Ceramica: opere d'arte

Filtri attivi

Raw-less. Ceramica d'autore. Ediz....

Sansoni Marta
Mandragora 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Parlare di autorialità nel design oggi sembra una resistenza nostalgica e anticontemporanea. Gli ultimi dieci anni di storia italiana si sono in qualche modo caratterizzati, nel design, per un annullamento della primarietà della firma, per un superamento del segno, quasi per un'estetica rimossa. Il design si è comportato come se avesse dovuto metabolizzare un senso di colpa per l'eccesso; gli oggetti in parallelo hanno reagito introversamente, ripiegando sull'ostentazione dei processi, sottraendosi nell'esito, come se la loro presenza, il loro cosa e chi, fosse meno importante del loro come e perché. Pensare oggetti che esistono e che hanno occhi, orecchie, voci che non sono mai quelli di chi li possiede e non sono solo quelli di chi li ha disegnati e prodotti. Produrre oggetti che hanno una vita a sé, che supera il tempo istantaneo del consumo, quello sedimentato dell'archetipo, e quello singhiozzante della moda, per imprimersi con una persistenza retinica altissima, come animata. Pensare e produrre, di questi tempi, sono doveri che non possono prescindere dall'accordamento di un diritto, sono gesti più maturatamente coraggiosi che incoscientemente folli. Con diritto e con coraggio, quindi, Marta Sansoni parla di totem: undici designer diversi per biografia, età e linguaggio ricercano sul tema dell'espressione, e il loro ceramista, Alessio Sarri, racconta l'emozione di quando ha aperto gli occhi fisici e metaforici di queste sculture per la prima volta. Opere di: Giampaolo Babetto, Sergio Maria Calatroni, Nathalie Du Pasquier, Anna Gili, Johanna Grawunder, Massimo Mariani, Alessandro Mendini, Andrea Ponsi, Franco Raggi, Marta Sansoni, George Sowden.

Maioliche e terrecotte. Rogagne e...

Nannariello Alfonso
Delta 3 2019

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
Della storia della ceramica di Calitri mancano ampi capitoli. Qui, accreditati dalle fonti, si è iniziato a riempirne i vuoti.

Ceramics now! I grandi artisti...

Casali C.
con-fine edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Compie 80 anni, per 60 edizioni, lo storico Concorso Internazionale della Ceramica d'arte contemporanea - Premio Faenza. La prima edizione nazionale fu realizzata nel 1938 e dal 1963 divenne internazionale. Il concorso, tra i più riconosciuti al mondo, è stato fondamentale per traghettare il pubblico e il mondo dell'arte dalla concezione di ceramica come materia esclusivamente decorativa e funzionale a materia "alta" per la scultura d'arte. Per celebrare la 60esima edizione, 17 curatori internazionali hanno selezionato 53 artisti di fama mondiale per mappare lo stato dell'arte ceramica oggi. Per la prima volta dalla sua nascita, dunque, il premio non si presenta come un concorso a libera iscrizione, ma uno sguardo curatoriale sulla scena contemporanea. Non solo scultura ma anche, e soprattutto, progetti installativi e performativi sono i veri protagonisti di questa esposizione.

Pisa città della ceramica. Mille...

Pacini Editore 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Mille anni di ceramica a Pisa: una storia lunghissima che attendeva di essere riscoperta, prima raccontata dai colorati bacini ceramici posti ad ornamento delle chiese cittadine tra fine X e XIV secolo, poi testimoniata dai documenti e dai reperti archeologici di età moderna sino ai materiali usati sulle tavole ed esposti nelle credenze dei Pisani tra Otto e Novecento. A ricostruire tale narrazione ha pensato la Società Storica Pisana con la mostra «Pisa città della ceramica», i cui contenuti sono raccolti, ampliati ed approfonditi in questo volume, che costituisce anche la guida con il catalogo dei pezzi più rilevanti esposti nelle varie sedi coinvolte nel progetto, articolato tra città e territorio lungo il corso dell'Arno. Attraverso le pagine si snoda un itinerario che dal medioevo giunge all'età contemporanea, abbracciando un millennio e molto più, come mostrano i rinvenimenti di epoca etrusca e romana dai quali muove il libro, dopo un'introduzione dedicata alle tecniche produttive. La ceramica si conferma un'ottima fonte materiale per la ricostruzione storica: realizzata con materie prime diffuse in natura e adatta alla fabbricazione di manufatti impiegati per le attività più disparate, è lo specchio di molti aspetti sociali ed economici. Distribuiti grazie alle vie di acqua insieme ad altri beni che spesso non hanno lasciato evidenza, i fittili risultano poi un importante tracciatore delle relazioni commerciali e culturali intessute attraverso il mare e le reti fluviali.

