Calcio

Filtri attivi

All'ombra dei giganti. La fabbrica del pallone,...

Accossato Paolo
Bradipolibri - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
Il pallone che rotola sui campi dilettantistici e di settore giovanile di Torino e della prima cintura definisce i contorni di una città che cambia e si rinnova nell'urbanistica, negli usi e costumi. All'ombra di Torino e Juventus migliaia di ragazzi hanno giocato a calcio nei sodalizi sotto la Mole. Hanno imparato tanto, anche a vivere grazie a un calcio in cui i genitori non erano procuratori e che oggi, forse, non c'è più. Storie di spogliatoio, di campi abbandonati e ricostruiti, di società sparite e risorte, di presidenti appassionati e dirigenti tuttofare, di bambini diventati campioni e di promesse perdute e giovani talenti scovati mentre giocavano al parco o all'oratorio. Il Barcanova e la Coppa Primavera, le imprese del Victoria Ivest, la fucina di talenti del Vanchiglia e del Venaria, i derby tra Bacigalupo e Pertusa ma anche le sfide dei sodalizi emergenti della prima cintura che iniziano a gareggiare con quelli della città. Storie di quartieri e rioni che hanno ospitato quelle vicende e che in un certo senso le hanno rese possibili inquadrando nel tessuto sociale di una Torino in continua crescita i club di calcio giovanile, espressione di una società che si trasforma.

Il manuale del subbuteo. DVD

Deleonardis Nicola; Nosari Pierr
FAG - 2019

Disponibilità Immediata

29,90 €
Tra i giochi più amati degli anni '70 e '80, il Subbuteo ha ripreso ad attirare giocatori vecchi e nuovi grazie agli ex bambini degli anni del boom, che hanno dato vita al movimento del Calcio da Tavolo, hanno fondato la comunità Old Subbuteo e hanno trasmesso la loro grande passione a figli e nipoti, fino a convincere l.industria del giocattolo a rimettere il Subbuteo in produzione. Scritto da un preparatissimo "oldsubbuteista" con il contributo di altri grandi appassionati, Il Manuale del Subbuteo è ricco di spunti e curiosità per approfondire tutti gli aspetti del gioco, dalla preparazione del campo alla pittura degli omini, dai regolamenti alle tattiche di gioco, dai club e i migliori siti web alle nozioni di base per il collezionismo, il tutto spiegato con semplicità e chiarezza e corredato da tante immagini a colori. Il documentario "cult" Subbuteopia (del regista Pierr Nosari), allegato al volume, esplora i luoghi, i sentimenti e le utopie che gravitano intorno al panno verde del Subbuteo, svelando storie affascinanti come il dito "assicurato" a suon di sterline dell'italiano Andrea Piccaluga, Campione del Mondo Juniores nel 1978, o il campo da gioco Stadium of Fingers dell'inglese Stephen Moreton, popolato da oltre 10.000 spettatori dipinti a mano.

Storia popolare del calcio

Correia Mickael
LEG Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

26,00 €
Pur tra molti aspetti controversi, il calcio continua a suscitare un incredibile entusiasmo popolare. Unisce ogni giorno milioni di giocatori e giocatrici che si danno alle gioie del pallone. Organizzato in società di quartiere o di paese o improvvisato sull'asfalto delle città e sui terreni di campagna, "colpire il cuoio" è un'esperienza quasi universale. Ed è proprio all'altro calcio, il meno mediatico, che si interessa quest'opera. Al contrario delle critiche radicali a questo sport, che descrivono senza mezzi termini il calcio come un nuovo "oppio del popolo" e guardano con superiorità i milioni di appassionati considerati una massa indistinta di alienati, questo libro invita alla scoperta di ciò che c'è di sovversivo nel calcio e di tutti coloro che ne hanno fatto un mezzo di emancipazione. Durante la storia e nei quattro angoli del mondo, il calcio è in effetti stato il crogiolo di resistenze all'ordine stabilito, patronale, coloniale, dittatoriale, patriarcale o tutti insieme. Ha anche fatto emergere nuovi modi di lottare, divertirsi, comunicare: in breve, di esistere. Viene dunque esplorato questo immenso campo di lotta che è il "pianeta calcio", da Manchester a Buenos Aires, da Dakar a Istanbul, da San Paolo al Cairo, da Torino a Gaza... Con una forza sinuosa e frammentaria, questa storia popolare del pallone passa anche la parola ai protagonisti dell'epopea, nelle tribune del Barça sotto il giogo del franchismo cosi come sui campi sudafricani durante il periodo oscuro dell'apartheid, nelle società operaie francesi nel periodo tra le due guerre, ma anche nelle comunità zapatiste del Chiapas negli anni 2000. Prefazione di Bruno Pizzul.

Andrea Belotti il gallo. Il bomber che viene...

Turco Fabrizio
Bradipolibri - 2019

Disponibilità Immediata

13,00 €
"Grinta, cuore, coraggio, generosità. Ma, soprattutto, un grandissimo senso del gol. Elencate le caratteristiche, è facile capire che si sta parlando di Andrea Belotti. Uno dei più forti attaccanti della serie A. Quando vedi giocare Andrea trovi un vero... Toro, ma con la faccia pulita di un bambino. Ad Andrea dispiace perdere anche nelle partitelle di allenamento, lui non si risparmia mai. E se aumenti i carichi di lavoro, non dice mai di no. Mai una smorfia. Mai un atteggiamento sbagliato. Belotti è un trascinatore, per questo i tifosi del Toro lo amano tanto. Perché vedono in lui il DNA del club. A chi somiglia? Ha qualità sparse che possono ricordare il grande Ciccio Graziani, ma anche altri bomber molto fisici come Casiraghi e Vieri. Però ha anche la zampata vincente e il senso del gol di volpi d'area di rigore come Inzaghi o Montella. La progressione di giocatori degli anni Ottanta come Schachner o Elkjaer. Ho fatto nomi di tanti calciatori del passato perché il Gallo sembra un giocatore di altri tempi. Con valori di altri tempi. È un ragazzo di oggi, ma fa pensare a un calcio fatto non di selfie ma di campipesanti, maglie sudate, muscoli forti". Dalla Prefazione di Sinisa Mihajlovic

Calcio e martello. Storie e uomini del calcio...

