Altre forme di arte grafica

Filtri attivi

Crash Kid. A hip hop legacy. Ediz....

Napal
Drago (Roma) 2019

Disponibile in libreria  
FOTOGRAFIA

70,00 €
Il rap è la Cnn dei neri. Praticamente una profezia: quando Chuck D dei Public Enemy intuì la forza devastante delle rime sincopate su una base ritmica la storia dell'hip hop contava una decina di anni e nulla garantiva che le generazioni successive avrebbero continuato a stare sintonizzate sulle mutazioni del linguaggio, se non addirittura a dettare proprio la linea di questi cambiamenti. Facendo un salto spazio temporale di trent'anni e attraversando l'Oceano per arrivare nella Capitale d'Italia, la Treccani ha appena inserito il termine Bufu tra i nuovi vocaboli: l'acronimo che vuol dire By Us Fuck You è stato usato dalla Dark Polo Gang in vari brani proprio per noi puoi andare a... quel paese. Terminologia usata nei "dissing", le frequenti liti magari su argomenti non capitali tra artisti trap, hip hop, rap e dintorni. I segnali sono molteplici: il primo è il fatto che l'enciclopedia per eccellenza faccia proprio un termine decisamente street. Un altro è come sia cambiato il contesto dal rap alla trap in questi tre decenni, periodo che ha fatto da cerniera a due millenni. E in effetti la cultura hip-hop degli albori è rimasta una radice stilistica più volte mutata. Anche gli argomenti sono cambiati più volte: alla rivendicazione sociale della comunità afroamericana si sono sono affiancate molte altre istanze e spesso tutt'altre argomentazioni (come quelle del gangsta rap, in un certo senso precursore della trap). E già negli anni Ottanta è arrivato il successo di molti artisti bianchi dai Beastie Boys per poi arrivare a Eminem (e oggi al cowboy della trap Post Malone). Insomma il rap è una sorta di fenice, un linguaggio che si è sempre rinnovato mantenendo alcuni connotati riconoscibili, ma come un camaleonte si è adattato (o ha dettato) gran parte dei cambiamenti sociali e di costume di quasi mezzo secolo. Prova di una grande efficacia del modo di raccontare la realtà, che sia la strada o il successo di chi è partito dal basso. E tutto sommato esempio emblematico di quanto in questo caso il media si sia fuso con il messaggio.

Architettura e incisione negli anni...

Il Rio 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Nell'anno in cui Mantova celebra Giulio Romano, la piccola mostra allestita al Museo Diocesano Francesco Gonzaga (22 marzo-28 aprile 2019) intende mettere al centro alcune delle "architetture virtuali" ideate dall'allievo di Raffaello: non edifici realizzati, quindi, ma rimasti sulla carta a fare da sfondi e quinte prospettiche a molti dei soggetti ideati da Giulio. Già nel Cinquecento, molti di questi disegni (spesso serviti per affreschi o arazzi) sono stati tradotti in incisione, contribuendo non poco alla fortuna dell'artista romano. Di conseguenza, è sembrato fondamentale allargare il discorso, ampliandolo al tema della presenza di fondali architettonici nelle incisioni italiane del Cinquecento per mostrare, da un lato, la forza dell'"immaginario architettonico" proprio degli artisti che dell'architettura ebbero solo una conoscenza indiretta (pittori e incisori, quindi) e, dall'altro, accertare una reale dignità architettonica per quegli edifici virtuali che, pur se relegati al mero ruolo di fondali, furono concepiti da artisti che erano anche architetti come, appunto, Giulio Romano.

Freydal. The chivalrous tournament...