Maioliche di Savona e Albisola a...

Spallanzani Marco
SAGEP 2018

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
La maiolica ligure ha conosciuto nel Seicento, e soprattutto nella seconda metà del secolo, un successo straordinario, non solo in Italia. Firenze ha mostrato una grande ammirazione nei confronti di questo vasellame dalla delicata colorazione azzurra, uscito dalle fornaci dei vasai di Savona e Albisola. Negli archivi fiorentini si è conservata una documentazione particolarmente ricca, che ha consentito di ricostruire i canali di rifornimento, i prezzi di mercato e l'uso di quel vasellame. Non di rado le prime famiglie della città hanno commissionato interi servizi, decorati spesso con il proprio stemma. Eccezionali rimangono le ordinazioni dei granduchi, dei principi e dei cardinali di Casa Medici, a cominciare dalla granduchessa Vittoria.

Montelupo, dove la ceramica si fa...

Gatteschi Riccardo
Nardini 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
La ceramica, come è noto, è un tratto distintivo della storia di Montelupo. Gatteschi non vuol certo procedere per fatti esemplari, ma piuttosto tessere la trama delle vicende di lungo - anzi lunghissimo - periodo che hanno contribuito a plasmare la Montelupo attuale e vuole segnalare come la storia di questa cittadina del Valdarno contenga non poca parte della storia della Toscana o, quantomeno, come essa sia esemplificativa delle vicende plurisecolari che ebbero per teatro l'area fiorentina. In questo senso non poteva mancare un largo spazio dedicato alla ceramica, la principale e più nota attività economica esercitata in loco sino al termine dell'Età Moderna e ai suoi protagonisti, quei vasai che portarono anche la loro attività, oltre ai loro prodotti, nei luoghi più lontani dell'Europa e del Nuovo Mondo.

Amazzonomachia

Sampaolo Valeria
5 Continents Editions 2017

Disponibile in 3 giorni

22,50 €
La collana "Oggetti rari e preziosi" del Museo Archeologico di Napoli si arricchisce di un nuovo capolavoro. Il cratere a volute (inv. 81672) con la scena di combattimento tra Greci e Amazzoni, scoperto a Ruvo da un canonico e un farmacista, collezionisti di antichità, giunse al Museo di Napoli nel 1838, e attualmente, come la maggior parte della collezione vascolare, è nei depositi, in attesa del prossimo riallestimento della sezione Magno Greca. Si distingue, tra i tanti vasi decorati a figure rosse, per le grandi dimensioni dei personaggi che combattendo in concitati duelli si dispongono sull'intera superficie in una sequenza che sembra derivare dai fregi o dai frontoni in pietra dei templi. Autore della decorazione è il Pittore dei Niobidi, una delle figure più rappresentative della ceramografia attica del secondo quarto del V secolo a.C., che certamente si ispirava alla grande pittura di Mikon o di Polignoto, per noi del tutto perduta e della quale possiamo avere un'idea proprio attraverso le sue opere nelle quali anche la posa e le espressioni dei personaggi contribuiscono a dare drammatica vitalità alle scene. La varietà dei particolari dell'abbigliamento e delle armature delle Amazzoni e dei Greci, dei loro volti e dei loro corpi, viene messa in primo piano dagli scatti di Luigi Spina attraverso i quali si notano dettagli che sfuggono alla visione diretta dell'opera.

Alexandre Imbert e J. Pierpont...

