Teatro: professioni tecniche

Filtri attivi

Sul palco. Storia della scenografia...

Titomanlio Carlo
La Casa Usher 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
La peculiare impostazione di questo libro nasce dalla convinzione che la storia della scenografia e dell'architettura teatrale non può essere raccontata e compresa senza fare riferimento ai generi, alle forme, agli eventi della storia del teatro. Per questa ragione la trattazione, ordinata cronologicamente, è scandita da capitoli corrispondenti a fenomeni spettacolari con caratteristiche riconoscibili. Possono essere generi (come la commedia rinascimentale o l'opera buffa settecentesca) oppure contesti produttivi (come i Ludi romani o i drammi ciclici medievali) o ancora vicende artistiche individuali di grande rilevanza (come le opere di Wagner a Bayreuth o le sperimentazioni delle Avanguardie storiche). L'ampio profilo generale attraverso la storia del teatro è preceduto da un percorso attraverso le immagini a colori, che, oltre a offrire riferimenti puntuali al racconto, presenta un breve e accessibile itinerario introduttivo. Infine, un terzo percorso attraverso le parole parte dai termini specifici della scenografia e dell'architettura teatrale. Si tratta di un lessico ragionato che organizza in maniera sintetica episodi storici e questioni etimologiche nella successione delle idee e delle soluzioni pratiche.

Cambi di scena. Come affrontare una...

Cerullo Gilda
Audino 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
Quello dei cambi di scena è un momento cruciale della scenografia e della scenotecnica teatrale, poiché è lì che si concentra la gran parte dei problemi connaturati al lavoro dello scenografo. Prima ancora di mettere la matita su carta, infatti, lo scenografo si ritrova spesso bersaglio delle innumerevoli richieste avanzate dal regista e dalla produzione. Possono essere questioni artistiche, ma anche di natura tecnica ed economica: dalla pretesa di contenere i costi all'adattabilità della scenografia a luoghi di destinazione più o meno favorevoli. Lo scenografo dovrà quindi tenere conto delle dimensioni della scena; dei problemi di carico e scarico nei trasporti e dello stivaggio durante i cambiamenti da una scena all'altra; delle limitazioni spesso dettate da edifici teatrali con problemi architettonici particolari. Corredato da numerosi esempi che offrono una panoramica dei diversi modi di affrontare i cambiamenti di scena, questo libro si propone come strumento per affrontare le questioni inerenti a questa fase fondamentale del lavoro dello scenografo, rivolgendosi in particolare agli studenti delle accademie, ma anche a chi ha già cominciato ad approcciarsi alla scenografia in modo professionale. «I cambi di scena [...] sono l'attimo in cui tutte le "abilità" dello scenografo vengono "rivelate", perché tempo, sorpresa, ingegnosità, tecnica, immaginazione, aderenza al testo, al luogo e alla storia devono ottenere un unico effetto: un ricordo che non sia noia, ma l'essere stato, al di là della consuetudine quotidiana, in un mondo e uno spazio diverso da quello in cui. viviamo, cambiando per qualche ora il fondale e la scena della propria vita.» (Dalla Prefazione di Pasqualino Marino)

Manuale professionale di...

Dalai Benedetta
Audino 2017

Disponibilità immediata

25,00 €
Questo libro, inserito in una collana diretta da professionisti e appassionati dello spettacolo, è stato pensato in particolare per l'insegnamento nelle scuole e nelle accademie. Le tre parti di cui si compone (chiamate "libri") si rifanno ai tre momenti fondamentali nella creazione di una scenografia ideazione, disegno ed esecuzione pratica - per cui il testo, oltre che a un pubblico di studenti, è destinato a chiunque si trovi ad affrontare la realizzazione di un progetto scenico. La prima parte del manuale è dedicata allo spazio teatrale, alla scenotecnica di palcoscenico, ai materiali per la scenografia e soprattutto al progetto scenico e al mestiere dello scenografo, dall'idea iniziale al completamento del progetto. La seconda parte si occupa del disegno tecnico utilizzato in scenografia e peculiare del teatro: parla di scatola prospettica, calcolo degli sfori e del declivio e restituzione prospettica di un bozzetto in uno spazio dato. La terza parte affronta: la realizzazione scenica in laboratorio, ovvero lo spazio e i settori principali della produzione di una scenografia; la falegnameria con gli utensili, le macchine e i materiali; gli schemi costruttivi di quinte e praticabili; la decorazione scenica con disegno e pittura di scena, decorazione di elementi scenoplastici, scultura, tintura e doratura; l'attrezzeria e l'arredo scenico. Il testo è arricchito da 150 tavole in bianco e nero, da 38 foto a colori e da materiali multimediali fruibili on line, fra cui un eserciziario che consente di mettersi alla prova rispetto agli argomenti trattati nel libro. Un glossario di circa 120 voci, la bibliografia e la sitografia completano il percorso didattico proposto e suggeriscono ulteriori vie per esplorare e approfondire la materia.