Belli Fabio; Piccinelli Marco
Rogas - 2019

Disponibilità Immediata

10,90 €
«Il Socialismo, immaginato, immaginario, reale e il gioco del calcio. Con i suoi perdenti di successo e i campioni, magari annegati nelle loro debolezze o nell'ineluttabilità della dittatura del proletariato. La povertà dei mezzi e l'innegabile splendore dei fini. Il Patto di Varsavia e le sue propaggini legate al Comecon hanno regalato alla generazione della guerra fredda emozioni violente e storie da tramandare, tra ingenuità di regime e talento infinito. L'Ungheria di Puskas, la Polonia di Lato, l'Urss di Lev Yashin, ma anche Sparwasser, Sollier e la Democracia Corinthiana, perché l'internazionalismo regnava sovrano dove meno te lo aspettavi. Fabio Belli e Marco Piccinelli in queste pagine ci raccontano emancipazioni proletarie solo sfiorate, ma che per decenni hanno fatto sognare milioni di persone, sia a est che a ovest della cortina di ferro.» (dalla prefazione di Max Collini)

Hellas Verona story. Emozioni gialloblu dal...

Alverà Diego
Edizioni della Sera - 2019

Disponibilità Immediata

16,90 €
Cosa si nasconde dietro la storia di una squadra così amata come l'Hellas Verona? Cosa fa dei colori gialloblu una vera e propria fede, l'orgoglio e il simbolo di un'intera città? Probabilmente le decine di storie "piccole che stanno dentro una narrazione più grande, quella delle persone che, nella lunga corsa dell'Hellas Verona, dal 1903 ai nostri giorni, hanno contribuito non solo a imprese ma anche ad un racconto unico e memorabile, umano e sportivo. "Hellas Verona Story" offre una galleria non solo dei tanti avvenimenti che hanno segnato più di un secolo di storia gialloblu ma anche di molti suoi protagonisti: da Luca Toni a Damiano Tommasi, da mister Bagnoli ai ragazzi dello Scudetto, da Pietro Fanna a Gianfranco Zigoni, da Saverio Garonzi alle magie della "fatal Verona". Partita dopo partita, gol dopo gol, il rotolare della palla accompagna così le origini e la crescita del club a partire da anni lontani, quando il calcio era ancora uno sport tutto da inventare.

La prima B. La storica promozione in cadetteria...

Bertolotto Alberto
Alba Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

10,00 €
Al termine di un campionato di serie C praticamente dominato, per la prima volta nella sua storia il Pordenone Calcio ha conquistato la promozione in serie B. Il racconto della fantastica stagione sportiva fino alla festa che, attorno alla squadra di calcio allenata da Attilio Tesser, ha unito una città e una provincia.

Un mondo senza Totti

Acitelli Fernando
Ponte Sisto - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
Un mondo senza Totti è la narrazione d'un congedo definitivo dal calcio giocato. È il dopo che ci scuote e ci fa tornare alla realtà togliendoci da quel favorevole affresco calcistico che ci sollevava dal faticoso quotidiano. La narrazione è un modo per attenuare il dolore e per non dimenticare quell'universo fantastico che Totti ci ha donato. E comunque è la constatazione che la "favola bella" finisce per tutti, eroi e figure minori. La partita d'addio concepita per Totti si distende su trenta sfide, una per sera. Ad esse partecipano tutti coloro che hanno indossato la maglia giallorossa e, per chi non è più tra noi, ecco i discendenti, recuperati in sublimi ritagli di mondo. I superstiti in età scendono in campo per testimoniare la loro già antica militanza e ognuno, discendente o vecchia gloria, dialogherà con Totti e s'accorgerà di cosa avviene al pallone dopo il tocco del fuoriclasse. È il Trionfo di Totti, ovviamente, ma è anche un affresco sulla Memoria e Totti è un po' il catalizzatore di esistenze, di nomi lontani, dispersi, ascoltati un tempo al primo campo della Roma, il Motovelodromo Appio, e poi a Campo Testaccio, allo Stadio Flaminio, fino all'anfiteatro Olimpico.

Yo soy un pajaro. Io sono un falco

Marasca Tina; Aruta Sossio
Graus Editore - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Raccontarsi agli altri è difficile, perché farlo, in fondo, è come dare un permesso: il permesso di scoprirsi, di incuriosire e di mostrare le reali debolezze. Raccontarsi è dare spazio, è aprire la porta alla persona concreta che si è, correndo soprattutto il rischio di non essere capiti ed essere giudicati, e in particolare, per un uomo "sotto ai riflettori", quello di deludere e tradire il personaggio televisivo che il successo e la fama hanno delineato. Ma proprio per questa ragione, Sossio Aruta ha sentito il desiderio e ha avuto il coraggio di svestirsi dai panni di "campione" per dimostrare e mostrare che, al di là di ogni rete gonfiata, c'è: un figlio, un padre, un fratello, un amante innamorato e tradito, un amico, un uomo deluso, ma ancora pieno di entusiasmo e fiducia nella vita. Attraverso la penna di Tina Marasca, emerge la storia del ragazzo nato a Castellammare di Stabia e della sua passione per il calcio, che gli ha regalato giorni di gloria e ferite; è la storia dell'uomo che, tra cadute e ricadute, nutre la sincera speranza di lasciare, con queste pagine, la traccia delle sue mille sfaccettature.

