Elenco dei prodotti per la marca Ediesse

Ediesse

Quaderni rassegna sindacale (2019)....

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Questo numero tratta i seguenti argomenti: le prospettive della rappresentanza negoziale, la misurazione della rappresentatività datoriale, comparare il welfare in Italia e Olanda, precari e precarietà.

La rivista delle politiche sociali...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Negli ultimi due anni il dibattito, spesso arroventato, sul sistema pensionistico italiano si è sostanzialmente concentrato sulle regole di accesso al pensionamento, o per meglio dire sulla disputa attorno alla cosiddetta «Quota 100», che come noto consente di anticipare sensibilmente il pensionamento se in possesso dei requisiti combinati di età anagrafica (minimo 62 anni) e contributiva (minimo 38 anni). Al di là dei limiti del provvedimento inserito nella riforma delle pensioni (legge n. 26/2019) licenziata dal governo gialloverde (Riforma Di Maio-Salvini, cfr. Jessoula, 2019), limiti che corrispondo alla mancanza di calibratura, rispetto alle condizioni di maggiore bisogno, nell'utilizzo delle (ingenti) risorse investite, nonché al carattere sperimentale e temporaneo della misura, il dibattito attorno alla riforma si è di fatto polarizzato lungo linee di contrapposizione squisitamente politiche, senza riuscire ad articolarsi in un ragionamento approfondito e ben informato sulle criticità dell'attuale assetto previdenziale e sulle misure necessarie ad affrontarle. Alcuni spiragli in questo senso parevano essersi aperti dopo l'adozione della riforma Poletti-Renzi (2016) con la delineazione della cosiddetta «fase 2» del processo di revisione del sistema pensionistico e l'individuazione di due commissioni, che avrebbero dovuto occuparsi dei temi i) delle differenze nelle aspettative di vita e ii) del rapporto tra assistenza e previdenza. Dei lavori delle commissioni si sono però perse le tracce con il duplice avvicendamento al governo - prima gialloverde, poi giallorosso - e gli spiragli per una fase di riflessione empiricamente ben informata su stato dell'arte, problemi e possibili interventi di riforma sul sistema pensionistico italiano si sono presto richiusi con l'approssimarsi delle elezioni politiche del 2018. La sezione tematica di questo numero della Rivista si pone perciò come obiettivo di riavviare il dibattito sulla tutela della vecchiaia e sul sistema pensionistico in Italia, un dibattito che - pur essendo necessariamente (e legittimamente) plasmato da dinamiche politiche competitive, accordi e «scambi» tra i principali attori sulla scena previdenziale - non può prescindere da elementi fattuali e di conoscenza empirica. (Dalla nota introduttiva)

Maria Michetti

Macioti Maria Immacolata
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Maria Michetti, che ha preso parte in prima persona alla lotta partigiana, è stata un'attiva e convinta militante del PCI, in una prima fase della sua vita che l'ha vista impegnata nel Consiglio comunale di Roma. Poi, quando il rapporto con il PCI è entrato in crisi e lei ha subito, negli anni Sessanta, un forte ostracismo, ha vissuto un periodo di forte crisi esistenziale. Che è riuscita a superare, sia pure con difficoltà, grazie al marito Marcello Marroni. Prenderà la laurea, diventerà una ricercatrice universitaria e una sociologa: per anni sarà una preziosa collaboratrice della cattedra di Franco Ferrarotti. Appassionata del suo lavoro, convinta dell'importanza dell'impegno sociale a favore dei ceti più disagiati, Maria si è sempre occupata delle periferie urbane, dei rifugiati e dei migranti, delle donne, spendendosi per la loro crescita, per i loro diritti. Fino a che ha potuto, ha lavorato nell'UDI, Unione donne italiane, di cui ha voluto l'autonomia. Si è sempre impegnata nella sezione del PCI di Prati. Questo libro ne propone un ritratto a più voci, che dà conto della famiglia di origine, del suo impegno politico e del forzato distacco dal PCI (Marco Marroni, Nicola Porro). Sandro Portelli ricorda come Maria fosse nota e amata in certe periferie romane. Ferrarotti e Maria Immacolata Macioti danno un'idea del suo ruolo nell'università. Donatella Panzieri tratta di Maria nell'UDI, impegno durato una vita.

