SOCIETÀ E CULTURA: ARGOMENTI D'INTERESSE GENERALE

Filtri attivi

Le cose come stanno. L'Italia...

Gervaso Roberto
Mondadori

Disponibile in 3 giorni  nel settore
ANTROPOLOGIA SOCIALE

17,00 €
Ci sono tre Italie: quella dei retori, quella dei denigratori, quella vera. L'Italia vera è vista da un travet del Prenestino, popolare quartiere romano: Cesaretto Mericoni, uno dei tanti, uno di noi, uno che guarda con i propri occhi, giudica con la propria testa, e vede le cose come stanno. Cos'è il Belpaese? Un manicomio, un luna park, un circo equestre, una discarica a cielo aperto, una camera a gas. È, soprattutto, un bordello senza una maîtresse. L'Italia, dove - citando Ennio Flaiano - «la linea più breve fra due punti è l'arabesco», sta in piedi perché non sa da che parte cadere. Non funziona più niente e, se qualcosa sventuratamente funziona, provi un tale sconforto che preferiresti non funzionasse. Cesaretto vede e giudica i politici, indegni di esercitare un potere spesso usurpato, uomini forse anche intelligenti, ma non abbastanza per dimostrarlo... Cesaretto, che per sua e nostra fortuna non è un politologo, racconta, attraverso un amico agente della CIA, l'Italia a Donald Trump, che finalmente la capisce. E capisce gli italiani, un popolo furbo e fantasioso, ma senza carattere, senza senso civico, che dà il meglio di sé più nelle disgrazie che nella buona fortuna.

Metti via quel cellulare. Un papà....

Cazzullo Aldo
Mondadori

Disponibile in libreria  nel settore
ANTROPOLOGIA SOCIALE

17,00 €
Aldo Cazzullo si rivolge ai figli e a tutti i ragazzi: li invita a non confondere la vita virtuale con quella reale, a non bruciarsi davanti ai videogame, a non andare sempre in giro con le cuffiette, a non rinunciare ai libri, al cinema, ai concerti, al teatro; e soprattutto a salvare i rapporti umani con i parenti e i professori, la gioia della conversazione vera e non attraverso le chat e le faccine. I suoi figli, Francesco e Rossana, rispondono spiegando al padre e a tutti gli adulti il rapporto della loro generazione con il telefonino e la rete: che consente di vivere una vita più ricca, di conoscere persone nuove, di mettere lo studente al centro della scuola, di leggere i classici. Ne nasce un dialogo serrato sui rischi e sulle opportunità del nostro tempo: la cattiveria online, gli youtuber e l'elogio dell'ignoranza, i cyberbulli, gli idoli del web, i padroni delle anime da Facebook ad Amazon, l'educazione sentimentale affidata a YouPorn, la distruzione dei posti di lavoro e della cultura tradizionale, i nuovi politici da Trump a Grillo, sino all'uomo artificiale; ma anche le possibilità dei social, i nonni che imparano a usare le chat per parlare coi nipoti, la rivolta contro le dittature, la nascita di una gioventù globale unita dalla rete.

Libertà di parola. Dieci principi...

Garton Ash Timothy
Garzanti Libri

Disponibile in 3 giorni  nel settore
MEZZI DI COMUNICAZIONE

25,00 €
Dopo una vita di studi sulla dissidenza e le dittature, Timothy Garton Ash affronta in questo libro il tema della libertà di espressione, affermando che nel nostro mondo connesso - da lui definito "cosmopolis" - per conciliare libertà e diversità, comunicazione e rispetto umano, è necessario non solo espandere e aumentare i diritti - non certo censurarli - ma anche migliorarli. Grazie a un progetto globale condotto online insieme all'Università di Oxford e con esempi pratici che vanno dalla sua personale esperienza orwelliana con la censura in Cina alle controversie suscitate dalle vignette di Charlie Hebdo, Garton Ash propone un nuovo modello e un nuovo lessico per interpretare la realtà di oggi, e per far rientrare nei confini della civiltà i conflitti che stanno esplodendo attorno a noi.