Krause Stefan
Taschen 2019

Disponibile in 3 giorni

150,00 €
Una ristampa integrale del Freydal, il vero antesignano di Game of Thrones L'imperatore Massimiliano I d'Asburgo (1459-1519) considerava spettacoli, tornei (gli hastilude) e mascherate una vera e propria forma d'arte. Fu uno dei sovrani più preminenti dell'Europa moderna e definì la mappa politica del continente, che rimase in buona sostanza immutata fino agli inizi del XX secolo, non da ultimo per le doti diplomatiche dell'imperatore e per l'estrema consapevolezza che aveva del potere dato da una buona immagine pubblica. Dal 1512 al 1515, Massimiliano commissionò un corposo manoscritto che racchiude 64 tornei, squisitamente illustrato con minuzia di dettagli. Le 255 miniature, elaborate e impreziosite d'oro e d'argento, erano molto più di una semplice raccolta di scene della corte asburgica (grand melee, giostre a cavallo, combattimenti a piedi, cerimonie di premiazione...): erano un'epopea allegorica che narrava le gesta di un eroe intrepido, un cavaliere errante che altri non era se non Massimiliano stesso. Nei panni del suo alter ego letterario Freydal, l'imperatore partecipava a giostre e tornei per dimostrare il suo amore per una nobildonna, che infine acconsentiva a sposarlo: si trattava nientemeno che di Maria di Borgogna, che divenne sua sposa nel 1477, a Gand. Realizzato sotto la diretta supervisione dello stesso Massimiliano I, Freydal è un inestimabile compendio di cavalleria tardo-medievale, che ci presenta tutti i tipi di tornei riportati in auge o addirittura inventati dall'imperatore, come lo spettacolare Rennen mit geschifften Tartschen, in cui gli scudi venivano catapultati in cielo e disintegrati in lame di metallo. A oggi si tratta del più grande volume esistente sull'arte dei tornei nel tardo Medioevo e della fonte principale sui festeggiamenti nelle corti europee della prima Età moderna. Troppo fragili per essere esposte in maniera permanente, le miniature sono al sicuro nei caveau del Kunsthistorisches Museum di Vienna. In occasione del cinquecentenario della morte di Massimiliano I, questo volume rende accessibile il prezioso manoscritto, che include le riproduzioni fotografiche a colori di tutte le 255 miniature. Questa impressionante raccolta si pregia di un'introduzione a firma di Stefan Krause, direttore della sezione dedicata all'arsenale imperiale all'interno del Kunsthistorisches Museum. "Chi non si preoccupa di come sarà ricordato, verrà dimenticato al termine dell'ultimo rintocco della campana." (Massimiliano I, imperatore del Sacro Romano Impero, 1513)

Graphic design giapponese. Ediz. a...

Nuinui 2019

Disponibile in libreria  
SCRITTI DI ARCHITETTURA

30,00 €
Questo libro presenta oltre 500 motivi tradizionali giapponesi accuratamente illustrati e spiegati alla luce delle loro radici culturali. I soggetti sono tratti dagli ambiti più vari: dall'arte dell'ukiyoe, con le sue stampe mirabolanti che tanta fortuna e influenza hanno avuto in Occidente, alle storie popolate di fantasmi ed esseri sovrannaturali del ricchissimo folklore locale, dal teatro n? con le sue rarefatte atmosfere ai meravigliosi tessuti che danno forma agli immancabili kimono. Il volume propone inoltre alcune straordinarie creazioni grafiche che interpretano e declinano vari motivi specifici, nonché interviste con famosi designer grazie alle quali il lettore potrà immergersi nell'affascinante mondo della cultura tradizionale giapponese vista attraverso la lente del design contemporaneo.

Extraordinary records. Ediz....

Moroder Giorgio
Taschen 2017

Disponibile in 3 giorni  
STORIA DELLA MUSICA

15,00 €
Vinili da vedere I dischi dal design più audace Disponibile nella nuova edizione Bibliotheca Universalis, questa raccolta stupefacente dedicata ai dischi in vinile ridefinisce il concetto di "album art". Prodotta in collaborazione con la rivista Colors, pagina dopo pagina scoprirete al suo interno oltre 500 dischi eccezionali provenienti dalle importanti collezioni di Alessandro Benedetti e Peter Bastine. Il libro si pone al confine tra fotografia, musica e grafica e celebra il vinile non solo per la pienezza del suono che ne scaturisce, ma anche per il suo potenziale artistico in quanto oggetto materiale. Musicisti del calibro di Pink Floyd, Prince, Michael Jackson, Bon Jovi e molti altri ancora, sono tra i protagonisti inclusi nel volume, che getta uno sguardo incisivo sui complicati dettagli della loro identità visiva, dal colore sgargiante al futuristico effetto a specchio del disco. I vinili sono presentati in ordine tematico, partendo da quelli monocromatici, passando per quelli insoliti (come i dischi argentati, dorati e a specchio, oppure i rarissimi vinili che si illuminano al buio), fino ai vinili multicolor, quelli con immagini impresse (in cui la musica è incisa solo su un lato), i vinili sagomati (con forme diverse dal classico disco) e i picture disc (con fotografie o elementi grafici stampati sulla superficie del vinile).

