Stili artistici: Surrealismo e Dadaismo

Filtri attivi

Profilo del dada

Magrelli Valerio
Laterza 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Tradizione della rottura o rottura della tradizione? A un secolo dalla sua nascita, la più radicale delle avanguardie storiche non sembra ancora avere esaurito il suo corso e lascia aperta una domanda già sollevata cinquant'anni fa: «Did dada die?». Fra cronaca e teoria, questo studio ricostruisce la storia di un movimento che sostituì la provocazione alla vocazione, l'operazione all'opera, il gesto al manufatto, fino a toccare il punto più estremo dello sperimentalismo.

Surrealismo

Klingsohr-Leroy Cathrin
Taschen 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Gli istinti primari sfidano le istituzioni. Con Salvador Dalí al timone, il veliero del Surrealismo solcò i mari tempestosi di inizio Ventesimo secolo, le vele gonfiate dal vento dei sogni e dei desideri. Traendo ispirazione dalla psicoanalisi di Sigmund Freud, i surrealisti celebrarono l'inconscio come il detentore della verità, libero dalle inibizioni dettate dagli standard e dalle aspettative proprie della società. Tramite tecniche che vanno dall'ipnosi e le passeggiate notturne fino alla scrittura automatica, artisti come André Breton, Max Ernst, Brassaï, e Meret Oppenheim realizzarono quadri, disegni, testi e film in cui esploravano gli istinti più intimi e primordiali dell'uomo. Ne scaturì una grande quantità di fantasie erotiche, unite a creature misteriose e minacciose, e l'accostamento di oggetti e idee a prima vista contrastanti. Questo volume illustra la genesi e l'enorme lascito del movimento surrealista, che ha esercitato un'influenza profonda e duratura in ambito cinematografico, teatrale, letterario, artistico e filosofico. Tra gli artisti presentati troviamo: Hans Arp, André Breton, Giorgio de Chirico, Salvador Dalí, Max Ernst, Alberto Giacometti, Paul Klee, René Magritte, André Masson, Matta, Joan Miró, Pablo Picasso, Meret Oppenheim, Yves Tanguy.

Le vite dei surrealisti

Morris Desmond
Johan & Levi 2018

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Il Surrealismo nasce all'indomani della Prima guerra mondiale più come stile di vita che come vero e proprio movimento artistico. Indignati verso un establishment che aveva reso possibile quel massacro, i surrealisti elaborano una strategia dell'inconscio capace di liberare l'uomo dai lacci della ragione e delle convenzioni estetiche restituendo un ruolo centrale alla dimensione onirica ed erotica per mezzo dell'automatismo psichico. A partire dal 1924 André Breton, principale teorico di questa dottrina, per oltre quarant'anni tiene le fila di un insolente gruppo di intellettuali che tra diaspore, ammutinamenti ed espulsioni costituisce una delle esperienze artistiche più affascinanti e travagliate del Novecento. Desmond Morris realizza la sua prima personale surrealista nel 1948 e, mentre si appresta a diventare uno dei più celebri divulgatori scientifici della sua generazione, frequenta per anni gli irresistibili personaggi di cui snocciola qui le avventure: Roberto Matta che si fa marchiare a fuoco il nome del marchese de Sade per rientrare nelle grazie di Breton; Giacometti che disdegna Marlene Dietrich (e le sue quarantaquattro valigie) in favore di una prostituta, Caroline Tamagno, nota soprattutto nella mala parigina; Miro e Masson costretti da Hemingway a fronteggiarsi in un fallimentare incontro di boxe; Salvador Dalì in tenuta da palombaro che - stecca da biliardo in resta e due levrieri al guinzaglio - dà spettacolo davanti a centinaia di giornalisti all'esposizione internazionale surrealista del 1936. Trentadue storie eccentriche che si snodano fra i bistrot della ville lumière e i posti più incongrui, come lo zoo di Londra, per approdare infine a New York, dove cominciano a spargersi i primi semi dell'Espressionismo Astratto. Inseguendo le caleidoscopiche proliferazioni del Surrealismo incarnate da artisti estremamente diversi tra loro - come Max Ernst, Picasso, Delvaux e Duchamp - Morris ne celebra l'intensità, il delirio e il mistero che, come direbbe Magritte, «non si può spiegare, bisogna solo lasciarsene avvolgere».