A braccia aperte

Ruggiero Carlo
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
C'è un'Italia che dice no, e che resiste alla paura riversata sui social network da migliaia di account, veri o falsi che siano. La paura dello straniero, cavalcata a bella posta da forze politiche interessate. Di contro esiste un pezzo di paese che spesso non ha voce, ma che si dà da fare con tenacia, impegno e coraggio. Ed è qui che l'autore è andato a indagare: un lungo cammino alla ricerca di persone, istituzioni, associazioni e sindacati che con le loro azioni hanno fatto da contrappeso al razzismo pervasivo degli ultimi anni. Il volume raccoglie un reportage pubblicato a più riprese su «Rassegna sindacale» a partire dal giugno 2018 e con taglio narrativo illumina le tappe del viaggio attraverso la penisola: si va dal sindacato di strada per tutelare i braccianti sikh nelle campagne dell'Agro Pontino, a quello che vince in tribunale contro i sindaci-sceriffi del Nord per l'incostituzionalità delle loro ordinanze discriminatorie; dalla difesa dei lavoratori bangladesi nel cantiere navale di Monfalcone, alle lotte per la legalità nella piana di Gioia Tauro; dalla scuola di accoglienza di Ventimiglia, alla Ferrara che cerca di resistere all'onda leghista; fino agli straordinari sincretismi dei laboratori artigianali per la centenaria festa della Madonna della Bruna di Matera gestiti da richiedenti asilo, o della Camera del lavoro di Catania che apre le porte alle tradizioni delle molteplici comunità di stranieri della città. Chiosano efficacemente il reportage la sentita testimonianza di Pietro Bartolo - il medico di Lampedusaora parlamentare europeo - e gli attimi di realtà colti da suggestivi scatti fotografici. Prefazione di: Maurizio Landini. Postfazione di: Giuseppe Massafra.

Bilateralità. Welfare e...

Marchi S.
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Nel presente testo sono riuniti gli atti del seminario Bilateralità, welfare e contrattazione: esperienze europee a confronto che si è svolto a Roma il 2 luglio 2019. Si tratta del più recente del ciclo di eventi che la Cgil nazionale, in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Di Vittorio, ha voluto dedicare all'approfondimento dei diversi aspetti che caratterizzano la bilateralità, con lo scopo di evidenziarne la pluralità di sfaccettature e di punti di osservazione e cercare di leggerne, prospetticamente, lo sviluppo. Il volume completa così una serie di iniziative sul tema della "bilateralità" che la Cgil nazionale ha realizzato nell'arco di alcuni anni (2015-2019). Iniziative che hanno formato le tappe del percorso di costruzione di un autonomo pensiero declinato nei suoi vari segmenti. Il viaggio si è sviluppato attraverso occasioni di confronto con le maggiori categorie industriali della Cgil, allargandosi successivamente al coinvolgimento delle più importanti controparti storicamente sensibili a questa tematica, per arrivare alle stesse organizzazioni di Cisl e Uil e ai rappresentanti delle maggiori Federazioni sindacali europee.

