Singoli architetti e studi di architettura

Filtri attivi

Otto interventi residenziali nella...

Severi Mauro
Silvana 2020

Disponibilità immediata

24,00 €
Presentare oggi otto edifici (otto "case") di Mauro Severi impone sia una riflessione sullo stato attuale dell'architettura, per meglio comprendere l'autentico "senso" contemporaneo di tali manufatti, sia un approfondimento, fuori dagli schemi abituali, sull'autore, architetto a tutto campo, storico e pubblicista e, fatto non trascurabile, imprenditore.

Leonardo e l'architettura

Frommel Sabine; Guillaume Jean
Franco Cosimo Panini 2020

Disponibilità immediata

35,00 €
Leonardo da Vinci coltivò, tra i suoi molteplici interessi, anche quello per l'architettura, progettando edifici sacri, dimore, fortificazioni e città ideali, oltre a strutture effimere per festeggiamenti e rappresentazioni teatrali. Altri esempi di architetture da lui progettate si ritrovano nelle opere dipinte, come nell'Annunciazione, nell'Adorazione dei Magi o nell'Ultima Cena. Nei saggi di questo volume gli autori tracciano un ritratto degli interessi architettonici di Leonardo, contestualizzati sia nel suo percorso artistico e scientifico sia nel panorama a lui contemporaneo.

Baldassarre Orsini

Lenza C. (cur.); Trombetta V. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

34,00 €

Il padiglione del Brasile a Osaka....

Russo M. (cur.); Gandolfi C. (cur.)
CLEAN 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Il padiglione del Brasile all'Esposizione Universale di Osaka del 1969, in Giappone, è un'opera esemplare di un importante progettista di oltreoceano, il Pritzker Prize Paulo Mendes da Rocha. Il padiglione è un progetto che, nella sua semplicità e astrazione - una grande copertura rettangolare appoggiata, in soli quattro punti, su un suolo artificiale dalle morbide linee - riassume molti temi dell'architettura del suo autore e di quella brasiliana che, nelle sue migliori espressioni, ha saputo trovare una felice sintesi tra artificio, tecnica e natura. L'opera è documentata nella mostra "Il padiglione del Brasile a Osaka. Tra terra e cielo, lo spazio", a cura di Carlo Gandolfi e Mirko Russo, allestita nell'ambito delle iniziative culturali promosse dal Dipartimento di Architettura dell'Università di Napoli Federico II.

Lacaton & Vassal 1993-2017. Ediz....

El Croquis 2019

Disponibilità immediata

100,00 €
Il team di architetti Anne Lacaton & Jean-Philippe Vassal da oltre trent'anni sostiene con entusiasmo la filosofia dell'«abitare meglio». I loro progetti illustrano l'esigenza di un'architettura a basso costo, ma al contempo abbondante nella generosità degli spazi, sempre nel rispetto della sostenibilità.

Alessandro Antonelli. Elogio della...

Soci Alberto
Libraccio Editore 2019

Disponibilità immediata

17,90 €
Questo studio ha come scopo quello di trattare la figura di Alessandro Antonelli attraverso un'insolita quanto poco indagata analisi delle sue opere. La ricerca che ne deriva tenta di essere quanto più possibile lontana da predefinite posizioni critiche, differenziandosi da molti altri scritti di argomento analogo attraverso un percorso istruttorio che muove dalla relazione tra le grandi architetture dell'autore e la parallela costruzione della città ottocentesca. Il modello narrativo del commentario bibliografico pone in relazione differenti punti di vista che nel tempo hanno tratteggiato il lavoro dell'architetto piemontese, aprendo così a una più articolata e meno lineare rilettura della sua opera. Erasmo da Rotterdam nel suo celebre scritto «Elogio della follia», affermava che "audacia" e "mancanza di pudore" sono i presupposti di una libera sperimentazione che ha come fine la conoscenza; due caratteristiche queste che hanno accompagnato Antonelli lungo l'intero percorso artistico-professionale e che gli hanno permesso di scrivere alcune tra le più belle pagine della storia dell'architettura italiana.

Centro Botín. Santander. Ediz....

Piano Renzo; Piano L. (cur.)
Fondazione Renzo Piano 2019

Disponibilità immediata

45,00 €
La Fondazione Renzo Piano ha ampliato la collezione "Monografie" con la sua nuova pubblicazione sul Centro Botín - Santander.

Éric Lapierre. Ediz. italiana e...