Dadaismo

Elger Dietmar
Taschen 2016

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Nato nel clima di brutalità della Prima guerra mondiale, il rivoluzionario movimento dadaista prese forma a partire da un forte senso di disgusto nei confronti dell'establishment. Dal 1916 fino alla metà degli anni Venti, a Zurigo, Colonia, Hannover, Parigi e New York un gruppo di artisti dichiarò guerra alla politica, ai valori sociali e al conformismo culturale, ritenuti complici del devastante conflitto in corso. Gli artisti dada non erano accomunati da uno stile ben definito quanto piuttosto dal desiderio condiviso di rivoluzionare le strutture della società e i modelli artistici, sostituendo alla logica e alla ragione il caos, l'assurdo e l'imprevedibile. La loro pratica abbracciava il teatro sperimentale, giochi, collage, fotomontaggi, procedure basate sulla casualità, la produzione di suoni gutturali e i famosi "readymade", tra cui la famigerata Fontana (1917) di Marcel Duchamp. Del resto, i dadaisti consideravano l'aspetto delle loro opere un elemento secondario rispetto alle idee e alle critiche di cui si facevano portavoce. In questo senso, il dadaismo può essere considerato un precursore fondamentale dell'arte concettuale. Con una selezione di celebri opere create da alcuni dei più illustri esponenti del dadaismo, come Tristan Tzara, Marcel Duchamp, Hannah Höch, Kurt Schwitters, Francis Picabia e Man Ray, il presente volume è la perfetta introduzione a questo movimento novecentesco sovversivo e travolgente e alla sua duratura influenza sull'arte moderna.

Lettere aperte ai surrealisti

Drieu La Rochelle Pierre
Robin 2016

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Preceduti dal saggio introduttivo Drieu la Rochelle e i Surrealisti, sono tradotti per la prima volta in italiano gli scritti del saggista e romanziere francese relativi alla polemica con i Surrealisti provocata dalla Lettre ouverte à M. Paul Claudel. Le traduzioni sono state condotte sulle edizioni originali: La véritable erreur des Surréalistes ("La Nouvelle Revue Française", 1° agosto 1925); Deuxième lettre aux Surréalistes e Troisième lettre aux Surréalistes sur l'Amitié et la Solitude ("Les Derniers Jours", 15 febbraio e 8 luglio 1927); Aux temps des Surréalistes ("Je suis partout", 3 settembre 1938). Corredano il volume i testi originali in francese e il dossier Intorno alla querelle tra Drieu la Rochelle e i Surrealisti.

Marcel Duchamp. Un genio perdigiorno

Ranaldi R. (cur.)
Edizioni Clichy 2014

Disponibile in 3 giorni

7,90 €
La storia, le opere e le parole di un genio iconoclasta e distaccato e un'introduzione coerente con il personaggio: il racconto stravagante e autobiografico di un artista che, consapevole di partecipare alla "lotteria cieca del mondo dell'arte", ha fatto d

Casa Matta. Ediz. italiana e inglese

Matta Ferrari Germana
Corraini 2012

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
Un libro fedele alla natura sorprendente del lavoro di Matta dedicato alla propria dimora, fatto di bidoni di benzina che si aprono come fiori e diventano imponenti sedute e di poltrone modellate dal movimento del corpo di un amante affettuoso. Un volume che raccoglie le opere più intime e segrete dell'artista; oggetti che non volevano diventare pezzi da museo, ma che chiedevano di essere vissuti e utilizzati insieme alla famiglia e agli amici; oggetti fatti di un rapporto unico con la moglie Germana, curatrice del libro: un gioco continuo di meraviglia, sorpresa e affetto che lo ha portato a inventare e costruire questi mobili privati, di casa...

Arte contemporanea: metafisica,...

Schiaffini Ilaria
Carocci 2011

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Metafisica, dada e surrealismo hanno sancito una rottura fondamentale nella tradizione delle avanguardie. Lo scardinamento del rapporto tra segni pittorici e realtà avviato da Giorgio de Chirico e la contestazione purificatrice di dada hanno determinato uno scarto concettuale decisivo, da cui ha preso le mosse in primo luogo l'indagine dell'inconscio del movimento bretoniano. Questo ribaltamento di prospettiva ha aperto la strada a una sperimentazione a tutto campo di tecniche, oggetti e strategie di comunicazione che costituisce un riferimento imprescindibile per le ricerche artistiche successive, fino ai nostri giorni. Il volume offre un'introduzione sintetica ai tre movimenti, delineati nei contesti storico-geografici di appartenenza. Tenendo conto dei contributi critici recenti sono messi a fuoco temi quali il rapporto fra tradizione e modernità, il confronto dell'artista con il mercato e la società dei consumi, il valore politico della protesta dada, il potere dell'immagine fotografica nella comunicazione di massa.

