Elenco dei prodotti per la marca Sensibili alle Foglie

Sensibili alle Foglie

Ultima madre

Ambroset Sonia
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
È nei rapporti umani che si cresce e ci si forma. Ed è sulla relazione con la morte, incontrata in quei rapporti, che Cristina, ormai anziana, sceglie di scrivere. Ricordando le persone con cui ha intessuto legami per caso (la suora che va alle nozze con il proprio dio, il ragazzo suicida, il professore morto di cancro) o per lavoro (la bambina indiana, la ragazza ammazzata con una overdose, la donna angosciata dal decadimento del suo corpo), ma anche l'amica, il suocero, il padre e la madre. Cristina incontra modi diversi di accostarsi alla morte, dal rifiuto alla rilettura di tutta la propria esperienza, dalla resistenza all'accettazione, fino a chi, occupandosene professionalmente, può fare la differenza. Mentre si interroga sulla necessità di garantire a sé stessa e a ciascuno un percorso e una fine dignitosi, la vita la mette di fronte all'arbitrarietà dell'abbraccio - naturale, ma non per questo facilmente accettabile - dell'Ultima Madre.

L'uomo sconfinato. Perch? una vita...

Funk Rainer
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Viviamo in un mondo senza limiti. Ciche finora sembrava impossibile per via delle limitazioni del mondo reale, si conquista un posto nell'esistenza per mezzo di simulazioni e virtualit Il desiderio contemporaneo di sconfinamento mira a una vita senza regole, misure nrispetto dei limiti. Per ottenere questa nuova qualitdella libert l'uomo sconfinato ricorre a un "doping" dell'anima. Questo il tema sviluppato da Rainer Funk nel solco della psicologia sociale di Erich Fromm. Egli descrive i processi di sconfinamento nel mondo dell'economia, del lavoro e nella societ e mostra le conseguenze psicologiche di tale debordamento della personalit Un desiderio di sconfinamento, eliminando o rinnegando tutto ciche ha dei limiti, conduce s- come l'utilizzo di stupefacenti - a un'accresciuta esperienza soggettiva di libert ma ciavviene al costo di maggiori dipendenze. Chi vuol essere libero di vivere una vita attiva e autonoma ha bisogno di avere dei limiti, ed qui chiarito cosa significhi dal punto di vista della psicologia dello sviluppo e dell'educazione.

La solitudine mi stanca

Bassirou Kan? Moussa
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Dove sia oggi l'Italia sul riconoscimento della dignite dei diritti delle persone migranti ce lo racconta chi, partendo dal Mali e passando per la Libia, ha attraversato il cimitero del Mediterraneo su un barcone. Il suo sguardo ci colloca in quell'area "bianca" che resta indifferente alle proprie venature culturali e giuridiche indubbiamente razziste. Per questo la storia raccontata per frammenti poetici da Moussa Bassirou Kan- convinto che Dio abbia fatto il pianeta Terra molto ampio proprio per consentire a chi, come lui, non si sentiva bene in un posto, di cercarsene un altro per esistere in liberte ricominciare da capo - va ascoltata con profonda attenzione e qualche vergogna. L'avventura di Moussa, infatti, racconta quanto sia stato arduo il suo viaggio e quante umiliazioni lo abbiano accompagnato. Con una scrittura a ritmo di rap egli denuncia in modo efficace tanto le condizioni sociali e politiche dei Paesi africani, quanto la miseria umana dei razzismi nostrani.

Hanno legato la zia Lia

Ambroset Sonia
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
L'esperienza della contenzione fisica viene infatti narrata attraverso gli incontri con esseri umani reali, pazienti, operatori, familiari e attraverso l'incursione nei saperi e nelle pratiche che sono state prodotte nel corso del tempo. L'evoluzione interiore dell'autrice si muove in parallelo, mettendo a nudo le paure, le ambiguit le incertezze, le contraddizioni che si snodano via via, fino a giungere alla consapevolezza che necessario uscire dall'indifferenza e prendere posizione, perch parafrasando Einstein, "il mondo non minacciato dalle persone che fanno il male, ma da quelle che lo tollerano". La storia della zia Lia, al pari degli spunti autobiografici dell'autrice, si sviluppa tra le pagine a testimonianza dell'unicit e al contempo dell'ordinariet delle vite di ciascuno di noi. Vite che chiedono di essere vissute e lasciate andare con la dignitche meritano.

