Stili artistici: Cubismo

Filtri attivi

Guernica. Genesi di un dipinto

Arnheim Rudolf
Abscondita

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
"'Non faccio mai un quadro come opera d'arte; ognuno di essi è una ricerca. Sono sempre alla ricerca e c'è una sequenza logica in ciò che ricerco. E per questa ragione che li numero; è un esperimento nel tempo; li numero e li dato; forse un giorno qualcuno me ne sarà riconoscente'. Questa osservazione di Picasso è significativa, ci indica come, secondo lui, l'elemento più rilevante nella creazione non consiste in un lavoro singolo o nella somma di tutti i lavori, ma nel processo di fluttuazione e di continua trasformazione offerto dalla sequenza dei tentativi. Secondo Picasso, tutta la sua opera creativa sembra possedere una dimensione temporale che non deve esser considerata come biografica ma come un aspetto essenziale dell'opera stessa. Ne consegue che gli schizzi per una determinata opera devono essere considerati alla stregua di una sequenza di opere compiute, e che essi, oltre a rappresentare gli stadi successivi d'un problema risolto gradualmente, debbono essere considerati come varianti sul tema di quella particolare opera. Ecco perché dobbiamo considerare come significativo il fatto che, per la prima volta nella storia, un artista abbia creato, catalogato e conservato con cura delle serie così vaste di studi preparatori. Il materiale preparatorio a Guernica, che viene qui riprodotto nella sua interezza, consiste di disegni e pitture, oltre a numerose fotografie (prese nello studio di Picasso dalla moglie Dora Maar) di vari stadi dell'opera stessa."

Picasso

Stein Gertrude
Skira

Disponibile in 3 giorni

9,90 €

Picasso

Skira

Disponibile in 3 giorni

11,90 €

Braque vis-à-vis. Picasso, Matisse...

Mondadori Electa 2019

Disponibile in 3 giorni

33,00 €
Il volume accompagna l'omonima mostra (Mantova, Palazzo della Ragione, 22 marzo - 14 luglio 2019), che presenta circa 150 opere di Braque risalenti prevalentemente al periodo tra le due guerre e al secondo dopoguerra. Grande attenzione è riservata alla sua produzione matura, caratterizzata dall'affermarsi di un alfabeto fantastico fatto di pochi lemmi, un orientamento ideografico (o pittografico) per cui arti figurative e poesia acquistano tratti morfologici comuni e i temi sono replicati e perfezionati alla ricerca di una semplicità ultima e definitiva. E così, grande importanza acquista, in questa sua fase creativa, il libro d'artista, ampiamente presentato in mostra. Il catalogo ricostruisce anche le relazioni tra Braque e gli artisti della sua generazione, ma anche della generazione più giovane, incluso Duchamp. Include i saggi firmati da Michele Dantini e Markus Müller, insieme a testi di Georges Braque, Michael Baxandall, Louis Aragon, Eugenio Montale e molti altri.

Picasso. Della guerra e della pace....

Sini
Jaca Book 2018

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
Sul tema della Guerra e della Pace sono messe a confronto le opere di un pittore che ha percorso il XX secolo, Pablo Picasso, e le parole di un filosofo, Carlo Sini, che ne ha percorsa la seconda parte, entrando nel XXI secolo. Un importante testo di Sylvie Forestier ci accompagna nella Cappella della Guerra e della Pace di Picasso e nella cronologia delle sue opere. Picasso, alla fine della prima guerra mondiale, viaggia in Italia con Cocteau e scopre il mito mediterraneo della pace. La guerra di Spagna con il bombardamento nazista di Guernica ispira a Picasso un capolavoro sulla tragedia della guerra, "Guernica" appunto, accompagnato da opere sul dolore. Dopo la seconda guerra mondiale, ad Antibes Picasso ritrova la pace mediterranea e, politicamente impegnato, ne realizza un simbolo, la colomba. La guerra in Corea lo riporta a una nuova Guernica, questa volta nel ricordo della fucilazione dipinta da Goya. La sfida della Cappella della Guerra e della Pace, unitamente a Guernica e a Massacro in Corea fa di Picasso l'artista moderno più capace di metterci con forza poetica davanti all'orrore della guerra. Le parole di Sini ci conducono al senso e alla pratica della pace. Sini ricorda Whitehead per il quale la pace era un «modo di essere, non un concetto; piuttosto è un'azione simbolica, che ha qualche connessione con l'Arte e col Bello. In questo senso essa frequenta idealmente il mito e tutte le figure archetipiche dei primordi umani». Sini insiste: «Non lo starsene in pace o l'essere lasciati in pace nel proprio rifugio e nascondiglio ma, al contrario, l'essere totalmente aperti e nell'aperto, senza più protezione (come diceva Rilke), innamorati dello spettacolo degli altri e della bellezza della vita comune; dimentichi di profitti immaginari e interamente dediti alle imprese da affrontare con i compagni che il destino ci ha dato».

