Storia d'Italia

Filtri attivi

Per amore della patria....

Viroli Maurizio
Laterza 2020

Disponibilità immediata

12,00 €
La parola patria, con poche eccezioni, è stata pronunciata con ironia o con disprezzo. Oggi si avverte negli italiani un desiderio nuovo di affermare la propria appartenenza ad una patria comune.

Mille anni in Sicilia. Dagli arabi...

Quatriglio Giuseppe
Marsilio 2019

Disponibilità immediata

9,50 €
Le vicende della Sicilia nell'arco di un millennio, dallo sbarco degli arabi a Mazara del Vallo nell'827 a quello di Giuseppe Garibaldi con i Mille a Marsala nel 1860, vengono ricostruite dall'autore sulla base di una tesi di fondo: la vocazione all'autonomia del popolo siciliano, cioè quella lunga ricerca nel corso dei secoli del "re proprio" che, come una costante, ha accompagnato le vicende di una regione che ha mantenuto la propria identità, ma senza tentazioni secessioniste dallo stato unitario. Dopo il successo di numerose edizioni, anche in lingua straniera, "Mille anni in Sicilia" conferma le caratteristiche di un'opera di divulgazione che al suo apparire Fernand Braudel giudicò «la maniera giusta per presentare al grande pubblico i risultati della ricerca scientifica».

16 marzo 1978

Bianconi Giovanni
Laterza 2019

Disponibilità immediata

18,00 €

Giuseppe Garibaldi. Biografia...

Fico Orlando
Solfanelli 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
"Questo libro è frutto di approfondimenti e indagini sulla vita di Giuseppe Garibaldi, che è considerato un pilastro del cosiddetto Risorgimento, e la cui personalità controversa divide gli scrittori. Il saggio vuole essere una biografia "ragionata" nel tentativo di fugare molti dubbi che emergono dalla lettura della storia ufficiale. Attraverso questa biografia si può anche comprendere meglio come fu "fatta" l'Italia e perché si deve parlare di Mala Unità".

Altavilla

Russo Tonino
Diogene Multimedia 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Il volume racconta la storia della famiglia d' Altavilla, dalle origini in Normandia ai primi viaggi in Italia, sino alla costruzione di un regno mediterraneo che si estendeva dal Nord Africa all' Abruzzo, avendo il suo centro in Sicilia. Diversamente dalle altre storie dei Normanni in Sicilia, il racconto si snoda come un romanzo i cui protagonisti sono i personaggi storici reali, che vengono descritti nelle loro azioni come un romanziere descrive le azioni dei suoi personaggi.

Storia dell'Italia contemporanea...

Gentiloni Silveri Umberto
Il Mulino 2019

Disponibilità immediata

27,00 €
Il volume presenta una sintesi degli ultimi settantacinque anni di storia italiana raccontandoli e analizzandoli alla luce delle continue interazioni fra quadro interno e contesto internazionale: dalla stagione delle origini alla guerra fredda, dalla costruzione europea all'asse atlantico, dai movimenti sociali alle sfide globali del dopo Ottantanove. La storia del nostro Paese risulta segnata da una tensione continua fra stabilizzazione e conflitto, fra l'evoluzione possibile di una democrazia rappresentativa e di massa e le strettoie di un sistema politico caratterizzato da limiti strutturali e antiche contraddizioni. Un itinerario che affonda le radici nel tempo dei partiti di massa e delle ideologie, nelle identità definite e nella spinta inclusiva della partecipazione per poi prendere strade differenti, accompagnate da difficoltà e battute d'arresto, dalle incertezze e dalle paure del nostro tempo.

Storia d'Italia. L' Italia degli...