Parole per piazza Fontana

Damiani Antonio
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
L'idea di questo libro è nata per raccontare quello che ha voluto dire per i lavoratori del Monte dei Paschi di Siena confrontarsi con un evento fondamentale nella storia del Paese; nel 2009 infatti era entrata a far parte di Montepaschi la Banca Nazionale dell'Agricoltura nella cui sede di Piazza Fontana fu consumata la strage, dunque in seguito alla fusione i lavoratori e i sindacalisti della banca si sono sentiti, se possibile, ancora più coinvolti. Viene così raccontato tutto ciò che, negli anni, il coordinamento Fisac Cgil del Monte dei Paschi ha realizzato per ricordare quei tragici avvenimenti, dando con tinuità al lavoro compiuto precedentemente dal sindacato della Banca Nazionale dell'Agricoltura. Sono stati inoltre coinvolti giornalisti, storici, militanti politici e sindacali, scrittori, artisti, familiari delle vittime, per acquisire la loro conoscenza e memoria sulla strage e per dare voce anche ai sentimenti evocati dal ricordo. Vengono inoltre ospitati nel libro gli interventi di una scrittrice e di un gruppo di cartoonists che, pur non avendo vissuto direttamente gli anni di cui si parla nel libro, hanno fornito contributi preziosi utilizzando le loro specifiche for me d'arte. Si è così composto nel libro un concerto di voci, un tributo, un coro, un corteo di parole, «Parole per Piazza Fontana». Con il contributo di Carlo Arnoldi, Alessio Atrei, Simona Baldanzi, Marco Cattaneo, Lido Contemori, Francesco Del Casino, Saverio Ferrari, Paolo Lombardi, Paolo Morando, Antonio Pizzinato, Saro Pizzuto, Tiziano Riverso, Vanessa Roghi, Guido Scalvinelli, Fortunato Zinni. Prefazione di Luciana Castellina.

Rapporto sui diritti globali 2019....

Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

28,00 €
Il Rapporto sui diritti globali uno studio annuale, unico a livello internazionale, che analizza i processi connessi alla globalizzazione e alle sue ricadute, sotto i vari profili economici, sociali, geopolitici e ambientali, osservati in un'ottica che considera i diritti come interdipendenti. La struttura del Rapporto, giunto alla sua 17 edizione, articolata in capitoli tematici, suddivisi in una panoramica generale e in Focus di approfondimento su alcune delle problematiche pirilevanti e attuali dell'anno. L'analisi e la ricerca sono corredate da cronologie dei fatti, dati statistici, riferimenti bibliografici e web. Il Rapporto sui diritti globali, contenente le analisi piapprofondite, le cifre piaggiornate, il quadro piampio, si confermato come uno strumento fondamentale di informazione e formazione per quanti operano nella scuola, nei media e nell'informazione, nella politica, nelle amministrazioni pubbliche, nel mondo del lavoro, nelle professioni sociali, nelle associazioni. Ideato e realizzato dall'Associazione SocietINformazione ONLUS, promosso dalla CGIL nazionale, con l'adesione delle maggiori associazioni impegnate a vario titolo sui grandi temi trattati nel Rapporto. Prefazione di Maurizio Landini. Introduzione di Sergio Segio.

La prigione delle donne. Idee e...

Ronconi S.
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Il libro prende spunto da un progetto di ricerca azione (Women in Transition - WIT) nelle sezioni femminili di due carceri della Toscana. Si scelto di dare voce alle donne detenute, lavorando sui vissuti sda ricostruire il filo dell'identitdentro/fuori del carcere. Sono stati individuati i meccanismi di inutile sofferenza aggiuntiva della quotidianitdel carcere che picolpiscono le donne, oltre il dettato istituzionale della pena come sola privazione della libert cercando di scoprire le strategie per contrastarli, attraverso un confronto che ha coinvolto anche le operatrici e gli operatori. Da questa esplorazione della soggettivitfemminile hanno preso avvio i laboratori di self empowerment, mirati a valorizzare gli elementi di forza che le donne possono trovare in sper fronteggiare lo scacco della detenzione; e chiamando il contesto sociale a fare la sua parte e mettere in campo risorse per poter guardare oltre il carcere. Il progetto WIT ha suggerito piste di approfondimento che il libro raccoglie: la questione della sessualite dell'affettivitdentro le mura, dall'ottica della differenza femminile; la riformabilito meno del carcere, vista dal paradosso delle pratiche di empowerment in una istituzione totale. Per arrivare al quesito ultimo: quale carcere e quale pena per le donne? Prefazione di Tamar Pitch.