A ritmo di polska

Bertolotto Alberto
Alba Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
La storia della nazionale di calcio della Polonia che vinse le Olimpiadi del 1972 e si classificò terza ai campionati del mondo del 1974.

Gli immortali del grande Torino e i ragazzi

Pennino Roberto; Magliani M. (cur.); Pieranni F. (cur.)
Bradipolibri - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Questo libro descrive ascesa e caduta di una leggenda del calcio che solo il destino è riuscito a fermare. Il 4 maggio 1949 un aereo si schianta contro il colle di Superga. Non ci sono superstiti. Perdono la vita le stelle del Torino, i tecnici, tre giornalisti e l'intero equpiaggio del G 212 I-Elce, di ritorno da una partita amichevole contro il Benfica di Lisbona. Muore il Grande Torino, spazzato via in un solo colpo dalla faccia della terra, nella più spaventosa tragedia aerea mai avvenuta nella storia del calcio italiano e, forse, in tutta la storia dello sport. L'autore racconta la storia di quella mitica squadra partendo proprio dal punto in cui altri libri si fermano. Dopo i funerali ci sono ancora quattro partite di campionato da disputare. La squadra giovanile deve farsene carico: sono adolescenti emotivamente a pezzi, che hanno appena perso i loro eroi e che, tuttavia, devono dare il meglio di se stessi. Ricco di testimonianze dirette, questo libro è il risultato di minuziose ricerche, letture, confronti e tante conversazioni. A ribadire ancora una volta come il destino non abbia influenzato solo i diretti interessati, ma intere generazioni.

Io sono El Diego

Maradona Diego A.
Fandango Libri - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €

Una vita in contropiede

Agroppi Aldo
Cairo - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Torna Aldo Agroppi ed entra ancora una volta a gamba tesa nel mondo del calcio moderno. In questi frammenti un po' autobiografici e un po' (tanto) provocatori, l'autore non si limita a esprimere in assoluta libertà la sua franca antipatia per i divi del football di oggi, o a rievocare con nostalgia campioni e uomini veri dello stampo di Lido Vieri, di Scirea, di Valcareggi e Fabbri, ma spazia con la sua penna al vetriolo anche su temi caldi della società odierna (politici e sociali) e ci regala squarci di umana empatia attraverso il racconto, sempre improntato sulla schiettezza, della sua vita di uomo e di professionista del pallone senza peli sulla lingua.

Non chiamatemi Bubu

Evani Chicco; Granata Lucilla
Mondadori Electa - 2019

Disponibilità Immediata

17,90 €

Mi chiamano Messi

Messori Francesco; Becchi Elena
Compagnia Editoriale Aliberti - 2019

Disponibilità Immediata

16,00 €
Francesco ha diciannove anni e gioca a calcio come i ragazzi della sua età. Ma lui ha una gamba sola. Questa è la straordinaria autobiografia del centravanti della Nazionale Italiana di Calcio Amputati, Francesco Messori. Lui non ha davvero niente da invidiare ad altri famosi "Francesco" del mondo del calcio. Non ha avuto certo meno tenacia, forza di volontà, coraggio e capacità di soffrire. La sua vita è un esempio che merita di essere conosciuto da tutti noi, soprattutto da quelli che troppo spesso liquidano i giovani di oggi come "bamboccioni". Francesco è uno di loro, un ragazzo come gli altri. Il suo handicap fisico, in fondo, è per lui un "particolare". Che non gli ha impedito di coltivare e di realizzare il sogno che aveva e che sembrava assurdo per uno come lui: giocare a calcio. E arrivare in Nazionale.

Il guerriero

Bagni Salvatore; Senatore Ignazio
Absolutely Free - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
L'autobiografia di un giocatore irruento, un uomo di carattere che ha scritto pagine importanti nella storia del nostro calcio. Rivelazioni e retroscena. I dubbi e le ansie degli inizi a Carpi, l'exploit a Perugia, l'avventura all'Inter, l'approdo a Napoli con la conquista dello scudetto e la felicità di giocare accanto al Fenomeno,il finale di carriera ad Avellino. Salvatore Bagni racconta la sua vita di uomo contro, sempre disposto a metterci la faccia, a entrare duro e deciso sia che si tratti di un contrasto di gioco che di un problema quotidiano. L'amicizia con Diego Armando Maradona, le magie del fuoriclasse argentino. I retroscena di un calcio che riusciva ancora a divertire. I rapporti con gli allenatori. Il gelo con Ottavio Bianchi, il calore umano di Rino Marchesi. I rapporti difficili con Hansi Muller, lo scontro con Sandro Mazzola. Il giallo di un gol senza celebrazione. Le amicizie che si sono protratte nel tempo. Le tragedie familiari di un'esistenza difficile. E poi,ancora calcio. I gol fatti e quelli sbagliati di un guerriero che non si risparmiava mai. Storie di un recente passato, ma anche grande attenzione al presente e uno sguardo lanciato verso il futuro.

Obsesión por la Copa Libertadores. La storia...