Nascere

Foscati
Il Mulino

Disponibile in 3 giorni

16,00 €

Ricchi per caso

Di Martino
Il Mulino

Disponibile in 3 giorni  nel settore
ANTROPOLOGIA SOCIALE

19,00 €

Le relazioni pericolose. Sensazioni...

Mazzarella Arturo
Bollati Boringhieri

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Nell'attuale società del disagio si è ormai erosa la capacità di regolare le relazioni reciproche, presupposto stesso del processo di incivilimento. L'imponente contenitore sociale in cui si riversa l'esperienza individuale e collettiva registra dinamiche inedite, che una tesi oggi corrente imputa alla devastante infiltrazione psichica da parte dei meccanismi sovrani della finanza. Staremmo assistendo a un dramma della resa, a una interiorizzazione di dispositivi che ridisegnano la cartografia dei sentimenti umani. Arturo Mazzarella, invece, ritiene molto più illuminante rovesciare il rapporto di causa ed effetto: è la carica fantasmatica della potenza finanziaria a trarre forza dall'ordine pulsionale, là dove si generano gli epicentri emotivi destabilizzanti tipici del nostro tempo. Con un talento affinato nello snidare luoghi comuni che si alimentano di pigrizia intellettuale, coagulandosi poi in paradigmi interpretativi, Mazzarella percorre in senso opposto le ultime traiettorie del capostipite di ogni forma di relazione, l'indebitamento. Estinta la sua valenza simbolica e civilizzatrice, il debito si impone nell'economia libidica come modalità distruttiva di assoggettamento reciproco, che tramuta «creditore» e «debitore» in figure sempre reversibili e solidali nella coazione a ripetere del dominio. Comprovano l'invadenza di questa pulsione di morte larghe testimonianze analitiche, letterarie, artistiche e filmiche, dai grandi teorici della psiche a José Saramago, Philip Roth, Abraham Yehoshua e Don DeLillo, da Nan Goldin e Vanessa Beecroft a Lars von Trier. Se gli spasmi del godimento inappagato, che tutti costoro raffigurano sapientemente, sfibrano l'intima condivisione e la pongono al di là del principio di piacere, l'alternativa alle «relazioni pericolose» sembra consegnata a una nuova strategia della distanza, in grado di preservare la singolarità di ciascuno. Un «vuoto» non nichilistico, che ci rende prossimi e che «costituisce un immenso contenitore di potenziali legami» proprio perché si sottrae all'unico vincolo davvero temibile, quello del potere.

La vita di prima

Thurm Marian
Bollati Boringhieri

Disponibile in 3 giorni  nel settore
NOVITA NARRATIVA

17,50 €
Roger, in vacanza invernale in Florida con la moglie Stacy, una figlia di cinque anni e un piccolo di tre, entra in un poligono di tiro che vende anche armi e munizioni e compera una Glock che poi infila nel cruscotto della macchina a noleggio. Roger, un costruttore e impresario edile, e Stacy, un'operatrice sociale, si sono conosciuti nove anni prima, in un caffè di Harvard Square. Flirtano, e qui Stacy fa il primo errore: nota al polso di Roger un Rolex d'oro dall'aria costosissima e commenta tra sé e sé, "oggetti come questo mi lasciano indifferente". Dovrebbe invece capire che per l'uomo, più vecchio di lei di una decina d'anni, e senz'altro baciato dal successo, quel Rolex non è solo uno status symbol, ma una ragione di vita, letteralmente. Dovrà rendersene conto una decina d'anni più tardi, durante quella vacanza in Florida, quando si troverà la Glock nuova di zecca puntata alla tempia. Cos'è successo tra il Rolex e la Glock? Anni di matrimonio, felici, che Stacy vive dedicandosi ai figli e al marito, nel lusso: un appartamento di otto stanze su Park Avenue, scuole private per i bambini, tate, viaggi in Europa. Cose che però non la conquistano, non le fanno perdere l'amore per la semplicità, la solidarietà, gli altri. Quindi, quando l'impresa del marito va a rotoli, ed è costretta a traslocare in un dignitoso bilocale, a iscrivere i figli a una scuola pubblica, e a lavare la biancheria nel seminterrato, la donna non si scompone. Anche perché ha un'ottima migliore amica e una cognata deliziosa, nonché due suoceri gentili e attenti, e una serie di interessi, compreso un corso serale di scrittura. Mentre Roger appare disperato, cupo, silenzioso, inappetente, insonne, come se nulla per lui avesse più senso. Thurm possiede la capacità di tenerci in sospeso per tutta la lunghezza della storia e di raccontarla con un linguaggio molto chiaro, che rivela gradualmente ma senza tregua il punto di vista critico dell'autrice sui miti e i riti della società USA degli ultimi decenni.