Nazione e Mezzogiorno

Tarascio Giacomo
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il volume ricostruisce la storia dei principali momenti di crisi che hanno percorso l'Italia meridionale lungo tutto l'Ottocento, il secolo degli Stati-nazione. Procedendo dall'analisi dello spazio politico tra ites e gruppi sociali subalterni, l'obiettivo di inserirsi in nuovi sentieri di ricerca riguardanti le idee politiche e i sistemi di potere nel sud d'Italia, prima e dopo l'Unit Le vicende della formazione dello Stato unitario si intrecciano con una rilettura dei Quaderni del carcere di Antonio Gramsci, messa in tensione con le ridefinizioni dei concetti di nazione e identitelaborate dagli studi postcoloniali. Con questi strumenti di indagine possibile rintracciare il ruolo chiave assunto da quei soggetti troppo spesso rimasti ai margini di letture storiche parziali e incentrate sull'egemonia dei gruppi dominanti. A emergere nelle vicende del Mezzogiorno sono allora le tracce della storia degli esclusi dalle grandi narrazioni, nelle quali si ritrovano gli echi non pisopiti di una nuova coscienza politica.

Separate in casa

Busi Beatrice
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Nel contesto italiano del lavoro di riproduzione, quali sono state le definizioni e le rappresentazioni del lavoro e delle lavoratrici domestiche dal secondo dopoguerra a oggi? Ma soprattutto, quali sono state le cause o le contingenze delle mancate o solo potenziali alleanze tra organizzazioni delle lavoratrici domestiche e movimenti femministi? Il volume approfondisce questi interrogativi attraverso un focus sugli anni Sessanta e Settanta: la stagione che in Italia ha rappresentato sia l'apice del percorso di riconoscimento del lavoro domestico e di cura come "vero" lavoro, rimasto tuttora incompleto, sia un laboratorio particolarmente vivace per le analisi femministe sull'occultamento della centralità della riproduzione nell'economia capitalistica. Si tratta quindi di un volume sul lavoro domestico e di cura, ma anche sulle prospettive del movimento femminista italiano generalmente trascurate nella storiografia (come il femminismo sindacale, la campagna internazionale per il salario contro il lavoro domestico o il ruolo delle donne nelle associazioni cattoliche) e sui fenomeni sociali trascurati dallo stesso movimento femminista italiano (come la femminilizzazione delle migrazioni internazionali). Ragionare sulle mancate alleanze del passato, le criticità e i punti di forza sia delle forme di organizzazione delle lavoratrici domestiche salariate sia dei discorsi e delle pratiche femministe sul rapporto tra produzione e riproduzione, può aiutarci a comprendere come riconnettere nel presente la questione politica del lavoro domestico.

Per chi suona la sirena. Sesto San...

Pizzinato Antonio
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Un vero e proprio laboratorio di lotte operaie e di relazioni sindacali, questo Sesto San Giovanni con le sue fabbriche nell'arco del Novecento. Attraverso le parole di Antonio Pizzinato e le testimonianze dirette di chi quei luoghi e quei momenti ha vissuto, il volume approfondisce gli aspetti cruciali della parabola produttiva e sociale della quinta cittindustriale del nostro paese. Prendono vita gli operai, gli impiegati, i lavoratori tutti della Falck, delle numerose Breda, della Ercole e Magneti Marelli, della confinante Pirelli... Ne emerge con chiarezza come a Sesto si formino prima che altrove gli embrioni di quelle che via via diventeranno rivendicazioni e conquiste nazionali, dal diritto di mensa a quello per la sicurezza e la salute, dall'inquadramento unico all'esigenza di una rinnovata unitche porteralla nascita del Sum, il Sindacato unitario dei metalmeccanici, che anticipa la nascita della Federazione lavoratori metalmeccanici. Dopo l'espansione produttiva ecco il racconto drammatico ma quanto mai istruttivo della gestione della fase di ridimensionamento progressivo dell'apparato produttivo che ha determinato, nel complesso, la formazione della pigrande area industriale dismessa d'Europa. Sull'immensa bonifica in corso si gettano le fondamenta del nuovo futuro, proprio ldove la storia era cominciata: le ex aree Falck, la nuova Cittdella salute e della ricerca, uno sterminato parco urbano.

Quaderni rassegna sindacale (2019)....