Infiniti granelli di sabbia

Bonotto Giovanni Carlo
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il susseguirsi delle storie qui raccolte mette il lettore di fronte a un grande specchio metaforico nei cui riflessi egli puperdersi o ritrovarsi, riconoscersi o ripudiarsi. Nei nostri attraversamenti quotidiani di questa o quella delle tante cittche popolano il deserto, come avviene per i personaggi dei racconti, anche per noi desideri e paure si susseguono senza soluzione di continuit come del resto, ben conoscendo le nostre fragilit gli addetti 'occulti' alla loro gestione vogliono che sia. Esistenza umana e orchestra dei poteri, del resto, fin dai tempi remoti, pur tra armonie e disarmonie, sembrano presupporsi. questo perdurante confronto tra condizione umana e potere che questo libro consegna alla nostra riflessione attraverso le forme del realismo magico. Al contempo ci invita a immaginare ciche siamo e che vogliamo essere e a dubitare di coloro che sostengono di possedere la veritdi noi stessi: col pretesto di essere i soli a conoscere ciche siamo e dobbiamo essere, essi potrebbero sentirsi autorizzati a dirigere i nostri passi e a vigilare ininterrottamente su di noi.

Mi devi credere! Cantiere di...

Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Questo libro apre una finestra sul mondo delle badanti e restituisce loro la voce. Utilizzando gli strumenti della socioanalisi narrativa emergono i dispositivi propri del rapporto tra le famiglie datrici di lavoro e le donne che si prendono cura degli anziani. Un rapporto asimmetrico, con orari di lavoro e una gestione del tempo e dei comportamenti a cui le lavoratrici sono sottoposte contrattualmente pisimili a un'idea di schiavitche non di uno scambio tra forza lavoro e denaro. L'esplorazione socioanalitica svela le problematiche relative alla salute, fisica e psichica, di queste persone che hanno affrontato lunghi e costosi viaggi migratori e hanno dovuto separarsi dai loro affetti per giungere in un Paese che coltiva nei loro confronti pregiudizi di chiara matrice razzista. Nelle ultime pagine proposta l'istituzione dell'Associazione Donne Forti, nata dal bisogno di alcune badanti modenesi di riunirsi in modo solidale e acquisire maggiore forza sociale. Infine, un post scriptum aggiorna la situazione di queste lavoratrici ai tempi del Covid-19.

Sono morto come un vietcong....

Spada Giulia
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
"Sono morto come un vietcong" un viaggio nella Sardegna contemporanea militarizzata e colonizzata da eserciti di tutto il mondo, che scelgono i suoi Poligoni per testare le armi utilizzate nei vari teatri di guerra della Terra. La voce narrante il padre dell'autrice, un professore di scuola media in un piccolo centro nel sud dell'Isola, che racconta capitolo dopo capitolo ciche accade intorno a lui: persone che muoiono di leucemie e tumori, animali che nascono deformi, l'attivitdella base militare vicina al paese. L'autrice sceglie la forma del racconto per sollecitare una parola sociale intorno agli orrori della guerra in casa nostra, e nello specifico per offrire un ribaltamento di sguardo e riflettere sul fatto che in questi luoghi non si muore solo di leucemie o tumori, ma di guerra, e che dunque chi rimane sono orfani, orfane, vedovi e vedove di guerra. Prefazione di Marilina Rachel Veca.

Il canto di Yemaja. Poesie dal carcere

Bracciale Sonia Maria
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
La poesia come risorsa per sopravvivere alla reclusione, ma anche per intraprendere un percorso di ricerca dell'identità. Una identità ferita, in cerca di un suo posto nel mondo, sospesa sull'abisso, tra ciò che è stato e ciò che non è ancora. La stessa sospensione che caratterizza la condizione delle 2.663 donne a oggi detenute nelle carceri italiane. Le poesie si susseguono con il passare degli anni, dal 2012 al 2019, e ci mostrano l'urgenza espressiva di una donna "con delle cicatrici indelebili, sfregiata nell'anima", che cerca di stare vicina a sé stessa e di superare le sbarre che la circondano offrendoci le sue parole e quanto della sua difficile esperienza esse ci svelano. "Ti ritrovi a essere colpevole perché hai subìto violenza" scrive l'Autrice, sovrapponendosi alle voci di quelle 15.300 donne che, nei primi nove mesi dello scorso anno, si sono rivolte al 1522 per chiedere aiuto e sostegno contro le violenze subite in famiglia.

L'orso metalmeccanico. Una storia...

Seghi Paolo
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Franco, operaio metalmeccanico, partecipa a un inedito corso di scrittura creativa dedicato a lavoratori con bassa scolarità e scrive un suo racconto: "L'orso metalmeccanico". Assieme a lui si forma un gruppo di donne e uomini, delegati sindacali che attraversano gli anni in cui irrompe la grande crisi economica e sociale dell'ultimo decennio. Non senza strascichi nei vissuti e nell'immaginario collettivo. Domande, riflessioni, gioie, disillusioni e personali contraddizioni si intrecciano al racconto di gesti e sentimenti di chi vuole dare senso e dignità al proprio lavoro. Una storia vera, di gente concreta, impegnata a dare valore e significato al lavoro e alle relazioni sociali che ne derivano, per sottrarlo alla marginalità e all'oblio in cui lo si vorrebbe relegare nei tempi dell'economia "immateriale". Una storia proposta nella convinzione non si possano "smaterializzare" gli uomini e le donne, ma neanche la consistenza dei sentimenti e delle idee. Un racconto ricco di ironia, che ripercorre i passi dell'impegno sindacale nel nostro Paese e si affaccia sull'insondabile esito che le vite umane possono avere.