Cubismo

Nigro Covre Jolanda
Giunti Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Un dossier dedicato al Cubismo. In sommario: Idoli ghignanti e bizzarrie cubiche; Le quattro tendenze del cubismo; Un purista fanatico, un ammasso di pneumatici e una Gioconda cubista; Dalla grande ruota alla ruota di bicicletta; Spirito nuovo e slancio moderno. Come tutte le monografie della collana Dossier d'art, una pubblicazione ricca di riproduzioni a colori, completa di un quadro cronologico e di ricca bibliografia.

Cubismo

Ganteführer-Trier Anne
Taschen 2015

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Con Picasso e Braque a fare da apripista, il Cubismo è stato il primo movimento d'avanguardia del XX secolo. Pesantemente influenzato dall'asprezza dell'arte e della scultura africane e dei nativi americani, il Cubismo destruttura le convenzioni di punto di vista e prospettiva, rivoluzionando la pittura e l'arte occidentale in generale. Con le sue forme piatte, geometriche, sovrapposte, semplificate e i piani spaziali frammentati, il Cubismo è diventato uno dei movimenti più influenti e di vasta portata dell'arte moderna. Questo libro narra la storia ed espone la teoria dietro il Cubismo, ed esamina l'opera dei suoi primi esponenti, e degli artisti che li seguirono. Gli artisti: Pablo Picasso, Edmond Fortier, Paul Cézanne, George Braque, Henri Le Fauconnier, Jean Metzinger, Fernand Léger, Juan Gris, Albert Gleizes, Henri Laurens, Salvador Dalí, Brassaï, Robert Delaunay, Raymond Duchamp-Villon.

Cubisti Cubismo. Ediz. illustrata

Eyerman C.
Skira 2013

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Nel 1907 Picasso dipinge Les Demoiselles d'Avignon. Da qui, a Parigi, prende così avvio, con Picasso e Braque, l'avventura cubista che tanto influenzerà il Novecento e tanto coinvolgerà nella sua rivoluzione non solo la pittura, ma anche la letteratura, il teatro, la moda, la musica. Pubblicato in occasione della grande esposizione romana, Cubisti Cubismo consente, da un lato, di vedere in un quadro generale il movimento e il ruolo degli artisti internazionali che ebbero una parte di rilievo nel suo diffondersi, dall'altro di ripercorrere il movimento cubista nelle sue varie espressioni artistiche, nelle sue numerose e ricche sfaccettature, nei tanti artisti da esso influenzati.

Cubismo

Skira 2013

Disponibile in 3 giorni

7,90 €
Il movimento artistico del Cubismo è giustamente considerato come quello che più di ogni altro ha esercitato una condizionante influenza sull'arte del XX secolo e come quello al quale hanno fatto riferimento gli altri movimenti a esso contemporanei e quasi

Lettere

Picasso Pablo
Abscondita 2008

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Picasso non si chiamava semplicemente Pablo. Quando era nato, nel 1881, era stato battezzato, secondo le usanze ridondanti della Spagna dell'epoca, con nove nomi, una carovana di appellativi che rappresenta quasi un presagio, perché non c'è stato un solo Picasso: ce ne sono stati una decina. Nella prima metà del Novecento l'artista spagnolo è stato realista, simbolista, espressionista, primitivista, è stato (con Braque) il padre del cubismo, ha ripensato il classicismo, ha interpretato il surrealismo. Questo atteggiamento proteiforme si ritrova anche nelle sue lettere, di cui il presente volume propone un'emblematica antologia. Sembra quasi che Picasso si comporti coi suoi amori sentimentali come coi suoi amori intellettuali e che, ad esempio, quel suo fuggire a Céret con Eva senza chiarirsi con Fernande, o quelle sue profferte a Marie-Thérèse mentre è in vacanza con Dora Maar, nascano dalla stessa spregiudicata libertà che lo porta a dipingere alla Ingres e alla cubista in uno stesso periodo, in uno stesso momento, in uno stesso quadro. Picasso, però, è un maestro di pittura, non di vita. E la pittura, che preferisce chiamare col nome più dimesso ma più concreto di "lavoro", non solo è la sua più grande passione, ma è anche l'unica cui sa rimanere sempre fedele. In questo senso le sue lettere ci offrono una cronaca non dei suoi amori, ma del suo amore: per l'arte.