Breve storia di chiunque sia mai...

Rutherford Adam
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria  nel settore
EVOLUZIONE GENETICA

26,00 €
Questo libro parla di te, proprio di te in prima persona. Di te e di tutti i cento e più miliardi di esseri umani che sono nati dall'inizio dei tempi. Il DNA - il nostro codice genetico, quella lunghissima stringa di A, T, G e C variamente alternate che portiamo nel nucleo di ogni nostra cellula - viene qui letto da Adam Rutherford come un libro di storia. Oggi si può fare. A saperlo leggere, infatti, il DNA racconta molte cose: nascite, morti, malattie, guerre, carestie, migrazioni e tanto, tanto sesso. Per anni abbiamo letto il DNA solo come un manuale di istruzioni, il codice sorgente della vita. Lo abbiamo studiato, lo abbiamo modificato, abbiamo sperimentato con le sue sequenze e continuiamo a farlo. Ma dal 2001, da quando cioè è stato per la prima volta pubblicato il risultato del Progetto Genoma Umano, ci siamo trovati tra le mani uno strumento fenomenale, che ci ha permesso di fare una cosa inaspettata e nuova: studiare la nostra storia. Poco tempo dopo, grazie agli avanzamenti tecnici della genetica degli ultimi anni, siamo persino stati in grado di studiare il DNA antico, quello rimasto intrappolato in quantità infinitesime nei resti di esseri umani morti da secoli o millenni, e in qualche caso persino decine di migliaia di anni. E abbiamo potuto confrontarlo col nostro e vedere da quello che era rimasto impresso nelle sequenze genetiche tutto ciò che è accaduto all'umanità nel frattempo. Dimenticate l'algoritmo della vita, il DNA che "determina" la nostra natura o l'evoluzione lineare e inesorabile dalla scimmia verso l'uomo (per non dire della supposta divisione della nostra specie in "razze"). Dimenticate tutto, perché ora sappiamo che il DNA è una cosa molto più complessa, affascinante e molto, ma molto più fluida e mutevole di quanto si sospettasse. Adam Rutherford ci racconta in maniera brillante una bella storia - la nostra storia - correggendo errori ancora troppo diffusi, e per la strada ci narra di Riccardo III d'Inghilterra e delle sue ossa, dell'origine dei capelli rossi, della "love story" coi neandertaliani e delle immense migrazioni compiute dai nostri avi, miglio dopo miglio, dall'Africa a ovunque nel mondo, fino a casa nostra.

Il tempo delle api

Winston Mark L.
Il Saggiatore

Disponibile in 3 giorni  nel settore
FAUNA VARIA

23,00 €

Scienziati pazzi

Garlaschelli Luigi
Carocci

Disponibile in libreria  nel settore
BIOGRAFIE E RICERCHE

19,00 €

Quel che conta non sa contare....

Scardicchio Antonia Chiara
la meridiana

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
"Abbiamo tutti bisogno di dosi di innocenza. No, non quella cieca: dico quella dei clown, dei vulnerabili contenti, quelli che hanno conosciuto il dolore eppure non ne hanno fatto il loro dio. Ecco la materia che vale la pena studiare: l'innocenza dei caduti che anziché rallentare si mettono a correre che a credere in Dio non ci vuole mica fatica. La parte più laboriosa è credere negli uomini."