Scritti. Vol. 2

Magritte René
Abscondita 2005

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
"Sino al 1926... ricercai una via, un modo per esprimere i miei sentimenti. Avevo stabilito che tutti i pittori dipingono le stesse cose, che solo lo stile cambia. Poi, dopo avere acquisito familiarità col cubismo, col futurismo e con l'opera di de Chirico

Il gioco lugubre

Roca Paco
Tunué 2013

Disponibile in 5 giorni

12,50 €
Siamo nel 1936, tempo di agitazione artistica e politica. Il fascismo prende sempre più forza in Europa. In Spagna, la guerra civile è sul punto di scoppiare. Jonás lascia Madrid e va a Cadaqués (Girona) alla ricerca di un luogo tranquillo, ma un alone di

Surrealism. Ediz. illustrata

Caws Mary Ann
Phaidon 2010

Disponibile in 5 giorni

19,95 €
Un'introduzione perfetta alla più longeva corrente d'avanguardia del XX secolo. Il volume presenta tutti gli artisti più importanti del movimento, da Salvador Dalí a Max Ernst e René Magritte. Una panoramica completa del surrealismo corredata da un saggio approfondito e da numerose tavole a colori. L'opera è curata da Mary Ann Caws, esperta di fama internazionale, docente e interprete di opere surrealiste. Il libro illustra la durevole influenza che il surrealismo ha esercitato sull'arte, il cinema e la fotografia contemporanei.

Maxwell in Duchamp

Magi Paola
Edizioni Archivio Dedalus 2018

Non disponibile

20,00 €
Fra le fonti cui Duchamp ha attinto per costruire la sua opera, una delle più importanti è lo scienziato scozzese James Clerk Maxwell. Duchamp non cercò ispirazione soltanto nelle teorie scientifiche, ma anche nella personalità di Maxwell, nel suo sense of humor e nella molteplicità dei suoi interessi, letterari e artistici. Come scrive Giorgio Montecchi nell'introduzione, «Paola Magi analizza l'attività creativa di Duchamp e la mette in relazione con le suggestioni intellettuali e emotive dell'artista suscitate dal suo incontro con i pensieri e le suggestioni che avevano animato la mente di Maxwell, a lui filtrate dalla biografia Lewis Campbell e William Garnett. Un nuovo livello di lettura avviene quando ciascuno di noi apre questo libro e s'inoltra nella lettura. Ha così inizio una bellissima avventura che, tra analisi critiche e contemplazioni estetiche, si trasmuta col trascorrere delle pagine in un'avvincente esperienza di lettura e di arte».

Cinquanta segreti magici per dipingere

Dalì Salvador
Abscondita 2018

Non disponibile

20,00 €
"'Salvador, come indica il suo stesso nome, è destinato a riscattare la pittura dalla vacuità dell'arte moderna'. Questa affermazione categorica, anche se di primo acchito, per il suo egocentrismo, potrebbe sembrar scritta dallo stesso Salvador Dali, appartiene alla penna del famoso filosofo catalano Francisco Pujols. Quando, nel 1937, costui scrisse questa frase, in pieno caos surrealista, ammetto - con modestia, per una volta almeno - che io stesso, nonostante i miei ambiziosi imperialismi di ogni genere, non ci credetti molto. Oggi, tuttavia, constato di esser giunto, passo a passo, alla ferma convinzione che è proprio così. Questo è dovuto essenzialmente al fatto che la mia intelligenza è costantemente cresciuta parallelamente alla mia ambizione che, come tutti sanno, è stata sempre eccelsa e maestosa fin dalla mia più tenera infanzia. E posso così affermare, a ragion veduta, che nei giorni immediatamente successivi all'inizio della stesura di codesto libro mi sentivo ancor più intelligente di quanto lo fossi prima. Per buona sorte! Infatti, per essere in grado di scrivere un testo simile - una sorta di iniziazione culinaria al mistero eleusino della pittura - e per riuscire a render limpidi i segreti tecnici più oscuri, che sembrerebbero esigere l'arte della magia unita alla pratica della pittura stessa, non basta essere terribilmente intelligente. Giungo realmente al punto di nutrire il sospetto profondamente radicato che tutte le più eccelse intelligenze riunite insieme non sarebbero sufficienti per trionfare in un'impresa simile, e che, di conseguenza, lo scrittore che intraprenda un tale compito debba possedere, in aggiunta, un'altra cosa sovraessenziale, e quest'altra cosa, questa 'quintessenza' dell'essenziale, che si dà il caso sia esattamente quella necessaria per dipingere un bel quadro, io la possiedo, devo nuovamente dirlo." (Dal prologo di Salvador Dali)

