che ne fioriscono". Per questo "occorre che sempre torniamo a metter mano all'artificio, come il re di Corinto sempre di nuovo preme contro la potenza della pietra le sue mani sporche di terra. Per esistere e sussistere, il mondo ci chiede una metamorfosi ininterrotta della paura, una metamorfosi presidiata, difesa, sempre di nuovo ricostruita. Così impone la fragilità della nostra «creatura»". A partire da questa prospettiva teorica di Roberto Escobar, diversi studiosi a lui legati da un lungo e fecondo rapporto intellettuale hanno inteso omaggiare un esponente di rilievo della filosofia politica italiana, proseguendo insieme a lui il confronto e la ricerca sui fondamenti e le dinamiche della politica.

Elementi di diritto dell'impresa

Picardi Lucia
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Il volume intende offrire agli studenti interessati alle tematiche del diritto commerciale la possibilità di approfondire i profili più significativi della disciplina dell'impresa, rivisitata alla luce della più recente evoluzione normativa. Dopo avere analizzato la rilevanza giuridica della nozione d'impresa e i principali problemi ricostruttivi ad essa collegati, si esamina il tessuto normativo il cui centro di riferimento "sistematico" è l'attività imprenditoriale e si delineano le linee essenziali della disciplina delle società sotto il particolare angolo visuale della funzione di regolazione della responsabilità, della gestione e del finanziamento dell'esercizio di tale attività.

Il mercato della penalità

Paliero Carlo Enrico
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
La monografia offre un contributo innovativo al tema delle scelte di criminalizzazione e alla loro legittimazione, e si orienta verso la ricerca di un equilibrio razionale e ponderato tra sanzione criminale e reato, sul piano sia atomistico che sistemico. Collocandosi nel solco delle riflessioni dall'Autore già in precedenza dedicate alla scienza della legislazione penale, il lavoro adotta un approccio metodologico che, congedandosi dal mero tecnicismo giuridico, si giova del contributo epistemologico della sociologia e della scienza politico-criminale: strumenti indispensabili per integrare, nel discorso sulla 'penalità', la lettura della realtà sociale e delle sue istanze di tutela con il sistema di garanzie liberal-democratiche espresse dal nostro ordinamento costituzionale. In ultima istanza, lo studio è teso a individuare una formula - fruibile dal legislatore penale, ma anche dalla Corte costituzionale - che rilasci come risultato finale la 'giustizia', in termini di accettabilità sociale e istituzionale, delle incriminazione e delle entità di pena ad esse correlate.

Diritto dell'ambiente

Rossi G.
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

43,00 €
«L'operazione di aggiornamento dei contributi scientifici in materia ambientale è attività sempre più complessa. L'ormai nota, ed ancora non risolta, esuberanza e frammentarietà normativa del diritto dell'ambiente è ancor più accelerata negli ultimi anni dagli effetti dell'integrazione delle politiche ambientali negli altri ambiti dell'azione dell'Unione Europea e degli Stati. Il processo di integrazione è, infatti, in una fase di evoluzione molto avanzata, tanto da lasciar intravvedere, come descritto nelle pagine che seguono, l'inizio di una nuova fase in cui si supera il concetto di sviluppo sostenibile per riconoscere la tutela ambientale stessa come motore dello sviluppo. Sono questi i giorni del Green Deal, del Next Generation EU e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Tutti questi importanti atti di pianificazione e programmazione pongono in cima alla scala di priorità il perseguimento delle finalità di tutela ambientale. Quest'ultima è indicata non solo quale obiettivo, ma soprattutto quale fattore determinante per attraversare la crisi economica e sociale determinata dalla pandemia da Covid-19. Quando questa pubblicazione era già in bozze è stato istituito il Ministero della Transizione Ecologica, che evolve il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, assumendo importanti funzioni in materia energetica. In questa quinta edizione si tiene, quindi, conto delle dinamiche in corso, e, senza modificare l'impostazione di fondo del testo, che muove da un approccio pubblicistico ai temi trattati, presenta contributi arricchiti, anche sulla base dell'esperienza didattica ormai più che decennale, e un contributo nuovo (di O. Hagi Kassim sulle valutazioni ambientali). Il gruppo di autori si è arricchito anch'esso, accogliendo Marzia De Donno e Clara Napolitano. Gli aggiornamenti non potevano non riguardare i più rilevanti interventi del legislatore italiano ed europeo...» (Dalla Premessa). Aggiornamento a cura di Andrea Farì.

Le nuove frontiere del diritto...