Braque. Ediz. illustrata

Nigro Covre Jolanda
Giunti Editore 2006

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
La presente pubblicazione è dedicata a Georges Braque (Parigi 1882-1963), noto per essere stato, con Picasso, il principale esponente del cubismo. L'aspetto caratterizzante della sua vita artistica va colto nell'incessante, metodica, rigorosa ricerca che lo ha condotto attraverso momenti diversi dell'arte del nostro tempo: dalle prove giovanili nell'ambito impressionista all'esperienza fauve, fino alla stagione, vissuta da protagonista, dei "cubismi" analitico e sintetico cui appartengono le nature morte che in quel contesto creativo costituiscono una sorta di marchio inconfondibile.

Picasso

Stein Gertrude
Adelphi 1973

Disponibile in 3 giorni

10,00 €

Braque

Carrà Massimo
Rizzoli

Non disponibile

15,49 €

Pablo Picasso e il teatro

Rombolà Francesco Saverio
Aletti 2016

Non disponibile

12,00 €
"Pablo Picasso e il teatro" vuole essere una ricostruzione storica dell'attività teatrale del grande artista. Anche se la sua fama è legata soprattutto alle opere pittoriche, Picasso non fu solo pittore: fu anche scultore, decoratore, scenografo, costumista, attore e scrittore di drammi teatrali. Il teatro lo vide impegnato per tutta la vita ed egli dimostrò di avere una naturale inclinazione per questa forma artistica. Douglas Cooper, grande studioso e critico di Picasso, sottolinea come il teatro abbia permesso all'artista, attraverso l'elaborazione di forme che fossero non solo visive, ma tattili, di esprimere al meglio quell'aspetto della sua arte, che rivelatosi già nei dipinti del "periodo blu", continuerà a essere presente nelle opere di grande respiro come Guernica, fino alla "pittura in successione" dell'ultimo periodo, in quella sua costante ricerca del "più vero del vero", per cui si potrebbe parlare, a proposito di tutta la produzione artistica di Picasso di un'"arte teatrale".

Jacques Lipchitz. A Monaco e a...

Faietti M.
Giunti Editore 2015

Non disponibile

24,00 €
Catalogo mostra: München, Staatliche Graphische Sammlung, 2 ottobre - 7 dicembre 2014. Firenze, Uffizi, Gabinetto Disegni e Stampe, 23 febbraio - 4 maggio 2015. Il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi e lo Staatliche Graphische Sammlung di Monaco espongono per la prima volta i disegni per sculture di Jacques Lipchitz (1891-1973). Il catalogo che accompagna l'esposizione in corso al museo tedesco (2 ottobre - 7 dicembre) presenta le riproduzioni delle opere grafiche e si arricchisce di un saggio dello storico dell'arte Kosme María de Barañano sull'attività dello scultore lituano.

I pittori cubisti. Meditazioni...

Apollinaire Guillaume
SE 2015

Non disponibile

12,00 €
"È ad Apollinare che spetterà il posto più eminente fra i critici del cubismo, e il libro che presentiamo al pubblico italiano ne è la più limpida testimonianza. Del tutto consapevoli che non tutte le affermazioni dello scrittore trovarono conferma negli s

Picasso

Vallentin Antonina
Castelvecchi 2015

Non disponibile

25,00 €
Antonina Vallentin, scrittrice e intellettuale cosmopolita, ha raccontato la vita di Pablo Picasso quando l'artista era ancora in vita, affrontando a viso aperto la sua personalità debordante e seguendo le traiettorie della sua opera multiforme. Dalla nascita nel 1881 fino al gennaio 1956, la biografia racconta quello che è stato "il fenomeno forse più tumultuoso di vitalità artistica della nostra epoca": la precoce passione per il disegno e l'influenza paterna, Parigi e il decisivo incontro con Gertrude Stein, la rivalità con Matisse, la genesi delle Demoiselles d'Avignon e di Guernica, il cubismo e l'impegno politico. L'autrice entra nei quadri, scende nell'intimità, si confronta con la perentoria potenza seduttiva dell'uomo e del pittore. Ci mostra così, in pagine dense di passione scandite dalle diverse donne della sua vita, come alla febbre creativa di Picasso corrispondesse un'analoga, estrema frenesia esistenziale.