Della Torre M. (cur.); Pedretti B. (cur.)
Silvana 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Éric Lapierre è architetto, scrittore, curatore. Il suo studio, con sede a Parigi, opera su diversi fronti progettuali e culturali, come sottolinea la sua suddivisione in tre sigle: EL Architecture, EL Text, EL Sound. I progetti spaziano dalle residenze agli spazi espositivi, dalle scuole agli studi urbani. A queste attività si affianca un forte impegno teorico, che si traduce in lavori editoriali, organizzazione di eventi artistici e curatela di esposizioni. Éric Lapierre svolge inoltre da anni una costante attività didattica, che lo ha portato a insegnare all'École Nationale Supérieure d'Architecture di Marne-la-Vallée (Parigi), al Politecnico di Losanna, all'Università del Quebec di Montréal e all'Accademia di architettura dell'Università della Svizzera italiana a Mendrisio.

Peter Eisenman. Gher-ghar. House 11A

Pisciella Susanna
Mimesis 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Gher e ghar sono la vocalizzazione e traslitterazione dall'ebraico della radice "Gime, l + Re-s", che significa "essere straniero" quando usato come sostantivo gher e "abitare" quando usato come verbo, ghar. Quelli che per la tradizione Occidentale sono due termini in opposizione, nella cultura ebraica costituiscono invece un'unità essenziale. Nell'Antico Testamento la 'eReTs, la terra, non può essere posseduta da alcun individuo in particolare, perciò nessuno vi può fondare alcuna costruzione. La terra può essere ceduta in uso per un tempo definito, ma mai in proprietà. Di conseguenza l'ebreo si sposta continuamente (Re-s), abitando in modo instabile luoghi e idee. L'esilio e, infine, la diaspora, trasferiscono nella storia questa modalità, che si traduce in una elezione allo sradicamento e al deserto; all'estraneità persino nel luogo più intimo, la propria casa. Impossibilità al radicamento, al contrario di come invece è concepita da sempre l'architettura Occidentale. Affermativa, epistemica. Una rivoluzione architettonica che, passando attraverso la riscrittura dei codici dell'abitare diviene a tutti gli effetti una rivoluzione culturale con la quale iniziare a confrontarsi. Le vocalizzazioni gher e ghar sono state riprese dal libro di Shmuel Trigano "Il tempo dell'esilio".

Mitografie d'architettura. Percorsi...

Guarrera F. (cur.)
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Comprendere l'essenza profonda del paesaggio del Mediterraneo attraverso la conoscenza dei suoi miti: è questa la strategia attuata da Giuseppe Arcidiacono per mezzo delle "mitografie d'architettura". Un atteggiamento progettuale che si propone di risolvere il difficile equilibrio tra i caratteri essenziali del paesaggio e la ricerca di nuovi codici linguistici per la definizione di un'architettura contemporanea.

Leonardo Ricci. Fare comunità....

Piccardo E. (cur.)
Plug_in 2019

Disponibilità immediata

20,00 €
Leonardo Ricci, architetto, pittore, intellettuale vivace è stato protagonista dell'architettura del Novecento ed ha esplorato una diversa idea di organicismo attraverso i progetti per le comunità valdesi di Agàpe e Monte degli Ulivi. Questo libro esplora l'attitudine di Ricci nel generare comunità attraverso l'architettura. Testi di E. Piccardo, G. Fiusco, L. Guido, G. Bartolozzi, P. Artale.

Luca Moretto. Architettura per la...

Piva C. (cur.)
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Nelle opere di Luca Moretto, torinese di nascita e formazione, si intrecciano armoniosamente la dimensione del fare e la ricerca paziente. Il libro rispecchia, a cominciare dal titolo, questa impostazione, ben declinata nel testo di Cesare Piva, in cui i lavori sono ordinati in maniera analogica come in un album di famiglia e accostati per temi e argomenti, per geografie e tecniche costruttive. Gli edifici, gli interventi e i progetti, gli acquerelli e gli studi storici sono investigati minuziosamente e con amicizia, tra punti fermi e digressioni, provocati dall'analisi degli oggetti e dalle conversazioni con l'autore, nonché dalle percezioni maturate durante l'esperienza dell'abitare. Ossia da ciò che più conta. Il volume raccoglie una selezione delle opere civili. Tutte nascono dall'ascolto del committente-abitante e della natura, come attestano le parole usate dallo stesso Moretto per descrivere la ristrutturazione del Collegio Einaudi di Torino (2011-2015): "Le scelte progettuali sono state guidate dalla necessità di ridare dignità all'atto dell'abitare. La camera del collegio surroga temporaneamente per lo studente la casa; deve pertanto possederne delle qualità. Una casa che però non guarda al passato ma lo accompagna nel futuro. La camera è quindi uno spazio-teatro per la rappresentazione di azioni, quali: dormire, studiare, rilassarsi, amare, socializzare, pensare, ovvero vivere". Tra gli altri lavori presentati vi sono il restauro del Mausoleo Bela Rosin (2000-05) con Gabetti & Isola e Luciano Luciani, la realizzazione del polo didattico San Luigi Gonzaga, della Facoltà di Medicina e Chirurgia a Orbassano, con Luciano Luciani (2002-05) e il restauro e ampliamento della Pinacoteca Accademia Carrara di Bergamo (2002-13), con Aimaro Isola e Icis. Le opere di Moretto muovono dall'atto del disegno, strumento di comunicazione e riflessione creativa, e crescono nel cantiere, luogo della verifica e dell'immaginazione. Sono antiretoriche, prive di atteggiamenti autoreferenziali o da demiurgo. Sono plasmate sull'uso libero di ricerche storiche e critiche - sulla storia dell'architettura del Novecento e negli archivi degli architetti - decifrate con l'intelligenza dell'amore.