Grafica italiana dal 1945 a oggi

Vinti Carlo
Giunti Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Un dossier dedicato alla grafica italiana dal 1945 a oggi. In sommario: La nascita della grafica moderna in Italia; La "terza via" della grafica italiana (1945-1961); Dall'immagine coordinata all'"altra grafica" (1961-1973); Fra pubblica utilità e postmodernismo (1973-1989); L'era digitale: dal 1989 a oggi. Come tutte le monografie della collana Dossier d'art, una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

Il quaderno del corsivo inglese......

Kossowaska A.
Kellermann Editore 2015

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Dalla fine del '700 ai primi dell'Ottocento, le tecniche di riproduzione a stampa cominciarono a togliere terreno alla scrittura a mano. La calligrafia italica, o inglese, riuscì a mantenere un ruolo proprio per la ricercatezza ella forma e la raffinatezza delle sue applicazioni. Questa scrittura è arrivata fino a noi, quando ancora si insegnava sui banchi di scuola.

Extraordinary records. Ediz....

Moroder Giorgio
Taschen 2009

Disponibile in 3 giorni

29,99 €
Questa collezione creata in collaborazione con la rivista "Colors", conferisce un nuovo significato al termine album: non si tratta di copertine infatti, ma dei veri e propri vinili artistici. Questo libro presenta oltre 400 dischi di proprietà della Alessandro Benedetti. Sono i dischi di musicisti del calibro dei Pink Floyd, Queen, Beatles, Prince, Michael Jackson, Elvis Presley e Bon Jovi. Sono tutti dischi "artistici" nel senso che sono decorati con grafiche colorate, oppure sono trasparenti oppure ancora riproducono delle fotografie.

Esopo e la volpe. Iconografia delle...

Pallottino P.
Franco Cosimo Panini 2009

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Catalogo dell'omonima mostra allestita presso il Museo della Figurina di Modena dal 30 gennaio al 19 aprile 2009, il volume raccoglie per la prima volta le più significative illustrazioni ispirate alle fiabe di Esopo, dalla vasistica greca alla miniatura m

Mix tape. L'arte della cultura...

Moore T.
Isbn Edizioni 2008

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Le audiocassette non esistono più eppure 20 anni fa rappresentarono una rivoluzione. Anche artistica ed estetica. Realizzare compilation e disegnare copertine fu un attività che coinvolse milioni di ragazzi. "Mix Tape", realizzato da Thurston Moore, cantante dei Sonic Youth, è un tributo a un periodo di creatività straordinaria, raccontato attraverso storie, saggi e immagini dalle cassette create negli ultimi vent'anni per amici, familiari e amanti.

Graffiti ner kore. Ediz. illustrata

Di Giammarco Dario
Whole Train Press

Non disponibile

34,90 €
Raccontare una decade di graffiti della Capitale e farlo con una narrativa leggibile non solo dagli addetti ai lavori, è questo il grande merito di Graffiti ner kore. Stili sempre diversi per ogni storia, corredata da un'illustrazione realizzata per essere un'opera unica con i racconti, questa la formula che rompe completamente gli schemi. Il registro linguistico crudo, usato per la stesura del progetto, è stato scelto per far arrivare al lettore la visceralità con cui i membri della crew hanno vissuto alcuni momenti della loro vita e per discostarsi da ciò che potrebbe richiamare forzatamente il concetto canonico del bello o l'autocelebrazione.

Mirror-face to face-2019. Italian...