Paliotto Vincenzo
Gianluca Iuorio Urbone Publishing - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
La Copa Libertadores è un qualcosa di molto simile e vicino ad un viaggio emozionale nel cuore dell' America Latina. Una lunga serie di accadimenti eccezionali, aneddoti, una pura commistione calcistica e spirituale per andare alla conquista del trofeo più ambito di un continente, dove il calcio è una religione o qualcosa di più. Una storia di trionfi, di campioni, di vittorie spesso impossibili, ma anche di cocenti delusioni, di intemperanze spesso feroci sia in campo che sugli spalti. Una historia della Copa Libertadores de America da vivere intensamente e forse in qualche modo da raccontare.

Gli svizzeri, pionieri del football italiano...

Prati Massimo
Gianluca Iuorio Urbone Publishing - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
La nascita del calcio in Italia è tradizionalmente associata all'Inghilterra, in virtù del fatto che, alla fine dell'Ottocento, gli inglesi furono i primi fondatori dei 'Football and Cricket Club' di Torino, Genova e Milano. In realtà, il periodo degli albori del calcio è caratterizzato anche dalla presenza di una seconda comunità di stranieri: quella elvetica. Svizzeri furono infatti i primi presidenti sotto la direzione dei quali Genoa e Juventus vinsero i loro primi titoli nazionali. Inoltre, cittadini svizzeri si trovavano anche tra i fondatori di Milan, Torino e Inter. Nel caso di queste due ultime squadre va poi sottolineato che la presenza elvetica fu decisamente consistente. La prima formazione dell'Inter, per esempio, schierava otto svizzeri al proprio interno. Ma altre squadre della nostra penisola annoverano giocatori o dirigenti elvetici tra i propri fondatori. I primi esempi che vengono in mente sono quelli di Bologna, Bari e Spezia. D'altra parte, il ruolo svolto da questa comunità straniera, nella diffusione del football in Italia non deve stupire, anche perché, dopo l'Inghilterra, la Svizzera è stata una delle prime nazioni in cui si è giocato a calcio.

Speranze, successi e miserie del calcio...

Seguiti Franco
Progetto Cultura - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Questo libro racconta il calcio dall'ottica di chi il calcio lo ha vissuto dal di dentro, come dirigente del G. S. OMI: una delle maggiori realtà del panorama sportivo nazionale. Il racconto, che abbraccia quasi mezzo secolo, segue le storie dei pochi che ce l'hanno fatta - come De Sisti, Conti, Della Martira, Di Bartolomei, Iacovone, Nobile - dei tanti che hanno soltanto assaporato il successo e dei più rimasti per sempre ai margini del professionismo. Storie di calciatori, ma anche di dirigenti,allenatori, giornalisti, presidenti, arbitri, procuratori e faccendieri - noti e meno noti - che non sempre hanno onorato i valori di lealtà e correttezza dello sport e che, privilegiando gli interessi personali, hanno lentamente provocato il disfacimento del calcio dilettantistico e, come recita anche il titolo del libro, non solo...

Vivere da osservatori calcistici. Esperienze e...

Borri Marco
Calzetti Mariucci - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Un'opportunità di lettura che raccoglie anche i contributi di esperti osservatori calcistici, dedicata a tutti gli amanti dello sport più seguito al mondo, ai giovani calciatori e alle loro famiglie, e rivolta in particolare a coloro che desiderano intraprendere la carriera di osservatore. Si tratta di un racconto appassionato del mondo dei talent scout, dal quale trapelano i dettagli di vita vissuta sul campo dai protagonisti, gli aspetti umani e alcuni consigli e tecnicismi della professione. Il lettore viene proiettato, attraverso le interviste agli addetti ai lavori, ai bordi dei campi di calcio, sulle tribune e, idealmente, davanti a un monitor per i più tecnologici, in questo excursus nell'affascinante mondo degli osservatori, impegnati nella ricerca dei campioni del domani. Una testimonianza aderente alla realtà e che connota i tratti salienti di questo antico e allo stesso tempo attualissimo mestiere, completata da una panoramica sul ruolo in Italia.

Una vita in campo

Mazzone Carlo; Franzelli Marco; Scarnati Donatella
Baldini + Castoldi - 2019

Disponibilità Immediata

16,00 €
Non capita a tutti di avere una passione che stravolge la vita. E solo a pochi è consentito di trasformarla in una professione. Carlo Mazzone è uno di questi privilegiati. Per la prima volta, dall'alto dei suoi quarant'anni di panchina, il decano degli allenatori rivela tutto quello che avreste voluto sapere sul calcio. Quale clausola pretese Roberto Baggio quando firmò il contratto con il Brescia? Come reagì il giovanissimo Francesco Totti quando seppe che avrebbe esordito come titolare con la maglia della sua Roma? Cosa accadde negli spogliatoi prima di Perugia-Juventus, posticipata per un nubifragio e decisiva per lo scudetto del 2000? Che cosa disse al telefono Guardiola, l'allenatore del Barcellona, poche ore prima della finale di Champions League vinta contro il Manchester United? Tutti i retroscena, i segreti e le curiosità, le sconfitte e le vittorie del calcio italiano e dei suoi protagonisti raccontati in prima persona. Prefazione di Francesco Totti.