Cubismo. Ediz. illustrata

Nigro Covre Jolanda
Giunti Editore 2013

Non disponibile

4,90 €
Un dossier dedicato al Cubismo. In sommario: Idoli ghignanti e bizzarrie cubiche; Le quattro tendenze del cubismo; Un purista fanatico, un ammasso di pneumatici e una Gioconda cubista; Dalla grande ruota alla ruota di bicicletta; Spirito nuovo e slancio moderno.

Picasso e i suoi amici

Olivier Fernande
Donzelli 2012

Non disponibile

18,00 €
Compagna di Picasso dal 1904 al 1912, Fernande Olivier è stata partecipe dei primi anni dell'artista a Parigi, testimone dei rapporti intimi e quotidiani fra personalità straordinarie che in queste pagine rivivono per noi con la freschezza di una scoperta. Testimonianza unica, memoria intima e preziosa, che restituisce il colore di un'epoca leggendaria della cultura e dell'arte francese, un'epoca divenuta presto punto di riferimento obbligato per la cultura e l'arte mondiali. Attorno al giovane e ardente Pablo Picasso e alla sua amante Fernande si stringe un drappello di originali, la "banda Picasso": il generoso Max Jacob e l'avaro Apollinare, sempre insieme a Marie Laurencin, l'opportunista; Rousseau il doganiere, adorabile e ingenuo, Van Dongen così mondano, Braque il "rivale", l'amico-nemico Matisse, il mercante Vollard, pieno d'intuito. Accanto, comprimari di rango: Gertrude Stein, che vaga fiutando capolavori, o Marinetti, straripante di foga oratoria. Ricordi limpidi e appassionati che narrano la cronaca ora buffa ora dolente del tempio dell'Arte ai primi del Novecento e scorrono fluidi dalla penna della "belle Fernande".

Picasso. L'uomo e l'artista

Penrose Roland
Pgreco 2012

Non disponibile

24,00 €
Pablo Picasso è indubbiamente una delle figure chiave dello sviluppo dell'arte contemporanea. Dal suo arrivo a Parigi all'inizio del secolo scorso è intervenuto in tutte le sfaccettature della cultura artistica europea, dimostrando di saper fare arte rimanendo se stesso, nonostante i programmi artistici già esistenti, portando genio e originalità. Ogni suo segno si può interpretare come la sintesi di due poli opposti, retorica e ironia, che non si alternano ma semplicemente coesistono, contribuendo ancora di più ad evidenziare la sua unicità. Il testo di Penrose si configura come una fonte biografica attendibile e scrupolosamente onesta, che prende il via dalla giovinezza dell'artista e lo segue in tutto il suo percorso di vita e di opere, da Malaga a Barcellona, Parigi, Roma, Londra... Introduzione di Giulio Carlo Argan.

Oltre il cubismo

Le Corbusier
Marinotti 2011

Non disponibile

10,00 €
Dopo e oltre il Cubismo: dall'incontro fatalmente casuale (nello studio del grande architetto Auguste Perret) fra un giovane, agiato pittore parigino di qualche notorietà, che tra l'altro ha dato vita alla rivista L'Elan, Amédée Ozenfant (1886-1966), ed un altrettanto giovane architetto svizzero di scarsa notorietà, Charles-Edouard Jeanneret (1887-1965), emigrato a Parigi l'anno prima, nel 1918 nasce uno dei più importanti ma meno frequentati manifesti dell'avanguardia artistica novecentesca, "Après le Cubisme". Sarà l'origine del Purismo, meno cruciale ma non poco significativa declinazione dei linguaggi moderni della pittura fatta di chiarezza e precisione. Essa darà i suoi frutti più clamorosi di lì a qualche anno, quando lo svizzero Jeanneret, finalmente denominatosi Le Corbusier, anche attraverso la rivista L'Esprit Nouveau, fondata e condotta con lo stesso Ozenfant, realizzerà le costruzioni paradigmatiche di un razionalismo radicale, chiaro e preciso, divenute ben presto universalmente proverbiali quanto il nome del loro autore. Fortune diverse quelle dei due protagonisti di un'esperienza pittorica relativamente circoscritta e tuttavia intensa e affascinante, così francese, così parigina e così prossima a quel mondo degli oggetti che ritroviamo in tante opere di Braque, Picasso, Gris, Severini, Léger, e naturalmente di Ozenfant e Jeanneret. Vere e suggestive icone della modernità.

