Storia d'Europa

Filtri attivi

A un passo dalla fine. Momenti...

Carlin Dan
HarperCollins Italia 2020

Disp. in libreria

18,00 €
Forse mai come in questo momento storico ci siamo trovati a riflettere, come individui e come societ sul problema piimportante che possiamo immaginare: la sopravvivenza dell'umanit In questo suo primo libro, Dan Carlin, il creatore di una delle serie di podcast pifamose del mondo - Hardcore History - analizza alcuni dei momenti picomplessi della storia dell'uomo per aiutarci a capire le sfide del presente e del futuro. Vivere in tempi difficili ci rende piforti? Come reagirebbe la societse venisse colpita da un'epidemia come quelle che hanno decimato la popolazione nel corso dei secoli? Gli esseri umani sono in grado di gestire le armi che hanno creato senza causare la propria estinzione? La tecnologia raggiungeril picco delle sue capacite comincera regredire? Il nostro mondo diventerun cumulo di rovine che gli archeologi del futuro potranno scavare e studiare? Nessuno conosce le risposte a queste domande, ma nessuno riesce a porle in maniera avvincente come fa Dan Carlin: in un sapiente mix di conoscenze storiche, ipotesi ardite e magistrale storytelling che mette in connessione il nostro passato e il nostro futuro. Ispirato alla sua popolarissima serie di podcast, "A un passo dalla fine" analizza il modo in cui guardiamo alla Storia e a noi stessi e ci mostra come il nostro passato possa condizionare direttamente il nostro tormentato presente.

La vera storia delle SS

Lumsden Robin
Newton Compton Editori 2020

Disp. in libreria

12,00 €
Un agghiacciante racconto di intrighi e nepotismi, deliri di onnipotenza e stermini di massa nella Germania del Terzo Reich La vera storia delle SS molto picomplessa di quanto si possa immaginare. un racconto fatto di intrighi e nepotismi, presunti richiami filosofici e significati simbolici. la storia di un'organizzazione guidata da un uomo convinto di essere la reincarnazione del re sassone Enrico I, fondatore dell'Impero germanico; di efferati criminali che riuscirono a farsi nominare primi ministri e funzionari di polizia; di opere caritatevoli e stermini di massa decisi nello stesso palazzo; e di generali che guidavano eserciti immensi in devastanti campagne di conquista. Questo volume ricostruisce nel dettaglio l'origine, lo sviluppo e l'organizzazione delle SS, soffermandosi sugli effetti ad ampio raggio che esse ebbero sulle politiche razziali, sulla storia, l'educazione, l'economia e la societdella Germania. Nessun aspetto viene trascurato: non parso superfluo, ad esempio, evidenziare il fatto che per i membri delle SS si disegnassero uniformi e capi di abbigliamento tali da distinguerli in quanto ite nascente nella societdel Terzo Reich. Particolare attenzione viene poi riservata al rapporto tra le SS e la guerra, valutando sia i reali esiti sul campo di battaglia, sia le atrocitcommesse nei territori occupati.

Il pane e la neve

Galvagno Dionigi
Miraggi Edizioni 2020

Disp. in libreria

16,00 €
Siamo nel 1943. Spedizione ARMIR Armata Italiana in Russia. Partirono in 80000 e ritornarono in 500. Il punto di vista di Dionigi Galvagno quello di un panettiere, una persona comune, che si trova ad essere tra i sopravvissuti della disfatta italiana, uno dei pitragici eventi della seconda guerra mondiale, tra carestie, gelo e la durezza di un cammino seminato di morte. Un ricordo vivo e toccante a distanza di quasi 80 anni, originariamente un diario scritto per le nipoti.

Saint-Just. La vertigine della...

Solinas Stenio
Neri Pozza 2020

Disp. in libreria

18,00 €
Fra i protagonisti della Rivoluzione francese e del Terrore nessuno costragicamente e ambiguamente affascinante come Saint-Just. Definito nell'Ottocento Arcangelo della morte da Michelet, Spada vivente da Taine, riletto nel Novecento di volta in volta come precursore dei socialisti utopisti, dei fascisti, dei leninisti, per i suoi contemporanei Saint-Just fu l'accusatore feroce di Luigi xvi, dei Girondini e di Danton; il rappresentante implacabile della Convenzione presso le armate del Reno e del Nord; il membro inflessibile del Comitato di Salute pubblica; la vittima impassibile del 9 Termidoro. Entrato in politica a vent'anni, ghigliottinato che ne aveva ventisette, libertino nel 1789 e teorico della virtnel 1793, uomo di cuore e uomo di sistema, fu il picontraddittorio dei rivoluzionari, una sorta di Giano odiato, ma mai disprezzato, ammirato, ma mai amato. Nessuno ha anche goduto come lui di un culto letterario e artistico che ha finito per farlo salutare come un fratello di Rimbaud e di Shelley, un erede virtuoso di de Sade. stato un modello per pittori romantici quanto l'oggetto di meditazione per saggisti e narratori, da Camus a Malraux, da Drieu a Marguerite Yourcenar, di fascino per cineasti: nel Napoln, di Abel Gance, sarlo stesso regista a interpretarlo. Uomo politico e uomo d'azione, uomo di Stato e uomo di pensiero, Saint-Just oggi l'unico contemporaneo fra i suoi compagni dell'89. Lo perchin lui si mischia il culto della giovinezza, l'estetica e l'etica, l'idea della felicitpossibile su questa terra e della necessitdi arrivarci anche a costo dell'orrore, il riproporsi periodico della tentazione di rifare l'uomo anche suo malgrado, l'inchinarsi alla volontgenerale e alla sanitdel popolo anche se questa coincide con l'asservimento dell'individuo e la fine delle libert Raccontare Saint-Just dunque fare luce su ciche ci circonda.