Montanelli Indro; Cervi Mario
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
Tra il 1965 e il 1978 un vento di tensione percorre il mondo: le Guardie rosse di Mao, il colpo di Stato dei colonnelli in Grecia, la Guerra dei sei giorni e quella del Vietnam, l'assassinio di Martin Luther King, il Watergate, il "maggio francese". In Italia le manifestazioni alla Cattolica di Milano innescano una spirale di violenze che va dalle contestazioni studentesche al cosiddetto "autunno caldo" dei grandi rinnovi contrattuali. La marea delle rivendicazioni sociali sale sempre più impetuosa, mentre un governo troppo debole la osserva inerme. Ad annunciare la lunga notte della Repubblica arriva, il 12 dicembre 1969, la bomba di piazza Fontana. Gli opposti terrorismi e la "strategia della tensione" fanno dell'odio il fil rouge di questo periodo. L'attentato di piazza della Loggia e l'Italicus, il Piano Solo e lo scandalo nel Sid, Ordine nuovo e le Brigate rosse: la nazione - devastata anche da disastri come il terremoto del Belice - vive un crescendo di orrore che culmina con il sequestro e l'omicidio di Aldo Moro. Montanelli - gambizzato dalle Br nel '77 - e Cervi tracciano la storia del momento più buio nel nostro dopoguerra. E cercano, al di là dei semplici giudizi, di fare luce sui molti interrogativi che ancora cercano risposta.

Storia d'Italia. L' Italia del...

Montanelli Indro
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
Il trentennio affrontato in questo volume - cruciale non solo per l'Italia, ma per tutta l'Europa - sembra aprirsi nel segno della restaurazione: i moti del 1831 vengono schiacciati, si riaffermano gli equilibri sanciti dai trattati di Vienna, il nostro Paese resta diviso in Stati solo nominalmente autonomi. Eppure, nonostante le forze insurrezionali si mostrino deboli e disunite e il vecchio patriottismo della Carboneria fallisca, quei fermenti dimostrano definitivamente la fragilità del sistema, aprendo la strada agli slanci politici e sociali che costituiscono il culmine del Risorgimento. Gli anni che seguono sono densi di avvenimenti e personaggi indimenticabili: la Giovine Italia di Mazzini, Garibaldi, le "Cinque giornate" di Milano, le annessioni piemontesi, la resistenza borbonica, Cattaneo e Cavour, D'Azeglio e i Savoia, la musica patriottica e appassionata di Verdi. Il Risorgimento è senza dubbio uno dei momenti più studiati della storia italiana, sul quale però i giudizi continuano a dividersi. Montanelli ce lo racconta attraverso la pura ricostruzione dei fatti, rispondendo senza partigianeria a domande ancora irrisolte: come si è arrivati all'unificazione? Quali conseguenze ha comportato? Un saggio ormai divenuto classico, che ha proposto uno sguardo diverso sul nostro passato, e quindi sul nostro presente. Perché, come dice l'autore, "l'Italia di oggi è figlia di quella del Risorgimento, ed è quindi in questo periodo che ne vanno cercati i caratteri e le malformazioni". Premessa di Sergio Romano.

Storia dell'educazione e delle...

Sani Roberto
Franco Angeli 2016

Disponibilità immediata

39,00 €
Il presente volume costituisce la prima parte di una più complessiva storia dell'educazione e delle istituzioni scolastiche nell'Italia moderna e contemporanea, destinata a completarsi prossimamente con la pubblicazione di un secondo volume dedicato ai secoli XIX e XX. Esso intende rispondere a due diverse esigenze, tra loro strettamente correlate: quella di fornire agli studenti dei corsi universitari di scienze della formazione e, più in generale, del settore umanistico una ricostruzione organica e aggiornata di stampo manualistico delle principali tappe e dei molteplici fattori e processi - politici, religiosi, culturali e socio-economici - che hanno contrassegnato l'evoluzione degli indirizzi e dei modelli educativi, le caratteristiche e lo sviluppo delle istituzioni scolastiche e dei processi di scolarizzazione, il diffondersi di nuove pratiche formative e didattiche nel corso della lunga e complessa fase storica che dalla prima età moderna giunge fino al periodo rivoluzionario e napoleonico; e quella di rendere possibile una più ampia ricezione, sul piano didattico, dei nuovi indirizzi e filoni di ricerca nel settore storico-educativo e scolastico e delle acquisizioni della relativa storiografia, nonché di 'rileggere' taluni passaggi fondamentali della storia dell'educazione e della scuola nell'Italia moderna alla luce delle categorie interpretative proposte dalla più recente e accreditata storiografia sociale e religiosa italiana ed europea.

