Cataloghi di mostre e specifiche collezioni

Filtri attivi

Ilario Fioravanti. Estasi immobile....

Cecchetti M. (cur.)
Medusa Edizioni 2020

Disponibilità immediata

39,00 €
Il volume prende in esame l'opera scultorea e grafica che Ilario Fioravanti ha realizzato dagli anni '40 al 2012, quando è morto all'età di novant'anni. Riccamente illustrato a colori, presenta un corpus di 140 sculture in terracotta e 60 disegni, e un cospicuo apparato di documenti e materiali interpretativi. Dopo essersi formato sull'arte classica, romana ed etrusca, ma anche su artisti moderni come Martini e Marini, Moore, Picasso e Giacometti, riscoprendo le civiltà arcaiche Fioravanti, che era anche architetto, ha ideato una forma di scultura nuova fatta coi "vasi sovrapposti" dipinti a ingobbio secondo le antiche tecniche.

Margaret Bourke-White, Dorothea...

Fornasieri C. (cur.); Madesani A. (cur.)
Silvana 2020

Disponibilità immediata

28,00 €
Dorothea e Margaret: il loro nome è leggendario per essere state testimoni di eventi epocali e per il modo ardito e partecipativo di raggiungere alcuni degli avvenimenti cruciali nella formazione della nostra contemporaneità. Margaret collabora alla fondazione della rivista "Fortune" e poi di "LIFE"; Dorothea partecipa alla nascita della Magnum ed è tra i fondatori della rivista "Aperture". La loro opera costituisce una lezione fondamentale per la fotografia, la nascita di un'immagine nitida, sia fulminea che studiata, soprattutto partecipata. Dall'America durante e dopo la crisi del 1929 ai fronti di guerra in Europa, le fotografie di Bourke-White e Lange ritraggono le città, la situazione sociale di persone e comunità, le minoranze, diventando le immagini che nella collettività e per le istituzioni hanno generato un cambiamento nella percezione della condizione dell'uomo.

Booming contemporary art show 2020....

Gavioli S. (cur.)
Il Rio 2020

Disponibilità immediata

15,00 €
BOOMing Contemporary Art Show è la fiera d'arte contemporanea che si svolge a Bologna durante l'Art-Week (23-26 gennaio 2020) che ha deciso di scardinare il concetto di "emergente", non relegandolo più al mero dato anagrafico, ma collegandolo al significato letterale dell'essere in procinto di emergere e della necessità di far emergere. In questo senso si collega anche al duplice significato della parola "emergenza". L'Emergenza è intesa come urgenza, ma anche come momento di criticità foriero di cambiamenti. Chi emerge? Artisti, gallerie, tematiche, progetti, realtà in movimento, che attraverso l'arte si fanno interpreti di un nuovo scenario globale e sociale. Il suffisso 'ing' sottolinea come il campo di ricerca resista a ogni definizione, non essendo un oggetto, quanto piuttosto un percorso in perenne divenire. Un processo che coinvolge anche il pubblico in una concentrazione e condensazione di forze per culminare in un'esplosione generatrice di nuove possibilità.

Looking for Monna Lisa. Misteri e...

Dehò V. (cur.)
Silvana 2020

Disponibilità immediata

30,00 €
Da oltre cinquecento anni la Monna Lisa rappresenta un'icona indiscussa nella storia dell'arte. Il più celebre ritratto di Leonardo da Vinci ha riscosso fin da subito un successo grandioso, spingendo artisti di tutte le epoche a tentare di riprodurla, interpretarla e anche contestarla. La sua fortuna in età moderna rinasce con Marcel Duchamp, e la Gioconda si trasforma in breve in una vera e propria icona pop. Il volume rende omaggio all'opera, ai suoi misteri, alle sue versioni e a tutto ciò che esse rappresentano in una visione contemporanea, con reinterpretazioni da parte di numerosi artisti del panorama artistico italiano e internazionale.

Genius loci. Pareidolia, munacielle...

Sodano Alessandro
Kairòs 2020

Disponibilità immediata

24,00 €
Spiriti benigni o dispettosi, "belle 'mbriane" o "munacielli", o anche impronte visive dei precedenti abitatori delle vecchie mura, i loro ritratti sembrano rimanere impressi negli strati di intonaco colorato che si sovrappongono sulle superfici dilavate dalle intemperie. Il "gioco delle nuvole", insomma, cui titti abbiamo giocato. Nelle nuvole ognuno vedeva, infatti, quello che gli pareva. Impressionante apice di un'anarchia dell'immaginazione che esclude limiti alla creatività.

