Alza la testa!

dal 1 al 30 aprile 2019 -20% su tutti i libri Laterza

Filtri attivi

L'affaire Potempa

Chapoutot Johann
Laterza

Disponibile in 3 giorni  
FASCISMO E NAZISMO

15,00 €

La famiglia è in crisi. Falso!

Castiglioni Maria
Laterza

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

12,00 €
La famiglia in Italia gode di ottima salute, e questa è decisamente una buona notizia: siamo stati descritti come il paese del 'familismo amorale' e i forti legami di sangue che caratterizzano la nostra società sono stati spesso visti come un segno di arretratezza. In realtà, l'eccezionale ricchezza degli scambi interni alla famiglia italiana è un vero e proprio generatore della qualità della vita del nostro paese, e contribuisce al benessere economico nonché alla coesione sociale.

Viaggio all'Eden

Giordana Emanuele
Laterza

Disponibile in 3 giorni  
RACCONTI DI VIAGGIO

16,00 €

Polizie speciali

Coco Vittorio
Laterza

Disponibile in 3 giorni  
STORIA CONTEMPORANEA

22,00 €

A sinistra

Cesarale Giorgio
Laterza

Disponibile in libreria  
POLITICA

16,00 €

Faites vos jeux!

De Rosa
Laterza

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

28,00 €

Modelli criminali

Pignatone Giuseppe
Laterza

Disponibile in libreria  
CRIMINALITA' ORGANIZZATA

18,00 €

Identità perdute

Crouch Colin
Laterza

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

15,00 €

L'archivio del mondo. Quando...

Donato
Laterza 2019

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

19,00 €
All'inizio dell'Ottocento, Napoleone conquistava l'Europa. E mentre l'impero si estendeva fino alla Vistola e al Danubio, prese forma il progetto di trasferire a Parigi gli archivi più importanti dei paesi annessi e degli Stati satelliti: un Archivio del Mondo, che sotto l'astro di Bonaparte avrebbe riunito le testimonianze scritte della civiltà. Parigi sarebbe diventata la capitale della Storia. Una gigantesca impresa di confisca degli archivi fu dunque avviata nel 1809 in tutta Europa. Decine di funzionari, uomini di lettere, gendarmi, operai furono mobilitati. Con la Restaurazione i documenti ripresero (quasi tutti) la via del ritorno, a suggellare il nuovo ordine emerso dal Congresso di Vienna e la nascente Europa delle nazioni. Questo libro racconta un'impresa titanica, forse la più folle tentata da Napoleone e da un impero in cerca di radici. Un grande sogno che nasceva dalla consapevolezza che chi possiede gli archivi, possiede la Storia. E chi possiede la Storia, controlla la visione del futuro. Una impresa che oggi, nel mondo digitale, può apparire come una curiosità da relegare a un remotissimo passato in cui si facevano le guerre per possedere atti e pergamene. In realtà, non è così. I furti di documenti sono ancora una modalità delle dittature, del conflitto etnico e confessionale. Di più: possedere l'informazione, governare la narrazione storica è questione più che mai aperta.

Carnevale

Kezich Giovanni
Laterza

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

18,00 €

Somiglianze

Remotti Francesco
Laterza

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

22,00 €

Le radici psicologiche della...

Volpato Chiara
Laterza 2019

Disponibile in libreria  
MANUALI DI PSICOLOGIA

18,00 €
e disuguaglianze sono tra le cause principali dell'infelicità collettiva: seminano sfiducia, indeboliscono la coesione sociale e mettono a rischio la democrazia. Perché, allora, i tentativi di contrastarle sono pochi e deboli? Questo libro esamina come le disuguaglianze vengono costruite, occultate, accettate, interpretate, contrastate. Esplora il gioco dei meccanismi di assoluzione o di colpevolizzazione rispettivamente dei dominanti e dei dominati seguendo due diverse prospettive: la prima si sofferma sui processi cognitivi e motivazionali che fanno sì che i privilegiati, che della disuguaglianza beneficiano, si convincono di possedere la 'stoffa giusta' e di meritare i propri vantaggi. La seconda ricostruisce i processi di chi subisce la disuguaglianza e la accetta, interiorizzandola.