Riccetti Lucio
Polistampa 2017

Disponibile in 3 giorni

48,00 €
Il volume si concentra sul lungo rapporto di collaborazione tra il famoso banchiere, filantropo e collezionista statunitense John Pierpont Morgan e il mercante d'arte di origine franco-napoletana Alexandre Imbert.Dopo aver preso in esame la straordinaria diffusione del gusto antiquario - specialmente per quanto riguarda le terrecotte italiane ed europee - presso la borghesia americana del tardo Ottocento, l'obiettivo si sposta sugli interessi di Morgan, che in Imbert trovò il canale privilegiato per acquisire straordinarie collezioni, tra cui maioliche di incalcolabile valore artistico. La cooperazione tra i due fu segnata da luci ed ombre e su di essa gravano ancora sospetti, tra cui l'acquisto di numerosi pezzi falsi.Ricca di illustrazioni, riferimenti puntuali e una nutrita bibliografia, l'opera ricostruisce efficacemente il clima di un'epoca fondamentale per il mondo del collezionismo.

Antonio Maria Regoli. Ceramista...

Ravanelli Guidotti Carmen
Polistampa 2017

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Il volume è dedicato ad Antonio Maria Regoli, maiolicaro faentino del '700 ma anche valido amministratore, che fu revisore generale dei conti dei luoghi pii della diocesi faentina per conto del vescovo Antonio Cantoni.Partendo da materiale d'archivio in gran parte inedito, il testo introduttivo fornisce notizie biografiche, storiografiche e artistiche, analizzando la produzione della bottega del Regoli e collocandola nel contesto ceramico del suo tempo. La parte illustrativa consta di un catalogo di opere suddiviso per tipologie decorative ("a Bérain", "a rocaille", "a paesino", "a marmo", "a rovine", "a cocco con scudetti"), che pone un punto fermo a cui potersi appoggiare in futuro per l'identificazione di altri lavori e per possibili ampliamenti al corpus della bottega.L'appendice ospita, tra i vari documenti, la Descrizione della Famiglia de' Regoli, tratta da un originale manoscritto appartenuto alla famiglia, proposto in forma integrale, arricchito di note e corredato da immagini inedite, offrendo una ricostruzione storico-genealogica del contesto famigliare del ceramista.

La ceramica nello scavo...

Ceci Monica
Carocci 2016

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
La ceramica costituisce il materiale più frequentemente rinvenuto negli scavi archeologici e quello più utilizzato non solo per la datazione degli strati e delle strutture, ma anche negli studi di storia economica e nella ricostruzione dei flussi commerciali dell'antichità. L'utilizzazione dei reperti ceramici per queste analisi presenta dei problemi teorici e pratici di notevole portata, spesso sottovalutati negli studi archeologici, a cominciare dalla difficoltà di calcolare la reale quantità di oggetti rinvenuti, e i rapporti quantitativi tra le diverse forme e produzioni. La bibliografia esistente su questi temi, peraltro ampia, nella maggior parte dei casi richiede competenze matematiche e statistiche di cui gli archeologi, per lo più di formazione umanistica, sono generalmente privi. Lo scopo del libro è esporre tali argomenti in modo discorsivo, riducendo al minimo indispensabile l'impiego di un linguaggio tecnico e di formule complesse.

Salvatore Fancello e la scuola...

Ilisso 2016

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Davanti alla figura di Salvatore Fancello ci si inchina oggi per celebrare i cento anni dalla sua nascita, attribuendo al giovane grande ceramista di Dorgali doti che illuminano il lavoro artigiano di tutto un secolo e la volontà di superare d'un balzo il confine incerto tra oggetto e opera d'arte all'epoca della nascita del design, malgrado la più sfavorevole congiuntura politica, sociale ed economica e l'appartato luogo di provenienza. A credito di quel luogo si deve riconoscere l'iniziativa di togliere al destino di pastori e di formare al lavoro coloro che sembravano promettere di assecondare la necessità di trasmettere con un mestiere il relato mondo di forme e suggestioni ancestrali. A credito dell'apparato educativo del tempo una certa attenzione al ricambio culturale, col fornire incentivi all'emigrazione per studio di allievi scelti. A sommo disdoro della classe politica anni Trenta le deleterie scelte di campo, le leggi razziali e l'invio al fronte di quegli stessi giovani che si volevano "affrancare", tarpando crudamente sogni, prospettive e ali.