Il mago dei prodigi

Boragina Pietro
Aragno 2015

Disponibilità immediata

40,00 €
Il libro racconta la vita di Gianni Ratto (Milano 1916-San Paolo del Brasile 2005), scenografo, regista, attore e scrittore. A Genova, città natale della madre, dove Ratto trascorse la sua adolescenza e fece le sue prime esperienze teatrali, decisivo fu l'

On stage. Scenografi e costumisti a...

De Rosa F. (cur.); Lori R. (cur.)
Arte'm 2015

Disponibilità immediata

25,00 €
Ancora una tessera del grande mosaico anni '80, per ribadire il contributo essenziale dell'Accademia di Belle Arti di Napoli a un decennio di fermenti artistici e mutazioni culturali profonde. Il percorso espositivo 'On stage', dedicato alla scenografia e ai costumisti napoletani, propone nuovi spunti di riflessione, a proseguire e arricchire ulteriormente il quadro d'insieme delineato da "Shake up in accademia. 1980-1990", la rassegna inquieta sulle arti visive appena avviata. "C'è un'etica della vita nel fare teatro, un ethos della speranza, l'idea che in ogni caso la vita continui, che la nottata debba necessariamente passare, un'allegria di naufragi, popolata di superstiti pronti a riprendere il viaggio. Lo spettacolo deve continuare, perché in ogni caso lo spettacolo è la vita, la vita quotidiana messa in scena e rappresentata." (Giuseppe Gaeta)

Il bel mestiere. Artigiani e...

Gurrado Clizia
Marsilio 2014

Disponibilità immediata

35,00 €
Il nuovo volume della Fondazione Cologni nella collana "Mestieri d'Arte" rappresenta un inedito atto d'amore e un tributo ammirato ai maestri artigiani che dietro le quinte costruiscono giorno per giorno con ineguagliata competenza e passione il successo del teatro lirico italiano, da sempre amato e apprezzato in tutto il mondo, vero fiore all'occhiello della nostra tradizione artistica e artigiana. Le autrici accompagnano il lettore in un viaggio esclusivo nel mondo del teatro d'opera, incontrando le principali figure che realizzano lo spettacolo nella sua complessità e ricchezza, passando attraverso un universo multiforme di competenze e talenti che si incontrano nei diversi ambienti e reparti del "dietro le quinte": dal laboratorio scenografico alla falegnameria, all'officina meccanica; dalla scultura alla termoformatura, dalla sartoria al trucco e parrucco al magazzino costumi, fino all'allestimento scenico vero e proprio. Maestri d'arte e maestranze tecniche uniti con passione e spirito di sacrificio nella magica sinergia che dà vita allo spettacolo, rinnovando ogni volta l'illusione e l'emozione. Una macchina estremamente delicata e complessa, quella teatrale, che nasconde però una perfetta e calibratissima regia in cui tutto trova posto e "funziona", di sera in sera, quasi per incanto. Ma non si tratta di magia, bensì di altissima competenza, passione e dedizione totale, come sottolinea suggestivamente questo racconto a più voci.

Il quadridimensionale instabile....