Storia d'Italia (1861-2011)

Vottari Giuseppe
Alpha Test 2014

Disponibilità immediata

9,60 €
Una sintesi chiara e accessibile della nostra storia nazionale: dall'Unità agli anni Dieci del XXI secolo. Dopo un breve riepilogo che riassume le tappe delle lotte risorgimentali, il volume tratta: il conseguimento dell'Unità sotto casa Savoia, la storia del Regno d'Italia (1861-1947), la stagione della prima Repubblica (1948-1992), gli anni della cosiddetta seconda Repubblica (1992-2011). Argomenti trattati: ogni capitolo riguarda un periodo circoscritto, di cui riporta: politica interna, estera, economia e contesto socioculturale; a completamento le appendici (capi di Stato e di Governo, informazioni demografiche).

Unità a Mezzogiorno. Come l'Italia...

Macry Paolo
Il Mulino 2012

Disponibilità immediata

13,50 €
Se l'anniversario dell'Unificazione ha ricordato agli italiani l'importanza del processo che nel 1861 riunisce i territori della penisola in uno stato nazionale, molto c'è ancora da fare per giungere a una sua valutazione spassionata. Soprattutto per quanto riguarda il ruolo del Mezzogiorno. Com'è possibile che il Regno delle Due Sicilie si sia liquefatto davanti a mille volontari guidati da un pittoresco generale in poncho e camicia rossa? Che parte hanno, negli avvenimenti, le iniziative delle popolazioni meridionali o, piuttosto, gli errori dell'élite borbonica? E cos'ha significato, per la storia lunga del paese, la fusione di realtà molto diverse come il Nord e il Sud? Il saggio mette a fuoco i punti salienti di questo sofferto percorso, interpretando in modo innovativo una "questione meridionale" che, dopo aver condizionato fortemente lo stesso Risorgimento, resta tuttora un argomento primario dell'agenda politica italiana.

Le Carte Dotali nella teologia e...

Bacco Felice
VivereIn 2012

Disponibilità immediata

16,50 €
La pubblicazione ha come oggetto lo studio di un particolare tipo di documenti, le cosiddette Carte Dotali. Tali Carte costituivano dei documenti contrattuali stipulati tra la famiglia della futura sposa e lo sposo, quindi tra due famiglie, che sotto forma di giuramento si impegnavano a "dotare" i coniugi di determinati beni per condurre la loro vita matrimoniale. Queste Carte, nella maggior parte dei casi, erano redatte davanti ad un notaio, alla presenza di uno o più sacerdoti e di un certo numero di testimoni. Scopo della ricerca è quello di approfondire il valore di questi contratti, sia dal punto di vista civile che religioso e quindi stabilire se non rappresentassero in qualche modo il momento di incontro tra la celebrazione religiosa e quella civile; inoltre, cogliere gli elementi per tentare una riflessione teologica e morale, a partire dalla prassi matrimoniale che si svilupperà dopo il Concilio di Trento.

Storia del paesaggio agrario italiano

Sereni Emilio
Laterza 2010

Disponibilità immediata

26,00 €
La storia del paesaggio agrario italiano dall'epoca della colonizzazione greca ed etrusca fino ai tempi nostri, condotta con stretti riferimenti alla letteratura e all'arte, e con gli strumenti dello storico, dell'economista, del sociologo, dell'agronomo. Numerose riproduzioni di opere d'arte delle varie epoche (mosaici, tele, affreschi, dipinti e disegni sino a Renato Guttuso) permettono un continuo riscontro visivo con il racconto storico.

Cosa Nostra. Storia della mafia...

Dickie John
Laterza 2007

Disponibilità immediata

15,00 €
Uccidere e farla franca. È l'attività che la mafia siciliana ha elevato a forma d'arte nella sua corsa al potere e al denaro. Una corsa che l'ha resa la più ramificata, famigerata e copiata organizzazione malavitosa del pianeta, al punto che il termine italiano 'mafia' si è trasformato ormai in una generica etichetta, a indicare l'intera gamma delle realtà criminali mondiali: cinesi, giapponesi, russe o turche. A differenza dei suoi imitatori globalizzati, la mafia siciliana si organizza combinando gli attributi di uno Stato ombra, di una società d'affari illegale e di una società segreta cementata dal giuramento. 'Cosa nostra' ricostruisce le storie degli uomini e delle donne che sono vissuti e sono morti all'ombra della mafia.

Con fortuna di mare e forza di...