Nerocromo 2019

Non disponibile

18,00 €
Il Club for Unesco di Vicenza continua la sua opera di scandaglio nel mare della grafica d'arte contemporanea proponendo, per questa quarta edizione della rassegna Mirror - Face to face, una selezione di opere di artisti italiani e portoghesi. Le tre esposizioni precedenti hanno affiancato a quelli di casa nostra artisti della Macedonia, dell'Estonia e del Cile. Questa è la volta, dunque, del Portogallo. In questa edizione di Mirror - Face to face, sono messi allo specchio circa sessanta artisti, tra portoghesi e italiani, e sono stati invitati a proporre al pubblico la propria opera favorendo il confronto sulla stampa d'arte attraverso temi, tecniche, prospettive interpretative differenti. Lo specchio è la porta di passaggio tra mondo reale e immaginario, contrapposizione tra occhio e sguardo, esteriorità e interiorità, oscillazione tra il vedere (riflettere) e il comprendere (far riflettere), lo specchio svela ciò che è oltre la dimensione figurativa rappresentata nel quadro, dilatando lo spazio e offrendo allo spettatore sdoppiamenti percettivi.

Sudari. Catalogo della mostra...

Colin Gianluigi
Mondadori Electa 2018

Non disponibile

25,00 €
La mostra "Sudari" presenta una serie di opere realizzate ad hoc per la Triennale: opere astratte, ricche di colori stratificati e diffusi, composta da un mosaico di opere. Apparentemente lavori pittorici, sono invece tessuti di scarto, utilizzati per la pulizie delle rotative di un quotidiano. Le opere sono dunque il risultato della cancellazione, o meglio della dissoluzione, delle notizie. Una evocazione a quel fenomeno di "rimozione" che avviene anche in ognuno di noi e al necessario recupero del valore della memoria. "Sudari" è la ricerca di chi vive dentro il complesso sistema dei media, di chi esercita, anche attraverso il lavoro sistematico di scrittura e di organizzazione delle notizie, un meccanismo di riflessione dei linguaggi che costituiscono quello che Alberto Cavallari, scrittore e storico direttore del Corriere, ha chiamato la "fabbrica del presente". Il libro, ricco di immagini, racconta e svela il processo di "prelievo" delle opere nella tipografia e ci riportano nel cuore del mondo dell'informazione e al tempo stesso in un inaspettato atelier.

Mirror-face to face-2018. Italian...

Bertesina V.
Nerocromo 2018

Non disponibile

18,00 €
Il linguaggio universale dell'arte unisce le culture che si incontrano nelle loro espressioni artistiche. Il Club for UNESCO di Vicenza prosegue il confronto internazionale sulla grafica d'arte proponendo per questa terza edizione gli sguardi degli artisti italiani e cileni. Lo specchio è la porta di passaggio tra mondo reale e immaginario. Contrapposizione tra occhio e sguardo, esteriorità e interiorità, oscillazione tra il vedere (riflettere) e il comprendere (far riflettere), lo specchio svela ciò che è oltre il campo figurativo rappresentato nel quadro, dilatando lo spazio e offrendo allo spettatore sdoppiamenti percettivi. Sessanta artisti sono invitati a proporre al pubblico la propria opera favorendo il confronto sulla stampa d'arte attraverso temi, tecniche, prospettive interpretative differenti.

Fantasia, aleatorietà e libera...