Niccolò Machiavelli. Ragione e pazzia

Ciliberto
Laterza 2019

Disponibile in libreria  
BIOGRAFIE STORIA

25,00 €
Niccolò Machiavelli è considerato uno dei più grandi teorici della ragione politica. In effetti è straordinaria la capacità con cui analizza le situazioni, i rapporti di forza, le alternative. Ma non è solo questo. È anche un visionario capace di sporgersi oltre le barriere dei canoni consueti, di vedere al di là delle situazioni di fatto, di proporre soluzioni 'eccessive', straordinarie: appunto, «pazze». Non per nulla gli amici gli attribuiscono capacità profetiche, cioè di prevedere cosa sarebbe, infine, accaduto. Machiavelli condivide naturalmente il giudizio sulla pazzia come mancanza di senso della realtà, stravaganza, addirittura idiozia: fare le cose «alla pazzeresca», come dice nella Mandragola, gli è completamente estraneo. La 'pazzia', però, può essere anche un'altra cosa: capacità di contrapporsi alle opinioni correnti, di rischiare il tutto per tutto inerpicandosi sul crinale che divide la vita dalla morte, di combattere affinché le ragioni della vita - cioè della politica, dello Stato - possano prevalere sulle forze della crisi, della degenerazione, pur sapendo che sarà infine la morte a prevalere sulla vita, perché questo è il destino di ogni cosa. Realismo e 'pazzia': è in questa tensione mai risolta che sta il carattere non comune, anzi eccezionale, dell'esperienza di Machiavelli rispetto ai suoi contemporanei. Una pazzia totalmente laica e mondana, senza alcun contatto con la follia cristiana di Erasmo.

Cecità morale. La perdita di...

Bauman Zygmunt
Laterza

Disponibile in libreria  
BAUMAN

18,00 €
Quando il dolore morale perde la salutare funzione di avvertimento, di allarme e di spinta ad aiutare il nostro simile, inizia il tempo della cecità morale. La cultura consumistica trasforma qualsiasi negozio o agenzia di servizi in una farmacia dove rifornirsi di tranquillanti e analgesici per attenuare o placare dolori che in questo caso non sono fisici ma morali. Man mano che la negligenza morale si estende e si intensifica, aumenta a dismisura la domanda di antidolorifici e il ricorso a tranquillanti morali diventa assuefazione. Il risultato è che l'insensibilità morale artificialmente indotta tende a diventare compulsiva, una sorta di 'seconda natura'. Il dolore morale viene soffocato prima che diventi davvero fastidioso e preoccupante, e la trama dei legami umani, intessuta di morale, si fa sempre più fragile e delicata, fino a lacerarsi. I cittadini vengono addestrati a cercare sui mercati, nel consumo, la salvezza dai propri guai, la soluzione ai propri problemi, e la politica si trova (anzi è pungolata, spinta, in ultima analisi costretta) a interpellare i propri governati come consumatori anziché come cittadini, facendo del consumo l'adempimento di un primario dovere civico.

Io, Annibale

Brizzi Giovanni
Laterza

Disponibile in libreria  
STORIA ANTICA

22,00 €

Nanorazzismo

Mbembe Achille
Laterza

Disponibile in libreria  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

18,00 €

Il grande carrello. Chi decide cosa...

Ciconte
Laterza 2019

Disponibile in libreria  
INCHIESTE

15,00 €
Nonostante un'apparenza quasi innocua, il supermercato è il terminale ultimo di un intreccio di rapporti produttivi, sociali ed economici di cui l'acquirente finale nulla sa e nulla deve sapere. Questo libro scompone e disvela la realtà dietro gli scaffali: dai rapporti con i fornitori ai contratti con i lavoratori, dal vero costo delle offerte ai segreti del marketing. Attraverso l'indagine sul campo e le testimonianze dei principali protagonisti del settore, ci racconta un mondo che è parte integrante della vita di ognuno di noi. E che la influenza molto più di quanto pensiamo.

Il lungo addio

Castagnoli Adriana
Laterza

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

18,00 €

16 marzo 1978

Bianconi Giovanni
Laterza

Disponibile in libreria  
TERRORISMO

18,00 €