Memorie del vaso blu

Sampaolo Valeria
5 Continents Editions 2016

Disponibile in 3 giorni

22,50 €
Il Vaso blu è un "piccolo" capolavoro conservato tra i tanti tesori del Museo Nazionale Archeologico di Napoli. Scoperto nel 1837 a Pompei in una nicchia della piccola tomba a camera prospiciente la Villa delle Colonne a mosaico, ha solo due colori: il cupo cobalto di fondo sul quale l'incisione dello strato vetroso bianco sovrapposto - realizzata proprio come se si fosse trattato di scalfire gli strati di agata o di conchiglia per ottenere un cammeo - disegna fitti tralci di vite sotto i quali dei bambini vendemmiano grappoli. Le azioni e i gesti dei protagonisti sono quelli consueti di una vendemmia, l'importante momento della vita dei campi raffigurato più volte nel corso dei secoli dagli antichi artigiani sulla ceramica, in affreschi, in mosaici o nel marmo. Ma se nella maggior parte delle rappresentazioni di vendemmia è presente il senso della fatica, qui c'è invece un'atmosfera giocosa, i piccoli personaggi sembrano divertirsi nel suonare i vari strumenti e sembrano muoversi con leggeri passi di danza. Oltre ad essi e, ovviamente, ai tralci di vite, ecco maschere su foglie d'acanto, rami di quercia, ghirlande d'edera, uccelli, spighe di grano, capsule di papaveri, mele cotogne, rami di alloro, melograni e tanti altri frutti dell'estate e dell'autunno, contrapposti e mescolati nell'evocazione di una natura feconda e generosa. La scelta delle essenze vegetali non è casuale: ognuna di esse è carica di significati religiosi e simbolici.

Terra provocata. Percezione della...

Zauli M.
Corraini 2016

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
La pubblicazione ha come linea guida la materia: all'interno trovano spazio opere significative di artisti tra cui Lucio Fontana, Alberto Garutti, Giacinto Cerone, Luigi Ontani, Daniel Silver, Ai Weiwei e contributi di Carlo Zauli, Guido Molinari e Maura Pozzati. Si analizzano le sperimentazioni con la ceramica non soffermandosi su esclusivi formalismi, non selezionando artisti ceramisti puri ma, in piena libertà, spaziando tra opere che mostrano l'elevazione della tecnica a materia dell'arte. Il volume "Terra provocata" è stato progettato in occasione dell'omonima mostra promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna in collaborazione con Istituzione Bologna Musei, Museo Civico Medievale di Bologna e Museo Carlo Zauli di Faenza, che inaugurerà in concomitanza con Arte Fiera a Bologna presso gli spazi espositivi della Fondazione del Monte e presso il Museo Civico Medievale.

La ceramica a Vietri e nel...

Tortolani Giacinto
Centro di Cultura Amalfitana 2016

Disponibile in 3 giorni

60,00 €
Non ci può essere storia dell'arte senza un approccio geografico. Il testo approntato da Giacinto Tortolani, studioso di ceramica da un quarantennio che ha all'attivo numerose pubblicazioni sulla produzione vietrese e campana dal Medioevo all'età contemporanea, indaga lo sviluppo della produzione artistica nel Salernitano, seguendo un modello nel quale rientra una particolare attenzione al territorio entro cui essa si sviluppa, alle dinamiche che sottendono alla diffusione delle tipologie e delle iconografie, alla distribuzione del peso specifico dei singoli centri per l'affermazione di particolari forme artistiche.

Il gabinetto delle terre di Luigi...