La caduta della Francia....

Jackson Julian; Traina G. (cur.)
21 Editore 2020

Disp. in libreria

23,00 €
Il 16 maggio 1940 fu convocata una riunione d'emergenza dell'Alto Comando francese al Quai d'Orsay a Parigi. L'esercito tedesco aveva rotto le linee francesi a Sedan e in altri punti, dopo soli cinque giorni dall'inizio dell'attacco. Churchill, avvertito dal primo ministro francese Reynaud che la situazione era disperata, si recprecipitosamente a Parigi per incontrare i capi francesi. Nel corso dell'incontro regnava un'atmosfera di panico e disperazione. Si parlava di evacuare Parigi. Churchill si rivolse a Gamelin, il comandante in capo dell'esercito francese, e gli chiese: "Dov'la riserva strategica?". Gamelin scosse il capo e replic "Non ve n'alcuna". La sconfitta militare culmincon la firma dell'armistizio tra Hitler e il governo francese, siglato il 22 giugno 1940. A cisegul'occupazione nazista di gran parte del territorio francese, la nascita a sud del regime di Vichy e un'escalation del conflitto perchHitler sentdi avere finalmente le mani libere per volgersi a oriente e regolare i conti con la Russia. La ricerca di un capro espiatorio che giustificasse la piumiliante sconfitta militare della storia francese iniziquasi subito: si era trattato unicamente di errori militari o responsabile della disfatta era la nazione intera? Utilizzando i resoconti di testimoni oculari, diari e memorie dei protagonisti, Julian Jackson ricrea l'atmosfera e i drammatici eventi di quelle sei settimane del 1940, fornendo numerose prove storiche al fine di rispondere alla fatidica domanda: la caduta della Francia fu davvero inevitabile?

La storia dei Romanov

Des Cars Jean
LEG Edizioni 2020

Disp. in libreria

14,00 €
"La storia dei Romanov" un'opera dedicata alla dinastia che ha regnato sull'Impero russo per tre secoli, dal 1613 al 1917. L'inchiesta, accompagnata da numerosi viaggi in Russia, tiene conto di scoperte e studi recenti, a volte ricchi di rimesse in causa o, al contrario, di revisioni, talvolta addirittura di riabilitazioni. Si tratta di capire in quale ambiente la storia dell'antica Russia sia oggi raccontata, spiegata, compresa, in un Paese che non cessa a tutt'oggi di volgere sguardi nostalgici al suo passato imperiale, troppo a lungo celato dall'oblio dell'ideologia e della propaganda. Il libro un'ottima occasione di recuperare una memoria storica senza le imposture e la disinformazione seguite alla Rivoluzione, alla guerra civile e al totalitarismo. Da Pietro il Grande a Nicola II scorre vivace nella narrazione dell'autore la successione dei sovrani di Russia, che dominarono il pivasto Paese del mondo. Il destino dei Romanov, una famiglia riabilitata dalla storiografia, descritto in un percorso orientato a seguire la costruzione della Russia imperiale e del suo ruolo nella storia mondiale. Pietro il Grande, Nicola II, Caterina la Grande e Alessandro II: sono i picelebri regnanti, i volti pinoti di una dinastia che testimonia le complessitdella storia russa e che trova nelle pagine di questo libro una collocazione in grado di mettere in luce tragedie e fasti nell'arco di tre secoli.

Commercio, potere e territorio. Gli...

Barbagallo Salvatore
Biblion 2020

Disp. in libreria

20,00 €
Il 10 agosto del 1678 a Nimega fu sottoscritto il trattato tra Francia e Province Unite. Durante i negoziati volti al ristabilimento della pace, emerse chiaramente a tutti i convenuti che la politica di potenza esercitata dagli imperi continentali era stata sovrastata dalla strategia, al contempo energica e accorta, adottata dal regno britannico. Nai governi assoluti nalle societdel continente europeo risultagevole affrontare l'inevitabile assestamento conseguente all'intensificazione degli scambi e al poderoso sviluppo dei mercati. La societdi antico regime aveva prodotto strutture sociali rigide, fondate su corpi aristocratici guidati dallo Stato assoluto. Una sorta di Stato-caserma, organizzato per conseguire attraverso la guerra il possesso di territori sempre piampi. Il coevo sconvolgimento della "coscienza europea" rappresentl'occasione per una trasformazione nel profondo di strutture ed equilibri fin ad allora consolidati. Il trattato rivell'esaurimento delle ideologie solenni degli imperi continentali.

I mille anni del Medioevo. Ediz....

Piccinni Gabriella
Pearson 2018

Disp. in libreria

29,00 €
"Il manuale di storia non è sempre simpatico agli studenti che lo devono studiare, che gli si accostano spesso con il timore di dover mandare a memoria date o dati, e con diffidenza per uno strumento che appare più legato all'idea di un esame da sostenere che al piacere della lettura e della conoscenza. Tuttavia è possibile provare a raccontare la storia - e in particolare quella del medioevo, con le sue tante suggestioni e ricchezze di temi - senza allontanare il lettore da questo piacere prezioso, ma anzi accogliendolo, per quanto possibile, nella rete della narrazione. Ed è ciò che tento di fare con questo manuale, che è la terza edizione rivista del volume edito per la prima volta nel 1999 e riedito, con modesti aggiornamenti, nel 2007." (dall'Introduzione)

La battaglia di Francavilla (20...