I pittori cubisti. Meditazioni...

Apollinaire Guillaume
Abscondita 2009

Non disponibile

12,00 €
"È a Apollinaire che spetterà il posto più eminente fra i critici del cubismo, e il libro che presentiamo al pubblico italiano ne è la più limpida testimonianza. Del tutto consapevoli che non tutte le affermazioni dello scrittore trovarono conferma negli s

Lettere

Picasso Pablo
Abscondita 2008

Non disponibile

13,00 €
Picasso non si chiamava semplicemente Pablo. Quando era nato, nel 1881, era stato battezzato, secondo le usanze ridondanti della Spagna dell'epoca, con nove nomi, una carovana di appellativi che rappresenta quasi un presagio, perché non c'è stato un solo Picasso: ce ne sono stati una decina. Nella prima metà del Novecento l'artista spagnolo è stato realista, simbolista, espressionista, primitivista, è stato (con Braque) il padre del cubismo, ha ripensato il classicismo, ha interpretato il surrealismo. Questo atteggiamento proteiforme si ritrova anche nelle sue lettere, di cui il presente volume propone un'emblematica antologia. Sembra quasi che Picasso si comporti coi suoi amori sentimentali come coi suoi amori intellettuali e che, ad esempio, quel suo fuggire a Céret con Eva senza chiarirsi con Fernande, o quelle sue profferte a Marie-Thérèse mentre è in vacanza con Dora Maar, nascano dalla stessa spregiudicata libertà che lo porta a dipingere alla Ingres e alla cubista in uno stesso periodo, in uno stesso momento, in uno stesso quadro. Picasso, però, è un maestro di pittura, non di vita. E la pittura, che preferisce chiamare col nome più dimesso ma più concreto di "lavoro", non solo è la sua più grande passione, ma è anche l'unica cui sa rimanere sempre fedele. In questo senso le sue lettere ci offrono una cronaca non dei suoi amori, ma del suo amore: per l'arte.

Guernica di Picasso

Bon Valsassina Caterina
Mondadori Electa 2007

Non disponibile

15,00 €
L'impatto emotivo di "Guernica" è stato sempre straordinario: il rifiuto della barbarie umana e il suo grido di libertà e pace rimangono vivi oggi come quel giorno, nel 1937, in cui Picasso posò il pennello. L'agenda del cantiere, le intenzioni, la storiografia e l'indagine critica delle sue molte esposizioni di cui si rende conto anche grazie a un'inedita documentazione fotografica, per leggere quello che nessuno ha mai visto, perché "un quadro vive soltanto attraverso l'uomo che lo guarda".

Guernica. Biografia di un'icona del...

Van Hensbergen Gijs
Il Saggiatore 2006

Non disponibile

22,00 €
Il 26 aprile 1937, sessanta aerei militari tedeschi e italiani aggredirono una tranquilla cittadina basca in un giorno di mercato. Fu il primo bombardamento a tappeto della storia: una strage di innocenti che suscitò l'indignazione di tutto il mondo civile. In esilio a Parigi e inorridito dall'episodio, in soli due mesi Pablo Picasso dipinse una tela enorme che esprime con immediatezza la drammaticità del momento: figure umane urlanti, animali straziati, edifici disintegrati. Tutto in un'ascetica assenza di colore che sembra riproporre il bianco e nero delle fotografie dei giornali. Il quadro fu presentato al pubblico quello stesso anno nel padiglione spagnolo all'Esposizione internazionale di Parigi.

Picasso. La joie de vivre...