Pensieri di Carlo Scarpa. Ediz....

Gomiero G. (cur.)
Scalpendi 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Il presente volume, curato da Giulia Gomiero e promosso dalla Galleria Gomiero di Milano, nasce dall'esigenza di interrogarsi su quando l'architettura diviene poesia. Il libro presenta un centinaio di fogli perlopiù inediti, definiti dallo stesso architetto «i miei pensieri», idee primigenie impresse sulla carta di alcune tra le sue più celebri realizzazioni architettoniche, prevalentemente degli anni settanta. Riflessioni a matita, penna stilografica, pastelli colorati, schemi metrici capaci di trasmettere un ritmo poetico: il disegno, nell'opera e nel pensiero dell'architetto, è considerato medium di indagine e d'espressione formale. Il volume è strutturato "per sottrazione": ciò che viene normalmente elaborato come saggio critico, viene qui espresso in forma di asciutta didascalia che riporta le descrizioni essenziali del corpus grafico presentato.

Vincenzo Corazza e gli anni Trenta...

Colonna Angela; Fiore Domenico; Vadini Ettore
Libria 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Molta critica architettonica ha esaminato la prima metà del Novecento con contributi a volte discordanti, avendo spesso intrapreso strade che hanno messo in secondo piano altre produzioni rispetto a quella più razionalista del Movimento Moderno. Ne è conseguito che gran parte dell'operosità d'ingegneri e architetti "minori" è stata tenuta a margine se non esclusa dalle trattazioni sull'architettura del periodo. Così protagonisti di primo piano come Vincenzo Corazza sono stati tralasciati per ricercare in quegli anni più chi si era espresso in totale concordanza con il pensiero radicale dei modernisti. Questo libro vuole assumersi il compito di riscoprire un progettista delle istituzioni, che ha operato con un'altra modernità, mettendo in primo piano la sua opera intellettuale, prestata quasi tutta agli uffici tecnici, e tenendo sullo sfondo la cultura e la storia di Matera in età moderna. Vuole restituire al mondo della cultura una figura cardine e operativa per la città dei Sassi; patrimoni, quelli di Corazza, che difatti hanno condizionato le vicende urbane post-moderne e contemporanee di una singolare città oggi Capitale Europea della Cultura 2019.

Carlo Mollino, architetto. Ediz....

Bolzoni Luciano
Silvana 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Carlo Mollino fu grande architetto, designer e arredatore, ma anche fotografo, scenografo, sciatore professionista, pilota automobilistico e aviatore acrobatico, e ancora influente docente universitario e scrittore di rango. Non abbandonò mai il suo tempo, cercando di proiettarsi nel futuro che incombeva con uno sguardo sul passato. Forse troppo in anticipo sui tempi, visse la sua architettura tra i contrasti del presente e le conferme trascorse. Il libro indaga due storie, coincidenti e trasversali: quella dell'uomo che crede e tenta di fare tutto e quella dell'architetto che, navigando nel passato, si proietta nel domani.

Permanenza e attualità. I BBPR e il...