Manitta Angelo
Il Convivio 2020

In libreria in 10 giorni

35,00 €
La Battaglia di Francavilla (20 giugno 1719), della quale nel 2019 si commemorato il 300 anniversario, uno degli scontri piimportanti della Guerra di Sicilia (1718-1720). La ricerca, basata sulle fonti delle varie parti coinvolte, cioaustriache, spagnole, inglesi, piemontesi e francesi, vuole far luce su un evento che ha deciso il predominio sul Mediterraneo, di cui la cittadina siciliana, ad una nuova lettura delle numerose testimonianze, appare un tassello piimportante di quanto si potuto credere finora. Attraverso una dettagliata esposizione, si esaminano le cause che hanno spinto la Quadruplice Alleanza a scontrarsi con le forze spagnole proprio a Francavilla di Sicilia, e si ricostruiscono sia la dinamica dei fatti che la tattica militare, nel tentativo di capire le conseguenze e di contestualizzare le successive azioni all'interno del Mediterraneo.

Berlin. Vol. 3: La città della luce

Lutes Jason
Coconino Press 2020

In libreria in 10 giorni

17,00 €
Berlino, 1933. I destini di Kurt Severing, giornalista disilluso in crisi, della giovane aspirante artista Marthe Midler e dei loro amici si intrecciano nel crepuscolo della Repubblica di Weimar. Hitler si avvia al potere, promettendo ordine e sicurezza e additando nuovi nemici a un ceto medio impaurito e impoverito dall'enorme debito di guerra. Si conclude con questo terzo volume il romanzo corale di Jason Lutes. Più di vent'anni di lavoro, un eccezionale impegno di documentazione e ricerca, una saga storica il cui monito risuona più che mai attuale.

Un grande spazio vuoto. Genocidio e...

Lombardi Paolo
All'Insegna del Giglio 2020

In libreria in 10 giorni

19,00 €
Nel luglio del 1942 Heinrich Himmler, il capo delle SS, ordinava l'accelerazione del genocidio degli Ebrei in Polonia, che avrebbero dovuto essere uccisi entro la fine dell'anno. Contemporaneamente si apprestavano i piani (e l'inizio dell'esecuzione) del Generalplan Ost, il progetto di colonizzazione dell'Est da parte dei nazisti. Che rapporto esisteva tra le due cose? La convergenza temporale era voluta, e il genocidio era in realtuno sterminio di stampo coloniale, come quelli perpetrati dalla fine dell'Ottocento dalle potenze imperialiste? Il genocidio era l'ereditdi quella storia? Oppure si trattava di due piani distinti, che solo nella fatale estate del 1942 convergevano assieme grazie alle nuove politiche assunte dal regime verso la sistemazione etnica e coloniale dell'intero contente europeo? Un viaggio nel cuore tenebroso del Secolo Breve, dove per un momento violento e terribile il progetto di unificazione dell'Europa passper l'eliminazione di milioni di nemici razziali e la creazione di un grande spazio vuoto, in cui ricostruire un'utopia razziale che avrebbe dovuto incarnare la Nuova Europa.

Croquis du front italien. Cronache...

Bucci Anselmo; Berlanda O. (cur.)
Museo Storico Italiano della Guerra 2020

In libreria in 10 giorni

5,00 €
Nel 1915 Anselmo Bucci si arruola volontario nel Battaglione lombardo ciclisti e combatte sul monte Baldo. Le sue incisioni ci consegnano una testimonianza insolita dell'esperienza di guerra nella quale, accanto alla tensione della battaglia, molto spazio viene dato alle pause che la accompagnano, agli atti preparatori, ai riposi, alle manutenzioni, alla vita di retrovia, all'antieroico repertorio dei gesti comuni che riempiono gran parte della giornata del soldato.

Montaillou

Le Roy Ladurie Emmanuel
Il Saggiatore 2019

In libreria in 10 giorni

39,00 €

Politics, territory and identity in...

Domínguez Adolfo J.
ETS 2019

In libreria in 10 giorni

38,00 €
Con questo volume di Diabaseis procede l'opera di aggiornamento del quadro storico della Grecia nord-occidentale: le intersezioni fra storia politica, storia territoriale e dinamiche identitarie nell'Epiro antico, un tema oggi di grande attualità nel dibattito scientifico, vengono focalizzate da un gruppo variegato di ricercatori in un lavoro cui Adolfo J. Domínguez ha dedicato un'attenta cura organizzativa ed editoriale. Contributi in lingua italiana e inglese.

Berlino. Storia di una metropoli

Richie Alexandra
Mondadori 2019

In libreria in 10 giorni

22,00 €
Alessandra Richie traccia una storia di Berlino, un ritratto della sua gente e delle sue vicende politiche dalla fondazione nel XII secolo ai giorni nostri. Dal fervore rivoluzionario che ne ha animato il primo brulicante insediamento alla trionfante magnificenza imperiale; dal frenetico modernismo dell'età della Repubblica di Weimar alla brutalità nazista fino al gioioso momento della caduta del muro, Berlino ha vissuto sulle proprie strade e nei propri palazzi tutti i grandi eventi della storia europea.