Bignami Paola
UTET Università 2010

Disponibilità immediata

19,50 €
Quell'oggetto teatrale comunemente definito costume, benché appariscente agli occhi del colto come del profano, è il più delle volte ignorato sia dalla critica sia dalla storiografia. Il Quadridimensionale instabile accompagna lo studente a scoprire come si possa analizzare, catalogare e studiare il costume che, lungi dall'essere un semplice orpello nella rappresentazione, è un punto di riferimento per la mise en scène del passato, per la spettacolarità futuribile, nonché per la drammaturgia performante. Inoltre, attraverso la segnalazione dei metodi scientifici tradizionali, ma anche delle più recenti e sofisticate tecnologie (quali la catalogazione digitale), vengono mostrate allo studioso più giovane e a quello più curioso alcune strategie attuabili per conquistare nuove competenze e professionalità utili nell'ambito dello spettacolo.

Nando forever. Ferdinando...

Gregoretti Luciano
Zecchini 2010

Disponibilità immediata

35,00 €
La biografia di Ferdinando Scarfiotti, uno dei più grandi scenografi moderni. Con la magia della sua arte ha disegnato un ideale ponte culturale tra Europa e America. Ne sono testimoni in questo libro gli stupefacenti bozzetti da lui creati per il teatro e per il cinema. La sua vita è stata breve, ma la sua arte continua a conquistare e sedurre. In questo libro hanno collaborato: Giovanna Scarfiotti, Emanuele Scarfiotti, Claudio G. Fava, Paul Schrader, Bernardo Bertolucci, Vittorio Storaro, Tonia Cafolla Storaro, Pier Luigi Pizzi, Adriana Asti, Mariano Rigillo, Gabriella Cristiani, Piero Tosi, Gabriella Pescucci, Nic Valle, Enrico Vanzina. Il DVD Video allegato contiene il filmato della sua commemorazione avvenuta il 5 luglio 2008 presso l'Arena Gigli di Porto Recanati e una serie di interviste esclusive.

Giocare al teatro in classe. Lo...

Frigerio Coca
Edizioni Corsare 2010

Disponibilità immediata

14,00 €
L'autrice, scenografa e animatrice di laboratori per adulti e ragazzi, accompagna il lettore in un breve viaggio tra le principali forme di spazio teatrale nel tempo, suggerendo come trasformare uno spazio qualsiasi in spazio scenico dentro la scuola e fuori. Regalando ai lettori un po' della sua esperienza, dà concrete istruzioni tecniche su come ospitare l'azione teatrale - con attori, mimi, pupazzi - in diversi luoghi, dalla strada alla piazza, dal giardino al cortile, nonché sui materiali da usare per costruire oggetti e strutture di scena.

Trattato di scenotecnica

Mello Bruno
De Agostini 2009

Disponibilità immediata

50,00 €
La tecnica usata nell'allestimento dell'apparato scenico concorro in maniera determinante alla riuscita di uno spettacolo teatrale. Dal V secolo a. C. ad oggi, questa vera e propria arte "parallela" si è evoluta e arricchita sempre più nel tempo, raggiungendo vertici difficilmente superabili. Dopo alcuni cenni storici di scenografia, il volume esamina con cura tutti i vari aspetti che contribuiscono alla scenotecnica: costumi, geometria, disegno architettonico, prospettiva palcoscenico, sipario, trabocchetti, macchineria, effetti speciali, luci, attrezzature elettriche, impianto elettronico.

ABC della scenotecnica. Per...

Dalai Benedetta
Audino 2006

Disponibilità immediata

14,00 €
Da più parti e da tempo si sentiva in Italia l'esigenza di un manuale di scenotecnica semplice, basilare, che facilitasse a studenti e appassionati di teatro l'apprendimento dell'affascinante arte dell'allestimento del palcoscenico. In questo libro la scenotecnica - ovvero l'arte di costruire, montare e movimentare tramite appositi meccanismi le scenografie per il teatro e altre forme di spettacolo - viene descritta e illustrata per spiegare al lettore in modo puntuale e approfondito il linguaggio degli addetti ai lavori, le attrezzature e i materiali più comuni (graticci, telai, stoffe, legni, corde, ecc.), l'uso delle dotazioni di palcoscenico (praticabili, scivoli, scale, carri) e il loro allestimento applicato al teatro all'italiana. Il manuale è corredato da un glossario di termini tecnici, professionali e gergali. Testo e illustrazioni si alternano e si completano rendendo il libro immediatamente utilizzabile non solo dagli addetti ma da tutti coloro che amano il teatro e vogliono conoscerne meglio la macchina o magari, perché no, desiderano mettere in scena uno spettacolo.