Montanari Elena
Maggioli Editore 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Progettato dallo Studio BBPR (Gian Luigi Banfi, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti ed Ernesto Nathan Rogers) e realizzato a Carpi, nei pressi del Campo di concentramento di Fossoli, tra 1963 e 1973, il Museo-Monumento al Deportato Politico e Razziale nei Campi di Sterminio Nazisti è una pietra miliare nella storia delle architetture dedicate alla memoria. Questo volume intende fornire una lettura degli assunti culturali e dei temi architettonici e allestitivi che hanno partecipato alla sua definizione, per mettere in luce lo straordinario valore di questo progetto che si articola nella permanenza e nell'attualità della sua funzione, come «ricordo» e «monito» per la storia che racconta e come luogo di sperimentazione di paradigmi fondativi per la moderna museografia della memoria.

Armonia segreta. Carlo Scarpa e il...

Frediani Gianluca
Quodlibet 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Che il mondo delle architetture scarpiane derivi da una estenuante ricerca condotta sulle forme e i materiali è fatto noto ed evidente; meno noto è che questa ricerca sia fondata su una attenta applicazione dei tracciati regolatori e dei principi proporzionali derivati dalla sezione aurea. I disegni pubblicati in questo saggio ci raccontano, in maniera suggestiva e sottile, della instancabile ricerca della bellezza che Carlo Scarpa compie attraverso i numeri e le forme. Il fascino inafferrabile della sua architettura risiede anche in questa traccia segreta che nasconde, sotto l'apparente chiarezza delle soluzioni adottate, un lungo processo di affinamento della composizione che aspira e tende alla perfezione assoluta.

9ª Rassegna biennale di...

Gaspari 2019

Disponibilità immediata

29,00 €
La Rassegna Biennale d'Architettura - Premio Marcello d'Olivo, presente nella scena dell' architettura friulana dalla fine degli anni 80, è da sempre corredata da esposizioni e iniziative collaterali nei capoluoghi della regione, in Slovenia e Carinzia. La preselezione delle opere presentate è sempre a "maglie larghe", affidando alla giuria internazionale, ex post, l'indicazione delle opere migliori. Questo carattere fa della rassegna un esemplificativo campione delle condizioni della produzione architettonica in regione e dell'evolversi nel tempo dei suoi caratteri generali, possibile oggetto di analisi anche da parte di altri saperi.

Le indagini etnografiche di Pagano

Bilò Federico
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

13,50 €
A partire dal 1935, Giuseppe Pagano effettua un lavoro sul campo, esplorando il territorio nazionale in cerca dei più significativi esempi di architettura rurale: che fotografa magistralmente. Con questa ricerca, l'architetto istriano espande il perimetro dell'architettura, includendovi il costruito minore; e questo ampliamento è stato e rimane un prolifico tentativo di rompere la monoliticità disciplinare. Un tentativo nel quale possiamo leggere, oggi, il ruolo decisivo dell'antropologia: disciplina che si dà carico di osservare, comprendere e interpretare la complessa articolazione dell'ambiente fisico e sociale; disciplina indispensabile per l'individuazione dei materiali necessari a un cambiamento radicale nella pratica dell'architettura.

Genesi del monumento alla...

Folisi E. (cur.)
Gaspari 2019

Disponibilità immediata

13,50 €
Gino Valle ricostruisce le modalità di ideazione e progettazione del monumento alla Resistenza di Udine attraverso un'intervista concessa a Enrico Folisi realizzata nell'estate 1988. Accompagnano la pubblicazione le immagini del reportage inedito dello Studio Brisighelli e le fotografie dell'inaugurazione nel 1969 del monumento estrapolate dal documentario "Udine 25 aprile 1969, inaugurazione del monumento alla Resistenza".

Aldo Peressa. Cereal Docks Demethra

Peressa Aldo
Il Poligrafo 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
L'opera di Aldo Peressa che viene documentata in questa monografia è un'opera della maturità, un'opera che - anche per la sua complessità funzionale e articolazione compositiva - in qualche modo costituisce una sintesi di alcuni dei principali temi fino ad oggi trattati dalla sua architettura, innanzi tutto, quello della luce. Questo progetto Cereal Docks Demethra si sviluppa secondo l'elaborazione di alcuni volumi elementari che, grazie alle peculiari soluzioni costruttive, si pongono di fronte all'azione della luce in modo autonomo, proponendosi nei suoi confronti con attitudini ed esiti differenziati. Poi quello del rapporto natura/artificio. In fondo, per l'architettura la natura in sé non esiste, è sempre frutto di un'astrazione, è natura simbolizzata, ipostatizzata. Natura artificiale, per così dire. Infine quello del luogo. «Uno degli scopi profondi dell'architettura» - scrive Peressa - «non è tanto quello di prendere luogo, di dislocarsi nelle aree o negli spazi prescelti o concessi, ma è quello di creare luoghi. La creazione del luogo è il suo fine ultimo».