Una storia incontra la storia. Una...

Burani Vainer
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,00 €
Tante figure note al grande pubblico si intrecciano in questo racconto autobiografico, tracciando una personale mappa delle tensioni rivoluzionarie che hanno percorso diverse parti del pianeta in questi ultimi quarant'anni. L'insegnante, che vede la cultura come uno strumento di emancipazione individuale e collettivo, ci porta all'incontro con la lotta contro l'apartheid e la grande letteratura Sudafricana, la Palestina, i grandi autori dell'America Latina, i poeti attivisti e irriducibili, gli scrittori arabi. L'avvocato ci fa incontrare combattenti curdi e palestinesi che lottano per il loro diritto a esistere nella loro terra, ci porta in Turchia, a ridosso di nuove strutture repressive, nel Salvador con il Fronte Farabundo Martí, e in Colombia, nel cuore delle trattative fra la guerriglia delle FARC e il governo, nel Venezuela di Chávez. L'autore ci accompagna in questo viaggio con uno stile narrativo colloquiale, per dirci che le storie individuali sono strettamente intrecciate a quella collettiva. E che in questa collettività, ampia come lo è il pianeta, ci sono ancora persone che non si sono stancate di credere che un altro mondo sia possibile.

Il futuro colonizzato. Dalla...

Curcio Renato
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Dopo aver passato in rassegna i vari modelli di futuro che vengono avanzati dalle grandi aziende dell'oligarchia digitale, l'Autore si sofferma e s'interroga in particolare su alcuni fondamentali territori: le biotecnologie faustiane di intervento sul DNA; le ambigue previsioni sull'intelligenza artificiale; gli approcci disciplinari a cui si ispirano i nuovi paradigmi della sorveglianza; le ridefinizioni del lavoro - stretto tra l'obsolescenza di alcune sue figure novecentesche e l'emersione di nuove professioni dalla vita breve - e infine, le retoriche sulla necessità di un riallineamento dei cittadini al nuovo contesto digitale attraverso strategie di formazione lungo l'arco dell'intera vita. Nel contesto iper-capitalistico in cui viviamo, l'oligarchia digitale, assumendo nei fatti i propositi dell'ideologia transumanista, si è data l'obiettivo di colonizzare il pianeta, superando definitivamente i limiti dell'umano. A fronte di questa prospettiva, sembrerebbe urgente e necessario cominciare un percorso di decolonizzazione della rete e dell'immaginario.

Aristo-taxi. La tassista e...

Baviello Giuseppe
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Questo libro nasce da una corsa in taxi. Quel momento che "si trasforma in una sorta di confessionale, in cui i clienti si confidano e si sfogano, e ci si dimentica da dove si è partiti e dove si vuole arrivare". Così Vania, la tassista, raccoglie frammenti della vita di Giuseppe, l'aristocratico decaduto, e nasce una improbabile amicizia fra due persone di orientamenti diversi. Da questo incontro deriva una frequentazione e Vania attinge anche le narrazioni della madre di Baviello, Anna Rosa Pasqualina. Una donna ormai anziana, che concatena ricordi della sua vita in Sardegna e poi a Roma. Un omaggio a tradizioni e usi di terre poco note, da Nuraxinieddu a Zungoli, sullo sfondo dei paesaggi della capitale, dove Vania e Giuseppe si sono incontrati. Un inno all'amicizia, che si consolida nei momenti di sofferenza, quando non essere soli fa la differenza. Un invito al confronto, fra persone aperte, sempre alla ricerca...

Angeli sulla strada

Chitò Antonella
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Antonella è una bambina difficile e, a undici anni, viene messa fuori casa dalla madre. Inizia così il suo percorso ai margini di tutto, sempre pronta a difendere i più deboli e sempre più debole lei stessa: drogata, alcoolizzata, incinta a quattordici anni, rinchiusa in galera, in manicomio, sottoposta a elettrochoc, stuprata, sfregiata. E la litania della violenza, il corteggiamento disperato con la morte, sembrano essere l'unico punto fermo della sua esistenza. Tenta il suicidio, ma non ce la fa... a morire. La sua Buona Stella, i suoi Angeli sono lì per sostenerla, per trattenerla. È in questa misteriosa ed estrema altalena tra la vita e la morte che nascono le scritture di Antonella. Frammenti narrativi semplici dove non contano tanto le parole e la struttura quanto l'espressione di emozioni vibranti e autentiche, che comunicano con la loro energia un estremo appello. Un po' di poesia infilata in una bottiglia e lanciata con passione nelle acque indifferenti della società dei "normali". Una richiesta anomala di amore e di vita, sempre in bilico, ma a tutti i costi.