Giochi di luce e forme strane di...

Gigli E. (cur.)
De Luca Editori d'Arte 2006

Disponibilità immediata

14,00 €
Questo piccolo volume vuole mettere in ordine cronologico i documenti relativi allo spettacolo "Feu d'artifice" realizzato da Balla al Teatro Costanzi di Roma il 12 aprile 1917. Il pittore futurista mise in questa occasione la sua arte al servizio di Stravinsky e per i balletti russi di Diagilev con un eccezionale messinscena del tutto astratta, governata da una programmazione di luci. Nella prima parte del libro vengono raccolti il contratto fatto a Balla e i progetti (disegni e bozzetti). La seconda parte prende in esame l'evento: l'azione scenica di bagliori in movimento su forme plastiche colorate. La terza parte è una rassegna stampa di giornali e riviste (7 aprile - maggio). La quarta parte presenta cartoline e opere autografe realizzate da Balla.

L'orizzonte della scena nei teatri....

Ricchelli Giorgio
Hoepli 2004

Disponibilità immediata

24,90 €
Un saggio in chiave storica sul progetto delle scenografie teatrali dal loro esordio agli inizi del Cinquecento fino al XIX secolo, in un percorso ragionato attraverso i Trattati e le testimonianze degli artefici delle forme, dei metodi, delle teorie e delle tecniche che hanno definitio lo spazio scenico occidentale. L'analisi si orienta poi sulla presenza e sull'utilizzo dei sistemi scenici nell'azione teatrale contemporanea. Sono indagati gli spazi e gli elementi per la messa in scena, la loro ideazione e trasformazione in patrimonio formale, pittorico e drammatico, in relazione con i progetti e le arti che l'hanno definito.

Storia della scenografia....

Perrelli Franco
Carocci 2003

Disponibilità immediata

25,00 €
L'argomento di questo libro è la scenografia e più in generale il "luogo teatrale" ovvero, con le parole di Jean Jacquot, quello spazio, talora edificio specializzato, in cui "dei testi letterari, il dramma, diventano composizione di gesti e movimenti su una scena, acquisendo un significato, divenendo fonte di giudizi e di emozioni". Il testo delinea una storia delle forme e delle teorie dello spazio scenico nello spettacolo attraverso gli snodi essenziali, con una metodologia che si avvale, oltre che dei tradizionali riferimenti bibliografici e iconografici, del continuo ausilio di documenti, testimonianze e trattati imprescindibili e di rimandi a siti internet che suggeriscono un'integrazione fra libro e web. La nuova edizione, più estesa e completa, include i teatri d'Asia e due ampi capitoli sulla storia dell'arte scenografica italiana nell'ultimo secolo.

Il disegno dello spazio scenico

Pagliano Alessandra
Hoepli 2020

Disponibile in 3 giorni

22,90 €
Il progetto della scena teatrale si configura come la traduzione spaziale di un'immagine prospettica (il bozzetto creato dallo scenografo). Questo libro propone un metodo rigoroso, ma di semplice applicazione, per la realizzazione dello spazio illusionistico delle scene, fornendo, attraverso grafici di semplice interpretazione e schemi assonometrici esemplificativi, le nozioni basilari della prospettiva lineare e delle sue applicazioni ai fini illusori in ambito teatrale. Partendo dall'evoluzione del disegno prospettico e della luce, in particolare attraverso le opere pittoriche più significative, l'autrice analizza il problema della rappresentazione degli effetti luminosi, allo scopo di riconoscere le numerose deroghe che la carica espressiva affidata alla luce talvolta impone alla corretta applicazione del procedimento geometrico. Infine come "caso applicativo" viene analizzato un allestimento scenico particolarmente emblematico. Il libro si rivolge non solo agli studenti dei corsi di Fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva, di Storia dell'arte e di Scenografia presso le Facoltà di Architettura e le Accademie di Belle Arti, ma anche agli scenografi progettisti e realizzatori.

Scenografia e scenotecnica per il...