Daix Pierre
Skira 2006

Non disponibile

14,00 €
Picasso visto attraverso oltre 200 dipinti, ripercorrenti quattro anni della vita dell'artista, nel corso dei quali, nell'euforia dell'immediato dopoguerra, si sviluppano alcuni motivi ispirati al ritrovato Eden mediterraneo e alla sua mitologia. Questa tematica troverà la sua più alta espressione nell'opera La Joie de vivre, realizzata nell'ottobre 1946 ad Antibes.

Guernica. Genesi di un dipinto

Arnheim Rudolf
Abscondita 2005

Non disponibile

18,00 €
"'Non faccio mai un quadro come opera d'arte; ognuno di essi è una ricerca. Sono sempre alla ricerca e c'è una sequenza logica in ciò che ricerco. È per questa ragione che li numero; è un esperimento nel tempo; li numero e li dato; forse un giorno qualcuno me ne sarà riconoscente'. Questa osservazione di Picasso è significativa, ci indica come, secondo lui, l'elemento più rilevante nella creazione non consiste in un lavoro singolo o nella somma di tutti i lavori, ma nel processo di fluttuazione e di continua trasformazione offerto dalla sequenza dei tentativi. Secondo Picasso, tutta la sua opera creativa sembra possedere una dimensione temporale che non deve esser considerata come biografica ma come un aspetto essenziale dell'opera stessa."

Guernica. Genesi di un dipinto

Arnheim Rudolf
Abscondita 2005

Non disponibile

21,00 €
"'Non faccio mai un quadro come opera d'arte; ognuno di essi è una ricerca. Sono sempre alla ricerca e c'è una sequenza logica in ciò che ricerco. È per questa ragione che li numero; è un esperimento nel tempo; li numero e li dato; forse un giorno qualcuno me ne sarà riconoscente'. Questa osservazione di Picasso è significativa, ci indica come, secondo lui, l'elemento più rilevante nella creazione non consiste in un lavoro singolo o nella somma di tutti i lavori, ma nel processo di fluttuazione e di continua trasformazione offerto dalla sequenza dei tentativi. Secondo Picasso, tutta la sua opera creativa sembra possedere una dimensione temporale che non deve esser considerata come biografica ma come un aspetto essenziale dell'opera stessa."

Guernica. Genesi di un dipinto

Arnheim Rudolf
Abscondita 2005

Non disponibile

22,00 €
"'Non faccio mai un quadro come opera d'arte; ognuno di essi è una ricerca. Sono sempre alla ricerca e c'è una sequenza logica in ciò che ricerco. E per questa ragione che li numero; è un esperimento nel tempo; li numero e li dato; forse un giorno qualcuno me ne sarà riconoscente'. Questa osservazione di Picasso è significativa, ci indica come, secondo lui, l'elemento più rilevante nella creazione non consiste in un lavoro singolo o nella somma di tutti i lavori, ma nel processo di fluttuazione e di continua trasformazione offerto dalla sequenza dei tentativi. Secondo Picasso, tutta la sua opera creativa sembra possedere una dimensione temporale che non deve esser considerata come biografica ma come un aspetto essenziale dell'opera stessa. Ne consegue che gli schizzi per una determinata opera devono essere considerati alla stregua di una sequenza di opere compiute, e che essi, oltre a rappresentare gli stadi successivi d'un problema risolto gradualmente, debbono essere considerati come varianti sul tema di quella particolare opera. Ecco perché dobbiamo considerare come significativo il fatto che, per la prima volta nella storia, un artista abbia creato, catalogato e conservato con cura delle serie così vaste di studi preparatori. Il materiale preparatorio a Guernica, che viene qui riprodotto nella sua interezza, consiste di disegni e pitture, oltre a numerose fotografie (prese nello studio di Picasso dalla moglie Dora Maar) di vari stadi dell'opera stessa."

Picasso e la sua epoca. Donazioni a...

Karmel Pepe
Skira 2004

Non disponibile

14,00 €
Il ruolo rivoluzionario dell'arte di Picasso e la sua influenza sugli artisti del suo tempo nelle donazioni ai musei americani. Anziché seguire un approccio monografico convenzionale, il volume, che accompagna l'esposizione presso la Fondazione Memmo a Roma, si pone un duplice obiettivo: da un lato si propone di capire come Pablo Picasso abbia influenzato l'arte del suo tempo, dall'altro intende documentare le straordinarie collezioni di arte moderna che si trovano nei musei americani e dimostrare come queste collezioni siano frutto di una lunga consuetudine di donazioni a istituzioni pubbliche da parte di privati. Il volume è il Catalogo della mostra di Roma (Fondazione Memmo, Palazzo Ruspoli, 30 ottobre 2004-8 gennaio 2005).