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Quaderni di rassegna sindacale - Lavori è la rivista trimestrale edita dalla casa editrice della Cgil, la Ediesse, dedicata allo studio dei cambiamenti economici e sociali in corso, dei loro riflessi sul mondo del lavoro e del loro impatto sul sindacalismo contemporaneo. La rivista assegna una collocazione esplicitamente centrale ai temi del lavoro e delle organizzazioni di rappresentanza.

Critica marxista (2019). Vol. 4-5

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
La storica rivista di cultura politica italiana, nata nel 1963, presenta indagini e commenti sull'attualità politica, sociale, economica, e riflessioni teoriche e storiografiche.

La rivista delle politiche sociali...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
I decreti d'urgenza emanati dai governi nell'ultimo decennio hanno potenziato gli strumenti emergenziali che le amministrazioni locali possono impiegare per controllare i propri territori, incidendo anche su questioni legate all'immigrazione. La sicurezza urbana è la locuzione che va a giustificare, politicamente e giuridicamente, interventi restrittivi di diverse libertà personali. L'iscrizione anagrafica e gli strumenti volti a negare ad alcune categorie di individui l'accesso a determinate aree comunali sono due ambiti su cui le norme emanate negli ultimi anni hanno prodotto conseguenze evidenti. Anagrafe e controllo della mobilità infra-comunale costituiscono forme, diverse ma complementari, di costruzione di confini interni ai comuni, attorno alle quali si sta giocando una partita politica di fondamentale importanza. Il contributo qui proposto ha l'obiettivo di analizzarla, ricostruendo la storia dell'incremento dei poteri sindacali per poi focalizzarsi sulle ultime vicende: gli effetti del decreto Salvini sull'iscrizione anagrafica delle persone richiedenti asilo.

Rivista giuridica del lavoro e...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

38,00 €
Parte I - Dottrina. Il tema: La questione retributiva a cura di Gisella De Simone, Andrea Lassandari contributi di E. Brancaccio, R. Giammetti, A. Lassandari, M.V. Ballestrero, L. Lazzeroni, G. Centamore, M. Novella. Saggi: V. Zeppilli Disconnessione: un'occasione mancata per il legislatore?. Note e commenti: G. Calvellini Contratto collettivo e posizioni giuridiche di vantaggio. Problemi di diritto sociale europeo e internazionale: A. Lo Faro La Carta e le Corti dieci anni dopo: a che punto siamo. Parte II - Giurisprudenza. Il caso: L. Giasanti Il licenziamento del lavoratore nelle imprese sequestrate e confiscate. Note: A. Giuliani Sul congedo straordinario I M. Giaconi La sentenza Motter I A.A. Scelsi Scarso rendimento per malattia I M.A. Carbone, A. Gambardella L'obbligo di repéchage / M. Russo Licenziamento maschile per matrimonio I A. Allamprese, F. Pascucci I limiti della critica l S. Magnifico Dopo la Corte costituzionale n. 194/2018 I A. Raffi Associazione sindacale e democrazia l A. Di Stasi Contrattazione integrativa nel p. i. / C. Garofalo La nozione di disoccupato I R. Covelli La sicurezza sociale per gli stranieri. Osservatori online: Corte di Giustizia dell'Unione europea a cura di Luigi Menghini e Roberta Nunin. Corte europea dei diritti dell'uomo a cura di Adalberto Perulli. Lavoro pubblico a cura di Paola Saracini.

Quaderni rassegna sindacale (2019)....

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Quaderni di rassegna sindacale - Lavori è la rivista trimestrale edita dalla casa editrice della Cgil, la Ediesse, dedicata allo studio dei cambiamenti economici e sociali in corso, dei loro riflessi sul mondo del lavoro e del loro impatto sul sindacalismo contemporaneo. La rivista assegna una collocazione esplicitamente centrale ai temi del lavoro e delle organizzazioni di rappresentanza.

Critica marxista (2019). Vol. 3:...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
La storica rivista di cultura politica italiana, nata nel 1963, presenta indagini e commenti sull'attualità politica, sociale, economica, e riflessioni teoriche e storiografiche.