Livio Vacchini. La struttura come...

Guarrera F. (cur.)
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Comporre e rappresentare sono le due azioni del processo progettuale che in Vacchini tendono ad una sintesi unitaria e assoluta. Un modus operandi che riporta il "pensiero forte" e il "dominio dell'astrazione" nel processo generativo dell'architettura.

UniFor. Una vocazione per...

Irace F. (cur.)
Skira 2019

Disponibilità immediata

55,00 €
50 anni di una storia italiana di successo: la vita di un'azienda, UniFor, che ha reso grande il design italiano nel mondo. Progetti, prodotti, architetti e designer raccontati in un libro che ricostruisce il backstage e l'originalità di un metodo e di un sistema di produzione che pongono al centro lo spazio delle comunità.

Tochtermann Wündrich. Selected...

Tochtermann Wündrich
Libria 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Il volume presenta lavori recenti del studio Tochtermann Wündrich con base Monaco. L'idea di architettura che i due giovani architetti porgono in questo libro è tutta contenuta dentro alle assonometrie che, come icone, aprono ciascuno dei progetti da loro scelti. Icone che non esistevano prima di questo libro e che diventano simboli di un'architettura che si potrebbe definire icastica. Un'architettura che descrive nei tratti sostanziali se stessa, le proprie forme e i propri elementi, in modo immediato, memorabile e autoreferenziale. Il testo introduttivo è di Enrico Molteni.

L'ineffabile in Charles Correa

Narne Edoardo
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

9,90 €
Considerato da molti in India come uno yogi, un guru, una persona capace di trascendere e di cogliere l'ineffabile che ci circonda, Correa è stato di fatto il mio maestro distante, legato profondamente alle mie origini indiane, con cui costantemente ho immaginato di confrontarmi. Una figura di pensatore, architetto e urbanista a cui tendere. Tutta la sua produzione, da quando stupì il mondo a soli 28 anni con il suo museo-memoriale per il Mahatma Gandhi ad Ahmedabad, fino all'ultimo lavoro, l'Ismaili Center a Toronto, è un susseguirsi di progetti fuori dal comune. In ogni circostanza ha avuto il coraggio di mettersi in discussione, operando in estrema onestà e rendendosi disponibile a confrontarsi con luoghi, culture, climi e soprattutto gruppi di persone eterogenei. In molte sue opere della maturità ha profuso uno sforzo intensissimo nella ricerca profonda della dimensione spirituale più alta, nel tentativo di introiettare parte dell'energia cosmica che ci circonda, in architetture dense di carattere.

Ella

Gioli Alessandro
Altralinea 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
Il rapporto fra l'Artefice e la sua Opera sta ai confini dell'ineffabile, là dove visione e realtà, desiderio e attesa, stupore e riconoscimento si fondono nel più intimo e recondito sentire, creando meravigliosi e talvolta struggenti legami di appartenenza. «A quell'intreccio di sentimenti, che lui intese come presenza, volle dare un nome: "Ella" nome e anche pronome di antiche usanze. La chiamò così per il mistero che avvolge la natura del femminile, per cui provava sentimenti di attrazione e affettuoso rispetto». Storia segreta di un architetto e della sua casa.

L'idea di domestico in Knut...

Flora Nicola
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
"Mi piace che le nostre case siano più ricche dentro, che fuori. Come i libri coi loro piatti esterni riempiti da avventure nascoste."

Mies van der Rohe. 13 case + 2...

Taormina Francesco
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Attraverso l'analisi dell'esperienza di Mies sullo spazio della casa individuale, affiancata da un'inedita sequenza di immagini di modelli architettonici, il libro costruisce un percorso concettuale che riguarda le complesse modalità di costruzione dell'architettura attraverso il suo progetto: un percorso che si può leggere come una razionale puntualizzazione argomentativa di aspetti che ne investono la pratica, isolandone specifiche problematicità.

Kahn e Mies. Tre modi dell'abitare

Visconti Federica; Capozzi Renato
CLEAN 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
Mies van der Rohe e Louis Isadore Kahn sono stati Maestri scelti, ormai quasi venti anni fa, nell'ambito delle rispettive ricerche di dottorato degli autori di questo volume: quella di Renato Capozzi dedicata al Maestro di Aquisgrana e, in particolare, alle sue architetture ad Aula lette, attraverso la triade ideazione-costruzione-composizione, come paradigmatiche dell'edificio pubblico moderno e quella sulla architettura per la ricerca scientifica di Federica Visconti che non poteva non trovare nei Richards Medical Research Buildings ma soprattutto nel Salk Institute for Biological Studies di Kahn un riferimento imprescindibile nella riflessione sul rapporto tra tema, tipo e luogo. Nel tempo il lavoro di questi Maestri è rimasto un punto di riferimento costante legato non tanto al mero giudizio estetico sui loro capolavori ma alle strade che essi avevano segnato e che, evidentemente, interessava continuare a percorrere: Mies van der Rohe e, in particolare, il rapporto tra forme della costruzione e espressività della forma architettonica; Louis Kahn e l'architettura come mezzo per la rappresentazione delle istituzioni umane.