Antonio Cutino e la Palermo...

Fanale G. (cur.)
Silvana 2020

Disponibilità immediata

22,00 €
Riconsiderando la vastissima produzione di dipinti, disegni e grafiche pubblicitarie che Antonio Cutino (New York, 1905 - Palermo, 1984) ci ha lasciato, sorprende la coerenza assoluta con la quale l'artista palermitano ha attraversato quasi tutto il Novecento. Sia pure da una postazione defilata, egli è riuscito a elaborare, nel segno della tradizione, una propria cifra stilistica abbastanza riconoscibile e per molti aspetti quasi "senza tempo". E nel corso dei decenni il pittore sembra avere affinato sempre più le sue doti, specializzandosi nei ritratti, per la maggior parte femminili, nei paesaggi di chiara matrice ottocentesca, nelle nature morte. In parallelo all'attività pittorica, già a partire dalla fine degli anni Venti, Cutino realizza un numero davvero impressionante di materiali grafici - manifesti, locandine, etichette, insegne, ma anche logotipi, copertine e illustrazioni di libri - adeguandosi alle esigenze della committenza e con risultati di notevole qualità e immediata comunicazione visiva.

Zoran Music. Catalogo della mostra...

Gualdoni F. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Attraverso una pittura dominata dai colori della terra e dai sapori arcaici, Zoran Music (Gorizia, 1909 - Venezia, 2005) ci consegna un racconto intimo e personale del suo vissuto, intrecciato ad alcuni momenti che hanno segnato la storia del Novecento. Nato nel mosaico etnico, culturale e linguistico dell'Impero austro-ungarico, Music è un artista nomade per scelta e per costrizione che davanti ai diversi paesaggi del suo peregrinare - dalle colline dalmate a quelle senesi, dai profili rocciosi alle vedute di Venezia - porta avanti "un processo di agnizione di se stesso attraverso i dati visivi" che trasforma queste vedute in un vero e proprio "paesaggio d'anima", come scrive Flaminio Gualdoni. Una ricerca quindi che si avventura a sondare la profondità della coscienza, anche nei suoi abissi più profondi vissuti dall'artista nella tragica esperienza della deportazione a Dachau, per dare vita a una pittura che, per usare ancora le parole di Gualdoni, "non restituisca visioni ma densità affettive di snudato statuto poetico".

Ettore Sottsass. Catalogo ragionato...

Zanella F. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

49,00 €
Il rapporto fra pensiero e immagine è una costante del lavoro di Ettore Sottsass jr (1917-2007) che emerge con evidenza dal suo archivio, creato e donato allo CSAC dell'Università di Parma nel 1979 per testimoniare la sua attività dal 1922 al 1978. Di questo archivio, una sorta di autobiografia, il libro dà conto attraverso la catalogazione, affiancata da alcuni approfondimenti storico-critici, che permette di ricostruire ricerche, rapporti e scambi. Grazie ai quasi 14.000 piccoli fogli, tempere, schizzi, disegni progettuali, appunti, quaderni e qualche rara fotografia, è possibile restituire le tracce di frequentazioni e di confronti linguistici, mettendo in luce la specificità del lavoro di Sottsass, dal disegno degli interni al progetto di architettura e di design. Ne emerge uno spaccato dei momenti più significativi di collaborazione con l'industria e quindi l'avvio di una riflessione su una nuova idea di design negli anni settanta. Saggi di: Giampiero Bosoni, Federico Bucci, Milco Carboni, Chiara Lecce, Elisabetta Modena, Emanuele Piccardo, Simona Riva, Marcella Turchetti, Marina Vignozzi Paszkowski, Francesca Zanella.

Egitto. La straordinaria scoperta...

Zuffi S. (cur.)
24 Ore Cultura 2019

Disponibilità immediata

34,00 €
Egitto, Valle dei Re, 1898. L'archeologo Victor Loret riporta alla luce il sarcofago di Amenofi II, sovrano appartenente alla XVIII dinastia, rinvenuto all'interno di una maestosa sala a pilastri in compagnia di altre mummie regali, tra cui quelle della madre e della nonna di Tutankhamon. La mostra e il catalogo ad essa affiancato raccontano la vita di Amenofi II, dei suoi familiari e della società del suo tempo, dalla vita quotidiana al contesto geografico, dalle campagne militari alle credenze religiose... Completano il volume riproduzioni di decorazioni parietali di tombe private, che, a differenza di quelle reali, presentano anche scene di vita quotidiana, la cui bellezza e vivacità ne fa dei veri e proprio capolavori senza tempo.

Luigi di Sarro. Pensiero e...