La rivista delle politiche sociali...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Un ampio dibattito si è sviluppato in questi anni sul tema dell'innovazione sociale in relazione ai processi e aile pratiche di riorganizzazione delle reti di welfare territoriale. I concetti e le definizioni che in questo contesto sono associati all'innovazione sociale presentano un certo grado di eterogeneità, prestando il fianco a interpretazioni molto diverse tra loro. In effetti, in un quadro generale di progressivo ridimensionamento dell'offerta pubblica, frammentazione istituzionale e differenziazione territoriale, sull'innovazione sociale si sono misurati sia approcci tesi ad assecondare l'ulteriore arretramento del pubblico e la privatizzazione dei servizi, sia posizioni critiche volte di contro a rigenerare l'azione pubblica e rivendicare nuovi diritti sociali. In linea generale possiamo intendere l'innovazione sociale come quell'insieme di nuove pratiche emerse per soddisfare bisogni sociali nuovi o rimasti senza risposta, capaci di modificare i comportamenti degli individui, delle istituzioni e de li attori sociali implicati nelle reti di overnance.

Conversando con Nerina Dirindin....

Moriondo Serena
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Il libro affronta il tema complesso ma avvincente che riguarda la salute delle persone e il loro benessere, e come la programmazione pubblica possa concorrere a determinare questa condizione. A questo riguardo non vi è dubbio che l'Italia si collochi tra i Paesi più avanzati del globo per quanto concerne lo stato di salute e la durata della vita ma oggi, dopo 40 anni dall'istituzione del Sistema Sanitario Nazionale, cosa sta realmente avvenendo all'interno delle regioni? Gli stessi principi costituzionali della promozione della salute con quelli della salvaguardia dell'ambiente richiedono il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile del l'Agenda 2030 dell'ONU. Ma, come sostiene anche l'ASviS, aumentano le difficoltà e le disuguaglianze negli accessi ai servizi sanitari, si assiste al drastico ridimensionamento degli operatori e alla crescita della spesa sostenuta direttamente dalle famiglie e dai cittadini. Nerina Dirindin, di fronte a questo scenario, ci invita a considerare come la programmazione degli interventi in sanità debba partire necessariamente dai bisogni dei cittadini e non dal desiderio di avviare l'ennesima «riforma organizzativa» di aziende sanitarie e ospedali, o il rilancio - molto di moda in questo periodo - di preoccupanti forme di autonomia regionale che mettono a rischio l'applicazione dei Livelli Essenziali di Assistenza in tutto il Paese. Prefazione di Giovanni Bissoni.

Il mio territorio finisce qui. Vite...

Spagnoletti Maria T.
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Una umanità sconosciuta: ridotta a fatti di cronaca, dove spesso vince la curiosità del dettaglio più crudo, il richiamo all'allarme sociale, la reazione delle vittime e dei loro parenti, le sentenze più o meno condivise dei giudici. In queste pagine quella umanità assume il volto di persone, storie individuali, percorsi di vita che si intrecciano con la vita di chi le racconta: una giudice del Tribunale dei minorenni di Roma, Maria Teresa Spagnoletti, che per decenni ha incontrato nelle aule di giustizia e nelle carceri minorili centinaia di questi ragazzi invisibili ai nostri occhi. Ce li racconta con un linguaggio asciutto, talvolta duro come le loro vite, profondo ma mai con un cedimento alla retorica o alle banalità del senso comune. È un magistrato che giudica i fatti commessi, non le persone, ed anzi non si rassegna, data la loro giovane età, alla ineluttabilità di un destino che per molti di loro appare a prima vista già segnato ed immodificabile. Per questo, nel suo lavoro, ascolta, scommette sulla fiducia, su quanto una buona esperienza scolastica, un impegno nel volontariato e il lavoro solidale di tanti operatori possano accendere nuovi interessi e visioni della vita. Crede in loro anche quando chiunque al suo posto avrebbe molti dubbi; ma non si arrende neanche di fronte agli insuccessi, che ci racconta con realismo, passione, mai rassegnazione. Un libro che è testimonianza di un impegno e di una cultura che non cede al pregiudizio sociale e alla deriva autoritaria che affiora nelle pieghe della società. Prefazione di Don Gino Rigoldi e Luigi Berlinguer.