Diego. Una biografia di Diego Armando Maradona

Castaldi Paolo
Becco Giallo - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
L'infanzia polverosa di Villa Fiorito, gli approdi all'Argentinos e al Boca nel calcio che conta, la Mano de Dios che beffa Shilton in mondovisione, il gol più bello della storia contro gli inglesi ai mondiali del Messico, la telecronaca in forma di poesia di Victor Hugo Morales a descriverne le impareggiabili gesta, la presentazione allo stadio San Paolo gremito e festante, gli scudetti conquistati a Napoli contro le grandi potenze del calcio italiano, i festeggiamenti di una città risorta, le cadute verticali e le risalite impossibili. Diego Armando Maradona. Undici pennellate d'autore, dipinte di azzurro.

Preferisco la coppa. Vita, partite e miracoli...

Ancelotti Carlo; Alciato Alessandro
Baldini + Castoldi - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Carlo Ancelotti, uno dei grandi protagonisti del calcio italiano, racconta la sua vita con la schiettezza e lo spirito pungente che derivano dalle sue origini contadine. «Uno su mille ce la fa», e lui è quell'uno. Centrocampista forse un po' lento, ma caparbio e con una lucida visione di gioco, ha avuto due grandi maestri, uno agli antipodi dell'altro: Liedholm e Sacchi. Da lì, la vocazione irresistibile a fare l'allenatore. Attenendosi semplicemente ai risultati, Carletto da Reggiolo ha vinto tutto. Eppure, la sua carriera sembra un percorso avventuroso, scandito da delusioni e gioie regalate dai suoi ragazzi - fra i tanti, Zizou, il più grande, «cometa discesa dal cielo», Kakà «il secondo più forte che io abbia mai allenato, di sicuro il più intelligente» o Ronaldo «se solo si fosse impegnato un po' di più...» - dal mantra del Presidente Berlusconi «Voglio vincere tutto e voglio divertire», nonché da inebrianti trionfi ma anche da clamorose sconfitte. Arrivato a sessant'anni, Carletto tira le somme di una vita e di una prima parte di carriera leggendarie, che ora, dopo la gloria da ambasciatore del calcio italiano all'estero, lo ha riportato in Italia, nella squadra che negli ultimi anni ha simboleggiato la «resistenza» allo strapotere juventino, il Napoli, per continuare a divertirsi e a divertirci. Senza smettere di alzare il suo famoso sopracciglio, e qualche altro trofeo...

Doppio superlativo. Massimo Migliore, detto...

Pascale Andrea
Araba Fenice - 2019

Disponibilità Immediata

13,00 €
Un racconto di fantasia che vuole portare ai ragazzi, e a chi la vuole ricordare o conoscere, la vera storia di Massimo Migliore, i suoi vissuti e la sua esperienza di giocatore di calcio e di uomo. Un riassunto del suo spirito e dei suoi valori visto da chi lo ha seguito e supportato nell'ultima fase della sua esistenza. Un libro per i giovani calciatori e per i papà che credono in loro. Un inno all'amicizia, al gioco di squadra, alla vita.

Spezia 1944. Lo scudetto dei pompieri

Calzia Fabrizio
Galata - 2019

Disponibilità Immediata

10,00 €
1944: l'Italia è in guerra e spezzata in due ma il campionato di calcio non si ferma. La Federazione indice ufficialmente il torneo, il girone unico è una chimera, partecipano solo le squadre delle città disgraziatamente al di qua della linea gotica. Diversi accorgimenti e stratagemmi fanno sì che i calciatori non finiscano al fronte: il Torino diventa Fiat, i suoi giocatori assunti dall'azienda "di stato"; lo Spezia diventa una squadra di pompieri, i suoi ragazzi vengono imprestati (e arruolati) al 42° Corpo dei Vigili del Fuoco della città devastata dalle bombe. Per gli atleti spezzini inizia un'odissea che avrà un finale dolceamaro: i pompieri-calciatori affrontano per le trasferte emiliane con l'auotobotte di servizio, ne riempiono la pancia di sale che barattano con ogni bendidio introvabile alla Spezia: olio, salumi, formaggi... La squadra è forte, Ottavio Barbieri è un allenatore geniale e adotta, primo in Italia, il catenaccio e il libero. Gli avversari, più forti, non ne vengono a capo: in semifinale i pompieri espugnano Bologna, nel girone finale si trovano di fronte il Venezia e il Grande Torino. Pareggiano con i lagunari e il 16 luglio compiono l'impresa: all'Arena di Milano battono 2-1 i granata e vincono lo scudetto. Poche settimane dopo la Federazione si rimangia tutto: "Non è valido", sbraitano come dei bambini. Lo scudetto viene scucito dalle maglie bianche dei pompieri-campioni. Ma questa è un'altra (brutta) storia...

Sotto la curva dove corrono le maglie

Parigino
Wip Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
"Non un libro sugli Ultras, non un trattato di sociologia, non un romanzo di fantasia, solo una serie di racconti di vicende vere e vissute in prima persona. Episodi dei primi anni degli Ultras Bari, dal 1981 al 1994, le contestazioni casalinghe di Bari-Samb e Bari-Monza, gli scontri con i tarantini, catanesi, genoani, leccesi e altri ancora. I racconti delle trasferte, dalla prima a Rimini all'ultima ad Acireale, nel mezzo tante altre ancora, naturalmente quelle più "calde" che vale la pena di raccontare. O anche di alcune condite da particolari curiosi e divertenti. Biglietti, articoli di giornale, foto e liste dei viaggi a completare un manoscritto che ha dormito per anni nel cassetto. Il "primo tempo" del mio essere Ultras".

Hat-trick. I grandi attaccanti della Premier...