Le tre libertà. Fotogrammi di...

Battaglia Beppe
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
"La nozione liberatoria è una concezione, un modo di guardare la galera. Guardarla individuando i punti deboli dell'organizzazione carceraria e i punti forti dell'ingegno collettivo dei reclusi. Guardarla in funzione dell'evasione. La libertà che si conquista mettendo insieme un saper fare collettivo. Tante mani che lavorano insieme". Partendo da qui si sviluppa il racconto di un'evasione dal carcere di Favignana, nel lontano 1975. Un'evasione il cui piano viene sventato, ma vissuta come l'esperienza più bella e liberatrice della sua vita nella percezione di uno dei suoi protagonisti. "Un infame però lo venne a sapere e pensò bene di venderci". La libertà comprata, al prezzo di quella conquistata, si misura nel racconto con quella concessa dai poteri che detengono la vita dei reclusi. "Camminavo dietro la guardia con i piedi che non toccavano terra. All'improvviso, a pochi metri dalla garitta, gli occhi chiusi dal sole, mi assale prepotente un fottuto pensiero: «Ora si inventano qualcosa e non mi fanno uscire!». Questo pensiero diventò talmente intenso e totalizzante che mi paralizzò. Rimasi temporaneamente bloccato, immobile, cieco e senza coscienza...". Prefazione di Nicola Valentino. Postfazione di Salvatore Esposito.

Era solo un ragazzo

Celli Guido
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Trentasei canti compongono il poema che Guido Celli scrive per ri-significare a distanza di anni l'esperienza della propria vita familiare e in particolare la relazione con suo padre. Una relazione nella quale a ben vedere, qualunque sia la sua dinamica, chi diventa padre lo è per sempre e chi è figlio lo è giocoforza. Per come l'autore la racconta, questa relazione obbligata si sviluppa come un tragico corpo a corpo, fra un figlio bambino e un padre ragazzo, e sfugge a ogni riduzione definitoria. Il lettore sarà obbligato a destreggiarsi con i paradossi. L'autore si fa poeta per prendersi cura di un'esperienza riguardandola e raccontandola, per "provare a imparare il Mondo come in un racconto", e la trasforma in conoscenza per tutti noi.

La porta del mare. Socioanalisi...

Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
I risultati di un cantiere di socioanalisi narrativa sulle esperienze lavorative all'interno di alcune delle istituzioni per richiedenti asilo e protezione umanitaria, svoltosi nel 2017 a Milano, a cui hanno partecipato operatori e operatrici che lavorano all'interno di queste strutture di "accoglienza" e che aderiscono al collettivo autogestito Laboratorio Torri di Babele. Dalla ricerca emerge che il circuito istituzionale, che inizia con la porta del mare, è caratterizzato dalla presenza di istituzioni totali a impronta coloniale che lavorano all'assoggettamento delle persone "ospitate". Un'orma che è anche retaggio del passato coloniale europeo e italiano. Il cantiere narra diversi momenti conflittuali fra l'immaginario di accoglienza promosso da questo gruppo di operatori e operatrici, che si basa sul rispetto dell'autonomia e dell'autodeterminazione dei migranti, e le visioni istituzionali sintetizzabili nel motto: "Bisogna insegnar loro come si vive in Italia". Auspichiamo che la ricerca fornisca strumenti utili per orientarsi e contrastare la situazione attuale, attraverso un immaginario che concepisca il muoversi e il sostare sulla Terra come un processo autodeterminato.

Stati modificati e transe

Lapassade Georges
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Lo studio degli stati modificati di coscienza (SMC) si è sviluppato specialmente negli USA a partire dagli anni sessanta del Novecento. Esso si occupa di quegli stati generati spontaneamente in certe condizioni di stress, di isolamento, di deprivazione e di bombardamento sensoriale, oppure indotti (ipnosi, effetti di LSD e delle sostanze psichedeliche in genere), che nel linguaggio corrente, per opposizione allo stato ordinario di coscienza, vengono chiamati secondi. La parola transe, invece, deriva dal latino transire e in origine designava il passaggio tra il mondo qui in basso e l'altro mondo. Nella riflessione scientifica più recente, laddove gli psicologi hanno utilizzato il concetto di "stati di coscienza", gli etnologi, nelle loro ricerche sullo sciamanesimo, sui riti di possessione e sulle danze estatiche, generalmente hanno preferito la nozione più antica di transe. In realtà, come Georges Lapassade chiarisce nei saggi qui proposti, le due espressioni sono complementari, poiché in definitiva ogni transe è uno stato di coscienza non ordinario ritualizzato, socializzato e collettivizzato.

