Gangemi Amelia

Gangemi Amelia

Psicologia dell'intelligenza

Miceli Silvana
Laterza

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Quando si parla d'intelligenza molti pensano al QI, a quel quoziente di intelligenza misurabile attraverso semplici test psicoattitudinali. Ma in realtà cos'è, come si sviluppa, che cosa è capace di fare l'intelligenza? Per Silvana Miceli e Amelia Gangemi è quella facoltà umana che ha a che fare con l'ambiente, il DNA, la creatività e diversi altri fattori non tutti definibili mediante questionari. In questo volume, una rassegna ampia e dettagliata delle più significative teorie sull'argomento a partire dalla seconda metà dell'Ottocento e le questioni relative agli ultimi sviluppi delle neuroscienze, dell'intelligenza artificiale e dell'artificial life.

L'intelligenza. Teorie e modelli

Gangemi Amelia
Laterza

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Il volume offre al lettore una rassegna ampia e dettagliata delle più significative teorie dell'Intelligenza, così come si sono sviluppate dalla metà dell'Ottocento fino a oggi, dai contributi teorici dei positivisti inglesi alle teorie più recenti, legate allo sviluppo dei modelli computazionali e simulativi dell'Intelligenza. La parte conclusiva del testo è dedicata all'Intelligenza Artificiale e al connessionismo con lo scopo di offrire un quadro del percorso che hanno seguito insieme biologi, cibernetici, informatici, ingegneri, matematici, psicolinguisti e psicologi per comprendere come i processi intellettivi si generino e funzionino all'interno di un essere vivente.

La logica della follia. Razionalità...

Cardella Valentina
CORISCO

Non disponibile

18,00 €
La malattia mentale è stata classicamente vista come una sorta di scacco della ragione, come il regno del non senso, o l'abbandono senza controllo agli istinti e alle emozioni. Questo libro dimostra che l'immagine che comunemente si ha del disturbo mentale come fallimento della ragione è scorretta, e anzi debba in un certo senso essere ribaltata. Nelle psicopatologie esaminate, dalla schizofrenia alla depressione, dai disturbi dello spettro d'ansia al disturbo ossessivo compulsivo, le modalità di ragionamento non si discostano da quelle dei soggetti non clinici, e anzi nei domini sintomatici i pazienti sembrano dimostrare di essere dei ragionatori più esperti. L'analisi di queste patologie permette quindi di gettare una nuova luce sul concetto di razionalità. In questo saggio, contributi tratti dalla filosofia della mente, dalle scienze cognitive e dalla psicologia clinica e sperimentale si intrecciano a formare un nuovo e per certi versi sorprendente ritratto del disturbo mentale.

Cognizione e psicopatologia

Gangemi Amelia
Bollati Boringhieri

Non disponibile

23,00 €
Nei diversi ambiti del ragionamento (deduttivo, probabilistico e decisionale) razionalità e irrazionalità non coincidono affatto con sanità mentale e disturbi psicologici o psichiatrici. Neppure sotto il profilo quantitativo. Ragionamenti formalmente corretti possono avere effetti disastrosi, per esempio nel mantenimento dei disturbi d'ansia e dell'umore. Nei pazienti il pensiero non segue infatti regole diverse da quelle a cui si attengono i soggetti "sani". Anzi, numerosi risultati sperimentali dimostrano che i primi ragionano in modo formalmente più corretto dei secondi, ma solo all'interno dei loro domini sintomatici, per l'insorgere dei quali il pensiero svolge un ruolo cruciale: essi via via diventano sempre più abili nel costruire modelli mentali della situazione problematica. Il libro di Amelia Gangemi e Francesco Mancini illustra per la prima volta in modo sistematico le relazioni tra razionalità e psicopatologia e le conseguenze pratiche per il trattamento in psicoterapia cognitiva.