Lori Renato
Gremese Editore 2014

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Proposto in una nuova edizione rivista dall'autore, questo libro analizza fin nei minimi particolari le fasi di ideazione e realizzazione delle scenografie teatrali. Attraverso un linguaggio discorsivo e non troppo "tecnico" studiato al fine di raggiungere il maggior numero di lettori possibile -, illustra ogni aspetto teorico e pratico di quest'attività: dalla lettura del copione e dai primi colloqui con il regista ai disegni preparatori e al bozzetto, dalla scelta dei materiali agli eventuali elementi tridimensionali presenti in scena, dalle indispensabili nozioni di illuminotecnica alle esigenze e alle problematiche che pone l'allestimento in luoghi aperti. Insieme al testo, le numerose illustrazioni forniscono visivamente puntuali esemplificazioni di quanto spiegato, secondo un approccio didattico che volutamente evita di dare per scontate anche le informazioni di base. Questo volume è uno strumento di formazione nelle mani degli studenti. Al tempo stesso, però, saprà suggerire ai lettori comuni più di uno spunto di interesse, accompagnandoli a scoprire molti dei misteri che si celano dietro il sipario teatrale.

Strehler e i suoi scenografi. Ediz....

Crespi Morbio Vittoria
Grafiche Step 2019

Non disponibile

35,00 €
Il Teatro di Giorgio Strehler ha interrogato la cultura moderna dal dopoguerra a oggi. Gli sono stati dedicati innumerevoli studi, analisi e riflessioni, ma non lo si è mai indagato sistematicamente in un aspetto fondamentale: il rapporto tra il regista e i suoi scenografi. Eppure è questo un nodo critico decisivo, ripercorrerlo attraverso la carriera di Strehler porta a scoprire cose nuove e a sfatare pregiudizi. È un percorso non sempre lineare, nel quale entrano grandi nomi della pittura del Novecento, da Guttuso a Clerici, da Savinio a Casorati e Leonor Fini, fino a quando si raddensa intorno a tre personalità: Gianni Ratto, all'epoca del debutto del Piccolo Teatro, e poi Luciano Damiani ed Ezio Frigerio, scenografi dei più memorabili spettacoli strehleriani.

Nicola Benois. Da San Pietroburgo a...

Novikova Nava Vlada
Fuoril[u]ogo 2019

Non disponibile

18,00 €
«Questo volume di Vlada Novikova Nava fornisce molte informazioni sulla figura di Nicola Benois, uno dei massimi pittori scenografi del Novecento e direttore dal 1937 al 1971 dell'allestimento scenico del Teatro alla Scala. Esso rinnova e amplia le nostre conoscenze, fondato come è non soltanto su basi critiche attendibilissime ma anche su una enorme quantità di dati, materiali fotografici e testimonianze (dirette e indirette), pazientemente (e tenacemente!) raccolte dall'autrice tra l'Italia e la Russia». Il libro è dunque un contributo importante per delineare, nel giusto contesto storico e ancora più ampiamente, la biografia e l'opera di quel grande artista della scena internazionale che fu Nicola Benois, portando a conoscenza dei lettori fatti nuovi o ad oggi poco noti ma contemporaneamente per promuovere nuove riflessioni e approfondimenti sulla storia della scenografia del XX secolo». Dalla Prefazione di Alberto Bentoglio, Direttore del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Università degli Studi di Milano Il volume contiene 55 immagini tra fotografie e illustrazioni.

I dilettevoli teatrali spettacoli...

Garai L. (cur.)
Pendragon 2019

Non disponibile

20,00 €
"Questo libro, curato da Luca Garai e affidato a specialisti, affronta per la prima volta, su sola base documentaria, il tema di Leonardo "uomo di teatro". I costumi, le feste e gli spettacoli teatrali allestiti da Leonardo in Italia e in Francia vengono descritti con completezza e precisione tali da riuscire perfettamente a evocare la cultura umanistica presente in tutte le opere del Maestro, che caratterizzò il periodo centrale del Rinascimento." (dalla Presentazione di Fabio Roversi Monaco)

Lezioni di drammaturgia. William...