Oslo. Ritratto di città

Kollektiv Ulyanov
Odoya 2019

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Adagiata tra le linfe di un fiordo e custodita da rigogliose colline verdeggianti, Oslo è una delle città più dinamiche d'Europa. Tra i leggendari echi di un passato vichingo e lo sfavillio adamantino dei moderni grattacieli, è l'archetipo della metropoli a misura d'uomo. Porta d'accesso del paese e verso il grande Nord, Oslo è molto più di quanto facciano immaginare le romantiche foto delle agenzie di viaggio. Dalla fondazione a opera dell'ultimo, grande re vichingo Harald Hardràde, avvenuta più di mille anni fa, passando per la forte influenza del cristianesimo nello sviluppo della città medievale con il regno di Haakon V, le pestilenze, gli incendi e le distruzioni, i trascorsi di Oslo sono degni delle mitiche saghe norrene. Poi la rinascita, l'indipendenza, l'affermazione, la resistenza all'infausta invasione nazista nel 1940, fino al ruolo da protagonista nell'odierno continente europeo, dove rappresenta una delle mete predilette dai giovani per la sostenibi-lità ambientale e un welfare fra i più solidi del pianeta. Oslo è un crogiolo di avventure e cultura. Navi vichinghe, antiche chiese in legno dall'aspetto minaccioso, musei artici, trampolini vertiginosi, passeggiate incantevoli sul lungofiume, boschi per fare scarpinate a pochi minuti da un centro fresco e pulsante in cui sgorga la multiculturalità. È la città dell'Urlo di Munch, del teatro della vita di Henrik Ibsen, delle sculture umane di Gustav Vigeland, dei gialli di Jo Nesbo e Anne Holt, di una street art stupefacente che si rivela all'improvviso da un angolo e, non ultimo, capitale mondiale del discusso genere musicale black metal.

Somalia. Passione italiana nel...

Roncati Remo; Maccanti Renato
Solfanelli 2017

In libreria in 10 giorni

21,00 €
Assistendo alla piuttosto recente grave situazione politico-sociale della Somalia e apprezzando la ripresa delle attività produttive umane nelle principali città della Somalia, grazie all'azione del governo somalo sostenuto dall'ONU e da molti paesi europei, appare utile conoscerne la storia di questo paese. Il testo, curato da Remo Roncati e Renato Maccanti, mette in luce la storia di un popolo di pastori-guerrieri, divisi in gruppi etnici "Cabile", in continua ricerca di pascoli per il bestiame, di abbeverate, con conseguenti lotte tra le varie "Cabile" e con altri popoli per la conquista di nuovi territori. Ripercorre, poi, l'azione svolta dall'Italia sin dalla fine dell'Ottocento, quale paese che aveva concesso il suo protettorato ai Sultanati di Obbia e dei Migiurtini e all'inizio del Novecento aveva acquistato dal Sultano di Zanzibar la regione del Benadir, aveva successivamente occupato pacificamente parte del vicino territorio e allargato la colonia grazie alla cessione della Gran Bretagna dell'OltreGiuba.

Napoleone Bonaparte-Dominique-Jean...

Dorella Mauro
Campanotto 2016

In libreria in 10 giorni

28,00 €
La vita di Dominique-Jean Larrey (1766-1842) è stata semplicemente straordinaria. In qualità di chirurgo militare partecipa a decine di campagne condotte dall'armée francese (da Strasburgo all'Egitto, dalla Spagna a Udine, da Austerlitz a Mosca) durante il fatidico quarto di secolo che va dalla presa della Bastiglia a Waterloo. Il suo nome è legato in modo indissolubile all'ideazione dell'unità di immediato pronto soccorso chirurgico portato ai soldati feriti sul campo di battaglia. La sperimentazione dell'ambulance volante, abbozzata in Renania alla fine del 1792, giunge alla perfezione logistica e funzionale durante la permanenza di Larrey in Friuli nel semestre del 1797 che è compreso tra il preliminare di pace di Leoben e la sigla del trattato detto di Campoformido. In questa monografia-che intende ricordare anche il 250° anniversario della nascita del grande chirurgo-sono indagati i presupposti teorico-pratici e l'evoluzione del concetto di ambulance volante. A partire dalle fonti coeve sono individuati l'occasione, il luogo e il momento in cui tale sistema compiuto è presentato per la prima volta a Udine, alla presenza di quel generale vittorioso che si sta accingendo a conquistare il potere in Francia e le terre d'Europa. Sono inoltre indagate le altre impegnative attività intraprese e i rapporti intessuti da Larrey nel Friuli di fine Settecento che, uscito drammaticamente dall'età veneta, è fatto entrare a viva forza nella convulsione della contemporaneità.

Anschluss. L'annessione....