Emmolo Alberto
Gianluca Iuorio Urbone Publishing - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
L'esultanza con il braccio alzato di Alan Shearer, le bordate di Jimmy Floyd Hasselbaink, le volate del golden boy Michael Owen, la ferocia agonistica di Ruud van Nistelrooy, le geniali prodezze di Thierry Henry, la potenza fisica di Didier Drogba, la regolarità realizzativa e l'umanità di Jermain Defoe, la straordinaria tecnica di Wayne Rooney. Otto attaccanti, uniti dall'aver realizzato almeno una tripletta, che hanno segnato un'epoca del calcio inglese, che hanno reso celebre la Premier League attraverso il momento più atteso, temuto, decisivo di una partita e crocevia di destini: il gol. Dall'esordio di Shearer nel 1988 all'ultima partita di Rooney nel 2018, dal mitico pallone Mitre alla visione delle partite in 4K, questo libro è, da un lato, l'analisi delle carriere di giocatori straordinari, dall'altro un viaggio nel calcio inglese lungo trent'anni tra storie personali, partite entrate nel mito, aspre rivalità e prodezze da ricordare. Prefazione di Roberto Beccantini.

L'arte del gol. Pittura, scultura, fotografia e...

Beatrice L. (cur.)
Silvana - 2019

Disponibilità Immediata

28,00 €
Con la fine del XIX secolo l'Europa entra nella modernità. Fra i segnali che annunciano l'affacciarsi di una nuova era culturale e sociale si può annoverare, nel 1898, l'assegnazione del titolo di campione d'Italia a un torneo calcistico che segna la nascita di un'organizzazione sportiva che anima tutt'oggi le passioni degli italiani. Non è un caso che le prime avanguardie artistiche del Novecento, in particolare il Futurismo, abbiano spesso rappresentato il gioco del pallone: gioventù, dinamismo, velocità e azione, erano temi cari alle teorie di Marinetti. E anche nei decenni seguenti il calcio, specchio di una società in continuo mutamento, assume nell'arte un ruolo necessario. Il volume offre una cavalcata nell'arte italiana del XX secolo con oltre 60 opere dedicate allo sport nazionale, in cui si avvicendano protagonisti, movimenti e linguaggi diversi, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia all'installazione, a testimonianza di come le cosiddette "Fine Arts" abbiano amato - e amino tuttora - confrontarsi con lo sport più popolare, praticato e seguito nel nostro Paese.

Storia reazionaria del calcio. I cambiamenti...

Fini Massimo; Padovan Giancarlo
Marsilio - 2019

Disponibilità Immediata

17,00 €
Il calcio, come la musica, come le arti in genere, è uno specchio, e non dei più marginali, della società, dei suoi cambiamenti, delle sue trasformazioni, della sua evoluzione o involuzione. Massimo Fini e Giancarlo Padovan lo affrontano da questo particolare punto di vista. C'è un'enorme differenza fra come si intendeva il calcio, sia in senso tecnico che, soprattutto, sociale, nei più semplici e naïf anni Sessanta e come lo si vive oggi che sul campo hanno fatto irruzione l'economia e la tecnologia (televisione, moviola, Var), le divinità dominanti della nostra società a cui tutto, a cominciare dall'uomo, viene dato in sacrificio. In "Storia reazionaria del calcio" Fini prosegue quindi, coadiuvato in questo caso da Giancarlo Padovan, giornalista sportivo, il suo filone antimodernista ed è perciò un completamento della "Modernità di un antimoderno" pubblicato da Marsilio nel 2016. Naturalmente questo discorso sostanzialmente filosofico passa qui, vista la materia che i due autori si sono scelti, anche per il racconto di partite, di gol, di azioni spettacolari, di giocatori, di uomini, di emozioni e di sentimenti, vissuti sul campo e fuori dal campo. Il libro dovrebbe appagare quindi anche le curiosità e le rivalità, che del calcio sono l'anima, dei tifosi oltre che di coloro che lo guardano da più lontano. Si tratta insomma di un libro per tutti e non solo per addetti ai lavori. Postfazione di Antonio Padellaro.

Mio papà Ezio Loik

Loik Mirella
Araba Fenice - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Un'originale raccolta di ricordi sulla figura di suo padre Ezio Loik, indimenticabile Mezzala del Grande Torino dei 5 Scudetti, morto a Superga nell'incidente aereo del 1949.

Dov'è la vittoria. Le due Italie nel pallone....

Forgione Angelo
Addictions-Magenes Editoriale - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Il Calcio italiano è influenzato in modo fin troppo evidente dalle pulsioni che attraversano la nostra società e riflette perfettamente la condizione economico-sociale del paese. L'Italia continua a non perseguire una vera unità e il suo divario interno, che è un unicum nel panorama dei Paesi economicamente avanzati, incide anche sul movimento calcistico nazionale. La centocinquantennale "questione meridionale" è un aspetto latente, eppure assai decisivo, del pallone tricolore, dominato storicamente da tre squadre del Nord, espressioni del "triangolo industriale", che sfruttano i vantaggi di localizzazione e attingono al serbatoio di passione del centro-sud, le cui grandi società riescono a competere per la vittoria solo a cicli alterni. La squadra più vincente d'Italia è legata a una famiglia piemontese che ha fatto la storia dell'industrializzazione italiana del Novecento. È una delle squadre di Torino, prima capitale del Regno e città dei Savoia, la dinastia che forzò un più corretto percorso di Unità nazionale e "piemontesizzò" la penisola nel secondo Ottocento. Mentre si realizzava l'Unità geografica, in Inghilterra nasceva il "Foot-ball", Lo sport che, come tutti i costumi britannici, sarebbe divenuto uno strumento di affermazione egemonica della "perfida Albione" nel mondo. Il Regno Unito, che esercitò la sua forte influenza nel piano sabaudo di unificazione monarchica della penisola, avrebbe caricato i palloni da calcio a bordo delle proprie navi piene di merci e li avrebbe portati nei porti di mezzo mondo, compresi quelli italiani, importanti nella rotta verso il nuovo canale di Suez, realizzato per accordare le distanze con l'Oriente. Non a caso il football di casa nostra vide la luce a Torino e in quella Genova che ne era il principale sbocco sul mare, per poi approdare a Milano. Il "loro" campionato fu precluso alle squadre del sud per circa trent'anni e l'Albo d'Oro contempla quegli scudetti esclusivamente settentrionali, siglati prima che il ventennio fascista aprisse il confronto al resto del paese, procurando fastidio al movimento di quel settentrione che nel frattempo riceveva massicci favori nell'industrializzazione. Il dopoguerra consacrò il calcio industriale. E oggi cosa accade? Prefazione di Oliviero Beha.