Grillone Alessandro
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

30,00 €
«Il saggio monografico di Alessandro Grillone, allievo della Scuola romanistica pisana, costituisce un'ulteriore testimonianza, qualora ve ne fosse ancora bisogno, dell'importanza, negli studi giuridici, anche di diritto positivo, della prospettiva storica e, nello stesso tempo, della necessità di condurre l'indagine storica del diritto attraverso una continua comparazione con il presente. Come è noto, tanto da costituire parametro di valutazione nelle abilitazioni all'insegnamento, la comparazione con gli altri ordinamenti, particolarmente dell'Unione europea, costituisce elemento centrale della ricerca di diritto positivo. Il presente contributo dimostra come anche la comparazione storica debba avere la stessa centralità, nonostante il rilievo troppo spesso sottovalutato nella valutazione scientifica. In fondo il diritto è una stratificazione storica che la norma di diritto positivo rappresenta e nella quale, attraverso una complessa e consapevole indagine, è possibile, come nella ricerca scientifica degli strati archeologici, ricavarne le ragioni profonde e quindi la stessa ratio. È solo così possibile capire che il diritto fallimentare, oggi si direbbe, in attesa dell'entrata in vigore del nuovo codice, il diritto della crisi dell'impresa e dell'insolvenza, non ha matrice storica - come superficialmente si potrebbe pensare - nell'epoca delle grandi codificazioni illuministiche e del libero mercato. Già con lo studio, Per la storia del fallimento nelle legislazioni italiane dell'età intermedia, del 1964, dí Umberto Santarelli, anch'egli Maestro di storia del diritto dell'Università di Pisa, si era consolidata la tesi delle radici medioevali del diritto fallimentare; con lo studio di Alessandro Grillone si scopre una significativa affinità anche con il diritto romano: particolarmente nella edizione che contraddistingue il presente, ove le esecuzioni collettive si pongono come alternative a quelle individuali, non assorbite più soltanto in alcune fattispecie esclusive, che hanno al centro l'imprenditore commerciale, grazie all'estensione soggettiva dovuta all'apertura verso il debitore civile e il consumatore, e si rivelano le fortissime affinità del diritto storico anche in relazione al presupposto oggettivo, come íl rilievo di fatti presupposti, oggi meno attuali, quali la fuga dell'imprenditore...» (Dalla Prefazione di Claudio Cecchella)

Corte costituzionale e parere della...

Albanesi Enrico
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

30,00 €
La monografia "Corte costituzionale e parere della Corte EDU tra questioni di principio e concretezza del giudizio costituzionale" esamina le ricadute di diritto costituzionale dell'eventuale ratifica da parte dell'Italia del Protocollo n. 16 alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU). Il Protocollo, che disciplina il parere che le più alte giurisdizioni potranno chiedere alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, costituirà un istituto essenziale nell'ottica del dialogo tra le Corti in Europa. La prospettiva di ricerca è quella della Corte costituzionale e l'intento quello di confutare gli argomenti giuridici contrari alla ratifica. L'opera "Corte costituzionale e parere della Corte EDU tra questioni di principio e concretezza del giudizio costituzionale" costituisce una lettura utile per studiosi di diritto costituzionale e studenti universitari che intendano approfondire un tema così controverso nel dibattito costituzionalistico e politico.

History & law encounters. Lezioni...

Sciumè A.
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Questo volume è la materializzazione della prima edizione degli History&Law Encounters, un progetto didattico e scientifico avviato dai corsi di Storia del diritto presso l'Università di Brescia nella primavera del 2019, con l'intento di proporre anzitutto agli studenti elementi per discernere la fisionomia del `giurista' in avvio del loro percorso di studi. L'apporto dei sei autori (fra giuristi e storici del diritto) interpellati per attuare tale progetto si è tradotto in una ricca polifonia di voci e di prospettive che, passando attraverso l'immediatezza delle lezioni e del dinamico confronto in aula, trova ora, in queste dense pagine, l'occasione di una condivisione ancor più ampia. Con l'intento di 'provocare' dimensioni poco esplorate dal giurista, attingendo al metodo critico proprio dello storico, le proposte d'analisi (e indagine) accolte in questo volume spaziano dalle radici dell'Europa alla stregoneria nel contesto subsahariano, dal costituzionalismo inglese alla Carta del Carnaro, dal contratto nel pensiero della Scuola di Salamanca alla dottrina internazionalistica fra Sette e Novecento. Non un percorso, dunque, ma coordinate che identificano problemi, temi e domande entro un ampio quadrante spazio-temporale.

Figure del diritto penale. Il...