Madesani Angela
Silvana 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
A trentotto anni dalla scomparsa di Luigi Di Sarro (1941-1979), molti sono i saggi e gli scritti pubblicati sulla sua figura di uomo e di artista. Così come molte sono le letture offerte e le ipotesi formulate sul suo lavoro. È dunque complesso pensare di poterne offrire una nuova visione, ma si tenta di approfondire alcuni aspetti del suo atteggiamento nei confronti della cultura, del sistema dell'arte e del suo metodo di lavoro. Con Di Sarro ci troviamo di fronte a un ricercatore, con tutte le peculiarità che questa definizione comporta. Le sue opere - dai disegni alle pitture, dalle sculture alle fotografie - rivelano un artista costantemente in fieri. Di Sarro non si è dato e non ha dato delle risposte definitive, ha piuttosto proposto nuovi quesiti. Il suo, infatti, è un atteggiamento empirico, di sperimentazione ad ampio raggio, che deriva principalmente dalla sua formazione scientifica corroborata da una personalità vivace, in continuo movimento sia fisico che intellettuale.

Matrice. Giuseppe Penone

Gioni M. (cur.)
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

35,00 €
Esponente leggendario del movimento rivoluzionario dell'Arte Povera degli anni Sessanta, da oltre mezzo secolo Giuseppe Penone combina radicalità e classicismo... Realizzato in occasione di una scultura permanente installata a Roma e di una mostra personale presso il Palazzo della Civiltà Italiana, il volume presenta un viaggio tra i lavori di Penone con un focus particolare sui progetti per gli spazi pubblici.

Bergomum. Un colle che divenne...

Casini S. (cur.); Fortunati M. (cur.)
Lubrina-LEB 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Al tempo degli antichi Romani Bergamo fu un'importante città, edificata su un colle in posizione strategica tra i monti e la pianura. La fisionomia originaria del colle fu modificata da interventi urbanistici e architettonici, che resero Bergomum una città romana a tutti gli effetti. Quarant'anni di scavi archeologici in Città Alta hanno riportato alla luce consistenti tracce di questa millenaria occupazione. La mostra ha il duplice scopo di valorizzare gli anni di impegno sul campo e di raccontare una significativa parte della storia della città. Saggi: Ermanno A. Arslan, Alberto Barzan., Chiara Bianchi, Massimo Brutti, Stefania Casini, Lorenzo Castellano, Nicoletta Cecchini, Sergio Chiesa, Mattia De Amicis, Stefania De Francesco, Donato Fasolini, Chiara Ficini, Maria Fortunati, Valentina Galante, Angelo Ghiroldi, Davide Gorla, Omar Larentis, Fabio Malaspina, Renzo Mangili, Diego Marsetti, Alessandra Mazzucchi, Filippo Motta, Caterina Pangrazzi, Renata Perego, Dario Personeni, Ilaria Piccolini, Roberta Pini, Raff aella Poggiani Keller, Cesare Ravazzi, Paolo Rondini, Mauro Rottoli, Furio Sacchi, Cristina Salimbene, Lia Scotti, Silvio Tomasini, Marina Uboldi, Marina Vavassori, Mariagrazia Vitali.

Joint is out of time

Cincinelli S. (cur.); Della Casa B. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

28,00 €

Corrado Cagli. Folgorazioni e...

Corà B. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

34,00 €
Il volume, dedicato all'opera di Corrado Cagli a Roma, teatro principale delle sue gesta, presenta in considerevole parte i più significativi cicli elaborati dall'artista; e affrontando il nodo sulla "difficoltà e disagio" della critica italiana di fronte alla sua opera, dichiara giunto il momento di venire a capo di tale annosa questione interrogandosi, una volta di più, sui numerosi aspetti riguardanti le precoci logiche ideative e linguistiche di Cagli, indiscusso maestro dell'arte italiana e internazionale che dagli anni trenta ai settanta del XX secolo è stato tra i protagonisti più incisivi della scena artistica. L'attenta rilettura delle "Folgorazioni e mutazioni" linguistiche ha l'obiettivo di evitare che incomprensioni, pregiudizi e distrazioni ricorsivamente epocali perpetrino forme di oblio del suo lavoro, come in tempi e per ragioni diverse si sono già riversate perfino sull'opera di geni e grandi artisti come Piero della Francesca, Caravaggio e una quantità di altri maestri dimenticati per secoli, passati alla storia come "anonimi" pur avendo un nome e poi tornati alla considerazione pubblica grazie all'azione ermeneutica di autorevoli studiosi, appassionati e responsabili.