La mia regola 18. Storia di un arbitro, di un...

Mazzoleni Paolo; Burreddu Giorgio; Giardini Alessandra
Absolutely Free - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Se un giorno non fosse entrato in sezione per diventare arbitro, oggi farebbe ancora il mestiere che ha imparato da bambino andando a bottega da suo padre: insieme hanno girato le valli della Bergamasca per restaurare chiese, da piccolo era lui a preparargli gli scalpelli, le spazzole e la gommalacca. E magari nel tempo libero giocherebbe ancora a basket, la sua vera passione: la pallacanestro gli ha fatto incontrare gli amori della sua vita, Daiana e la Fortitudo. Il calcio è arrivato piano piano, con le figurine Panini che trovava nella tasca di papà, e poi è diventato molto di più. Quella di Paolo Mazzoleni è una storia sorprendente, fatta di cadute e di forza, di momenti complicati e di successi, di perdite laceranti e di passione, di insegnamenti che solo l'essere arbitro può dare. La regola 18 non esiste sui manuali: è semplicemente il buon senso. Una storia che si è illuminata con la nascita molto attesa ma inaspettata di Riccardo, il suo bambino, la sua vera ragione di vita.

Lo spazio della libertà. Da Michels a...

Tanzilli Fabrizio
Ultra - 2019

Disponibilità Immediata

12,90 €
"Lo spazio della libertà" racconta un affascinante viaggio nel tempo, nel calcio e nella società contemporanea, seguendo il percorso dell'idea rivoluzionaria nata in Olanda intorno alla metà degli anni Sessanta insieme ai primi frutti della ribellione giovanile e poi inveratasi, in una continua evoluzione di se stessa, in diversi modi, tempi e luoghi: dall'Ajax di Rinus Michels al Feyenoord di Ernst Happel, passando per la Dinamo Kiev di Lobanovskij e i miracolosi Derby County e Nottingham Forest di Brian Clough, per arrivare al Milan di Sacchi e al Barcellona a tinte arancioni di Cruijff, van Gaal e Rijkaard, premesse ineludibili del ciclo straordinario di Pep Guardiola. Ed è proprio con Guardiola che - e qui la storia diventa cronaca in presa diretta - l'idea approda infine nella Germania dell'inarrestabile Bayern Monaco e della Nazionale campione del mondo. Fabrizio Tanzilli ripercorre con passione e competenza queste storie sorprendenti, ognuna caratterizzata da una splendida unicità, tutte accomunate dalla medesima concezione avanguardistica del calcio. Quella che, piantando le sue radici nelle fondamenta della società olandese, nella sua etica nobile e pura e nella visione dello spazio e del tempo che caratterizza il popolo dei polder, è riuscita a trasportare il suo slancio rivoluzionario sul rettangolo di gioco e, abbinando estetica ed efficacia, visione tattica e forza atletica, a lasciare a bocca aperta intere generazioni di appassionati, in ogni regione del pianeta calcio.

Viaggio in Coppa d'Africa. Storia del torneo +...

Cizmic Alija Alex; Lacerenza Vincenzo
Gianluca Iuorio Urbone Publishing - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
"Finché i leoni non avranno i loro storiografi, la caccia sarà sempre e soltanto una celebrazione del cacciatore". Questa massima del nigeriano Chinua Achebe ha guidato la stesura di "Viaggio in Coppa d'Africa", un volume ibrido che abbraccia storia e informazioni calcistiche sul torneo più prestigioso del continente. La prima parte ripercorre le vicende sociopolitiche africane che sin dall'inizio sono sempre andate di pari passo con le vicende della Coppa d'Africa. La seconda parte è invece un viaggio all'interno dell'edizione 2019, tra pronostici, aneddoti, ricordi e (probabili) formazioni.

Dal grigio alla stella. Gianni Rivera....

Caligaris Mimma; Barba Bruno
Rogas - 2019

Disponibilità Immediata

17,70 €
Alessandria, città distaccata, timida, introversa, scostante, appena uscita dalla guerra con ferite profonde, e il calcio come speranza e passione. E poi Milano, la Milano anni Sessanta, non ancora "da bere" eppure già "così vicina all'Europa", rutilante, agra e vivace, motore economico e culturale dell'Italia intera. In queste due città, e in quell'epoca di boom, si svolge la vicenda sofferta, romanzata e bellissima del calciatore italiano più controverso e disincantato, più forte, più bello e più ammirato di tutti: Gianni Rivera il prodigio, il Golden Boy, il polemico, l'abatino, l'eroe di "Italiagermaniaquattroatre". Questo testo cerca di fare giustizia della vita di un vero campione, che ha ricevuto tanta ingratitudine - dalla sua città natale, dai "padroni" del suo Milan, dai suoi tifosi e dagli avversari - ma anche tanti attestati di stima. Due su tutti: il Pallone d'Oro del 1969, primo italiano, e l'ammirazione di Pelé, che disse, alla vigilia della finalissima del '70: "Perderemo di sicuro, perché se Rivera sta in panchina significa che avete 11 giocatori più bravi di lui..."