Nelle zone temperate

Parri David
Stampa Alternativa

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Rivolta contro lo sfruttamento, rivendicazione dei diritti e lotta per la vita e il lavoro agitano un centro minerario del sud della Toscana tra il 1914 e gli anni del Biennio rosso. In questo contesto si intrecciano le storie di quattro personaggi: Ordigno, Annibale, Esther e Saverio. Tutti si ritroveranno volontari nella Guerra di Spagna dopo aver conosciuto l'ascesa del fascismo, la clandestinità e l'esilio. Su un altro piano temporale si snoda la vicenda di Fausto, nipote di Saverio, che - adattandosi a una grigia esistenza precaria - assiste all'erosione della propria dignità, rimanendo indifferente anche di fronte alla forza della memoria, racchiusa nei ricordi di un vecchio reduce della Guerra civil che aveva conosciuto suo nonno. Una scoperta fortuita sembrerà però dare alla vita di Fausto l'indirizzo desiderato.Nelle zone temperate offre spunti di riflessione sul presente incerto e su un passato illuminato dalle scelte e dall'impegno di uomini immersi nel ferro e nel fuoco di inizio Novecento.

Donne del califfato

Bartolucci Valentina
Fefè

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Le donne continuano oggi a essere in prevalenza vittime di violenza e terrore piuttosto che esserne agenti. Vi è tuttavia un numero crescente di donne, anche giovanissime, provenienti da ogni parte del mondo, che sceglie di diventare parte dello Stato Islamico. Ma perché sempre più donne vogliono fare parte di una organizzazione di morte? E che ruoli assolveranno una volta diventate parte di esso? Questo libro vuole rispondere a queste domande. fondamentali rifuggendo dalle facili semplificazioni.

Rituali di resistenza. Teds, Mods,...

Hall Stuart
Novalogos

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Resistance Through Rituals, pubblicato per la prima volta in italiano, analizza le aggregazioni subculturali giovanili (Teds, Mods, Skinheads, Rastafariani) che hanno interessato la società britannica negli anni successivi al secondo conflitto mondiale. Si indaga sulle logiche intrinseche, l'immaginario e la critica latente che hanno sviluppato i giovani della classe operaia britannica, sensibili, secondo gli autori, alle dinamiche del mutamento sociale e politico ed in grado di costruire una soggettività tesa a preservare i sicuri territori di appartenenza (fisici ed ideali). Questa tendenza segna la fisionomia, l'azione e la semiotica corporale di intere classi di individui, inclini alla costruzione collettiva di una identità originale simbolizzata mediante una serie di status, premessa assiomatica, oltre all'esistenza di una consapevolezza di classe, che legittima le produzioni subculturali e regolamenta le pratiche degli attori sociali coinvolti.

La rotta dei brand

Improda Alberto
Mincione Edizioni

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
"La rotta dei brand" è un saggio sul contemporaneo, i consumi e il consumismo, apripista fondamentale per indirizzare i creativi della comunicazione a individuare il linguaggio più in sintonia con i consumatori. In premessa fotografa la lenta e silenziosa degenerazione del liberismo che, da motore di produzione di ricchezza a vantaggio dell'imprenditore e della società, diventa generatore egoista di ricchezza riservata all'individuo, condizionando fortemente la società dei consumi e mandando alla deriva il consumatore. L'autore s'interroga su quale idea si debba avere nei riguardi di questo uomo natante che oggi ci rappresenta e su quale sia il ruolo dei brand: se stiamo assistendo alla progressiva scomparsa dell'individuo e della Storia o se il consumismo e i brand che lo alimentano, con le giuste tutele, siano la chiave di salvezza di una ritrovata umanità.

I bambini più felici del mondo. Il...

Acosta Rina Mae
Rizzoli

Disponibile in 3 giorni  nel settore
PUERICULTURA

11,25 € 15,00 € -25%
Qual è il segreto per avere figli e genitori felici? In questo libro Rina Mae Acosta e Michele Hutchinson, mamme, scrittici e blogger rispettivamente statunitense e inglese ma entrambe residenti da anni nei Paesi Bassi, spiegano perché proprio i bambini olandesi sono i più felici al mondo: mostrandoci strategie e soluzioni del metodo educativo olandese, dall'organizzazione delle giornate al modo di trascorrere il tempo insieme, dai rapporti tra genitori a quelli tra i bambini, questo libro ricco di idee, aneddoti e consigli pratici è il manuale definitivo per imparare e applicare un approccio rivoluzionario per crescere, senza stress e sensi di colpa, figli più liberi e sicuri di sé.