Raymundo Sesma. Campo Expandido,...

Postmedia Books 2019

Disponibilità immediata

55,00 €
Questo libro è dedicato all'opera architettonica di Raymundo Sesma, ai suoi campos expandidos, al design di Advento, e presenta qui il lavoro degli ultimi dieci anni tra Italia, Messico e resto del mondo. All'interno saggi in tre lingue (italiano, spagnolo e inglese) di Donald Kuspit, Michelangelo Pistoletto, Marcela Quiroz, Gonzalo Ortega e Fortunato D'Amico. Un documento importante per chi si occupa di arte e architettura e delle sue implicazioni sul tessuto sociale. "L'attività artistica di Raymundo Sesma mi pare di grande valore perché rigenera interi quartieri attraverso il coinvolgimento dei cittadini, e così attiva la partecipazione della società locale in un progetto pienamente democratico". (Michelangelo Pistoletto).

Tortelli e Frassoni

Castagnara Codeluppi Manuela
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

30,20 €

Giovanni Pernice. L'Arena Trianon e...

Alfano Fabio
Edizioni d'arte Kalós 2019

Disponibilità immediata

14,00 €
Uno studio che è anche un omaggio all'ingegnere Giovanni Pernice e alla sua attività di progettista in un periodo molto particolare contrassegnato dalle due guerre, dalle ricostruzioni, dal boom edilizio e dall'inizio della speculazione. Partendo dalla sua opera più conosciuta - l'Arena Trianon, realizzata nel centro storico di Palermo tra il 1944 e il 1945, che oggi merita una riflessione particolare per riscattarla dal degrado e dallo stato di abbandono in cui versa - queste pagine prendono in esame gran parte dei progetti del Pernice (gli edifici residenziali e gli arredi d'interni, i villini, gli esercizi commerciali, i chioschi), tutte opere in cui emerge nettamente il "decoro" progettuale quale sua cifra stilistica in una fase di grande trasformazione dei linguaggi architettonici. L'opera di Pernice diviene dunque motivo di riflessione sulla qualità architettonica, urbanistica e ambientale per ribadire la possibilità che abbiamo oggi di costruire bene, di fare vera architettura, rendendo la città il luogo del buon abitare.

Nell'antro di Efesto a fonder...

Riva Giorgio
Skira 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Giorgio Riva è un architetto che coltiva l'arte fin dagli esordi, guardando alle radici dei linguaggi e alle articolazioni della mente, "Nella confusa temperie delle culture che regna attualmente è fondamentale essere vigili e pronti a navigare controvento. La mia rotta mi ha condotto su un dosso del Parco di Montevecchia a fare un luogo destinato all'intreccio delle arti". Villa 3 Tetti di Sirtori non è tanto una raccolta di opere, è piuttosto un'opera complessiva dentro la quale si cammina. Arte del paesaggio, arte della luce, architettura, scultura, pittura vi s'intrecciano con poesia e musica: qui il vero protagonista è il metalinguaggio che le unisce. Prefazione di Stella Casiraghi.

Adalberto Libera. Tracce per una...

Melis Paolo
Skira 2019

Disponibilità immediata

19,00 €
Questa ricostruzione a tutto tondo di Adalberto Libera, personaggio di primo piano e di assoluta centralità nella cultura architettonica italiana del XX secolo, è più di una biografia, e aspira a essere il ritratto che più gli corrisponde. Nasce da un'accurata indagine dei diversi e non comuni ambienti e luoghi in cui Libera è vissuto; è frutto di un attento riesame di fatti, date e circostanze che hanno scandito le sue scelte di architetto, e infine è il risultato di uno scrupoloso lavoro sulle carte del suo prezioso archivio. Paolo Melis ripercorre, attraverso una narrazione viva e coinvolgente, l'intero arco esistenziale dell'architetto trentino. I dodici capitoli in cui è suddiviso il volume sono preceduti da una premessa di Giovanni Marzari e accompagnati da uno scritto di Franco Purini.