Essere e gioco da Platone a Pelé. Il senso del...

Desiderio Giancristiano
Ultra - 2019

Disponibilità Immediata

16,90 €
Heidegger era un'ottima ala sinistra, Derrida era un buon centravanti, Camus giocava in porta (come Giovanni Paolo II) e un numero non piccolo di filosofi ha utilizzato il calcio per fare filosofia: Sartre amava dire che il calcio è una metafora della vita, Wittgenstein giunse alla svolta del suo pensiero guardando una partita di calcio, Merleau-Ponty spiegava la fenomenologia parlando di calcio. Come mai? Il calcio si basa su un principio: il controllo di palla. Ma il principio non può essere finalizzato a se stesso. Per giocare bisogna necessariamente abbandonare la palla e metterla in gioco. Controllo e abbandono sono i due princìpi del calcio e della vita. La filosofia, come gioco della vita, si basa su regole calcistiche: per filosofare bisogna saper mettere la vita in gioco. È per tale motivo che in questo libro si spiega l'idea di Platone con Pelé, la contraddizione del non essere con Garrincha, la virtù e la bellezza con Platini, ma anche l'inverso: il genio di Maradona con la "logica poetica" di Vico, la visione di gioco di Falcão con il mito della Caverna, il cucchiaio di Totti con la metafisica di Aristotele, e tanto altro ancora. Il calcio, infatti, non è solo una metafora, ma un paradigma cognitivo che con la sua connaturata idea di pluralità dà scacco matto al fenomeno politico più drammatico della modernità: il totalitarismo. Hitler e Stalin pretesero di controllare tutto e ci riuscirono. Pretesero di controllare anche il pallone. E persero.

Gaetano Scirea. Il gentiluomo

Pastorin Darwin
Perrone - 2019

Disponibilità Immediata

13,00 €
30 anni senza Gaetano Scirea. Un campione sul campo e nella vita, morto in un incidente stradale su una strada polacca, quando era vice allenatore della sua Juve, il 3 settembre 1989. Mundial in Spagna nell'82, tanti scudetti e tante coppe, mai espulso pur giocando in difesa, da libero. Un giocatore esemplare, perfetto, corretto. Un Angelo Calciatore. Darwin Pastorin, per anni cronista di calcio, cresciuto alla scuola di Giovanni Arpino e Vladimiro Caminiti, recupera le stagioni della loro amicizia, di un rapporto fatto di interviste ufficiali ma soprattutto di tante confidenze, nei lunghi giorni delle trasferte con la Nazionale o con la Juve, nelle passeggiate torinesi lungo il Po o nei quartieri popolari e a casa del fuoriclasse con la moglie Mariella e il figlio Riccardo. Ritornano pagine antiche ed emozioni nuove. Gaetano immaginato oggi: avrebbe insegnato ai giovani come calciare di destro o di sinistro, come colpire di testa e come affrontare l'avversario con talento e rispetto ma, in special modo, come riportare il pallone alla magia e alla bellezza, rispettando le decisioni dell'arbitro e tornando a casa con il sorriso e mai con il rancore.

Calcio. La stagione 2018-2019 a fumetti

Bassi Massimo
Terra Marique - 2019

Disponibilità Immediata

10,00 €
Un libro a fumetti che ripercorre la stagione calcistica 2018-2019. La Serie A, la Nazionale, la Coppa Italia e le coppe europee raccontate nei loro fotogrammi più emozionanti. Una pubblicazione che mira a costruire, stagione dopo stagione, un archivio storico del nostro calcio, utilizzando il linguaggio dell'arte illustrativa.

Bomber con i guanti

Altamura Marcello
Absolutely Free - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Questa è una storia che parla di calciatori più o meno famosi. Portieri che hanno una caratteristica particolare. Non solo evitano i gol, loro sono capaci anche di segnarne. Sono i Bomber con i guanti. Dentro ci sono italiani come Michelangelo Rampulla, Massimo Taibi, Marco Amelia. O Alberto Brignoli, l'ultimo a riuscirci in ordine di tempo. Un giovane che ha così rinnovato una tradizione antica. Quella di Lucidio Sentimenti, che fece gol al fratello. O di Rigamonti, implacabile dal dischetto. Ma è all'estero che si trovano i portieri goleador più famosi. Josè Luis Chilavert, Jorge Campos, Renè Higuita. Istrioni che interpretano il ruolo del calciatore in ogni sfaccettatura tecnica e tattica. Cannonieri seriali come Dimitar Ivankov, Dragan Pantelic e Johnny Vegas. Portieri che hanno vissuto una sola volta quell'ebbrezza, Jan Tomaszewski e Peter Schmeichel. Segnano su rigore, su punizione, di piede, di testa. Segnano addirittura su rinvio, emuli di Igor Jankole: fiumano del Bancoroma negli anni Ottanta. E poi c'è il Bomber con i guanti per eccellenza. Si chiama Rogerio Ceni, è brasiliano e di reti ne ha fatte centotrentuno.