Intanto vado. Una lettura onirica...

Caduti di mente
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Muovendo dalla premessa che ciascuno di noi sia straniero a sé stesso e il concetto di identità sembri più che altro una costruzione narcisistica della società e della cultura occidentale, questo libro si propone di "parlare di migranti" frequentando i loro sogni. Un lavoro in cui le storie e le memorie sono affidate al sogno stesso, alla sua contingenza di puro evento, all'apertura sulle sporgenze dell'inconscio, all'affiorare del desiderio puro in quanto reale, libero quindi dalle condizioni oggettive che lo osteggiano, sequestrano e respingono. Il titolo nasce da uno scambio a dir poco spaesante fra un operatore e un richiedente asilo ivoriano. Quell'intanto vado interviene a determinare una provvisorietà decisa dei passi dello straniero, nonostante tutto. Il suo corpo attraversa comunque uno spazio, si direbbe che ne buchi, passo dopo passo, la consistenza. Lo spazio intasato di codici e divieti, attraverso questa azione approssimata al desiderio, produce un piano, anzi più piani. La direzione sembra tanto indeterminata e indefinita quanto diviene, in questo modo, infinita e possibile.

Ascoltare e narrare. Socioanalisi...

Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Questo libro nasce da un cantiere socioanalitico svolto con una cooperativa che si occupa di accoglienza e si confronta con problematiche sociali relative alle tossicodipendenze, ai minorenni in difficoltà e ai migranti. Le organizzazioni fondate e gestite da figure carismatiche si trovano in un dato momento del loro cammino nella necessità di rifondarsi, riconoscendo il dispositivo assembleare come uno degli strumenti di gestione possibili. Si confrontano l'impostazione direttiva - che si è socialmente affermata, tanto nella scuola quanto nell'ambito del lavoro sociale - e la sperimentazione di pratiche autogestionarie, con il loro carico di fallimenti ma anche di opportunità aperte. Alla rigidità direttiva, propria delle istituzioni che inviano gli utenti alla cooperativa, viene comparata un'impostazione basata sull'ascolto degli accolti e sulla narrazione quale metodo di conoscenza e di elaborazione delle proprie pratiche. Una pedagogia partecipativa che, prendendo in conto la sovraimplicazione istituzionale che caratterizza il lavoro nel sociale, consente di compiere passi avanti nella direzione di una più ampia democrazia.

Zaré. Ediz. illustrata

Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
La sera dell'11 dicembre 1980, in via Varesina, a Milano, i carabinieri dell'antiterrorismo, in borghese, uccidono Roberto Serafini e feriscono mortalmente Walter Pezzoli, ventitreenne, che morirà poco dopo all'ospedale Niguarda. Trentotto anni dopo, i suoi amici di Pero, la periferia milanese in cui è cresciuto, scelgono, con questo lavoro a più mani, di ricordarlo così. "In quest'angolo di mondo le loro madri e i loro padri nacquero poco prima o arrivarono poco dopo la fine della guerra. In quest'angolo di mondo, trasformato, in pochi anni, da fertile campagna a inenarrabile concentrato di veleni, Walter e i suoi amici e compagni diventarono grandi nel tempo in cui il desiderio che un altro mondo fosse possibile cresceva ovunque, nelle coscienze, inarrestabile e senza limite alcuno".

L'Alfasuin

Iozzoli Giovanni
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Una dinastia di prosciuttai milionari. Una famiglia mafiosa in cerca di rispettabilità. Centinaia di lavoratori giunti da ogni parte del mondo, per disossare e rifilare cosce di maiali. Dove possono incrociare tutti costoro i propri destini? All'Alfasuin, storica azienda modenese del prosciutto, padrona di un territorio fondato sulla centralità dei salumi e sulla pace sociale. Un passato glorioso e mitizzato, un presente indecifrabile: lungo l'arco di vent'anni i protagonisti si agitano frenetici dentro un modello e un mondo che si va sgretolando. Dalla retorica dell'"eccellenza italiana", emerge una crudissima realtà: il vero preziosissimo maiale di cui "non si butta via niente" è il lavoro vivo, sempre più spremuto, sfruttato e impoverito. Fino al giorno in cui gli schiavi del prosciutto decidono di alzare la testa. E il tempo della crisi diventa il tempo della rivolta.

L'algoritmo sovrano. Metamorfosi...