Marzi M. Grazia
Olschki 2015

Disponibile in 3 giorni

48,00 €
Viene ricostruita la formazione della collezione medicea e lorenese di ceramica antica, che culmina nell'allestimento del Gabinetto delle Terre a opera di Luigi Lanzi nel 1784. Nel Gabinetto vengono raccolti vasi, terrecotte, lucerne, vetri, idoli egizi e

Dizionario enciclopedico della...

Burzacchini P. Giorgio
Polistampa 2015

Disponibile in 3 giorni

60,00 €
La ceramica è una delle più antiche attività umane ed ha sempre accompagnato e assecondato le diverse civiltà, testimone del loro sviluppo economico, artistico, urbanistico e tecnico. Il dizionario, accessibile anche ai non specialisti, copre ogni aspetto di questo vasto mondo dove l'arte s'intreccia con la tecnologia, fornendo un quadro esaustivo delle problematiche legate a ciascun argomento: processi produttivi e conservativi, materie prime, proprietà caratteristiche, prospettive. Organizzata in schede illustrate a colori, arricchita da un indice e da una nutrita bibliografia, l'opera è uno strumento indispensabile per chiunque voglia indagare o documentarsi su manufatti e artisti, storia e cultura popolare, senza dimenticare le grandi possibilità offerte dalle ricerche sui nuovi materiali.

Genovesi a tavola nell'Ottocento. I...

Simonetti F.
SAGEP 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La donazione di Camilla Salvago Raggi alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola del servizio da tavola in 150 pezzi di porcellana francese della manifattura Discry - composto da 84 piatti, 10 piatti da portata, 10 alzate, e da caffettiera, zuccheriera, 22

Passione e collezione. Maioliche e...

Marini Marino
EDIFIR 2014

Disponibile in 3 giorni

90,00 €
Il volume, che funge da catalogo per l'esposizione allestita a Casa Buonarroti, offre una campionatura eterogenea di maioliche e di ceramiche invetriate che ben esemplifica le produzioni delle fornaci dislocate nel bacino del Valdarno fiorentino fra XIV e

Milena Milani e il Museo Epicentro...

Abbate Nino
Giambra 2014

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
"Il nome di Milena Milani, eclettica artista savonese scomparsa nel 2013, lega come un filo rosso le pagine di questo racconto, su di esso se ne costruisce la trama e con esso nasce e finisce, con un colpo al cuore. Una presenza quasi nascosta, simbolica e reale, che assume in sé i valori dell'arte e la realtà dell'essere, le lotte per la liberazione delle donne e il concetto di un'arte aperta a tutti. L'autore non incontrerà mai la persona che si identifica con quel nome, ma da essa riceverà la spinta a proseguire nella sua ricerca artistica, da lei sarà adottato come figlio d'arte e parlerà di lui nei suoi scritti, veicolandone il messaggio artistico lanciato con l'idea del Museo delle mattonelle, inviterà altri a partecipare alle mostre che annualmente si tengono in quel di Gala Barcellona P.G. (ME), lo terrà nel numero dei suoi amici artisti che hanno fatto la storia della letteratura e dell'arte nostra (da Ioppolo, a Guttuso, da Migneco a Cattafi), che una giovanissima Milani ha conosciuto e frequentato a Milano. Le telefonate e gli scambi epistolari tra la Milani e Abbate evidenziano l'umanità, la passione e la chiarezza di pensiero insita in ogni (grande) artista che, in quanto tale, si fa umile maestro di chi vuole seguirne la via."

Angelo Biancini. La classicità...

Brugnoni E.
Macchione Editore 2013

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Angelo Biancini (Castel Bolognese 1911-1988) si distinse subito per la sua abilità artistica e ottenne una borsa di studio per il Corso Superiore dell'Istituto d'Arte di Firenze dove, nel 1934, conseguì il diploma in "Scultura decorativa e arte del legno". A Firenze Biancini conobbe l'artista Libero Andreotti. Nel 1934 le opere di Biancini furono esposte alla Biennale di Venezia. Completarono la formazione le sue collaborazioni con i ceramisti Renato Bassanelli, a Roma, e Mario Morelli, a Faenza. Quindi Biancini cominciò a condurre un'attività lavorativa instancabile presso la Società Ceramica Italiana (S.C.I.) di Laveno Mombello. Il sodalizio tra la S.C.I. e Biancini iniziò nel 1936 e portò l'artista a ideare modelli di figure a tutto tondo, grandi statue e pannelli con basso e alto rilievo. L'industria manifatturiera ceramica gli permise di sviluppare lavori in grandi serie. Nelle opere elaborate e sviluppate a Laveno dal 1936 al 1940 l'elemento più adatto alla produzione industriale fu la terraglia forte. Le sue opere sono esposte nel Museo Internazionale del Design Ceramico a Cerro di Laveno Mombello.