Giacchè Vladimiro
Imprimatur 2016

In libreria in 10 giorni

11,00 €
Ancora oggi, a quasi 25 anni dal crollo del Muro, la distanza economica e sociale tra le due parti della Germania continua ad accentuarsi, nonostante massicci trasferimenti di denaro pubblico dalle casse del governo federale tedesco e da quelle dell'Unione Europea. Sulla base di una ricerca scrupolosa, condotta attraverso i dati ufficiali e le testimonianze dei protagonisti, l'economista Vladimiro Giacché svela come la riunificazione delle due Germanie abbia significato la quasi completa deindustrializzazione dell'ex Germania Est, la perdita di milioni di posti di lavoro e un'emigrazione di massa verso Ovest che perdura tuttora, spopolando intere città. La storia di questa unione che divide è una storia che parla direttamente al nostro presente. Essa comincia infatti con la decisione di attuare subito l'unione monetaria tra le due Germanie, prima di aver attuato la necessaria convergenza tra le economie dell'Ovest e dell'Est. L'unione monetaria ha accelerato i tempi dell'unione politica, ma al prezzo del collasso economico dell'ex Germania Est. Allo stesso modo la moneta unica europea, introdotta in assenza di una sufficiente convergenza tra le economie e di una politica economica comune, è tutt'altro che estranea alla crisi che sta investendo i paesi cosiddetti "periferici" dell'Unione Europea. Il libro di Giacché si conclude quindi con un esame approfondito delle lezioni che l'Europa di oggi può trarre dalle vicende tedesche degli anni Novanta.

L'Europa secondo Berlino. Il...

Kundnani Hans
Mondadori Education 2015

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Sin dall'inizio della crisi economica, la Germania si è imposta come potenza guida dell'Europa. Per reazione a un presunto imperialismo tedesco, negli ultimi anni i media europei hanno paragonato la cancelliera Angela Merkel a Bismarck, e persino a Hitler. Tuttavia, la Germania di oggi è immensamente lontana dagli stereotipi che ne hanno accompagnato la storia tra XIX e XX secolo. Dopo settanta anni di tenace lotta contro il passato nazista, i tedeschi credono di aver imparato la lezione meglio di chiunque altro, e la loro massima aspirazione è la pace. In questa combinazione di protagonismo nel campo economico e contemporanea rinuncia a imporsi come potenza militare, la Germania è un caso unico nel palcoscenico delle relazioni internazionali. E quindi, perché si parla sempre più frequentemente e con sempre maggiore preoccupazione di un'"Europa tedesca" destinata a caratterizzare il XXI secolo? Hans Kundnani spiega come la Germania è arrivata dove è adesso e dove potrebbe andare in futuro, indagandone identità nazionale e politica estera attraverso una serie di spunti interpretativi paradossali: continuità e cambiamento, 'normalità' ed 'eccezionalità', economia e politica, Europa e mondo. Prefazione di Lucio Caracciolo.

Storia della Romania

Costantiniu Florin
Rubbettino 2015

In libreria in 10 giorni

24,00 €
La Storia della Romania (e implicitamente del popolo romeno), dall'antichità alle controverse vicende della "rivoluzione" del dicembre del 1989, è una sintesi scritta con la convinzione più volte espressa dall'autore che "i peccati di oggi sono, in tanti c

Al centro del Mediterraneo. Scontri...

Corsi Pasquale
Edizioni del Rosone 2015

In libreria in 10 giorni

23,00 €
In questo volume viene innanzitutto esaminato il ruolo svolto da Bisanzio nel contesto del Mediterraneo centrale, con una particolare attenzione per gli eventi che vi ebbero luogo tra i primi secoli e la fase principale dell'espansione musulmana. In tale p

Monuments men. Eroi alleati, ladri...

Edsel Robert M.
Sperling & Kupfer 2015

In libreria in 10 giorni

10,90 €
Li chiamavano "Monuments Men". Erano soldati, tanto coraggiosi quanto improbabili. Un esiguo plotone di topi di biblioteca, colti e appassionati, arruolati nell'esercito alleato durante il secondo conflitto mondiale e spediti nell'Europa in fiamme con una

I Grimaldi di Monaco

Lingua Paolo
De Ferrari 2014

In libreria in 10 giorni

16,00 €
La storia di Monaco - base militare del Comune di Genova nel Medioevo, poi Signoria, poi Principato - rappresenta qualche cosa di più della vicenda d'un "piccolo Stato" che s'affaccia sul Mediterraneo. In Europa ne sopravvivono diversi. Monaco, però, così come la dinastia genovese dei Grimaldi che da oltre sette secoli vi regna, rappresenta una realtà diversa. In ogni momento d'una complessa tormentata vicenda politica, diplomatica e militare, lo Stato monegasco e la famiglia Grimaldi rappresentano la quintessenza della cultura diffusa e dell'antropologia del Mediterraneo.

Memorie della farfalla

Giacobbe Maria
Il Maestrale 2014

In libreria in 10 giorni

16,00 €
Nel 1944 la speranza di trovare un militare americano che la aiuti a ristabilire i rapporti epistolari col marito Dino Giacobbe (rifugiato negli Stati Uniti dopo il dilagare nazista in Europa), spinge la madre dell'allora adolescente autrice a compiere l'avventuroso viaggio da Nuoro a Cagliari, con la muta ma rassicurante compagnia della figlia-crisalide. Nei molti anni che da allora sono passati, la farfalla che quella sera a Cagliari silenziosamente mise le ali ha continuato a volare facendo in luoghi diversi esperienze delle quali spesso ha sentito il bisogno e il dovere di scrivere. Ora, la farfalla ormai ottuagenaria ha perduto il desiderio di viaggiare ma non ha perduto quello di rievocare e di narrare. La positiva accoglienza fatta allo scritto che apre questo volume (A Cagliari con Glenn Miller del 2010), dove Maria Giacobbe narra di quel suo primo incontro del '44 con la concretezza della guerra, l'ha incoraggiata a ripensare ad altre sue esperienze politiche fatte negli anni '80-'90, quando ancora la guerra fredda teneva in scacco il pianeta. Quelle esperienze - la democratica Danimarca, la orwelliana Corea di Kim Il-Sun, il Nicaragua post-Somoza, lo stato di Israele con ciò che ancora restava della Palestina - delle quali Maria Giacobbe ha di volta in volta scritto in sedi editoriali danesi, non hanno perduto di attualità.