Cai Guo-Qiang e Pompeii. Nel...

Neutres J. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

50,00 €
L'arte "vulcanica" di Cai Guo-Qiang a Pompei e a Napoli ristabilisce il legame tra lo spirito degli antichi e la sensibilità contemporanea. In collaborazione con il curatore Jérôme Neutres, questo pioniere dell'arte dell'esplosione noto a livello internazionale dà vita a un nuovo dialogo con i capolavori del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, come la Venere Callipigia, l'Ercole Farnese e l'Atlante, ma anche gli affreschi e i mosaici. Con la consueta maestria, Cai Guo-Qiang crea un nuovo corpus di opere attraverso un affascinante "Explosive Studio" nell'anfiteatro di Pompei. Evocando la catastrofe del 79 d.C. che causò la distruzione della città ma anche la conservazione dei suoi tesori sotto le ceneri dell'eruzione, l'arte nasce - o meglio rinasce - dalle viscere magmatiche del Vesuvio. La distruzione dà luogo così a una nuova creazione e la storia diviene fonte d'ispirazione illimitata.

UDHR poster for human rights....

Carta D. (cur.); Reboli S. (cur.)
Lubrina-LEB 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
La mostra "Posters for human rights" vuole contribuire ad aumentare la consapevolezza pubblica, di tutti noi, riguardo alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. La mostra porta una visione grafica e diretta di questi Diritti, interpretati grazie a esperienze di vita e contesti culturali anche fortemente diversi dal nostro, e si propone come occasione per riflettere su quanto è stato ottenuto, sulla situazione attuale nel mondo, sulle sfide e opportunità future dei Diritti Umani. Testi di: Marzia Marchesi (Presidente Consiglio comunale di Bergamo), Dario Carta, Stefano Reboli, Barbara Ghisletti (Coordinamento Provinciale Bergamasco degli Enti Locali per la Pace e Diritti Umani e Rete della Pace di Bergamo), Giuliano Zanchi (Segretario generale Fondazione Adriano Bernareggi), Michele Salmi (delegato lombardo Aiap), Bruno Goisis (Presidente Cooperativa Ruah). Poster di: Alberto Biffi, Laura Bortoloni, Cristiano Bottino / studio FM milano, Mauro Bubbico, Gianluca Camillini, Dario Carta, Francesco Dondina, jekyll & hyde, Orith Kolodny, LaTigre, Lucia Lamacchia, Gianni Latino, Claudio Madella, Armando Milani, Francesca Pignataro, Stefano Reboli Studio, Mariangela Savoia.

Colli rugosi e case sospese. Le...

Natali A. (cur.)
Polistampa 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Il catalogo della mostra allestita dal 29 settembre al 1° dicembre 2019, nel complesso museale della Pieve di San Pietro in Bossolo a Tavarnelle (Firenze), riproduce una ventina di sculture in bronzo realizzate dal maestro toscano tra il 1983 e il 2019. "Sobrietà e gentilezza", scrive Antonio Natali, "sono le qualità che informano i piccoli paesaggi di bronzo che Adriano espone a San Pietro in Bossolo. A dispetto della materia che li plasma, evocativa di solide presenze, la loro poesia è lieve come un respiro, leggera come un alito di vento". Testi di David Baroncelli, Giacomo Trentanovi, Cristiano Jacopozzi, Tiberio Corsi, Piero Bianchini, Antonio Natali, Rodolfo Ceccotti.

Ars et ingenium. Similitudine e...

Rubbettino 2019

Disponibilità immediata

58,00 €
È questo il tema della dodicesima Florence Biennale, un'edizione che solleva domande e offre alcune possibili risposte alle sfide della contemporaneità: dal coniare una definizione della nozione di arte al ricercare valenze estetiche, passando per un possibile affrancamento dalla presunta supremazia dell'arte concettuale e il ridimensionamento del fenomeno deskilling. Un ricco programma di eventi, performance, proiezioni, laboratori didattici e la Giornata di Studi su Leonardo da Vinci completano questa grande esposizione d'arte contemporanea, con 12 categorie di opere in concorso (Disegno, calligrafia e grafica d'arte; Pittura; Mixed Media; Scultura; Installazione d'arte; Arte ceramica; Textile & Fiber Art; Gioiello d'arte; Fotografia; Video arte; New Media Art; e Performance Art). In mostra vi sono anche opere di artisti straordinari insigniti del Premio "Lorenzo il Magnifico" e progetti innovativi presentati da ospiti internazionali. Questo spaccato sulle arti dei nostri giorni rivela che l'esempio di Leonardo costituisce ancora una "luce" da seguire lungo una via di conoscenza e perfezione, che richiede l'adozione di un approccio olistico per guardare all'individuo nella sua unità fisica, psichica e spirituale, così da poter cogliere appieno il valore di un artista e del suo fare. Come ci ha mostrato Rossano B. Maniscalchi con la sua Light of Humanity, l'estro creativo di un autore, a maggior ragione di un Maestro come Leonardo, può sempre essere rivisitato e reinterpretato, dunque rivivificato con strumenti antichi e nuovi.