Il Dada(ismo) ovvero dada non...

Giuggioli Mirella
goWare 2018

Non disponibile

14,99 €
Nella stordente detonazione di esternazioni e di visibilità che ci circonda, quale posto può trovare oggi un libro sul vibrante ed insignificante urlo dada? Quale interesse può suscitare un movimento che inneggiò al gioco, alla pace, all'iperbole, all'indifferenza, al caso, all'indomabile insensatezza, al silenzio? L'epoca in cui nasce Dada è un'epoca di disgregazione, di annientamento - sociale, morale ed economico - simile alla nostra. La risposta di Dada è una parola di flessibilità e di trasformazione, rappresenta la capacità di aprirsi al mondo senza perdersi, di comprendersi parlando lingue diverse, d'incontrarsi senza annullarsi. Dada è la ricerca di una verità profonda: quella che sospinge verso l'abbattimento di ogni certezza e di ogni verità. Rappresenta l'assoluto vuoto di pensiero: sola chance per la creazione di qualcosa di davvero nuovo e rigenerante. La sillabazione incerta di Dada suscita oggi il sogno di risvegliarci oltre i nostri programmi di separazione, quelli che ancora ci alienano da noi e da tutto.

Astrattismo e Dadaismo. Poetiche...

Finizio Luigi Paolo
Bibliotheka Edizioni 2018

Non disponibile

22,00 €
La ricostruzione storico-poetica della singolare stagione artistica d'incontro tra astrattismo e dadaismo nei primi decenni del XX secolo. L'incontro tra astrattismo e dadaismo sconvolse la tradizione delle consuete forme artistiche, diramando e affondando le sue idee fra poesia e pittura, danza e musica, architettura e scultura, teatro, cinema e fotografia. Nei suoi intenti sconvolgenti fu già un anticipo di globalismo nell'arte. L'interazione poetica fra queste due concezioni artistiche è stata animata da un sotteso rigetto del convenzionale protagonismo dell'io lirico-soggettivo per mirare con ironia e coscienza critica contro ogni idealismo e ipocrisia morale ritenuti responsabili del dramma della Guerra. In fondo, nelle forme dichiarate e materiali, oggettive e collettive, nel loro radicale antiespressionismo, l'azione poetica tra astrattismo e dadaismo tese a rendere l'arte più consapevole e schietta.

Il futurismo

Lista Giovanni
Jaca Book 2017

Non disponibile

7,75 €

Dada 1916. La nascita...

Tedeschi F. (cur.)
Silvana 2016

Non disponibile

34,00 €
Nel 1916 a Zurigo - nella Svizzera neutrale della Prima Guerra Mondiale - nacque Dada, il movimento artistico più anarchico e innovativo del Novecento, che ha cambiato per sempre con i suoi principi anticonvenzionali il corso dell'arte contemporanea. Nella ricorrenza del centenario, il volume rende omaggio al movimento zurighese presentando opere d'arte e documenti originali dei suoi protagonisti, dalle origini al Cabaret Voltaire sino alla fine degli anni venti. Il ricco materiale offerto intende ricostruire la genesi del Dadaismo, con una particolare attenzione ai futuristi che ne furono ispiratori, e ripercorrere i principi innovativi che ne determinarono il successo, portando contemporaneamente l'attenzione sul rapporto con l'arte italiana e la sua diffusione a sud delle Alpi, soprattutto in Lombardia e Canton Ticino. Fra gli artisti presenti, Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling, Julius Evola.

Dada

Kuenzli Rudolph
Phaidon 2015

Non disponibile

19,95 €
Dada

Il surrealismo. Ieri e oggi....