La Pesa, un maestro grottagliese....

Brittanico Salvatore
Esperidi 2013

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
A Grottaglie (Ta), cittadina nota per le produzioni ceramiche, in un Consiglio Comunale del 1878, si delibera di intitolare una strada al figulo "La Pesa". Chi era davvero costui? Se lo sono chiesto in molti, tra cui un gruppo di cultori della storia grott

Le ceramiche dell'Asia orientale...

Laura N.
Allemandi 2012

Disponibile in 3 giorni

90,00 €
Dopo il catalogo ragionato dedicato alle ceramiche islamiche, questo secondo volume affronta in modo sistematico la notevole raccolta di ceramiche dell'Asia orientale collezionate da Luigi Anton e Nera Laura nel corso di cinquant'anni di appassionata ricerca. Per la prima volta viene proposta agli specialisti del settore come al pubblico più interessato una selezione dei pezzi maggiormente rappresentativi dal punto di vista storico-artistico di questa collezione, da annoverare tra le più importanti nel territorio italiano: ceramiche e porcellane cinesi prodotte tra le dinastie Song e Qing (all'incirca dal X al XIX secolo), ma anche manufatti provenienti dalla Corea, dal Giappone e da varie località del sud-est asiatico. Insieme alle ceramiche, il volume offre una panoramica dei principali oggetti artistici che compongono la "sezione d'arte dell'Asia orientale" di Villa San Luca a Ospedaletti (Imperia) nella Liguria di Ponente, splendida villa-museo che i Laura hanno, con lungimiranza, donato al Fai Fondo Ambiente Italiano, destinata a divenire un importante museo dedicato alle arti decorative disponibile alla pubblica fruizione.

PASSIONE DEL COLLEZIONISMO....

CASSIANO A. (CUR.); DELL'AQUILA A. (CUR.); DELL'AQUILA C. (CUR.)
Congedo 2012

Disponibile in libreria  
ARCHITETTURA ARTE

25,00 €
XVII-XX SECOLO (LA)

La farmacia storica fiorentina

Berti F.
Polistampa 2010

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Il volume tratta sistematicamente della ceramica destinata alla conservazione dei medicamenti nelle "spezierie" preindustriali, cioè nei privati esercizi farmaceutici, nei laboratori e nei luoghi ove si dispensavano i farmaci: ospedali e conventi. La prima parte è dedicata alle maioliche delle spezierie ospedaliere: l'ospedale di Santa Maria Nuova, l'ospedale di Santa Chiara di Pisa, l'ospedale degli Innocenti di Firenze, l'ospedale del Ceppo di Pistoia, l'ospedale di Santa Fina di San Gimignano, l'ospedale Serristori di Figline. La seconda parte riguarda le spezierie conventuali: la farmacia dell'Annunziata, la farmacia di Santa Maria Novella, la farmacia di San Marco, la farmacia della Carità, Santa Chiara, Certosa di Firenze, Farmacia francescana, Farmacia domenicana. La terza parte tratta dei privati esercizi di spezieria (ove operavano appunto gli speziali): le spezierie storiche di Firenze: un tentativo di censimento, spezierie con simbologia religiosa, spezierie con stemmi gentilizi e di istituzioni non ospedaliere, spezierie con simboli diversi, spezierie con simboli e stemmi di richiamo o destinazione incerta.

Cambiare il mondo con un vaso di...