Zannier I.
Fratelli Alinari Fondazione 2018

Non disponibile

30,00 €
Dada, ma non solo; anche la Pop Art viene "ri-cor-data" dalle lettere che Fontana invia all'amico e "riferimento imprescindibile di una vita", Italo Zannier, nel corso di non pochi anni. Buste da lettera che diventano una sorta di inedita "bocca della verità"; allestita giustapponendo i materiali più diversi: scarti di immagini, che, ricomposti e attraversati da parole sue o altrui, disegnano un personale atto dissimulatorio in virtù del quale il fotografo modenese si sente legittimato ad inviare i propri "messaggi cifrati" al più grande storico della fotografia che l'Italia abbia forse mai conosciuto. All'amico Italo, cioè; che, solo, avrebbe potuto capire e dare il giusto significato a tanta e debordante carica "ironica". Il fatto è che ogni forma d'arte tende a prendersi troppo sul serio; pur avendo cominciato per gioco, magari, con il solo intento di scompaginare le carte in tavola e rendere tutto il più indecifrabile possibile. Fontana sembra esserne perfettamente consapevole; perciò decide di ritagliarsi uno spazio entro i cui confini sentirsi finalmente libero di accostare immagini, parole, ritagli di giornale, foto, pubblicità, francobolli, con la libertà che solo all'autentico creatore viene, sia pur raramente, concessa. Facendo, di ogni busta, il precipitato di un mirabile scherzo del destino; se è vero che solo il destino può prendersi davvero gioco delle nostre sempre troppo pretenziose creature. Ecco perché il nostro fotografo riesce a scoprire ogni volta sorprendenti rimandi, curiose corrispondenze, e puntualmente li restituisce con grande sense of humor, utilizzando la parola più per "evocare", che per significare, anzi per "giocare" e destabilizzare il suo complice-e/o-destinatario. E Zannier capisce benissimo che, proprio nella rinuncia a fare sul serio, l'amico Franco sta dando vita a qualcosa di sublime; inedito, nonché realmente liberatorio; e dunque tutt'altro che secondario. Egli capisce che l'amico sta cercando un nuovo campo d'azione; nel cui disinteressato territorio poter diventare ciò che nessuna fotografia gli avrebbe mai consentito di essere. Portfolio a tiratura limitata e numerata.

Dantesca. Motivi e suggerimenti...

Tavoni A.
ETS 2018

Non disponibile

12,00 €
"Il successo ottenuto dal festival DantePrima - giunto alla sua terza edizione - deriva da un disegno consapevole, che ha scelto programmaticamente di includere nella sua progettazione e realizzazione un intero sistema di istituzioni - Comune, Regione, Fondazioni, Università e altri centri di produzione culturale - e una varietà di competenze e sensibilità. Al tempo stesso, la cifra del coinvolgimento ha riguardato anche la materialità del tessuto urbano, con la costruzione di percorsi attraverso i siti più significativi di Pisa sul piano simbolico e identitario, dalla Sala delle Baleari alla Piazza dei Miracoli, passando per Palazzo Lanfranchi, Piazza dei Cavalieri, Palazzo Blu, gli Arsenali Repubblicani o il Giardino Scotto, solo per citarne alcuni. Un'intera città, dunque, spinta dalla sua motivata ambizione di centralità nella vita culturale del Paese, ha scelto di aggiungere al suo già ricco calendario un evento che si confrontasse con una figura fondamentale come quella del Sommo Poeta, concependolo e realizzandolo in modo organico e corale. Il Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi, realtà sviluppatasi e consolidatasi attraverso la fruttuosa collaborazione fra Comune e Università di Pisa, ha partecipato alla coralità di questa impresa fin dagli esordi, in primo luogo curando, allestendo e ospitando preziosi eventi espositivi alimentati tanto dalle ricche collezioni quanto da prestiti e nuove produzioni realizzate ad hoc. La vastità e la profondità delle possibili suggestioni offerte dal tema - testimoniata nuovamente in questa significativa Dantesca - offre materia capace di alimentare una vena potenzialmente infinita. Dentro questa, è merito dello staff competente e appassionato del Museo saper selezionare di volta in volta tagli visuali capaci di offrire possibilità di lettura sempre invogliami. Percorsi legati da fili che seguiamo con curiosità ed emozione, costantemente e stranamente sorpresi da quanto l'eternità della lezione dantesca viva soprattutto nel presente." (Andrea Ferrante)

Eve Carcan. Art for the global...

Carcan Eve
Editoriale Giorgio Mondadori 2018

Non disponibile

30,00 €
Eve Carcan nasce nel 2015 come collaborazione artistica tra la fotografa Patricia Carpani e la pittrice Claudia Cantoni: un'attività sperimentale che, partendo dalle immagini della prima rielaborate graficamente dalla seconda, raggiunge esiti di grande valore espressivo. Il volume presenta opere selezionate del duo artistico nonché la produzione più recente, 17 tele che interpretano altrettanti obbiettivi di sviluppo sostenibile inseriti nell'Agenda Globale 2030 promulgata dalle Nazioni Unite nel settembre 2015.