Badaloni Alessandro
Affinità Elettive Edizioni 2019

Disponibile in 10 giorni

16,00 €
«In detto anno 1481 Matthia rè d'Ungharia, mandò in Ancona un suo gran Capitano... tra li Colonnelli che con detto Capitano erano, si trovò un tal Giovanni de Tegoli Anconitano che nella impresa della recuperazione d'Otranto, si fece conoscere per pratico e generoso guerriero... Passando detto Giovanni sopra una nave d'Ancona in Alessandria d'Egitto si pose a giocare con il Padron' e scrivano di quella nave e vinse ad ambi tutte le loro mercanzie, ch'essi havevano; ondè smontati in terra detti, Padrone e Scrivano, non volevano consignare le robbe perdute giocando, e da detto Giovanni vinte: per il che venuti alle contese, e da quelle alle armi, gli ammazzò tutti dua: ma preso fù alla morte condannato. Riferito al Soldano il fatto, lo considerò egli per huomo valoroso e non solo lò liberò dalla condannagione a vita datagli da suoi Ministri: ma lo volle pigliare ancora al suo servigio, & in diverse imprese impiegatelo & in quelle valorosamente riuscitogli, salì appresso il Soldano e in tutto il suo vasto Dominio in riputazione, stima, e grandezza con non picciola gloria del nome Anconitano.» (da G. Saracini, "Notitie historiche della Città d'Ancona" - Roma M.DC.LXXV)

La parola «pesante». Lingua e...

Giuliani Francesco
Edizioni del Rosone 2018

Disponibile in 10 giorni

20,00 €
Il libro parte dalla straordinaria importanza culturale dei francobolli, emessi in Italia in milioni di esemplari dal 1850 in poi, quando l'unità nazionale era ancora di là da venire. Il francobollo, inteso come fusione di testo ed immagine, possiede delle molteplici potenzialità, dal momento che è in grado di essere uno strumento di propaganda politica e di informazione, ma anche un raffinato ed efficace mezzo di diffusione della cultura. Dalla letteratura alla musica, dalla storia alla scienza, dall'astronomia all'arte, tutto passa attraverso il francobollo.

L'uomo della provvidenza. La...

Petacco Arrigo
UTET 2018

Disponibile in 10 giorni

20,00 €
Rivoluzionario, socialista, pacifista, interventista, nazionalista, repubblicano, monarchico e poi, per vent'anni, capo del fascismo e dittatore. Secondo Arrigo Petacco, Mussolini «si distingue da Lenin, da Hitler e dagli altri dittatori del suo tempo per una funambolica capacità di trasformarsi. Quelli conquistarono il potere fidando su incrollabili certezze e schemi prestabiliti, lui mutando i suoi programmi in corso d'opera con la disinvoltura di un esperto giocoliere». A dispetto di una vita fuori dal comune, per certi versi perfino picaresca, a più di settant'anni dalla morte la figura di Mussolini sembra sempre più nella maschera dalla mascella pronunciata che campeggiava in tanti manifesti di propaganda sparsi sui muri di tutta Italia. È possibile, invece, raccontare la sua storia senza pregiudizi, senza cedere al riflesso spontaneo di indossare una divisa? In questo libro, Petacco ricostruisce la vicenda del «figlio del fabbro» diventato, secondo la celebre definizione di Pio XI, «l'uomo della provvidenza». Non si tratta dell'ennesima biografia, ma di un percorso originale che tocca tutti gli episodi chiave della sua parabola politica, e li interpreta alla luce di numerose testimonianze ritrovate in archivi pubblici e privati, fra cui spicca quella inedita della figlia di Mussolini, Edda, che ha raccolto le confidenze e i pensieri più intimi del padre. Dagli anni della giovinezza e del sogno rivoluzionario - al fianco di Nicola Bombacci, poi fondatore del PCI, e del futuro leader socialista Pietro Nenni - all'invenzione di un partito nuovo, quello fascista, che con l'uso spregiudicato della persuasione e della violenza attira estremisti di destra e di sinistra, moderati e conservatori, cattolici e anticlericali, e in brevissimo tempo lo conduce al potere. Dal delitto Matteotti, che sancisce fatalmente la sua svolta autoritaria, al Concordato con la Chiesa e alle grandi riforme economiche, fino alle campagne militari che segnano il culmine del consenso popolare nei suoi confronti, ma anche l'inizio di un'inarrestabile caduta: quando il Patto d'acciaio con la Germania nazista, la vergogna delle leggi razziali e la sudditanza ai folli progetti di Hitler porteranno l'Italia alla rovina e lo costringeranno, umiliato e fuggiasco, ad attendere la fine nel cupo crepuscolo di Salò.