Il bambino. Varsavia 1943. Fuga...

Porat Dan
Rizzoli 2013

In libreria in 10 giorni

15,00 €
"Esco nella strada che brucia! Intorno a me, tutto è in fiamme. Il ghetto è un mare di fuoco. È spaventoso. Nessuno sa dove scappare. Il muro del ghetto è completamente circondato, nessuno può entrare o andar via. I vestiti ci bruciano addosso. Il fumo ci soffoca. Molti, quasi tutti, invocano Dio. Muto come una sfinge, Dio non risponde. E voi, popoli della Terra, perché tacete, non vedete che ci stanno uccidendo? Perché non dite niente?" Così termina il diario ritrovato di una giovane testimone di uno degli episodi più atroci della Seconda guerra mondiale: l'annientamento del ghetto di Varsavia. È l'aprile del 1943 quando Himmler incarica il generale delle SS Jürgen Stroop di radere al suolo il quartiere e di sterminare i ribelli che pochi mesi prima avevano osato insorgere contro la furia nazista. La stessa sorte toccherà a tutti gli abitanti superstiti. Tra loro c'è un bambino che, immortalato con le mani alzate e il volto impaurito, diventerà l'immagine simbolo dell'Olocausto. Ma chi è? Che ne è stato di lui? È riuscito a salvarsi? Per rispondere a queste domande, Dan Porat ricostruisce le vicende di quel giorno e della distruzione del ghetto di Varsavia. Lo fa ripercorrendo più di sessant'anni di storia in un libro che intreccia le vite di quel bambino, di una giovane ebrea attiva nella resistenza e di tre soldati SS; un libro in cui assieme alla narrazione viva e partecipata di quel dramma scorrono le fotografie selezionate da Stroop per documentare la "Grosse Aktion" nazista...

Storia del liberalismo in Europa

Nemo P. (cur.); Petitot J. (cur.)
Rubbettino 2013

In libreria in 10 giorni

56,00 €
Il liberalismo è soprattutto la sua storia. È la storia del liberalismo è la storia di una tradizione di pensiero ramificata e plurale, che, attraversando i secoli, si è arricchita e diversificata a seconda delle tradizioni nazionali, dei problemi che storicamente si è trovata ad affrontare, nonché del confronto e dello scontro che di volta in volta ha avuto con altre ideologie e filosofie politiche. Questa imponente "Storia del liberalismo in Europa", frutto della collaborazione di filosofi, economisti, sociologi, politologi, giuristi e storici del pensiero politico di molti Paesi del mondo, vuole dare conto della grande ricchezza del pensiero liberale, esplorandone in modo sistematico le variegate radici secolari ed evidenziando quanto esse siano ben piantate nella storia dell'Europa. In questo volume si ricostruisce l'evoluzione delle idee liberali da molteplici prospettive teoriche (filosofica, storica, economica, sociologica, teologica, giuridica) e in costante riferimento con le tradizioni culturali nazionali, in modo da offrire un quadro sistematico dello sviluppo storico del liberalismo relativamente all'Europa continentale. A partire da una approfondita esplorazione delle fonti antiche e medievali, della scolastica spagnola ed esaminando soprattutto le tradizioni liberali francese, italiana, tedesca, austriaca, spagnola, portoghese, olandese e svedese, quest'opera dimostra come il liberalismo abbia una storia antica che si intreccia con quella dell'Europa.

La torre di Londra. L'isola di...

Tietz Paolo
Liberodiscrivere 2013

In libreria in 10 giorni

14,00 €
"Come è che la Nazione (Corona, Regno) più cattolicamente papista d'Europa divenne la più antipapista?" Questo saggio è stato scritto con l'ambizione di dare risposta a tale domanda, risultandone con ciò necessario ripercorrere l'intera vicenda delle relazioni fra l'isola di Britannia e Roma da quando Giulio Cesare vi pose piede per primo sino alla rivoluzione di re Enrico VIII il quale, autoproclamandosi Papa d'Inghilterra, pose le fondamenta di quello che più di un secolo dopo sarebbe emerso, fra i tanti imperi sorti in Europa occidentale, il solo che si possa ritenere essere stato degno erede dell'Impero Romano.