GVC - Guillermo Vázquez Consuegra....

Tessari Alessandro; De Pro Lozano German
Altralinea 2019

Disponibilità immediata

20,00 €
I suoi edifici hanno una qualche connessione al mare, ai porti, alla partenza. Anche quando sono ubicati nelle assolate città spagnole dell'entroterra come Madrid, Toledo o Ciudad Real [...] Forse perché i suoi edifici sembrano pensare e contemplare l'orizzonte che li circonda. Edifici viventi attraverso i quali scorre il vento e dove il vuoto è dispositivo compositivo fondamentale, nucleo in cui pulsano tutte le tensioni del corpo architettonico. Edifici che si radicano come ancore ai luoghi e li interpretano.[...] Il Centro Culturale Caixaforum di Siviglia rappresenta un'ulteriore prova della sapienza con cui Vázquez Consuegra infonde un carattere pubblico all'architettura attraverso il vuoto come principale dispositivo compositivo. Il riutilizzo di una porzione di edificio incompiuto parzialmente ipogeo, costituisce l'occasione per risarcire la città della pesante eredità lasciata dalla costruzione di grandi padiglioni e recinti chiusi per l'Expo del 1992.

Barcellona

Gaudì Antoni
Casimiro 2018

Disponibilità immediata

8,00 €

L'ultima cattedrale. La Sagrada...

Restelli Stefano
Leone 2018

Disponibilità immediata

35,00 €
«È passato il tempo in cui la fede e l'entusiasmo religioso elevarono un infinito numero di cattedrali». Sembrano parole di rassegnazione quelle che il giovane e appena laureato Antoni Gaudi affida ad un quaderno di appunti nell'estate del 1878. Eppure, sarebbero bastati pochi anni per ritrovarlo impegnato nella direzione del cantiere di una chiesa, per quanto destinata ad essere null'altro che l'ennesimo tempio neogotico di una Barcellona in forte espansione. Nell'arco di alcuni mesi, tuttavia, già si respirano felici intuizioni creative che portano, dopo lunghi decenni di studio, a un edificio di culto senza eguali nel panorama europeo e internazionale: un risultato sorprendente, che la collettività, specialista o semplice destinataria dell'opera, amava e ama tuttora celebrare come "cattedrale" tra le più straordinarie. Il volume guida alla scoperta delle relazioni che il tempio di Gaudi intreccia con la grande stagione delle cattedrali gotiche, accompagnando gradualmente a contemplare, da una prospettiva inedita, il ricco patrimonio formale e simbolico che qualifica la Sagrada Familia come legittima, ultima "cattedrale" erede di un'illustre tradizione architettonica di fede e identità. Distinguono tale esegesi la ricostruzione del contesto storico ed estetico dell'epoca, la rigorosa analisi delle fonti autografe e più vicine allo stesso Gaudi, la riflessione sul suo corpus architettonico e l'attento esame dell'ampia letteratura dedicata alla Sagrada Familia. Prefazione di Jaume Serrallonga I Gasch, architetto presso la Junta Constructora del Tempie Expiatori de la Sagrada Familia. Con un saggio storico di Giorgio Federico Siboni, consigliere scientifico operativo del Centro documentazione Residenze Reali Lombarde.

Principia architectonica

Campo Baeza Alberto; Mauro A. (cur.)
Marinotti 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
La magia dei complessi spazi bianchi ed eterei delle sue case, la solidità della luce che scandaglia il grande vuoto della banca di Siviglia, così come l'eccezionalità della trasparenza delle sue casse magiche, sono spiegati in questo testo da un autore che ci permette di avvicinarci alle basi teoriche della sua opera costruita. Alberto Campo Baeza, architetto e professore madrileno ormai di casa a New York, in questo libro ci racconta la sua personale poetica mediante una raccolta di strumenti del progetto operativo, che possono facilmente essere riletti come tematiche dell'architettura contemporanea. La luce, il suolo, l'orizzontalità o la leggerezza sono parole spesso ripetute dagli architetti, ma che difficilmente trovano una loro chiarezza esemplificatrice come in questo testo. Allo stesso modo parole "importanti" come poesia, memoria o tempo sono affrontate con coraggio fino a dare un senso altro alla materialità delle singole opere. Il noto problema di tettonico e stereotomico, la complicata relazione che contrappone architettura e natura, il valore simbolico dell'angolo e del segno nel territorio e nella città, diventano dunque il modo in cui i grandi temi si declinano nella realtà costruita e costruttiva dell'architettura, rendendo intenso il loro valore.