Arte dayak. Catalogo della mostra...

Maiullari Paolo
Silvana 2019

Disponibilità immediata

35,00 €
Verso la metà dell'Ottocento, un nuovo mondo si aprì all'Occidente quando gli europei si addentrarono per la prima volta nell'entroterra dell'isola del Borneo. Le spedizioni scientifiche e militari, che si inoltrarono nella foresta per raccogliere informazioni sulle risorse naturali e sugli abitanti nativi Dayak, dovettero fare i conti sia con impegnative vie d'accesso, sia con bellicosi popoli che difendevano il proprio territorio. La maniera occidentale di guardare al Borneo fu influenzata dalle dure esperienze di tali spedizioni, che delinearono nell'immaginario occidentale una doppia percezione dell'isola: la lussureggiante foresta pluviale e l'incontaminata bellezza della sua natura, che rimandavano all'idea di una primordiale età dell'oro, costituirono gli estremi di una visione che trovava, sul lato opposto, i nativi Dayak, rappresentati nella letteratura e nell'iconografia del tempo come crudeli cacciatori di teste. L'arte del Borneo, concepita in modo stereotipato, si portò appresso il peso di tale retaggio e fu segnata dalle stigmate del feticcio e dell'oggetto «primitivo». Osservandola da una tale prospettiva, fu inevitabile che da essa derivasse una visione distorta dell'elaborata tradizione culturale dayak, le cui manifestazioni ne rivelano invece la sorprendente profondità.

Rilevamenti 1. Ediz. illustrata

Magonza 2019

Disponibilità immediata

14,00 €
Il catalogo della mostra "Rivelamenti 1" al CAMUSAC di Cassino - inaugurata il 9 dicembre 2016 su idea e progetto di Bruno Corà - individua attraverso lo sguardo di cinque curatori, critici d'arte e attenti studiosi del contemporaneo, quali Daniela Bigi, Tommaso Evangelista, Aldo Iori, Federico Sardella e Marco Tonelli, le forme e le declinazioni più attuali e giovani del panorama artistico italiano. Ciascun curatore, che per l'occasione ha introdotto la propria sezione da un breve saggio critico, ha indicato quattro autori, rappresentati in mostra da due opere, che intercettano una generazione al limite tra "innovazione" e "tradizione". Artisti in mostra e in catalogo: Campostabile, Genuardi/Ruta, Gianfranco Maranto, Davide Mineo, Riccardo Ajossa, Alessio Ancillai, Michele Giangrande, Roberto Pugliese, Michele Ciribifera, Michele Guido, Luca Pozzi, Giovanni Termini, Claudio Citterio, Yari Miele, Maria Elisabetta Novello, Antonella Zazzera, Nebojsa Bogdanovi?, Jago, Chiara Sorgato, Marco Ulivieri.

Pierre Subleyras

Morandotti A. (cur.); Spione G. (cur.)
Officina Libraria 2019

Disponibilità immediata

19,90 €

Gian Maria Tosatti. Sette stagioni...

Viola E. (cur.)
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Sette Stagioni dello Spirito ha portato alla progressiva riapertura di alcuni edifici storici e monumentali, abbandonati o dismessi, dislocati in diverse aree della città e radicalmente trasformati dall'intervento dell'artista. Questi luoghi sono diventati punti radianti per -opere-ambiente- che dal tessuto umano si sono estese a quello urbano, animando, spesso, interi quartieri. Nell'ideazione e realizzazione di Sette Stagioni dello Spirito, Tosatti ha ripercorso la traccia di Il Castello Interiore (1577), il libro in cui Santa Teresa d'Avila suddivide l'animo umano in sette stanze, e le ha trasfigurate in altrettante monumentali installazioni ambientali. Un'opera di matrice narrativa e filosofica e in formazione progressiva, tesa a ridefinire il rapporto fra arte e comunità - fra intervento artistico e tessuto sociale e antropologico. Il catalogo sintetizza le diverse tappe in una prospettiva unitaria, tende non solo a restituire la memoria dell'esperienza quanto a ricostruirne il percorso "dietro le quinte", permettendo al lettore di ripercorrere le sette Stagioni nella loro articolazione complessiva. Gli interventi critici, plurali, affrontano la complessità di Sette Stagioni dello Spirito da prospettive differenti: Christian Caliandro scrive della dimensione storico-politica del ciclo, Giorgio De Finis affronta le sue implicazioni da un punto di vista antropologico, Nicolas Martino indaga la matrice filosofica del lavoro mentre Alessandro Facente si concentra sulla dimensione cromatica del lavoro di Tosatti. Le conversazioni di Tosatti con Dough Ashford, Romeo Castellucci, Eva Franch, Mariangela Gualtieri, Alfredo Jaar, Paul Pfeiffer e Vicente Todolì approfondiscono la dimensione più intima del progetto. Il diario che accompagna la pubblicazione del catalogo, restituisce il racconto quotidiano ed intimo di questa esperienza, nel suo farsi.