Pietro il Grande

Hughes Lindsey
Einaudi 2012

In libreria in 10 giorni

26,00 €
L'esistenza di Pietro il Grande (1672-1725) traboccò a tal punto di drammi personali e aspetti bizzarri, da irradiare un senso di mistero e fascino inesauribile. L'eroe celebrato di Poltava, l'incontrastato capo militare, il sovrano assoluto di uno dei paesi più grandi del mondo, il protagonista della serie di riforme che rivoltarono metodicamente ogni aspetto e settore della vita russa, sposò una contadina analfabeta. Il suo amore per i travestimenti, gli stravolgimenti e la parodia, per "il mondo alla rovescia", non fu mero passatempo o aberrazione, ma un elemento chiave nel suo stile di governo. L'uomo irresistibilmente volto ad Occidente annoverava tra i propri svaghi curiosità quali l'estrazione dei denti, la pratica dell'autopsia, la tornitura del legno e l'estinzione degli incendi. Il Padre della Patria russa condannò a morte, e forse torturò e uccise di persona, il proprio figlio primogenito. Tutto questo e altro ancora coesisteva in modi curiosamente funzionali con una vita alimentata da una volontà ideale di trasformazione quasi ossessiva. Questo libro, sempre attento a collocare il particolare caratteristico all'interno del contesto storico, politico e psicologico, ricostruisce, sulla base di un rigoroso lavoro documentario, le varie fasi della vita del grande imperatore russo, analizzando nei due capitoli finali la sua eredità politica e sociale, l'edificazione del suo mito dal Settecento a oggi.

Humanists with Inky Fingers. The...

Grafton Anthony T.
Olschki 2012

In libreria in 10 giorni

15,00 €
Anthony Grafton spiega come nella «Repubblica delle lettere» europea del Cinque-Seicento quella della correzione dei testi fosse un'attività che impegnava i migliori ingegni del tempo tanto nella collaborazione quanto nella competizione. La sua analisi illustra come, oltre a emendare semplicemente i testi per la tipografia, l'intervento del correttore erudito poteva assumere sfumature diverse, dalla semplice critica al dissenso, che influivano così, in differenti modi, sulla pubblicazione del contenuto.

Era mio nonno. Storia di un torrese...

Madonna Raffaele
ESA (Torre del Greco) 2012

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Consolato Raffaele, numero di trasporto 34683.Così veniva identificato sui registri ufficiali dell'Amministrazione penitenziariadella Guyana francese, il protagosta della vicenda che questo volume racchiude. Una storia che fa luce sulla triste realtà dei c

La ronde. Giostre, esercizi...

Varallo F. (cur.)
Olschki 2011

In libreria in 10 giorni

33,00 €
Viene affrontato il tema degli spettacoli di corte, con attenzione alla circolazione di modelli d'oltralpe nel Piemonte sabaudo e al ruolo del cavallo sia negli esercizi equestri sia nella pratica venatoria. Mentre la caccia, intesa come simulacro della guerra, consente di guardare ai luoghi di loisir e alla natura in termini nuovi, il rapporto uomo/cavallo introduce il problema della cura dell'animale, del passaggio dalla mascalcia alla scienza veterinaria e al recupero della cultura cavalleresca.

Principi, poeti e visir. Un esempio...

Menocal M. Rosa
Il Saggiatore 2009

In libreria in 10 giorni

11,00 €
Nel 755 d. C. Abd al-Rahman, dopo essere fuggito da Damasco, approdò nella penisola iberca e vi fondò un nuovo regno, Andalus, unificando le popolazioni arabe già presenti in Spagna in quello che sarebbe diventato un grande califfato indipendente. Nel Medi

Hammerstein o dell'ostinazione. Una...

Enzensberger Hans Magnus
Einaudi 2008

In libreria in 10 giorni

20,00 €
La sera del 3 febbraio 1933, a Berlino ebbe luogo una cena a suo modo storica: Adolf Hitler incontrò per la prima volta nella sua veste di neo-cancelliere i maggiori esponenti della Reichswehr. Fra questi, discendente di un'antica famiglia aristocratica, il generale Kurt von Hammerstein-Equord, che durante la Repubblica di Weimar aveva fatto una brillante carriera sino a diventare nel 1930 - capo di stato maggiore dell'esercito tedesco. Un uomo di destra, che considerava Hitler un confusionario non particolarmente pericoloso. Nel corso della cena, tuttavia, il Führer espose senza mezzi termini quali erano i suoi veri obiettivi: instaurazione di una dittatura all'interno del paese, ricerca di "spazio vitale" a oriente. Il discorso di Hitler fece radicalmente cambiare opinione a Hammerstein che un anno dopo rassegnò le dimissioni: da quel momento in poi divenne - pur nella più assoluta segretezza - il punto di riferimento della resistenza anti-hitleriana che condusse al fallito attentato del 20 luglio 1944. La moglie e i sette figli sono gli altri protagonisti di questa straordinaria vicenda non solo tedesca: i maschi sono tutti coinvolti in forme di resistenza, vivono in clandestinità, le figlie si legano al Partito comunista. Nell'ultima parte del libro l'autore accosta narrazioni, "chiacchierate" postume con i protagonisti, commenti su fatti storici, documenti d'archivio in gran parte inediti.

Carlo V

Brandi Karl
Einaudi 2008

In libreria in 10 giorni

32,00 €
La figura di Carlo V domina tutta la prima metà del Cinquecento e affascina ancora oggi, per la vastità del suo impero e perché in lui convissero l'uomo del Medioevo e quello del Rinascimento. Dagli anni giovanili fino al desolato tramonto nella solitudine di Yutse, Brandi fa rivivere in tutta la sua complessità il personaggio di Carlo V, il suo carattere, il suo mondo interiore, ricreando con dovizia di particolari l'ambiente in cui visse e regnò, i consiglieri, i nemici, i parenti. E intorno un mondo in tumultuosa trasformazione: le guerre, le sanguinose battaglie, il sacco di Roma, le discussioni teologiche, Francesco I, Enrico VIII, Martin Lutero. Utilizzando un considerevole numero di fonti - dai documenti d'archivio alle tele di Tiziano, dalle memorie e dalle lettere di Carlo V alle grandi opere innalzate a sua gloria -, Brandi costruisce una biografia del pensiero e dell'agire politico di un imperatore sorretto dalla certezza di essere stato chiamato a quel compito dalla suprema volontà di Dio.