«Per strade serpeggianti fra monti...

Zagnoni R. (cur.); Borghi G. P. (cur.); Foschi P. (cur.)
Gruppo di Studi Alta Valle del Reno 2017

Disponibile in 10 giorni

15,00 €
Il volume raccoglie gli atti dei convegni tenutosi a Capugnano (Porretta Terme, Bologna) negli anni 2015-2016. Tratta delle novità che rappresentò la costruzione delle grandi strade, che dalla metà del Settecento alla metà dell'Ottocento vennero realizzate per collegare la pianura Padana alla Toscana, che cambiarono il modo stesso di viaggiare per valicare l'Appennino: prima a dorso di mulo o di cavallo, ora con strade carreggiabili e carrozzabili. Questa strade rappresentarono l'ingresso della modernità nel territorio montano.

Battaglie sconosciute. Storia della...

Cernuschi Enrico
in edibus 2014

Disponibile in 10 giorni

20,00 €
"Battaglie sconosciute" è la storia di tutte le 40 azioni di superficie combattute in Adriatico dalla Regia Marina durante la Grande Guerra. Alcune non erano mai state ricordate neppure nelle opere ufficiali (risalenti a loro volta a settant'anni fa) e nessuna era stata messa puntualmente a confronto con la contemporanea documentazione originale della marina austro-ungarica. Il quadro, finalmente completo, che emerge è quello di una guerra molto diversa da quello che la vulgata corrente ha ricordato, distrattamente, per un secolo. Questo libro è però anche un'analisi inaspettata, a cent'anni dal primo conflitto mondiale, in merito ai veri ruoli rivestiti da amici e nemici nel corso di quella strana guerra. Basato su fonti originali e su una ricca documentazione d'archivio "Battaglie sconosciute" può essere definito un saggio non convenzionale soltanto perché non indulge alla retorica del tempo, ma affronta a mente fredda anche le quantità economiche, politiche, diplomatiche e spionistiche che fanno, silenziosamente, da sfondo a qualsiasi guerra sul mare.

L'undicesima battaglia. Sulle...

Unia Gerardo
Nerosubianco 2013

Disponibile in 10 giorni

26,00 €
Nella torrida estate del 1917 il generale Cadorna aveva scatenato un'altra grande battaglia contro le forze dell'impero austro-ungarico schierate sul fronte isontino. Era l'undicesima battaglia che avrebbe dovuto finalmente provocare il cedimento del fronte avversario e spianare la strada verso Trieste, la terza città dell'impero, dopo Vienna e Budapest. Questa volta l'attacco principale si sarebbe sviluppato più a nord del Carso e di Gorizia, dove si pensava ci fossero minori difese e, passato l'Isonzo, si sarebbe potuto dilagare sull'Altipiano della Bainsizza mettendo in grave crisi l'avversario. Il compito decisivo era affidato alla 2ª Armata, comandata dal generale Luigi Capello, figlio di un impiegato delle poste di Cuneo. Ma il generale, alterando i piani del Comando Supremo, aveva congegnato di attaccare l'Altipiano dei Lom, a nord di quello della Bainsizza, per provocare la caduta della importante testa di ponte di Tolmino. Alla impresa, al limite dell'impossibile, era destinato il XXVII Corpo d'Armata. Ottanta anni dopo, un cuneese inizia a ripercorrere le incerte tracce del proprio nonno paterno, caduto in quella battaglia e nel tratto più delicato dei combattimenti. In tre anni di lavoro sul campo e negli archivi dello Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito in Roma, ricostruisce in dettaglio la battaglia sul fronte del XXVII Corpo d'Armata e, con minore precisione anche sul resto del lunghissimo fronte isontino.

La ragazza del mulo. 1915-1917: il...