Boggio Maricla
Aracne 2016

Non disponibile

10,00 €
Partendo dalle sue lezioni di drammaturgia agli allievi registi dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico", Maricla Boggio esamina 'Sogno di una notte di mezza estate' di William Shakespeare secondo criteri metodologici rispetto alla struttura, ai personaggi, al linguaggio e alle didascalie, individuando gli elementi attraverso cui approfondirne l'esame (come il nodo drammatico, i colpi di scena, gli incidenti, i parossismi, l'arco del personaggio ecc.) e dando spazio anche all'interpretazione del filosofo René Girard in relazione alla rivalità mimetica e al tema dell'invidia, di cui l'intero testo è permeato. Gli allievi interagiscono, realizzando nel corso degli incontri un laboratorio animato dai loro apporti, in continuo dialogo con la docente. Basilare l'inserimento del metodo mimesico elaborato dal maestro Orazio Costa, del quale la Boggio è prosecutrice, per afferrare intuitivamente la temperie del testo.

Il sipario di Anselmo Govi per il...

Corsiero Editore 2016

Non disponibile

25,00 €
Anselmo Govi nasce il 25 agosto 1893 a Reggio Emilia da Primo e Renata Leporelli. Le modeste condizioni economiche della famiglia lo portano, appena terminate le scuole elementari, a diventare apprendista presso la Cooperativa Pittori e Decoratori di Reggio Emilia. Il ragazzo dà prova fin da subito di spiccate abilità artistiche, soprattutto in geometria e ornato, e per questo nel 1905 si iscrive alla Scuola di Disegno per Operai (l'attuale Liceo Artistico "Gaetano Chierici") sotto la guida dell'allora Direttore Gaetano Chierici (che lo aiuta a perfezionare la tecnica e a ottenere le prime menzioni). Dal 1911 al 1920, incoraggiato dagli apprezzamenti dei docenti, sostenuto dal Presidente della Cooperativa, Luigi Belpoliti, e dall'Istituto Ferrari Bonini (per il biennio 1914-1916), Govi prosegue la sua formazione a Milano, frequentando il Corso di Ornato della Reale Accademia di Belle Arti di Milano e il Corso di Decorazione Murale presso la Società Umanitaria milanese distinguendosi in entrambe le discipline...

Progettare la luce. Come creare...

Fraser Neil
Audino 2014

Non disponibile

20,00 €
In questo libro vengono descritti tutti gli aspetti fondamentali - tecnici e creativi - del lavoro del tecnico delle luci e del lighting designer nel teatro e nel cinema. Il metodo d'indagine utilizzato dall'autore per descrivere le fasi e le regole più ut

L'ingegnosa arte del fare teatro....

Ayckbourn Alan
Audino 2014

Non disponibile

15,00 €
Alan Ayckbourn ha scritto questo libro mettendosi, come sempre fa, dalla parte del pubblico. Infatti, sebbene si rivolga ad autori, registi e attori, fornisce consigli, svela trucchi, suggerisce espedienti che deliziano, grazie a una scrittura colloquiale e ironica, anche i non addetti ai lavori. Diviso in una prima parte dedicata a come si scrive un testo teatrale e una seconda dedicata a come si mette in scena uno spettacolo, "L'ingegnosa arte del fare teatro" costituisce un manuale per chi si occupa professionalmente di teatro e allo stesso tempo una piccola guida al mondo vero della scena e anche al dietro le quinte.

La mia Fenice. Dietro le quinte

La Marca Maria Pina
Medianaonis 2013

Non disponibile

10,00 €
Ricordi di un ex attrezzista addetto agli allestimenti degli spettacoli lirici presso il Teatro La Fenice di Venezia, fra ricordi di infanzia, storie di famiglia, contatti con gli artisti. Sullo sfondo le vicende recenti del teatro veneziano che hanno animato in anni recenti le cronache dei giornali.