L'esperienza inutile. I conflitti...

Beretta Franco
Prospettiva Editrice 2008

In libreria in 10 giorni

12,00 €
La guerra di trincea mostrò tutto il suo disumano aspetto durante il primo conflitto mondiale quando la sua atroce realtà coinvolse un'intera generazione di giovani europei. Le sue caratteristiche sono ben note ma cosa sappiamo oggi della sua genesi, delle

L'Europa dall'Otto al Novecento

Meriggi Marco
Carocci 2006

In libreria in 10 giorni

16,80 €
Il volume si presenta come un manuale di storia dell'Europa a cavallo tra Otto e Novecento. Prendendo le mosse dal quadro geopolitico del vecchio continente sul volgere del XIX secolo, quando entra in crisi lo Stato liberale e si realizzano le prime forme di legislazione sociale, l'autore si sofferma sulla politica di potenza degli Stati europei e sul loro espansionismo coloniale, per giungere infine a esaminare l'organizzazione politica di socialisti e cattolici alla vigilia della Grande guerra.

Veneti in Svizzera

Trincia Luciano
Longo Angelo 2006

In libreria in 10 giorni

15,50 €
I rapporti tra Veneto e Confederazione Elvetica furono intensi nei secoli della Serenissima Repubblica di San Marco. Ma quella degli emigranti è storia recente. Avviata negli ultimi decenni dell'Ottocento, con i grandi lavori ferroviari e i trafori alpini, crescerà a grandi numeri nel secondo dopoguerra, quando migliaia di donne e uomini di ogni provincia veneta troveranno lavoro in Svizzera. Nella loro memoria restano le sofferenze dell'emarginazione e le fatiche dell'integrazione, ma anche la fioritura dell'associazionismo, e l'orgoglio attuale dei figli italosvizzeri.

Schegge d'impero, pezzi d'Europa....

Dogo M. (cur.)
LEG Edizioni 2006

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Voci diverse, in questo libro, narrano un'unica storia: la storia dell'Impero ottomano che si frammenta in entità minori, gli stati-nazione, polemicamente votati a rompere con il passato e a "fare come l'Europa". Ironicamente, il processo culminerà nella proclamazione della repubblica turca. Nella loro tensione alla modernità, certo, gli stati post-ottomani devono mettere nel conto l'eventuale disfunzione dei modelli importati; ma intanto puntano ai livelli alti della coeva esperienza europea: si pensi al costituzionalismo, all'elitismo politico in parallelo all'espansione del suffragio, all'elaborazione di storiografie "nazionali e scientifiche", all'integrazione delle masse rurali nella nazione (come i peasants into Frencbmen di E.Weber). Per non dire del loro rapporto con il sistema degli stati europei, su cui non solo si misurano i margini della loro limitata sovranità, ma si giocano anche partite complesse fra le grandi Potenze. Letti come capitoli di una storia, dunque, gli otto brevi saggi qui raccolti mostrano che il filo rosso di tanto agitarsi per la secessione, l'autogoverno, l'omologazione europea, è lo sforzo costante sui determinismi del retaggio storico: per superarli, o più probabilmente aggirarli.

Storia della Turchia contemporanea

Biagini Antonello
Bompiani 2020

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Nata alla fine della Prima Guerra Mondiale con la dissoluzione dell'Impero Ottomano, la Repubblica turca, nel secondo dopoguerra, con la guerra fredda e la contrapposizione Est-Ovest, diviene uno stato fondamentale nel sistema della sicurezza della NATO sia a fronte dell'Asia sovietica sia a fronte dell'instabilità politica del Medio Oriente. Con la fine del sistema bipolare si è aperta per il paese una nuova fase politica, caratterizzata dall'avviamento del processo d'ingresso nell'Unione Europea, da molte tensioni interne collegate al fondamentalismo islamico e dal ritorno del tradizionalismo. Questa nuova edizione aggiornata fino al referendum politico della primavera 2017 ripercorre la storia contemporanea di un Paese da sempre punto di contatto tra due mondi e due civiltà, da Atatürk fino a Erdogan, due figure apparentemente antitetiche eppure ugualmente cruciali per capire la Turchia odierna e tanti dei problemi che la contemporaneità si trova ad affrontare.

Margherita d'Austria e gli Stati...

Ungari A. (cur.); Zelli M. (cur.)
Menabò 2020

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Margherita d'Austria, figlia naturale di Carlo V, governatrice delle Fiandre, stata una delle figure piimportanti non solo per la storia europea del Cinquecento, ma anche per i territori che hanno fatto parte dei suoi possedimenti in Abruzzo. La memoria del buon governo margheritiano infatti ancora impressa in molti comuni del centro Italia che ella ha voluto valorizzare dal punto di vista urbanistico-architettonico, economico, legislativo e burocratico. Il libro, che presenta otto contributi di importanti studiosi, contribuisce a chiarire i molteplici aspetti di questa poliedrica donna del Cinquecento.