Poche rose, tanti baci

Marone Francesca G.
Castelvecchi

Disponibile in 3 giorni

12,50 €
Maria Giulia, una donna separata e con figli, attraversa il percorso della malattia e della morte del padre provando la più profonda incapacità di amare e di perdonare. Scopre, leggendo vecchie lettere l'esistenza di una vita a Praga, e forse di un figlio segreto di suo padre, intraprende un viaggio da Napoli a Praga alla ricerca della verità che lei crede necessaria alla sua evoluzione. Il personaggio centrale della storia è quello del padre, che compare nel ricordo con il segno dell'arroganza che ha contraddistinto la sua giovinezza e maturità, ma colto ora nella sua fragilità di vecchio ammalato; vissuto attraverso il sentimento ambivalente che la figlia nutre verso di lui. Accanito a lei, l'ex marito, i figli, una vicina di casa e un viaggio di scoperta. In un doloroso scandaglio interiore fatto di ritorni al passato e di ferite mai sanate, Maria Giulia indaga nell'estraneità dei sentimenti che l'hanno accompagnata per tutta la vita. Uno spiraglio di speranza, per dare un senso alla morte e alle relazioni, le permetterà di aprirsi a una delle scelte d'amore più coraggiose.

Le teorie folli della storia

Delorme Philippe
Edizioni Clichy

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
"L'uomo non ha mai camminato sulla luna": le spedizioni Apollo sono dei falsi girati in studio dalla Nasa e lo si può dimostrare. "Hitler si è rifugiato nell'Antartide": dopo la caduta di Berlino Hitler si è imbarcato su un sottomarino e ha raggiunto il Polo Sud dove ha fondato un nuovo Reich non ancora scoperto. Queste sono solo due delle centinaia di idee balzane di cui sono convinte milioni di persone e che girano sui siti web e nei discorsi. "Le teorie folli del mondo" ricostruisce molti di questi falsi miti. Facendoci sorridere, ma anche inquietare, perché alcune di queste idee portano con sé il germe della disinformazione e qualcosa anche di assai peggiore.

WE. Un manifesto per tutte le donne...

Anderson Gillian
HarperCollins Italia

Disponibile in libreria  nel settore
FEMMINILE

17,50 €
Immagina un legame che unisce le donne di ogni credo e cultura. L'impegno non scritto di tutte noi, in quanto donne, a sostenerci e incoraggiarci l'un l'altra. Perché così tante donne e le loro figlie, ancora oggi, nel XXI secolo, si lasciano soffocare dalla depressione, dalle dipendenze, da un'insana tendenza all'autocritica e all'autolesionismo? Non saremmo più incisive ed efficaci se uscissimo dai soliti schemi che ci portano a competere, criticare e scontrarci le une con le altre e imparassimo invece a sviluppare modalità diverse, basate sulla collaborazione, l'empatia, l'aiuto reciproco? Attingendo alla psicologia, alla politica e alla spiritualità, l'attrice Gillian Anderson e la giornalista Jennifer Nadel hanno stilato una road map in nove punti, un percorso a tappe per rendere la nostra esistenza ricca di significato e affrontare le sfide emotive e spirituali che la vita inevitabilmente ci pone. Perché mettere questi nove principi universali al centro della nostra esistenza è l'antidoto alla cultura dell'io prima di tutto, ci permette di essere più libere e felici, ci insegna a rimpiazzare le abitudini nocive con modalità di vita più positive, serene e gratificanti. Intenso, concreto, WE è un manuale pratico rivolto a tutte coloro che vogliono vedere la propria vita e il mondo cambiare in meglio. Ma soprattutto è un entusiasmante appello per tutte le donne a unirsi e a fare davvero la differenza. WE è un entusiasmante appello alle donne affinché si uniscano per dare vita a una rivoluzione al femminile. E ci mostra come ognuna di noi nel suo piccolo possa cambiare il mondo.

Massimo Ranieri. Le rose non si...