Cesare Leonardi. L'architettura...

Cavani A. (cur.); Orsini G. (cur.)
Lazy Dog 2019

Disponibilità immediata

65,00 €
"Cesare Leonardi. L'architettura della vita" racconta il carattere trasversale e interdisciplinare della ricerca di Cesare Leonardi. Attraverso un flusso di immagini, intervallato da saggi tematici, è descritta la sua produzione: un sistema cinetico che è passato senza soluzione di continuità dal design alla fotografia, dalla fotografia al disegno, dal disegno all'architettura, dall'architettura alla scultura.

L'altro sguardo. Fotografie...

Perna R. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

28,00 €
La Collezione Donata Pizzi, costituita allo scopo di favorire la conoscenza delle più significative interpreti del panorama fotografico italiano, è composta dalle opere di oltre settanta autrici appartenenti a generazioni diverse, attive dalla metà degli anni sessanta. L'ingresso massiccio di fotografe, fotoreporter e artiste nel circuito culturale - fino ad allora ambito quasi esclusivo degli uomini - è agevolato infatti dai repentini cambiamenti sociali e dalle lotte femministe in atto in quel periodo. I temi salienti che emergono da questi lavori sono la centralità del corpo e delle sue trasformazioni, la necessità di dare voce a istanze personali e al vissuto quotidiano e familiare, il rapporto tra memoria privata e memoria collettiva: argomenti fondamentali che legano tra loro queste immagini, dalle foto di reportage a quelle più sperimentali.

Gioielli funzionali. Catalogo della...

Cappellieri Alba
Silvana 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Il gioiello è tradizionalmente considerato un ornamento e una decorazione, un oggetto inutile, privo cioè di qualsiasi funzione o utilità, un abbellimento che non risponde a nessuna funzione pratica. Questo volume indaga le evoluzioni del gioiello funzionale dal passato al presente e i tre prestigiosi saggi introduttivi di Alba Cappellieri, Paola Venturelli ed Elisabeth Fischer dimostrano come in tutte le epoche il gioiello abbia sempre avuto anche un ruolo funzionale, soprattutto in relazione all'abbigliamento. Le diverse funzioni del gioiello sono poi definite dai progetti dei giovani designer internazionali, finalisti del Next Jeneration Contest, nella rassegna a cura di Susanna Testa. "Gioielli funzionali" è uno strumento prezioso per comprendere la complessità e la bellezza del gioiello, anche nella quotidianità di gesti ordinari quali legare i lembi del mantello, chiudere il cappotto, acconciare i capelli o proteggere lo smalto delle unghie.

De Truffle. Il design Alessi...

Coppa A. (cur.); Morra A. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

24,00 €
Il progetto De Truffle è stato sviluppato in due anni da Alessi con l'Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d'Alba e ha coinvolto quindici designer internazionali per la progettazione e la realizzazione di un kit di oggetti dedicato al tartufo bianco d'Alba. I designer invitati, i cui progetti sono rappresentati in questo volume, hanno affrontato la sfida con una grande complessità che ha interessato non solo gli aspetti funzionali ed ergonomici, ma anche quelli simbolici e analogici legati al territorio delle Langhe e alla drammaturgia del servire a tavola il tartufo.

Sergi Barnils, Giuseppe Capogrossi,...