La materia del vuoto

Bocchi Renato
Universalia 2018

Disponibilità immediata

12,00 €
"L'architettura è uno spazio esperienziale, e dovrebbe essere un'esperienza dinamica. Tutto questo è suggerito poeticamente negli studi di Renato Bocchi qui pubblicati. Il primo tema di riflessione è il vuoto, la considerazione del cavo, del non detto, nello spazio dell'architettura; il secondo tema è quello della luce. Lo spazio (e il vuoto) e la luce (e le ombre) sono due mezzi astratti e sfuggenti, ma che influenzano la nostra vita. Nell'ultimo testo l'autore accosta linguaggio e paesaggio, facendoli funzionare come orazioni grammaticali, per regalarci un'immagine. Se il tipo di sintassi in natura è come un lampo, che si sviluppa tra il cielo e la terra, qui l'autore raggiunge una inedita e suggestiva traslazione di forze per farci intendere l'architettura. La cosa che più colpisce è la composizione di questi saggi in capitoli riassunti in brevi haiku. Non sono tanto digressioni analitico-critiche o storico-artistiche ma presentazioni, accompagnate da un prezioso materiale documentario, che tendono più a suggerire che ad asserire". (dalla prefazione di Kosme de Barañano)

La casa felice. Indagine su Marcio...

Bricolo Filippo
LetteraVentidue 2018

Disponibilità immediata

18,00 €
Non c'è violenza nell'architettura di Marcio Kogan e dello studio mk27. Non c'è gravità nei loro spazi domestici. I loro progetti sono un condensato di ottimistica smisuratezza, serenità compositiva ed equilibri risolti. Nelle loro case felici ogni tipo di intellettualismo è bandito. L'architettura si apre all'abitante in modo empatico proponendo l'ordine e l'armonia come elementi principali del progetto.

Baccio da Montelupo. Architetto...

Ceccanti Costantino
Pacini Fazzi 2018

Disponibilità immediata

28,00 €
Baccio da Montelupo è universalmente conosciuto per essere stato uno dei maggiori scultori fiorentini al passaggio tra i secoli XV e XVI. Amico di Michelangelo, prese parte ad alcune delle maggiori imprese artistiche della sua epoca, lavorò tra Firenze, Bologna e Venezia. Tuttavia, esiste un lato meno noto e meno indagato della sua carriera: già Giorgio Vasari parlò della sua attività di architetto che si svolse soprattutto, ma non solo, nell'ultimo quindicennio della sua vita, trascorso a Lucca. L'obiettivo di questo studio è quello di ricostruire il percorso architettonico di Baccio da Montelupo, partendo dalle prime opere effimere, realizzate in occasione della visita di Leone X a Firenze, nel 1515, per arrivare alle imprese lucchesi. La scansione della documentazione d'archivio, delle fonti secondarie e, soprattutto, un'attenta analisi dell'architettura lucchese del primo Cinquecento, hanno permesso di definire in maniera dettagliata un aspetto tra i meno studiati ma tra i più interessanti del pieno Rinascimento.

Monaco, Luccichenti

Melis Paolo
Mondadori Electa 2018

Disponibilità immediata

100,00 €
Le loro figure e la loro fama di architetti sono indissolubilmente legati al successo e all'immagine dello Studio Monaco e Luccichenti fondato intorno al 1936-37 e destinato a diventare uno dei luoghi di punta di un nuovo modo di fare architettura, dove le sinergie di gruppo, gli alti specialismi, la garanzia di un prodotto di qualità e la capacità di saper trattare i vari aspetti della complessa materia progettuale sono stati in grado di fare la differenza: due personalità diverse ma un'unica solidale esperienza dell'architettura; un binomio la cui originalità di approccio al progetto e il cui stile inconfondibile travalicarono ben presto i ristretti confini nazionali per porsi all'attenzione della critica e della stampa specializzata internazionale. Amici dei più importanti artisti, poeti e intellettuali italiani del loro tempo, sono stati tra i più influenti e fervidi sostenitori dell'apertura del progetto architettonico alle correnti più avanzate e sperimentali dell'arte italiana moderna e contemporanea. Questa monografia sull'opera di Monaco e Luccichenti, colma un inspiegabile vuoto di conoscenze, ricostruisce, sullo sfondo di una storia del paese che va dal finecorsa dell'Italia mussoliniana all'Italia del boom e della dolce vita, un capitolo di architettura italiana in grado di riassegnare il posto a due suoi legittimi interpreti, tanto più significativi ed emergenti quanto più difficilmente collocabili nelle usuali categorie.