GLOC. L'Aleph. Catalogo della...

Bandecchi & Vivaldi 2018

Non disponibile

25,00 €
Catalogo realizzato in occasione dell'omonima mostra allestita a Lugano dal 18 Ottobre 2018 al 12 Gennaio 2019, raccoglie le opere dell'artista Giorgio Lo Cascio, in arte GLOC, presenti nella mostra. In appendice testi critici e di presentazione di Angelo Crespi, Riccardo Mutti e Imago Art Gallery.

Mirror-face to face-2017. Italian...

Bertesina V.
Nerocromo 2017

Non disponibile

18,00 €
Il linguaggio universale dell'arte unisce le culture che si incontrano nelle loro espressioni artistiche. Il Club for UNESCO di Vicenza prosegue il confronto internazionale sulla grafica d'arte proponendo per questa seconda edizione gli sguardi degli artisti italiani ed estoni. Lo specchio è la porta di passaggio tra mondo reale e immaginario. Contrapposizione tra occhio e sguardo, esteriorità e interiorità, oscillazione tra il vedere (riflettere) e il comprendere (far riflettere), lo specchio svela ciò che è oltre il campo figurativo rappresentato nel quadro, dilatando lo spazio e offrendo allo spettatore sdoppiamenti percettivi. Sessanta artisti sono invitati a proporre al pubblico la propria opera favorendo il confronto sulla stampa d'arte attraverso temi, tecniche, prospettive interpretative differenti.

Rimini underground. Le avanguardie...

Serafini Mariacristina
Guaraldi 2017

Non disponibile

6,00 €
il meccanismo dell'underground (pop) riminese degli anni Ottanta: quello messo in moto dall'essersi imbevuto di elementi iconografici totalmente autoctoni, mescolati a spore provenienti da mezzo pianeta, generando una cultura assolutamente distintiva e sostanzialmente impareggiabile, che affascina e intimorisce ancor oggi il visitatore estraneo, per la permanenza di tratti tanto variopinti quanto brutali. Cultura che, allora, nei primi anni Ottanta, cercava una via italiana al rap, al dark e al beat nello spazio sempre più diversificato stilisticamente della discoteca, destinata a diventare l'industria nostrana destinata ai giovani per eccellenza...

Upcycled words. La seconda vita...

Cima Daniele
Chimera 2016

Non disponibile

25,00 €
Attraverso il progetto "Upcycled Words", Daniele Cima concepisce un esempio di riciclo dell'immateriale. L'autore ha ripescato parole in origine nate per la pubblicità, finite nel cestino della carta straccia, e le ha fatte rivivere dando loro una nuova identità. La sua grafica di grande qualità ha fatto riemergere quell'enorme spreco di risorse intellettuali che ogni progetto, di qualsiasi tipo, porta con sé. "Upcycled Words": 55 headline o claim o slogan, per varie ragioni mai pubblicati, scritti da 55 tra i migliori copywriter italiani, che Cima ha recuperato, decontestualizzato, risignificato, dando vita al design della parola.

Oggetto libro. Libri di design....

Ferrara Cinzia
AIAP (Milano) 2016

Non disponibile

35,00 €
Il volume è il catalogo della mostra "Oggetto libro", emanazione della XXI Triennale di Milano incentrata sul tema "Design, after Design" che raccoglie, in due sezioni strutturate per un ideale confronto e dialogo, i libri di design, artefatti della produzione industriale realizzati con particolari soluzioni tecniche (tra gli altri vi sono i libri di Elio Carmi, Achilli e Ghizzardi, Why not associated, Paolo Bazzani, Jekyll and Hyde) e i libri d'artista, per definizione pezzi unici o a tiratura limitata (tra gli altri sono presenti i libri di Sara Montani, Armanda Verdirame, Erica Rasmussen, Ilona Kiss). Il catalogo stesso, che contiene testi di Cinzia Ferrara e Mario Piazza, è un libro di design a tutti gli effetti.