Cirillo Jacopo
ADD Editore

Disponibile in libreria  nel settore
BIOGRAFIE MUSICA

13,00 €
Apparentemente, Jacopo Cirillo e Massimo Ranieri non c'entrano nulla l'uno con l'altro per motivi biografici e anagrafici. Solo apparentemente, però, perché la vita dell'autore è costellata, fin dall'infanzia, da ricordi, storie, commedie e drammi legati al grande artista napoletano. Con meraviglia, seguendo Cirillo, scopriamo che Massimo Ranieri è un concatenamento: un attore prestato al canto, un ballerino prestato alla recitazione, uno showman prestato al ballo e un cantante prestato allo spettacolo. Indefinibile, perché si sposta continuamente da un'arte all'altra senza risiedervi, è un artista totale, un susseguirsi poliedrico di performance che coprono tutto lo scibile artistico. Nonostante una vulgata che lo relega spesso a semplice cantante melodico, Ranieri è riuscito a costruirsi una carriera multiforme e variegata, apprezzata e legittimata dai più grandi protagonisti della cultura artistica del Novecento come Pasolini, Fellini, Strehler e Nureyev. Un libro che è un omaggio a un grande artista italiano, per molti un idolo e un'icona, per altri invece un personaggio da scoprire in tutto il suo talento.

Contro la cultura. La letteratura,...

Petrosino Silvano
Vita e Pensiero

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Perché "Contro la cultura?". Il titolo dell'ultimo saggio del filosofo Petrosino, una delle voci più lucide e pensose della cultura italiana, è volutamente provocatorio. Si pone contro il mainstream dell'industria culturale odierna, che ispira le terze pagine dei quotidiani, il mondo dell'editoria, dei festival, degli inserti culturali dei quotidiani, un mainstream fatto di impenetrabili luoghi comuni. Del tipo: la letteratura non serve a niente; come l'arte in genere, essa, alimentandosi di pura gratuità, è al servizio della sola bellezza; lo scrittore scrive per se stesso e l'unico scopo della sua azione è quello di dare voce a ciò che proviene dal profondo dell'anima; la scrittura creativa non si spiega, così come non si spiega il talento che è all'origine di ogni autentica creazione artistica. Di fronte a tali affermazioni non si può che essere, purtroppo, tutti d'accordo. Ma la «cultura» che si esprime in questi luoghi comuni normalizza la «letteratura» nel momento stesso in cui, riconducendola all'interno di ciò che si presuppone di sapere già sul la natura dell'«arte», cessa di interrogarsi sul dramma che l'attraversa. In fondo è proprio questo il grande tema della letteratura: il dramma dell'uomo, che mai può essere ricondotto a degli schemi, fossero pure quelli nobili della cultura. E' proprio qui che si gioca la natura stessa della letteratura e della finzione letteraria: in che senso essa non è affatto «inganno» ed «imbroglio»? Come può la «finzione letteraria» pretendere di essere addirittura uno dei nomi della «verità»? Quale è la natura della «verità» a cui la «finzione letteraria» è certa di rendere testimonianza? Il volume attraversa questo accidentato territorio, costituito dal particolare modo d'esistere dell'essere umano. È abitando questo strano luogo che prima o poi ci s'imbatte in una «finzione» che non teme di presentarsi come una delle vie d'accesso privilegiate alla «verità» dell'umano.

Fatto da me

Bassi Antonella
Morellini

Disponibile in 3 giorni

12,90 €

Donne del Mediterraneo. Saggi...

Spani G.
Società Editrice Fiorentina

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Parlare delle donne, per un uomo, vuol dire parlare dell'Altro: in un'epoca dove il maschile prende coscienza di non saperle più rappresentare o volutamente le distorce e le camuffa, in un'epoca storica in cui la voce delle donne assume sempre più autorevolezza, è necessario chiedersi del femminile interrogandosi a tutto tondo. E se storicamente la voce delle donne è sempre voce "incarnata", nel Mediterraneo, che è frontiera in transito, quella voce ha significato anche inquietudine, tentazione e perfino silenzio stesso: quali cambiamenti ha portato la contemporaneità all'identità del femminile? Questi cambiamenti sono trasversali lungo le sponde del mare Nostrum? Non è il mero diritto alla parità di genere a imporre oggi l'ascolto del femminile, ma una intrinseca necessità epistemologica perché, a conti fatti, si potrebbe dire che la donna sia l'anima stessa del Mediterraneo. Prefazione di Barbara Zecchi.