Critica marxista (2019). Vol. 2

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
La storica rivista di cultura politica italiana, nata nel 1963, presenta indagini e commenti sull'attualità politica, sociale, economica, e riflessioni teoriche e storiografiche.

Bilateralità tra welfare e nuovi...

Marchi Simona
Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Nel presente testo sono riuniti gli atti del seminario Bilatera-lità tra welfare e modelli contrattuali che si è svolto a Roma il 22 maggio 2018. Si tratta del più recente del ciclo di eventi che la Cgil nazionale, in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Di Vittorio, ha voluto dedicare all'approfondimento dei diversi aspetti che caratterizzano la bilateralità, con lo scopo di evidenziarne la pluralità di sfaccettature e di punti di osservazione e per cercare di leggerne, prospetticamente, lo sviluppo. Al seminario hanno partecipato, in qualità di relatori, esperti provenienti dal mondo della ricerca e della formazione, dirigenti sindacali, segretari generali di alcune importanti categorie, segretari confederali, segretari di altre sigle sindacali e rappresentanti delle parti datoriali. I temi affrontati sono stati: il futuro della bilateralità fra norma contrattuale e norma legislativa, il fenomeno del welfare contrattuale e i fondi sanitari, l'analisi delle prestazioni degli Enti bilaterali. L'evento è stato occasione per approfondire le dimensioni politiche, organizzative e formative connesse a tali tematiche, e si è dimostrato uno spazio discorsivo e di elaborazione utile a sviluppare confronto, orientamenti condivisi e apprendimento.

Quaderni rassegna sindacale (2019)....

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Quaderni di rassegna sindacale - Lavori è la rivista trimestrale edita dalla casa editrice della Cgil, la Ediesse, dedicata allo studio dei cambiamenti economici e sociali in corso, dei loro riflessi sul mondo del lavoro e del loro impatto sul sindacalismo contemporaneo. La rivista assegna una collocazione esplicitamente centrale ai temi del lavoro e delle organizzazioni di rappresentanza.

La rivista delle politiche sociali...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

25,00 €
Descrizione: Welfare abitativo: criticità e prospettive; Lo stato della previdenza complementare in Italia; Droghe, l'inutile repressione e i vuoti nella relazione al parlamento.

Rivista giuridica del lavoro e...

Ediesse

Disponibile in libreria in 5 giorni

38,00 €
Parte I. Dottrina. Saggi: G. De Simone Lavoro digitale e subordinazione. Prime riflessioni; A. Levi Il lavoro agile, nel contesto del processo di destrutturazione della subordinazione; M. Militello Il work-life blending nell'era della on demand economy; E. Raimondi Potere di controllo, tutela della riservatezza e «lavoro agile»; M. Faioli Misurazione della rappresentatività sindacale, privacy e collettaggio. Note e commenti: P. Alleva Reddito di cittadinanza e crescita occupazionale; A. Allamprese, S. Borelli, G. Orlandini La nuova direttiva sul distacco transnazionale. Problemi di diritto sociale europeo e internazionale: C. Kilpatrick L'Europa della crisi si rivoLge all'Oil. Parte II. Giurisprudenza: Il caso 1 V. Speziale La sentenza della Corte costituzionale sul contratto a tutele crescenti; Il caso 2 M. Lozito Cessazione di una banca, cessione di attività/passività o trasferimento d'azienda?; Note O. Genovesi Licenziamenti disciplinari tardivi / D. Calderara Retribuzione in peius per crisi / L. Giasanti Discriminazione per età / C. Spinelli, U. Carabelli Sui riders / D. Marino Sulla convocazione delle assembLee / S. Laforgia Diritto al lavoro versus diritto alla salute / M. D'Aponte Il danno da mobbing. Osservatori online. Corte costituzionale a cura di Lorenzo Fassina e Massimo Pallini; Contrattazione collettiva a cura di Ginevra Galli e Stefano Cairoli.