Curcio Renato
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Ripercorrendo le tappe salienti della colonizzazione della rete e delle identità virtuali dei suoi frequentatori, nella prima parte del libro si porta l'attenzione su alcuni dei dispositivi nascosti che stanno velocemente dissodando il terreno di una nuova e inedita deriva totalitaria. Nella seconda parte, si spinge lo sguardo sulle frontiere opache in cui gli Stati a più alta propensione digitale provano a difendere da questa sfida transumanista il loro stesso futuro, ma in una prospettiva cieca, "al rialzo". Come in un incubo - documentato e niente affatto distopico - si profilano così i contorni di simil-democrazie dalle libertà sostanziali vacillanti in cui i cittadini, assoggettati biometricamente a un codice unico personale, si dispongono a riprodursi come cloni volontari di un algoritmo sovrano. Naturalmente, un'alternativa c'è ancora: prendere atto della nostra incompiutezza come specie e riportare la barra della nostra vita sociale anzitutto sui legami, sulle comunità istituenti e sulle relazioni faccia-a-faccia. Non "contro le tecnologie digitali" ma portando la critica direttamente alla radice del modo di produzione capitalistico che esse riproducono.

Il male dell'ergastolano. Ovvero il...

Mele Annino
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
L'ergastolo è sentito da chi lo sconta come una condanna a morte, perciò l'uscita dal carcere resta un miraggio durante i lunghi anni di detenzione. Ma quando, per la decisione discrezionale di un giudice, si muovono i primi passi fuori dalle mura, ci si accorge subito che niente è come lo si era immaginato o desiderato. Anche una cosa di poco conto, una delusione, una promessa disattesa, può evocare l'ombra della morte. Ci si affaccia a un mondo che non si conosce più e da cui non si è riconosciuti. Elaborare questo passaggio diventa allora indispensabile per non perdersi. Da qui l'urgenza di raccontare le esperienze, proprie e di altri, per mettere a fuoco quel momento delicatissimo in cui il detenuto si trova rigettato nel mondo senza alcuna preparazione per ciò? che lo attende. La corazza che lo aveva protetto per molti anni può allora incrinarsi. E la soglia del passaggio dal carcere all'esterno può? rivelarsi un momento di dolore.

Educazione e pedagogia...

Gueli Carla
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Le istituzioni fanno di loro stesse una narrazione mitologica. Ma per poter garantire a tutti coloro che le vivono e le attraversano di darsi potere e autonomia, è necessario smuovere l'implicito, il non detto, la dimensione più nascosta, ciò che l'istituzione non vuole rivelare di sé. Questo è il principale obiettivo che le pedagogie cosiddette Istituzionali si sono date, mettendo al centro della riflessione i bisogni e i desideri di coloro che apprendono.  Per fare ciò, la pedagogia istituzionale esplora i campi dell'inconscio e del politico, configurandosi così come alternativa alle pedagogie tradizionali degli anni cinquanta e sessanta del Novecento. In questo libro si racconta la genesi e l'evoluzione del movimento istituzionalista, attraverso i principali autori che lo hanno animato, in particolare il sociopedagogista Georges Lapassade, con le sue riflessioni e le pratiche sperimentate all'interno del movimento francese della socianalisi. Il recupero della proposta istituzionalista potrebbe infatti contribuire allo sviluppo del senso critico e arginare il malessere e la violenza crescenti nella scuola e nella società burocratizzata e disumanizzata.

Primavera 180. Le lotte e le...

Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Dal 1965 al 1984, la Campania è stata un punto cruciale nel dibattito nazionale sulla follia e la salute mentale. Con i suoi sei manicomi, di cui tre ospedali psichiatrici giudiziari, essa costituiva una vera e propria "industria della follia" di dimensioni gigantesche. In quegli anni, gli esperimenti di innovazione psichiatrica sono stati molti, diffusi, ben divulgati al pubblico. Questo libro ricapitola questa breve primavera, dando voce agli psichiatri che l'hanno fatta, ai giornalisti che l'hanno accompagnata e raccontata, all'opinione pubblica, ai sindacati, ai partiti. In questa storia corale, Sergio Piro vi compare nella doppia veste di psichiatra e di pubblicista. Se a un certo punto - dopo l'approvazione della 180 e una legge regionale che sembrava dare ascolto alle nuove esperienze -, si è tornati indietro è stato per scelta, la scelta di non investire sulla prevenzione, sulla cura diffusa della salute, sul benessere dei cittadini meno agiati e soprattutto di non investire in pratiche di cura non gestibili in un'ottica puramente aziendale e medica. Prefazione di Francesco Piro.

Psicosocianalisi di un nodo di...