Zandonella Callegher Italo
Ugo Mursia Editore 2012

Disponibile in 10 giorni

19,00 €
Il suo nome era Luigia Concetta, ma tutti la chiamavano Giséta. Era nata il 1° maggio 1900 a Dosolédo, un paesino dell'alto Cadore incastonato fra le Dolomiti del Popèra, luoghi di natura potente e incantata che nel 1915 vennero travolti dalla furia della Grande Guerra: quasi 4000 morti in pochi giorni; 2000 falciati da bombe e fucili, 2000 soffocati dalle valanghe, migliaia i feriti e i prigionieri. Sulla Cresta di Confine si consumò un massacro che troppo a lungo è stato dimenticato dalla storiografia ufficiale. Un racconto corale dove alle voci dei soldati e al rumore delle armi fa da controcanto la tenera storia di una ragazza e di un mulo ritrovato fortunosamente in una trincea abbandonata, grazie al quale un intero paese riuscì a sopravvivere.

Quando eravamo povera gente

Marchi Cesare
Avagliano 2012

Disponibile in 10 giorni

15,00 €
Viaggio alla riscoperta di un'Italia scomparsa, un'Italia d'altri tempi, dove fiorivano cento mestieri (che ora non ci sono più), fatta di povera gente che per sembrare elegante rivoltava le giacche, che mangiava la carne solo di domenica... Con la sua prosa ricca di garbatissimo humor, Cesare Marchi ci accompagna nel passato, tra oggetti e parole che non usiamo più. Un libro fatto di tante piccole cose scomparse - che però ci parlano ancora di noi nostalgico e dolcissimo come solo sa essere il tempo ricordato.

Wigforce Story. L'eroico maggiore...

Forman Denis
Menabò 2012

Disponibile in 10 giorni

15,00 €
Wigforce era il nome della formazione comandata dal maggiore inglese Lionel Wigram che si era adoperato per accogliere nella sua compagnia i Patrioti della Maiella di cui aveva compreso le sofferenze e il valore. L'eroico maggiore fu colpito a morte nel febbraio 1944 a Pizzoferrato. L'evento non fermò l'inarrestabile processo di aggregazione dei Patrioti che costituirono la Brigata Maiella, il cui contributo fu così importante per la liberazione dell'Abruzzo e dell'Italia. Il libro è la prima traduzione in italiano del fortunato libro di Denis Forman "The reason why" (1991-2008).

Vesuvio

Richter Dieter
Arte'm 2010

Disponibile in 10 giorni

24,00 €
Il vulcano più famoso del mondo, protagonista di oltre due millenni di mutazioni naturali, antropologiche, sociali che ancora catturano l'immaginazione collettiva e minacciano sorprese. Dalla preistoria ai nostri giorni, la vicenda della 'montagna di fuoco

Nel nome di Norma. Norma Cossetto,...

Garibaldi Luciano
Solfanelli 2010

Disponibile in 10 giorni

12,00 €
Norma, studentessa istriana di ventitré anni, viene seviziata e gettata agonizzante in una foiba nella notte tra il 4 e 5 ottobre 1943 da una banda di partigiani comunisti seguaci di Tito, è il simbolo del martirio di tutto il popolo del confine orientale italiano. Fiore strappato dalla zolla, quando era sul punto di sbocciare. La sua sarà purtroppo solo l'inizio di una tragedia che mieterà, alla fine della seconda guerra mondiale, migliaia di vittime innocenti, colpevoli solo di sentirsi italiane e di rifiutare l'imposizione del credo comunista. Qui parlano i testimoni, facendo prevalere i fatti storici che hanno colpito un luogo d'Italia che iniziò il proprio calvario alla fine della seconda guerra mondiale, quando le grandi potenze liberatrici erano intente a spartirsi l.Europa seguendo le ciniche regole della ragion di stato, calpestando i diritti dei popoli. Le vicende narrate portano l'eco di un mondo che non vuole e non deve essere sepolto.

I Settanta. Gli anni che cambiarono...

Pollini Luca
Bevivino 2010

Disponibile in 10 giorni

18,00 €
Il libro racconta la cronaca degli anni Settanta, decennio che ha segnato, in modo indelebile, la storia del nostro Paese. Sono stati gli anni del terrorismo, della legge sul divorzio e sull'aborto, degli scontri di piazza e della crisi, sono nate le domeniche a piedi e le targhe alterne, le tv e le radio private. Oggi a distanza di trent'anni, molte pagine degli Anni Settanta sono ancora d'attualità: il processo di piazza Fontana, il massacro del Circeo, l'omicidio di Pasolini, il rapimento di Aldo Moro, le gesta di Vallanzasca.

Barbari nel secolo XX. Cronaca...