Fiz A. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

24,00 €
Il segno è l'oggetto di un incontro che rinnova il proprio destino per la capacità di assorbire l'io e di porlo in relazione con la collettività. Ma non si limita a questo: è una forma di racconto partecipativo che trasmette la parte privata del rituale senza imporre un distacco tra soggetto e oggetto; allo stesso tempo, appare come una zona di libertà incondizionata in grado di aderire al sentimento delle cose. I quattro percorsi intorno al segno di Sergi Barnils, Giuseppe Capogrossi, Achille Perilli, Joan Hernández Pijuan, in apparenza così distanti, spesso convergono, a dimostrazione di quanto sia attuale un'ipotesi linguistica che prosegue nel tempo e in ogni circostanza pone nuove problematiche.

David Lachapelle. Ediz. italiana e...

Mercurio G. (cur.); Parlavecchio I. (cur.)
Giunti GAMM 2019

Disponibilità immediata

42,00 €
Il volume è il Catalogo della mostra di Roma (Palazzo delle Esposizioni, 30 aprile - 13 settembre 2015). Al Palazzo delle Esposizioni torna dopo oltre quindici anni il grande artista fotografo americano David LaChapelle con una delle più importanti e vaste

Tesfaye Urgessa. Oltre. Ediz. inglese

Giunti Editore 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Tesfaye Urgessa è agli Uffizi. Etiope di nascita, da una decina d'anni lavora ed espone in Germania. Da Addis Abeba a Stoccarda a Firenze è l'insolito percorso del giovane artista sul quale converge l'attenzione di critici e osservatori qualificati fra cui il Direttore degli Uffizi Eike Schmidt. La sua pittura di grande forza cromatica, nutrita all'origine dall'esperienza di Egon Schiele, Francis Bacon, Lucian Freud, trasmette la lucidità estrema nell'analisi del soggetto, la ricerca sull'espressività del corpo, una dichiarata consapevolezza del contesto sociale e politico. Se la sua cifra è schiettamente contemporanea, vi si ritrovano tracce di un rapporto con la tradizione (si è parlato del Caravaggio) che da tempo non ha più carattere reverenziale ma di crescita critica anche da parte di quella che, fino a ieri, veniva evocata prudentemente come "pittura non-occidentale". La personalità di Urgessa emerge con forza nell'esposizione e nelle pagine di questo catalogo, regalandoci la scoperta di un'esperienza artistica vitale, comunicativa, coraggiosa, nella quali i soggetti ritratti appuntano non di rado lo sguardo sull'osservatore. Poco più di trenta opere sono in mostra, ma per alcune di esse viene proposta qui una sequenza fotografica che ne testimonia la genesi a partire dal primo abbozzo: uno step-by-step che idealmente ci affianca all'artista nel suo percorso creativo, impetuoso quanto ricco di ripensamenti e contrasti. Nella parte introduttiva sono raccolti i brevi saggi dei curatori Eike Schmidt e Chiara Toti, della critica Katrin Burtschelle e del gallerista Marko Schacher, accompagnati da alcuni scatti che ritraggono Tesfaye Urgessa al lavoro nel suo studio. Il volume è disponibile sia in edizione italiana sia in edizione inglese.

Mortali immortali. I tesori del...

Gangemi 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Con forti effetti scenografici potenziati dal contesto monumentale dei Mercati di Traiano, si presenta la mostra che vuole far conoscere al pubblico occidentale la civiltà del popolo Shu attraverso l'esposizione di 145 reperti provenienti dalle maggiori istituzioni museali della Provincia del Sichuan. Allestita fino all'11 marzo 2019 a Napoli, la mostra ha messo in scena 145 opere mai presentate in Europa in una rassegna così estesa ed ora aggiunge, come omaggio alla Roma Imperiale, 15 nuovi oggetti cultuali, tra i quali si distinguono tre bellissime maschere in bronzo. Non è solo il numero delle opere a colpire lo spettatore, ma il loro valore artistico e l'antica storia che raccontano. Esse sono infatti costituite dagli eccezionali ritrovamenti venuti alla luce nel corso di indagini archeologiche condotte a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso nella provincia del Sichuan, in particolare nei siti di Sanxingdui e Jinsha e nei cimiteri di Qinqbaijiang Shuangyan e Xindu Majia. Gli oggetti, appositamente selezionati dai curatori cinesi, coprono un lungo periodo di tempo, andando dal 1600 a.C. (epoca Shang) al 220 d.C. (epoca Han), ovvero fino alla scomparsa della cultura Shu. Essi indicano come la cultura Shu sia stata permeata da profonda religiosità, esprimendo un mondo nel quale gli uomini vivevano in armonia con le divinità e la natura, interrotto dalla conquista e trasformato dalla "consapevolezza della natura umana".

Tesfaye Urgessa. Oltre. Ediz....

