America Andrea

America Andrea

Il commissario Vaccinone. Siamo...

America Andrea
Guida

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Giambattista Vaccinone, laureato in giurisprudenza, con un master in digitale investigativo, era un poliziotto dal cuore d'oro, intelligentissimo e super premiato, non aveva paura di niente e di nessuno. Nato a Mariglianella, un piccolo comune della città metropolitana di Napoli, in una famiglia contadina, si era trasferito nel capoluogo di regione pochi mesi dopo la promozione a Commissario di polizia. Sposato con Concetta, donna intelligente, schiva, diffidente e caparbia, medico di famiglia e tifosa del Napoli, non avevano avuto figli. Prestava servizio alla Questura di Napoli ma, ogni fine settimana, con la sua Fiat 500X, passava in paese per fare visita ai genitori, salutare qualche amico di gioventù, e quasi sempre se ne ritornava in città col bagagliaio della macchina pieno di carciofi, patate, melanzane, broccoli, scarole e verdure varie. Anche perché suo padre nonostante avesse superato la settantina, continuava a coltivare la campagna ed a vendere i prodotti agricoli direttamente da casa sua.

Ciccio 24. Napoli: cronache della...

America Andrea
Tullio Pironti

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
"Essere diventato il punto di riferimento di quell'umanità inesistente aveva accresciuto in lui il pensiero di potercela fare: e infatti la scalata di Ciccio avvenne in pochi anni. Non ci volle molto, per quelli del suo quartiere fu presto "don Ciccio". Intorno a lui si radunò un esercito di uomini e donne che neppure i grandi leader potevano vantare. Un esercito di disperati che aveva eletto don Ciccio a capo di una comunità invisibile agli occhi della società civile ma ben evidente a quelli della criminalità organizzata."

Con un po' di sentimento

America Andrea
Rogiosi

Non disponibile

14,00 €
Claudia, la giovane e bella moglie di Michele, finisce al pronto soccorso per un incidente stradale. Una fatalità? L'episodio rilancia il pettegolezzo sul passato della donna, sorella di un parroco a sua volta molto chiacchierato. I primi sospetti si indirizzano sul figlio del boss locale, ma anche sul Maresciallo dei Carabinieri, riluttante a indagare a tutto campo. Da qui si dipana un racconto che coinvolge Andrea, la voce narrante, e i suoi amici d'infanzia, Angelo, Nicola e lo stesso Michele, tutti pensionati. Sullo sfondo, la storia vera di Mariglianella, paese della provincia napoletana senza mare, senza piazze, e senza Vesuvio, dove però è ancora possibile sentire l'odore delle stagioni. E dove il tempo è rimasto impigliato nei vecchi cortili. Proprio in uno di questi vive Nonna Rosa, il cui nipote, Gioacchino, fu ucciso dalla camorra quando aveva due anni. Nei ricordi e nella quotidianità, le strade dei quattro amici corrono in un garbuglio di incroci e deviazioni. Andrea ripercorre la sua esperienza di sindaco, e proprio nella reazione popolare all'uccisione di Gioacchino prova a rintracciare la fonte di una nuova ribellione civile: è convinto di poterla ritrovare nelle scuole, così come accadde allora contro la criminalità organizzata. Angelo e Nicola, invece, inseguono voci e allusioni e avviano le loro indagini parallele su ciò che è successo a Claudia. Michele si perde in un labirinto di dolore, nonostante la mano tesagli da Monica, giovane cronista, simbolo di una nuova generazione interessata più alla storia che al gossip.

La gioventù infinita

America Andrea
Tullio Pironti

Non disponibile

10,00 €
Mario, il protagonista dell'ultimo romanzo di Andrea America, è un irriducibile e contagioso ottimista che, nonostante l'età, continua a offrire lezioni di vita e di amore per tutti. Un personaggio con una grazia limpida e un umorismo particolare che diverte, coinvolge e riporta ai sentimenti. Conduce un'esistenza serena, ma non troppo, in una realtà dell'entroterra campano dove la vita è il bene più prezioso, la libertà l'arma più efficace, l'affetto l'antidoto alla paura. Mario ci aiuta a scoprire con le storie e i racconti ciò che siamo, la paura della morte, la bellezza della vita e ciò che non vorremmo essere. Ci aiuta a immaginare e pensare. Fino a quando una notizia improvvisa non arriva a sconvolgere i suoi giorni... Il ricordo dell'infanzia e della gioventù trascorse tra gli affetti più cari, l'amicizia e l'amore, la famiglia e l'impegno politico, le bandiere rosse e le canzoni del cuore: un viaggio a ritroso in un'Italia che forse non esiste più, sopraffatta da ritardi, omissioni, particolarismi, occasioni mancate, paure, condizioni ambientali, cattiva politica. L'inevitabile confronto col Belpaese di oggi e lo sguardo rivolto al futuro, al mondo in evoluzione, alle innovazioni, ai supercomputer, al web, alle religioni e ai giovani, la più grande risorsa e la speranza da cui ripartire.

Il ritorno di Terra Felix. Una...

America Andrea
Tullio Pironti

Non disponibile

10,00 €
Circondata da monti che disegnavano contorni irregolari sull'orizzonte di un cielo più azzurro che altrove, baciata da un sole benigno che faceva degli inverni, al paragone di quelli di altre latitudini, miti primavere, si estendeva una terra ridente e fertile in ogni stagione, tanto da essere chiamata "Terra Felix". Durante l'estate vi si davano appuntamento le farfalle più belle del mondo e le sue campagne erano paesaggi per pittori e artisti. Era la stessa che oggi abitiamo, conosciuta con il nome "Terra dei fuochi". Cominciò a essere chiamata così durante il periodo dei malvagi criminali dagli occhi di ghiaccio, che portarono morte e distruzione. Età di lettura: da 8 anni.

La rivolta delle patate. Storie di...

America Andrea
Tullio Pironti

Non disponibile

12,00 €
"Credo davvero che questo sia un libro non comune: semplice di una semplicità quasi infantile, leggero come una favola, costantemente venato di nostalgia, eppure denso, vivace, ironico, commovente, comico e tragico insieme. Molto più di un amarcord. E, sebbene l'intento pedagogico sia evidente e dichiarato, sono convinto che non ne costituisca la nota principale, né che appesantisca il racconto, che invece scivola via come una bicicletta in discesa, con tanta velocità e piacevolezza da consentire anche rapide e impervie risalite nel complesso mondo del conflitto sociale: quello delle lotte contadine, dei primi scioperi operai, del Sessantotto, dei cortei contro il terrorismo o per lo sviluppo del Mezzogiorno. In uno scenario di una letteratura sostanzialmente metropolitana, di una Napoli raccontata in tutte le salse, camorristica e politicamente corrotta o sognante e accecata dai luoghi comuni, ecco, invece e direi finalmente - lo spaccato di una provincia dimenticata, fatta di cortili come grembi materni e di violenze primordiali, di campagne una volta fertili e oggi irrimediabilmente inquinate, di gite al mare e di devozioni assolute, di parrocchie al profumo di incenso e di sezioni di partito ammorbate dal fumo delle sigarette. Una provincia tutt'altro che pura e incontaminata, e ciò nonostante altra cosa rispetto alla città." (dalla presentazione di Marco Demarco)