Schwarz Arturo
Skira 2014

Non disponibile

59,00 €
Questo volume di Arturo Schwarz, frutto di 10 anni di lavoro, si propone di presentare il Surrealismo per quello che è - una filosofia della vita e non solo un movimento letterario o artistico. Di conseguenza vuole anche sottolineare quanto il Surrealismo

Manifesti del dadaismo

Tzara Tristan
Ghibli 2014

Non disponibile

12,00 €
Il dadaismo è il movimento artistico che ha svelato il segreto dell'arte. Il linguaggio, i suoi strumenti si possono usare in mille modi perché è solo nel lavoro continuo di combinazione che diventano arte. Dada non vuol dire nulla. Oppure vuol dire tutto:

Con totale abnegazione

Tzara Tristan
Castelvecchi 2013

Non disponibile

9,00 €
In una conferenza tenuta nell'anfiteatro della Sorbonne il 17 marzo del 1947, con André Breton in sala, Tzara s'interroga sul rapporto tra poesia e rivoluzione, ossia sulla possibilità di giungere a una forma di organizzazione sociale che sia finalmente co

L'immagine come punto interrogativo...

Chéroux Clément
Johan & Levi 2012

Non disponibile

8,90 €
Il breve saggio approfondisce l'utilizzo delle immagini fotografiche tipico dell'attività dei Surrealisti tra la fine del XIX e inizio del XX secolo. Peculiarità surrealista è la forte preferenza per le immagini funzionali, utilizzate ai fini di documentazione o d'informazione, che venivano utilizzate in arte, decontestualizzandole, con un valore anti-artistico, legato alla capacità di suscitare domande e perplessità. L'uso di queste immagini diventa un gesto surrealista in sé, uno stimolo all'immaginazione e una forma poetica per creare la sorpresa, o l'estasi tanto cara ai Surrealisti. In questo modo queste immagini subiscono una conversione del loro significato acquisendo una forza e una connotazione artistica e contemporaneamente non-artistica.

Surrealism. Ediz. italiana

Klingsohr-Leroy Cathrin
Taschen 2011

Non disponibile

9,99 €
Questa monografia percorre la storia del Surrealismo presentando i suoi maggiori e più famosi esponenti. Il surrealismo, come movimento letterario e culturale, con speciale riguardo alle arti figurative, ha il suo sviluppo iniziale in Francia. Con la primi

Surrealismo

Trimarco Angelo
Paparo 2011

Non disponibile

32,00 €

Marges du surréalisme e traduction....

Granviale 2010

Non disponibile

14,00 €
Il volume raccolglie gli scritti di: Enrico Bou, Roger Bozzetto, Lise Chapuis, Delphine Gachet, Luigi Fontanella, Stanislas Gauthier, Karine Germoni, Natalia Leclerc, Alain-Paul Mallard, Pascale sardin, Alessandro Scarsella.

Dada

Skira 2009

Non disponibile

5,90 €
Il movimento più radicalmente rivoluzionario del primo Novecento e i suoi protagonisti, da Arp a Picabia, da Duchamp a Man Ray. Nato a Zurigo nel 1916, durante la prima guerra mondiale, il dadaismo è un movimento anti-artistico, antiletterario, antipoetico

Surrealismo

Gualdoni Flaminio
Skira 2008

Non disponibile

5,90 €

Surrealismo. Ediz. illustrata

Ragozzino Marta
Giunti Editore 2007

Non disponibile

4,90 €
La presente pubblicazione è dedicata a uno dei movimenti più rivoluzionari fra le avanguardie nate nei primi decenni del Novecento: il surrealismo. Un movimento composito e magmatico, che traeva spunto dalle recenti acquisizioni della psicoanalisi per affermare l'importanza della dimensione onirica e dell'inconscio nella prospettiva di una liberazione dell'artista (e dell'uomo) da ogni vincolo logico: posizione che si incrociava con l'esperienza dadaista da un lato e con i fermenti politici di un'EUropa in ebollizione dall'altro.

La collezione Brignoni. Arte per...