Il pittore e la modella. Scritti su...

Leiris Michel
Abscondita 2003

Non disponibile

10,00 €
Per Michel Leiris, antropologo e compagno di strada dei surrealisti, la pittura è sempre stata oggetto di una costante passione. All'opera di Picasso lo scrittore ha dedicato una lunga serie di testi nel corso del tempo. I tre saggi raccolti in questo libro hanno come tema comune il rapporto tra pittore e modello umano: tema ricorrente, attraverso i secoli, e molto caro al pittore spagnolo. In questi scritti Leiris ci invita a "leggere" alcuni quadri di Picasso, in cui compaiono il modello e l'artista che lo sta ritraendo, come la messa in scena dell'arte di dipingere; ma anche come la rappresentazione di un autentico corpo a corpo tra due individui, con le implicazioni profonde (anche erotiche) che esso comporta per entrambi.

Il pittore e la modella. Scritti su...

Leiris Michel
Abscondita 2003

Non disponibile

12,00 €
Per Michel Leiris, antropologo e compagno di strada dei surrealisti, la pittura è sempre stata oggetto di una costante passione. All'opera di Picasso lo scrittore ha dedicato una lunga serie di testi nel corso del tempo. I tre saggi raccolti in questo libr

I pittori cubisti. Meditazioni...

Apollinaire Guillaume
Abscondita 2003

Non disponibile

12,00 €
"È ad Apollinaire che spetterà il posto più eminente fra i critici del cubismo, e il libro che presentiamo al pubblico italiano ne è la più limpida testimonianza. Del tutto consapevoli che non tutte le affermazioni dello scrittore trovarono conferma negli

Cubism

Cox Neil
Phaidon 2002

Non disponibile

24,95 €
Cubism

Cahier 1917-1955

Braque Georges
Abscondita 2002

Non disponibile

16,60 €
In "Cahier" ogni aforisma ha forza e significato soprattutto in virtù della magia del disegno. Le parole attraversano le forme, e le forme esaltano la risonanza delle parole.

Pablo Picasso. La vita e l'opera

Cortenova Giorgio
Mondadori Electa 2001

Non disponibile

49,50 €
Nella sua lunghissima operosità, non c'è territorio che Picasso non abbia esplorato e consumato. Disegnatore tra i più grandi della storia dell'arte, grafico, incisore, scultore, scenografo, ceramista e costumista. E pittore, naturalmente, fra i massimi del nostro tempo, capace di tutto assorbire e di tutto superare, a cominciare da se stesso. Inventa con Braque il Cubismo e se ne allontana; sfiora il ritorno all'ordine e costeggia le sirene del Surrealismo; crea con Guernica il prototipo dell'arte impegnata e politica e, al contempo, declina il fulgore dell'eros e la malinconia dell'anima. I trecento capolavori analizzati nel libro, le pagine del testo sulla sua vita, vogliono essere un omaggio al maestro e un invito a conoscerlo.

Picasso

Mondadori Electa 2001

Non disponibile

25,82 €

Picasso. 200 capolavori dal 1898 al...

Rose B. B.
Mondadori Electa 2001

Non disponibile

38,73 €
"Gli anni tra il 1904 e il 1906 segnano la fase iniziale della decostruzione del sistema convenzionale della rappresentazione artistica sino ad allora dominante. Fu Picasso ad aprire la strada attraverso una serie di scoperte al di fuori del canone occidentale e culminate nell'opera che scandalizzò gli amici e cambiò il corso dell'arte occidentale: Les demoiselles d'Avignon. L'esplorazione di 'realtà' disparate che Picasso intraprese tra il 1904 e il 1906 segnò l'inizio di un'epoca di ambiziosa ricerca volta a reinventare il linguaggio dell'arte stessa. Quando infine, nel 1904, Picasso si stabilì a Parigi, padroneggiava già una gamma notevolmente differenziata di esperienze artistiche." (Berenice B. Rose)