Scultori & incisione (1900-1940)....

Panzetta A.
EDIFIR 2015

Non disponibile

30,00 €
Catalogo dell'omonima mostra visitabile al Cassero, il museo per la scultura italiana dell'Ottocento e del Novecento di Montevarchi, in provincia di Arezzo, sino al 27 settembre. L'esposizione è un viaggio in parallelo tra scultura e incisione, attraverso oltre 80 opere risalenti al periodo compreso tra la fine del XIX secolo e il 1940. Il percorso espositivo comincia da alcune incisioni simboliste di fine Ottocento (come quella di Adolfo De Carolis), incontrando poi le litografie dei futuristi tra i quali Umberto Boccioni, Renato Di Bosso, Roberto Melli e l'eclettico Thayaht. La mostra prosegue con le incisioni di artisti del Novecento italiano, come Felice Casorati, Arturo Martini, Marino Marini, Mario Sironi e Giorgio de Chirico, di cui è esposta una litografia proveniente da un'importante collezione privata.

Occhi di vetro. Ediz. italiana,...

Mancuso Enzo
Else Edizioni 2015

Non disponibile

32,00 €
"Occhi di vetro" dei Fratelli Mancuso è una poesia ed è un sogno, che si esprime per immagini e simboli e che Mara Cerri è stata chiamata a decifrare e a tradurre in altre immagini. Un vagare nell'ade alla ricerca di un incontro-dialogo con i nostri morti, con le presenze perdute, un vagare notturno e cifrato, che è magico ma che ha una base ben dura e ben vera e diventa per questo un rito di morte e resurrezione. Dal sito elsedizioni.com/it/scarica download di quattro canzoni dei fratelli Mancuso e il video "Occhi di vetro" di Angelo Loy.

Anna Maria Calamandrei Santi....

Pronestì D.
Masso delle Fate 2014

Non disponibile

9,00 €
"Il nuovo catalogo di Anna Maria Calamandrei è dedicato alla tecnica dell'incisione, con la realizzazione di opere in acquaforte, acquatinta e puntasecca. La scelta dell'incisione è dettata dalla necessità di cercare in questo linguaggio qualcosa che non sia transitorio. Il segno inciso esprime un bisogno di solidità; sottintende la ricerca di una bellezza nuova, durevole. Una bellezza che si manifesta anzitutto nell'equilibrio degli opposti, come un contrasto di bianco e nero: il primo accentua i contorni delle cose con una luminosità diffusa e avvolgente; il secondo, invece, li assorbe in un cono d'ombra. Le ambientazioni che l'autrice sceglie per i suoi soggetti sono orizzonti marini, città e scene d'interni: a volte generati da un ricordo, a dalla quotidianità. Impareggiabile la ricerca del colore, sempre più orientata al raggiungimento di effetti che nulla hanno da invidiare alla pittura, e che non attenua la forza espressiva del segno, ma in cui diventa esso stesso un segno che compartecipa alla poetica del racconto".

La cattedrale dei viaggiatori....

Tongiorgi Tomasi L.
Pacini Editore 2014

Non disponibile

15,00 €
"Montagna di marmo": una espressione con la quale qualcuno ha definito la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Un'immagine che se in qualche modo evoca le Apuane che si stagliano all'orizzonte verso nord e si offrono come fondale per la nostra pianura pisana

Il quaderno di calligrafia...

Kossowska Agnieszka
Kellermann Editore 2014

Non disponibile

9,00 €
Intorno al 1420 il noto calligrafo italiano Niccolò Niccoli ideò una forma di scrittura "corsiva", inclinata leggermente verso destra e angolata. Questa grafia diventò la base della scrittura italica. Una versione di questa grafia, considerata adatta ai documenti ufficiali, venne adottata negli ambienti pontifici e chiamata Cancelleresca. Essa conferiva un senso di grande eleganza, ma anche di maggior confidenzialità. La cancelleria pontificia inviava le lettere in questo stile a vescovi e regnanti, tanto che divenne il tipico "stile regale". La Cancelleresca divenne presto molto popolare in Europa per la sua eleganza, velocità di scrittura e facilità di lettura.