Campione F. P. (cur.)
Mazzotta 2007

Non disponibile

55,00 €
Il nuovo catalogo della collezione Brignoni rappresenta il coronamento di una fase importante della vita del Museo delle Culture e una premessa indispensabile per le attività che ne segneranno lo sviluppo. Serge Brignoni, artista ticinese, fece parte del gruppo Les italiens de Paris, intrecciando amicizie con celebri maestri delle avanguardie e aderendo al movimento surrealista. Il suo interesse per le arti etniche, all'epoca molto in voga nell'ambiente parigino, durò tutta la vita e si trasformò in collezione, successivamente donata alla comunità luganese. Il volume illustra il difficile percorso di studio e valorizzazione scientifica della collezione Brignoni intrapreso finora dal Museo.

Wifredo Lam. Il grande surrealista...

Amico Giorgio
Massari 2006

Non disponibile

8,00 €
"Wifredo Lam non guarda, sente. Egli si nutre dello spirito del mare, del sole, della pioggia, di lune meravigliose e sinistre. È l'uomo che ricorda al mondo moderno il terrore e il fervore primigenio". (Aimée Césaire).

Profilo del dada

Magrelli Valerio
Laterza 2006

Non disponibile

10,00 €
Tradizione della rottura o rottura della tradizione? A quasi un secolo dalla nascita, la più radicale delle avanguardie storiche non sembra avere ancora esaurito il suo corso e lascia risuonare, come uno scioglilingua, l'insistente domanda già sollevata anni fa: Did dada die? Fra cronaca e teoria, questo studio ricostruisce la storia di un movimento che sostituì la provocazione alla vocazione, l'operazione all'opera, il gesto al manufatto, fino a toccare il punto estremo dello sperimentalismo moderno.

Hitchcock e il surrealismo. Il filo...

Laura Ernesto G.
L'Epos 2005

Non disponibile

19,80 €
Un punto di vista originale su Hitchcock: il suo rapporto col Surrealismo, che non si esaurisce nella collaborazione con Salvador Dalí di "Io ti salverò", ma appare come sottile filo conduttore di tutta la sua produzione dagli esordi fino alla tarda maturità. Completa il volume una filmografia esauriente e dettagliata. Ernesto G. Laura è storico e critico del cinema oltre che sceneggiatore e regista. Già direttore della Mostra del Cinema di Venezia e dell'Istituto Luce.

Frida Kahlo. Ediz. illustrata

Bonito Oliva Achille; Zamora Martha
Giunti Editore 2005

Non disponibile

4,90 €
Un dossier dedicato a Frida Kahlo. In sommario: "Frida dei dolori"e "Bella di nessuno". Come tutte le monografie della collana "Dossier d'art", una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

Alberto Giacometti

Spadoni C. (cur.)
Mazzotta 2004

Non disponibile

48,00 €
Il volume è il Catalogo della mostra di Ravenna (Loggetta Lombardesca, 10 ottobre 2004-20 febbraio 2005).

Dalí. Ediz. illustrata

Borghesi Silvia
Mondadori Electa 2004

Non disponibile

9,90 €
Un volume dedicato al grande pittore spagnolo di cui ricorre il centenario della nascita nel 2004. Personalità egocentrica e artista geniale, passò attraverso i più significativi movimenti d'avanguardia del Novecento, dal futurismo alla scuola metafisica, dal cubismo al surrealismo al quale aderì nel 1929 e del quale offrì un'intepretazione personalissima. Il libro viene pubblicato nell'ambito della collana ArtBook composta da volumi molto schematici che presentano testi didascalici e documentati, l'analisi dei principali capolavori dell'artista, 350 illustrazioni a colori.

Surrealism

Caws M. A. (cur.)
Phaidon 2004

Non disponibile

75,00 €
Surrealism

Cinquanta segreti magici per dipingere

Dalì Salvador
Abscondita 2004

Non disponibile

20,00 €
"'Salvador, come indica il suo stesso nome, è destinato a riscattare la pittura dalla vacuità dell'arte moderna'. Questa affermazione categorica, anche se di primo acchito, per il suo egocentrismo, potrebbe sembrar scritta dallo stesso Salvador Dalì, appartiene alla penna del famoso filosofo catalano Francisco Pujols. Quando, nel 1937, costui scrisse questa frase, in pieno caos surrealista, ammetto - con modestia, per una volta almeno - che io stesso, nonostante i miei ambiziosi imperialismi di ogni genere, non ci credetti molto. Oggi, tuttavia, constato di esser giunto, passo a passo, alla ferma convinzione che è proprio così." (Dal Prologo di Salvador Dalì)