Del Vivo Caterina; Neppi Modona Viterbo Lionella
Aska Edizioni 2010

Disponibile in 10 giorni

20,00 €
L'autore e il suo diario: Leo Neppi Modona, docente universitario precocemente scomparso alcuni anni fa, era un bambino durante gli anni della guerra. Nato a Firenze nel 1932, tra la fine del 1938 e il 1944 Leo scrive su pagine di quaderno di grande formato i principali avvenimenti dei quali sono protagonisti lui stesso, la sorella e la sua famiglia. La storia ha inizio a Roma, subito dopo l'entrata in vigore delle prime disposizioni contro gli ebrei. A Roma si era trasferito il padre, prof. Aldo Neppi Modona, allontanato dalla sua scuola. Ben presto la famiglia ritorna a Firenze, dove l'incalzare degli avvenimenti muta radicalmente l'esistenza di bambini e adulti, costretti a trasferirsi da un rifugio "precario" all'altro. Tuttavia, nonostante gli inevitabili accenni ai momenti dolorosi ed alle grandi amarezze, il testo non è un racconto tragico; si tratta piuttosto di una cronaca bozzettistica, sebbene assai malinconica, dove sono evidenti le tracce lasciate dalla lettura della narrativa toscana di fine ottocento e inizio novecento, rivissute con stupore doloroso dal piccolo protagonista.

Romano il Mancino e i Diavoli Rossi

Visintin Pierluigi
Kappa Vu 2009

Disponibile in 10 giorni

15,00 €
Un libro che è un omaggio a tutti i gappisti dimenticati e perseguitati, nel dopoguerra, da una Repubblica senza memoria. Uno strumento per lottare contro il revisionismo storico imperante attraverso, ad esempio, la ricostruzione documentata dell'assalto a

Venezia Giulia. La regione inventata

Michieli R. (cur.); Zelco G. (cur.)
Kappa Vu 2008

Disponibile in 10 giorni

23,00 €
Il confine orientale d'Italia, che oggi corrisponde al territorio della Regione Friuli-Venezia Giulia, è ancora nell'immaginario degli italiani qualcosa di difficile da comprendere. Ci si accorge di questo soprattutto quando si parla di Venezia Giulia, di

Cronologia dei primi scritti...

Salvemini Gaetano
Polistampa 2006

Disponibile in 10 giorni

14,00 €
Il volume presenta il saggio inedito scritto da Gaetano Salvemini nel 1934-35 e dedicato alla cronologia dei primi testi mazziniani. Si tratta di uno studio dedicato alla biografia di Mazzini dal giorno in cui fu liberato dalla prigione di Savona e partì per l'esilio (febbraio 1831) al giorno in cui fallì disastrosamente quel tentativo rivoluzionario che va sotto il nome di spedizione di Savoia (febbraio 1834): tre anni di storia mazziniana che rappresentano una foresta di problemi rimasti finora inestricabili. Il grande studioso, allora esule negli Stati Uniti per la sua opposizione al fascismo, sottopone a un esame minuzioso gli scritti e le lettere di Mazzini, risalendo ai giornali in cui erano stati pubblicati per la prima volta, ai volumi in cui furono raccolti successivamente e si serve di tutti i possibili riferimenti a situazioni e personaggi per delimitare cronologicamente i testi. Le conclusioni che ne emergono sono molto significative e svelano particolari sfuggiti ai curatori dell'Edizione Nazionale delle opere di Mazzini. L'interesse di Gaetano Salvemini per la figura e le idee di Giuseppe Mazzini non ha un carattere esclusivamente di natura storiografica, ma si inserisce in un più vasto campo di attenzione verso il problema italiano. Attraverso Mazzini, infatti, Salvemini penetra la dimensione nazionale del paese quale soggetto unitario alcuni anni prima che il "problemismo", prevalentemente meridionalistico, ne orienti la riflessione politico-culturale.

La Calabria. Storia, geografia, arte

Sinopoli Cesare
Rubbettino 2004

Disponibile in 10 giorni

20,00 €
La Calabria, come la lezione magistrale della sinossi di Sinopoli, di Pagano e di Frangipane suggerisce, necessita, ora più che mai, di ritrovare il volto dello splendore magno-greco, lo sviluppo della sua terra magnifica, la valorizzazione delle sue opere artistiche ed il potenziamento della sua plurisecolare cultura.