Mastriani Francesco

Mastriani Francesco

Il mio cadavere

Mastriani Francesco
Rusconi Libri 2019

Disponibile in libreria  
GIALLI

16,00 €
Napoli, 1826: Daniele Fritzheim, alias Daniele De Rimini, è un giovane e talentuoso maestro di musica assetato di ricchezze e disposto a tutto per ottenerle. Lucia è una poveretta che, dopo la morte dei genitori, si ritrova costretta a badare ai suoi quattro fratelli. Emma è la bellissima e ricca ereditiera di una nobile e potente famiglia spagnola, abituata ad avere tutti gli uomini ai suoi piedi. Edmondo è un baronetto milionario che ha condotto una vita dissoluta in giro per il mondo ed è divorato da un'ossessione. Chi sono i Cavalieri del Firmamento? Chi è in realtà il misterioso Maurizio Barkley? E che cosa lega tutte queste vite, apparentemente così lontane tra loro, ad un cadavere?

Pasquale il calzolaio del borgo...

Mastriani Francesco
Guida 2019

Disponibile in 3 giorni  
NARRATIVA

15,00 €
Questo è il romanzo più pulp di Mastriani: tre omicidi, di cui due premeditati, un tentato omicidio e un suicidio, ispezioni cadaveriche, spargimenti di sangue e i più diversi attrezzi di lavoro usati come armi di squartamento. Il protagonista di questa storia è un umile calzolaio. Orfano di genitori, crede di aver trovato l'amore quando si sposa con Maria, dalla quale ha una bambina. Tra i due non c'è passione, né quel sentimento che cementa la coppia quando si hanno figli o interessi in comune. Pasquale si infiamma per una sua cugina, la sicilianella, donna astuta e vendicatrice, che già ha lavato con il sangue l'affronto di un giovane che l'ha messa incinta e non l'ha voluta sposare. Pasquale diventa un burattino nelle sue mani. Si libera della moglie e sta per diventare suo complice anche nel tentativo di strangolare la bambina. Alla fine Pasquale si opporrà con tutte le sue forze a un destino che pare segnato.

La sepolta viva

Mastriani Francesco
Rogas 2015

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Una donna che corre per i vicoli di Napoli, in preda allo shock, e sembra svanire, come un fantasma. Tracce della sua vita che emergono da testimonianze e articoli di giornale, come tanti pezzi di un puzzle indecifrabile. Un puzzle che viene pian piano ricomposto sulle pagine di uno dei romanzi più famosi di Francesco Mastriani, il maestro italiano della letteratura d'intrattenimento di fine '800. Pubblicato in volume per la prima volta nel 1889, "La sepolta viva" è divenuto un film diretto da Guido Brignone nel 1948.

L'assassinio in via Portacarrese a...

Mastriani Francesco
Guida 2018

Non disponibile

15,00 €
Mastriani, nato in vico Figurella a Montecalvario, ripercorre una vicenda realmente accaduta nella Napoli capitale del regno che all'epoca, 1819, fece molto scalpore. Dell'assassinio del conte don Benedetto Sabini è accusata la moglie, la ballerina del San Carlo Barbarina. Di riflesso anche il teatro napoletano viene investito dallo scandalo, anche perché la ballerina è alle dipendenze di Domenico Barbaja, il più importante impresario teatrale d'Italia che fece la fortuna di compositori come Rossini, Bellini, Donizetti, Mercadante. Incarcerata e accusata anche di avere un amante, la ballerina dovrà lottare per farsi riconoscere innocente, mentre tra colpi di scena e testimoni improvvisi si delineerà una vicenda ancora più tragica del previsto.