Burkhardt François
Corraini 2010

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
All'incrocio fra arte, artigianato e design, la tradizione della lavorazione della ceramica incontra le suggestioni di importanti artisti e designer contemporanei: ne nascono 40 progetti tecnicamente ingegnosi, che ripensano l'identità e la pratica del vaso di ceramica e ne spostano il senso in inedite direzioni. Il tema comune, "cambiare il mondo con un vaso di fiori", è emblematico. Da accessorio apparentemente desueto e poco stimolante, il vaso è riconsiderato nel suo ruolo di recipiente che riceve e offre, solida pelle fra interno ed esterno, custodia che porta in scena se stessa e quanto contiene. Per questo, i 40 progetti presentati in questo volume non vogliono essere soltanto concrete testimonianze di maestria realizzativa né semplicemente oggetti e prototipi per abitare uno spazio domestico, ma rappresentazioni viventi di un'idea e ambasciatori di un pensiero: la visione del vaso diventa così la visione del mondo. Per questo loro valore di contenitori di pensiero, con le parole di Andrea Branzi, "oggi potremmo dire che la qualità di una città non è più costituita dall'architettura, ma dai vasi e dai fiori che si trovano dentro".

Ceramica attica da santuari della...

Fortunelli S.
Osanna Edizioni 2010

Disponibile in 3 giorni

60,00 €
L'esame speciale e sostanzialmente mai spinto in profondità relativo alla ceramica più pregiata del mondo antico, quella attica; in particolare la descrizione della circolazione di quelle ceramiche che raggiunsero i santuari della Grecia, della Ionia e del

Ceramiche. Storia, linguaggio e...

Ilisso 2008

Disponibile in 3 giorni

86,00 €
Il volume ricostruisce puntualmente una storia plurimillenaria che ha inizio nel periodo precedente la civiltà nuragica e arriva alla contemporaneità. Un repertorio censisce e mostra gli straordinari oggetti legati alle feste e i manufatti d'uso quotidiano, come la brocca, in assoluto il manufatto più diffuso in tutta l'Isola, con un portato di significati simbolici che la pone al centro della cultura tradizionale. Il volume si avvale di una campagna fotografica che ha documentato collezioni museali, etnografiche, archeologiche e artistiche, e raccolte private; un corredo iconografico implementato dagli scatti di importanti fotografi del panorama internazionale.

Ceramica e archeologia

Vidale Massimo
Carocci 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
In un sito prestorico o protostorico, la ceramica viene spesso considerata dagli archeologi come la classe di dati più importante, in quanto reperto più diffuso. Presso le comunità tradizionali, il continuo processo di fabbricazione, rottura, riciclaggio di vasi e l'abbandono nel terreno di pezzi di vasellame determinano la creazione, nei depositi di scavo, di un archivio di testimonianze indeperibili che registrano fedelmente il variare nel tempo di mode, funzioni tecniche e simboli. Ma che cosa significava la ceramica per le società antiche? Che cosa raccontano di queste civiltà le figurazioni e le decorazioni dei vasi ritrovati? Quali erano le tecniche utilizzate? Il libro risponde a questi interrogativi, sottolineando l'importanza della ceramica in archeologia nel ricostruire il passato di antiche società.

Ceramica Raku

Caruso Nino
Hoepli 2001

Disponibile in 3 giorni

27,90 €
L'approccio tutto nuovo, almeno in Occidente, della tecnica Raku ha capovolto il modo tradizionale di fare ceramica. Generalmente, quando si realizza un'opera e si è provveduto a tutte le operazioni necessarie al suo completamento con la messa nel forno, la fase operativa è conclusa. Invece il modo di operare Raku prevede una serie di interventi anche successivi all'estrazione dei pezzi dal forno caratterizzati dall'immediatezza e che coinvolgono l'attenzione creativa del ceramista in un clima di partecipazione collettiva.

Tecnica della ceramica

Wijmans Gerda
Il Castello 2001

Disponibile in 3 giorni

20,14 €
Questo manuale è rivolto al dilettante autodidatta per avviarlo ed accompagnarlo nell'apprendimento della tecnica della ceramica sia per la modellazione a mano, sia per il lavoro al tornio.