Licci Giorgio
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

60,00 €
«Prima ancora di essere parziale e selettiva per esigenze di sintesi, questa opera è parziale e selettiva perché dedicata al sistema penale italiano, cioè ad una species di un più ampio genus: è noto, infatti, come nel mondo accademico, molti libri enfaticamente denominati: "diritto penale", o "manuale di diritto penale", sottintendano cripticamente il predicato: 'italiano' (oppure tedesco, francese etc. ...). Circoscritti i confini del lavoro relativamente al suo oggetto, è bene formulare un breve cenno anche al profilo diacronico: con questa edizione, giunge a compimento un itinerario iniziato nel 2008. Il disegno originario dell'opera prevedeva di tracciare, in termini di massima sintesi, i lineamenti del sistema penale italiano, identificandone le categorie ordinanti ed emancipando il quadro di insieme dalla presupposizione, diffusa nella manualistica contemporanea, che l'ordinamento giuridico presenti una struttura monolitica. In questo contesto, si collocava, sin dall'inizio la presa d'atto che l'ordinamento italiano non è un sistema compatto, bensì un sistema connotato da una tendenziale dissociazione delle sue principali macrocomponenti (legale, dottrinaria, giurisprudenziale), dalla cui competizione emergono almeno tre sottosistemi coesistenti e, talora, in reciproco conflitto. Il diffuso tentativo di presentare un ordinamento giuridico come un sistema monolitico e coerente genera, infatti, illusioni ottiche, destinate a cadere sotto le smentite della realtà e ad occultare come ogni sistema normativo consista in un ordine astratto, dove le pretese del costruttivismo razionalistico sono continuamente poste in crisi dalla dinamica teleologica che connota il mondo della produzione giuridica...» (Dalla Premessa)

Protagonisti dei cambiamenti...

Sabbadin
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

23,00 €
Il libro accompagna il lettore nella realizzazione di un inedito e intrigante viaggio attraverso le principali teorie manageriali dell'ultimo secolo. Dai modelli tayloristi e fordisti dell'impresa industriale, passando per il service management, fino ad arrivare alle strategie competitive e all'innovazione del business model nell'era digitale della New Economy. Un testo, quello del Professor Edoardo Sabbadin, che fornisce una visione d'insieme della letteratura di management, dai suoi albori ai giorni nostri, che non si limita alla review degli studi e dei modelli teorici. Infatti, l'autore ha sapientemente arricchito il percorso teorico con casi ed esperienze aziendali, che hanno rappresentato vere e proprie 'pietre miliari' nell'applicazione nel business dei modelli manageriali approfonditi nei vari capitoli. (Sandro Castaldo)

Da incapaci a disabili. Minorati...

Del Bagno
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

22,00 €
«"I diritti dell'uomo, per fondamentali che siano, sono diritti storici, cioè nati in certe circostanze, contrassegnate da lotte per la difesa di nuove libertà contro vecchi poteri, gradualmente, non tutti in una volta e non una volta per sempre". Questa riflessione che Norberto Bobbio ha elaborato, con riferimento alle guerre di religione di età moderna ed allo snodarsi del rapporto Stato-cittadini, suscita suggestioni e spunti di metodo che si prestano a valicare il proprio confine spazio-temporale e ad estendersi ad un'analisi che osservi diacronicamente l'atteggiarsi della società e dell'ordinamento al cospetto delle 'disabilità' e dei loro universi. Su tali quaestiones l'uso del plurale appare doveroso, per almeno tre ragioni. È sollecitato innanzitutto dal tema generale in cui si inscrive questo volume, considerando che "i disabili non costituiscono un gruppo omoge-neo" e che un macrocontenitore capace di comprenderne tutte le tipologie e varianti non è mai esistito, se non in alcune circostanze per praticare in blocco esclusioni giuridiche e sociali. La forma grammaticale scaturisce dal volto sfaccettato e composito del raccordo tra salute, fattori personali e ambiente, ma anche dall'oggetto specifico, di per sé duplice e non omogeneo, che mira a far luce sulla distinta condizione dei minorati dell'udito e dei soggetti privi di vista. In ultimo è dettata dalla complessità delle problematiche e delle esperienze impattanti sulla sfera del jus che, attraversando concezioni, regole e prassi in costante svolgimento, le ha recepite o forgiate...» (Dalla Premessa)

La digitalizzazione delle imprese....

Guerrieri
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

22,00 €
L'avvento della Quarta Rivoluzione Industriale e di Industria 4.0 ha inciso in misura differente sui sistemi produttivi dell'Europa e dell'Italia. Industria 4.0 si fonda sull'adozione di tecnologie intelligenti e digitalizzazione dei processi. Un processo innovativo e digitale che crei valore presuppone una stretta cooperazione tra agenti che hanno una condivisione reciproca delle risorse e dei rischi. Le tecnologie digitali creano nuove figure professionali, riorganizzano i rapporti e i contratti e producono e catturano valore. Sorgono, tuttavia, una serie di problemi tra i quali emergono la protezione sociale, i diritti dei lavoratori online, e la sostenibilità dei costi necessari per l'istruzione e la formazione digitale. Questo volume descrive e analizza il potenziale impatto della Quarta Rivoluzione Industriale sull'economia, sulle imprese, sulla società e sugli individui. L'obiettivo è di offrire un'analisi di come e quanto la digitalizzazione e l'innovazione pervadono i diversi settori dell'economia e di quella italiana in particolare, in cui il fattore istituzionale ha ancora un forte peso. Dai lavori emerge una diffusa percezione del nuovo paradigma correlato alla Quarta Rivoluzione Industriale come assolutamente nuovo e rivoluzionario rispetto alle realtà produttive e socio-economiche conosciute.