Giunti Editore 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Tesfaye Urgessa è agli Uffizi. Etiope di nascita, da una decina d'anni lavora ed espone in Germania. Da Addis Abeba a Stoccarda a Firenze è l'insolito percorso del giovane artista sul quale converge l'attenzione di critici e osservatori qualificati fra cui il Direttore degli Uffizi Eike Schmidt. La sua pittura di grande forza cromatica, nutrita all'origine dall'esperienza di Egon Schiele, Francis Bacon, Lucian Freud, trasmette la lucidità estrema nell'analisi del soggetto, la ricerca sull'espressività del corpo, una dichiarata consapevolezza del contesto sociale e politico. Se la sua cifra è schiettamente contemporanea, vi si ritrovano tracce di un rapporto con la tradizione (si è parlato del Caravaggio) che da tempo non ha più carattere reverenziale ma di crescita critica anche da parte di quella che, fino a ieri, veniva evocata prudentemente come "pittura non-occidentale". La personalità di Urgessa emerge con forza nell'esposizione e nelle pagine di questo catalogo, regalandoci la scoperta di un'esperienza artistica vitale, comunicativa, coraggiosa, nella quali i soggetti ritratti appuntano non di rado lo sguardo sull'osservatore. Poco più di trenta opere sono in mostra, ma per alcune di esse viene proposta qui una sequenza fotografica che ne testimonia la genesi a partire dal primo abbozzo: uno step-by-step che idealmente ci affianca all'artista nel suo percorso creativo, impetuoso quanto ricco di ripensamenti e contrasti. Nella parte introduttiva sono raccolti i brevi saggi dei curatori Eike Schmidt e Chiara Toti, della critica Katrin Burtschelle e del gallerista Marko Schacher, accompagnati da alcuni scatti che ritraggono Tesfaye Urgessa al lavoro nel suo studio. Il volume è disponibile sia in edizione italiana sia in edizione inglese.

Carlo Scarpa. Le forme della luce

Paolini Giulio; Hind Charles; Repetto Paolo
Magonza 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
«Un idolo nascosto» lo definisce Giulio Paolini nel breve testo che apre il volume dedicato a Carlo Scarpa e che lo rappresenta come inventore di ritmi, sperimentatore di tecniche, capofila di un linguaggio non solo architettonico. Realizzato in occasione della mostra alla Repetto Gallery (Londra, a cura di Marco Arosio e Paolo Repetto, 26 settembre - 26 ottobre 2018), il catalogo ripercorre alcune delle visioni dell'artista, dalla realizzazione dei vetri Venini e Cappellin, alle sculture e ai celebri "Cavalletto", "Negozio Olivetti", "Complesso monumentale Brion", fino al tavolo Sarpi, la poltrona Cornaro e ancora disegni dagli anni Trenta agli anni Settanta. Il mondo orientale, giapponese, quello antico dei templi greci, gli elementi "luce" e "acqua", con i suoi riverberi, il colore, il ritmo e l'armonia mai calcolabile delle linee dei suoi edifici sono alcune delle tematiche analizzate nei testi in catalogo che si arricchisce anche di un vasto repertorio fotografico e un'ampia biografia dell'artista.

A Castiglioni. Catalogo della...

Urquiola P. (cur.); Sala F. (cur.)
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

39,00 €
In occasione del centenario dalla nascita di Achille Castiglioni, Electa pubblica il catalogo della mostra "A Castiglioni", allestita alla Triennale di Milano dal 6 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, a cura di Patricia Urquiola in collaborazione con Federica Sala. Uno dei più importanti architetti e maestri del design italiano del secolo scorso, Achille Castiglioni (1918-2002) ha saputo connettere, con puntuale intuizione e infinita libertà, gesti e generazioni, materiali e funzioni mettendo in relazione la quotidianità della vita con il senso più profondo ed etico del fare. Il catalogo, come la mostra, è organizzato in venti nuclei tematici, che affrontano i progetti architettonici, gli allestimenti e il design industriale in modo trasversale, procedendo per connessioni basate sulla componente di progettazione più significativa. In un continuo gioco di rimandi, citazioni e ricerche incrociate, il percorso disegna una geografia della sua produzione, sorta di atlante progettuale che ci permette di navigare come in un roadmapping nell'universo di Castiglioni: dall'uso sistematico della ripetizione negli allestimenti (Reiterare), alla simpatia volutamente insita in alcuni progetti (Morfismi), dalla grande capacità di sintesi di cui i Castiglioni sono stati maestri nel Raccontare il Progresso, all'utilizzo dello specchio e della rifrazione come principale componente di progettazione (Specchio/Riflesso), fino all'applicazione spaziale del Vuoto.