Hess Rémi
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Due intellettuali, un francese e un italiano, si incontrano a Lecce nel 1981. Comincia allora una relazione che suscita attorno a loro delle dinamiche di gruppo interculturali, l'organizzazione di convegni, seminari, di ricerche sul campo. Associando i loro colleghi universitari, i loro studenti, alla loro effervescenza istituente, questi due discepoli di Dioniso studiano il rinnovo delle culture giovanili, la transe, la musica, la danza... Scrivono e pubblicano libri e articoli, girano dei film, moltiplicano gli eventi, le feste, e suscitano un animo da ricercatori in tutti quelli che li incontrano. Così vive fino a oggi una comunità molto sessantottina. Georges Lapassade (1924-2008) filosofo, psicosociologo, antropologo francese la cui tesi su "L'entrée dans la vie" (1962) pone l'incompiutezza dell'uomo come principio di una educazione necessaria per tutta la durata della vita. Pietro Fumarola (1943-2018) ha insegnato sociologia delle religioni all'università del Salento. La pratica della transe e la cultura del movimento dei giovani sono state al cuore della sua riflessione, in un quadro teorico di analisi istituzionale e nella dinamica e la pratica della ricerca-azione. Prefazione di Renato Curcio.

Le istituzioni dell'agonia....

Valentino Nicola
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Nel mondo, una parte dell'umanità vive una condizione di agonia, non a causa di una malattia terminale, ma perché viene ridotta in agonia attraverso due istituti dei sistemi penali che sono la pena di morte e l'ergastolo. Di queste pene capitali è qui delineata la sostanziale similitudine, attraversando le esperienze delle persone nei bracci della morte e di quelle condannate "fino alla morte del reo". Le 1677 persone attualmente all'ergastolo in Italia costituiscono una presenza luttuosa per quelle porzioni di società che non vogliono che una persona possa essere condannata fino alla morte. Vestire il lutto per l'esistenza di una morte sociale da pena capitale può costituire un modo per rendere palese ciò che viene celato istituzionalmente e culturalmente giustificato attraverso la mostrificazione dei condannati. È sollecitato anche uno spostamento lessicale rispetto all'uso di parole che celano la crudezza della condizione. Solo l'abolizione dell'ergastolo e l'attestarsi del sistema penale sulle pene temporali che già esistono può rimettere in gioco parole abusate come il termine speranza. La sua simbologia può avere senso solo se è scritta in sentenza una data di fine pena.

I bianchi, gli ebrei e noi. Verso...

Bouteldja Houria
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
"Perché scrivo questo libro? Perché condivido l'angoscia di Gramsci: Il vecchio mondo è morto. Il nuovo è di là da venire ed è in questo chiaro-scuro che sorgono i mostri. Il mostro fascista, nato dalle viscere della modernità occidentale. Da qui la mia domanda: che cosa offrire ai Bianchi in cambio del loro declino e delle guerre che questo annuncia? Una sola risposta: la pace. Un solo mezzo: l'amore rivoluzionario! In questo testo folgorante, Houria Bouteldja fa una critica minuziosa alla storia. Dal punto di vista dell'indigena, ci invita a guardare con altri occhi il patto repubblicano, la Shoah, la creazione di Israele, il femminismo e il destino dell'immigrazione in Occidente. Spazzando via le certezze e la buona coscienza della sinistra, è da Baldwin, Malcom X e Genet che attinge le parole per ripensare i nostri rapporti politici. Alle grandi narrazioni razziste dei nuovi fascismi, oppone un potente antidoto: una politica di pace che disegna i contorni di un "noi" decoloniale, il "noi dell'amore rivoluzionario".

Zlocini. Kosovo, il silenzio e la...

Veca Marilina
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
Un viaggio nel Kosovo, a ridosso dei bombardamenti del 1999, per ricordare i crimini che vi si sono consumati, sotto i nostri occhi indifferenti. Il traffico di organi, quello della droga, la tratta degli esseri umani, gli scomparsi, le torture. La dimensione letteraria non toglie nulla alla realtà e ci interroga sul nostro paese, geograficamente e politicamente coinvolto, su questo commercio che passa attraverso il sequestro e l'omicidio di persone alle quali gli organi vengono espiantati. Un crimine che si aggiunge a quelli "ordinari", come la costrizione a lasciare la propria casa, il proprio lavoro, la propria terra, mentre la Nato si espande verso Est impiantando nuove basi militari. Le storie di Jovan, di Milan, di Dragan, di Dejan, di Srdjan, i loro cuori, ci accompagnano in un viaggio che vuole essere occasione per accorciare la distanza tra noi e i crimini di cui siamo complici.

L'egemonia digitale. L'impatto...