Carmela

Mastriani Francesco
Guida 2017

Non disponibile

18,00 €
Siamo nella Napoli dell'ultimo decennio borbonico, con il popolo in preda all'incubo del terrorismo politico e succube dei soprusi del direttore della polizia, don Gaetano Peccheneda. Mentre un esercito di spie rovina per interessi personali chiunque possa essere accusato anche solo di un sorriso fuori luogo, si svolge la vicenda di Carmela, una eroina ante litteram. Sfruttata come confezionatrice di sigarette, presto inizia a ribellarsi ai soprusi che deve sopportare, delle amiche e del principale. Se il caso, ricorre anche alla violenza, ma il suo destino si dimostrerà più duro del previsto, quando dovrà affrontare la scomparsa improvvisa del suo promesso sposo e dovrà guardarsi le spalle, ogni giorno, da quelli che vorranno approfittare della sua bellezza. Una storia d'amore e di tenebra, con duelli, colpi di scena e l'immancabile lieto fine.

La malavita

Mastriani Francesco
Guida 2016

Non disponibile

15,00 €
Un romanzo inedito del grande narratore napoletano che, per la prima volta, descrive e denuncia quel disastrato stato sociale in cui attecchisce la camorra. Se la vicenda si snoda intorno a una storia d'amore travagliata tra due giovani, sullo sfondo appaiono scene di iniziazione alla malavita e di giuramenti di fedeltà, mentre si raccontano eclatanti episodi della criminalità napoletana realmente accaduti nel quadrilatero del vizio e del delitto compreso tra le carceri e le zone più malfamate. I protagonisti sono infatti capiparanza, guappi, tamurri, affiliati, picciotti di sgarro e camorristi, attivi nella turbolenta Napoli del 1860-61. Qui troviamo la paranza del Pendino e quella della Vicaria, sgherri come Totonno il fetente e Carmine Zerr-Zerr, per non parlare di mezzane, usuraie e misere friggitrici di peperoni che, per intralciare l'arresto di un parente, organizzano una rivolta popolare... E qui conosciamo anche le regole della Società, i ventiquattro articoli del Codice della camorra e il suo vocabolario più autentico.

I misteri di Napoli

Mastriani Francesco
Elliot 2014

Non disponibile

35,00 €
"I misteri di Napoli" riecheggia, nel titolo, "I misteri di Parigi" di Eugène Sue, ma è più un omaggio a una moda letteraria che il segno di una vera e propria filiazione, poiché il romanzo di Mastriani (pubblicato in novantatré dispense sul quotidiano Roma tra il 1869 e il 1870) indaga il "ventre oscuro" della città con una spietatezza, una capacità descrittiva, una verità e una consapevolezza totalmente ignote al feuilletoniste francese. Mastriani ambienta la sua intricatissima vicenda nella fase decadente della dinastia borbonica, dal 1848 all'arrivo a Napoli dei piemontesi. Lo scrittore non inventa, bensì narra descrivendo, senza tacere né edulcorare nulla: dalla malavita ai baroni, dalla nobiltà decaduta ai camorristi, tutto viene inglobato in questo grandioso, inquietante (e per certi versi ancora attualissimo) affresco dalle atmosfere corrusche in cui si muovono decine di personaggi, da Onesimo e Maria (i due eroi positivi) a una ridda di mendicanti, ladri, usurai, prostitute, assassini da far impallidire i più sinistri tipi di Victor Hugo e di Dickens... Un lungo, avvincente, incredibile "cunto" che ha saputo suscitare, nel tempo, la stupita ammirazione di intellettuali come Benedetto Croce, Matilde Serao, Luigi Russo, Corrado Alvaro, Domenico Rea.

La cieca di Sorrento

Mastriani Francesco
Avagliano 2009

Non disponibile  
NARRATIVA

15,00 €
"La cieca di Sorrento" appartiene alla prima fase della narrativa di Francesco Mastriani, quella definita "aristocratico-appendicistica" incentrata su vicende di puro intrigo a sfondo patetico-sentimentale caratterizzate, inoltre, da una ricerca di soluzioni macabre e patologiche ereditate dalla gothic fiction. In questo intricatissimo romanzo, costruito con un'abilità degna di Sue, di Feuillet e di Ponson du Terrail, è già presente quell'occhio attento dell'autore che gli consentirà, negli anni successivi, di esplorare e descrivere il "ventre" segreto di Napoli. Rileggere oggi Mastriani può rivelarsi un'avventura sorprendente: la riscoperta di uno scrittore che Benedetto Croce definì "il più notabile romanziere del genere che l'Italia abbia dato".