Il mondo di Beaurepaire

Crespi Morbio V. (cur.)
Allemandi 2012

Non disponibile

35,00 €
Scoperto nel 1945 da Christian Bérard, subito lanciato da Jean Cocteau fra i protagonisti della vita culturale e mondana francese, André Beaurepaire fu, a poco più di vent'anni, un'apparizione di grazia fulminea e di fantasia sconfinata. Lo vollero subito, come scenografo per le proprie creazioni, lo stesso Cocteau, Frederick Ashton, Roland Petit, Louise de Vilmorin, Jean Genet, Gian Carlo Menotti, il suo nome venne conteso dalla Scala e dall'Opera di Parigi, i suoi disegni furono esposti a Londra e a New York. Il suo stile originalissimo, senza maestri e senza eredi, illustrò la musica di Stravinskij e di Prokof'ev ma anche le canzoni di Edith Piaf. Oggi Beaurepaire, ancora attivo nel suo studio di Parigi, ancora fascinoso enfant terrible, è l'ultimo testimone di un mondo artistico omogeneo, nel quale la cultura europea del Novecento ha toccato uno zenith effimero e sfavillante.

Le monde de Beaurepaire

Crespi Morbio V. (cur.)
Allemandi 2012

Non disponibile

35,00 €
Scoperto nel 1945 da Christian Bérard, subito lanciato da Jean Cocteau fra i protagonisti della vita culturale e mondana francese, André Beaurepaire fu, a poco più di vent'anni, un'apparizione di grazia fulminea e di fantasia sconfinata. Lo vollero subito, come scenografo per le proprie creazioni, lo stesso Cocteau, Frederick Ashton, Roland Petit, Louise de Vilmorin, Jean Genet, Gian Carlo Menotti, il suo nome venne conteso dalla Scala e dall'Opera di Parigi, i suoi disegni furono esposti a Londra e a New York. Il suo stile originalissimo, senza maestri e senza eredi, illustrò la musica di Stravinskij e di Prokof'ev ma anche le canzoni di Edith Piaf. Oggi Beaurepaire, ancora attivo nel suo studio di Parigi, ancora fascinoso enfant terrible, è l'ultimo testimone di un mondo artistico omogeneo, nel quale la cultura europea del Novecento ha toccato uno zenith effimero e sfavillante.

Una fantasia lirica antigraziosa....

Fiorillo Clara
Giannini 2012

Non disponibile

20,00 €
Clara Fiorillo è professore associato di Scenografia e di Architettura degli interni presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi "Federico II" di Napoli. Ha pubblicato i libri Il pensiero parallelo (con G. Borrello, 1986), I quartieri spagnoli tra utopia e progetto (1987), La piazza: un elemento ordinatore dell'architettura del piano (1989), Discorso sulla donna e l'architettura (1990), Skenographia (1996), Esercizi sul Faust (2004), Architetture di scena per "Il barbiere di Siviglia" (2005), Mozart in scena (a cura, 2005), Architettura e Scenografia (2005), Introduzione a una fenomenologia dell'interno architettonico (2008). È autrice, inoltre, di numerosi saggi, tra cui Marionetta e attore nella scena teatrale delle avanguardie del primo Novecento (1994); Maschilità e femminilità nell'arte, nell'architettura e nella città fascista (1996); Il teatro fluttuante. La tipologia teatrale tra Oriente ed Occidente (1997); Le maschere grottesche del Macbeth: Jarry e Ionesco (2001);

La scena del costume-macchina....

Fiorillo C. (cur.)
Giannini 2012

Non disponibile

12,00 €
Il generale tema del costume-macchina, ovvero del costume non inteso più come abito di scena ma come piccola struttura plastico-spaziale, è variamente declinato nelle pagine di questo libro, che fissa, nella fantasia lirica "L'enfant et les sortilèges" di Ravel e Colette, un momento emblematico di resa scenica di tale tema. Nella prima parte del volume, mantenendo sullo sfondo l'opera di Ravel e di Colette, viene criticamente focalizzato l'ambito culturale in cui, nei primi decenni del Novecento, si sviluppò una intensa riflessione e si dette vita a una variegata sperimentazione sul rapporto tra corpo dell'attore, oggetto scenico e spazio della rappresentazione. Nella seconda parte, sono raccolte le soluzioni progettuali e documentate le realizzazioni di alcuni costumi-macchina ideati, in un corso universitario di scenografia, per "L'enfat et les sortilèges".