Curcio Renato
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Il percorso di un cantiere socioanalitico sui modi in cui l'impero virtuale cerca di costruire la sua capacità egemonica nel mondo del lavoro. Ripercorrendo la micro-fisica dei processi innescati dai dispositivi digitali che mediano l'attività lavorativa - smartphone, piattaforme, sistemi gestionali, registri elettronici - si esplorano alcune metamorfosi radicali che, mentre rovesciano il rapporto millenario tra gli umani e i loro strumenti, sconvolgono ciò che fino a ieri abbiamo chiamato "lavoro". Alcuni territori chiave - la digitalizzazione della scuola, della professione medica, dei servizi, dei trasporti condivisi, dei grandi studi legali e delle banche assunti come analizzatori, ci raccontano l'impatto trasformativo delle nuove tecnologie e il disorientamento dei lavoratori. Ma fanno anche emergere le linee liberticide su cui questo processo procede: la cattura degli atti, la dittatura dei dati, il trionfo della quantità e le narrazioni sostitutive con cui esso si racconta. Analizzando le tendenze - l'autismo digitale, l'obesità tecnologica, l'ethos della quantità, lo smarrimento dei limiti - ci si interroga sulla differenza tra progresso sociale e progresso tecnologico.

Eternit. Quando i soldi si...

Turco Gioacchino
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
Questa storia prende vita negli anni del secondo dopoguerra, quando un forte flusso migratorio si spostava dal Meridione al Settentrione industrializzato. Si svolge in tre diversi ambienti: Casale Monferrato, Reggio Calabria e Torino, ruotando intorno al caso Eternit e ai tanti morti per amianto. Per l'Istituto Superiore per la Prevenzione e la Salute sul lavoro, sono almeno tremila casi l'anno nella sola Italia (centomila nel mondo), e gli epidemiologi dicono che si morirà a causa dell'amianto fino al 2040. Questo libro unisce elementi di verità storica all'invenzione di alcuni personaggi che questa vicenda raccontano. Una storia singolare e insieme universale, di persone semplici, che esalta la forza dell'uomo di rialzarsi e andare avanti nonostante le tragedie e mette a nudo la fragilità umana al cospetto del denaro. È, infatti, quando i soldi si impadroniscono del cuore che la salute e la vita stessa dei lavoratori e dei cittadini vengono sacrificate sull'altare del profitto.

Quando si vuole. Boschi, banditi,...

Mele Annino
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il testo è diviso in due parti. La prima concerne la tematica ambientale, la seconda il carcere. Entrambi sardi, sulle problematiche specifiche della loro terra - in particolare la salvaguardia del patrimonio boschivo e la tradizione di allevamento di suini allo stato brado - gli autori propongono anche indirizzi di orientamento, corredati da progetti dettagliati. Riguardo al carcere, essi presentano la situazione delle nuove strutture costruite in Sardegna sia dal punto di vista delle loro speculari esperienze dirette l'uno dentro e l'altra in visita - sia le inchieste giornalistiche prodotte dall'Associazione Socialismo Diritti e Riforme. Attingendo alla loro fantasia, immaginano una riqualificazione del Buoncammino di Cagliari e, rifacendosi alla loro esperienza personale, ci portano dentro alle dinamiche istituzionali attuali delle moderne prigioni. E infine ci chiedono di mettere un poco della nostra volontà per portare cambiamenti che restituiscano dignità alla terra e agli esseri umani che la abitano.

Zingari e no. L'analisi di una...

Omodeo Adolfo S.
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
Questo libro propone uno sguardo analitico sulla cultura zingara a partire da un'esperienza di lavoro sociale con Rom, Sinti e istituzioni locali. L'autore descrive i difficili percorsi sperimentati: dalla raccolta del ferro all'idea di una cooperativa di servizi ambientali, dall'animazione interculturale infantile alla scolarizzazione, dagli sgomberi dei campi con le ruspe all'inserimento nei Piani Regolatori, dai problemi con la legge agli affidi extracarcerari. Una traccia di lavoro per l'integrazione intesa come interazione reciproca, e per una mediazione intesa come progettazione concordata e non come traduzione di norme e divieti. Un confronto interculturale con gli aspetti simbolici della cultura zingara: dal matriarcato al culto dei morti, dalla musica alle aspirazioni. Un percorso con trappole e imprevisti narrato per andare oltre.

L'impero virtuale. Colonizzazione...

Curcio Renato
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Alcune aziende che quindici anni fa non esistevano, come Google e Facebook, oggi costituiscono la nuova e potente oligarchia planetaria del capitalismo digitale. Internet ne rappresenta l'intelaiatura, e i suoi utenti, vale a dire circa tre miliardi di per

Il sacco di Genova. 1849

Fabrini Rolando
Sensibili alle Foglie

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
L'armistizio di Vignale (23 marzo 1849) aveva suscitato sconcerto e, soprattutto, indignazione presso larga parte dei patrioti genovesi. Inoltre, circolavano voci e sospetti che, in base a clausole segrete dell'armistizio, la cittadella di Alessandria come pure le varie fortezze di Genova sarebbero state provvisoriamente occupate da guarnigioni austriache. Fu proprio in tali circostanze che ebbero luogo, a Genova, i moti popolari dell'aprile del 1849, durante i quali la popolazione insorse, conquistando provvisoriamente il potere, subendo, infine, la terribile repressione dei militari comandati dal Generale La Marmora.