Sironi alla Scala

Crespi Morbio Vittoria
Allemandi 2011

Non disponibile

14,00 €
In teatro, Mario Sironi (1885-1961) riversa la stessa poetica ruvida e aspra del proprio universo pittorico. Le sue immagini antropomorfe, le sue periferie disabitate, le sue fabbriche testimoniano in forma mitica la sua ricerca della grandezza, la sua dolorosa percezione della solitudine. Alla Scala per Tristano e Isotta (1947), Sironi concepisce uno scenario altrettanto scabro e grandioso, una foresta che è un labirinto fossilizzato, la prora di una nave che domina il mondo wagneriano con un minaccioso volto scolpito. Un allestimento visionario e drammatico.

Bussotti alla Scala

Crespi Morbio Vittoria
Allemandi 2011

Non disponibile

14,00 €
Icona dell'avanguardia musicale italiana, Sylvano Bussotti (1931) è un artista poliedrico come pochi: compositore, poeta, regista, scenografo, costumista, interprete, scrittore, pittore, realizzatore di filmati e curatore di rassegne. Per la Scala mette in scena Le Ratine, libera rivisitazione del mito greco ambientato in un cabaret, e Cristallo di rocca, ispirato alla novella romantica di Stifter. La raffinatezza del disegno, la capillare sperimentazione su tessuti e fogge, la ricerca della bella forma e l'armonia dei quadri scenici, rivelano il classicismo di questo innovatore.

Nicola Sabbatini. Pratica di...

Ruzza Luca
Nuova Cultura 2011

Non disponibile

22,00 €
La nota "Pratica di fabbricar scene e macchine ne' teatri di Nicola Sabbatini" completa la riproduzione delle tavole originali, tradotta e commentata a lato da un architetto di teatro per comprenderne la complessità e coglierne l'attualità. Scrive Elena Povoledo: "Il segreto di Sabbatini è tutto qui, non vuole far sfoggio di scienza, ma insegnare a trarsi d'impaccio nel modo più semplice, rapido ed efficace possibile".

Il costume teatrale. Vol. 1

Seddio Pietro
Montecovello 2011

Non disponibile

15,00 €
Un percorso storico della storia del costume teatrale, racchiusa in tre volumi, che offre un panorama completo del "costume teatrale" nella sua evoluzione a partire dagli albori fino ai nostri giorni corredati da ampie documentazioni fotografiche nonché da una capillare descrizione di come, nel tempo, i costumi sono stati ideati e realizzati. L'insieme dei tre volumi si indirizza a quanti sono interessati all'arte del teatro sia come ammiratori di questa arte, sia da chi opera nello specifico e spesso nel pensare ad un costume per realizzarlo (soprattutto di altri tempi) magari non conosce l'arte della manifattura perché possa trovare una collocazione all'interno della rappresentazione.

Il costume teatrale. Vol. 2

Seddio Pietro
Montecovello 2011

Non disponibile

15,00 €
Un percorso storico della storia del costume teatrale, racchiusa in tre volumi, che offre un panorama completo del "costume teatrale" nella sua evoluzione a partire dagli albori fino ai nostri giorni corredati da ampie documentazioni fotografiche nonché da una capillare descrizione di come, nel tempo, i costumi sono stati ideati e realizzati. L'insieme dei tre volumi si indirizza a quanti sono interessati all'arte del teatro sia come ammiratori di questa arte, sia da chi opera nello specifico e spesso nel pensare ad un costume per realizzarlo (soprattutto di altri tempi) magari non conosce l'arte della manifattura perché possa trovare una collocazione all'interno della rappresentazione.

Il costume teatrale. Vol. 3

Seddio Pietro
Montecovello 2011

Non disponibile

15,00 €
Un percorso storico della storia del costume teatrale, racchiusa in tre volumi, che offre un panorama completo del "costume teatrale" nella sua evoluzione a partire dagli albori fino ai nostri giorni corredati da ampie documentazioni fotografiche nonché da una capillare descrizione di come, nel tempo, i costumi sono stati ideati e realizzati. L'insieme dei tre volumi si indirizza a quanti sono interessati all'arte del teatro sia come ammiratori di questa arte, sia da chi opera nello specifico e spesso nel pensare ad un costume per realizzarlo (soprattutto di altri tempi) magari non conosce l'arte della manifattura perché possa trovare una collocazione all'interno della rappresentazione.